Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Climatizzatore: i consigli dell'Enea per un corretto utilizzo

Che differenze c'è tra condizionatori e climatizzatori? E quali sono i consigli dell'Enea per un corretto utilizzo degli impianti, durante la stagione estiva?
07 Luglio 2016 ore 16:49 - NEWS Impianti di climatizzazione

Consigli per usare al meglio un climatizzatore


Con l'arrivo del caldo si avverte la necessità di rinfrescare casa con i climatizzatori.
Ma come usarli al meglio senza spendere un occhio nella bolletta della luce?

A dare qualche utile suggerimento è l'Enea, l'Agenzia Nazionale per l'Efficienza Energetica che ha stilato dieci pratici consigli sull'uso efficiente e sostenibile dei climatizzatori.


Condizionatori e climatizzatori: le differenze


Media Lavorincasa.itUna premessa è però necessaria: molto spesso si usano come sinonimi i termini condizionatore e climatizzatore. In realtà sono due cose diverse. Il condizionatore è un apparecchio che viene usato per raffreddare l'aria.

Grazie a una ventola, mette in circolo l'aria raffreddata dal gas che si miscela con quella già presente nell'ambiente circostante e la raffredda.

L'aria fredda viene erogata a ciclo continuo. Si può regolare la velocità della ventola ma non la temperatura dell'aria. Oggigiorno sono due le tipologie principali di condizionatori:

-condizionatori a freddo: servono esclusivamente al raffreddamento dell'aria

-condizionatori a caldo: servono per il riscaldamento dell'aria e come tale si possono usare nella stagione invernale. Per produrre l'aria calda, si verifica all'interno dell'impianto un'inversione del ciclo del freddo, sottraendo l'aria calda all'esterno che viene così ceduta all'interno.

A loro volta entrambi i due tipi di condizionatore possono funzionare secondo due differenti tecnologie:

-condizionatori on-off: sono i meno costosi ma i più dispendiosi dal punto di vista energetico in quanto, una volta accessi, l'apparecchio raggiunge la massima potenza, che spesso è superiore a quella che effettivamente serve per rinfrescare l'ambiente, dunque non viene totalmente utilizzata.

- condizionatori inverter: sono più costosi ma al contrario di quelli precedenti permettono un notevole risparmio energetico. La potenza del condizionatore varia in funzione del raffreddamento ottenuto e si sviluppa dunque in modo graduale. In questo modo il condizionatore arriva ad utilizzare poca energia elettrica dopo 2-3 ore dall'accensione e viene utilizzata solo quella effettivamente necessaria.

Anche il climatizzatore, così come il condizionatore, raffredda l'aria, ma in più funziona anche da deumidificatore, da filtro ed è in grado anche di riscaldare l'ambiente, grazie a una pompa di calore. Altra differenza importante rispetto al condizionatore è che il climatizzatore permette addirittura di impostare la temperatura e il livello di umidità desiderati e una volta raggiunti, rilevati tramite sensori, il climatizzatore si blocca e si riaccende solo quando serve.
Questo è il notevole vantaggio dal punto di vista energetico.


Climatizzatori: i consigli dell'ENEA per un uso intelligente



L'ENEA
, l'Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, ha messo online dieci consigli pratici sull'utilizzo efficiente e sostenibile dei climatizzatori, in modo da raffrescare per bene gli ambienti, senza eccessive spese sulla bolletta.

Li riportiamo di seguito.

- Occhio alla classe energetica: per un uso intelligente dell'aria condizionata parte dalla scelta del condizionatore. Sono da preferire quelli in classe energetica A o superiore che permettono un notevole risparmio

- Preferite gli inverter: gli impianti climatizzatori dotati di tecnologia inverter adeguano la potenza all'effettiva necessità e riducono i cicli di accensione e spegnimento e sono quindi da preferire.

- Approfittate degli incentivi: l'acquisto dei climatizzatori permette di godere dell'agevolazione fiscale, la detrazione IRPEF al 65% fino al 31 dicembre 2016, anche conosciuta come ecobonus, oppure del Conto termico , l'incentivo che varia in funzione della dimensione dell'impianto.

- Attenzione alla posizione: è importante installare il climatizzatore nella parte alta della parete poiché l'aria fredda tende a scendere e si mescolerà più facilmente con quella calda che invece tende a salire. Fate attenzione a non mettere il climatizzatore dietro divani o tende: l'effetto-barriera blocca la diffusione dell'aria fresca.

Climatizzare l'aria- Attenzione a non raffreddare troppo l'ambiente: la temperatura ideale per raffreddare gli ambienti di casa è di due o tre gradi in meno della temperatura esterna sono sufficienti. Spesso, basta attivare solo la funzione deumidificazione, perché è l'umidità presente nell'aria che fa percepire una temperatura molto più alta di quella reale.

