Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Assemblea condominiale e la ratifica delle scelte dell'amministratore

L'assemblea condominiale è il centro nevralgico delle decisioni sulle parti comuni, anche quando si tratta di ratificare scelte dell'amministratore.
19 Ottobre 2012 ore 16:07 - NEWS Condominio

Assemblea di condominioNel condominio in cui abito, al momento della presentazione del rendiconto consuntivo, esaminando le spese effettuate, mi sono reso conto che l'amministratore ha ordinato dei lavori di manutenzione straordinaria non urgenti che non erano stati autorizzati dall'assemblea. Siccome quella scelta non mi trovava d'accordo ho deciso di non approvare quella spesa:
adesso è possibile impugnare la delibera al fine di non pagare la quota di mia spettanza?



Sarà stata questa, grosso modo, la domanda che s'è sentito porgere un avvocato dal suo cliente.
La risposta dev'essere stata positiva visto e considerato che, grosso modo sulla base di queste considerazioni, il condomino, per mezzo del suo legale, ha impugnato il verbale di un'assemblea di un condominio milanese.
Il Tribunale meneghino dopo circa 3 anni di causa (la sentenza è del maggio 2012 e l'impugnazione risale al 2009) ha dato torto al condomino dissenziente e stabilito che tutto era avvenuto nella massima regolarità.
Si legge nella sentenza, infatti, che l'assemblea del condominio di un edificio ben può, in sede di approvazione del consuntivo di lavori eseguiti a parti comuni dell'immobile e di ripartizione della spesa, riconoscere vantaggiosa un'opera, ancorché non preventivamente deliberata, ed approvarne la relativa spesa restando la preventiva formale deliberazione di esecuzione dell'opera utilmente surrogata dall'approvazione del consuntivo della stessa o dalla conseguente ripartizione del relativo importo tra i condomini (Cass. civ. n. 2133/1995 e n. 3226/1963) (Trib. Milano 14 maggio 2012 n. 5518).


La parola chiave di tutta la vicenda è ratifica.
In breve: salvo atti contrari alla legge, vale a dire atti irrimediabilmente nulli, l'assemblea di condominio può valutare ex post l'operato dell'amministratore che, senza preventiva autorizzazione, abbia ordinato di porre in essere opere ed interventi esorbitanti dalle sue attribuzioni.
È noto che, ai sensi dell'art. 1135, secondo comma, c.c., l'amministratore non possa ordinare lavori di manutenzione straordinaria, salvo che rivestano carattere urgente, ma in questo caso deve riferirne nella prima assemblea.
Assemblea di condominioInsomma se c'è pericolo di crollo, malfunzionamento di un impianto, ecc. l'amministratore deve intervenire per scongiurare il peggio.
Senza tale necessità, però, l'amministratore non può decidere, ad esempio, la sostituzione dell'autoclave, ecc. Il suo provvedimento, infatti, sarebbe impugnabile ai sensi dell'art. 1133 c.c. (vale a dire con ricorso all'assemblea e/o all'Autorità giudiziaria). Il fulcro della vicenda, però, sta proprio nei poteri dell'assise;
in sostanza i condomini riuniti in assemblea possono, purché lo facciano con le maggioranze prescritte per ordinare quell'intervento, ratificare l'operato dell'amministratore.

Qualora piuttosto della ratifica si addivenisse ad una bocciatura del provvedimento del mandatario dei condomini, le porte dei Tribunale non tarderebbero ad aprirsi.

riproduzione riservata
Articolo: Assemblea condominiale e la ratifica delle scelte dell'amministratore
Valutazione: 3.67 / 6 basato su 3 voti.

Assemblea condominiale e la ratifica delle scelte dell'amministratore: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
322.848 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Assemblea condominiale e la ratifica delle scelte dell'amministratore che potrebbero interessarti


Condominio: nessun compenso extra all'amministratore revocato

Amministratore di condominio - Nel caso in cui l'incarico dell'amministratore di condominio venga revocato non è previsto alcun compenso se l'assemblea è contraria alla proroga dei suoi poteri

L'amministratore di condominio e le cause condominiali

Condominio - Il ruolo di amministratore di condominio è in tutto e per tutto equiparabile a quello di un mandatario, vale a dire alla persona cui ci si rivolge per

L'amministratore da chi viene nominato per un piccolo condominio?

Amministratore di condominio - Quando il numero dei condomini, ossia dei proprietari delle unità immobiliari, è pari a cinque, o superiore, l'assemblea deve nominare un amministratore, se l'assemblea non provvede, la nomina è fatta dall'autorità giudiziaria.

Ratifica dell'operato dell'amministratore condominiale

Condominio - L'amministratore di condominio ha dei poteri e dei doveri individuati dalla legge, ma se va oltre le proprie attribuzioni l'assemblea può ratificare il suo operato.

Amministratore e cause condominiali

Condominio - L?amministratore di condominio che viene citato in giudizio per una causa che esorbita dalle sue competenze se non riesce a convocare un?assemblea in tempi utili per decidere il da farsi

Ratifiche delle spese condominiali

Ripartizione spese - Spese condominiali assunte dall'amministratore: l'assemblea può ratificarle. L'approvazione del rendiconto è sempre un momento particolarmente teso.

Riforma del condominio, molti amministratori rischiano il posto

Condominio - La così detta riforma del condominio, dal 18 giugno 2013 i condomini con meno di dieci partecipanti potranno decidere di revocare l'amministratore, così molti amministratori rischiano di restare disoccupati.

Ripartizione compenso dell'amministratore di condominio

Amministratore di condominio - Una volta incaricato l'amministratore, salvo diverso accordo, ha diritto ad una retribuzione, la quale nell'art. 1135 c.c. ha sollevato qualche interrogativo.

Revoca dell'amministratore giudiziario

Condominio - L'assemblea condominiale è l'organo competente a nominare e revocare l'amministratore. Per l'amministratore giudiziario i condomini potranno agire in giudizio per chiedere la revoca del mandatario.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img lorenzomasi
C'è compatibilità tra amministratore di condominio e tecnico asseveratore di lavori superbonus?...
lorenzomasi 08 Gennaio 2021 ore 11:54 1
Img cristinaguarino
Cerco aiuto. Sono stata nominata, in una assemblea, rappresentante di un condominio in cui sono presenti 4 proprietari più una proprietà indivisa di cui io faccio...
cristinaguarino 04 Dicembre 2020 ore 16:27 3
Img orefassam
In che forma e con quali maggioranze possono essere richiesti e decisi interventi condominiali che rientrino nel'ecobonus in modo tale da poter poi aggiungere dei lavori dei...
orefassam 15 Novembre 2020 ore 12:47 3
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 31 Luglio 2020 ore 10:32 9
Img francesco.pepe
Buongiorno, vorrei sapere se esistono sentenze che esonerano il condomino ad assumere la carica di amministratore del condominio pur in presenza di delibere assembleari che lo...
francesco.pepe 07 Maggio 2020 ore 18:15 2