Prestiti: aiuti dalla Chiesa

NEWS DI Leggi e Normative Tecniche
Una particolare forma di prestito è il Prestito della speranza. Nato nel 2009, è oggi oggetto di una convenzione tra la Chiesa Cattolica e Intesa San Paolo SpA.
16 Settembre 2016 ore 16:21

Cos'è il Prestito della Speranza


prestitoTra le iniziative di solidarietà nate con la crisi abbiamo il Prestito della Speranza.

Si tratta in breve di una forma di prestito diretta ad alcune categorie svantaggiate per facilitare il loro accesso al credito, «sostenere le necessità economiche transitorie delle famiglie e promuovere nuove inziative imprenditoriali».

Nato nel 2009 con un accordo siglato tra la CEI e l'ABI, il progetto è oggi oggetto di un accordo stipulato tra la CEI e Intesa San Paolo.

L'accordo stipulato nel 2009 è scaduto e nel 2015 è stato sostituito da una nuova convenzione: i futuri prestiti saranno dunque regolamentati dalla nuova, mentre per quelli in essere a quella data varranno le norme previgenti.

In particolare, l'accordo originario, stipulato il 6 maggio del 2009 dalla CEI e dall'ABI (Associazione Bancaria Italiane), è scaduto il 31 marzo 2014.
Si chiamava «Accordo Quadro per un programma nazionale di microcredito rivolto alle famiglie in difficoltà a seguito della crisi economica». In base a tale accordo, il fondo di garanzia era erogato alle famiglie con più di tre figli o con malati a carico che si trovassero in difficoltà per la perdita del lavoro, con sussidi mensili di 500 euro per pagare l'affitto o il mutuo.

Il 26 febbraio 2015 è stato stipulato un nuovo accordo, dal nome «Convenzione per l'attuazione del progetto «Prestito della speranza» promosso dalla Conferenza Episcopale Italiana» per il «Prestito della Speranza 3.0».

Esso sarebbe scaduto il 31 marzo 2016, ma in assenza di comunicazione scritta, si è tacitamente prorogato. Le parti possono comunque recedere in ogni momento con un preavviso che deve giungere alle altre sessanta giorni prima.

Riferiremo qui sinteticamente del contenuto del nuovo accordo.

Come sempre raccomandiamo una lettura integrale dei testi cui ci richiamiamo e consigliamo la consulenza di esperti, nei casi più complessi.


Impegni delle parti, in sintesi


In particolare, le parti del nuovo accordo sono: la CEI (Conferenza Episcopale Italiana), banca Intesa San Paolo SpA e Banca Prossima, con la collaborazione della Caritas Italiana e l'Associazione VO.B.I.S (Volontari Bancari per l'Iniziativa Sociale).

In sintesi estrema: la CEI mette le risorse, Banca prossima le gestisce (su incarico di mandato con rappresentanza) e mette a disposizione della convenzione una piattaforma.

Banca Prossima, in forza del mandato, gestisce il Fondo di Garanzia; ammette i finanziamenti concessi dalla Banca; ottempera alle richieste di escussione della garanzia mediante corresponsione alla Banca dell’importo da essa richiesto, il tutto nel rispetto delle condizioni previste nella convenzione.

La banca, a sua volta, si impegna a mettere a disposizione un plafond di almeno 100 milioni per i finanziamenti ammessi nell'ambito della convenzione, a rispettare gli impegni della convenzione, ad avviare le azioni di recupero, se richiesto dalla CEI.

Le Caritas, con la loro rete territoriale, «garantiscono le finalità di carattere ecclesiale, solidaristico e sussidiario del Prestito della Speranza 3.0»; esse incontrano i potenziali beneficiari verificando la sussistenza dei requisiti; approvano l’ammissione al prestito e, una volta concesso il finanziamento, si occupano dell'accompagnamento, tutoraggio e monitoraggio dei prestiti erogati.

Le Caritas svolgono inoltre attività volte a fornire alle Reti Fiduciarie gli strumenti necessari per una «corretta valutazione della possibilità di superamento dello stato di vulnerabilità economica da parte dei soggetti richiedenti e ne convalidano le ammissioni al prestito».

Le Caritas collaborano con VO.B.I.S. per coordinare le attività sia verso i beneficiari che verso le Banche.