- Ogni stanza ha bisogno del suo climatizzatore: secondo l'Enea installare un climatizzatore molto potente solo nel corridoio di casa non permette di ottenere raffrescamento anche nelle altre stanze. Al contrario, l'unico risultato sarà quello di prendersi un colpo di freddo ogni volta che si passa per il corridoio andando da una stanza all'altra, perché sarà l'unico locale a essere raffrescato.

- È bene non lasciare porte e finestre aperte: sembra un consiglio banale, ma così si evita di riscaldare l'aria all'interno.

- Coibentare i tubi del circuito refrigerante all'esterno dell'abitazione: se tali tubi sono esposti direttamente al sole possono danneggiarsi. Inoltre, è bene assicurarsi che la parte esterna del climatizzatore non sia esposta direttamente al sole e alle intemperie.

- Usare il timer e la funzione notte: usandoli si riuscirà a ridurre al minimo il tempo di accensione dell'apparecchio.

- Effettuare periodicamente la pulizia e una corretta manutenzione: i filtri dell'aria e le ventole devono essere puliti alla prima accensione stagionale e almeno ogni due settimane perché lì si annidano facilmente muffe e batteri dannosi per la salute; se sono deteriorati vanno sostituiti.
È importante anche controllare la tenuta del circuito del gas.

riproduzione riservata
Articolo: Climatizzatore: consigli Enea
Valutazione: 4.00 / 6 basato su 2 voti.

Climatizzatore: consigli Enea: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Roberto31
    Roberto31
    Venerdì 25 Ottobre 2019, alle ore 18:54
    Per il 2019,quando si installa il climatizzatore inverter, caldo e freddo,occorre la co-municazione all'Enea,oppure non è più necessaria.
    Roberto
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Roberto31
      Lunedì 28 Ottobre 2019, alle ore 11:40
      Sì, è necessaria. La comunicazione va fatta online al sito dell'Enea entro 90gg. dalla data di ultimazione dei lavori di fornitura e posa. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Roberta11
        Roberta11 Pasquale
        Giovedì 27 Febbraio 2020, alle ore 11:40
        Se la fornitura e posa, di un climatizzatore in pompa di calore, viene effettuata senza aver fatto nessun tipo di ristrutturazione, si può usufruire della detrazione ( 50 o 65%?) e c'è ugualmente l'obbligo della comunicazione Enea?
        Roberta
        rispondi al commento
        • Pasquale
          Pasquale Roberta11
          Lunedì 2 Marzo 2020, alle ore 11:18
          Sì, è possibile usufruire delle detrazioni fiscali nella misura del 50% per l'installazione di climatizzatori a pompa di calore, di classe minima A+, anche senza opere edilizie. E' obbligatorio, entro 90gg. dall'ultimazione della posa, la comunicazione online al sito dell'Enea. Cordiali saluti. 
          rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
320.773 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Climatizzatore: consigli Enea che potrebbero interessarti


Comprare il climatizzatore

Impianti di climatizzazione - L'etichetta energetica, obbligatoria da vari anni per tutti gli elettrodomestici, non è l'unico elemento di valutazione per l'acquisto di un climatizzatore.

Comunicazione Enea: slitta ad aprile il termine per l'invio dati bonus casa

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Slitta la scadenza per la trasmissione all'Enea dei documenti relativi a lavori di ristrutturazione che comportino un risparmio energetico o energia rinnovabile

Enea

Detrazioni e agevolazioni fiscali - In questo tempo in cui si parla molto di Ecobonus viene sempre più spesso menzionato l'ENEA. Ma cosa rappresenta questo ente?

Progettazione di un ambiente climatizzato

Impianti di climatizzazione - Una buona progettazione consente di ottenere un efficace condizionamento degli ambienti domestici senza far lievitare le spese di installazione e gestione dell'impianto.

Detrazione 65% per sistemi di riscaldamento integrati caldaia+pompa di calore

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Pubblicata sul sito dell'Enea una faq che chiarisce la detraibilità al 65% di sistemi di riscaldamento integrati costituiti da caldaia a condensazione e pompa di calore.

Prestazioni Condizionamento Edifici

Impianti - Al fine della spesa energetica degli edifici, l'energia per il condizionamento estivo ed il raffrescamento equivale a quella per il riscaldamento invernale.

Acqua dal climatizzatore

Impianti di climatizzazione - Un semplice filo di ferro può essere utilizzato per verificare che il tubo di smaltimento della condensa non sia otturato o rimuovere la piccola otturazione presente.

È attivo il sito ENEA per inviare i dati Ecobonus e Bonus Casa

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Enea attiva un sito per l'invio online della documentazione relativa ai lavori di efficienza energetica terminati nel 2020 per usufruire di detrazione fiscali.

Enea: pronto il sito per l'invio dei dati su ristrutturazioni con risparmio energetico

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Al via il portale dell'Enea per poter trasmettere la comunicazione relativa ai lavori di ristrutturazione aventi finalità di risparmio energetico. Ecco le novità