Risolvere il problema dei cedimenti in profondità con i micropali a pressione LIFT PILE

NEWS DI Ristrutturazione
La tecnologia dei micropali a pressione si è evoluta con il brevetto europeo Novatek che prevede l'impiego di un dispositivo di precarica regolabile degli stessi
04 Maggio 2017 ore 13:37

Consolidamento fondazioni con micropali a pressione


Il consolidamento degli edifici, a seguito del verificarsi sempre più di frequente di cedimenti differenziali presenti nel terreno, è diventato uno degli interventi di messa in sicurezza degli edifici ormai all'ordine del giorno.


Fase di precaricamento micropali a pressione di novatek

Fase di precaricamento micropali a pressione di novatek

Fase di precaricamento micropali a pressione di novatek
Fasi intervento con micropali a pressione di novatek

Fasi intervento con micropali a pressione di novatek

Fasi intervento con micropali a pressione di novatek
Filettature dei micropali di novatek

Filettature dei micropali di novatek

Filettature dei micropali di novatek
Fori d'intervento con micropali a pressione di novatek

Fori d'intervento con micropali a pressione di novatek

Fori d'intervento con micropali a pressione di novatek
Intervento di sollevamento con micropali a pressione precaricati di novatek

Intervento di sollevamento con micropali a pressione precaricati di novatek

Intervento di sollevamento con micropali a pressione precaricati di novatek
Macchinario per precaricare i micropali a pressione di novatek

Macchinario per precaricare i micropali a pressione di novatek

Macchinario per precaricare i micropali a pressione di novatek
Planimetria intervento di sollevamento con micropali a pressione precaricati di novatek

Planimetria intervento di sollevamento con micropali a pressione precaricati di novatek

Planimetria intervento di sollevamento con micropali a pressione precaricati di novatek
Precaricamento micropali a pressione di novatek

Precaricamento micropali a pressione di novatek

Precaricamento micropali a pressione di novatek
Sollevamento di una cabina elettrica con i micropali a pressione di novatek

Sollevamento di una cabina elettrica con i micropali a pressione di novatek

Sollevamento di una cabina elettrica con i micropali a pressione di novatek

Il problema dei cedimenti può essere approcciato e risolto adoperando svariate tecniche che si differenziano tra loro per tipologia e tempi di realizzazione. Preferire un intervento piuttosto che un'altro è una scelta dettata dal tipo di edificio, di terreno e di fondazione, ad esempio se il cedimento è superficiale si può intervenire realizzando una platea di fondazione; altrimenti ,se il cedimento è più in profondità è necessario ricorrere ai pali di fondazione.

Una delle tecniche più diffuse anche perché considerata poco invasiva, è quella che adopera i micropali a pressione, in genere consigliata per eseguire interventi di consolidamento delle fondazioni di edifici esistenti.


Micropali a pressione: cosa sono e come si adoperano


I micropali di fondazione a pressione costituiscono una categoria di palo differente da quelli che tradizionalmente vengono adoperati per eseguire interventi di consolidamento.

Caratteristica è la loro filettatura esterna e il sistema di infissione nel terreno, che avviene attraverso l'utilizzo di macchinari dalle dimensioni piuttosto ridotte, capaci quindi di eseguire interventi anche all'interno degli edifici, in ambienti come locali cantinati, cortili interni etc.

L'infissione a pressione nel terreno si esegue attraverso appositi fori di carotaggio di piccolo diametro, circa 7 cm che attraversano verticalmente il dado di fondazione o il muro di fondazione, a seconda del punto in cui si è verificato il cedimento, seguendo una direzione perpendicolare o leggermente inclinata rispetto ad esso.

Calcolo micropali a pressione tecnologia LIFT PILE
L'infissione del micropalo avviene per contrasto, tramite l'ausilio di un martinetto idraulico, che permette di spingere nel terreno i tubi micropali, aventi lunghezza di 1 m, diametro di 6,1 cm e spessore di 0,8 cm, con giuntura a filetto conico.

La procedura di esecuzione micropali viene interrotta al raggiungimento del primo substrato rigido utile al trasferimento del carico strutturale e all'incontro di una resistenza alla penetrazione di 22-25 tonnellate.

Si chiamano micropali a pressione poiché, una volta raggiunta la pressione massima d'infissione, viene eseguita la connessione tra la testa del micropalo e la fondazione con l'ausilio di una malta cementizia espansiva per ancoraggi di precisione tipo Emaco S55, con forza di aderenza pari a circa 6 Mpa.

Novatek è una delle aziende specializzate nel settore del consolidamento, i micropali Novatek sono caratterizzati da una rugosità laterale che ne aumenta la superficie del 46%, ottenuta grazie a un processo di rullatura e laminazione a freddo senza asportazione di trucioli.

Realizzazione micropali Novatek
Durante la fase di infissione, la porzione di terreno posta nelle immediate vicinanze del palo viene compattata rispetto all'asse di infissione grazie allo spostamento del volume occupato dal palo stesso. Per gli interventi di consolidamento questa tecnologia è ancora più performante se coniugata all'utilizzo di iniezioni di resine espandenti.

L'azienda Novatek, a seguito di ricerche dettagliate eseguite nel campo dei micropali a pressione, ha brevettato a livello europeo un dispositivo di precarica regolabile, che migliora le prestazioni del palo nonché gli effetti della sua infissione nel terreno.


Micropali a pressione con dispositivo di precarica regolabile


La tecnologia LIFT PILE è stata brevettata da Novatek e prevede che l'infissione del palo avvenga mediante l'ausilio di un martinetto idraulico di piccole dimensioni, quindi capace di accedere anche negli ambienti più angusti, ancorato alla struttura attraverso barre in acciaio.

Micropali costo modello LIFT PILE di Novatek
Questo sistema permette in fase di infissione di sfruttare la controspinta dello stesso fabbricato e della sua fondazione, permettendo al micropalo di raggiungere la pressione corrispondente alla portata di progetto necessaria per eseguire un corretto consolidamento. Il sistema che adopera i pali precaricati include la verifica singolarmente della portata dei pali fino a raggiungere il carico limite e non richiede ulteriori prove di carico.

Per precaricare il palo si adopera uno specifico dispositivo regolabile, che viene agganciato alla parte superiore del palo e messo in tensione attraverso l'utilizzo di una chiave dinamometrica, che appunto precaricherà il micropalo fino o a raggiungere la portata prevista da progetto.

Utilizzando questa macchina per micropali se si procede con l'avvitamento, sarà possibile ottenere un recupero del cedimento avvenuto che corrisponderà al sollevamento dell'edificio stesso. Questo sollevamento, a seconda dei casi e della precarica, potrà variare da pochi millimetri fino a parecchi centimetri.


Micropali a pressione con precarica: le varie fasi


Le fasi di esecuzione, al fine di ottenere un buon consolidamento, prevedono la realizzazione di un foro passante la fondazione del diametro di 64 mm e la successiva realizzazione di due ancoraggi ai lati del foro mediante barre filettate da 20 mm di diametro.

Il micropalo utilizzato per l'infissione ha lunghezza pari a 1 m, più sarà profondo lo strato di terreno consistente da raggiungere, maggiori saranno i moduli da utilizzare, che verranno infissi con un pistone idraulico, utilizzando i due ancoraggi precedentemente realizzati come contrasto.

Il primo modulo, ovvero quello che impatta nel terreno, per facilitare l'infissione, potrà essere dotato di una punta metallica, la cui funzione sarà appunto quella di rompere le parti di terreno più compatte, così da permettere al micropalo di arrivare in profondità.

Macchine per micropali: Sistema consolidamento in fondazione di Novatek
Con questa tecnica è possibile procedere all' infissione del micropalo senza eseguire interventi di scavo invasivi, raggiungendo quindi anche gli strati di terreno più resistenti e profondi, intervenendo anche dalle parti interne degli edifici.

Terminata la fase di infissione, avviene quella di precarica, che si esegue disponendo sulla sommità del micropalo un dispositivo di precarica regolabile, che attraverso uno strumento dinamometrico riuscirà ad applicare una precarica stabilita in fase di progetto oppure desunta direttamente in cantiere, tale da determinare il sollevamento e il consolidamento dell'edificio.

Intervento di sollevamento con micropali a pressione di Novatek
La forza di precarica dovrà comunque essere inferiore al carico limite sopportato dal palo. A sollevamento ottenuto, l'intevento di consolidamento si potrà ritenere terminato solo a dopo aver eseguito una cementazione della struttura mediante l'utilizzo di malte cementizie espansive ad alta resistenza per inghisaggi, tipo MasterFlow 928.


Vantaggi dei micropali a pressione con dispositivo di precarica regolabile


I micropali a pressione MP/60 sono adatti a opere di fondazione profonda e rappresentano il fiore all’occhiello delle tecnologie Novatek e delle più moderne tecnologie a bassa invasività, per il consolidamento di fondazioni.

Valore aggiunto di questo sistema è il loro campo d'azione: infatti, questa tecnica di consolidamento è utilizzata nei casi in cui il cedimento non sia limitato al solo bulbo delle pressioni e si renda quindi necessario trasmettere il carico strutturale applicato in sommità a strati di terreno più profondi, più resistenti e meno compressibili.


L'innovativa tecnologia LIFT PILE messa a punto da Novatek presenta numerosi vantaggi e punti di forza:
- velocità di intervento e bassissima invasività;
- possibilità di intervenire anche dall'interno degli edifici, in maniera pulita e risolutiva;
- verifica in tempo reale del risultato ottenuto;
- possibilità di intervenire anche su cedimenti importanti e di recuperarli in maniera efficace;
- possibilità di incrementare la portanza delle fondazioni senza rischio di cedimenti di assestamento;
- possibilità di procedere subito dopo la fine dell'intervento con il ripristino delle fessure.


Consolidamento con i micropali a pressione: la Redazione consiglia

A chi rivolgersi per eseguire un intervento con i micropali a pressione?


LIFT PILE, è tecnologia ideata da Novatek, che permette di aumentare la portanza, sollevare e consolidare le fondazioni di edifici e strutture senza dover attendere la fine della prima stagione secca successiva.

L'azienda ha sede a Verona ma è operante da più di vent'anni in maniera capillare su tutto il territorio nazionale e in alcuni Paesi d'Oltralpe.

L'esperienza maturata e i numerosi progetti di successo hanno fatto di Novatek un punto di riferimento nel campo del consolidamento dei terreni di fondazione.

Novatek è sempre disponibile per ogni richiesta di informazione, sopralluogo e preventivo gratuito.

Novatek S.r.l.
Via dell'Artigianato, 11 – Corbiolo
37021 BOSCO CHIESANUOVA – VERONA
Per saperne di più chiama il numero verde: 800-222273
oppure il tel: 045 6780224
o ancora visita il sito: www.novatek.it


Articolo: Micropali a pressione per consolidamento fondazioni
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 3 voti.
Novatek opera nel settore del consolidamento dei terreni di fondazioni mediante iniezione di resine espandenti.

Micropali a pressione per consolidamento fondazioni: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Micropali a pressione per consolidamento fondazioni che potrebbero interessarti
Berlinese di micropali

Berlinese di micropali

Struttura di micropali abbinati a tiranti, utilizzata prevalentemente per contenere il fronte di scavi a ridosso di strutture esistenti.
La tecnologia dei micropali per consolidare il terreno di fondazione

La tecnologia dei micropali per consolidare il terreno di fondazione

I micropali sono un metodo poco invasivo per consolidare simultaneamente terreni e fondazioni, facendo uso di iniezioni a base di cemento o di resine espandenti...
Micropali per il consolidamento delle fondazioni

Micropali per il consolidamento delle fondazioni

Alcune interessanti soluzioni per porre rimedio a diverse tipologie di consolidamento di fondazione, anche gravi, legate al cedimento dei terreni degli edifici.
Il problema delle crepe nei muri: ecco come risolverlo

Il problema delle crepe nei muri: ecco come risolverlo

Le crepe nei muri sono un gran problema sempre più diffuso. Le soluzioni di SyStab sono un sistema valido e poco invasivo per mettere in sicurezza un edificio.
Tutto quello che c'è da sapere sulle tipologie di pali di fondazione e sui micropali a pressione

Tutto quello che c'è da sapere sulle tipologie di pali di fondazione e sui micropali a pressione

I pali di fondazione vengono di solito utilizzati quando il terreno in superficie è poco consistente, tante sono le tipologie tra queste i micropali a pressione.

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.