Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Amministratore di condominio e privacy dei condomini

L'amministratore di condominio, quale mandatario dei condomini, deve consentire l'accesso alla documentazione condominiale senza ledere la riservatezza di nessuno.
12 Novembre 2013 ore 16:39 - NEWS Amministratore di condominio

AmministratoreL'amministratore del condominio è assimilabile ad una qualsiasi altra persona che accetta l'incarico di mandatario.

Questa, per lunghissimo tempo, è stata l'opinione espressa da buona parte della dottrina e condivisa dalla giurisprudenza anche nella sua composizione più autorevole (cfr. Cass. SS.UU. n. 9148/08).


Tale impostazione è stata sostanzialmente recepita anche nel codice civile per mezzo della recente legge di riforma del condominio (cfr. nuovo art. 1129, quindicesimo comma, c.c.).

Il mandato è quel contratto con il quale una parte si impegna a compiere uno o più atti giuridici per contro dell'altra.

Chi demanda è il mandante il compimento, chi deve compiere il mandatario; chiaramente nell'ambito dei rapporti condominiali si tratta di un mandato collettivo deliberato dall'assemblea con le maggioranze prescritte dall'art. 1136, secondo e quarto comma, c.c.

Nel rapporto amministratore-condominio, il primo deve fare ciò che gli impone la legge o i suoi mandanti.

Il rapporto che stiamo descrivendo va annoverato tra quelli di mandato con rappresentanza: in sostanza l' amministratore agendo può, meglio deve, dire che lo sta facendo in nome e per conto del condominio.

Nell'assolvere il proprio incarico, tuttavia, l'amministratore deve rispettare determinate regole per fare in modo che non venga violata la riservatezza dei propri rappresentati.


Privacy e operato dell'amministratore


Amministratore di condominioChe cosa può comunicare l'amministratore ai condomini ed ai terzi?

Con il termine terzi, intendiamo riferirci alle persone che non sono condomini, ossia proprietari di unità immobiliari nell'edificio.

L'Autorità garante per la protezione dei dati personali, il così detto Garante per la privacy, ha pubblicato nel mese di ottobre una guida contenente indicazioni anche in merito a questo particolare aspetto della gestione condominiale .

Si legge nella guida Il condominio e la privacy che l'amministratore deve sempre saper conciliare le esigenze di trasparenza nella gestione condominiale con la riservatezza dei singoli.

Un ruolo di mediazione che spesso sfugge a rigidi confini normativamente predeterminati.

Un esempio chiarirà quest'affermazione.


Condomini morosi, privacy ed amministratore


Il mandatario della compagine può sempre comunicare il nome dei condomini morosi ai suoi vicini.

Meglio: l'amministratore di condominio deve sempre comunicare tali informazioni a chi gliene fa richiesta; non farlo significherebbe rendersi inadempiente rispetto ai propri obblighi (cfr. art. 1129-1130 c.c.).

Ciò, tuttavia, non significa che, per puro diletto, l'amministratore ad ogni piè sospinto possa scrivere a Tizio e Caio che Sempronio è moroso; il suo compito è far fronte alle situazioni di morosità con le azioni previste dall'ordinamento (cfr. art. 63 disp. att. c.c.) e non farne oggetto di pettegolezzo con qualche comproprietario.

Per espressa disposizione di legge, inoltre, l'amministratore deve indicare il nome dei condomini morosi ai creditori che gliene avanzino richiesta (cfr. art. 63 disp. att. c.c.).


Amministratore, anagrafe condominiale e privacy


La recente legge di riforma del condominio ha introdotto nel nostro ordinamento (art. 1130 n. 6 c.c.) la così detta anagrafe condominiale; si tratta di un documento, che l'amministratore deve avere cura di redigere ed aggiornare, nel quale devono essere contenuti una serie di dati (generalità, domicilio, ecc.).

L'amministratore può comunicare queste informazioni?

I condomini possono accedere all'anagrafe condominiale per legge (cfr. art. 1129, secondo comma, c.c.). Ciò vuol dire che le informazioni contenute in quel documenti (rispondenti a quelle richiedibili ai sensi dell'art. 1130 n. 6 c.c.) possono essere visionate dai condomini diversi dal titolare senza specifica autorizzazione.

Ci sono dei limiti a questa facoltà di consultazione?

Nella succitata guida del Garante della privacy si afferma che i numeri di telefono fisso, di telefono cellulare e l'indirizzo di posta elettronica possono essere utilizzati se sono già indicati in elenchi pubblici (come le pagine bianche o le pagine gialle) oppure se l'interessato abbia fornito il proprio consenso.


In ogni caso, occorre sempre tenere presente il principio di proporzionalità circa l'uso di tali recapiti, con particolare riferimento a frequenze e ad orari: il loro utilizzo può essere opportuno in casi di necessità ed urgenza (soprattutto per evitare situazioni di pericolo o danni incombenti), mentre occorre massimo discernimento per le attività ordinarie e non possono essere comunicati a terzi.


Insomma Tizio, proprietario di un appartamento nel condominio Alfa, può non fornire al proprio amministratore l'autorizzazione a comunicare il proprio indirizzo e-mail ma nulla può rispetto ad un numero di telefono presente negli elenchi pubblici.

Lo stesso dicasi per le informazioni su titolarità dell'unità immobiliare e residenza, le quali sono informazioni pubblicamente reperibili.

riproduzione riservata
Articolo: Amministratore condominiale e privacy dei condomini
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.

Amministratore condominiale e privacy dei condomini: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
328.394 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Amministratore condominiale e privacy dei condomini che potrebbero interessarti


Documentazione condominiale e delibere assembleari

Condominio - Ogni condomino ha diritto di chiedere (e pretendere) copia della documentazione condominiale detenuta, in ragione del suo mandato, dall?amministratore.Questo,

Visione dei documenti condominiali e privacy

Regolamento condominiale - I documenti condominiali sono atti visionabili dai condomini, ma è necessario operare delle distinzioni per evitare violazioni della riservatezza di qualcuno.

Condominio: nessun compenso extra all'amministratore revocato

Amministratore di condominio - Nel caso in cui l'incarico dell'amministratore di condominio venga revocato non è previsto alcun compenso se l'assemblea è contraria alla proroga dei suoi poteri

Amministratore e passaggio di consegne

Condominio - Una recente sentenza del Tribunale di Bari, la n. 967 del 17 marzo 2010, ci permette di chiarire, allo stato attuale, quali siano gli strumenti a disposizione

Sito internet condominiale e privacy

Assemblea di condominio - La decisione di attivare un sito internet condominiale deve rispettare determinati requisiti e dev'essere attuata in modo da non ledere la privacy dei condomini.

Il condomino ha diritto di ottenere la documentazione?

Regolamento condominiale - Il condomino ha sempre diritto di visionare la documentazione condominiale? In quali casi e con quali limiti il condomino può rivolgere la richiesta all'amministratore?

Documentazione condominiale, obblighi di conservazione e consegna

Amministratore di condominio - La documentazione condominiale detenuta dall'amministratore in carica dev'essere diligentemente conservata e consegnata al suo successore senza alcun ritardo.

Condominio e Privacy: il vademecum del Garante

Regolamento condominiale - Al fine di dissipare alcuni dubbi e incertezze, il Garante della Privacy ha pubblicato un utile Vademecum per agevolare la tutela della privacy in condominio.

Amministratore di condominio e oneri in materia di spese del supercondominio indicate nel consuntivo

Ripartizione spese - Quando l'amministratore del condominio inserisce nel rendiconto delle spese riguardanti il supercondominio, il condomino ha diritto di visionare le pezze giustificative.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img simonecet
Buongiorno a tutti,ho un cortile con un cancello sulla strada, ma il cancello rientra di 30 cm rispetto al confine di proprietà, di fatto lasciando un angolo di nostra...
simonecet 31 Marzo 2021 ore 16:52 6
Img robertateso
Buongiorno, ho chiesto un preventivo a un geometra per la sanatoria edilizia di alcuni lavori interni. Si è fotocopiato una serie di documenti in mio possesso. Ho pagato il...
robertateso 25 Febbraio 2021 ore 18:07 3
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 25 Febbraio 2021 ore 09:49 11
Img lorenzomasi
C'è compatibilità tra amministratore di condominio e tecnico asseveratore di lavori superbonus?...
lorenzomasi 08 Gennaio 2021 ore 11:54 1
Img patriziafabbiani
Buondì, ho preso in affitto un appartamentino, il difetto che mi da da pensare è il bagno, il cui affaccio è sul corridoio dell'ascensore condominiale aperto...
patriziafabbiani 18 Luglio 2020 ore 11:50 7