Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Bonus casa e cessione del credito: si rischia anche l'ipoteca sulla casa

I condomini, accettando preventivi gonfiati per i bonus edilizi, corrono grandi rischi: il Fisco ha 5 anni per fare i controlli. Si rischia l'ipoteca sulla casa
- Detrazioni e agevolazioni fiscali
Barra Preventivi Online

Cessione del credito: i rischi per i condomini


Il decreto antifrode, in vigore dal 12 novembre scorso, ha introdotto una stretta molto rigorosa sulla cessione del credito e a gennaio sarà convertito in Legge.

Tuttavia, pochi sono a conoscenza degli effettivi rischi che corre chi commissiona i lavori. I singoli condomini, infatti, rischiano addirittura l'ipoteca sulla casa.

Ricordiamo cos'è e come funziona il decreto antifrode


Dopo che l'Agenzia delle Entrate aveva scoperto presunte frodi su cessione del credito per 950 milioni di euro, il 12 novembre 2021 è stato emanato il decreto legge 157. Secondo la nuova normativa, la comunicazione di cessione dei bonus edilizi attuata per interventi fatturati dopo l'11 novembre 2021, deve comprendere anche il visto di conformità e l'asseverazione di congruità delle spese sostenute.

Bonus edilizi, controlli e rischio ipoteca sulla casa
Sempre secondo tale decreto, qualora l'Agenzia delle Entrate riscontrasse particolari criticità, può bloccare la cessione per 5 giorni, e per un massimo di 30 giorni.

Le nuove norme, prevedono inoltre l'emanazione, entro 30 giorni dalla conversione in Legge, di un prezziario delle opere valido in tutta Italia e a cui dovranno attenersi le imprese.

Le situazioni tipo e i rischi che corrono i committenti con la cessione del credito


Ma entriamo nel vivo della questione accennata all'inizio, parlando dei rischi sottovalutati.

Il caso più frequente è quello della sovrafatturazione. Ciò accade perché i condomini, sapendo di dover pagare solo una parte dei lavori, accettano anche preventivi gonfiati oltremodo, che vanno quindi a generare crediti di imposta eccedenti rispetto ai lavori effettivamente svolti.

Altro caso già palesato, è quello di lavori affidati a consorzi di imprese che poi non hanno mantenuto la parola, ma che comunque hanno emesso le fatture per la generazione e cessione del credito di imposta.

Il Fisco ha 5 anni per effettuare i controlli e, anche nel caso in cui vi fosse un ricorso alla giustizia tributaria, può iscrivere ipoteca sugli stessi immobili. Nel frattempo, in quest'arco temporale, le imprese e/o i professionisti fraudolenti, avranno con grande probabilità già cambiato ragione sociale oppure saranno fallite.

Infine, è bene ricordare che, per le agevolazioni immobiliari, ai committenti si applica il criterio di cassa, ma le fatture da sole non bastano. I lavori vanno comunque terminati, altrimenti il Fisco ha il diritto di recuperare gli importi già riconosciuti.
Di fronte a questo quadro, pare chiara l'assoluta necessità di scegliere con cura i professionisti a cui rivolgersi ed affidare i lavori.

riproduzione riservata
Bonus edilizi, rischi per i proprietari dopo la stretta sulla cessione del credito
Valutazione: 5.22 / 6 basato su 18 voti.

Bonus edilizi, rischi per i proprietari dopo la stretta sulla cessione del credito: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Hollyroe
    Hollyroe
    2 giorni fa
    Da noi vogliono iniziare i lavori della facciata a febbraio.
    Io ho una paura matta, anche il mio legale mi ha detto che ci sono alcune cose che non vanno bene.
    Inoltre il prezzo imponibile è passato da 1.200.000 più euro a più di 2.000.000.
    E poi siccome ci sono alcuni morosi ci fanno lo sconto in fattura.
    rispondi al commento
  • Vitof
    Vitof
    Domenica 19 Dicembre 2021, alle ore 19:38
    Articolo molto interessante.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img cuocchi
Buongiorno,nello scorso settembre 2021 é stata depositata la CILAS per lavori di Superbonus 110% che avrebbero dovuto portare la mia casa unifamiliare da classe G a classe...
cuocchi 30 Novembre 2022 ore 19:12 2
Img fabiotodes
Buongiorno a tutti,Io mi trovo in una situazione difficile, da due mesi hanno iniziato i lavori di casa, quindi ora è impraticabile.Adesso l'azienda mi dice che ha il...
fabiotodes 30 Novembre 2022 ore 19:06 3
Img monami
Salve,ho utilizzato il bonus facciate pertanto ho pagato le fatture e ho asseverazione prezzi.Posso recarmi presso Poste a fare cessione oppure prima devo farmi fare certificato...
monami 12 Novembre 2022 ore 20:52 2
Img pieraloi@libero.it
Buongiorno,ho iniziato dei lavori di ristrutturazione (manutenzione straordinaria) ad inizio 2021.L'impresa ha fatto delle fatture di acconto la cui detrazione ho ceduto a Poste.I...
pieraloi@libero.it 11 Novembre 2022 ore 18:20 3
Img gnudignome
Buongiorno.Nel 2021 ho ristrutturato un appartamento con regolare CILA aperta a maggio e chiusa a dicembre 2021.Ho letto l'articolo relativo al software aggiornato della AdE...
gnudignome 11 Novembre 2022 ore 18:17 2