Aquilegie, teste di drago

NEWS DI Giardino02 Maggio 2012 ore 01:30
Per fioriture abbondanti e spettacolari, senza troppa fatica, le Aquilegie sono l'ideale in bordure e in gruppi spontanei in giardino.
coltivazione , erba , aria , terreno
aquilegiaL'Aquilegia è un'erbacea perenne tipica dell'emisfero settentrionale, bellissima da vedere grazie alle fioriture colorate e complesse, tutte caratterizzate da una forma particolare. I fiori sono infatti dotati di lunghi speroni, che conferiscono una forma molto complessa e che dà adito a molte interpretazioni. Un po' come per le nuvole, guardando il fiore di lato, o da sopra si possono dare diverse interpretazioni: testa di drago o profilo di rapace. Tuttavia non è da questa somiglianza che deriva il nome visto che la pianta pare prenda il suo nome dal latino Aquilegium, ovvero recipiente per l'acqua. Arbusto appartenente alla famiglia delle Ranunculaceae, l'Aquilegia conta circa 70 sottospecie e si adatta benissimo anche al clima italiano dove alcune varianti crescono spontaneamente. Si tratta di uno degli arbusti più utilizzati come pianta ornamentale sia come esemplare da giardino che per ottenere bordure. Vista la bellezza del fiore viene utilizzata anche in industria per la produzione di fiori recisi o, nelle varianti più piccole, per la commercializzazione come pianta da terrazzo. aquilegia mckana giantsSul fronte coltivazione l'Aquilegia preferisce una messa a dimora filtrata, ovvero a mezzo sole anche se, in caso di climi freschi, può essere collocata anche in pieno sole. Predilige terreni soffici e neutri, possibilmente ricchi di sostanze organiche. Molto importante che il terreno rimanga fresco anche d'estate e che sia tendenzialmente privo di calcio. Innaffiature regolari e buona umidità ambientale completano il quadro che dà ampie soddisfazioni con fioriture generalmente molto abbondanti. In questo senso meglio mettere in conto anche potature frequenti e tempestive delle corolle sfiorite in modo da favorire il ricambio e allungare la fioritura. aquilegia caerula blue starLe varietà si differenziano sia per estetica che per periodo di fioritura. Le più precoci, come la Canadensis, fioriscono già dalla fine di marzo fino a tutto maggio inoltrato. Mentre le varietà a media precocità, come la Aquilegia Alpina e la Vulgaris, vanno dal mese di aprile a tutto giugno, per arrivare alla Chrysantha, che arriva anche a fiorire fino a luglio. Proprio la Chrysantha Yellow Queen, che raggiunge anche il metro di altezza, è una della varietà migliori, sia per fioritura che per resistenza. È una specie vigorosa, con grandi fiori caratterizzati da speroni molto lunghi, declinati in varie tonalità di giallo. L'Aquilegia è una pianta abbastanza facile da coltivare, che cresce bene anche in situazioni e terreni difficili. Si adatta perfettamente a giardini naturali, diffondendosi anche spontaneamente anno dopo anno. Se però preferite giardini di tipo ordinato, starà benissimo in gruppi isolati o bordure miste, in cui però va controllata l'autodisseminazione: ovvero vanno eliminati i fiori secchi prima che si diffondano per il giardino. Inoltre, man mano che passa il tempo le fioriture diminuiscono, almeno per splendore: le migliori si hanno nei primi due anni di vita della pianta. aquilegia vulgarisPer quanto riguarda le modalità di coltivazione, le Aquilegie non temono il freddo, resistono perfettamente anche a gelate mediamente forti, tanto che può essere coltivata anche in montagna fino a 1500 metri, dove però ha fioriture più tardive. In generale, sia che vengano coltivate in montagna sia in pianura, le Aquilegie prediligono posizioni fresche e se l'estate è particolarmente calda, meglio posizionarle a mezz'ombra ed in modo che venga mantenuto sempre il terreno umido. La messa a dimora va da marzo ad ottobre, ma non lasciatevi tentare dalle fioriture, meglio procedere quando queste sono terminate. Dopo l'impianto, procedere ad irrigazioni costanti e regolari, magari incorporando al terreno dello stallatico maturo. Durante l'inverno anche se resistono bene al freddo, necessitano almeno di una pacciamatura di foglie alla base, che potrà anche aiutare alla ripresa vegetativa alla fine della stagione fredda.
riproduzione riservata
Articolo: Aquilegie, teste di drago
Valutazione: 3.50 / 6 basato su 2 voti.

Aquilegie, teste di drago: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Aquilegie, teste di drago che potrebbero interessarti
Erba cipollina: coltivazione e conservazione

Erba cipollina: coltivazione e conservazione

Piante - Usata in cucina, l'erba cipollina è una pianta aromatica bella da vedere e tra le più semplici da coltivare, anche sul davanzale. Bastano pochi consigli giusti.
Prato negli arredi

Prato negli arredi

Arredamento - Il verde conquista gli arredi, che si ricoprono di fili d'erba e scoprono nuove funzionalita', non solo decorative, pescando dalla natura.
Tarassaco per depurare

Tarassaco per depurare

Giardino - Il Tarassaco è un'erbacea molto comune dei nostri prati, spesso spontanea e facile da coltivare, che è commestibile ed ha grandi proprietà depuranti.

Coltivazioni in scatola curiose

Giardino - Coltivare in scatola? Dopo i terrari, sembra sia l'ultima moda. E a quanto pare, se ci si vuole sbizzarrire, si trova un po' di tutto, come alcuni kit a metà strada tra un orto e un giocattolo.

Vantaggi della coltivazione aeroponica delle piante in casa

Giardinaggio - Coltivare piante senza l'aiuto del terreno, con il potenziamento delle sostanze nutritive, in assenza di germi e batteri, per una migliore crescita e produzione

Melissa officinalis, l'Erba Limona

Giardino - La Melissa Officinalis, conosciuta per le sue proprietà erboristiche è un'erbacea aromatica faiclmente coltivabile in giardino e molto apprezzata dalle api.

Pastinaca, ortaggio invernale insolito

Orto e terrazzo - La pastinaca è un ortaggio tipicamente invernale con sapore simile alla patata, di cui si consuma la radice e che presenta facili modalità di coltivazione.

Fattoria urbana green a km zero, che cos'è?

Orto e terrazzo - Una Fattoria urbana. Di solito siamo abituati a vedere coltivazioni idroponiche, orti fai da te o urbani. Che cosa sono invece le fattorie urbane?

Coltivazione erbe aromatiche

Orto e terrazzo - Le erbe aromatiche sono le piante più semplici da coltivare in casa e grazie a contenitori e vasi particolari, sono sempre a portata di mano in cucina.
REGISTRATI COME UTENTE
295.658 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Ortovaso verdemax contenitore orto
    Ortovaso verdemax contenitore orto...
    18.18
  • Contenitore per l'orto in terrazzo terracotta verdemax
    Contenitore per l'orto in terrazzo...
    89.98
  • Copertura per terrazzo
    Copertura per terrazzo...
    10810.00
  • Impermeabilizzazione terrazzo elastomerica
    Impermeabilizzazione terrazzo...
    34.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Faidacasa.com
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Kone
  • Black & Decker
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.