Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Segnalazione Certificata Inizio Attività (SCIA)

News di Normative
La SCIA sostituisce la DIA e semplifica l'iter permettendo di realizzare i lavori dal giorno della presentazione al comune. Tempi, procedure e interventi.
Segnalazione Certificata Inizio Attività (SCIA)
Arch. Andrea Denza

Segnalazione certificata inizio attivitàla Legge 122/2010 ha modificato l’Art 19 della Legge 241/1990 (Nuove norme sul procedimento amministrativo) e sostituito la Denuncia Inizio Attività (DIA) con la Segnalazione Certificata Inizio Attività (SCIA).
L’intento del Legislatore è stato quello di semplificare l’apertura delle attività in qualsiasi settore, non solo quello edilizio, ma dopo due anni ancora sono diverse le interpretazioni ed i dubbi in materia.

La DIA era usata in edilizia per numerosi tipi di interventi tra cui la ristrutturazione di appartamenti, la demolizione e ricostruzione di edifici, il risanamento ed il consolidamento edilizio. Oggi alcuni di questi interventi possono essere effettuati con CILA (Comunicazione Inizio Lavori Asseverata) ed altri con SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività).

Prima di presentare all'ufficio tecnico la Segnalazione, il richiedente, supportato dal proprio tecnico, deve verificare la realizzabilità dell’intervento e acquisire i documenti necessari per la realizzazione dei lavori. Al momento della richiesta al Comune, il cittadino ed il tecnico, dovranno autocertificare la sussistenza di tutti i presupposti richiesti dalla Legge.

In linea generale si utilizza la SCIA per quegli interventi che prima necessitavano di DIA salvo la manutenzione straordinaria senza interventi strutturali per cui ora si utilizza la CILA.


Segnalazione Certificata Inizio Attività: interventi edilizi.


Architetto che disegna

E’ possibile utilizzare la SCIA per:

    • - Restauro e risanamento conservativo.

    • - Ristrutturazione edilizia leggera cioè senza modifiche del volume, della sagoma, dei prospetti o delle superfici e senza mutamento della destinazione d'uso.

    • - Manutenzione straordinaria con interventi strutturali, con aumento delle unità immobiliari e con incremento dei parametri urbanistici (nel caso in cui la manutenzione straordinaria non comprenda queste eccezioni  si ricade in attività edilizia libera e va utlizzata la CILA).



Ad esempio, si ricade in MS con interventi strutturali in caso di ristrutturazione interna di una casa con la demolizione di una parte del solaio o la modifica di una scala strutturale.

Ma la SCIA può essere utilizzata anche per numerosi altri interventi che dipendono da specifiche norme locali: realizzazione di parcheggi a raso e parcheggi pertinenziali, frazionamento di immobili, nuovi volumi per impianti tecnologici, arredo urbano, interventi di consolidamento statico di edifici storici, etc.


Quando la SCIA non sostituisce la DIA


Gli interventi che rimangono soggetti alla DIA sono generalmente quelli dove la DIA è onerosa (chiamata anche Superdia) cioè quando è previsto il pagamento di oneri concessori.

Ad esempio in caso di edifici costruiti con l’ausilio di piani urbanistici attuativi che danno indicazioni sulla volumetria e sulle dimensioni dell’immobile da costruire.




Presentazione della SCIA al comune


La SCIA va presentata all’ufficio tecnico del comune prima dell’inizio dei lavori. Molte amministrazioni utilizzano un sistema telematico che permette di inviare i documenti online.
Il Comune di Napoli è stato uno dei primi grandi comuni a permettere l’utilizzo di sistemi online per la presentazione di pratiche edilizie.
Soluzioni di questo tipo permettono un grande risparmio di tempo e denaro ai cittadini ed alle amministrazioni.


Inizio dei lavori


gruppo di tecnici che guardano un disegnoCome per la CIL, la SCIA permette di iniziare i lavori il giorno della presentazione al Comune. Tuttavia l’amministrazione ha a disposizione 60 giorni per verificare la regolarità della segnalazione ed, in caso di inadempienze, può provvedere all’interruzione dei lavori. Dopo questo lasso di tempo l'amministrazione può intervenire solo in caso di pericolo di danni per il patrimonio culturale e artistico, per la salute, l'ambiente e la sicurezza pubblica.
La SCIA deve essere completata dalle asseverazioni di un tecnico abilitato che assume maggiore responsabilità civile e penale rispetto alla DIA.


SCIA in sanatoria


La SCIA è utilizzata anche per sanare immobili irregolari tramite l’accertamento di conformità definito all’Art. 37 del Testo Unico dell’Edilizia. Con questo strumento si possono regolarizzare interventi che rispettano la doppia conformità. (Leggi: Dia in sanatoria)


Documenti da consegnare


La SCIA è composta da:



- modulistica dell’ufficio tecnico
- relazione tecnica di un professionista abilitato (architetto, ingegnere e, con alcune limitazioni, geometra o perito edile)
- elaborati grafici
- DURC
- prova del pagamento dei diritti di segreteria

Ma a seconda del tipo di intervento bisogna anche consegnare i nullaosta degli enti preposti o altri documenti asseverati da tecnici abilitati come:

- autorizzazione paesaggistica
- autorizzazione sismica del Genio Civile
- autorizzazione sanitaria della ASL
- relazione sul rispetto delle barriere architettoniche
- relazione energetica o certificazione energetica




Approfondimenti

C.I.L. (Comunicazione Inizio Lavori)
C.I.L.A. (Comunicazione Inizio Lavori Asseverata)
DIA (Denuncia inizio attività)
Permesso di Costruire

