Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Coltivare l'insalata valeriana

La valerianella è una varietà di insalata a foglia piccola, apprezzata per il suo sapore e per il fogliame, la quale può anche essere usata a scopo decorativo.
05 Febbraio 2013 ore 01:39 - NEWS Piante
valerianella , coltivazione , insalata , valeriana

Come preferite chiamarla: Valerianella, Insalata Valeriana, Soncino, Songino, Dolcetta, Gallinella


La valerianella locusta è una piantina da insalata molto resistente al freddo e di facile coltivazione.

Media Lavorincasa.itConosciuta anche con nomi come Songino, Dolcetta o Gallinella, oltre ad essere una specie edibile, è anche una varietà particolarmente decorativa, che crea un fitto tappeto erboso verde, che ben si associa e si accompagna a bulbi di piccole dimensioni, con l'arrivo della primavera.

Viene coltivata spesso in orti domestici e non, per la prelibatezza delle sue foglie, molto saporite e consumate di solito crude.

Queste appaiono non troppo grandi,con lunghezze variabili tra 3 e 8 cm, a seconda del tipo di varietà che si sceglie.


Valerianella, come coltivarla?


La valerianella ama posizioni soleggiate e ben esposte. Il gelo non è un problema.

La coltivazione può essere fatta tutto l'anno. Il mese di febbraio è il mese giusto per la semina primaverile.

CONSIGLIATO amazon-seller
Valeriana d'Olanda a seme grosso
Seme certificato ICEA BIOLOGICO...
prezzo € 1.5
COMPRA



In poche settimane avrete la vostra insalatine fresca, o il vostro tappeto erboso decorativo, qualora scegliate la valerianella come tappezzante ai piedi di altre coltivazioni.

Media Lavorincasa.itLa semina deve essere effettuata direttamente a dimora.
Si procede inserendo i semi nel terreno, precedentemente preparato per la coltivazione, disponendoli a circa 1 cm di profondità.

Può anche essere fatta a spaglio, formando delle file distanziate tra loro almeno 15 - 20 cm, in mdoo da lasciare spazio per la futura densità colturale delle piantine.I semi della valerianella sono in realtà degli acheni lisci e abbastanza rotondeggianti di colore scuro, che in realtà sono gli stessi frutti. La crescita piuttosto rapida e il ciclo vitale della valerianella è piuttosto breve.

Per questo motivo anche la concimazione non deve essere eccessiva, in quanto proprio per la brevità, non sono necessarie grosse quantità di sostanze nutritive aggiuntive.


Basta effettuare una concimazione all'inizio del ciclo colturale, con concimi appositi, anche naturali.

Chiaramente per un consumo culinario, la valerianella può essere seminata anche in modo scalare; la germinazione delle piantine avverrà in circa 7 giorni, per cui, una volta tagliata e consumata, può essere nuovamente seminata per una successiva raccolta dopo circa 3-4 settimane.

Per una produzione abbondante, le piantine possono essere recise alla base lasciando una parte di almeno 0,5 - 1 cm.
Altrimenti, possono essere estirpate in toto.


Valerianella edibile e decorativa


Esistono diverse varietà di valerianella, tra cui cultivar a seme più grosso, che garantiscono una produzione fogliare di maggiori dimensioni e più abbondanti.In questo caso si tratta di coltivazioni intensive per produzione commerciale.

Nel caso di piccoli orti domestici è meglio preferire semi piccoli e piantine altrettanto piccole, che garantiscono un sapore migliore, anche se la coltivazione necessita di più cure e va ripetuta nel tempo.

Media Lavorincasa.itAttenti anche ai parassiti.

La valerianella teme lumache e parassiti tipici delle insalate.

In certi casi si verificano anche marcescenze all'impianto radicale.

Meglio somministrare con attenzione l'acqua di innaffiatura, senza inzuppare troppo i l terreno.

L'operazione migliore è agire con una nebulizzazione leggera e regolare.

Qualora vogliate utilizzare la valerianella a scopo decorativo, i migliori abbinamenti sono i bulbi primaverili più comuni, come i crochi e i muscari, che spunteranno e formeranno dei punti di colore sul letto di foglioline verdi.
I semi di valerianella si trovano facilmente nel reparto giardinaggio dei principali supermercati o anche online, sul sito di Ingegnoli Spa o ancora su Sementi La Rosa, dove si trovano anche le varietà di valerianella a seme grosso, ad 1 euro.

riproduzione riservata
Articolo: Coltivare la valerianella
Valutazione: 4.67 / 6 basato su 6 voti.

Coltivare la valerianella: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
329.075 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Coltivare la valerianella che potrebbero interessarti


Fattoria urbana green a km zero, che cos'è?

Orto e terrazzo - Una Fattoria urbana. Di solito siamo abituati a vedere coltivazioni idroponiche, orti fai da te o urbani. Che cosa sono invece le fattorie urbane?

Metodi per coltivare i pomodori in vaso

Giardinaggio - Ecco alcuni consigli per chi volesse intraprendere, anche da principiante, la coltivazione dei pomodori in vaso, sul balcone, per avere qualità a KM0 in città!

Casalinghi: colore e allegria in cucina

Casalinghi - La cucina rappresenta il luogo per eccellenza di convivialità della casa, perché allora non rallegrarla con utensili funzionali e casalinghi divertenti?

Coltivare prodotti sempre freschi: l'orto idroponico

Giardinaggio - Con i dispositivi di coltura idroponica è possibile coltivare ortaggi fuori stagione senza l'uso di pesticidi e senza l'impiego di terreno. Ecco tutti i modelli

Aneto come coltivarlo

Piante - Tra le piante aormatiche meno conosciute e comunque facili da coltivare troviamo l'aneto, con i fiori gialli e i suoi semi speziati dal sapore intenso.

Consigli per seminare i ravanelli

Orto e terrazzo - Qualche consiglio sulle modalità di semina dei ravanelli, le primizie da gustare all'inizio della primavera, utilizzando un semenzaio o un piccolo tunnel.

Lettorini e cassoni a letto caldo

Giardino - Per facilitare la gemrinazione e aiutare la cura delle piante durante la stagione più fredda,ci si può procurare dei lettorini o dei cassoni a letto caldo.

Pastinaca, ortaggio invernale insolito

Orto e terrazzo - La pastinaca è un ortaggio tipicamente invernale con sapore simile alla patata, di cui si consuma la radice e che presenta facili modalità di coltivazione.

Coltivare il cavolo

Orto e terrazzo - Il cavolo è un alimento da sempre presente sulle nostre tavole, in natura ne esistono tante tipologie, eccone alcune varietà ed il modo per coltivarle in casa.