Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Caro bollette: taglio energia tramite i contatori smart

La Commissione europea sta elaborando un piano per razionare a distanza l'energia elettrica in modo da abbassare da remoto i consumi elettrici nelle ore di punta
- Burocrazia e utenze

Non sempre tutti gli elettrodomestici potranno funzionare in contemporanea


Uno dei temi più urgenti da affrontare in questo momento è quello del caro energia. Tutti sappiamo che il prossimo inverno dovremo patire un po' di freddo, a seguito di tagli su giorni e ore dell'accensione del riscaldamento, oltre che di riduzioni in termini di temperatura.

A Bruxelles, la Commissione europea sta ora lavorando sul piano per il razionamento dell’energia elettrica. Piano che verrà presentano ufficialmente la prossima settimana.

Dalle bozze in circolazione, però, possiamo già comunicare alcune anticipazioni.

Piano razionamento energia elettrica a distanza: nelle fasce orarie di punta non potremo far funzionare più elettrodomestici contemporaneamente

L'ipotesi sarebbe quella di ridurre i consumi di energia elettrica, soprattutto nelle ore di punta, riducendo la potenza dei contatori delle case private. A consentire ciò sono i contatori smart metering di seconda generazione (2G). Arera ha infatti spiegato che tali contatori permettono l'attivazione, la disattivazione e i cambi di potenza da remoto, senza quindi dover per forza intervenire in loco.

I contatori smart metering sono ormai installati quasi in tutte le case. Sono quei sistemi che permettono di effettuare la telelettura e la telegestione dei contatori di luce, acqua e gas.

In pratica, si tratta di una sorta di razionamento a distanza dell'energia elettrica, da cui conseguirà poi un risparmio del gas utilizzato dalle centrali elettriche.

Sempre da quanto emerge dalle bozze in circolazione, la riduzione dovrebbe avvenire nelle ore di picco, ovvero quelle comprese tra le 8 di mattina e le 19, ovvero quelle che rientrano quelle comprese nella fascia F1.

Non è detto, però, che tale la riduzione dovrà colpire tutte le 11 ore di continuo. Con grande probabilità, la disattivazione verrà messa in atto solo tra le 18 e le 19, il momento della giornata in cui la maggior parte delle persone rientra a casa dal lavoro e mette in azione vari elettrodomestici.

Rispetto alle rinunce sul gas, che rimangono un atto volontario, il razionamento dell’energia elettrica nei termini appena spiegati è invece un obbligo. Infatti, nel momento in cui i nostri contatori saranno depotenziati, non riusciremo a mettere in funzione più elettrodomestici in contemporanea.

Insomma, un taglio dei consumi gestito a distanza, senza la necessità di dover fare verifiche e controlli per poi applicare eventuali sanzioni.

riproduzione riservata
Articolo: Caro bollette: nel piano UE contatori smart che tagliano l'energia
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.

Caro bollette: nel piano UE contatori smart che tagliano l'energia: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News