Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.

Manutenzione Straordinaria

News di Ristrutturazione
Gli interventi di manutenzione straordinaria sono quelli necessari a rinnovare e sostituire parti anche strutturali o realizzare e integrare impianti e servizi igienici.
Manutenzione Straordinaria
Arch. Carmen Granata

Continuiamo il nostro excursus per entrare nel dettaglio degli interventi edilizi che si possono effettuare su edifici esistenti e per i quali è possibile usufruire di detrazioni fiscali.

Essi sono definiti nell'articolo 3 del Testo Unico dell'Edilizia (d.p.r. 380/01).

Gli interventi di manutenzione straordinaria sono definiti alla lettera b) del comma 3 come le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico - sanitari e tecnologici, sempre che non alterino i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e non comportino modifiche delle destinazioni di uso.


Esempi di interventi di manutenzione straordinaria


manutenzione straordinariaDi seguito un elenco, comunque non esaustivo, di interventi di ristrutturazione che rientrano nella casistica di manutenzione straordinaria:

Opere esterne:
- rifacimento o nuova realizzazione di intonaci esterni;
- sostituzione di serramenti esterni, persiane, serrande, ecc., con altra tipologia di infissi differente per forma e materiali;
- realizzazione di  cancellate, ringhiere, muri di cinta e recinzioni;
- apertura di nuove porte o finestre verso l'esterno;
- interventi finalizzati alla formazione di cortili e giardini, anche con piantumazione di alberi;

Opere interne:
- consolidamento statico di strutture portanti dell'edificio, sia in fondazione che in elevazione;
- sostituzione di solai di copertura con altri aventi materiali e strutture differenti, senza modifica delle quote di colmo o gronda;
- rifacimento di scale e rampe;
- realizzazione, rifacimento integrale o integrazione di servizi igienico – sanitari;
- rifacimento o modifica integrale degli impianti anche con installazione di pannelli solari o fotovoltaici;
- sostituzione di tramezzi interni con modifica dello schema distributivo, ma senza alterare superfici, volumi e destinazione d'uso;
- frazionamenti o accorpamenti di unità immobiliari, purchè non comportino la modifica dell’assetto distributivo dell'intero fabbricato;

Sono compresi anche interventi di realizzazione di elementi accessori o pertinenziali che non comportino l'aumento di volumi o superfici utili, come  scale di sicurezza ed ascensori, volumi tecnici, centrali termiche, anche all'esterno dell'edifico.

Tra gli interventi di manutenzione straordinaria sono compresi anche quelli finalizzati al risparmio energetico, come la coibentazione o rifacimento del manto di copertura e la realizzazione di cappotti esterni.


Titoli abilitativi per interventi di manutenzione straordinaria


Come abbiamo visto, la manutenzione straordinaria comprende una serie di interventi possibili che possono portare anche ad una certa trasformazione dell'immobile, senza però mutarne destinazione d’uso, superfici e volumi, e che spesso richiedono un progetto a firma di tecnico abilitato.
Per questo è necessario presentare in comune, prima dell'inizio dei lavori, una Comunicazione di Inizio Lavori (C.I.L, C.I.A. o C.I.A.L.), asseverata dal tecnico ed accompagnata da tutti gli elaborati grafici e documenti necessari.

progetto per manutenzione straordinariaNel caso in cui i lavori prevedano interventi su parti strutturali, come l'apertura di un vano in un muro portante o la sostituzione di un solaio, si dovrà, invece, presentare una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.).
In questo caso sarà anche necessario, prima di iniziare i lavori, depositare il progetto e la verifica strutturale al Genio Civile.

Alcuni comuni prevedono per determinati interventi, come il frazionamento in due distinte unità immobiliari, ancora la vecchia D.I.A. o addirittura il Permesso di Costruire.

Anche in caso di manutenzione straordinaria bisogna ottemperare all'obbligo di rispetto delle prescrizioni in materia di sicurezza e presentare la notifica preliminare all'ASL nel caso ne ricorrano i presupposti, cioè nel caso in cui intervengano almeno due imprese anche non contemporaneamente.

Nel caso in cui ci sia necessità di installare su suolo pubblico opere provvisionali, come ponteggi, bisognerà  presentare preventivamente la richiesta di Occupazione di Suolo Pubblico (OSP) e pagare i relativi oneri.

Infine, quando i lavori comportino una modifica della distribuzione interna dell'edificio, o la presenza di nuove aperture, prima che i lavori siano terminati, bisognerà provvedere alla richiesta di variazione catastale ed allegare la relativa ricevuta alla comunicazione di fine lavori.


Detrazioni fiscali per interventi di manutenzione straordinaria


detrazioni per manutenzione straordinariaGli interventi di manutenzione straordinaria  possono usufruire di detrazione Irpef del 50% e, visto che tra di essi rientrano anche le opere per l'efficientamento energetico, di detrazione 65%.

Tuttavia le due agevolazioni non sono cumulabili per cui bisognerà distinguere nella contabilità le diverse lavorazioni, oppure, nel caso in cui gli interventi possano fruire dell'una o dell'altra, scegliere quella che si ritiene più conveniente in base alla propria situazione.

Un'altra distinzione importante va fatta in base alla tipologia dell'immobile: della detrazione 50%, infatti, possono godere solo gli edifici residenziali, di quella del 65%, invece, tutte gli edifici, di qualunque categoria catastale.


Iva agevolata per interventi di manutenzione straordinaria


Come accade per la manutenzione ordinaria, anche  gli interventi di manutenzione straordinaria sono tra quelli che possono usufruire dell'Iva agevolata al 10%, se eseguiti su edifici a prevalente destinazione abitativa.

iva per manutenzione straordinariaTale aliquota si può applicare alla prestazione di servizi, cioè ai lavori eseguiti dall'impresa e all'acquisto dei materiali, se effettuato dall'impresa stessa.
Se invece l'acquisto dei materiali viene fatto direttamente dal committente, l'aliquota Iva è quella ordinaria.

Se invece gli interventi sono finalizzati all'eliminazione delle barriere architettoniche, l'aliquota Iva agevolata è del 4%.

Per usufruire delle aliquote agevolate il committente deve presentare all'impresa una dichiarazione scritta in cui ne fa richiesta, assumendosi la responsabilità del tipo di interventi effettuati.

I costi delle prestazioni professionali del  tecnico incaricato (architetto, ingegnere o geometra), non sono invece soggetti ad Iva agevolata, ma ad aliquota ordinaria. E' possibile, comunque, portare anche questi onorari in detrazione.

Articolo: Manutenzione Straordinaria
Valutazione: 5.57 / 6 basato su 193 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 1
Commenta su Manutenzione Straordinaria
Caratteri rimanenti
  • Lorenzaantonucci
    4 giorni fa
    Buonasera. Vorrei sapere se rientra come lavoro di ristrutturazione straordinaria sostituire una persiana in alluminio con una in ferro serie romana antieffrazione oppure se va per forza sostituita con una serranda per poter rientrare come lavoro straordinario...la legge non mi è chiara.inoltre vorrei sapere se separare due vani con un muro in cartongesso può rientrare nei lavori di ristrutturazione straordinaria. Grazie mille.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Lorenzaantonucci
      4 giorni fa
      Sono entrambi interventi di manutenzione straordinaria.
      rispondi al commento
  • Andreatrapani
    Martedì 17 Marzo 2015, alle ore 21:32
    Buongiorno sto effettuando dei lavori nel mio appartamento: opere edili (demolizione e ricostruzione muri interni, posa davanzali e intonaco alle pareti interne), impianto elettrico e impianto idrotermosanitario (solare, riscal. a pavimento e nuovi bagni) sono opere di r. straordinaria con bonus fiscale? i nuovo pavimento però non rientrerebbe nel bonus giusto? grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Andreatrapani
      Mercoledì 18 Marzo 2015, alle ore 10:10
      Gli interventi sono tutti detraibili, anche il pavimento, perchè il suo rifacimento è necessario per effettuare gli altri lavori.
      rispondi al commento
      • Andreatrapani Arch.granata
        Mercoledì 18 Marzo 2015, alle ore 20:43
        Grazie mille, un altra info ho letto bene la SCIA che ha presentato il mio Geom. in comune e ho letto che è una SCIA in sanatoria, è un problema per il bonus fiscale? in oltre successivamente alla SCIA ho effettuato una variazione catastale dell'immobile con variazione della categoria attualmente in A3 influisce qualcosa? di nuovo grazie
        rispondi al commento
        • Arch.granata Andreatrapani
          Giovedì 19 Marzo 2015, alle ore 09:39
          La pratica in sanatoria significa che gli interventi sono stati realizzati prima della sua presentazione. In ogni caso non implica la perdita delle agevolazioni.
          rispondi al commento
          • Andreatrapani Arch.granata
            Domenica 22 Marzo 2015, alle ore 11:54
            Scusi di nuovo, la SCIA che è stata presentata riporta i dati catastali "vecchi" precedenti alla variazione (sub.3) successivamente visto che l'intero immobile è di mio padre abbiamo effettuato una variazione/frazionamento catastale di tutti gli immobili (i piani della casa e le pertinenze) così il primo piano oggetto di lavori e di SCIA da sub.3 ora con la variazione è diventato sub.4 cat. A3. è un problema per il bonus? grazie mille
            rispondi al commento
            • Arch.granata Andreatrapani
              6 giorni fa
              No.
              rispondi al commento
              • Andreatrapani Arch.granata
                2 giorni fa
                Scusi una curiosità: ho letto sulla guida dell?AdG che il bonus ristrutturazione vale anche sugli immobili rurali, con la domanda di accatastamento presentata, in questi casi in cui i lavori e gli impianti sarebbero nuovi e non in sostituzione rientrerebbero nel bonus? se la risposta è no quali interventi rientrerebbero? grazie
                rispondi al commento
  • Sdaria
    Domenica 22 Febbraio 2015, alle ore 20:06
    Buonasera architetto, vorrei mettere una controparete che mi isoli "acusticamente" dal vicino (isolmant più cartongesso ad esempio). Vorrei sapere se rientro nella detrazione fiscale del 50% e del bonus mobili. Devo presentare dichiarazione alla asl prima di iniziare? Molte grazie,DS
    rispondi al commento
    • Arch.granata Sdaria
      Lunedì 23 Febbraio 2015, alle ore 10:24
      E' un intervento detraibile, purchè vengano rispettati gli standard minimi di legge previsti. Per la procedura leggere http://www.lavorincasa.it/detrazione-50/
      rispondi al commento
      • Sdaria Arch.granata
        Lunedì 23 Febbraio 2015, alle ore 10:48
        La ringrazio molto per la sua risposta. Vorrei inoltre chiederle se è necessario presentare la valutazione di un tecnico acustico per avere la detrazione, purtroppo rispetto a questo intervento i documenti dell'agenzia sono carenti. Rispetto alla comunicazione alla asl, io avro' un saloa impresa per una settimana, credo sia sufficiente un'autocertificazione. nuovammente grazie, saluti.
        rispondi al commento
        • Arch.granata Sdaria
          Martedì 24 Febbraio 2015, alle ore 09:32
          Sì, è necessaria la certificazione di un tecnico abilitato in acustica.
          rispondi al commento
  • Fabrizioferluga
    Martedì 17 Febbraio 2015, alle ore 23:16
    Buongiorno,nel 2013 ho rifattoo il bagno, 3000 euro spesi in mobili, 4500 in manodopera tramite ditta, nel 730 é stato inserito un importo di 7500 euro da recuperare al 50% in dieci rate, 375 ogni anno. La dichiarazione di lavori era stata aperta e chiusa nel dicembre 2013. Ora vorrei rifare la cucina. Per poter sfruttare il bonus mobili penso dovrei avere a disposizione solo 7000 euro, giusto? Ovviamente dovrei effettuare lavori di man.straord.
    rispondi al commento
  • Emiliobraganse
    Martedì 17 Febbraio 2015, alle ore 13:38
    Salve architetto vorrei chiederle una delucidazione sul mio caso. Ho effettuato la sostituzione del bagno, eretto pareti in cartongesso, rifatto l'impianto elettrico e idraulico. Posso usufruire delle detrazioni? Se si posso anche detrarre le spese successive per tinteggiatura e acquisto di mobili (cucina, camera ecc)?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Emiliobraganse
      Martedì 17 Febbraio 2015, alle ore 15:12
      Http://www.lavorincasa.it/detrazione-50/
      rispondi al commento
      • Emiliobraganse Arch.granata
        Martedì 17 Febbraio 2015, alle ore 15:34
        Grazie per la risposta, volevo inoltre chiederle chi è che certifica l'effettiva realizzazione dei lavori, Nel senso quando vado a fare la denuncia dei redditi dove vedono se ci rientro o no? Grazie
        rispondi al commento
        • Arch.granata Emiliobraganse
          Martedì 17 Febbraio 2015, alle ore 15:44
          Nella denuncia dei redditi bisogna semplicemente indicare i dati catastali nell'apposito rigo per le detrazioni.
          rispondi al commento
          • Emiliobraganse Arch.granata
            Martedì 17 Febbraio 2015, alle ore 16:10
            MI scusi ancora ma dove si vedono i lavori che sono stati effettuati?
            rispondi al commento
          • Emiliobraganse Arch.granata
            Martedì 17 Febbraio 2015, alle ore 21:45
            Mi spiego meglio: al momento della denuncia dei redditi indico i dati catastali dell'immobile, ma dopo chi è che realmente ho effettuato lavori di manutenzione straordinaria? non riesco a capire questa cosa. grazie
            rispondi al commento
  • Bebo1972
    Venerdì 13 Febbraio 2015, alle ore 17:21
    Salve, nel corso del 2014 ho effettuato la manutenzione straordinaria del mio appartamento usufruendo anche del bonus mobili. nel 2015 dovrei fare la manutenzione dell'intero condominio..posso da legge far detrarre tali spese a mia moglie(con apposito bonifico) facendo intestare fatture a lei..può inoltre usufruire di ulteriore bonus mobili?? grazie..
    rispondi al commento
    • Arch.granata Bebo1972
      Lunedì 16 Febbraio 2015, alle ore 09:34
      A parte che per spese inerenti il condominio potrebbe ancora usufruirne lei stesso, comunque può far detrarre anche a sua moglie, ma non c'è bonus mobili per arredi relativi al suo appartamento.
      rispondi al commento
  • Screensaver
    Venerdì 13 Febbraio 2015, alle ore 13:10
    Buongiorno, sto per sostituire gli infissi esterni con modifica di materiale e dei serramenti mettendo i tripli vetri alle finestre. Dalla guida dell'agenzia delle entrate questo sembrerebbe una manutenzione straordinaria e quindi che necessiti la CILA. Tuttavia sul sito del comune di Milano questo tipo di intervento sembra essere di manutenzione ordinaria e quindi non necessita di CILA. Cosa fare in qesti casi per il bonus fiscale? Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Screensaver
      Lunedì 16 Febbraio 2015, alle ore 09:32
      La sostituzione dei serramenti con altri di materiali diversi è senza alcun dubbio manutenzione straordinaria. In questo caso mi sento di dire che non valga il principio secondo cui ogni comune interpreta le norme in maniera diversa.
      rispondi al commento
  • Massirock
    Martedì 27 Gennaio 2015, alle ore 11:34
    Vorrei riuscire a sfruttare il bonus mobili.Quali sono i lavori di ristrutturazione meno costosi che mi permettono l'accesso a tale bonus?La costruzione di una tettoia esterna (tipo gazebo) sul giardino privato lo permetterebbe?
    rispondi al commento
  • Gilberto65
    Domenica 25 Gennaio 2015, alle ore 18:39
    Rifatti tutti Impianti a norma cert., sostituiti vecchi infissi, tramezzi, porte scrigno, rifatti tot. bagni e cucina, ecc. Per AdE sono int. detraibili e per L. R. Sicilia casistica Opere Interne. Il geom. ha per errore scritto Opere Interne art. 9 "per man. ordinaria". Però le le man. ord. sono art. 6 e non richiedono nessuna com.ne. Basta allegare Autocert.ne?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Gilberto65
      Lunedì 26 Gennaio 2015, alle ore 09:57
      Le opere di manutenzione ordinaria non sono in genere detraibili. Ma dalla descrizione la maggior parte sembrano di m.s., quindi bisogna rettificare la pratica presentata, se possibile.
      rispondi al commento
      • Gilberto65 Arch.granata
        Martedì 27 Gennaio 2015, alle ore 08:50
        Lavori finiti l'anno scorso. Ho pensato di allegare una autocertificazione nella quale elenco gli interventi e dichiaro che sono previsti come detraibili dall'AdE , malgrado la errata comunicazione presentata al comune. Le manutenzioni ordinarie non sono opere interne tanto meno da asseverare. Il problema sarà farla accettare al caf che da quest'anno controllerà i documenti. Sono alquanto preoccupato.
        rispondi al commento
Notizie che trattano Manutenzione Straordinaria che potrebbero interessarti
Mutui per ristrutturazione casa

Mutui per ristrutturazione casa

Oltre che per l'acquisto, un mutuo puo' essere richiesto anche per finanziare lavori di ristrutturazione della propria casa.
Opere edili

Opere edili

La differenza tra opere da eseguirsi liberamente e altre che necessitano di autorizzazione, è che si tratti di manutenzione ordinaria o manutenzione straordinaria.
Manutenzione esterna

Manutenzione esterna

Per valorizzare nel tempo la nostra casa o il condominio dove risediamo, si deve prevedere un calendario di interventi, preventivando le spese condominiali tenendo conto delle scadenze dei tempi della manutenzione.
Iva agevolata per edilizia diventa permanente

Iva agevolata per edilizia diventa permanente

L'aliquota Iva agevolata al 10% per interventi edilizi di recupero del patrimonio abitativo esistente è stata resa permanente con la Legge Finanziaria del 2010.
Ristrutturazione straordinaria

Ristrutturazione straordinaria

Con la proroga fino al 31 dicembre 2010 in molti potranno ancora beneficiare di tali privilegi.
IMMOBILIARE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Rolson, set di cacciaviti 8 in 1
      Rolson, set di cacciaviti 8 in 1...
      3.59
    • Barbecue 2 fuochi a gas gpl san miguel con pietra lavica in omaggio set accessori cottura
      Barbecue 2 fuochi a gas gpl san...
      265.00
    • Contratti manutenzione
      Contratti manutenzione...
      110.00
    • Protettivo vinyl protectant
      Protettivo vinyl protectant...
      70.00
    • R.g.v. friggitrice elettrica da banco vasca singola da 4 litri con rubinetto e oblo'
      R.g.v. friggitrice elettrica da...
      99.50
    • Einhell biotrituratore einhell bg-ks 2440
      Einhell biotrituratore einhell...
      121.70
    • Manutenzione antifurto milano
      Manutenzione antifurto milano...
      50.00
    • Pulizia pavimento cotto
      Pulizia pavimento cotto...
      18.00
    • Mcculloch soffiatore mcculloch mac gb 275 per foglie (no aspiratore)
      Mcculloch soffiatore mcculloch mac...
      125.00
    • Philips saeco hd8751/95 intelia evo macchina per caffè espresso automatica
      Philips saeco hd8751/95 intelia...
      303.99
    • Casetta in metallo
      Casetta in metallo...
      420.00
    • Casetta in metallo
      Casetta in metallo...
      320.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Faidatebook
  • Mansarda.it
  • Geosec
  • Officine Locati
  • Casa.it
  • Casa.it
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI