Serramenti: quali sono i requisiti per la detrazione 65%

NEWS DI Detrazioni e agevolazioni fiscali
Una panoramica sui requisiti che devono rispettare edificio e serramenti per beneficiare della detrazione fiscale per il risparmio energetico, detta anche 65%.
03 Luglio 2017 ore 14:23

I serramenti e la detrazione fiscale, proroga fino al 2021


Abbiamo già affrontato in passato il tema della sostituzione dei serramenti e detrazioni fiscali che si possono ottenere.

Ritengo tuttavia opportuno approfondire, per quanto riguarda la detrazione fiscale per il risparmio energetico (65%), i requisiti tecnici specifici richiesti sia per l'edificio su cui si esegue l'intervento sia per i nuovi serramenti da installare.


Internorm - porta alzante scorrevole in legno-alluminio hs330

Internorm - porta alzante scorrevole in legno-alluminio hs330

Internorm - porta alzante scorrevole in legno-alluminio hs330
Finestra in pvc-alluminio kf410 stile home pure di Internorm

Finestra in pvc-alluminio kf410 stile home pure di Internorm

Finestra in pvc-alluminio kf410 stile home pure di Internorm
Finestre in pvc-alluminio kf410x una bella realizzazione by  Internorm

Finestre in pvc-alluminio kf410x una bella realizzazione by Internorm

Finestre in pvc-alluminio kf410x una bella realizzazione by  Internorm
Internorm - la nuova finestra in legno-alluminio hf410 con tecnologia i-tec core del nucleo

Internorm - la nuova finestra in legno-alluminio hf410 con tecnologia i-tec core del nucleo

Internorm - la nuova finestra in legno-alluminio hf410 con tecnologia i-tec core del nucleo
Serramenti Internorm

Serramenti Internorm

Serramenti Internorm
I-tec ventilazione vmc integrata nella finestra di Internorm

I-tec ventilazione vmc integrata nella finestra di Internorm

I-tec ventilazione vmc integrata nella finestra di Internorm
Internorm - un particolare della finestra in pvc-alluminio  kv240  con triplo vetro e veneziana integrata - stile studio

Internorm - un particolare della finestra in pvc-alluminio kv240 con triplo vetro e veneziana integrata - stile studio

Internorm - un particolare della finestra in pvc-alluminio  kv240  con triplo vetro e veneziana integrata - stile studio


Con la Legge di Bilancio 2017 la detrazione del 65% è stata prorogata fino al 2021.

Inoltre, la detrazione 65% è stata estesa anche:
- alle schermature solari esterne e ai dispositivi per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda: è quindi possibile detrarre anche solo le persiane;
- la detrazione sale fino al 75% se l’intervento riguarda il condominio;
- l’ecobonus sale al 70% se i lavori di riqualificazione energetica hanno un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’intero edificio;
- la detrazione sale al 75% se gli interventi miglioreranno la prestazione energetica estiva oltre che quella invernale



Requisiti dell'edificio ai fini della detrazione 65%


Per accedere alla detrazione fiscale del 65% è innanzitutto necessario che l'edificio sia esistente (è ammessa qualsiasi categoria catastale: abitazioni, uffici, negozi, attività produttive e artigianali) e che sia già dotato di impianto di riscaldamento.

È inoltre importante che i serramenti da sostituire delimitino il volume riscaldato e quindi siano rivolti verso l'ambiente esterno o verso locali non riscaldati.

Serramenti Internorm
Ne deriva che non si può parlare di 65% per serramenti presenti in locali privi dell'impianto di riscaldamento, come può accadere per scantinati o vani scala condominiali. Tuttavia, in questi casi si può valutare se sussistono le condizioni per beneficiare della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie, pari al 50%.


Requisiti dei serramenti ai fini della detrazione 65%


Per ottenere la detrazione per il risparmio energetico, nella categoria serramenti rientrano anche i portoncini di ingresso, sempre a condizione che delimitino il volume riscaldato, verso l'esterno o verso vani non riscaldati.

I requisiti richiesti per accedere alla detrazione fiscale sono i medesimi per serramenti vetrati o portoncini di ingresso e sono stati definiti inizialmente dal Decreto del Ministro dello Sviluppo economico dell'11 marzo 2008 e successivamente modificati dal Decreto 6 gennaio 2010.

Il requisito fondamentale è il rispetto di un determinato limite di trasmittanza termica del serramento o porta.

La trasmittanza termica indica la quantità di calore che nell'unità di tempo attraversa un elemento con superficie di 1 mq in presenza di una differenza di temperatura di 1°C tra l'interno e l'esterno. In parole semplici la trasmittanza dà indicazione di quanto calore disperde l'elemento.
Ne consegue che un serramento performante avrà un basso valore di trasmittanza.

