Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Cedro mani di Buddha

Il cedro mani di Buddha è un particolare agrume caratterizzato da una malformazione genetica che rende i frutti con spicchi bitorzoluti e ricchi di buccia.
22 Gennaio 2013 ore 02:19 - NEWS Giardino
coltivazione , agrumi , frutti , cedro
cedro mani di buddhaTra gli agrumi è sicuramente uno dei più appariscenti, non tanto per fiori e profumo, ma per l'insolita e, diciamo pure, strana forma. È il citrus Medica nella varietà sarcodactylus, conosciuto ai più però con il nome di cedro mani di Buddha. Originario delle aree dell'Asia sudorientale, più o meno all'attuale Bhutan, sembra sia arrivato nelle nostre zone già ai tempi dei Romani, tanto che Plinio il Vecchio ne parla nella Naturalis Historia, chiamandolo mela assira. Il cedro Mani di Buddha, appartenente alla famiglia delle Rutaceae, deve il suo nome appunto, all'inconsueta forma dei suoi frutti, segmentati e ripartiti in varie parti, a causa di una malformazione di tipo genetico. Questo fattore fa sì che ogni parte che compone il frutto non si sviluppa tutta insieme, ma ognuna ha una crescita a sà, con spicchi che si crescono singolarmente e in modo non armonico e complementare.cedro mani d buddhaIl frutto, caratterizzato da un'intensa colorazione gialla, ha una forma molto particolare, tendenzialmente globulosa come i suoi simili, ma caratterizzata da un insieme di segmenti allungati praticamente formati da sola buccia, che ricordano proprio la mano di Buddha, tanto che i monaci buddisti lo hanno considerato per lungo tempo simbolo di ricchezza, felicità e longevità. La buccia è molto resistente e viene largamente utilizzata sia a scopo alimentare, per la preparazione di bevande e dolci, sia a livello industriale per profumazioni o oli essenziali a fini farmaceutici ed erboristici.Capita di sentirne l'aroma e di vederne dei pezzetti anche all'interno di dolci come panettone e pastiera, in cui vengono usati abbondantemente i canditi. cedro mani d buddhaA scopo alimentare il cedro mani di Buddha lo ritroviamo spesso anche in piatti di alta cucina, non tanto come ingrediente elaborato, ma come guarnizione di piatti e insalate, a cui dona un gradevole aroma dolce. La parte interna della buccia dei suoi frutti, infatti, non è acida come nella maggior parte degli agrumi, ma dolce e aromatica. Oltre a questi particolari frutti, il cedro mani di Buddha ha anche delle foglie di forma ovale, un po' come accade con il cedro comune e fiori piuttosto grandi e bianchi, sottolineati da striature violacee. L'albero in sà è un sempreverde, con dimensioni medie e con altezze che raggiungono 3 à€“ 5 metri. I suoi rami sono piuttosto lunghi e anche ricoperti di spine, di piccole dimensioni, ovvero circa 1 cm. Per quanto riguarda la coltivazione, il cedro mani di Buddha è molto simile ad altri agrumi; non richiede molte cure, preferendo climi caldi e miti, molto Sole, anche con esposizione diretta e non richiede invece grosse quantità d'acqua, ma innaffiature abbondanti solo in condizioni di siccità elevata. cedro mano di buddaUna potatura adeguata può migliorarne la forma e anche la produzione di frutti, che viene accentuata, ad esempio, con l'eliminazione dei succhioni.Molto coltivato nelle regioni di Calabria e Sicilia, oggi il cedro mani di Buddha, cresce ancora spontaneamente in Paesi come l'India, l'Indonesia e l'Australia e comunque in regioni con clima molto caldo e non necessariamente troppo umido. Il cedro mani di Buddha può essere acquistato presso il vivaio di Oscar Tintori, uno dei leader della coltivazione di agrumi in Italia o presso i Vivai Gabbianelli, dove una pianta con un'altezza compresa tra 60 e 100 cm, costa circa 30 euro.
riproduzione riservata
Articolo: Cedro mani di Buddha
Valutazione: 4.36 / 6 basato su 11 voti.

Cedro mani di Buddha: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
329.036 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Cedro mani di Buddha che potrebbero interessarti


Coltivazione Citrus Medica

Piante - Tra le piante di agrumi, il citrus medica è una varietà molto appariscente, grazie ai suoi frutti gialli, coriacei e oblunghi, che ricordano le dita di una mano.

Feijoa: protagonista in giardino

Piante - La Feijoa è una pianta scenografica e abbastanza facile da coltivare, che regala fioriture prolungate e frutti, utilizzabili in cucina.

L'agrume più amaro: Citrus Aurantium

Piante - Bello e molto decorativo, il citrus aurantium è molto amato per il profumo dei suoi fiori e il gusto amaro delle marmellate dei suoi frutti.

Come realizzare originali decorazioni con le arance essiccate

Decorazioni - Le decorazioni con arance e agrumi essiccati, da realizzare velocemente e in pochi passi, possono abbellire ogni parte della casa in modo semplice ma raffinato.

Coltivazione dei frutti di bosco, anche in vaso

Giardinaggio - Coltivare more, lamponi, mirtilli e altri piccoli frutti di bosco è possibile in giardino, ma anche in vaso. Questi piccoli frutti sono robusti e molto resistenti

Coltivazione banano

Piante - Il banano è un'erbacea di origine tropicale dalle grandi dimensioni, coltivabile nei nostri climi a scopo ornamentale, con frutti e foglie di colori insoliti.

Coltivazione Peperone

Orto e terrazzo - Il peperone è un ortaggio molto facile da coltivare, che si può iniziare a seminare nei primi giorni di marzo, per effettuare il raccolto nel mese di giugno.

Coltivazione Pyracantha bonsai

Piante - Il pyracantha è un tipo di pianta perenne, particolarmente adatta da tenere all'esterno, ma bellissima e decorativa anche in casa durante l'inverno, come bonsai.

Giardino invernale coperto

Giardinaggio - Scegliendo e coltivando specie resistenti alle basse temperature, è possibile creare e decorare un giardino d'inverno dai colori sgargianti ed intensi profumi.