Applicazione della ritenuta d'acconto sui bonifici per detrazioni 50% e 65%

News di Normative
Sui bonifici per le detrazioni banche e poste devono operare una ritenuta a titolo di acconto dell'imposta sul reddito dovuta dall'impresa che effettua i lavori
12 Agosto 2016 ore 09:54

Bonifici per detrazioni fiscali 50% e 65%


ritenuta acconto bonifici detrazoni -1Quando si eseguono lavori su edifici esistenti per i quali si intende beneficiare della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie (50%) o sul risparmio energetico (65%), è obbligatorio effettuare i pagamenti con un apposito modulo di bonifico per le detrazioni fiscali.

Questo particolare bonifico è da utilizzare sempre, eccezion fatta per i pagamenti attuabili solamente con modalità differenti dal bonifico, come ad esempio i bollettini per la presentazione di un permesso di costruire o di una DIA, le imposte di bollo, ecc.

Esistono differenze importanti fra il modello di bonifico per le detrazioni fiscali e il bonifico ordinario. Innanzitutto nel bonifico per le detrazioni fiscali ci sono appositi campi dove indicare la tipologia di detrazione di cui si intende beneficiare (se ristrutturazioni edilizie o risparmio energetico), il codice fiscale di colui che paga (e che beneficerà della detrazione) e il codice fiscale o partita iva del beneficiario del bonifico. Questi campi non sono invece presenti in un bonifico ordinario.

Altra differenza importantissima è la ritenuta d'acconto che viene applicata sui bonifici per le detrazioni fiscali. La ritenuta non viene invece mai applicata sui bonifici ordinari.


La ritenuta di acconto sui bonifici per le detrazioni fiscali


Al momento del pagamento di un bonifico per le detrazioni fiscali, banche e Poste Italiane Spa devono operare automaticamente una ritenuta a titolo di acconto dell'imposta sul reddito dovuta dall'impresa che effettua i lavori o dal professionista che li segue.

Detto in termini molto semplici, sull'importo versato dal cliente la banca o Poste Italiane Spa trattengono un piccolo importo che versano direttamente all'erario a titolo di anticipo delle tasse che la ditta o il professionista dovranno pagare in futuro sulla base del proprio reddito.

La ditta o il professionista troveranno nei movimenti del conto corrente una di queste situazioni:
- accredito di un bonifico di importo inferiore rispetto a quello realmente versato dal cliente perché in fase di transazione è stata applicata la ritenuta di acconto;
- accredito di un bonifico di importo corrispondente a quello realmente versato dal cliente (e corrispondente anche al totale della fattura) e una voce immediatamente successiva in cui si addebita una ritenuta di acconto sul bonifico ricevuto.
Le due alternative sono equivalenti. Si tratta semplicemente di come la banca o le poste rendono visibili le operazioni.

ritenuta acconto bonifici detrazoni -2L'art. 25 del Dl 78/2010 (convertito con legge 122/2010) imponeva che la ritenuta d'acconto ammontasse al 10%. L'aliquota è stata prima ridotta al 4% nel 2011, per essere poi rialzata all'8% con la Legge di Stabilità 2015.

Quindi, a partire dal 1° gennaio 2015, la ritenuta d'acconto sui bonifici per le detrazioni fiscali è pari all'8%.

È bene specificare che il sostituto d'imposta, ossia il soggetto che opera la ritenuta e la versa all'erario, non è il committente dei lavori, ma le banche o le poste, che dovranno rilasciare al beneficiario del bonifico le certificazione della ritenuta effettuata a chiusura dell'anno fiscale. Nelle fatture dei fornitori e consulenti non dovrà comparire alcuna dicitura relativa alla ritenuta dell'8%. Gli istituti di credito e le poste attueranno automaticamente la ritenuta.


La ritenuta non va applicata per bonifici a favore dei Comuni


Se per gli oneri di urbanizzazione o per altre somme da versare al Comune il contribuente paga con bonifico (pur rientrando questo caso specifico fra le eccezioni per le quali il contribuente non è tenuto a pagare con bonifico per le detrazioni fiscali), nel modulo del bonifico bisogna indicare il Comune come beneficiario del pagamento e come causale la motivazione esatta del pagamento (ad esempio oneri di urbanizzazione, tassa di occupazione suolo pubblico, ecc.). In tal modo la banca o Poste Spa non codificheranno il versamento come importo soggetto a ritenuta e quindi non la applicheranno, visto e considerato che i Comuni non sono soggetti a imposte sul reddito.


Modalità di applicazione della ritenuta di acconto sui bonifici per le detrazioni fiscali


ritenuta acconto bonifici detrazoni -3Nella Circolare 28 luglio 2010, n. 40/E l'Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti su come banche e poste devono calcolare la ritenuta di acconto. Questi chiarimenti potranno essere utili per tutti coloro che sono beneficiari dei bonifici (imprese, artigiani, progettisti, direttori lavori, ecc.) per visualizzare in modo consapevole i movimenti sul conto corrente.

La ritenuta che verrà effettuata dalla banca o dalle poste va calcolata esclusivamente sull'imponibile della fattura e non sull'Iva. Pertanto, rispetto al totale di ogni bonifico, il soggetto incaricato della ritenuta (il cosiddetto sostituto d'imposta) dovrà scorporare l'Iva.

Giustamente l'Agenzia delle Entrate rileva che non sempre l'aliquota Iva sulle fatture per lavori edili è fissa. Per lavori eseguiti su edifici esistenti può essere al 10%, al 22%, e per alcune fatture in parte al 10% e in parte al 22%. Non potendo banche e poste verificare ogni volta l'importo esatto corrispondente all'iva in fattura, l'Agenzia delle Entrate indica che ci si debba sempre riferire all'aliquota più alta, e cioè al 22%. Ogni bonifico verrà quindi sottoposto alla ritenuta dell'8% dopo lo scorporo di un'Iva presunta del 22%.

Articolo: Ritenuta d'acconto sui bonifici per detrazioni 50% e 65%
Valutazione: 5.10 / 6 basato su 21 voti.

Ritenuta d'acconto sui bonifici per detrazioni 50% e 65%: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI Alert Commenti
  • Luigi
    Luigi
    Venerdì 24 Febbraio 2017, alle ore 01:32
    Per errore ho eseguito un bonifico per detrazioni del 65% di circa 3000 € successivamente mi sono accorto che non rietravo nei requisiti delle agevolazioni fiscali e che avrei dovuto eseguire un bonifico ordinario per non gravare il beneficiario della ritenuta dell'8%  come posso farmi rimborsare la quota trattenuta dalla banca?
    rispondi al commento
  • Renzo
    Renzo
    Lunedì 23 Gennaio 2017, alle ore 14:48
    Per  errore  ho  pagato  con  bonifico  per detrazioni del  50%. di  €  14000.
    Trattenendomi €  850, avrei  dovuto   fere  un  bonifico  ordinario intestato  al  condominio,  dove  si stanno  eseguendo i  lavori  di  rifacimento  facciata.
    Come  posso  riavere  la  quota  che  mi  è stata  trattenuta  dalle  poste  italiane, circa  € 850.
    rispondi al commento
  • Maria
    Maria
    Mercoledì 28 Settembre 2016, alle ore 12:57
    Mio suocero titolare di una ditta individuale è deceduto il 14/12/2015. ha ricevuto il pagamento di bonifici a settembre 2016, la banca ha effettuato ritenuta di acconto dell' 8%.L'unico è già stato presentato prima di tale data da un erede, il conto corrente è in fase di chiusura.Come possiamo recuperare l'8% detratto dalla banca?grazie p
    rispondi al commento
  • Ivar
    Ivar
    Martedì 2 Agosto 2016, alle ore 12:56
    Ho eseguito un bonifico per saldo fattura messa a norma impianto elettrico da collegare poi con il bonus mobili, in pratica bonifico Euro 572 arrivato sul conto elettricista poco più di Euro 534, come funziona nel senso che a lui arrivano di meno ma poi come si considerano nei suoi riguardi?
    Grazie!
    rispondi al commento
  • Propeace69
    Propeace69
    Martedì 19 Maggio 2015, alle ore 23:55
    Buonasera, sono un privato che nel 2014 ha sosituito i serramenti ed effettuato tutta la procedure per usufruire delle detrazioni per risparmio energetico. Il CAF presso cui volevo presentare la dichiarazione dei redditi mi ha contestato che la fattura ed il relativo bonifico sono stati effettuati prima della fine lavori. Ho effettivamente pagato in anticipo, è un impedimento per la detrazione? Cordiali saluti.
    rispondi al commento
  • Elylo
    Elylo
    Martedì 21 Aprile 2015, alle ore 09:36
    Buongiorno,io e il mio fidanzato stiamo per effettuare dei lavori di ristrutturazione nella nostra casa di proprietà. Ancora non siamo residenti, ma siamo proprietari al 50%. E' un problema se parte dei pagamenti vengono fatti dal conto comune, e parte dal mio conto? Ho intenzione di usufruire solo io della detrazione e far intestare tutte le fatture a me. Grazie
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Ritenuta d'acconto sui bonifici per detrazioni 50% e 65% che potrebbero interessarti
Detrazioni 50% e 65% per casa, ditta o banca all'estero

Detrazioni 50% e 65% per casa, ditta o banca all'estero

Cosa prevede la normativa sulle detrazioni per case all'estero di proprietà di italiani, per opere eseguite da ditte estere o per bonifici eseguiti con banca estera?...
Guida ai pagamenti per le detrazioni fiscali sulla casa

Guida ai pagamenti per le detrazioni fiscali sulla casa

Per beneficiare delle detrazioni fiscali è prevista una particolare modalità di pagamento tramite bonifico bancario o postale, pena la perdita della detrazione.
Guide aggiornate alle novità 2015 sulla detrazione 50% e 65%

Guide aggiornate alle novità 2015 sulla detrazione 50% e 65%

L'Agenzia delle entrate ha aggiornato le guide on line sulle detrazioni fiscali per la casa, la detrazione 50% per la ristrutturazione e al 65% per la riqualificazione.
Detrazione 50% su ristrutturazioni edilizie: quali documenti?

Detrazione 50% su ristrutturazioni edilizie: quali documenti?

Quali sono i documenti da produrre, conservare ed esibire in caso di eventuali controlli ai fini della detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie 50% ?...
Detrazione fiscale per la ristrutturazione dei condomini minimi

Detrazione fiscale per la ristrutturazione dei condomini minimi

Nella risoluzione n. 74/E l'Agenzia delle Entrate chiarisce che nel caso di condomini minimi, per fruire della detrazione per ristrutturazione occorre il codice fiscale.
Registrati come Utente
275094 UTENTI REGISTRATI
Registrati come Azienda
21019 AZIENDE REGISTRATE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Argo wally - termoventilatore
      Argo wally - termoventilatore...
      54.97
    • Arredo giardino salotto da esterno giardino completo divano poltrone tavolino mod. duet set colore bianco
      Arredo giardino salotto da esterno...
      335.00
    • Dolphin maytronics dolphin cosmos 30 digital con telecomando - robot elettrico pulitore per piscina fino a 15 mt
      Dolphin maytronics dolphin cosmos...
      999.00
    • Vidaxl sedie da pranzo e soggiorno pelle sintetica, (set 4) marrone
      Vidaxl sedie da pranzo e soggiorno...
      175.99
    • Ristrutturazione di bagno completo a partire da euro 3900 iva inclusa
      Ristrutturazione di bagno completo...
      3900.00
    • Trappola per talpa a tubo
      Trappola per talpa a tubo...
      8.78
    • Pappylait cane 250 gr
      Pappylait cane 250 gr...
      13.42
    • Compo floranid prato con diserbante
      Compo floranid prato con diserbante...
      24.97
    • Meliconi stendibiancheria in alluminio 22mt di stendibilita
      Meliconi stendibiancheria in...
      15.90
    • Vivida luce joyo classic: lampada tavolo vivida luce
      Vivida luce joyo classic: lampada...
      85.40
    • Beghelli 3330 - purificatore acqua e gasatore macchina dell'acqua
      Beghelli 3330 - purificatore acqua...
      68.90
    • Barbecue a gas e pietra lavica lambada 3
      Barbecue a gas e pietra lavica...
      199.00
    • Legatrice
      Legatrice...
      34.77
    • Palla grasso piccola pz 6
      Palla grasso piccola pz 6...
      2.97
    • Pompa xl 300 electric pro
      Pompa xl 300 electric pro...
      330.38
    • Pompa libertis 5 l multi
      Pompa libertis 5 l multi...
      110.90
    • Saldatore a gas dremel versatip completo di accessori
      Saldatore a gas dremel versatip...
      72.50
    • Deodorante granulare per aspirapolvere menta-citronella
      Deodorante granulare per...
      5.90
    • Gardena troncarami bl 780 premium - modello 8711-20
      Gardena troncarami bl 780 premium...
      73.51
    • Einhell pistola termocollante bkp 200 einhell
      Einhell pistola termocollante bkp...
      6.90
    • Wonderweed 300 canna da diserbo
      Wonderweed 300 canna da diserbo...
      24.34
    • Detergente per polverizzatori 100 bio
      Detergente per polverizzatori 100...
      12.14
    • Grasso per polverizzatori
      Grasso per polverizzatori...
      11.22
    • Pond wizard
      Pond wizard...
      121.98
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Weber
  • Onlywood
  • Mansarda.it
  • Immobiliare.it
  • Officine Locati
  • Black & Decker
  • Ceramica Rondine
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
€ 800 000.00
foto 6 Parma
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 800.00
foto 2 Varese
Scade il 30 Aprile 2017
€ 150.00
foto 6 Parma
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 600.00
foto 6 Torino
Scade il 31 Luglio 2017
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
87114

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.