Bonus caldaia 2018: di cosa si tratta

NEWS DI Detrazioni e agevolazioni fiscali29 Gennaio 2018 ore 09:56
In cosa consiste il bonus caldaia 2018: chi può beneficiarne e quali sono le detrazioni previste dalla legge per le spese di sostituzione della vecchia caldaia.

Sostituzione della vecchia caldaia: quali sono gli incentivi


Il superamento dei limiti di biossido di azoto nell’aria di alcune città del nostro paese, unitamente alla scarsità delle piogge, è causa di danni all’ambiente. L’inquinamento ambientale purtroppo si traduce in un danno alla salute. Morti premature, malattie cardiovascolari e respiratorie sono le conseguenze peggiori della cattiva qualità dell’aria che respiriamo. Le emissioni sono principalmente dovute alla circolazione dei veicoli e ai riscaldamenti.

Spesso infatti abbiamo a che fare con caldaie vecchie e molto inquinanti.
È pertanto opportuno sostituire i vecchi impianti con apparecchi più moderni e meno dannosi perché dotati di tecnologie più efficienti. Purtroppo, però, le spese per la sostituzione sono ingenti e non tutti sono in grado di accollarsi i costi necessari.

Mediante il riconoscimento di sgravi fiscali lo Stato si propone di incentivare l’acquisto di impianti meno inquinanti, con risparmio per le famiglie sui consumi e maggior salvaguardia dell’ambiente.

Bonus caldaia 2018
Tra le diverse detrazioni fiscali previste dalla Legge di Bilancio 2018 figura il bonus fiscale caldaia (Bonus caldaie) una detrazione fiscale fino al 65%, a favore di chi, dal 1 gennaio 2018 fino al 31 dicembre 2018, provveda a sostituire e installare una nuova caldaia con determinate caratteristiche.
Non si tratta di una novità in senso assoluto, in quanto il bonus era previsto anche per lo scorso anno. Con l’attuale Legge di Bilancio è stata modificata la percentuale di detrazione che viene determinata in funzione dell’efficienza energetica della caldaia scelta e installata.

L’intervento di sostituzione caldaia è riconducibile nell’ambito di quella misura definita Ecobonus. Più in generale, si tratta delle agevolazioni fiscali previste in caso di interventi di efficientamento energetico sulla propria abitazione. L’operazione deve consentire un risparmio energetico effettivo rispetto alla situazione precedente.
Si precisa che condizione per usufruire delle detrazioni fiscali è che il lavoro di rinnovamento venga eseguito su un’unità immobiliare esistente e non in un edificio di nuova costruzione.

Vediamo di seguito in quali casi la rottamazione della vecchia caldaia potrà rientrare pienamente nei criteri previsti per poter fruire dell’Ecobonus. Ecco gli incentivi sostituzione caldaia.


Bonus caldaia: detrazione fino al 65% per riqualificazione energetica


Torna anche quest’anno la detrazione fiscale fino al 65% per le spese relativa all’installazione di caldaie ad alta efficienza energetica. La percentuale di detrazione varia in funzione della tipologia di acquisto. Vediamo quali sono le novità 2018 sulle detrazioni che consentiranno ai contribuenti di ridurre i propri consumi.

Che cos’è il bonus caldaie? Si tratta della detrazione fiscale prevista con la Legge di Bilancio nell’ambito dell’Ecobonus riconosciuta ai contribuenti che nell’anno precedente alla presentazione del modello 730 o Unico, hanno sostenuto spese per la sostituzione della caldaia.
L’intervento di installazione della caldaia deve definirsi come una sostituzione totale o parziale del precedente generatore termico e non come una nuova installazione.

Detrazioni spese caldaia
Vediamo più nel dettaglio in cosa consiste il Bonus caldaie, chi può fruire dell’agevolazione fiscale e con quali modalità. Specifichiamo inoltre i limiti di spesa, le percentuali di detrazione e i documenti che si dovranno fornire per ottenere il beneficio fiscale.

La detrazione fiscale Irpef che consentirà di recuperare parte delle spese sostenute per sostituire la vecchia caldaia, sarà pari al 50% o al 65%, purché si tratti di caldaie di classe A.

