Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

I residenti all'estero godono delle agevolazioni prima casa

Forniti chiarimenti dall'Agenzia delle Entrate in materia di agevolazioni prima casa, spettano anche per i cittadini che vivono e risiedono stabilmente all’estero
- Detrazioni e agevolazioni fiscali

Per i residenti all'estero spettano le agevolazioni prima casa


Non è previsto l'obbligo di adibire l'immobile come abitazione principale per godere delle agevolazioni prima casa.

L'Agenzia delle Entrate con risposta numero 627 del 27/09/2021, ha fornito chiarimenti in materia di agevolazioni prima casa e riacquisto di un altro immobile sul territorio italiano, per un soggetto che vive all'estero. Chi risiede all'estero, nel caso in cui riacquista un'abitazione in Italia, non è tenuto a ottemperare all'obbligo di adibire il nuovo immobile ad abitazione principale.

Per beneficiare delle agevolazioni prima casa è necessario che l'immobile sia ubicato nel territorio del Comune in cui l'acquirente ha o stabilisca entro diciotto mesi dall'acquisto la propria residenza.
Oppure, se diverso, nel Comune in cui l'acquirente svolge la propria attività ,ovvero, se trasferito all'estero per ragioni di lavoro, in quello in cui ha sede o esercita l'attività il soggetto da cui dipende, ovvero, nel caso in cui l'acquirente sia cittadino italiano emigrato all'estero, che l'immobile sia acquistato come prima casa sul territorio italiano.

Agevolazioni prima casa per chi risiede all'estero
La dichiarazione di voler stabilire la residenza nel Comune dove è ubicato l'immobile acquistato deve essere resa, dall'acquirente nell'atto di acquisto.

Nel caso in cui i beni acquistati con le agevolazioni prima casa, siano venduti prima dei cinque anni dalla data di acquisto, l'ufficio presso cui sono stati registrati i relativi atti deve recuperare nei confronti degli acquirenti, per gli acquisti soggetti a IVA, la differenza fra l'IVA calcolata in base all'aliquota applicabile in assenza di agevolazioni e quella risultante dall'applicazione dell'aliquota agevolata del 4%. Nonché una sanzione amministrativa, pari al 30% della differenza medesima e recuperare gli interessi di mora.

La decadenza dalle agevolazioni prima casa è evitata nell'ipotesi in cui il contribuente, entro un anno dall'alienazione dell'immobile acquistato con i benefici, proceda all'acquisto di un altro immobile da adibire a propria abitazione principale.

Per il cittadino emigrato all'estero, già in sede del primo acquisto, è riconosciuta l'agevolazione a condizione che l'immobile acquistato in Italia sia la prima casa, senza che sia necessario per l'acquirente stabilire entro diciotto mesi la residenza nel comune in cui si trova l'immobile acquistato. Lo stesso vale anche nel caso di riacquisto di un'altra abitazione sul territorio italiano.

Infine, lo stato di cittadino emigrato all'estero non deve essere documentata con un certificato di iscrizione all'AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero), ma può essere autocertificata dal soggetto interessato con una dichiarazione resa nell'atto di acquisto dell'immobile.

riproduzione riservata
Articolo: Agevolazioni prima casa, valgono anche per i residenti all'estero
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.

Agevolazioni prima casa, valgono anche per i residenti all'estero: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
Notizie che trattano Agevolazioni prima casa, valgono anche per i residenti all'estero che potrebbero interessarti

Canone RAI: pagano anche gli italiani che risiedono all'estero?

Fisco casa - Anche i cittadini che risiedono all’estero sono tenuti al pagamento del canone RAI se intestatari dell’utenza dell’energia elettrica della casa presente in Italia?

È prossima la scadenza per l'acconto Imu 2021

Fisco casa - Il prossimo 16 giugno scade il termine per il pagamento del primo acconto IMU 2021. Tutte le agevolazioni e le riduzioni previste dall'ultima Legge di Bilancio.

Imu e Tari per i residenti all'estero: chi beneficia dello sconto?

Fisco casa - La legge di Bilancio 2021 ha reintrodotto lo sconto IMU e confermato quello sulla TARI. Ecco quando IMU e TARI vanno pagate da cittadini italiani residenti all'estero


Mutui: agevolazioni fiscali

Mutui e assicurazioni casa - Dall'acquisto alla costruzione dell'immobile da adibire ad abitazione principale, tutto sulle agevolazioni fiscali per i mutui, la detrazione dall'Irpef al 19%.

IMU per gli Italiani residenti all'estero

Fisco casa - Gli italiani residenti all'estero che posseggono immobili in Italia hanno l'obbligo di pagare IMU e TASI: vediamo in quali casi si può usufruire dell'esenzione.

Sì alle agevolazioni prima casa per accorpamento di abitazioni

Detrazioni e agevolazioni fiscali - È possibile beneficiare delle agevolazioni prima casa per l'acquisto e l'accorpamento di due unità immobiliari? Cosa dice la Cassazione con recente ordinanza.

Imu pensionati all'estero: ecco le modifiche con la Manovra 2021

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Con la Legge di Bilancio 2021 vengono introdotte nuove agevolazioni in ambito di Imu e Tari a favore dei pensionati che hanno stabilito la residenza all'estero.

IMU 2021: niente esenzione per i pensionati iscritti all'Aire

Fisco casa - Dal 2020 viene meno l'esenzione dal pagamento IMU per gli italiani all'estero iscritti all'AIRE. La novità 2021 è che in alcune condizioni possono pagare al 50%

Prima Casa: definizione, requisiti e tasse da pagare

Proprietà - Quali sono le differenze tra i concetti di prima casa e abitazione principale? Due termini importanti per comprendere le agevolazioni fiscali in caso di acquisto
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img blue-chip
Buongiorno,ho acquistato casa ad aprile 2019 usufruendo delle agevolazioni prima casa.Ho venduto a luglio 2020.Entro quanto dovrei riacquistare casa per non incorrere in...
blue-chip 26 Aprile 2021 ore 23:13 2
Img mek
Buongiorno, vorrei sapere se per la costruzione di una prima casa oltre ad avere IVA al 4 % ci sia la possibilità di affiancare il bonus costruzione garage che permette 6na...
mek 16 Gennaio 2021 ore 20:03 1
Img pabo1985
Salve ho un quesito da porvi. Alla luce della definizione "Abitazione Principale" contenuta nel Decreto Rilancio, se io ho acquistato e sto ristrutturando casa e, dato che nelle...
pabo1985 10 Giugno 2020 ore 11:51 11
Img rosamariapagano
Buonasera, ho appena finito di leggere il decreto rilancio che prevede una superdetrazione al 110% per i lavori di efficientamento energetico (ad esempio cappotto) e che...
rosamariapagano 14 Maggio 2020 ore 16:15 1
Img vitopappa
Salve A breve insieme a mia moglie con la quale siamo in comunione legale dei beni sto per acquistare un immobile che diverrà la nostra abitazione principale sul quale...
vitopappa 21 Marzo 2017 ore 17:26 3