Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Quando è nullo l'acquisto di un immobile abusivo?

Quali sono i rischi per chi compra casa se nell'atto di compravendita non viene fatta menzione dei titoli abilitativi? Cosa succede in caso di immobile abusivo?
- Comprare casa

Immobili abusivi: i rischi dell'acquirente


La nullità degli atti di trasferimento di un immobile oggetto di abuso edilizio è da sempre al centro di attenzione da parte dei giudici e degli esperti di diritto. Finora sono state molte e spesso contrastanti le interpretazioni giurisprudenziali sull'argomento. Per questo si rivela di estrema importanza la pronuncia, dirimente delle posizioni contrapposte, da parte delle Sezioni Unite, che si sono definitivamente esposte sul tema dell'invalidità degli atti traslativi.

Immobile abusivo acquistato
Con la sentenza della Corte di Cassazione a Sezioni Unite, n.8230 del 22 marzo 2019, si pone fine al contrasto e vengono affermati i seguenti principi giuridici. L'atto tra vivi di trasferimento di un edificio abusivo è nullo solo se manca la menzione dei titoli abilitativi in base ai quali è stato costruito. Si sanziona con l'invalidità la mancata inclusione nell'atto degli estremi del titolo edilizio dell'immobile, titolo che deve realmente esistere in relazione a tale immobile.

Ne consegue che qualora nell'atto il venditore faccia dichiarazione degli estremi del titolo urbanistico, il contratto sarà valido e produttivo dei suoi effetti, anche in caso di difformità della costruzione rispetto al titolo citato. Perché? La motivazione a sostegno della decisione delle Sezioni Unite risiede nell'avvenuta informazione a favore dell'acquirente che, in caso di menzione, viene messo nella condizione di poter effettuare i dovuti accertamenti in merito all'irregolarità urbanistica dell'edificio. In questa fattispecie la nullità non è dovuta.

Cosa rischia chi acquista?
La demolizione del bene acquistato. Con la posizione assunta dai Giudici Supremi la circolazione dei beni viene dunque giuridicamente protetta mentre la tutela dell'abusivismo avverrà con la demolizione dell'edificio.

Venendo meno lo strumento della nullità dell'atto, in caso di mancata menzione del titolo, l'unica tutela in capo all'acquirente resta la risoluzione del contratto e il risarcimento del danno subito.

riproduzione riservata
Articolo: Acquisto di immobile abusivo: quando è nullo secondo la Cassazione
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 2 voti.

Acquisto di immobile abusivo: quando è nullo secondo la Cassazione: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
Notizie che trattano Acquisto di immobile abusivo: quando è nullo secondo la Cassazione che potrebbero interessarti

Condono edilizio 2017: i criteri per stabilire demolizione o condono

Leggi e Normative Tecniche - Condono edilizio: il Ddl Falanga in fase di approvazione, consentirebbe di stabilire nuovi criteri per decidere quando condonare e quando demolire un'immobile.

La legittimità edilizia degli edifici confinanti per le nuove costruzioni

Leggi e Normative Tecniche - Controllo da parte delle Pubblica Amministrazione della legittimità e della regolarità urbanistica degli edifici confinanti nelle ipotesi di nuove costruzioni

Anagrafe abusi edilizi: il mezzo per contrastare l'abusivismo in ambito edile

Leggi e Normative Tecniche - Pubblicato lo schema di decreto del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili che istituisce la Banca Dati Nazionale sull'Abusivismo Edilizio


Superbonus 110, spetta per un condominio difforme dal progetto originario e non sanabile?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - In presenza di un condominio difforme dal progetto originario, che non può essere sanato dal punto di vista urbanistico, il Superbonus 110% è fruibile, sì o no?

Superbonus 110%: è possibile la detrazione in caso di interventi abusivi?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Superbonus 110%: sì alla detrazione in caso di interventi abusivi purché siano sanabili. Abusi di piccole o medie entità e le differenze ai fini della detrazione

Condono edilizio: a quale punto della costruzione è possibile ottenerlo?

Leggi e Normative Tecniche - Secondo una recente sentenza della Cassazione, non è necessario che tutti i lavori edili siano terminati, ma sono sufficienti anche coperture e tamponature dei muri

Immobili abusivi: sanatoria solo se ultimati

Leggi e Normative Tecniche - Con la sentenza 05/02/2015 n. 554, il Consiglio di Stato ha sancito che la sanatoria per opere edilizie abusive possa essere concessa solo per immobili ultimati.

Stop alle demolizioni in Campania?

Normative - Il presidente del Consiglio ha annunciato ierii di aver pronto un provvedimento per bloccare temporaneamente le demolizioni degli edifici abusivi in Campania.

Compatibili Ecobonus e Bonus 50% per acquisto immobile ristrutturato?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'Agenzia delle Entrate considera compatibili le detrazioni fiscali degli incentivi dell'Ecobonus e del Bonus 50% per l'acquisto di un immobile ristrutturato?