Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Biblioteca Jose Vasconcelos l'arca della conoscenza

Un'affascinante arca della conoscenza che invita i visitatori a perdersi nei suoi meandri.
14 Settembre 2010 ore 11:39 - NEWS Architettura
architettura , biblioteca , messico

Le biblioteche sono luoghi strani ed affascinanti: nella sostanza sono strutture pubbliche a destinazione sociale e culturale, edifici nei quali gli appassionati e gli studiosi possono recarsi per soddisfare necessità di natura culturale oppure ricercare testi non in commercio per i propri studi; in un'ottica metafisica, sono luoghi che solo apparentemente hanno un valore fisico, perché in essi il lettore entra in un mondo diverso, estraneo, lontano dai tumulti e dagli affanni del mondo reale.

Biblioteca Josè Vascocelos: vista dal Est ( image source: www.bibliotecavasconcelos.gob.mx )Il concetto di biblioteca come luogo non fisico è fortissimo nel pensiero di Jorge Luis Borges, il grande scrittore argentino, che addirittura, nel suo racconto La Biblioteca di Babele arriva ad immaginare una biblioteca infinita, estesa al punto tale da essere in se stessa un vero e proprio universo, che raccoglie un numero indefinito di libri e nel quale gli uomini si muovono costantemente in un'affannosa ricerca del libro contenente la Verità.

Determinate considerazioni sul valore simbolico ed il significato intrinseco di una biblioteca riaffiorano nella mente di qualunque architetto quando questi si accinga a progettare un nuovo edificio con tale destinazione funzionale, ed è sicuramente accaduto anche all'architetto messicano Alberto Kalach quando ha ideato la sua proposta per la Nuova biblioteca di Città del Messico intitolata al politico ed intellettuale Josè Vasconcelos.


Biblioteca Josè Vascocelos: vista dal giardino ad Est ( image source: www.bibliotecavasconcelos.gob.mx )Frutto di un concorso internazionale – il primo dal 1896 in Messico - che ha visto Kalach prevalere sui principali nomi dell' Architettura di livello internazionale (tra questi Herzog e De Meuron, Peter Eisenmann, MVRDV; Koolhaas, Eric Owen Moss e molti altri), l'edificio della Biblioteca Josè Vasconcelos si distacca dalle usuali e diffuse pratiche progettuali contemporanee: non sceglie materiali ultrasofisticati né criteri compositivi decostruttivisti e dalle geometrie improbabili, ma predilige una solida ed arcana struttura portante in cemento a vista ed un'organizzazione spaziale improntata sul concetto puro e semplice di contenitore.



Dall'esterno, l'edificio sembra un'enorme nave, lunga circa 250 metri ed alta circa 30 metri, caratterizzata da enormi portali-cavalletti in cemento armato sui due fronti corti, con le facciate laterali caratterizzate da una sequenza di lamelle frangisole che evitano il sovraccarico termico degli spazi interni ed alleggeriscono l'immagine solida dei ritti inclinati in CLS; internamente, questa enorme arca contenente libri svela la sua maestosità grazie ad un enorme corridoio-navata che ne attraversa tutta la lunghezza, dominato dall'apporto di luce zenitale e, soprattutto, dal sistema di istallazione delle scaffalature porta-tomi.

Biblioteca Josè Vascocelos: vista della biblioteca educativa ad Ovest ( image source: www.bibliotecavasconcelos.gob.mx )Questa è una delle caratteristiche più affascinanti e peculiari del presente progetto : in pratica gli scaffali, che accolgono una collezione di oltre 500.000 libri, sono sospesi alla struttura di copertura a shed, realizzando un paesaggio davvero metafisico dove i lettori-frequentatori della biblioteca sono sovrastati da queste strutture, pesanti nella sostanza ma aeree nella concezione e nell'effetto scenografico, che trasmettono dall'alto i contenitori della cultura: una soluzione tecnica funzionale ed efficace con un risultato di forte impatto formale.

Inaugurata nel 2006, la Biblioteca Josè Vasconcelos, inserita in un bellissimo parco botanico cittadino, abbraccia con sicurezza il concetto di biblioteca come luogo-non luogo, come occasione di distacco dal mondo esterno e compenetrazione nei meandri della conoscenza e degli infiniti mondi possibili della narrazione scritta, e non si mostra per nulla spaventosa, nonostante la sua mole non indifferente, bensì suscita giustacuriosità e voglia di entrare ed esplorare.

riproduzione riservata
Articolo: Biblioteca Jose Vasconcelos
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.

Biblioteca Jose Vasconcelos: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
318.437 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Biblioteca Jose Vasconcelos che potrebbero interessarti


Rem Koolhaas

Progettazione - Chi e' il progettista a cui sara' consegnato il Leone alla carriera alla prossima Biennale di Architettura di Venezia ?

Convegno sul design norvegese

Arredamento - Il numero 116 della rivista Area, pubblicazione del Gruppo 24 ORE che si occupa di architettura e design, sarà interamente dedicato all?interior design

Mostra di fotografia a Milano: Design-RE

Arredamento - Giovani fotografi dell'Istituto Italiano di Fotografia (IIF), hanno iniziato a fotografare alcuni dei nomi più noti del panorama italiano ed internazionale di architettura.

Pavimenti per luoghi molto frequentati

Ristrutturazione - Nella realizzazione di edifici pubblici la scelta della giusta tipologia di pavimentazione è determinante, perchè il progettista deve contemperare le

Alvar Aalto, onde e volumi nello spazio

Architettura - Il maestro dell'architettura organica si lascia ispirare dalla natura incontaminata della sua Finlandia. E la celebra sostituendo al cemento la libertà di creare con le emozioni.

Concorsi di progettazione e opere non realizzate

Architettura - In Italia raramente i concorsi di architettura portano ad opere costruite.

Ariocarpus, un cactus molto raro

Piante - L'Ariocarpus è un tipo di cactus molto raro e ambitissimo dai collezionisti, è una pianta dalla crescita molto lenta tra le cactacee.

Le piastrelle più famose

Ristrutturazione - Molte località turistiche, italiane ed estere, si distinguono per la produzione di bellissime piastrelle in ceramica. In ognuna ci sono delle peculiarità.

BigMat, concorso internazionale di architettura: ecco come candidarsi

Architettura - C'è tempo fino al 18 maggio per partecipare all'edizione 2017 del Bigmat, il concorso internazionale di architettura che premia l'eccellenza progettuale europea