Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Case Green: è scontro in Europarlamento, l'Italia è contraria

Entro il 2030, tutte le case d'Europa dovranno essere in classe energetica E e poi, entro il 2033, in classe D. Il Governo italiano fa sentire la sua controproposta
- Leggi e Normative Tecniche
Barra Preventivi Online

Direttiva Green UE: il Governo italiano chiede maggiore flessibilità e scadenze temporali meno rigide


È di pochi giorni fa la notizia sulla direttiva europea circa l’efficientamento energetico degli edifici.

Stando a quanto si legge nelle ultime bozze, entro il 2030, tutti gli immobili residenziali siti nei 27 Paesi membri dovranno essere in classe energetica E e poi, entro il 2033, in classe D.

Direttiva Green UE per efficientamento energetico immobili residenziali: l'Italia chiede maggiore flessibilità e scadenze temporali meno rigide
Una proposta che, per l'Italia, potremmo definire ai limiti dell'assurdo da portare a termine nel giro di così breve tempo dal momento che, la maggior parte delle case costruite in Italia negli anni 80-90 appartengono alla classe energetica E.

Senza poi dimenticare il fatto che un buon 60% degli edifici italiani si colloca tra classe F e classe G.

E infatti, le proteste da parte del Governo non si sono fatte attendere.

Lo scorso sabato, Matteo Salvini, Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, ha parlato di ennesima scelta europea contro cui, l’Italia – ha promesso Salvini – è già pronta ad opporsi nel nome di realismo e buon senso.

Il Ministro, ha anche specificato che parla sia in qualità di rappresentante del Governo che come italiano, ricordando che la casa, oltre a essere un bene prezioso, è il risultato concreto di una vita fatta di rinunce e sacrifici, un luogo dove sono conservati memorie e affetti.

Tenendo conto che, sulla base dei dati Ance, su 12,2 milioni di edifici residenziali presenti in Italia, più di 9 sono stati edificati prima che entrasse in vigore la normativa sul risparmio energetico, la direttiva UE si tradurrebbe una pesantissima stangata sulle tasche della stragrande maggioranza degli italiani.

Le critiche avanzate delle forze di maggioranza, riguardano più che altro la doppia scadenza piuttosto stringente e la totale mancanza di flessibilità.

Nicola Procaccini, eurodeputato e responsabile nazionale Energia e Ambiente di FdI, infatti, ci ha tenuto a specificare il fatto che tutti sono concordi sul raggiungimento degli obiettivi e, di conseguenza, è giusto che il provvedimento venga portato avanti.
Tuttavia, vengono contestate all'UE le tempistiche rigide e la mancanza di flessibilità imposte ai vari Stati.

Il Governo italiano promette che si batterà per provare a costruire un fronte trasversale al fine di sostenere il percorso di efficientamento energetico e di riduzione dei consumi, non attraverso l'imposizione di scadenze, multe e paletti perentori, ma promuovendo piuttosto finanziamenti, incentivi e percorsi graduali.

Il prossimo 9 febbraio, il testo arriverà in commissione per l’industria, la ricerca e l’energia (Itre). Dopodiché, a inizio marzo, il documento dovrebbe approdare nella plenaria di Strasburgo per essere emendato ulteriormente.

Insomma, la strada è piuttosto lunga e la partita del tutto aperta. Non resta che aspettare per vedere le evoluzioni.

riproduzione riservata
Case green e Direttiva UE: l'Italia non ci sta
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.

Case green e Direttiva UE: l'Italia non ci sta: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img claudio gmail
Buongiorno, ho acquistato una casa nuova, classificata A3 i lavori eseguiti sono: Cappotto su tutte 4 le facciate caldaia a condensazione con riscaldamento a pavimento, pannello x...
claudio gmail 31 Dicembre 2022 ore 13:24 3
Img giosue78
Buongiorno, devo inserire la classe energetica di una lavatrice acquistata durante i lavori di ristrutturazione.Sulla nuova etichetta compare la Classe energetica A mentre sul...
giosue78 11 Novembre 2022 ore 18:12 5
Img simone detto giacco
Salve,sto per acquistare una casa di nuova costruzione, classe A4.Sono perplesso per alcune scelte del costruttore per la parte termoidraulica.Premetto che sono stati installati...
simone detto giacco 25 Aprile 2022 ore 14:44 2
Img michele volontè
Buongiorno, vorrei un'informazione, ho acquistato una casa in nuova costruzione in classe A2, ho il dubbio che non ci sia il cappotto in tutte le pareti perimetrali, ma solo in...
michele volontè 01 Ottobre 2021 ore 14:54 2
Img nhio
Ciao a tutti, dovendo valutare l'acquisto scegliendo tra due case (bifamiliari) molto simili come metrature, ma una con classe energetica B (49,56kwh/m2a) e riscaldamento a...
nhio 19 Gennaio 2021 ore 19:02 3