Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Scarico a tetto e scarico a parete

News di Impianti
La realizzazione di uno scarico fumi per le caldaie installate nelle abitazioni è un obbligo normativo che attiene al raggiungimento di condizioni di sicurezza .
Scarico a tetto e scarico a parete
Ing. Vincenzo Granato

La maggior parte delle caldaie installate nelle nostre case è dotata dello scarico dei fumi della combustione a parete.

Premesso che lo scarico dei fumi della combustione di una caldaia è regolamScarico fumi caldaiaentato dalle norme sugli impianti gas, in genere si parla di scarichi singoli o scarichi in canne fumarie collettive. Per gli scarichi singoli, fino a pochi anni fa le norme ne permettevano la realizzazione a parete, ossia la terminazione del condotto fumi della caldaia immediatamente sopra di essa se posta all?esterno di un edificio, o sulla facciata esterna della parete se posta all'interno dell'edificio.

Le stesse norme davano precise indicazioni in termini di distanze da rispettare nei casi in cui, in prossimità degli scarichi, e precisamente al di sopra degli stessi c'erano dei balconi o delle sporgenze di altre abitazioni.

La norma di riferimento per gli impianti gas attualmente è la norma UNICIG 7129/08 che espressamente descrive come gli scarichi delle caldaie devono essere portati a tetto, nei casi di nuove installazioni o di sostituzioni, indicando anche alcuni casi particolari quali sono quelli dei centri storici o delle sostituzioni di caldaie a camera aperta.


Caso di sostituzione di vecchie caldaie


Le caldaie a camera aperta sono quelle nelle quali è possibile veder la fiamma che brucia il gas attualmente soppiantate dalle caldaie a camera stagna e tiraggio forzato, sinteticamente dette di tipo C.

Una situazione particolare che si può creare quando si sostituisce una vecchia caldaia, è quella nella quale lo scarico della vecchia caldaia è stato realizzato a parete, così come permettevano le norme vigenti in materia all'atto dell'installazione della caldaia, molto probabilmente più di una decina di anni fa. Certe condizioni non sono più realizzabili attualmente installando una nuova caldaia, perchè è obbligo normativo la realizzazione dello scarico dei fumi della combustione a tetto.

La situazione può diventare ancora più complessa se si sta facendo riferimento ad una caldaia installata su di un balcone chiuso su cinque lati, ossia delimitato lateralmente e chiuso anche dal solaio di copertura oltre che dal pavimento. Tale condizione può presentarsi in molte case appartenenti ad edifici di più piani. In tale caso la norma vieta lo scarico a parete, perchè quest'ultimo produce un accumulo dei prodotti della combustione sotto il soffitto del balcone chiuso su cinque lati.

Caldaia modernaLa soluzione prospettata dal stessa UNICIG 7129/08 è quella che vede la realizzazione dello scarico oltre la soletta del balcone, nel rispetto delle misure previste dalla stessa norma e verificandole in casistiche particolari quali possono essere quelle dell'eventuale parapetto aperto o chiuso. Il percorso dei fumi deve essere pari a 2 metri misurati dal punto finale del terminale di fumi al punto di sbocco del perimetro esterno del balcone.

La validità di tale soluzione indicata dalla norma è subordinata all'utilizzo di apparecchi dotati di ventilazione meccanica per i fumi della combustione. Inoltre la distanza dei terminali dei sistemi di scarico delle caldaie deve essere non inferiore a 500 millimetri dai materiali sensibili all'azione dei prodotti della combustione.

Tali prodotti possono essere grondaie, pluviali, rivestimenti in legno o altri materiali. L'impatto estetico di tale soluzione può risultare drammatico e come è facilmente immaginabile, nei casi di un condominio, mettere a repentaglio la tranquillità dei rapporti tra i condomini. L'unica alternativa nel rispetto delle norme e leggi vigenti in materia è la realizzazione di una canna fumaria collettiva che farà parte dell'impianto gas condominiale.

Articolo: Scarico a tetto e scarico a parete
Valutazione: 3.95 / 6 basato su 84 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
Commenta su Scarico a tetto e scarico a parete
Caratteri rimanenti
  • Capitantremo
    Giovedì 6 Marzo 2014, alle ore 11:56
    Ing. Granato buongiorno, sono proprietario di una villetta a schiera condominiale. Ho una caldaia a tiraggio forzato installata sul terrazzo con scarico in facciata. Caldaia installata nel 2002. L'assemblea condominiale ha deliberato l'adeguamento degli scarichi a tetto con installazione di canne singole. Posso mantenere il mio impianto attuale visto che l'ho installato prima del 31/08/2013 ? La ringrazio per la risposta se vorrà darmela.
    rispondi al commento
  • Nicola.nigri.10
    Sabato 8 Febbraio 2014, alle ore 11:56
    Salve. Nella casa che ho acquistato nel 2007, ho trovato una caldaia che ormai ha 20 anni e scarica a parete. I vicini si lamentano dell'odore di gas, ma il tecnico quando è venuto a fare il controllo annuale, mi ha detto che lo scarico è alla giusta distanza e che non dovevo prepoccuparmi. Oggi il vicino mi ha ricorda che è uscita una nuova normativa e che dovrei sobbarcarmi l'impresa di fare uno scarico sul tetto. Come mi comporto? Grazie
    rispondi al commento
  • Antonio
    Domenica 29 Dicembre 2013, alle ore 08:56
    Alla famiglia che abita sopra di me al primo piano, e stata installata una caldaia a condensazione sul balcone all'interno della veranda che scarica sotto la parte sporgente del tetto.
    Domanda: e lecito che scarichi il vapore in tale modo?
    rispondi al commento
  • Roky1957
    Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 10:32
    Salve, abito al 3° piano di una palazzina di 7 piani.
    Attualmente ho una caldaia a tiraggio naturale che scarica in una canna fumaria collettiva (non ramificata).
    Ed ecco la domanda: posso installare una caldaia a condensazione a basso emissione di NOx (4 stelle) scaricando i fumi nella canna fumaria collettiva, oppure devo installare una caldaia come quella preesistente (a tiraggio naturale)?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Mauro
    Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 15:44
    Dovendo eseguire la vori di risanamento con tecnologia furanflex nella canna fumaria che serve 3 appart.ti dove io vivo a piano terra, ci è stato detto che non sarà più possibile rimettere in funzione le vecchie caldaie (ho una Beretta da esterno del 2007).
    Perchè non è possibile questo?
    E se io la rimettessi comunque in funzione, basterebbe non avere problemi di tiraggio e basta?
    rispondi al commento
  • Luca
    Venerdì 22 Novembre 2013, alle ore 11:25
    Buon giorno, abito al primo piano di un condominio di tre.
    Voglio cambiare lo scaldabagno elettrico con un Ariston next outdoor installazione esterna a gas istantaneo a camera aperta a tiraggio forzato che fra le caratteristiche non necessita di scarico a tetto e non è soggetto alle limitazioni previste dal D. Lgs 192/05.
    E' vero che non serve apparato scarico fumi per questo tipo di scaldabagno?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Fabio
    Martedì 8 Ottobre 2013, alle ore 22:49
    Buongiorno, abito al piano terra di un condominio di 3 piani.
    Ho una caldaia a c.stagna con scarico a balcone.
    Vorrei sostituirla con una a condensazione oppure tradizionale.
    Ci possono essere deroghe all'obbligo di far correre un tubo a tetto per gli scarichi.
    Questo sarebbe a vista nella facciata di ingresso in condominio e non so se i condomini interessati da questo tubo mi consentiranno il passaggio.
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Carlini Bartolomeo
    Giovedì 3 Ottobre 2013, alle ore 16:46
    Devo fare installare una caldaia all'interno dell'appartamento, la caldaia è del tipo a camera stagna - condensazione a 5 stelle, avendo sopra il super attico, circondato sui tre lati da terrazzo per evitare il passaggio della canna fumaria davanti alla sua proprietà.
    Chiedevo se non era possibile andare in deroga ed eseguire uno scarico a parete.
    rispondi al commento
    • Ing.granato Carlini Bartolomeo
      Venerdì 4 Ottobre 2013, alle ore 12:11
      Condensazione e basse emissioni di nox possono scaricare a parete.
      Le stelle non contano piú.
      rispondi al commento
  • Stefano
    Mercoledì 25 Settembre 2013, alle ore 20:01
    Ho una caldaia sul balcone.
    L'inquilino di sopra lamenta odori sgradevoli.