L'associazione VO.B.I.S. svolge attività di valutazione, accompagnamento, tutoraggio e monitoraggio dei soggetti richiedenti i finanziamenti, raccordandosi con le Caritas e le Reti Fiduciarie; svolge inoltre attività di formazione alle filiali delle Banche circa la valutazione della possibilità di superamento dallo stato di vulnerabilità economica da parte dei soggetti finanziati.

In generale l'associazione mette a disposizione la competenza dei propri volontari per l'attuazione del progetto.


Destinatari del Progetto 3.0


difficoltà economicheI destinatari del Prestito della Speranza 3.0 sono le micromimprese, come definite dal Codice del Consumo, nonché le persone e le famiglie che si trovano in difficoltà; all'interno della convenzione, a seconda del destinatario, il prestito prende il nome di credito d'impresa, oppure di credito sociale.

La microimpresa è definita dal Codice del Consumo come «entità società o associazioni che, a prescindere dalla forma giuridica, esercitano un'attività economica, anche a titolo individuale o familiare, occupando meno di dieci persone e realizzando un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiori a due milioni di euro, ai sensi dell'articolo 2, paragrafo 3, dell'allegato alla raccomandazione n. 2003/361/CE della Commissione, del 6 maggio 2003» (art. 18, co. 1, lett. d-bis, D.Lgs. n. 206/2005).

I destinatari devono possedere i requisiti previsiti dall'Allegato a) dell'accordo.

In sintesi, deve trattarsi di persone o famiglie che si trovino in «situazione di vulnerabilità economica e sociale quali:

a) persone in difficoltà economico-finanziaria, disoccupati e cassaintegrati a causa della crisi economica, giovani in cerca di prima occupazione, lavoratori precari, giovani coppie all’inizio del loro percorso di famiglia giuridicamente riconosciuta o in fase di costituzione, che necessitano di beni e servizi di prima necessità escludendo il sostegno a spese voluttuarie e superflue

b) categorie di persone disagiate in grado di intraprendere un nuovo progetto di lavoro».

Quanto alle micromprese, esse devono rientrare nella definizione suindicata, di cui all'art. 18, Cod. Cons., e devono essere costituite «in forma di: imprese individuali, società di persone, S.R.L. semplificata ex art. 2463bis c.c., nonché società cooperative» che: «- incontrano difficoltà di accesso al credito per realizzare investimenti sostenibili di crescita e sviluppo; - sono in fase di avvio».


Documentazione della sussistenza dei requisiti


I richiedenti, se persone fisiche, devono avere i seguenti documenti:

«a) certificazione ISEE rilasciata da ente ufficiale abilitato;
b) nel caso di disagio, malattia, o invalidità: copia della documentazione attestante la circostanza, rilasciata dall’INPS o da altro organo competente (Ente pubblico, Asl….)
c) nel caso di disoccupazione: Lettera di Licenziamento e periodo di preavviso o fine contratto o iscrizione alle liste di disoccupazione».

Se Microimprese già in attività o nuove attività devono avere:

«1) Iscrizione alla Camera di Commercio e partita iva;
2) Bilancio degli ultimi tre anni o di un periodo inferiore equivalente all’intero periodo di attività,
3) Business-plan del progetto di rilancio;
4) Business plan di start up di nuova attività;
5) Regolarità delle posizioni fiscali e contributive (DURC)».


Finanziamenti


I finanziamenti ammissibili devono avere le seguenti caratteristiche.

Quanto al credito sociale (che riguarda persone fisiche e famiglie), deve trattarsi di «finanziamenti di importo non superiore a 7.500 euro, TAN non superiore al 2,50%, erogati in unica soluzione o in più tranche periodiche, secondo altre modalità concordate tra Banca e cliente. È previsto un periodo di preammortamento di 12 mesi; il finanziamento ha durata massima di 6 anni comprensiva del periodo di preammortamento. Non si applicano al finanziamento le penali di estinzione anticipata» (v. all.b, convenzione).

Quanto al credito all’impresa (che riguarda le microimprese) deve trattarsi di «finanziamenti di importo non superiore a 25.000 euro erogati in una unica tranche per l’avvio o lo sviluppo di un’iniziativa imprenditoriale o di lavoro autonomo, TAN non superiore al 4,50%.
È previsto un periodo di preammortamento di 12 mesi; il finanziamento ha durata massima di 6 anni comprensiva del periodo di preammortamento. Non si applicano al finanziamento le penali di estinzione anticipata» (v. all.b, convenzione).

Nell’ambito del progetto la CEI e la Banca possono concordare, per iscritto, specifiche Iniziative Sperimentali, che cioè potranno prevedere criteri di attuazione diversi da quelli previsti nella convenzione.


Fondo di Garanzia


Il progetto prevede la costituzione di un fondo di garanzia con un deposito da parte della CEI presso Banca Prossima.

La Banca, concede i finanziamenti impegnandosi a erogare un importo fino a un massimo di 4 volte la dotazione patrimoniale del Fondo di Garanzia. Banca Prossima fornisce la piattaforma informatica per la gestione della garanzia e si occupa dell'ammissione ai benefici del Fondo di Garanzia.

«La garanzia a valere sul Fondo di Garanzia è l’unica garanzia che assiste i finanziamenti erogati da parte della Banca ai sensi della Convenzione» (v. art. 5, convenzione).

Le modalità di accesso al Fondo di Garanzia e di attivazione della garanzia a valere sullo stesso sono definite negli allegati C) e D) dell'accordo, che riportiamo sinteticamente.


Operatività del Fondo


Gli interessati posso rivolgersi agli sportelli territoriali della Cartitas e delle Reti Fiduciarie, che effettuano una prima valutazione della richiesta.

L'associazione VO.B.I.S effettua un «giudizio sulla sostenibiltià del finanziamento e accompagna» i richiedenti presso gli sportelli della banca del gruppo San Paolo prescelta.

La banca, svolta a propria discrezionalità una valutazione del merito creditizio, se ammette il finanziamento contatta Banca Prossima per la richiesta di attivazione della garanzia.

Banca Prossima attribuisce alla richiesta un numero di posizione progressivo, secondo l'anno, il mese, il giorno, l'ora e il minuto di arrivo, e verifica la capienza del Fondo.

Se le disponibilità del Fondo di Garanzia risultino totalmente impegnate, nega l'ammissione alla garanzia, comunicandolo alla CEI, alla Banca, alla Caritas e a Vo.B.I.S.

La Banca, con la Piattaforma, comunica a Banca Prossima il perfezionamento dell’operazione di finanziamento entro massimo 15 giorni lavorativi, oppure l'eventuale mancata erogazione di tale finanziamento entro massimo 10 giorni lavorativi, a decorrere dall’acquisizione della domanda di concessione del finanziamento.

In caso di perfezionamento, a seguito dell’erogazione, Banca Prossima – per conto di CEI – rilascia attraverso la Piattaforma la dichiarazione di ammissione alla garanzia del Fondo.

«La Banca comunica al Gestore l’estinzione anche anticipata del finanziamento in base alle modalità individuate dal Gestore stesso» (v. all.c).


Gestione ed escussione della garanzia


finanziamentoBanca Prossima
, ricevuta dalla Banca la richiesta di attivazione della garanzia, verifica la capienza del Fondo di Garanzia e ammette il finanziamento alla garanzia, dandone informazione entro tre giorni lavorativi alla Banca, alla Caritas, alle Reti Fiduciarie e a Vo.B.I.S..

Se il Fondo di Garanzia risulta complessivamente vincolato per un valore pari al 90% della sua dotazione, Banca Prossima ne informa la CEI.

Al raggiungimento della percentuale del 95%, vincolo del Fondo di Garanzia, il Gestore interromperà le ammissioni dei finanziamenti alla garanzia rimandando alla CEI la valutazione su possibili integrazioni.

Se il beneficiario non adempie al finanziamento, la Banca, dopo trenta giorni dalla data di scadenza della prima rata rimasta, anche parzialmente insoluta, invia alla Caritas e a Vo.B.I.S un primo avviso, affinché direttamente sollecitino il beneficiario, eventualmente anche attraverso le Reti Fiduciarie.

Se, dopo altri sessanta giorni, non avviene il pagamento del dovuto, la Banca invia «al beneficiario l'intimazione al pagamento dell'ammontare dell'esposizione per rate insolute, capitale residuo, interessi contrattuali e di mora, ed accessori tutti», con lettera raccomandata a.r. contenente la diffida al pagamento della somma dovuta.

Passati invano altri 75 giorni dalla data di ricevimento da parte del beneficiario dell'intimazione, «la Banca può escutere la garanzia a valere sul Fondo di Garanzia..., mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento inviata a Banca Prossima entro i successivi novanta giorni, e può avviare, a proprie spese, la procedura per il recupero della eventuale quota del credito e degli accessori non garantita dal Fondo di Garanzia.... entro quindici giorni dalla data di ricevimento della richiesta, Banca Prossima, secondo l'ordine cronologico di ricevimento delle richieste, provvede alla corresponsione dell’importo richiesto alla Banca garantita».

Se, successivamente all’escussione della garanzia a valere sul Fondo, il beneficiario del finanziamento paga, totalmente o parzialmente il debito, la Banca deve pagare la CEI, con accredito sul Conto Corrente, le somme riscosse «nella misura proporzionale corrispondente alla quota garantita dal Fondo di Garanzia».

Con lo stessa convenzione la CEI incarica la Banca «al recupero delle somme corrisposte a valere sul Fondo di Garanzia. Le somme eventualmente recuperate, sono riconosciute a CEI... in misura proporzionale corrispondente alla quota da essa garantita tramite il Fondo di Garanzia».

La Banca individuerà a propria esclusiva discrezione le modalità per mettere in atto azioni di recupero, eventualmente avviando azioni giudiziali.

riproduzione riservata
Articolo: Mutui e affitti: aiuti dalla chiesa
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Mutui e affitti: aiuti dalla chiesa: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Giuseppe Fasone
    Giuseppe Fasone
    Martedì 19 Luglio 2016, alle ore 09:52
    Mi chiamo Giuseppe Fasone, sono un ragazzo di 23, ho la fortuna di aver un lavoro che in questi tempi è difficile trovarlo.Sto mantenendo io la mia famiglia da più di 2 anni, mio padre non lavora da 6 anni e mia mamma non ha mai lavorato.

    Ho una sorella di 18 anni che va a scuola e il prossimo anno per problemi economici non riusciamo a mandarla a scuola per potersi prendere il diploma.

    La nostra casa è stata persa!

    Ieri mentre lavoravo, mi ha chiamato mio padre piangendo dicendomi che la nostra casa è stata venduta e il 25 agosto dobbiamo lasciarla.... come facciamo?

    Vedo tutti i giorni piangere disperatamente mia madre.... non ho mai chiesto niente a nessuno, ma basta, non ho più speranza, vi prego aiutateci ad avere un tetto dove vivere.
    rispondi al commento
  • Maghlaha Bairouk
    Maghlaha Bairouk
    Mercoledì 23 Ottobre 2013, alle ore 21:23
    Io sono una mamma di tre figli, l'ultima ha una problema del cervello, mio marito lavora come operaio, abbiamo difficoltà.
    Vi prego se potete aiutarmi, aiutate oltre me.
    Spero in una risposta, grazie.
    rispondi al commento
  • Luigi Giannelli
    Luigi Giannelli
    Giovedì 27 Dicembre 2012, alle ore 19:08
    Sono tutti bravi a comparire in tv di tutte le trasmissioni parole parole parole ci fosse uno politico chiesa professori ecc ecc che ti possa aiutare o consigliare, vergognatevi.
    Io sono uno che ho, realmente e in silenzio, aiutato tanto, solo un esempio:
    quando sono sbarcati gli Albanesi ne ho accolti 8 fatti sedere alla mia tavola e averli sistemato una casa accogliente senza farmi nessuna pubblicità.
    Ma ora che è successo una catastrofe nella mi famiglia ho scritto a politici alla Caritas alle banche (sia chiaro che non voglio elemosine o aiuti a fondo perduto) avrei solo bisogno di allungare i tempi dei mie impegni che in questo momento non riesco a soddisfare perchè mio figlio senza lavoro con tre angeli di 6 4 2 che fra pochi giorni dovranno lasciare la casa pignorata siamo disperati e delusi e tutti sono indifferenti quando succede qualche tragedia, tutti sono li a fare gli ipocriti, vergognatevi!
    rispondi al commento
  • Luigi Giannelli
    Luigi Giannelli
    Domenica 9 Dicembre 2012, alle ore 10:22
    Sono un nonno disperato, ho impegnato tutti i miei risparmi, la mia pensione per intero ma purtroppo a causa di questa crisi non sono riuscito ad evitare il pignoramento della casa di mio figlio che ha tre bimbe di 6, 4, 2 anni e rischia lo sfascio della famiglia, è una situazione disperata.
    rispondi al commento
  • Ivano Barbacane
    Ivano Barbacane
    Sabato 8 Dicembre 2012, alle ore 20:53
    Sono in una situazione drammatica vivo a Roma, casa popolare, disoccupato da più di anno, non pago affitto, la luce che mi hanno staccato ma ho levato i sigilli, mia madre è venuta da me non percepisce più la pensione di invalidità da più di 6 mesi per motivi visite cose assurde non sò più come fare, sono disperato oltre tutto un mese e mezzo fa' ho fatto tre giorni di lavoro che non mi sono stati pagati, sono autista con patente C sto cercando di rivolgermi al CAF ma per centocinquanta euro la circoscrizzione mi dice che non ci sono fondi sono due anni che mi prendono in giro gli ho portato anche le bollette della luce.
    Prego almeno la chiesa mi aiuti oggi e' la madonna io sono credente vado a messa ma il mondo mi ha abbandonato.
    Spero in una risposta grazie
    rispondi al commento
  • Vittoria Bianchi
    Vittoria Bianchi
    Sabato 29 Settembre 2012, alle ore 11:37
    Sono Vittoria Bianchi, ho letto quest'articolo e vi voglio raccontare la mia storia.
    Nel novembre del 2010 purtroppo sono diventata vedova all 'eta' di 38 con due figli di anni 3 e 1.
    Il mio compianto marito aveva 52, morto con un arresto cardiaco.
    Sono disperata ancora ad oggi non riesco a realizzare, eravano una cosa sola, era un uomo fantastico, altruista e portava rispetto per il prossimo.
    Ma comunque la vita ci ha riservato tutto questo.
    Di conseguenza sono rimasta senza un lavoro e stento a vivere, sono passati quasi due anni e ancora oggi vivo con l'aiuto dei miei genitori con pensioni sociali.
    Vengo da una famiglia numerosa, abituata ai sacrifici ma viva a Dio siamo uniti.
    Avevo un'attività commerciale, ma dopo la disgrazia ho dovuto chiudere perchè ci sono troppo spese.
    Vorrei chiedere sempre nel possibile un aiuto visto che mi trovo senza casa e stento a pagarla .sto cercando un lavoro ma è impossibile.
    Vi prego se potete aiutarmi, aiutate oltre me, due anime innocenti che già per sfortuna si sono ritrovati in un attimo senza il papà, che vi garantisco è tanta dura.
    Sono di Castrovillari e appartengo alla parrocchia di San Girolamo provincia di Cosenza.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Mutui e affitti: aiuti dalla chiesa che potrebbero interessarti
Finanziamento lavori: chiedere un prestito on line

Finanziamento lavori: chiedere un prestito on line

Prestito personale per lavori di ristrutturazione LAVORINCASA.it...
Progetto C.A.S.A.  a Torino

Progetto C.A.S.A. a Torino

Il Progetto C.A.S.A. a Torino mette a disposizione dei giovani di età compresa tra 18 e 30 anni un piccolo prestito per aiutarli ad andare a vivere dal soli.
Il regolamento attuativo del prestito ipotecario vitalizio

Il regolamento attuativo del prestito ipotecario vitalizio

Da marzo 2016 si potrà chiedere il prestito vitalizio ipotecario riservato ai proprietari di immobili con più di 60 anni di età. Ecco cosa prevede il regolamento...
Mutuo liquidità

Mutuo liquidità

Tra le diverse tipologie di mutuo, esaminiamo in questo articolo quella detta mutuo liquidità, assimilabile ad un prestito personale.
Finanziamenti per ristrutturazione casa

Finanziamenti per ristrutturazione casa

Quasi tutte le migliori banche e società finanziarie offrono finanziamenti, prestiti per la ristrutturazione della propria casa e l'offerta è molto vasta.
accedi al social
Registrati come Utente
276425 UTENTI REGISTRATI
Registrati come Azienda
21002 AZIENDE REGISTRATE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Fiocchetto di prosciutto stagionato ravanetti metà , sottovuoto, peso
      Fiocchetto di prosciutto...
      23.00
    • Chicco cuscino rialzo dalla seduta anatomica. omologato per il trasporto in auto secondo la normativa ece r44-04 per i gruppi 2 e 3, per il trasporto
      Chicco cuscino rialzo dalla seduta...
      14.25
    • Gt luce i-trilogy - ap3520 - applique a led di colore bianco dalla forma rettangolare 16 watt
      Gt luce i-trilogy - ap3520 -...
      68.69
    • Chicco - seggiolino auto seat up 012 red
      Chicco - seggiolino auto seat up...
      255.00
    • Dainese d-mach backpack
      Dainese d-mach backpack...
      133.00
    • Svernicarena nubian 750ml
      Svernicarena nubian 750ml...
      17.00
    • Ripristino disegni decorativi
      Ripristino disegni decorativi...
      300.00
    • Ripristino d'intonaco Roma e dintorni
      Ripristino d'intonaco roma e...
      35.00
    • Irrigatore statico VARIO-JET Claber
      Irrigatore statico vario-jet claber...
      8.50
    • Impianto set 2 casse 4
      Impianto set 2 casse 4...
      284.90
    • Pergola autoportante
      Pergola autoportante...
      300.00
    • Stufa radiatore ad oliovov voh
      Stufa radiatore ad oliovov voh...
      64.90
    • Brennenstuhl multipresa con protezione da sovratensioni 6 scomparti nero schuko brennenstuhl 1159700015
      Brennenstuhl multipresa con...
      14.99
    • Lavor ashley 200 bidone aspiracenere potenza 1000 watt colore nero
      Lavor ashley 200 bidone...
      40.99
    • Husqvarna motosega husqvarna 455 rancher ii autotune cilindrata 55.5cc potenza 2.6 kw
      Husqvarna motosega husqvarna 455...
      539.00
    • Vortice caldofà termoventilatore da caminetto
      Vortice caldofà...
      271.99
    • Fan europe i-orchestra-ap1 - applique cromata dalla forma semplice e con cristalli decorativi 40 watt e14
      Fan europe i-orchestra-ap1 -...
      43.72
    • Hailo 0860-221 - ampia pattumiera big-box 60, swing s, argento
      Hailo 0860-221 - ampia pattumiera...
      56.84
    • Pergola addossata
      Pergola addossata...
      300.00
    • Stufa radiatore ad olio vov
      Stufa radiatore ad olio vov...
      59.90
    • Tenda a caduta Windy Cristall
      Tenda a caduta windy cristall...
      450.00
    • Muse m158ip radiosveglia dockingstation ipod
      Muse m158ip radiosveglia...
      99.90
    • Posatura di parquet prefinito Roma e provincia
      Posatura di parquet prefinito roma...
      25.00
    • Telo copriauto in
      Telo copriauto in...
      39.00
    • Zibro 10 rossa italia sottocosto!
      Zibro 10 rossa italia sottocosto!...
      599.00
    • I-perla-pt - lampada da terra piantana dalla slanciata e romantica di colore bianco 60 watt e27
      I-perla-pt - lampada da terra...
      155.90
    • Terraneo tavolo extend riducibile in consolle cm 186-80x80-45 x 76 cm in mdf olmo - el540o
      Terraneo tavolo extend riducibile...
      280.98
    • Settimino karina larice bianco
      Settimino karina larice bianco...
      120.00
    • Bandana coprischienale in organza
      Bandana coprischienale in organza...
      6.58
    • Copricolonna universale bianco effetto legno venato con 1 ante e 2 cassetti 70x62x44 cm
      Copricolonna universale bianco...
      108.00
    • Realizzazione di pareti in forati Roma e dintorni
      Realizzazione di pareti in forati...
      120.00
    • Quadrotti easytile art
      Quadrotti easytile art...
      132.00
    • Tenda windy cristall
      Tenda windy cristall...
      450.00
    • Tenda zypper cristall
      Tenda zypper cristall...
      325.00
    • Pergola galileo fr
      Pergola galileo fr...
      5500.00
    • Vasca con sportello SAMOA per disabili e anziani
      Vasca con sportello samoa per...
      5690.00
Cersaie
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Weber
  • Mansarda.it
  • Policarbonato online
  • Officine Locati
  • Immobiliare.it
  • Vimec
  • Onlywood
  • Ceramica Rondine
  • Black & Decker
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
€ 250.00
foto 4 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2017
€ 60.00
foto 3 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2017
€ 90.00
foto 2 geo Catania
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 150.00
foto 6 geo Parma
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 1.50
foto 0 geo Messina
Scade il 01 Gennaio 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
97678
cookie

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.
ok