Articolo: Segnalazione Certificata Inizio Attività (SCIA)
Valutazione: 4.63 / 6 basato su 76 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 1
  • 1
Commenta su Segnalazione Certificata Inizio Attività (SCIA)
Caratteri rimanenti
  • Migliozzigiuseppe
    Mercoledì 1 Ottobre 2014, alle ore 11:43
    Il Comune ha approvato la DIA per la manutenzione straordinaria di interni e per la costruzione di un pergolato nell'area libera del fabbricato. Sono lavori in economia per cui vorrei sapere se posso provvedere in proprio alla realizzazione della pergola in legno con falda coperta da tegole, le cui parti possono essere consegnate in kit provvisto di documentazione tecnica.
    rispondi al commento
  • Maliocaciorgna
    Mercoledì 27 Agosto 2014, alle ore 19:10
    Cia, volevo avete delle delucidazioni.Ho ristrutturato casa da circa 6 anni ed ora vorreInstallare una stufa a pellet per mandare i termosifoni.Come posso muovermi per avere l'iva agevolata al 10Senza dover spendere soldi con tecnic.Dono obbligato ad aprire una scia??? Non devo fareLavori di muratura solo montare la stufaNaturalmente vorrei usufruire del bonum fiscale Per risafmio energetico del 50Grazie da subito per l'attenzione
    rispondi al commento
  • Maurorutto
    Giovedì 26 Giugno 2014, alle ore 09:52
    Buongiorno, avrei da porre questa domanda.SCIA: fusione di due alloggi uno al piano terra e uno al piano primo, varco nel solaio per collegamento interno, successivamente sarà accatastato come unico immobile. Il comune ora mi chiede di pagare il contributo di costruzione = 10.000?.Dato che fondendo aumento la superficie e cambio di classe!Ma la LR n.12 del 2005, e il DPR 380 del 2001, non dicono che nella fusione devo pagare costi!
    rispondi al commento
  • Danieledaddona
    Martedì 6 Maggio 2014, alle ore 21:25
    Salve vorrei informazioni sulle detrazioni fiscali ed IVA agevolata, ho acquistato una casa nuova da finire internamente (pavimenti, rivestimenti, caldaia, radiatori ed infissi), col geometra di fiducia è stata fatta una scia a continuazione dei lavori come da concessione edilizia precedente.Posso usufruire dell'IVA agevolata al 4%? Se si su tutti i materiali?Mi spettano detrazioni del 50% su cucina e lavori e 65 su infissi e caldaia?Grazie
    rispondi al commento
  • Liviob51
    Venerdì 25 Aprile 2014, alle ore 09:49
    Salve, ho acquisito una casa di due piani divisa in due unita' immobiliari. Ho previsto lavori di ristrutturazione completi con spostamento di alcune pareti, la unificazione delle due unita' immobiliari con una scala interna ed un parziale ampliamento del piano terra con la creazione di una veranda ed un garage. Essendo l'immobile in zona dichiarata a rischio idraulico devo produrre alcuni documenti particolari da allegare alla SCIA? Grazie
    rispondi al commento
  • Caterina14
    Giovedì 10 Aprile 2014, alle ore 22:23
    Sostituendo gli infissi con altri con trasmittanza richiesta posso ottenere detrazione 50%.e usufruire del bonus mobili? serve una pratica edilizia o comunicazione al comune?Si detraggono al 50% anche i lavori del muratore per rifare le soglie e l?intonaco intorno alle finestre, e la tinteggiatura successiva?Per sostituire la porta della cantinola, pertinenza accatastata separatamente, c?è detrazione 50%per manutenzione straordinaria? Grazie
    rispondi al commento
  • Annad82
    Venerdì 4 Aprile 2014, alle ore 22:44
    Buongiorno, vorrei sapere se l'integrazione dell'impianto elettrico con la modifica di alcuni punti luce rientra nella manutenzione ordinaria o straordinaria e se è agevolabile al 50% (ex 36%) o meno.occorre presentare qualche autorizzazione amministrativa?nel caso di rifacimento completo dell'impianto con rilascio di un nuovo certificato di conformità come mi dovrei comportare?
    rispondi al commento
  • Bubuone
    Venerdì 4 Aprile 2014, alle ore 12:57
    Buongiorno, vorrei ristrutturare un appartamento senza toccare muri o porte solo pavimenti, finitura pareti, ecc, per la parte edilizia. Per gli impianti vorrei sostituire quello elettrico e riscaldamento. Posso fare solo una comunicazione al comune o devo fare una SCIA?
    rispondi al commento
  • Giacomo.perna.16
    Sabato 8 Marzo 2014, alle ore 19:02