    A meno di mezzo metro all'interno dell'abitazione ho una canna fumaria di eternit, l'inquilino vuole per forza che entri in casa per scaricare i fumi.
    Circa 30 anni fa la caldaia era posizionata dentro l'abitazione scaricando nella canna fumaria.
    Ora mettendola sul balcone lo scarico è a parete.
    Posso entrare in casa a scaricare i fumi nella canna fumaria in eternit?
    rispondi al commento
    • Manuela Stefano
      Martedì 29 Ottobre 2013, alle ore 07:58
      Ho quasi lo stesso problema, unica differenza che ho acquistato una casa chiusa da 10 anni con canna fumaria in eternit e vorrei mettere una caldaia a condensazione esterna sul balcone, ma mi hanno detto che non posso.
      Cosa posso fare?
      A te cosa hanno detto?
      rispondi al commento
  • Giuseppe
    Lunedì 23 Settembre 2013, alle ore 11:45
    Ho una abitazione singola dove l'impianto termico era esistente.
    In fase di ristrutturazione ho installato un nuova caldaia a condensazione con scarico a parete (permesso dal 19/12/2012 al 31/09/2013).
    Ora non è più possibile?
    Oppure trattandososi di impianto esistente, caldaia acquistata il 29/12.
    Come posso dimostrare la preesistenza al 31/08?
    Grazie.
    Resta impossibile a lavori ultimati portare lo scarico a tetto.
    rispondi al commento
  • Danilo
    Sabato 14 Settembre 2013, alle ore 14:25
    Buongiorno, sto al 3 piano di un palazzo di 7.
    Ho una caldaia di tipo C che scarica in una canna fumaria collettiva ramificata (CCR) in cui scaricano condomini con caldaie di tipo B.
    Il Comune, a seguito di controllo, dice che non va bene e che devo mettermi in regola.
    La caldaia è del 2009.
    Posso scaricare a parete?
    Sennò quali altri possibilità ho per mettermi in regola?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Adriana
    Giovedì 12 Settembre 2013, alle ore 09:44
    Buongiorno, vorrei provi un quesito: ho un appartamento affittato nel quale l'Inquilino ha installato una stufa in cucina collegando il tubo di scarico, fumi al camino non idoneo per l'uso in quanto è il camino per la presa d'aria della cucina, faccio presente che sotto c'è un'altro proprietario che ha collegato un motorino d'aspirazione e si è bruciato a causa della fuliggine caduta, inoltre viene bruciata legna non pulita ma sporca.
    rispondi al commento
  • Angelo
    Lunedì 2 Settembre 2013, alle ore 15:40
    Buongiorno, per prima cosa vorrei complimentarmi per questo utilissimo forum e per la completezza delle risposte fornite.
    Mi accingo a restaurare una vecchia casa di Milano e vorrei sostituire lo scaldabagno elettrico (il boiler da 50litri) con uno scalda acqua metano.
    Posto che metterei uno con Tipologia c.d. TURBO, lo scarico dei fumi devo per forza farlo nella canna fumaria o potrei farlo anche a parete.
    Grazie, saluti.
    rispondi al commento
    • Ing.granato Angelo
      Mercoledì 4 Settembre 2013, alle ore 11:03
      Per Angelo: nella canna fumaria a meno di ostacoli insormontabili, verifichi se ci sono eccezioni nel condominio o deroghe dell 'ufficio tecnico locale.
      rispondi al commento
  • Pcociani
    Giovedì 29 Agosto 2013, alle ore 20:32
    Vecchia Caldaia a camera stagna, tubo di scarico concentrico.
    Scarico attraverso comignolo/aspirazione in soffitta.
    Per nuova installazione posso ancora utilizzarli per scaricare attraverso il comignolo e aspirazione in soffitta?
    rispondi al commento
    • Ing.granato Pcociani
      Venerdì 30 Agosto 2013, alle ore 10:56
      Per Pcociani: può utilizzare il percorso molto probabilmente non può utilizzare i tubi se ad esempio prende una caldaia a condensazione (tubi in plastica).
      Verifichi poi la dichiarazione di conformità che le rilasciano.
      rispondi al commento
  • Riccardo
    Lunedì 19 Agosto 2013, alle ore 14:37
    Buongiorno, una domanda, vorrei spostare il mio scaldabagno a gas in balcone, creando una nicchia nel muro poi chiusa con degli sportelli a filo muro, è possibile farlo in un balcone che affaccia su strada? grazie mille!
    rispondi al commento
    • Ing.granato Riccardo
      Sabato 24 Agosto 2013, alle ore 13:43
      Per Riccardo: dipende dalle caratteristiche dello scaldabagno, controlli la scheda tecnica.
      rispondi al commento
  • Claudio
    Mercoledì 7 Agosto 2013, alle ore 21:28
    Io ho da sostituire una caldaia con scarico a parete, e l'istallatore mi spiegava che si può sostituire con lo stesso sistema, chiamandolo di tipo B.
    Ora, siccome nelle vostre informazioni spiegate che lo scarico a parete e di tipo C, vorrei capire la differenza.
    La mia caldaia attuale è una baxi, non ricordo il modello e ha 11 anni.
    rispondi al commento
    • Ing.granato Claudio
      Sabato 10 Agosto 2013, alle ore 09:56
      Per Claudio: se ha preso una nuova caldaia, di tipo C, può scaricare a parete solo se è a condensazione e basse emissioni di NOx.
      rispondi al commento
  • Emanuela
    Sabato 27 Luglio 2013, alle ore 20:22
    Buonasera, vorrei sapere qual'è la distanza minima prevista, a norma di legge, tra il tubo di scarico installato a vista sulla parete del balcone e il balcone del condomino al piano superiore.
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Maurizio
    Lunedì 8 Luglio 2013, alle ore 17:03
    Buongiorno, abito in un condominio con una ccr, l'inquilino del piano sovrastante ha sostituito la sua caldaia a camera aperta con una camera stagna, ora mi trovo nella necessità di cambiare caldaia, mi è stato detto che non posso mettere una caldaia a camera aperta perchè il tiraggio è ostruito, posso mettere una camera stagna nello stesso camino oppure un caldaia a condensazione con scarico a parete, io abito pianoterra e non so distanze.
    rispondi al commento
  • Ing.granato
    Mercoledì 26 Giugno 2013, alle ore 18:31
    Lo scarico dovrebbe essere fatto a tetto a meno di deroghe (D.M. 37/08).
    rispondi al commento
  • Martina
    Mercoledì 26 Giugno 2013, alle ore 11:53
    Salve, mio marito è un istallatore.
    E' stato chiamato da un avvocato che voleva sostituire una caldaia tipo B ubicato nel garage della sua villetta a schiera, scaricava in canna fumaria non a norma.
    Mio marito ha installato una caldaia C nel terrazzo sopra, facendo salire di un piano i tubi.
    Rispettando la norma delle distanze dello scarico fumi.
    Può essere una mera sostituzione?
    rispondi al commento
  • Stefania
    Mercoledì 12 Giugno 2013, alle ore 19:12
    Salve, ho una caldaia con scarico a parete che è stata sostituita nel 2006 senza cambiare la posizione del tubo di scarico.
    La caldaia non è a condensazione.
    Vorrei sapere se sono in difetto considerando che una mia coinquilina mi sta facendo storie.
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Ing.granato Stefania
      Giovedì 13 Giugno 2013, alle ore 15:23
      Per Stefania: avrebbe dovuto fare lo scarico a tetto nel 2006, controlli cosa c'è scritto sulla dichiarazione di conformità, può trovare li la risposta.
      rispondi al commento
  • Ing.granato
    Giovedì 6 Giugno 2013, alle ore 19:07
    Se la caldaia è ecologica, a basse emissioni di Nox e non ci sono restrizioni locali, è possibile scaricare a parete?
    rispondi al commento
    • Luigi Ing.granato
      Lunedì 8 Luglio 2013, alle ore 20:12
      Per Ing. Vincenzo Granato: Salve Ing. ho da sottoporle un quesito.
      Abito al terzo piano di un condominio di sei piani nel comune di Lecco.
      Vorrei installare uno scaldabagno a gas e scaricare i fumi a parete ( se possibile) rispettando le normative vigenti.
      Potreste gentilmente indicarmi se tutto questo è possibile e quali le distanze da rispettare con i balconi dei condomini?
      Grazie.
      rispondi al commento
      • Ing.granato Luigi
        Mercoledì 10 Luglio 2013, alle ore 09:14
        Per Luigi: lo scaldabagno deve essere a basse emissioni di sostanze inquinanti e deve essere installato da un tecnico che rilascia la dichiarazione di conformità.
        rispondi al commento
  • Gianfranco
    Giovedì 6 Giugno 2013, alle ore 15:43
    Salve, abito in un condominio, a luglio di quest anno ho sostituito la caldaia di vecchia generazione con una caldaia a condensazione; lo scarico era a parete ed e' rimasto tale;volevo chiedere se c'è l'obbligo di portarlo a tetto o se posso lasciarlo a parete e nell'ultimo caso se vi sono misure da rispettare dalle finestre degli altri condomini, grazie.
    rispondi al commento
  • Alessandro
    Lunedì 13 Maggio 2013, alle ore 11:55
    Buongiorno, alla luce della nuova normativa, in assenza all'interno dell'appartamento di canne fumarie idonee (solo sfiati) è possibile installare uno scaldaacqua ad accumulo con basso NOx e ventilazione forzata con scarico a parete.
    Il modello individuato sarebbe Ariston S/SGA FFI-E Scaldacqua a gas murale ad accumulo.
    Grazie molte.
    Cordiali saluti
    rispondi al commento
    • Ing.granato Alessandro
      Martedì 14 Maggio 2013, alle ore 14:09
      Per Alessandro: se è ecologico a basse emissioni di Nox e non ci sono restrizioni locali, è possibile.
      rispondi al commento
  • Michela
    Giovedì 9 Maggio 2013, alle ore 13:40
    Devo cambiare lo scaldacqua, quello che ho scarica a parete.
    Mi è stato detto che è obbligatorio installare un modello a tiraggio forzato (turbo), è vero?
    Abito a Milano in un condominio senza canna fumaria e chiedo quindi se avremo l'obbligo di installarne una esterna, grazie.
    rispondi al commento
  • Alfonso
    Lunedì 6 Maggio 2013, alle ore 12:56
    Salve, nel mio condominio di 4 piani e 8 appartamenti, costrutito nel 1997, abbiamo tutti le caldaie esterne di vecchia generazione con scarico a parete e quindi non abbiamo una canna fumaria condominiale di raccolta. Non siamo in regola? Qualche norma ci obbliga ad installare una canna fumaria di raccolta in cui incanalare le nostre caldaie? Grazie mille
    rispondi al commento
    • Ing.granato Alfonso
      Lunedì 6 Maggio 2013, alle ore 21:49
      Per Alfonso: lo scarico a tetto è obbligatorio a meno di caldaie ecologiche a basse emissioni di NOx, il riferimento principale resta la UNICIG 7129/08.
      rispondi al commento
      • Alfonso Ing.granato
        Martedì 7 Maggio 2013, alle ore 18:15
        Per Ing, Vincenzo Granato: credo che ciò che regolamenti la questione sia l'articolo 5 comma 9 del DPR 412-93 integrato dal DPR 551/99.
        L'articolo parla di "nuove installazioni".
        La legge 221 del 17/12/2012 però, sostituisce completamente l'articolo 5 comma 9 del DPR su citato, senza fare più alcun riferimento alle "nuove installazioni".
        Come va interpretata tale nuova legge: anche i vecchi edifici devono installare canne con scarico a tetto?
        rispondi al commento
        • Ing.granato Alfonso
          Mercoledì 8 Maggio 2013, alle ore 14:56
          Per Alfonso: lo scarico a tetto è obbligatorio a meno di caldaie ecologiche a basse emissioni di NOx.
          rispondi al commento
  • Giorgio
    Venerdì 26 Aprile 2013, alle ore 03:27
    Spett.le Vincenzo, ho acquistato una caldaia a biomassa e collegata al vecchio impianto di riscaldamento. Come canna fumaria posso utilizzare quella della caldaia a gas precedente inserita nel muro o necessariamente devo creare una nuova canna fumaria in acciaio? Grazie
    rispondi al commento
    • Ing.granato Giorgio
      Venerdì 26 Aprile 2013, alle ore 11:00
      Per Giorgio: può scaricare a parete con una caldaia a basse emissioni di NOx (controlli la scheda tecnica) a meno di diverse indicazioni del condominio o dell''ufficio tecnico del comune.
      rispondi al commento
  • Ilaria
    Giovedì 25 Aprile 2013, alle ore 12:10
    Salve, sto per ristrutturare un appartamento al terzo piano in un condominio di 6 sprovvisto di canna fumaria, Milano città. La precedente proprietaria aveva installato un boiler elettrico di cui vorrei disfarmi per mettere uno scaldacqua a gas (il riscaldamento è centralizzato). Non potendo scaricare a tetto (a meno che tutti i condomini non accettino di creare una canna fumaria...), posso scaricare a parete? Grazie
    rispondi al commento
  • Michele
    Mercoledì 3 Aprile 2013, alle ore 16:44
    Lo scarico a parete è consentito, basta rispettare le distanze prospettiche imposte dall' UNI7129/08.
    rispondi al commento
  • Antonio
    Mercoledì 3 Aprile 2013, alle ore 00:53
    Salve, abito in un comune in cui le normative locali impongono lo scarico sul tetto mediante canna fumaria. Ma con la L. 221/2012 recante:
    Ulteriori misure urgenti per la crescita del paese, che ha sostituito l'articolo 5 comma 9 del Dpr. 412/1993 (in cui "adesso" viene meno il riferimento alla norm. locali in materia di impianti termici), è possibile allo stato attuale installare una caldaia a nox5 con scarico a parete? Grazie
    rispondi al commento
    • Ing.granato Antonio
      Mercoledì 3 Aprile 2013, alle ore 21:34
      Per Antonio: non può violare le normative locali che impongono lo scarico a tetto.
      rispondi al commento
      • Vincenzo Ing.granato
        Venerdì 5 Aprile 2013, alle ore 15:07
        Per Ing. Vincenzo Granato: Per cortesia sa darmi una risposta al mio quesito del 12 marzo? GRAZIE mille
        rispondi al commento
  • Vincenzo
    Martedì 12 Marzo 2013, alle ore 17:51
    Salve, ho installato una caldaia a biomassa a fiamma rovesciata in un locale caldaia separato dalla casa a circa 5 mt. ho fatto una canna fumaria alta 5,5 mt con diametro da 25 cm con tubi coibentati in acciaio.
    L'altezza totale della canna fumaria rimane più bassa del tetto della casa. Va bene o sono fuori norma? GRAZIE
    rispondi al commento
  • D' Agati Mario
    Sabato 2 Febbraio 2013, alle ore 21:15
    Salve, ho un boiler Vaillant tipo C a tiraggio forzato con scarico a parete dal 2004.
    Abito in un condominio all'ultimo piano questo impianto l'abbiamo installato quando abbiamo ristrutturato casa, e ci hanno rilasciato un documento.
    Adesso con la nuova amministratrice del condominio abbiamo avuto dei problemi dicendo di togliere lo scarico a parete e di riallacciarci alla canna fumaria.
    Posso tenerlo lo scarico a parete?
    GRAZIE
    rispondi al commento
    • Ing.granato D' Agati Mario
      Lunedì 4 Febbraio 2013, alle ore 10:39
      Per D' Agati Mario: un tecnico deve verificare la fattibilità della cosa, confrontando i dati della caldaia con il progetto della canna fumaria.
      Il lavoro deve poi essere certificato secondo il D.M. 37/08.
      rispondi al commento
  • Luciano
    Giovedì 31 Gennaio 2013, alle ore 22:25
    Vorrei distaccarmi dal riscaldamento condominiale e sul mio balcone al posto della caldaia dell'acqua vorrei mettere una caldaia per riscaldamento come faccio per lo scarico dei fumi se all'ultimo piano c'è un attico?
    Posso utilizzare il vecchio scarico a parete?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Ing.granato Luciano
      Venerdì 1 Febbraio 2013, alle ore 11:07
      Per Luciano: la soluzione dello scarico a tetto si trova sempre, può verificare le norme locali se ci sono deroghe.
      rispondi al commento
  • Gionata
    Giovedì 31 Gennaio 2013, alle ore 11:29
    Ho una caldaia a terra,posizionata su una soffitta non abitata, il tubo di scarico che va verticalmente sul tetto è del tipo a soffietto.
    Vorrei sapere, visto che è previsto un controllo, se il suddetto tubo è a norma.
    Cordiali saluti Gionata
    rispondi al commento
    • Ing.granato Gionata
      Giovedì 31 Gennaio 2013, alle ore 12:52
      Per Gionata: per essere a norma la caldaia deve scaricare a tetto, deve inoltre esserci una dichiarazione di conformità della ditta installatrice.
      rispondi al commento
  • Marino Alberto
    Martedì 29 Gennaio 2013, alle ore 13:19
    Nel mio caso, il tubo di scarico della caldaia si trova sotto il cornicione grondaia a circa cm. 60 dalla parete e cm. 10 dal cornicione, sul cornicione c'è il tetto, tenento conto che il tetto e il sotto tetto sono di mia proprietà, gradisco un vostro parere in merito, ringrazio e porgo distinti saluti, Alberto Marino
    rispondi al commento
    • Ing.granato Marino Alberto
      Martedì 29 Gennaio 2013, alle ore 15:45
      Per Marino Alberto: generalmente lo scarico dovrebbe essere realizzato al di sopra del tetto, tuttavia se così è stato certificato, lo lasci com'è.
      rispondi al commento
  • Nino
    Martedì 29 Gennaio 2013, alle ore 10:53
    Vorrei sapere che distanza deve avere dalla facciata della mia abitazione, essendo dirimpettaio una caldaia a condensazione posta di fronte, con emanazione di fumi di scarico visivi e certamente anche inquinabili, ininterrottamente e se è sanzionabile in base alle nome vigenti.
    rispondi al commento
    • Ing.granato Nino
      Martedì 29 Gennaio 2013, alle ore 11:10
      Per Nino: non ci sono indicazioni normative in merito, può rivolgersi all'ufficio tecnico del comune per eventuali norme locali.
      rispondi al commento
  • Lorenzo
    Martedì 11 Dicembre 2012, alle ore 22:27
    Buonasera, volevo avere un chiarimento: l'inqulino sotto il mio appartamento ha sotto il balcone della sua finestra lo scarico di una stufa a metano a pannello, che credo dovrebbe essere a tiraggio forzato, con una distanza tra il suo balcone ed il mio di circa tre metri.
    Il problema che mi si presenta e che, puntualmente quando apro la mia finestra ,arrivano da sotto le esalazioni di combustione e rendono quindi impossibile un ricambio perche l'aria è irrespirabile: da quanto posso notare non noto getti di aria calda l'esterno il che mi fa pensare che lo scarico forzato non funzioni!
    Quali sono i regolamenti ai quali certi tipi di apparecchi devono seguire e secondo lei è in regola?
    Grazie!
    rispondi al commento
  • Lucas
    Venerdì 30 Novembre 2012, alle ore 10:58
    Buongiorno, avrei un quesito da presentare.
    Abito in un edificio che è stato costruito a fine anni settanta. Lo stabile presenta 22 appartamenti divisi in scala A e scala B.
    Mi sono letto i due D.P.R. 412/93 e 551/99, e la mia domanda è : i fumi delle caldaie vanno incanalati OBBLIGATORIAMENTE in una canna fumaria che arrivi a tetto, oppure è possibile lo scarico a parete?
    Da segnalare che non parliamo di nessuna ristrutturazione o nuovo impianto.
    I due D.P.R. citati non hanno efficacia retroattiva, quindi tutti gli impianti antecedenti al 1993 e a meno che non lo preveda il regolamento comunale, non obbligano lo scarico dei fumi delle caldaie a tetto?
    Grazie mille.
    rispondi al commento
  • Alberto
    Lunedì 26 Novembre 2012, alle ore 19:24
    Salve, mi servirebbe sapere la distanza minima da terra per uno scarico a parete di caldaia a tiraggio forzato.
    Grazie!
    rispondi al commento
    • Ing.granato Alberto
      Martedì 18 Dicembre 2012, alle ore 17:44
      Per Alberto: lo scarico a parete non è più ammissibile per nuove installazioni a meno di deroghe.
      In ogni caso è definito dal posizionamento della caldaia a circa 1.50 da terra.
      rispondi al commento
  • Andrea
    Mercoledì 14 Novembre 2012, alle ore 07:47
    Buongiorno abito in centro storico a Firenze ed ho acquistato un ufficio con lo scarico a parete, primo piano da oltre 12 anni, ora devo sotituire la caldaia a metano e chiedo: lo posso fare o devo arrivare a tetto?
    Vi sono altri tre piani sopra
    Grazie
    rispondi al commento
    • Ing.granato Andrea
      Giovedì 15 Novembre 2012, alle ore 10:22
      Per Andrea: in genere per i centri storici è possibile andare in deroga scaricando a parete.
      rispondi al commento
  • Marco Spagnoli
    Lunedì 12 Novembre 2012, alle ore 23:19
    Salve, volevo sapere riguardo la norma dello scarico a tetto da quando é stata attuata visto che ho una caldaia installata nel 2001 con lo scarico a parete, grazie.
    rispondi al commento
    • Ing.granato Marco Spagnoli
      Giovedì 15 Novembre 2012, alle ore 10:35
      Per Marco Spagnoli: può lasciarlo così fino a sostituzione della caldaia.
      rispondi al commento
  • Camillo
    Lunedì 5 Novembre 2012, alle ore 11:10
    Vorrei sapere, ringraziando fin d'ora, se le caldaie a condensazione denominate UNI "EN 297" possono scaricare a parete in un condominio di 4 piani. GRAZIE
    rispondi al commento
    • Ing.granato Camillo
      Lunedì 5 Novembre 2012, alle ore 16:10
      Per Camillo: Scarico a tetto per tutte le caldaie a meno di centri storici e deroghe per legislazioni locali.
      rispondi al commento
  • Erminio
    Mercoledì 31 Ottobre 2012, alle ore 11:24
    Salve, l'obbligo di scarico a tetto si applica solo ai condomini?
    Abito in un centro storico costituito da case singole ma molto vicine e il mio vicino ha fatto un nuovo impianto con scarico a parete che emette fumi sulla facciata di casa mia.
    Posso imporgli di fare lo scarico a tetto? Grazie
    rispondi al commento
    • Ing.granato Erminio
      Mercoledì 31 Ottobre 2012, alle ore 13:06
      Per Erminio: lo scarico a tetto si applica ovunque, le eccezioni ci sono per i centri storici ma occorre verificare le normativa comunale di riferimento.
      rispondi al commento
  • Ing.granato
    Venerdì 7 Settembre 2012, alle ore 11:05
    Per Cracolici: Sostituendo la caldaia a camera aperta ne deve installare una a camera stagna (tipo C) con scarico a tetto.
    rispondi al commento
  • Stefano Cracolici
    Giovedì 6 Settembre 2012, alle ore 17:54
    Salve, lei parla di caldaie in locali chiusi su 5 lati. Io abito in un palazzo (fine lavori 1992) ed ho la caldaia a camera aperta, con scarico a parete su balcone coperto (aperto su un lato).
    Se dovessi cambiare caldaia dovrei portare scarico a tetto? (abito in provincia di Roma) Grazie della collaborazione.
    rispondi al commento
  • Ing.granato
    Lunedì 27 Agosto 2012, alle ore 14:50
    Per Palmieri: avresti dovuto avere lo scarico a tetto, controlla cosa c'è scritto nella dichiarazione di conformità.
    rispondi al commento
  • Palmieri Francesco
    Lunedì 20 Agosto 2012, alle ore 18:24
    Ho installato in cucina una Residence Riello dgt a camera stagna dal 2007 lo scaico è a parete sono a norma di legge o devo fare lo scarico che va sul tetto? grazie
    rispondi al commento
Notizie che trattano Scarico a tetto e scarico a parete che potrebbero interessarti
Scarico a parete caldaia

Scarico a parete caldaia

Per una nuova caldaia è possibile realizzare lo scarico dei fumi a parete e non a tetto, la caldaia deve essere a condensazione con basse emissioni di ossidi di azoto.
Distacco dall'Impianto Termico Centrale

Distacco dall'Impianto Termico Centrale

Una argomentazione in assemblea di condominio è la spesa relativa alla centrale termica da parte dei condomini che hanno effettuato il distacco dall'impianto centralizzato.
Scarico fonoassorbente

Scarico fonoassorbente

Nelle moderne strutture abitative è nata l?esigenza di creare impianti di scarico dotati di sistema idoneo a ridurre  le ripercussioni acustiche degli...
Scarico Doccia Innovativo

Scarico Doccia Innovativo

L'azienda Wedi, specializzata in pannelli costruttivi, presenta modelli innovativi stavolta dedicati alla sala da bagno.Considerando le evoluzioni del...
Definizioni Sistemi Fumari

Definizioni Sistemi Fumari

Conoscere la corretta terminologia dei sistemi fumari per l'interpretazione di norme e progetti relativi agli impianti a combustione.
IMMOBILIARE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Baxi caldaia a gas baxi eco 3 240 fi camera stagna kit fumi+kit raccordi metano gpl
      Baxi caldaia a gas baxi eco 3 240...
      567.42
    • Baxi caldaia duo-tec compact ht 24 ga a condensazione completa di kit fumi, kit installazione con rubinetti+ copricaldaia in omaggio.
      Baxi caldaia duo-tec compact ht 24...
      920.00
    • Elro RM144C RILEVATORE DI FUMO CERTIFICATO CE
      Elro rm144c rilevatore di fumo...
      6.71
    • Maschera antigas confezione da 5
      Maschera antigas confezione da 5...
      20.63
    • Junkers bosch kit fumi az
      Junkers bosch kit fumi az...
      59.00
    • Junkers bosch kit fumi azb
      Junkers bosch kit fumi azb...
      57.34
    • Ferroli caldaia a gas domiproject f24 d ferroli tiraggio forzato omaggio kit fumi metano
      Ferroli caldaia a gas domiproject...
      391.02
    • Ferroli caldaia a gas domiproject f24 d ferroli camera stagna gpl tradizionale mod.2014
      Ferroli caldaia a gas domiproject...
      391.02
    • COLORE LEGNO
      Colore legno...
      9.24
    • Guarnizione isolante forma a D 6 m colore Marrone
      Guarnizione isolante forma a d 6 m...
      6.68
    • Rinnai kit fumi scarico a
      Rinnai kit fumi scarico a...
      40.99
    • Immergas kit fumi orizzontale excentrico
      Immergas kit fumi orizzontale...
      72.00
    • Beretta ber20048283 caldaia murale beretta ciao s 24 c.s.i metano (24kw) tradizionale camera stagna doppio scambiatore, con kit fumi
      Beretta ber20048283 caldaia murale...
      515.00
    • Italiana camini (divisione di edilkamin spa) termostufa a pellet italiana camini idropoint 11,3 kw
      Italiana camini (divisione di...
      1.84
    • Bosch 2609256615 Fresa per Scanalature 2 Taglienti 20 mm Codolo 8 mm
      Bosch 2609256615 fresa per...
      22.93
    • Plano PLO6G171ZZ Occhiali di Protezione Lente Antigraffio
      Plano plo6g171zz occhiali di...
      9.39
    • Tecnogas kit coassiale &#216 60-100
      Tecnogas kit coassiale &#216...
      31.00
    • Tecnogas kit coassiale &#216 60-100
      Tecnogas kit coassiale &#216...
      25.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Zaccaria Monguzzi
  • Officine Locati
  • Velux
  • Casa.it
  • Uretek
  • Novatek
  • WaterBarrier
  • Murprotec
  • Faidatebook
  • Casa.it
  • Geosec
  • Sicurezzapoint
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
CHIEDI PREVENTIVI DEL SETTORE: