Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Bonus edilizi, cessione del credito e comunicazione tardiva

Più tempo per comunicare al Fisco la scelta della cessione dei crediti o dello sconto in fattura in caso accesso ai bonus edilizi. Nuova scadenza al 30 novembre
- NEWS Detrazioni e agevolazioni fiscali
Barra Preventivi Online

Mancata o errata comunicazione cessione credito alle Entrate


Con la circolare 33/E l’Agenzia delle Entrate ha spiegato che i contribuenti che entro le scadenze previste non hanno provveduto a inviare la comunicazione concernente l’opzione di sconto in fattura e cessione del credito per accedere ai bonus edilizi potranno procedere con la trasmissione anche dopo i termini in precedenza stabiliti.

Tale possibilità è stata definita remissione in bonis. La misura è stata introdotta per accettare le comunicazioni tardive di soggetti privati, titolari di partita IVA e soggetti Ires.

Comunicazione cessione credito
Al fine di rendere tutto ciò possibile, l’Agenzia delle Entrate ha messo a punto un nuovo software affinché la comunicazione relativa alle modalità di fruizione dei bonus edilizi alternativa alla detrazione fiscale possa essere inoltrata.

Il contribuente potrà avvalersi della remissione in bonis sia per semplici ritardi che per errori che abbiano condotto all’annullamento della precedente comunicazione.


Le scadenze per la comunicazione all'Agenzia delle Entrate


La normativa di riferimento in merito alle scadenze per la comunicazione all’Agenzia delle Entrate prevedeva un doppio binario.

La trasmissione da effettuare al Fisco in merito all’opzione dello sconto in fattura e cessione del credito per i bonus edilizi deve di regola essere inviata entro il 16 marzo dell’anno successivo a quello di sostenimento delle spese che danno il diritto alla detrazione fiscale.

In caso di cessione delle rate residue non portate in detrazione, la comunicazione deve di norma essere trasmessa entro il 16 marzo dell’anno di scadenza del termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi nella quale la prima rata ceduta e non utilizzata in detrazione avrebbe dovuto essere riportata.

Comunicazione tardiva cessione credito
Il termine del 16 marzo è stato successivamente spostato e i soggetti privati aveva tempo fino al 29 aprile 2022. Per i soggetti Ires e i titolari di partita IVA la scadenza è slittata invece al 15 ottobre scorso.

Ora con la circolare n. 33 dello scorso 6 ottobre l'Agenzia delle Entrate concede un’ulteriore deroga dando tempo al contribuente fino al 30 novembre 2022.


Requisiti per la comunicazione tardiva della cessione del credito


Per avvalersi della remissione in bonis è necessario il rispetto di alcune condizioni:

  • Il contribuente deve avere diritto alla detrazione fiscale;

  • la comunicazione della facoltà di avvalersi delle modalità di fruizione alternative alla detrazione deve essere fatta entro il termine per poter presentare la prima dichiarazione dei redditi utile;

  • il mancato rispetto dei termini di legge in precedenza fissato non deve essere contestato e non deve essere avviata alcuna procedura di controllo da parte del Fisco in merito alla spettanza dei crediti;

  • aver preso un accordo con il cessionario o possedere una fattura ridotta aventi data anteriore al termine di scadenza della comunicazione prima stabilito, ovvero il 29 aprile 2022 oppure, a seconda dei soggetti, il 15 ottobre 2022;

  • pagamento di sanzione.


Comunicazione tardiva cessione credito e versamento sanzione


L’ultima condizione per poter validamente inviare tardivamente la comunicazione all’Agenzia delle Entrate in caso di Superbonus 110% o altri bonus edilizi è il versamento di una sanzione pari a 250 euro.


Per quanto concerne le modalità di versamento, precisiamo che esse sono fissate nella risoluzione n. 58 dell’11 ottobre scorso emanata dall’Agenzia delle Entrate nella quale l’Amministrazione finanziaria specifica che il pagamento della sanzione deve avvenire tramite modello F24 ELIDE, con indicazione del codice tributo 8114 denominato Sanzione di cui all’art. 11, comma 1, d.lgs. n. 471/1997, dovuta ai sensi dell’articolo 2, comma 1, del d.l. n. 16/2012 – Remissione in bonis.

Quali sono i dati da indicare nel modello per la comunicazione?


Nel modello devono essere riportati alcuni dati:

  • il codice fiscale del primo cessionario del credito o del fornitore che abbia effettuato lo sconto in fattura;

  • in tal caso si dovrà utilizzare il codice identificativo 10 (cessionario/fornitore);

  • il codice fiscale e i dati anagrafici del contribuente che si sia avvalso dello sconto in fattura o della cessione del credito da riportare nella apposita sezione denominata Contribuente;

  • il codice fiscale e dati anagrafici del condominio se i lavori siano stati realizzati sulle parti comuni dell’edificio o in mancanza, del condomino che è stato incaricato dell’invio della comunicazione;

  • l'anno in cui è stata sostenuta la spesa che ha dato diritto all’agevolazione fiscale nel campo Anno di riferimento.


Proroga scadenza per la comunicazione al 30 novembre 2022: le nuove regole


La scelta dell’opzione di sconto e cessione del credito riferita alle spese sostenute nel 2021 nonché alle rate residue sostenute nel 2020 potrà essere comunicata entro il 30 novembre 2022.

Proroga scadenza per la comunicazione della cessione credito all'Agenzia

La trasmissione tardiva oltre che in caso di mero ritardo può essere consentita qualora il contribuente abbia chiesto all’Agenzia delle Entrate l’annullamento dell’accettazione del credito a seguito di un’errata comunicazione.

A loro volta le comunicazioni inviate nel corso del mese di novembre potranno essere annullate e sostituite entro e non oltre il 5 dicembre.

Dopo tale data non sarà più possibile alcuna variazione o sostituzione e resterà ferma la comunicazione precedentemente inoltrata.

riproduzione riservata
Cessione del credito e comunicazioni tardive
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 2 voti.

Cessione del credito e comunicazioni tardive: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
341.116 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Cessione del credito e comunicazioni tardive che potrebbero interessarti

Bonus edilizi: ecco i Codici tributo da indicare nel modello F24

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'Agenzia delle Entrate ha comunicato l'elenco dei codici tributo da indicare nell'F24 in caso di cessione del credito o sconto in fattura post 17 febbraio 2022

Al contribuente in regime forfettario spetta il Bonus ristrutturazione?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il Bonus ristrutturazione edilizia con la scelta dello sconto in fattura o della cessione del credito è applicabile anche per i contribuenti in regime forfettario?

Stop a cessione del credito nel 2022: previsto solo per Superbonus 110

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Dopo l'esclusione dello sconto in fattura e della cessione del credito dalla Legge di Bilancio 2022 è stata richiesta la proroga di questi due strumenti al 2024

Sconto in fattura e cessione del credito previsto nuovo modello online

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'Agenzia delle Entrate ha previsto un nuovo modello online per comunicare la scelta di una delle due opzioni dello sconto in fattura o della cessione del credito

Cessione del credito e sconto in fattura: ecco cosa cambia!

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Con le novità del decreto Sostegni ter, le regole per la cessione del credito e lo sconto in fattura potrebbero ancora cambiare a scapito di imprese e cittadini

Comunicazione cessione del credito: nessun limite per la scadenza

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Dal 20 agosto scorso le banche non dovranno più verificare che la comunicazione relativa alla prima cessione del credito sia stata fatta dopo il 1° maggio 2022

Quando e come richiedere il Bonus camino 2021

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Per quali lavori edilizi può essere richiesto il Bonus camino 2021 optando tra le due alternative dello sconto in fattura o della cessione del credito di imposta

Bonus Ristrutturazione acquisto: ok a cessione del credito

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il Fisco spiega come funziona il Bonus Ristrutturazioni per acquisto di immobile ristrutturato e chiarisce se ci si può avvalere dell’opzione cessione del credito

Cessione del credito: come sapere se è stata accettata oppure no?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il Decreto antifrode ha introdotto controlli preventivi per la cessione del credito. Ecco come verificare se l'operazione di cessione del credito è andata a buon fine
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img cuocchi
Buongiorno,nello scorso settembre 2021 é stata depositata la CILAS per lavori di Superbonus 110% che avrebbero dovuto portare la mia casa unifamiliare da classe G a classe...
cuocchi 30 Novembre 2022 ore 19:12 2
Img fabiotodes
Buongiorno a tutti,Io mi trovo in una situazione difficile, da due mesi hanno iniziato i lavori di casa, quindi ora è impraticabile.Adesso l'azienda mi dice che ha il...
fabiotodes 30 Novembre 2022 ore 19:06 3
Img ufficio1973b@gmail.com
Buongiorno una domanda per favore e complimenti per la vs professionalità.Scusate una fare una domanda molto semplice;Ho cambiato la caldaia a casa mia con modalità...
ufficio1973b@gmail.com 14 Novembre 2022 ore 14:10 2
Img monami
Salve,ho utilizzato il bonus facciate pertanto ho pagato le fatture e ho asseverazione prezzi.Posso recarmi presso Poste a fare cessione oppure prima devo farmi fare certificato...
monami 12 Novembre 2022 ore 20:52 2
Img pieraloi@libero.it
Buongiorno,ho iniziato dei lavori di ristrutturazione (manutenzione straordinaria) ad inizio 2021.L'impresa ha fatto delle fatture di acconto la cui detrazione ho ceduto a Poste.I...
pieraloi@libero.it 11 Novembre 2022 ore 18:20 3