Appuriamo quando si avrà diritto a detrarre il 50% e in presenza di quali requisiti si potrà arrivare alla detrazione del 65%. Mentre per le spese effettuate fino al 31 dicembre 2017 la detrazione era sempre pari al 65%, a partire da quest’anno lo sconto sarà diverso a seconda dei casi.

Il Bonus caldaie consentirà una detrazione fiscale pari al 65% della spesa sostenuta per i contribuenti che:
- effettuano interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione di efficienza almeno pari alla classe A e contestuale installazione di sistemi termoregolazione evoluti in classe V, VI o VIII;
- installano impianti costituiti da sistema integrato tra caldaia a condensazione e pompa di calore (sistemi ibridi).
Il Bonus caldaie consentirà una detrazione fiscale pari al 50% della spesa sostenuta per i contribuenti che:
- installano una caldaia a condensazione di classe A.
Non è prevista alcuna detrazione se si installa una caldaia con efficienza energetica inferiore alla classe A.

Il bonus caldaie per il rinnovamento degli impianti di climatizzazione invernale con impianti a condensazione viene dunque differenziato in base agli obiettivi di risparmio energetico conseguiti.

Non sono previste invece novità rispetto al 2017 per quanto concerne il limite di spesa previsto che, per questo tipo di interventi, sarà pari a 30.000 euro.

A prescindere dalla percentuale di detrazione, la somma versata per effettuare la sostituzione della caldaia andrà ripartita in 10 quote annuali di identico ammontare, che dovranno essere indicate nella dichiarazione dei redditi dell’anno successivo a quello in cui è stata sostenuta la spesa.

Quali sono i documenti necessari per fruire delle agevolazioni fiscali?
Per poter accedere all'Ecobonus per il rinnovamento della propria caldaia è necessario seguire delle procedure specifiche.
In particolare, è necessaria:

- asseverazione da parte di un tecnico abilitato che attesti i requisiti tecnici della caldaia e il conseguente miglioramento energetico;

- certificazione del produttore della caldaia e delle valvole termostatiche;

- pagamento della nuova caldaia mediante bonifico bancario o postale o altro strumento di pagamento tracciabile, carta di credito o carta di debito. Non è consentito il pagamento tramite assegno o contanti.

L’acquirente contribuente dovrà inoltre conservare la documentazione fiscale relativa all’atto di acquisto, ad esempio ricevuta del bonifico e fattura delle spese sostenute con indicazione delle caratteristiche, quantità e qualità del bene acquistato. Infine è necessario conservare la ricevuta che attesti l’invio di tutta la documentazione all’Enea.


Bonus caldaia: detrazione del 50% per ristrutturazione


La sostituzione di una caldaia con una nuova, di tipo tradizionale, a condensazione, a biomassa o pompa di calore rientra tra le tipologie di intervento di recupero del patrimonio edilizio che, secondo l’Agenzia delle Entrate, determina dei benefici fiscali.

Ecobonus e sostituzione caldaia
Si tratta della detrazione di importo pari al 50% della spesa sostenuta per la sostituzione della caldaia a seguito di lavori di ristrutturazione su singole unità immobiliari o su parti comuni del condominio. La sostituzione della caldaia diretta a modificare un apparecchio essenziale al riscaldamento è configurabile come intervento di manutenzione straordinaria eseguito su una unità immobiliare. Il limite di spesa, anche per quest’anno, sarà pari a 96.000 euro.

Si potrà sostituire il vecchio impianto, beneficiando di una detrazione Irpef del 50%, da ripartire in 10 rate annuali.

Viene prorogato anche per quest'anno, con la Legge di Bilancio 2018, il bonus mobili e grandi elettrodomestici efficienti (non inferiori alla classe A+).
Presupposto per l’accesso al bonus mobili sono gli interventi di recupero del patrimonio edilizio. L’importo da detrarre sarà pari al 50% della spesa sostenuta, con il limite di spesa pari a 10.000 euro.

Si ricorda inoltre che, a favore delle famiglie con redditi poco elevati, la Legge di Bilancio 2018 ha istituito un fondo nazionale per l’efficienza energetica che consentirà loro di accedere con maggiore facilità ai finanziamenti necessari per effettuare i lavori di ristrutturazione e riqualificazione energetica e usufruire dei bonus previsti dalla legge.

riproduzione riservata
Articolo: Bonus caldaia 2018
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 3 voti.