Vediamo qui in tabella i valori di trasmittanza limite definiti dai decreti sopra citati.

Tabella limiti trasmittanza termica
Per accedere all'agevolazione fiscale sul risparmio energetico è necessario che i serramenti e le porte abbiano valori inferiori o al massimo uguali a quelli riportati in tabella.

Le colonne della tabella che ci interessano sono la prima (zona climatica) e l'ultima (chiusure apribili e assimilabili).

Come noterete il valore di trasmittanza delle chiusure apribili non è unico, ma dipende dalla zona climatica.


Cos'è una zona climatica e come sapere in quale ricadiamo


Le zone climatiche sono definite in base alla differenza tra la temperatura che normalmente si mantiene nelle nostre case riscaldate (20°C) e la temperatura media esterna.

In Italia ci sono notevoli differenze climatiche tra le Regioni, che portano ad avere ad esempio al nord temperature medie esterne molto inferiori rispetto ad alcune regioni del sud. Pertanto, è comprensibile che un serramento, per portare a un effettivo risparmio energetico, debba raggiungere valori di trasmittanza diversi in base alla zona climatica.

Internorm i-tec ventilazione vmc integrata nella finestra
I Comuni del territorio italiano sono suddivisi, in base alle loro caratteristiche climatiche, in 6 zone (A, B, C, D, E, F).

Per individuare la zona climatica del Comune in cui si esegue l'intervento sui serramenti basta consultare questo documento.

Una volta rintracciata la zona climatica di nostro interesse potremo di conseguenza conoscere, guardando la tabella sopra riportata, anche il valore limite di trasmittanza che il serramento deve rispettare per accedere alla detrazione fiscale per il risparmio energetico.

Andando a chiedere un preventivo per la sostituzione dei serramenti chiederemo quindi prodotti che non superino la trasmittanza limite stabilita per la nostra zona climatica.

Questo requisito potrà essere verificato anche nella certificazione del serramento che il produttore è tenuto a fornire in seguito alla posa e che dovremo conservare ai fini della detrazione fiscale.


Altre opere agevolabili


La detrazione fiscale ammette, oltre alle spese per i serramenti, anche le spese per le strutture accessorie ai serramenti sostituiti che hanno effetto sulla dispersione del calore, come ad esempio scuri, persiane e cassonetti accorpati al telaio dell'infisso.

Internorm i-tec oscuramento con veneziana fotovoltaica integrata nella finestra
Trovo infine utile chiarire la questione delle opere limitate ai soli vetri del serramento, ad esempio quando si sostituisce il vetro esistente con un vetrocamera o quando si lascia il vetro e se ne aggiunge uno nuovo per creare un vetrocamera.

In merito alla detrazione fiscale per il risparmio energetico, l'Agenzia delle Entrate parla, per la categoria di opere sull'involucro degli edifici, di

interventi riguardanti strutture opache orizzontali, verticali e finestre comprensive di infissi che rispettino i requisiti di trasmittanza.

.
Nel caso di intervento sul vetro, non sarà possibile ottenere la certificazione del serramento da chi installa il nuovo vetro, ma si potrà chiedere a un tecnico abilitato di effettuare il calcolo e produrre un'asseverazione in cui attesti il valore di trasmittanza del serramento precedente all'intervento e il valore di trasmittanza del serramento successivo all'intervento.


Come effettuare il pagamento e che documenti conservare per avere le detrazioni


Per poter accedere alle detrazioni fiscali del 65% (risparmio energetico) è necessario effettuare i pagamenti a mezzo di speciale bonifico bancario o postale in cui sia ben evidenziato:

- la legge cui fare riferimento (L. 296/2006);
- il codice fiscale del beneficiario della detrazione;
- il codice fiscale oppure la partita IVA del soggetto a cui favore è stato effettuato il bonifico;
- numero e data della fattura.

Detrazione del 65%
Bisogna inoltre ricordare di conservare la ricevuta del bonifico bancario o postale e la ricevuta dell’invio effettuato all’ENEA (codice CPID) dell’Allegato F, che costituisce garanzia che la documentazione è stata trasmessa.


Requisiti serramenti per detrazione 65%: la Redazione consiglia

Acquistare serramenti: a chi rivolgersi


InternormPer chi volesse cambiare i serramenti e usufruire della detrazione fiscale, è buona norma come in tutti gli acquisti, fare la scelta giusta rivolgendosi esclusivamente a esperti del settore come Internorm, il più grande marchio di serramenti in Europa.

Con oltre 85 anni di background lavorativo, Internorm si attesta sul mercato dei serramenti come indice di qualità e affidabilità dei prodotti proposti.
Inoltre, la sua capacità di adeguarsi alle nuove esigenze costruttive ha reso Internorm un'azienda al passo con gli sviluppi della tecnologia.

Il marchio I-tec di Internorm è stato creato proprio per venire incontro a queste esigenze.

Nelle innovazioni I-tec sono compresi: un inedito sistema di ferramenta con chiusura invisibile e massima sicurezza; un sistema di aerazione completamente integrato nella finestra; un sistema di oscuramento per le doppie finestre la cui movimentazione non necessita di collegamento alla rete elettrica.

E ancora, la tecnologia I-tec Fix-O-round del vetraggio, che grazie al fissaggio perimetrale continuo e ininterrotto del vetro con uno speciale collante assicura maggiore sicurezza antieffrazione, migliore stabilità e migliore isolamento termico ed acustico.
Con SmartWindow, la soluzione intelligente per la gestione domotica delle finestre, attraverso tablet e smartphone, il comfort abitativo è al massimo livello.

Con la Ventilazione VMC, i locali vengono aerati secondo le esigenze individuali, riducendo al minimo le perdite di calore, con il conseguente risparmio energetico. Il tutto prestando la massima cura e attenzione all'estetica del serramento ed alla sua posa.
Internorm, infatti, si avvale di un team di montatori formati e specializzati che garantiscono un montaggio pulito e a regola d'arte.
Dopo il montaggio, inoltre, i posatori qualificati controllano assieme al cliente tutte le finestre ed il loro corretto funzionamento e danno preziosi consigli sull’uso e la manutenzione del serramento.

Per ulteriori informazioni:

Sito internazionale: www.internorm.com
Sito e blog italiano: www.finestreinternorm.it


riproduzione riservata
Articolo: Requisiti serramenti per detrazione 65%
Valutazione: 4.33 / 6 basato su 49 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs
Internorm attiva a livello internazionale nella produzione di serramenti di alto livello sotto il profilo della qualità, del design e dell'innovazione.

Requisiti serramenti per detrazione 65%: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Giandomenicomancinelli
    Giandomenicomancinelli
    Martedì 17 Maggio 2016, alle ore 19:03
    Devo sostituire i serramenti sulla mia casa acquistata con il leasing abitativo del nuovo dll , la casa è intestata al leasing , posso avere io la detrazione del 65% essendo conduttore?Grazie della risposta
    rispondi al commento
  • Geomassimo
    Geomassimo
    Martedì 15 Settembre 2015, alle ore 19:58
    Ciao ragazzi, abbiamo ideato un calcolatore online per effettuare preventivi su serramenti, infissi o finestre in pochi minuti. Basta inserire le misure, scegliere il profilo e stampare il preventivo. Sapere quanto ti potrebbe costare la sostituzione dei serramenti, potrebbe essere utile per valutare l'investimento. Bastano 5 min. Ti aspettiamo su http://www.torinofinestre.it
    rispondi al commento
  • Michelesp
    Michelesp
    Mercoledì 3 Dicembre 2014, alle ore 15:32
    Secondo loro devo stimarla io da solo con il foglio exell che si trova sul sito dell'enea.http://efficienzaenergetica.acs.enea.it/tecnici/EXEL_Uw%20finestre%20esistenti.xls
    rispondi al commento
  • Michelesp
    Michelesp
    Mercoledì 3 Dicembre 2014, alle ore 15:29
    Sono reduce da un brainstorming con il mio installatore di finestre e portone blindato.Non vogliono farmi la dichiarazione della trasmittanza dei vecchi infissi perchè dicono che non sono abilitati. Cosa devi fare?Loro hanno sentito un loro tecnico geometra che si occupa di queste pratiche e dice che se ho sostituito solo finestre e portone per una pratica del 65% la stima della trasmittanza dei vecchi infissi me la devo fare io stimandola.
    rispondi al commento
    • Sergiov.
      Sergiov. Michelesp
      Domenica 20 Settembre 2015, alle ore 13:51
      Anche io ho avuto lo stesso prbblema, ti consiglio di sentire l'associazione unicedil che gratis ti consiglia tutto e sono sempre gentili, non ho mai trovato gente cosi.il numero non me lo risordo ma vai al sito loro www.unicedil.it e lo trovi li.ciao sergio
      rispondi al commento
  • Michelesp
    Michelesp
    Lunedì 1 Dicembre 2014, alle ore 14:05
    01/12/2014 Legge di Stabilità: detrazioni 65% e 50% prorogate fino a fine 2015Con 324 sì e 108 no ieri la Camera ha votato la fiducia sui tre articoli in cui è stato suddiviso il testo della Legge di Stabilità 2015.http://www.edilportale.com/news/2014/12/ambiente-e-territorio/legge-di-stabilit%C3%A0-detrazioni-65-e-50-prorogate-fino-a-fine-2015_42835_52.html
    rispondi al commento
  • Sara.arensi
    Sara.arensi
    Venerdì 7 Novembre 2014, alle ore 09:24
    Ho un ulteriore quesito: nel 2014 ho interamente ristrutturato il mio appartamento.Nello stesso anno fiscale posso beneficiare contemporaneamente delle detrazioni per interventi edilizi (50%), per mobili (50%) e per risparmio energetico (65%)? Ovviamente nel rispetto dei tetti massimi di spesa previsti da normativa.
    rispondi al commento
    • Sara.m.
      Sara.m. Sara.arensi
      Lunedì 1 Dicembre 2014, alle ore 11:47
      Sì, certamente. L'importante è non beneficiare per le medesime opere di più detrazioni. Ad esempio, se sostituisce la caldaia, deve optare per 50% o per 65%, non di tutte e due.
      rispondi al commento
  • Sara.arensi
    Sara.arensi
    Giovedì 6 Novembre 2014, alle ore 11:22
    Pongo un quesisto: posto quanto sopra indicato relativo a i nuovi serramenti che andremo ad installare. volevo chiedere se vi sono requisiti da rispettare anche relativamente ai vecchi serramenti che andiamo a sostituire. Nel senso che io andrei a sostituire serramenti non particolarmente vetusti (hanno 15 anni, sostituisco solo in quanto in legno e sprovvisti di ribalta) e non sono certa che i nuovi installati abbiano parametri migliori.Grazie
    rispondi al commento
    • Sara.m.
      Sara.m. Sara.arensi
      Lunedì 1 Dicembre 2014, alle ore 11:45
      E' una questione ben chiarita dall'Agenzia delle Entrate. Se i serramenti esistenti rispettano già i requisiti richiesti, sarà allora necessario migliorarli ulteriormente.
      rispondi al commento
  • Chris2k
    Chris2k
    Mercoledì 22 Ottobre 2014, alle ore 14:56
    Buongiorno, siccome vorrei sostituire i serramenti esistenti con altri in PVC , per poter avere la detrazione del 65% , oltre al valore di trasmittanza è necessario che i vetri siano antinfortunistici ?Pongo questo quesito perchè , mi è stato detto che questo tipo di vetro è obbligatori dal 1 luglio , ma essendo un privato ,dipendeva da me se lo volevo montarlo oppure no.
    rispondi al commento
    • Sara.m.
      Sara.m. Chris2k
      Martedì 4 Novembre 2014, alle ore 14:57
      No, ai fini della detrazione 65% il vetro antinfortunistico non è richiesto.
      rispondi al commento
  • Glori@
    Glori@
    Venerdì 10 Ottobre 2014, alle ore 10:58
    E comunque avendo avuto un caso simile, le dico che non è corretto il foglio excel, perchè è per stimare il valore dei serramenti, ma andrebbe usato l'altro metodo di calcolo sul sito,...http://efficienzaenergetica.acs.enea.it/tecnici/porte%20esterne.pdf
    rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Requisiti serramenti per detrazione 65% che potrebbero interessarti
Sostituzione serramenti e detrazioni fiscali

Sostituzione serramenti e detrazioni fiscali

Quando la sostituzione dei serramenti può beneficiare delle detrazioni fiscali per il risparmio energetico (65%) o per quelle sulle ristrutturazioni edilizie (50%)?...
Verande e detrazioni fiscali

Verande e detrazioni fiscali

La realizzazione di una nuova veranda o interventi su verande esistenti come la sostituzione dei suoi serramenti possono godere di alcune agevolazioni fiscali.
Detrazione 65% per infissi

Detrazione 65% per infissi

La sostituzione di serramenti o il semplice miglioramento energetico dei serramenti esistenti può beneficiare della detrazione sul risparmio energetico (65%).
Pagamenti a cavallo fra 55% e 65%

Pagamenti a cavallo fra 55% e 65%

Chiarimenti sui pagamenti eseguiti prima e dopo il 6 giugno 2013 in seguito all'aumento della percentuale di detrazione sul risparmio energetico dal 55% al 65%.
Detrazione 50% o 65%: quale scegliere quando un lavoro può beneficiare di entrambe?

Detrazione 50% o 65%: quale scegliere quando un lavoro può beneficiare di entrambe?

Optare per la detrazione più idonea verificando i requisiti tecnici, calcolando i vantaggi economici nel lungo termine e rispettando i limiti massimi di spesa.
cookie

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.
ok