Centro Culturale la Llotja a Lleida

NEWS DI Architettura24 Novembre 2010 ore 09:47
Un edificio che dimostra ancora una volta la capacita' programmatica e realizzativa di opere pubbliche in Spagna.

Un difetto cronico dell'Italia, mai corretto e tuttora vigente, è l'incertezza nella tempistica di realizzazione delle opere pubbliche: a volte si comincia con dichiarazioni d'intenti che non hanno seguito, altre volte si annuncia il progetto e saltano i tempi di cantierizzazione, altre volte ancora si comincia la costruzione, ma la consegna delle opere subisce ritardi impressionanti e aumento esponenziale dei costi.

Centro Culturale e Congressuale La Llotja: vista esterna ( image source: www.mecanoo.nl )Il modo di gestire le opere pubbliche è assolutamente diverso nel resto dell'Europa ed un esempio più che lampante ci è dato dalla Spagna: dopo l'uscita dalla dittatura franchista, il paese ha saputo utilizzare le opere pubbliche come volano per il rilancio dell'economia e per dare visibilità ad una nuova generazione di progettisti, ed anche adesso, nonostante la fortissima crisi economica abbia avuto un effetto devastante, continuano ad inaugurare nuovi edifici ed infrastrutture progettate e realizzate in tempi sostanzialmente ragionevoli.

L'ennesimo esempio più che lampante è la realizzazione del Centro Culturale La Llotja a Lleida, seconda città per dimensioni della comunità autonoma di Catalogna, a meno di 200 km da Barcellona.

Con l'intento di creare un nuovo polo culturale di attrattiva, la Municipalità locale nel 2005 ha bandito un Concorso Internazionale per selezionare il miglior progetto relativo ad un complesso comprendente un centro congressi, un teatro e due edifici a destinazione mista.

Centro Culturale e Congressuale La Llotja: vista della Piazza a livello terra ( image source: www.mecanoo.nl )Il progetto proclamato vincitore è stato quello dello studio olandese Mecanoo Architecten, gruppo di progettisti caratterizzati da un approccio progettuale multidisciplinare ed anticonvenzionale, che hanno ideato un edificio visivamente solido e compatto, ma al tempo stesso moderno e funzionale.

L'idea di base, secondo il capo progetto Francine Houben, è stata quella di creare un complesso che sembrasse nascere dalla terra e dalle rocce stesse della città ed è per questo che è stato disegnato come una sorta di enorme blocco di pietra, modellato e scavato dalle funzioni e dai percorsi.

La sagoma della Llotja non è casuale o figlia di capricci progettuali ma è stata pensata per bilanciare le esigenze funzionali ed organizzative degli spazi interni con il valore urbano, le caratteristiche climatiche locali e la localizzazione cittadina dello spazio esterno, cercando di valorizzare l'area in cui è stato realizzato l'edificio con un nuovo e forte landmark urbano.

Affinchè non fosse semplicemente un edificio, per quanto interessante e ben curato, ma un luogo cittadino di socialità a 360°, l'ampia copertura del manufatto è stata completata con spazi di incontro ed un giardino pensile.

La dominante materica del Polo Culturale è la pietra di rivestimento, presente su tutte le superfici opache, indipendentemente dalla posizione, dall'inclinazione e dalla funzione strutturale o di semplice tamponamento esterno; le ampie aperture che illuminano gli interni non modificano ma rafforzano la percezione di una sorta di monolitica collina attrezzata ed abitata, dotata, inoltre, anche dei necessari parcheggi e di un'area di carico e scarico nei piani interrati.

Centro Culturale e Congressuale La Llotja: vista notturna dalla copertura ( image source: www.mecanoo.nl )Le funzioni interne sono state rispettate e realizzate secondo i dettami del progetto di concorso: nello specifico sono stati realizzati un teatro con 1000 posti a sedere, 2 sale congressi da 400 e 200 posti rispettivamente e che possono essere divise internamente in sale più piccole, poi una sala espositiva, due foyers multifunzionali, una press room, un ristorante, un'area lounge, aree parcheggi per 9500 mq, una piazza di oltre 15000 mq, un ufficio della Società dei mercati locali Mercolleida ed oltre 2500 mq di esercizi commerciali.

La vittoria nel Concorso Internazionale risale, come già detto, all'anno 2005 mentre la realizzazione è stata completata nel triennio 2007-2010, a dimostrazione delle capacità fattive delle amministrazioni locali.
L'ennesimo esempio di lungimiranza nella gestione della cosa pubblica, atteggiamento politico ed amministrativo da cui noi italiani dovremmo chiaramente imparare.

Per maggiori informazioni: www.mecanoo.nl

riproduzione riservata
Articolo: Centro Culturale la Llotja a Lleida
Valutazione: 3.50 / 6 basato su 2 voti.

Centro Culturale la Llotja a Lleida: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Centro Culturale la Llotja a Lleida che potrebbero interessarti
Milano Arch Week edizione 2018: la città e il suo sviluppo urbano

Milano Arch Week edizione 2018: la città e il suo sviluppo urbano

Soluzioni progettuali - Dal 23 al 27 maggio Milano è di nuovo protagonista di dibattiti, spettacoli e proiezioni relative alla città e al suo sviluppo urbano. Ritorna Milano Arch Week.
Renzo Piano al Cersaie di Bologna

Renzo Piano al Cersaie di Bologna

Architettura - Lectio magistralis dell'architetto genovese Renzo Piano al Cersaie 2009 di Bologna.
BigMat, concorso internazionale di architettura: ecco come candidarsi

BigMat, concorso internazionale di architettura: ecco come candidarsi

Architettura - C'è tempo fino al 18 maggio per partecipare all'edizione 2017 del Bigmat, il concorso internazionale di architettura che premia l'eccellenza progettuale europea

Festival Architettura In Città

Architettura - A Torino, la prima manifestazione dedicata interamente all'architettura, con mostre, eventi e dibattiti, in concomitanza con i festeggiamenti per i 150 anni del'Unità d'Italia.

Mobili per piccoli bagni

Bagno - Bilbao è la cittadina basca che negli ultimi anni del secolo scorso ha conosciuto una grande rinascita urbanistica e culturale a seguito della costruzione

Centro Pompidou a Metz

Progettazione - E' stato appena inaugurato il nuovissimo museo che amplia gli spazi e le possibilita' espositive del mitico edificio di Piano e Rogers.

Alfabetizzazione all'Ecologia e alla Qualita' dell'Architettura

Progettazione - Un convegno per sensibilizzare tecnici e cittadini alla conoscenza e alla successiva applicazione di un tipo di progettazione volta a salvaguardare l'ambiente.

Architettura e trasparenza: Seves glassblock

Soluzioni progettuali - Seves glassblock, azienda leader nel marcato del mattone di vetro, promuove un interessante ciclo di incontri con progettisti di statura internazionale.

Convegno sull'Architettura a Selinunte

Progettazione - Generazioni di architetti a confronto si incontrano in Sicilia per discutere dello stato dell'architettura contemporanea a livello internazionale.
REGISTRATI COME UTENTE
295.510 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Specchiera spagnola in legno dorato e scolpito
    Specchiera spagnola in legno...
    1470.00
  • Specchiera spagnola in legno dipinto e metallo
    Specchiera spagnola in legno...
    945.00
  • Scultura spagnola in legno raffigurante cane
    Scultura spagnola in legno...
    1050.00
  • Credenza spagnola di design in legno laccato
    Credenza spagnola di design in...
    1820.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Weber
  • Black & Decker
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.