Bonus caldaia 2018: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Mari1
    Mari1
    Mercoledì 11 Aprile 2018, alle ore 21:35
    Non ho capito  una cosa, per usufruire del rimborso  al 50% per una caldaia che ho cambiato  qualche  giorno fa, mi serve il certificato ENEA?
    rispondi al commento
  • Ila70
    Ila70
    Venerdì 2 Marzo 2018, alle ore 10:46
    Ottimo articolo, ma chiedo una precisazione:
    Questo vuol dire che se installo la caldaia (a condensazione in Classe A + sistemi di termoregolazione evoluti) utilizzando la detrazione del 65%, non ho diritto al bonus mobili in quanto mi pare che l'Agenzia delle Entrate espressamente dichiari che il bonus mobili non può essere ottenuto con le detrazioni Ecobonus, mentre se installo la medesima caldaia utilizzando la detrazione del 50%, viene riconosciuto come manutenzione straordinaria e di conseguenza ho diritto al bonus mobili.
    Ho capito bene?
    rispondi al commento
  • Valentinazepponi
    Valentinazepponi
    Mercoledì 31 Gennaio 2018, alle ore 13:48
    Avrei una curiosità ma il bonus copre anche la sostituzione con una caldaia a pellet? 
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Bonus caldaia 2018 che potrebbero interessarti
Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quali sono i limiti della spesa detraibile in caso di prosecuzione di interventi di ristrutturazione già iniziati. Ecco cosa sostiene l'Agenzia delle Entrate.
Bonus unico per i lavori condominiali fino all'85%

Bonus unico per i lavori condominiali fino all'85%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Bonus unico in caso di lavori in ambito condominio per riqualificazione energetica e riduzione del rischio sismico. L'incentivo fiscale viene portato fino all'85%
Bonus casa: le novità della Legge di Bilancio 2018

Bonus casa: le novità della Legge di Bilancio 2018

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Appena pubblicato il testo ufficiale della Legge di Bilancio 2018 con le novità economiche e fiscali più importanti anche per chi effettuerà dei lavori in casa

Arriva il bonus verde, la detrazione fiscale per sistemare terrazze e giardini

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Tra le novità della Legge di Bilancio c'è il bonus verde, ovvero, la possibilità di detrarre una parte delle spese sostenute per riqualificare il verde privato.

Bonus ristrutturazioni 2018: online la guida dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Pubblicata online la guida con la quale l'Agenzia delle Entrate spiega tutte le novità relative al bonus ristrutturazioni 2018. Chi può beneficiarne e molto altro

Bonus casa 2019: le novità in arrivo con la Legge di Bilancio

Leggi e Normative Tecniche - Approvata la manovra fiscale del governo con proroga per tutto il 2019 delle detrazioni fiscali relative a spese sulla casa. Ecco quali sono gli sconti previsti

Bonus verde: è possibile la detrazione delle spese di progettazione

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'Agenzia delle Entrate fornisce dei chiarimenti sul bonus verde: possibile effettuare la detrazione anche delle spese sostenute per la progettazione dei lavori.

Tutte le novità sulle detrazioni fiscali per la casa contenute nella Legge di bilancio 2018

Leggi e Normative Tecniche - Proroga della detrazione per ristrutturazioni e bonus mobili, numerose novità per l'ecobonus, nuovo bonus verde, nuova detrazione per polizze eventi calamitosi.

Bonus ristrutturazioni al proprietario unico di edificio per lavori su parti comuni

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Detrazioni fiscali a favore dell'unico proprietario di un edificio per i lavori di ristrutturazione eseguiti sulle parti comuni delle varie unità immobiliari.
REGISTRATI COME UTENTE
296.735 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Caldaia policombustibile
    Caldaia policombustibile...
    3365.00
  • Pratiche detrazioni fiscali
    Pratiche detrazioni fiscali...
    500.00
  • Manutenzione caldaia
    Manutenzione caldaia...
    80.00
  • Edilkamin caldaia a pellet ottawa 24 kw
    Edilkamin caldaia a pellet ottawa...
    4000.00
  • Ferro da stiro a caldaia Rowenta
    Ferro da stiro a caldaia rowenta...
    234.99
  • Ferro da stiro a caldaia Imetec
    Ferro da stiro a caldaia imetec...
    133.90
Natale in Casa
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Policarbonato online
  • Mansarda.it
  • Faidatebook
  • Weber
  • Kone
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.