Coltivare la vite

NEWS DI Giardino10 Luglio 2012 ore 01:09
Coltivare la vite creando in giardino una bella pergola, dove godere durante l'estate, del fresco e, con la specie giusta, anche dell'uva.
fiori , acqua , inverno , coltivazione
Arch. Valentina Caiazzo
Coltivare la vite è un qualcosa di atavico, ci accompagna da millenni e fa parte della cultura del genere umano. Pare che i nostri avi già nel Neolitico ne conoscessero l'utilizzo e la coltivazione e con il passare del tempo la produzione è divenuta sempre più cultura. La vite non è una pianta molto appariscente o con fiori colorati, ma una bella pergola di viti fa ombra, fa fresco, e, se si tratta di uva da tavola, peremtte di goderne della bontà direttamente. Poi, se ne avete la possibilità, fare una bella cena o pranzo all'aperto sotto una pergola di vite è una delle esperienze tradizionalmente più suggestive, forse, per questo, la pubblicità ne fa largo uso. Il primo punto all'ordine del giorno nella scelta della realizzazione di un pergolato o di una spalliera di vite è proprio la scelta della varietà di vite (vitis vitifera): ovvero se procedere con una vite per uve da tavola o da essicazione oppure con una vite per uve da vino. Da segnalare è il fatto che l'una non preclude l'altra e, a seconda dello spazio a disposizione, si possono mixare a piacimento. Importante è tenere conto della tipologia di terreno: esistono moltissime varietà di vite e, in questo senso, la possibilità di trovare il vitigno giusto per il terreno non manca.In questo senso, infatti, al di là di un'importante esposizione al sole, la vite è una pianta di poche pretese. La temperatura influenza pesantemente la vitalità della pianta che sotto i -15 gradi in inverno o sotto i -5 gradi, in caso di gelate primaverili, può andare incontro a grossi danni. Difficile riscontrare danni per eccesso di calore, normalmente più frequenti al sud e spesso correlati anche alla ventilazione della posa a dimora. Sul fronte idrico, tuttavia, la vite ha bisogno di un regime oculato volto a trattenere l'acqua caduta in inverno. In questo senso l'apporto di acqua ha una diretta incidenza sul comportamento della vite ove un inverno poco piovoso comporta un risveglio tardivo e una difficile maturazione del frutto. Stessa problematica che si incontra anche con le siccità estive, che privano di risorse idriche la pianta proprio nel momento di maggior necessità. D'altro canto non meno dannose sono le piogge eccessive sia in autunno che in estate.La prima casistica comporta un frutto acquoso e con limitato contenuto di zuccheri, mentre nel secondo caso la pianta si presenta molto vulnerabile agli attacchi di muffe. Decisamente importante, quindi, è individuare il giusto portainnesto che deve essere complementare sia al terreno che al vitigno selezionato. La preparazione del terreno parte in autunno con lo scasso, poi deve essere preparata la struttura su cui le piante andranno ad arrampicarsi. Questa fase è decisamente importante perchè, se i tralci sono relativamente facili da gestire, la parte lignea della pianta è estremamente rigida.Una volta che la pianta è a dimora, occorre darle una forma e in questo contesto diventa importantissima la potatura. Normalmente si tengono buoni due tralci oltre al fusto che dovrebbero svilupparsi in direzioni opposte. La potatura di questi due tralci avviene il secondo anno: possibilmente, vanno tenuti quanti più divaricati tra di loro e il taglio deve avvenire sopra la terza gemma. Stesso procedimento vale anche per l'anno successivo mentre dal quarto anno in poi si comincia con la potaura di produzione. Quest'ultima deve tenere conto di tutti fattori tipici nella coltivazione di una pianta: ovvero esposizione, tipo di terreno e varietà di vitigno. Le stesse variabili devono essere tenute in considerazione anche per quello che concerne la concimazione. In questo contesto la pianta ha bisogno di apporti sia da concimi organici che inorganici. In alcuni casi potrebbero anche rendersi necessari dei correttori per il terreno come, ad esempio, la calciocianammide in caso di terreno acido oppure il solfonitrato d'ammonio se le caratteristiche del suolo virano al calcareo. Una volta a regime, la pianta di vite assorbe dai cento ai centoquaranta grammi di perfosfato minerale, da cinquanta a settanta grammmi di solfato potassico e cento - centoventi grammi di solfato ammonico nell'arco dell'anno.
Arch. Valentina Caiazzo
riproduzione riservata
Articolo: Coltivare la vite
Valutazione: 2.83 / 6 basato su 6 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Coltivare la vite: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Coltivare la vite che potrebbero interessarti
Camelia invernale

Camelia invernale

La Camelia Sasanqua è la specie ideale per avere un angolo del giardino o del balcone, fiorito e scenografico anche in pieno inverno e con temperature molto rigide.
Belladonna, velenosa e utile

Belladonna, velenosa e utile

Conosciuta fin dall'antichità per le proprietà velenose anche gravi, la belladonna è una pianta caratterizzata da bacche nere e una fioritura abbondante.
Coltivazione Acero Giapponese

Coltivazione Acero Giapponese

L'acero giapponese è una pianta che ben si adatta per la sua lenta crescita a giardini di piccole dimensioni e che non necessita di grosse cure.
Gerbera in terra e in vaso

Gerbera in terra e in vaso

Ottima per i bouquet estivi anche da sposa, la gerbera è una pianta rustica di facile coltivazione sia in piena terra che in vaso, da tenere in clima mite e riparato.
Coltivazione invernale degli spinaci

Coltivazione invernale degli spinaci

Tra le specie di ortaggi facilmente coltivabili già verso la fine dell'inverno, gli spinaci sono tra le più semplici e disponibili in molte varietà diverse.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.433 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Chiodi di micelio pleurotus oro 20 pz
    Chiodi di micelio pleurotus oro 20...
    7.76
  • Micelio fresco di pleurotus bottiglia 2 5
    Micelio fresco di pleurotus...
    13.75
  • Substrato micelio coprinus comatus bottiglia lt 2
    Substrato micelio coprinus comatus...
    13.75
  • Materasso gold ortopedico
    Materasso gold ortopedico...
    460.00
  • Antico dipinto veneziano paesaggio romantico del xix
    Antico dipinto veneziano paesaggio...
    1650.00
  • Kitchen tappeto home
    Kitchen tappeto home...
    40.00
  • Binario 1060 abinio
    Binario 1060 abinio...
    119.00
  • Rifacimento intonaco Bologna e provincia
    Rifacimento intonaco bologna e...
    29.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Inferriate.it
  • Black & Decker
  • Kone
  • Faidatebook
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 400.00
foto 5 geo Bari
Scade il 01 Giugno 2019
€ 800.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 28.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.