Casi particolari, apparecchi gas

NEWS DI Impianti04 Settembre 2012 ore 15:45
Alcuni casi sono particolari per la realizzazione degli impianti gas e gli apparecchi utilizzatori, tra questi i piani cottura e le caldaie nelle tavernette.

Nelle grandi città a causa dei notevoli costi a metro quadrato per le abitazioni ed analogamente in molte località turistiche, spesso si possono avere monolocali o bilocali come abitazioni. In tali casi si hanno comunque le comuni esigenze di installazione di apparecchi a gas per far fronte alle comuni necessità quotidiane. Tra gli apparecchi a gas più comuni, nelle abitazioni, ci sono i piani cottura necessari per la preparazione dei cibi e le caldaie a loro volta necessarie per la produzione di acqua calda sanitaria e per il riscaldamento. Inoltre in alcuni casi può essere necessario l'utilizzo del gas GPL (Gas Propano Liquido) al posto del comune metano, come può accadere nelle regioni montane o semplicemente non metanizzate.

fornello cotturaAltre situazioni singolari ed analoghe a quella sopra descritte, per l'installazione degli impianti a gas e dei relativi apparecchi utilizzatori, sono quelle delle tavernette e generalmente degli ambienti con il pavimento al di sotto della quota zero, definita dalla strada più vicina. In ogni caso la norma di riferimento principale resta la UNI CIG 71 29/ 08 e le relative e successive integrazioni e modifiche, che lascia talvolta spazio ad ambiguità.

Tali ambiguità nella maggior parte dei casi possono essere risolte seguendo il buon senso tecnico, prediligendo la sicurezza innanzitutto. In altri casi se c'è la possibilità è opportuno avvalersi delle moderne tecnologie, come gli apparecchi elettrici di cottura ad induzione e le pompe di calore per la climatizzazione estiva ed invernale utilizzando le fonti alternative di energia, in primis quella fotovoltaica.

È bene osservare che la maggior parte delle norme fanno riferimenti ad apparecchi classificati come di tipo A,B e C. Quelli di tipo A prelevano ed immettono nell'ambiente in cui sono inseriti l'aria per la combustione ed i prodotti della stessa combustione, per essi non è previsto l'allaccio a canne fumarie. Gli apparecchi d tipo B sono quelli per cui è previsto il collegamento ad una canna fumaria per l'espulsione all'esterno dei fumi della combustione, mentre il prelievo dell'aria comburente avviene sempre nell'ambiente di riferimento.

Gli apparecchi di tipo C sono quelli a camera stagna che lavorano solo con l'ambiente esterno per il prelievo dell'aria comburente e per l'espulsione di prodotti della combustione. Alcune ambiguità circa l'installazione di piani cottura in ambienti particolari derivano dal fatto che i piani cottura non sono classificati ne come apparecchi di tipo A, ne come apparecchi di tipo B ne sono apparecchi di tipo C. essi sono identificati semplicemente come categoria di apparecchi a parte.

Apparecchi a gas, camere da letto e tavernette

Per le camere da letto e più in generale negli ambienti ambiente nei quali è posto il letto non è possibile installare apparecchi come i piani di cottura a gas, secondo la suddetta norma. La stessa norma non fornisce indicazioni circa gli ambienti multiuso, come potrebbe essere un monolocale. In un monolocale sono infatti svolte sia le funzioni di soggiorno e cucina sia quelle di zona notte.

locale interratoAnalogamente, un caso che suscita ambiguità è quello degli ambienti promiscui, dove non c'è una netta separazione tra camera o area da letto ed area adibita alla preparazione di cibi con il piano cottura. In assenza di indicazioni è opportuno adottare contromisure per la sicurezza come i fori di ventilazione ed aerazione, gli elettroventilatori se non è possibile realizzare dei fori di aerazione e dei piani cottura dotati di dispositivi di sicurezza come le termocoppie. In grado queste ultime di interrompere l'afflusso di gas dal piano cottura in ambiente, in assenza di fiamma.

Negli ambienti con il pavimento al di sotto del piano di calpestio esterno di riferimento, generalmente definito dalla strada più vicina, non è possibile installare apparecchi a gas GPL (Gas propano liquido). Quest'ultimo infatti ha una densità maggiore di quella dell'aria ed in caso di perdite tende ad accumularsi pericolosamente su pavimento.

riproduzione riservata
Articolo: Casi particolari, apparecchi gas
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 2 voti.

Casi particolari, apparecchi gas: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Casi particolari, apparecchi gas che potrebbero interessarti
Arredare una tavernetta

Arredare una tavernetta

Tavoli e sedie - Arredare una taverna è un esperimento divertente per chi ama giocare con i materiali naturali e le tinte calde, conformando così uno spazio accogliente e funzionale.
Idea di progetto per realizzare una funzionale tavernetta

Idea di progetto per realizzare una funzionale tavernetta

Soluzioni progettuali - Progetto per tavernetta abitabile: la cucina in muratura si connette al salotto con camino e pranzo in legno massello, per uno stile rustico dal sapore antico.
UNI 10683 generatori a legno o biocombustibili

UNI 10683 generatori a legno o biocombustibili

Normative - Esistono molti casi nei quali un generatore termico non è una caldaia ma un apparecchio che può essere utilizzato anche per la cottura dei cibi, termocamino, stufa etc.

Ristrutturazione villa: progetto tavernetta

Soluzioni progettuali - Chi ha il vantaggio di vivere in una villa spesso ha la possibilità di utilizzare gli spazi seminterrati per realizzare una tavernetta, dove passare del tempo.

Impianto Interno Gas

Impianti - La maggior parte degli impianti di adduzione gas nelle civili abitazioni con dimensioni medie alimentano almeno un piano cottura standard ed una caldaia.

Villetta con mansarda e tavernetta

Soluzioni progettuali - Progetto di villetta con recupero abitativo del sottotetto esistente e allestimento del piano seminterrato con tavernetta.

Attivazione Gas: Allegati Tecnici Obbligatori, parte 2

Impianti idraulici - Le sezioni due e tre, degli allegati tecnici obbligatori, prevedono la descrzione dettagliata di tutti i componenti dell'impianto gas e delle apparecchiature collegate.

Norme gas: aggiornamento UNI 10641, UNI 7140

Leggi e Normative Tecniche - Negli scorsi mesi, l'UNI ha pubblicato due aggiornamenti normativi che riguardano i tubi flessibili per le adduzioni gas e le canne fumarie collettive.

Installazione Caldaia

Impianti di riscaldamento - La maggior parte delle caldaie, quelle che troviamo nelle comuni abitazioni hanno una potenza tra i 24 kW ed i 32 kW, per la produzione di acs e riscaldamento.
REGISTRATI COME UTENTE
295.600 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Schüco VarioTec Air
    Schüco variotec air...
    1.00
  • Ventilazione meccanizzata ambienti Latina
    Ventilazione meccanizzata ambienti...
    250.00
  • Radiatore a gas stufa ROBUR CALORIO
    Radiatore a gas stufa robur calorio...
    745.79
  • Finestra per tetti VELUX a doppia apertura manuale
    Finestra per tetti velux a doppia...
    447.74
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Kone
  • Black & Decker
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.