• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Bonus prima casa non viene perso in caso di ripensamento

In caso di acquisto prima casa il contribuente può rinunciare all'agevolazione attraverso la revoca della dichiarazione all'atto del rogito.
Pubblicato il

Dopo aver usufruito del bonus prima casa, in caso di successivo trasferimento, si perde l'agevolazione?


Attraverso una risposta all'interpello numero 4 del 7 Gennaio 2022, l'Agenzia delle Entrate spiega ed illustra la possibilità di rinunciare ad una proposta di acquisto prima casa senza perderne il diritto su un altro immobile ipotetico situato anche in altro comune.

Il bonus prima casa è salvo anche se il contribuente intende rinunciare all'agevolazione attraverso la revoca della dichiarazione d'intenti durante l'atto del rogito, in secondo momento l'agevolazione potrà essere riottenuta spostando la propria residenza entro i 18 mesi dalla compravendita.


Bonus prima casa, la risposta all'interpello numero 4 dell'Agenzia delle Entrate


È possibile ottenere il bonus prima casa dopo aver rinunciato allo stesso per motivi di varia natura?

Secondo l'Agenzia delle Entrate è possibile usufruire del beneficio a patto che venga spostata la residenza nel comune del nuovo immobile entro i 18 mesi dall'atto di compravendita del primo.

Il caso specifico riguarda un contribuente che ha acquistato un immobile nel 2020 con l'agevolazione prima casa trasferendosi nel comune della nuova abitazione.

Bonus prima casa
Successivamente, a causa delle condizione precarie di salute della convivente, il contribuente ha dovuto effettuare un trasferimento in altra abitazione chiedendo la riliquidazione delle imposte all'Agenzia delle Entrate provvedendo al relativo versamento.

Con l'aggravarsi ulteriore delle condizioni della convivente il contribuente ha ritenuto non necessario un nuovo trasloco, di conseguenza chiede la possibilità di riottenere l'agevolazione a cui aveva rinunciato inizialmente.

L'Agenzia a tal proposito ritiene che il suddetto contribuente può beneficiare del bonus prima casa nel rispetto dei requisiti richiesti dalla legge.

Per approfondire tutte le caratteristiche del bonus prima casa e comprendere quindi come accedere a tale agevolazione, basta dare un'occhiata all'articolo Bonus prima casa under 36.

riproduzione riservata
Lavori in casa: Bonus prima casa, la rinuncia non compromette l'agevolazione
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.
gnews

Lavori in casa: Bonus prima casa, la rinuncia non compromette l'agevolazione: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img antonio993
Ciao a tutti,ho acquistato una casa in costruzione da un'impresa, i cui lavori dovrebbero terminare nei prossimi mesi.L'impresa ha demolito la precedente villa ed al suo posto ha...
antonio993 08 Febbraio 2024 ore 15:37 1
Img effe erre
Salve a tutti, spiego in breve il mio problema. Dopo che il bonus 75% é stato fatto venir meno mi hanno contattato un'azienda cui mi ero rivolto, facendomi presente la...
effe erre 08 Febbraio 2024 ore 15:31 1
Img paolo dalla rosa
Buongiorno chiedo delle informazioni, ho acquistato una casa con due appartamenti circa 2 anni fa, adesso voglio ristrutturare casa per fare zona giorno è zona notte.
paolo dalla rosa 30 Novembre 2023 ore 17:27 1
Img gipsy_blu
Salve a tutti,ho appena comprato casa e mi preparo a ristrutturarla. Fortunatamente l'appartamento ha subito una grossa ristrutturazione già 15 anni fa e quest'anno sono...
gipsy_blu 31 Agosto 2023 ore 19:04 2
Img cyber-rifle
Buongiorno,devo fare il rifacimento totale del bagno (manutenzione straordinaria) che dà diritto alla detrazione 50%.Faccio fare i lavori ad un'impresa edilizia.Potrei...
cyber-rifle 29 Agosto 2023 ore 09:02 5