    Buonasera, La prego di aiutarmi. Ho firmato un preliminare per l'acquisto della casa, regolarmente registrato. Il rogito sarà stipulato nel mese di maggio. Vorrei fare i lavori di ristrutturazione subito, i quali comprendono rifacimento impianto elettrico ed idraulico, abbattimento e ricostruzione diverse tramezze, creazione secondo bagno. Si deve presentare la SCIA ? E chi la deve presentare nel mio caso, per non perdere i benefici fiscali ?
    rispondi al commento
    • Pasquale Giacomo.perna.16
      Giovedì 13 Marzo 2014, alle ore 09:45
      Il provvedimento idonea la Suo caso è la CILA e può beneficiare delle detrazioni fiscali. La richiesta al comune va fatta a nome Suo, allegando la copia del compromesso registrato, con l'approvazione e l'accettazione con firma, da parte del venditore. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Marco.marcelletti.1
    Giovedì 27 Febbraio 2014, alle ore 15:12
    Il fatto di non avere avuto ancora l'abitabilità non preclude quindi i benifici fiscali? Qualcuno mi ha detto che non essendo stata mai abitata viene considerata la fusione e le ristrutturazioni come variante e quindi non beneficiabile fiscalmente come bonus ristrutturazione.
    rispondi al commento
    • Pasquale Marco.marcelletti.1
      Lunedì 3 Marzo 2014, alle ore 19:35
      Che i locali non siano mai stati abitati non rappresentano nessun vincolo. L'importante è che al comune sia stata depositata l'ultimazione dei lavori con conseguente regolare esecuzione (conformità urbanistica), le certificazioni impiantistiche e l'accatastamento. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • An.spinello
    Martedì 25 Febbraio 2014, alle ore 12:52
    Buongiorno,sono il locatore di un'immobile che ho affittato ad un conduttore. Questi ha presentato una scia per ristrutturazione senza che io abbia dato il consenso.Mi sono accorto per caso che il conduttore aveva presentato questa Scia al comune. Il conduttore ha dichiarato di essere il proprietario dell'immobile ed il comune non ha provveduto ad effettuare i controlli.Come posso fare per risolvere la cosa?
    rispondi al commento
    • Pasquale An.spinello
      Giovedì 27 Febbraio 2014, alle ore 10:55
      Innanzitutto, in qualità di proprietario, deve inviare una raccomandata di diffida al comune e chiedere la revoca del provvedimento in corso. Contestualmente va denunciato sia il conduttore che il tecnico incaricato per la redazione della SCIA nelle modalità previste dalla legge per il caso di specie. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Marco.marcelletti.1
    Sabato 22 Febbraio 2014, alle ore 09:35
    Salve, ho acquistato due nuovi locali ad aprile 2013 accatastati ma che ancora non è stata richiesta l'abitabilità. Già al rogito notarile è stata comunicata l'intenzione della fusione dei due appartamenti beneficiando dell'acquisto prima casa. Ora voglio effettivamente fare la fusione abbattendo il muro divisorio e abbattere dei tramezzi per unire cucina e salotto e creare un open space. devo fare scia? Usufruisco dei bonus fiscali?
    rispondi al commento
    • Pasquale Marco.marcelletti.1
      Lunedì 24 Febbraio 2014, alle ore 09:31
      Il provvedimento da presentare in comune, per la fusione delle due unità immobiliari, è la SCIA. I lavori conseguenti sono tutti fiscalmente detraibili. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Marco.marcelletti.1 Pasquale
        Martedì 25 Febbraio 2014, alle ore 15:43
        Il fatto di non avere avuto ancora l'abitabilità non preclude quindi i benifici fiscali? Qualcuno mi ha detto che non essendo stata mai abitata viene considerata la fusione e le ristrutturazioni come variante e quindi non beneficiabile fiscalmente come bonus ristrutturazione.
        rispondi al commento
  • Luca.attanasio.9
    Giovedì 20 Febbraio 2014, alle ore 18:40
    Salve, sto prendendo un bar a Roma, e la commercialista mi ha detto che tramite un architetto o un geometra, devo fare la SCIA online. Qualcuno mi sa dire a quanto si aggira il prezzo per una SCIA online appunto? Premetto che non ci sono lavori da fare nel bar, e la piantina catastale riflette fedelmente le misure del bar. Grazie per l'attenzione
    rispondi al commento
    • Pasquale Luca.attanasio.9
      Venerdì 21 Febbraio 2014, alle ore 12:33
      La Scia va presentata nel caso in cui il locale è oggetto di lavori di ristrutturazione. L'onorario per questa prestazione professionale varia dalla complessità del progetto e dell'entità delle opere a farsi. Comunque il costo medio va dai 1.200 ai 1.500 euro. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Luca.attanasio.9 Pasquale
        Sabato 22 Febbraio 2014, alle ore 09:42
        Grazie per l'informazione Pasquale. Buon week end
        rispondi al commento
  • Dandem781
    Giovedì 13 Febbraio 2014, alle ore 08:27
    Salve,abito al secondo è ultimo piano di una piccola palazzina. A causa di infiltrazioni di acqua dal lastrico solare, consigliato da un tecnico, ho deciso di stendere 2 strati di guaina sopra l'attuale pavimentazione. C'è necessita di presentare una SCIA per questo tipo di lavoro?
    rispondi al commento
    • Pasquale Dandem781
      Martedì 18 Febbraio 2014, alle ore 09:56
      No! Sono lavori di Edilizia Libera e non necessitano di alcun tipo di provvedimento. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Francesconeg
    Mercoledì 12 Febbraio 2014, alle ore 15:00
    Buongiorno, dovrei ristrutturare completamente un appartamento a Padova, dovendo rifare tutti gli impianti, posa dei pavimenti, serramenti, tapparelle, bagni, porte, porta blindata, abbattere un muro non portante, fare impianto di condizionamento.cosa devo aprire per avviare i lavori?saranno tutti conteggiati negli incentivi per ristrutturazione/riqualifica energetica?grazie mille
    rispondi al commento
    • Pasquale Francesconeg
      Martedì 18 Febbraio 2014, alle ore 09:54
      Il provvedimento indicato per il Suo caso è la Cila. Riguardo alle agevolazioni fiscali, può portare in detrazione tutti i lavori. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Mauomele
    Venerdì 7 Febbraio 2014, alle ore 18:48
    Salve, vorrei sostituire i miei vecchi infissi con altri aventi identica partizione ma non colorazione. Preciso che abito in zona storico ove sono presenti dei vincoli. Pur attenendomi alle disposizioni dei materiali e colorazioni, mi è fatto obbligo di presentare una richiesta di autorizzazione alla tutela del paesaggio, con tempi particolarmente lunghi. In cosa incorro se dovessi sostituire gli infissi senza tale autorizzazione?
    rispondi al commento
    • Pasquale Mauomele
      Mercoledì 12 Febbraio 2014, alle ore 09:17
      Purtroppo la lungaggine burocratica appartiene proprio al Suo caso. Un ipotesi da vagliare in comune potrebbe essere una certificazione asseverata da parte di un tecnico di Sua fiducia per accelerare la tempistica. L'ultima cosa da fare è quella da Lei prospettata nella domanda, perchè incorrerebbe nella violazione delle norme urbanistiche con doppia procedura civile-amministrativa e penale, con conseguenze imprevedibili. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Aby73
    Giovedì 6 Febbraio 2014, alle ore 20:13
    Buonasera, devo ristrutturare completamente un appartamento a Milano. Devo rifare l'impianto elettrico, gas, sanitario, riscaldamento, demolire dei muri interni e ricostruirli, montare nuove porte e nuovi infissi, impianto di condizionamento e tapparelle. Cosa devo aprire? SCIA o CILA? Non sono ancora proprietario pur avendo fatto un compromesso registrato all'Agenzia delle Entrate. Posso far i bonifici speciali e chiedere le detrazioni? Grazie
    rispondi al commento
    • Pasquale Aby73
      Venerdì 7 Febbraio 2014, alle ore 16:21
      Quelli da Lei elencati sono tutti lavori di manutenzione straordinaria e quindi fiscalmente detraibili. Il provvedimento appropriato a questi tipi di opere da presentare in comune è la Cila che, allo stato, deve essere sottoscritta (per accettazione) anche da Suo venditore. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Berserk79
    Mercoledì 5 Febbraio 2014, alle ore 11:02
    Buongiorno,vorrei ristrutturare il piano terra di casa, cambiando destinazione d'uso da cantina/garage a residenziale, con costruzione nuovi tramezzi, posa pavimenti, ampliamento finestre per raggiungere metratura minima, installazione nuovi serramenti e impianti. Posso richiedere agevolazioni fiscali se c'è cambio destinazione d'uso? Per una ristrutturazione parziale (solo un piano) va fatta certificazione energetica?Grazie!
    rispondi al commento
    • Pasquale Berserk79
      Giovedì 6 Febbraio 2014, alle ore 18:33
      Nel Suo caso il provvedimento idoneo da presentatre al comune è la Scia. La creazione di una nuova unità a destinazione residenziale attraverso il cambio di destinazione d'uso, è obbligatorio ottemperare alle norme in materia di contenimento energetico. I lavori sono tutti fiscalmente detraibili. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Marco.lostuzzi@gmail.com
    Venerdì 31 Gennaio 2014, alle ore 12:08
    Buon giorno, sto ristrutturando un appartamento, costruendo un muro divisorio in cartongesso con porta scorrevole in cucina per creare una dispensa, ripiastrellare la cucina con sovrapposizione di piastrelle nuove, cappotto interno con lastre isolante/cartongesso e sostituzione placche elettriche cambiando anche la scatola a muro. Ovviamente vorrei usufruire delle agevolazioni fiscali. Cosa devo fare? Scia? I lavori li faccio da me, grazie molte
    rispondi al commento
    • Pasquale Marco.lostuzzi@gmail.com
      Lunedì 3 Febbraio 2014, alle ore 08:54
      Nel Suo caso il provvedidimento indicato è la Cila. Riguardo alle agevolazioni fiscali, può detrarre solo le forniture di beni finiti (esempio la porta scorrevole) tutto il resto (cartongesso, piastrelle, ecc.) si può portare in detrazione se "accompagnate" dalla posa e quindi della manodopera. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Pirgopolinice
    Venerdì 24 Gennaio 2014, alle ore 22:42
    Devo ristrutturare i due bagni (comprese le tubature ma senza variazioni strutturali o di mura). per usufruire dell'agevolazione del 50% (+ bonus arredo) cosa devo fare? CIL o SCIA? e la comunicazione all'ASL devo farla? intervengono 2 o 3 dittegrazie molte!!
    rispondi al commento
    • Pasquale Pirgopolinice
      Mercoledì 29 Gennaio 2014, alle ore 19:30
      Basta presentare una semplice comunicazione in carta libera al Suo comune e dare inizio ai lavori. Per i bonus mobili l'importo non può eccedere la spesa sostenuta per le opere ristrutturate e comunque non oltre i 10mila euro. La comunicazione all'Asl non va fatta se sono ditte individuali. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Pirgopolinice Pasquale
        Mercoledì 29 Gennaio 2014, alle ore 20:22
        Grazie! Altri due chiarimenti, le ditte dovrebbero essere entrambe SRL quindi devo farla?Poi per quanto riguarda CIL o SCIA, ma il Comune può decidere di chiedermi la SCIA? Cioè la scelta di obbligare il proprietario a presentare questo documento può essere demandata al Comune, o comunque alla norma regionale? Grazie ancora
        rispondi al commento
        • Pasquale Pirgopolinice
          Venerdì 31 Gennaio 2014, alle ore 09:03
          Sì, è esatta la Sua interpretazione. Per la parte legata alle autorizzazioni, non ci sono dubbi: trattasi di Edilizia Libera quindi sono lavori eseguibili con una semplice Cil. La Scia va presentata solo nei casi di edilizia "pesante" cioè che riguardano parti strutturali, interventi in facciata e zone con vincoli. Non è il Suo caso! Cordiali saluti.
          rispondi al commento
  • Spsrsr
    Mercoledì 22 Gennaio 2014, alle ore 16:54
    Buonasera Dott. Pasquale. Ho installato un infisso est. modificando materiale (da alluminio a pvc) e tipologia (Wasistas) il tutto senza alcuna Scia, senza modifica di partizioni e colore. E' un intervento di man. straor.? L'iva in fattura è al 10% fino alla concorrenza del bene? Posso usufruire della detrazione al 50% e del bonus arredi anche senza SCIA? Grazie. Ho assolutamente bisogno di una risposta che nessuno è in grado di darmi.
    rispondi al commento
    • Pasquale Spsrsr
      Venerdì 24 Gennaio 2014, alle ore 10:59
      L'intervento da Lei eseguito è di manutenzione straordinaria. Ha la facoltà di beneficiare delle detrazioni fiscali con l'applicazione sulla fatturazione dell'iva ridotta al 10%. Per quanto attiene al bunus mobili, Le spetta un importo non oltre il limite della spesa sostenuta per la sostituzione degli infissi. Riguardo alla documentazione tecnica, Le consiglio di fare una autocertificazione sul tipo di lavoro e sul periodo. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Tevere
    Giovedì 16 Gennaio 2014, alle ore 09:16
    Buongiorno, devo installare una canna fumaria che non altera il prospetto (facciata) del palazzo ma fuoriesce dal lastrico solare (io mio appartamento è immediatamente sotto il lastrico. Volevo sapere se è necessaria la SCIA o se è sufficinte una comunicazione di inizio lavori in carta libera.Grazie
    rispondi al commento
    • Pasquale Tevere
      Venerdì 17 Gennaio 2014, alle ore 08:34
      Per la realizzazione di una nuova canna fumaria è necessaria l'asseverazione di un professionista abilitato che deve ottemperare alle norme in materia di sicurezza e di distanze. Va presentata la SCIA.Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Pasquale
    Lunedì 13 Gennaio 2014, alle ore 12:31
    Per le opere che intende eseguire, va presentata al comune una semplice comunicazione in carta libera. Riguardo alla fatturazione nessun problema. Va chiarito che se sono ditte individuali non necessita di alcuna notifica all'Asl. Per i restanti lavori sono di ordinaria manutenzione e non rientrano tra quelli ammessi in detrazione.
    rispondi al commento
  • Pasquale
    Sabato 4 Gennaio 2014, alle ore 11:43
    La Scia è il provvedimento urbanistico più idoneo che fa al Suo caso.
    Cordiali saluti.
    rispondi al commento
  • Matteo1974
    Sabato 21 Dicembre 2013, alle ore 12:36
    Salve, vorrei sapere a fronte di una spesa di circa 40.000 euro, quale la cifra che andrei effettivamente a recuperare in sede dichiarazione dei redditi nei prossimi 10 anni.
    Inoltre per beneficiare della SCIA basta -come sostengono in molti- presentare documentazione dei pagamenti, o è obbligatorio l'iter ufficio tecnico, perito, modulistica varia?
    Un utente MOLTO confuso.
    rispondi al commento
  • Pasquale
    Venerdì 13 Dicembre 2013, alle ore 11:15
    L'unica possibilità, se il l'U.T.C. recepisce tale atto, è una certificazione asseverata da parte del tecnico redattore della SCIA sul nulla-osta favorevole da parte dell'Ente preposto al vincolo.
    Cordiali saluti.
    rispondi al commento
  • Pasquale
    Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 11:44
    Nel Suo caso il provvedimento amministrativo da presentare al comune è una CILA.
    Questa procedura lascia poco spazio per l'esecuzione di lavori in economia.
    Al tal riguardo è opportuno verificare all'Ufficio Tecnico comunale questa fattibilità.
    Cordiali saluti.
    rispondi al commento
  • Pasquale
    Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 11:38
    Le risposte ai quesiti da Lei posti le può trovare nella Guida dell'Agenzia delle Entrate (agg. Ottobre 2013) a pag. 21, lettera B, per quanto attiene ai materiali. Nella stessa Guida a pag. 9 e 10 trova le indicazioni per le spese tecnico-amministrative.
    Cordiali saluti.
    rispondi al commento
  • Pasquale
    Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 11:15
    Nel Suo caso la Scia è il provvedimento da presentare al comune per eseguire la modifica indicata.
    Cordiali saluti.
    rispondi al commento
  • Marcomarcomarco
    Giovedì 31 Ottobre 2013, alle ore 02:09
    Salve, l'installazione di una cassaforte a muro è citata al punto H, pagina 8, della circolare esplicativa Agenzia Entrate sul bonus ristrutturazioni come intervento incentivabile al 50%.
    Quello che la normativa non dice e la circolare non chiarisce è se questo tipo di intervento richieda la CILA, oppure la SCIA, oppure se sia sufficiente la dichiarazione sostitutiva di atto notorio.
    Qual è la vostra indicazione?
    Grazie e saluti.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 19 Febbraio 2013, alle ore 10:18
    Per Comune Apice: mi sembra che sia lei ad essere un po' confuso.
    L'arch. Denza ha spiegato molto bene in quali casi la Scia sostituisce la Dia e in quali questo titolo continua ad essere in vigore.
    Le consiglio di leggersi anche quest'altro articolo.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 18 Febbraio 2013, alle ore 09:49
    Per Giuseppe Marchesi: sì.
    rispondi al commento
Notizie che trattano Segnalazione Certificata Inizio Attività (SCIA) che potrebbero interessarti
Pratiche edilizie

Pratiche edilizie

In questo articolo illustriamo quali sono le pratiche necessarie a seconda degli interventi edilizi, rimandandovi a ciascun articolo specifico per maggiori dettagli.
Modello Standard per Scia e Permesso di Costruire

Modello Standard per Scia e Permesso di Costruire

Con la pubblicazione in G.U. del Decreto Semplificazioni, entra in vigore il modello unico per Permesso di Costruire e Segnalazione Certificata di Inizio Attività.
Scia: circolare di chiarimento

Scia: circolare di chiarimento

Con la circolare del 16 settembre 2010 il Ministero per la semplificazione normativa conferma l'applicabilità  della Scia in edilizia.
Opere edili

Opere edili

La differenza tra opere da eseguirsi liberamente e altre che necessitano di autorizzazione, è che si tratti di manutenzione ordinaria o manutenzione straordinaria.
Decreto Semplificazioni ed edilizia

Decreto Semplificazioni ed edilizia

Il Decreto Semplificazioni contiene una serie di misure finalizzate a rendere sempre più snelle le procedure burocratiche, tra cui alcune che riguardano l?edilizia.
IMMOBILIARE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Rover pompe elettropompa novax d.20
      Rover pompe elettropompa novax d.20...
      78.00
    • Termoimpianti
      Termoimpianti...
      1.00
    • Contratti manutenzione
      Contratti manutenzione...
      110.00
    • Manutenzione giardini
      Manutenzione giardini...
      15.00
    • Zincante spray
      Zincante spray...
      11.00
    • Askoll pratiko 100 new generation
      Askoll pratiko 100 new generation...
      88.45
    • Silicone spray
      Silicone spray...
      8.00
    • Scaldacqua fluendo ff 11 lt
      Scaldacqua fluendo ff 11 lt...
      388.25
    • Sbloccante spray
      Sbloccante spray...
      8.00
    • Casetta in metallo
      Casetta in metallo...
      420.00
    • Ristrutturazione totale fabbricati salerno
      Ristrutturazione totale fabbricati...
      77.00
    • Scaldacqua fluendo ff 14 lt
      Scaldacqua fluendo ff 14 lt...
      469.14
    • Capitolato d'appalto per opere condominiali
      Capitolato d'appalto per opere...
      300.00
    • Cartella linea due
      Cartella linea due...
      9.00
    • Pratiche comunali d.i.a.
      Pratiche comunali d.i.a.
      600.00
    • Kit accessori di manutenzione askoll
      Kit accessori di manutenzione...
      53.07
    • Casetta in metallo
      Casetta in metallo...
      320.00
    • Manutenzione antifurto milano
      Manutenzione antifurto milano...
      50.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Geosec
  • Novatek
  • Zaccaria Monguzzi
  • Murprotec
  • WaterBarrier
  • Officine Locati
  • Uretek
  • Casa.it
  • Sicurezzapoint
  • Velux
  • Faidatebook
  • Casa.it
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
CHIEDI PREVENTIVI DEL SETTORE: