Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Appartamento in affitto

Il contratto di locazione e' soggetto ad una serie di norme finalizzate, di volta in volta, a disciplinarne durata, misura del canone e diritti e obblighi delle parti.
28 Agosto 2010 ore 13:11 - NEWS Normative

LocazioneL'art. 1571 del codice civile definisce la locazione come il contratto col quale una parte si obbliga a far godere all'altra una cosa mobile o immobile per un dato tempo, verso un determinato corrispettivo.


In sostanza una parte (chiamata locatore o proprietario) in ragione di un corrispettivo in denaro immette nella detenzione di un suo bene l'altra parte (chiamata in relazione alla locazione di immobili, inquilino o conduttore).


Proprio in ragione di tale schema la dottrina e la giurisprudenza sono unanimemente concordi nel ritenere questo genere d'accordo come un contratto a prestazioni corrispettive.


Quando si parla di locazione si è soliti fare immediato riferimento a quel fenomeno che nel gergo comune viene chiamato contratto d'affitto di un'abitazione.


Quali sono le norme cui fare riferimento?


Quali, di conseguenza i principali diritti ed obblighi delle parti?


Ad oggi i punti di riferimento principali sono tre:


a) il codice civile (artt. 1571 – 1606 c.c.);


b) la legge n. 392 del 1978 (c.d. legge sull'equo canone, nelle sue parti ancora vigenti);


c) la legge n. 431 del 1998.


Partendo da quest'ultima, è utile evidenziare che essa è intervenuta per sostituire, in larga parte, la succitata legge del 1978.


La legge sull'equo canone prevedeva, nel caso di locazione ad uso abitativo una durata minima del contratto pari a quattro anni (rinnovabili di volta in volta per il medesimo periodo di tempo nel caso di assenza di revoca espressa dell'accordo).


LocazioneLa stessa legge con un complesso sistema di calcolo individuava a seconda delle zone e della categoria catastale dell'unità immobiliare il canone dovuto dall'inquilino al proprietario per l'affitto dell'appartamento.


Da qui, per l'appunto, il nome legge sull'equo canone.


L'intento del legislatore, con l'intervento del 1998, è stato quello di liberalizzare il mercato delle locazioni immobiliari cercando, con una serie d'incentivi di carattere economico fiscale, di far emergere quella larga parte di mercato illegale che affliggeva il settore locatizio.


La novità più importante è stata quella relativa alla libera contrattazione del canone di locazione nel caso di contratti cosiddetti 4 + 4.


Per il resto la legge n. 431 prevede due altri tipi di contratti, per così dire concertati (ossia il cui canone deve uniformarsi a quanto stabilito dagli accordi tra associazioni di categoria di proprietari ed inquilini):


a) quello chiamato 3 + 2, in riferimento alla durata del primo accordo e dell'eventuale proroga;


b) quello transitorio (per esigenze di lavoro e/o di studio della durata di un anno o per periodi minori).


Accanto a queste norme, si è detto in precedenza, un ruolo fondamentale, soprattutto in relazione a diritti ed obblighi delle parti, lo svolgono le norme dettate nel codice civile.


Tra le più importanti ne ricordiamo due, che per il loro contenuto sono quelle che contengono le principali obbligazioni delle parti.


La prima, ossia l'art. 1575 del codice civile relativo agli obblighi del proprietario, specifica che:


Il locatore deve:


1) consegnare al conduttore la cosa locata in buono stato di manutenzione;


2) mantenerla in istato da servire all'uso convenuto;


3) garantirne il pacifico godimento durante la locazione
.


LocazioneDi contro l'inquilino, in ragione del disposto di cui all'art. 1582 c.c., deve:


1) prendere in consegna la cosa e osservare la diligenza del buon padre di famiglia nel servirsene per l'uso determinato nel contratto o per l'uso che può altrimenti presumersi dalle circostanze;


2) dare il corrispettivo nei termini convenuti.

Si tratta degli obblighi principali il cui mancato rispetto può portare a richieste di risarcimento del danno (si pensi alle ipotesi in cui la cosa locata non sia consegnata in buono stato manutentivo) o nel caso di mancato pagamento dei canoni al così detto procedimento per sfratto.

riproduzione riservata
Articolo: Appartamento in affitto
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.

Appartamento in affitto: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Legale
    Legale
    Venerdì 14 Febbraio 2014, alle ore 17:14
    Dipende perché s'è rotta. Se per l'uso, allora la spesa tocca a lei, se per vetustà al proprietario.
    rispondi al commento
  • Clelia.cittadini
    Clelia.cittadini
    Mercoledì 5 Febbraio 2014, alle ore 12:33
    Buongiorno Avv.ieri sera sono rientrata a casa ho torvato la serratura bloccata , ho dovuto chiamare il fabbro per aprire la porta tot. spesa ? 180 ho avvertito prima di quanto stava accadendo al proprietario .In conclusione la serratura si è rotta a chi tocca il costo della cambio della serratura? io abito in questa casa da 4 anni di cui i primo 18 mesi a uso trasitorio.Grazie Cordiali saluti Clelia Cittadini
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
331.129 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Appartamento in affitto che potrebbero interessarti


Nuovo modello RLI per la registrazione e la rinegoziazione del canone d'affitto

Affittare casa - Dal 1° settembre obbligatorio l'uso di un nuovo modello RLI per la registrazione contratti di locazione immobiliari e per la richiesta revisione canone d'affitto.

Affitto: non sono dovuti i lavori di tinteggiatura a fine locazione

Affittare casa - Quando si lascia la casa in affitto l'inquilino non è obbligato a tinteggiare le pareti. Lo dice la Corte di cassazione con la recente sentenza n. 29329 del 2019

Agevolazioni fiscali per i proprietari che affittano

Affittare casa - Il reddito della locazione, viene tassato in maniera differente a seconda del tipo di contratto e anche per i proprietari vi sono delle agevolazioni fiscali.

Contratti di locazione a canone concordato: agevolazioni fiscali solo se c'è attestazione

Affittare casa - In caso di contratto di locazione a canone concordato non assistito, per le agevolazioni fiscali è necessaria l'attestazione delle organizzazioni di categoria.

Riduzione del canone di locazione

Affittare casa - Nel caso di locazioni immobiliari destinate all'uso abitativo, non sempre, anzi quasi mai, il canone di locazione può essere abbassato senza nuovo accordo tra le parti.

Come registrare il contratto di locazione

Affittare casa - Tutta la procedura da seguire, le tasse da pagare e l'opzione alla cedolare secca per la registrazione del contratto di locazione di immobili ad uso abitativo.

Canoni di locazione non tassati se non sono percepiti

Fisco casa - I proprietari di immobili locati che non abbiano riscosso i canoni per morosità del conduttore non sono tenuti dichiarare i redditi e a pagare le relative imposte

Blocco sfratti fino al 30 giugno 2021 con il Decreto Milleproroghe

Affittare casa - Il Decreto Milleproroghe 2020 sposta il termine per il blocco dei procedimenti di sfratto in scadenza per il 31 dicembre 2021. A chi è destinato il provvedimento.

Covid-19: al via accordi tra inquilini e proprietari per la riduzione del canone

Affittare casa - A causa dell'emergenza Coronavirus inquilini e proprietari potranno accordarsi per la riduzione dell'affitto. Ecco come effettuare la registrazione dell'accordo
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img jhon jhon
Buongiorno,vorrei sapere se un condomino può prendere in affitto un locale che attualmente è parte comune condominiale.In tal caso chi stabilisce l'importo del...
jhon jhon 19 Maggio 2021 ore 19:12 1
Img spizzo
Salve a tutti,vorrei rifare la cucina, sono in affitto e quindi non vorrei spendere troppo, quindi ho visto che se vado su di una cucina di quelle chiamate "fisse", cioè...
spizzo 09 Maggio 2021 ore 14:24 7
Img ernestojocker
Buonasera, abbiamo individuato una casa/villa dei primi 900 abitata fino a 10 anni fa circa e che ora è in vendita. Ci piacerebbe prenderla e ristrutturare il possibile...
ernestojocker 08 Gennaio 2021 ore 15:23 5
Img fabriziolepiscopo
Avrei una richiesta di informazioni in merito alle detrazioni fiscali su ristrutturazione immobile. Trovandomi in una casistica particolare, non ho trovato una risposta esaudiente...
fabriziolepiscopo 17 Settembre 2020 ore 19:34 1
Img barbarafranzoni
Buongiorno. Sono in affitto dal 2009 con contratto 4+4 regolarmente rinnovato. A gennaio il proprietario mi ha mandato una raccomandata dicendo che entro il 31 luglio dovrò...
barbarafranzoni 23 Luglio 2020 ore 16:33 7