Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Bonus prima casa in comunione dei beni: viene meno se mancano requisiti a un coniuge

In caso di acquisto prima casa in comunione di beni non si potrà fruire del bonus se uno dei coniugi non effettua le dichiarazioni previste dalla legge in materia
- Detrazioni e agevolazioni fiscali

Prima casa in comunione di beni


Per beneficiare del bonus prima casa sono necessarie le dichiarazioni di entrambi i coniugi.
I requisiti richiesti dalla legge per poter fruire delle agevolazioni devono essere posseduti da marito e moglie e devono essere provati mediante attestazione di entrambi, anche qualora solo uno dei coniugi abbia preso parte all'atto di trasferimento.

Ricordiamo che per il godimento delle agevolazioni fiscali prima casa è necessario che:

  • l'acquirente nell'atto di acquisto dichiari di non essere titolare esclusivo o in comunione con il coniuge, dei diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su altra abitazione, nel comune in cui ha sede l'immobile che si intende acquistare;

  • l'acquirente dichiari di non aver in precedenza fruito, in tutto il territorio nazionale, di acquisti con agevolazioni prima casa, neppure pro quota;

  • l'acquirente dichiari di voler fissare la residenza nel comune ove si trova l'immobile da acquistare entro il termine di 18 mesi dalla stipula del contratto, a pena di decadenza dal beneficio.


Si rammenta che da un punto di vista civile, in base all'articolo 177 comma 1 lettera a) Codice Civile, l'acquisto di un bene effettuato in comunione legale dei beni con il coniuge, si può perfezionare senza il consenso o l'intervento dell'altro coniuge.
L'acquisto della prima casa in comunione non richiede dunque per la sua validità la presenza dell'altro coniuge. Diverso è il discorso dal punto di vista fiscale.

Prima casa e comunione dei beni

In contrasto con un precedente orientamento giurisprudenziale, per il quale era sufficiente per i benefici fiscali la sussistenza dei requisiti in capo allo stipulante, l'Agenzia delle Entrate e la Cassazione si sono espressi di recente in senso contrario.
In assenza delle dichiarazioni da parte del coniuge in regime di comunione, non intervenuto nell'atto di acquisto, l'agevolazione si potrà applicare solo al 50% del bene agevolato.

In base alla risoluzione dell'Agenzia delle Entrate 86/2010 si potrà accedere comunque al beneficio integrale, solo ove l'acquisto venga fatto a titolo personale da parte del coniuge in possesso dei requisiti, ai sensi dell'articolo 179 codice civile.

Ciò premesso, in riferimento al caso esaminato, la Corte di Cassazione, con ordinanza 14326 del 5 giugno 2018, sulla scorta dei rilievi effettuati dal Fisco, ha ritenuto che le regole per la prima casa non cambiano se l'acquisto è in comunione dei beni. Ai fini fiscali per ottenere l'agevolazione sull'intero immobile occorre che entrambi i coniugi rendano le dichiarazioni previste.

riproduzione riservata
Articolo: Bonus prima casa: salta se uno dei coniugi non ha i requisiti
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 2 voti.

Bonus prima casa: salta se uno dei coniugi non ha i requisiti: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
Notizie che trattano Bonus prima casa: salta se uno dei coniugi non ha i requisiti che potrebbero interessarti

Quali sono i vantaggi del regime di comunione dei beni?

Proprietà - Quando conviene la comunione dei beni? Quali sono gli effetti del regime patrimoniale scelto dai coniugi? I beni rientranti in comunione e loro amministrazione.

Acquisto della casa nel matrimonio e comunione legale dei beni

Comprare casa - Se i coniugi optano per la comunione legale, la casa, acquistata insieme o no dopo il matrimonio, rientra nella comunione, a meno che non si tratti di un bene personale.

Si può dare in locazione un immobile senza il consenso del coniuge?

Affittare casa - Affitto di immobili in comunione dei beni: per il Tribunale di Cremona non è necessario il consenso di entrambi i coniugi per poter dare in locazione un immobile


Spese per la casa familiare di proprietà esclusiva e scioglimento della comunione

Proprietà - Le somme spese durante il matrimonio per le migliorie della casa di proprietà esclusiva dell'altro coniuge, vanno restituite in sede di scioglimento della comunione?

Casa acquistata prima del matrimonio: che succede in caso di morte del coniuge

Comprare casa - Qual è la sorte dei beni acquistati prima delle nozze qualora il coniuge venga a mancare. Vediamo cosa dice la legge e quali le tutele per il coniuge superstite

Bonus prima casa, vale anche prima dell'omologa di separazione?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Si può beneficiare del Bonus prima casa nell'ipotesi di separazione consensuale dei coniugi? La risposta dell'Agenzia delle Entrate al quesito del contribuente.

Casa su terreno di un solo coniuge: che succede in caso di separazione?

Proprietà - In caso di separazione, la casa costruita in costanza di matrimonio sul fondo di proprietà di un solo coniuge è di proprietà di questi anche in caso di comunione

Ristrutturazione casa coniugale: possibile il rimborso dopo la separazione?

Leggi e Normative Tecniche - Cosa succede se dopo i lavori di ristrutturazione nella casa coniugale i coniugi si separano? È previsto il rimborso dei costi sostenuti da un solo coniuge?

Casa in comproprietà e assemblea condominiale: chi convocare?

Assemblea di condominio - Nel caso di immobile in comunione dei beni, l'amministratore di condominio deve prestare particolare attenzione nella convocazione dell'assemblea condominiale.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img koala karnic
Di recente sono venuto a conoscenza che la legislazione prevede di poter riutilizzare il bonus prima casa per l'acquisto di una seconda abitazione, se la prima acquistata...
koala karnic 30 Giugno 2022 ore 14:38 3
Img val90
Buongiorno a tutti, volevo delle informazioni sul nuovo bonus in vigore dal 24 giugno 2021 sulla prima casa.Per quanto riguarda l'ISEE è scritto che deve essere inferiore...
val90 21 Giugno 2021 ore 21:24 2
Img cristiana.za
Buongiorno,io e il mio compagno siamo già proprietari al 50% di due immobili ( io al 50% con mio fratello di un appartamento e lui al 50% con la madre di altra unità...
cristiana.za 11 Marzo 2021 ore 10:52 2
Img extram
Buongiorno, a giorni acquisterò una casa composta da due appartamenti su due piani. Nell'atto del rogito dichiariamo l'intenzione di fonderla in un unica casa per usufruire...
extram 18 Maggio 2020 ore 16:01 3
Img maddaisid
Salve, avrei bisogno di un vostro supporto riguardo la mia situazione attuale..Sono sposato nell'Aprile 2019.Io ho la residenza nel comune "A"Mia moglie, unitamente a nostro...
maddaisid 24 Gennaio 2020 ore 17:40 1