Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Multe salate per le compagnie telefoniche accusate di condotte illecite

Agicom multa le compagnie telefoniche per teleselling scorretto, accusandole di aver violato le norme del codice del consumo di recepimento della consumer rights
- Burocrazia e utenze
Barra Preventivi Online

L'Agicom sanziona le principali compagnie telefoniche


Con grande soddisfazione da parte degli utenti, ormai stanchi di essere perseguitati e spesso raggirati dalle compagnie telefoniche, l'Agicom, l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, ha irrogato sanzioni per un totale di 9.000.000 euro nei confronti delle principali compagnie telefoniche.

L'accusa è quella di aver violato le norme del codice del consumo di recepimento della consumer rights, adottando condotte illecite per quanto concerne la vendita dei loro servizi di telefonia fissa e/o mobile, a distanza, online, al telefono o presso i loro stand ma fuori dagli esercizi commerciali.

Call center, compagnie telefoniche e teleselling illecito
A finire sotto accusa sono Telecom, Vodafone, Wind, Fastweb e Tiscali.

È infatti prassi comune da parte degli operatori del settore, di dare inizio all'esecuzione del contratto procedendo all'avvio immediato dell'attivazione della linea oppure dello spostamento da un precedente operatore senza attendere la fine dei 14 giorni (periodo di ripensamento) che all'utente spettano per legge, non potendo così esercitare il diritto di recesso. Il tutto, in assenza di una specifica richiesta in tal senso da parte del consumatore.

Il codice del consumo, prevede invece che l'esecuzione del contratto durante il periodo di recesso sia rimessa alla decisione del solo consumatore che dovrà farne espressa richiesta.
Sono almeno tre le violazioni dei requisiti informativi e formali fissati dalla disciplina e accertati dall'Agicom:

- l'assenza dell'informativa, così come prevista dal codice del consumo, sul sito web del gestore telefonico e nelle condizioni generali di contratto, sia in merito ai costi praticati in caso di esecuzione anticipata del contratto e di successivo recesso da parte del consumatore, sia per gli eventuali costi aggiuntivi dovuti all'anticipazione del contratto su espressa richiesta dell'utente;

- la conclusione di contratti online, al telefono o fuori dei locali commerciali e il contestuale avvio di attivazione provvisoria di una nuova linea fissa o di migrazione da altro operatore in assenza di specifica richiesta del consumatore e senza metterlo nella condizione di effettuare una scelta autonoma;

- l'addebito di costi aggiuntivi in caso di ripensamento del contratto, che non sono dovuti da parte del consumatore in assenza della predetta informativa e/o di una richiesta esplicita.

riproduzione riservata
Agicom sanziona le compagnie telefoniche per telesellig scorretto
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.

Agicom sanziona le compagnie telefoniche per telesellig scorretto: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti