Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Verifica dei fumi caldaia

News di Impianti
Verificare la funzionalità della nostra caldaia murale è un obbligo di legge, ma ogni quanti anni fare manutenzione ed analisi dei fumi?
Verifica dei fumi caldaia
Redazione Lavorincasa.it

Verifica dei fumi caldaiaIl decreto legislativo 192/2005, che disciplina i tempi e i modi delle verifiche degli impianti, stabilisce che per caldaie di potenza nominale del focolare maggiore o uguale a 35 kW, ad esempio quelli condominiali, i controlli vanno eseguiti almeno ogni anno, sia che si tratti di impianti alimentati a combustibile liquido o solido, sia che si tratti di impianti alimentati a gas (caldaia a gas, caldaia a condensazione).


Gli impianti con potenza inferiore a 35 kW, quelli autonomi di appartamenti, devono essere verificati ogni due anni, qualora la caldaia abbia un’anzianità di installazione superiore a otto anni e per gli impianti dotati di generatore di calore ad acqua calda a focolare aperto, non a tiraggio forzato, installati all’interno di locali abitati.


Se la caldaia è installata da meno di 8 anni, ma è non stagna e installata all’interno dell’abitazione, i controlli di efficienza termica vanno eseguiti ancora ogni due anni.


Per gli altri impianti con potenza, inferiore a 35kW, dunque, le caldaie con tiraggio forzato e quelle a focolare aperto situate non in locali abitati, il decreto sancisce l’obbligo di controllo ogni quattro anni.


Avremo quindi:


Controllo fumi (con annessa pulizia) ogni 4 anni: se la caldaia ha meno di 8 anni, ed è stagna oppure installata esternamente all’appartamento.


Controllo fumi (con annessa pulizia) ogni due anni: se la caldaia ha più di 8 anni ed è stagna oppure installata esternamente all’appartamento.


Per le caldaie con potenza uguale o inferiore a 35 KW, in genere le caldaie singole, la normativa prevede che sia effettuato:


•    Controllo e manutenzione ogni anno;
•    Verifica del rendimento di combustione ogni due anni (prova dei fumi).


Per le caldaie con potenza superiore a 35 kW, in genere quelle centralizzate, la normativa prevede:


•    Altro controllo, nVerifica dei fumi caldaiaormalmente a metà del periodo di riscaldamento, del solo rendimento di combustione;
•    Controllo bimestrale del consumo di acqua con lettura del contatore;
•    Controllo annuale, prima dell’accensione, del serbatoio di gasolio;
•    Un controllo interno e quindi più approfondito del serbatoio stesso, ogni cinque anni, smontando la caldaia stessa;
•    Pulizia della caldaia ogni volta che la temperatura dei fumi superi di 50 gradi centigradi quella rivelata a caldaia pulita;
•    Controllo bimestrale del rendimento di combustione percentuale con rilevamento dell’anidride carbonica prodotta per i combustibili gassosi (metano) e mediante l’indice Bacharach per i combustibili liquidi (gasolio).


Importante però è consultare con attenzione il libretto di manutenzione della caldaia, che potrebbe prevedere una manutenzione differente da quelli che sono gli obblighi legislativi.


Per quello che riguarda i costi, bisogna fare attenzione, infatti, una famiglia italiana paga mediamente per manutenzione ordinaria e controllo dei fumi 186 €.


Genova, è la città più cara, con una spesa ogni due anni di 262,30 €, seguita da Bari e Potenza con una spesa media pari 240,00€, Cagliari 230,00 € e Napoli 225,00 €.


 Le meno care sono, invece, Catanzaro 120,00 €, seguita da Ascoli Piceno e Benevento con una spesa di 135,00 €.


Da tenere sempre presente è che tutti i controlli vanno annotati, per gli impianti sotto i 35 KW, sul libretto d'impianto e per quelli di potenza superiore, sul libretto centrale.


Il responsabile deve compilare e conservare il libretto di impianto, una vera e propria carta di identità dell'impianto che contiene, oltre ai dati del proprietario, Verifica dei fumi caldaiadell'installatore e del responsabile della manutenzione, la descrizione dei principali elementi dell'impianto, delle operazioni di manutenzione, delle verifiche strumentali e dei controlli effettuati da parte degli Enti Locali.


Una volta eseguita la manutenzione, inoltre, il tecnico dovrà compilare un rapporto di controllo e manutenzione.


ATTENZIONE: libretto d'impianto caldaiaUna copia del rapporto deve essere conservata insieme al libretto d'impianto e costituisce parte integrante della documentazione da esibirsi in caso di controlli da parte degli enti preposti.

 

Per maggiori informazioni riguardanti il funzionamento, le tipologie ed indicazioni tecniche, fare riferimento all'articolo: Messa in opera della caldaia.

Articolo: Verifica dei fumi caldaia
Valutazione: 3.95 / 6 basato su 38 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
Commenta su Verifica dei fumi caldaia
Caratteri rimanenti
  • Lapogs69
    Martedì 7 Ottobre 2014, alle ore 10:33
    Risiedo in Toscana, e avendo subito il controllo da parte di Publicontrolli, vorrei chiarire che è necessario fare il controllo fumi (almeno) ogni due anni, e in tale occasione fare l'autocertificazione (il c.d.bollino). Se non si fa l'autocertificazione, è probabile subire il controllo di Publicontrolli, e pagare 90 euro, che non è una multa ma il costo del controllo. Per Publicontrolli, non è necessario fare il controllo annuale della caldaia.
    rispondi al commento
  • Stunk
    Mercoledì 1 Ottobre 2014, alle ore 15:38
    Buonasera, ho sostituito nel 2012 una caldaia collocata all'esterno della abitazione da 24kw. dal giorno successivo per motivi familiari la casa è rimasta disabitata. Non c'è stato il tempo di fare la prima accensione ed è rimasto tutto fermo dal 2012, documentabile dal contatore del gas e bollette. La casa è in vendita. Tra qualche giorno ho la visita di un tecnico facente parte di un organismo incaricato da comune. sono sanzionabile?
    rispondi al commento
  • Ing.granato
    Sabato 7 Settembre 2013, alle ore 10:16
    Per Maurizio: in genere si, poi dipende dall'ente locale.
    rispondi al commento
  • Ing.granato
    Lunedì 26 Novembre 2012, alle ore 15:14
    Per Farigna: per una nuova installazione va fatta la verifica fumi, analogamente il bollino è legato alla caldaia.
    rispondi al commento
  • Ing.granato
    Martedì 23 Ottobre 2012, alle ore 10:15
    Per Marino Airoldi: Si, verifica ogni 4 anni di default.
    rispondi al commento
  • Ing.granato
    Giovedì 18 Ottobre 2012, alle ore 10:20
    Per Paola: non si deve fare per tali apparecchi, occorrono comunque manutenzione e controlli periodici.
    rispondi al commento
Notizie che trattano Verifica dei fumi caldaia che potrebbero interessarti
Temperatura Fumo Caldaia

Temperatura Fumo Caldaia

Il sistema di scarico dei fumi delle caldaie costituisce parte integrante dell'impianto gas e richiede una specifica progettazione per potenze superiori ai 35 kW.
Messa in opera della caldaia

Messa in opera della caldaia

L'installazione della caldaia è un lavoro abbastanza complesso che deve essere fatto da personale qualificato che dovrà attenersi alle norme vigenti del territorio italiano.
Caldaia, Problemi Circolatori e Fumo

Caldaia, Problemi Circolatori e Fumo

Caratteristiche del circolatore di una caldaia, portata e prevalenza, determinanti ai fini del funzionamento e delle prestazioni di un impianto di riscaldamento.
Caldaie: IVA al 10% per la manutenzione periodica

Caldaie: IVA al 10% per la manutenzione periodica

La manutenzione periodica (annuale) delle caldaie e degli impianti di riscaldamento sia ad uso esclusivo o condominiale a prevalente destinazione abitativa privata, viene assoggettata all'IVA agevolata al 10%.
Blocco Caldaia

Blocco Caldaia

Il cattivo funzionamento di una caldaia si verifica quasi sempre quando si ha bisogno che funzioni, erogando acqua calda sanitaria o attivando il riscaldamento.
IMMOBILIARE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Vulcano termocamino vulcano 25-2 solo riscaldamento (fino a 150 mq)
      Vulcano termocamino vulcano 25-2...
      2.63
    • Gas scaldino scaldabagno a gas metano zefiro c11 lt. 11 ferroli camera aperta
      Gas scaldino scaldabagno a gas...
      134.16
    • Interfaccia per regolazione a distanza del riscaldamento MAX
      Interfaccia per regolazione a...
      50.72
    • Aeratore per riscaldamento airless
      Aeratore per riscaldamento airless...
      8.19
    • Impianto riscaldamento tradizionale
      Impianto riscaldamento tradizionale...
      10.00
    • Perdita impianto riscaldamento
      Perdita impianto riscaldamento...
      220.00
    • Gas scaldabagno scaldino a gas saunier duval opalia c11e camera aperta gpl metano
      Gas scaldabagno scaldino a gas...
      145.03
    • - stufa portatile a combustibile liquido kero
      - stufa portatile a combustibile...
      104.35
    • AEG RA 5588 Radiatore Olio 9 Elementi
      Aeg ra 5588 radiatore olio 9...
      56.33
    • AEG RA 5587 Radiatore Olio 7 Elementi
      Aeg ra 5587 radiatore olio 7...
      52.93
    • Klover termostufa a pellet diva
      Klover termostufa a pellet diva...
      3480.00
    • Impianto riscaldamento raffrescamento
      Impianto riscaldamento...
      98.00
    • Eva calor stufa a pellet 4 kw 100 m3 nero goffrato matilde - 901631500
      Eva calor stufa a pellet 4 kw 100...
      547.00
    • La nordica inserto a legna 60 ventilato potenza termica nominale 7 kw colore nero antracite
      La nordica inserto a legna 60...
      818.85
    • Steba Mirror 60 TH 6 Stufa elettrica da bagno per un riscaldamento veloce
      Steba mirror 60 th 6 stufa...
      91.80
    • Pannello di riscaldamento a raggi infrarossi semicircolare 250 W
      Pannello di riscaldamento a raggi...
      136.47
    • Riscaldamento a soffitto
      Riscaldamento a soffitto...
      113.00
    • Riscaldamento soffitto
      Riscaldamento soffitto...
      87.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Geosec
  • Sicurezzapoint
  • Murprotec
  • Casa.it
  • Officine Locati
  • Uretek
  • Casa.it
  • Faidatebook
  • Velux
  • WaterBarrier
  • Novatek
  • Zaccaria Monguzzi
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
CHIEDI PREVENTIVI DEL SETTORE: