Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Il Bonus tv ha i giorni contati: probabile rifinanziamento

I fondi stanziati per il Bonus TV, per sostituire vecchi apparecchi televisivi non più compatibili coi nuovi standard di trasmissione, stanno per esaurirsi
- TV ed elettronica
Barra Progettazione Online

Bonus tv: già chiesto il rifinanziamento


Bonus TV, Bonus Decoder e Bonus Rottamazione TV hanno vita breve. I fondi stanziati per i predetti bonus si esauriranno il prossimo 12 novembre.

A dare la comunicazione ufficiale è il Mise, l'ex Ministero dello Sviluppo economico (ora Ministero delle Imprese e del Made in Italy).
Per tal motivo, la piattaforma messa a disposizione dall'Agenzia delle Entrate per ricevere l'autorizzazione al rilascio dei due bonus verrà disattivata.

Sono finiti i fondi per il bonus tv e il bonus decoder
Ricordiamo che il Bonus TV e il Bonus Decoder erano stati messi a punto per agevolare, rispettivamente, la sostituzione dei vecchi apparecchi televisivi, ormai non più compatibili con i nuovi standard di trasmissione, o per l'acquisto di decoder compatibili con gli standard Dvbt2.

Il Ministro Adolfo Urso ha fatto sapere che al Mef è stato chiesto il rifinanziamento della misura in quanto si ritiene fondamentale assicurare ai cittadini la continuità di uno strumento per il quale si è reso necessario un passaggio tecnologico piuttosto delicato.

Tuttavia, pare difficile che il rifinanziamento possa avvenire prima dell'entrata in vigore della Legge di Bilancio prevista per l’inizio del prossimo anno.

Attualmente, i fondi già usati ammontano a 315 milioni di euro. Secondo le stime, sarebbero necessari circa 100 milioni di euro.

Rimane invece attivo il Bonus Decoder a Domicilio che, tramite la collaborazione con Poste Italiane, prevede la fornitura di un decoder per i cittadini di 70 anni compiuti, o più, e che percepiscono una pensione inferiore a 20.000 euro l'anno.

Il Bonus tv Decoder viene erogato sotto forma di sconto (massimo 30 euro) sul prezzo del prodotto acquistato. Dallo scorso mese di ottobre, per l’acquisto di decoder satellitari o di Tv con decoder satellitare integrato, il Bonus viene erogato fino a un importo massimo di 50 euro. Ed è previsto solo per famiglie con Isee inferiore a 20.000 euro.

Per comprare una tv o un decoder usufruendo del predetto bonus, i cittadini devono presentare apposita domanda al rivenditore, dichiarando di risiedere in Italia e di appartenere alla fascia Isee richiesta.

Nessun limite Isee invece per il Bonus Rottamazione, che può essere richiesto da coloro che rottamano un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018, risiedono in Italia e risultano in regola coi pagamenti del canone RAI. In questo caso, al momento dell’acquisto, è previsto uno sconto di massimo 100 euro, cumulabile con il Bonus TV Decoder (ovviamente per quanti sono in possesso di tutti i requisiti richiesti). È possibile procedere con la rottamazione presso i rivenditori aderenti all'iniziativa.

Si ricorda che il 20 dicembre 2022 sarà dismessa la codifica MPEG-2 e quindi, dal giorno seguente, l’intera programmazione della tv digitale terrestre - compresi i canali nazionali - verrà trasmessa solo in MPEG-4.


riproduzione riservata
Bonus TV terminerà a giorni: si spera in una proroga
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.

Bonus TV terminerà a giorni: si spera in una proroga: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti