Manutenzione Straordinaria

News di Ristrutturazione
Gli interventi di manutenzione straordinaria sono quelli necessari a rinnovare e sostituire parti anche strutturali o realizzare e integrare impianti e servizi igienici.
Manutenzione Straordinaria
Arch. Carmen Granata

Continuiamo il nostro excursus per entrare nel dettaglio degli interventi edilizi che si possono effettuare su edifici esistenti e per i quali è possibile usufruire di detrazioni fiscali.

Essi sono definiti nell'articolo 3 del Testo Unico dell'Edilizia (d.p.r. 380/01).

Gli interventi di manutenzione straordinaria sono definiti alla lettera b) del comma 3 come le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico - sanitari e tecnologici, sempre che non alterino i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e non comportino modifiche delle destinazioni di uso.


Esempi di interventi di manutenzione straordinaria


manutenzione straordinariaDi seguito un elenco, comunque non esaustivo, di interventi di ristrutturazione che rientrano nella casistica di manutenzione straordinaria:

Opere esterne:
- rifacimento o nuova realizzazione di intonaci esterni;
- sostituzione di serramenti esterni, persiane, serrande, ecc., con altra tipologia di infissi differente per forma e materiali;
- realizzazione di  cancellate, ringhiere, muri di cinta e recinzioni;
- apertura di nuove porte o finestre verso l'esterno;
- interventi finalizzati alla formazione di cortili e giardini, anche con piantumazione di alberi;

Opere interne:
- consolidamento statico di strutture portanti dell'edificio, sia in fondazione che in elevazione;
- sostituzione di solai di copertura con altri aventi materiali e strutture differenti, senza modifica delle quote di colmo o gronda;
- rifacimento di scale e rampe;
- realizzazione, rifacimento integrale o integrazione di servizi igienico – sanitari;
- rifacimento o modifica integrale degli impianti anche con installazione di pannelli solari o fotovoltaici;
- sostituzione di tramezzi interni con modifica dello schema distributivo, ma senza alterare superfici, volumi e destinazione d'uso;
- frazionamenti o accorpamenti di unità immobiliari, purchè non comportino la modifica dell'assetto distributivo dell'intero fabbricato;

Sono compresi anche interventi di realizzazione di elementi accessori o pertinenziali che non comportino l'aumento di volumi o superfici utili, come  scale di sicurezza ed ascensori, volumi tecnici, centrali termiche, anche all'esterno dell'edifico.

Tra gli interventi di manutenzione straordinaria sono compresi anche quelli finalizzati al risparmio energetico, come la coibentazione o rifacimento del manto di copertura e la realizzazione di cappotti esterni.


Titoli abilitativi per interventi di manutenzione straordinaria


Come abbiamo visto, la manutenzione straordinaria comprende una serie di interventi possibili che possono portare anche ad una certa trasformazione dell'immobile, senza però mutarne destinazione d'uso, superfici e volumi, e che spesso richiedono un progetto a firma di tecnico abilitato.
Per questo è necessario presentare in comune, prima dell'inizio dei lavori, una Comunicazione di Inizio Lavori (C.I.L, C.I.A. o C.I.A.L.), asseverata dal tecnico ed accompagnata da tutti gli elaborati grafici e documenti necessari.

progetto per manutenzione straordinariaNel caso in cui i lavori prevedano interventi su parti strutturali, come l'apertura di un vano in un muro portante o la sostituzione di un solaio, si dovrà, invece, presentare una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.).
In questo caso sarà anche necessario, prima di iniziare i lavori, depositare il progetto e la verifica strutturale al Genio Civile.

Alcuni comuni prevedono per determinati interventi, come il frazionamento in due distinte unità immobiliari, ancora la vecchia D.I.A. o addirittura il Permesso di Costruire.

Anche in caso di manutenzione straordinaria bisogna ottemperare all'obbligo di rispetto delle prescrizioni in materia di sicurezza e presentare la notifica preliminare all'ASL nel caso ne ricorrano i presupposti, cioè nel caso in cui intervengano almeno due imprese anche non contemporaneamente.

Nel caso in cui ci sia necessità di installare su suolo pubblico opere provvisionali, come ponteggi, bisognerà  presentare preventivamente la richiesta di Occupazione di Suolo Pubblico (OSP) e pagare i relativi oneri.

Infine, quando i lavori comportino una modifica della distribuzione interna dell'edificio, o la presenza di nuove aperture, prima che i lavori siano terminati, bisognerà provvedere alla richiesta di variazione catastale ed allegare la relativa ricevuta alla comunicazione di fine lavori.


Detrazioni fiscali per interventi di manutenzione straordinaria


detrazioni per manutenzione straordinariaGli interventi di manutenzione straordinaria  possono usufruire di detrazione Irpef del 50% e, visto che tra di essi rientrano anche le opere per l'efficientamento energetico, di detrazione 65%.

Tuttavia le due agevolazioni non sono cumulabili per cui bisognerà distinguere nella contabilità le diverse lavorazioni, oppure, nel caso in cui gli interventi possano fruire dell'una o dell'altra, scegliere quella che si ritiene più conveniente in base alla propria situazione.

Un'altra distinzione importante va fatta in base alla tipologia dell'immobile: della detrazione 50%, infatti, possono godere solo gli edifici residenziali, di quella del 65%, invece, tutte gli edifici, di qualunque categoria catastale.


Iva agevolata per interventi di manutenzione straordinaria


Come accade per la manutenzione ordinaria, anche  gli interventi di manutenzione straordinaria sono tra quelli che possono usufruire dell'Iva agevolata al 10%, se eseguiti su edifici a prevalente destinazione abitativa.

iva per manutenzione straordinariaTale aliquota si può applicare alla prestazione di servizi, cioè ai lavori eseguiti dall'impresa e all'acquisto dei materiali, se effettuato dall'impresa stessa.
Se invece l'acquisto dei materiali viene fatto direttamente dal committente, l'aliquota Iva è quella ordinaria.

Se invece gli interventi sono finalizzati all'eliminazione delle barriere architettoniche, l'aliquota Iva agevolata è del 4%.

Per usufruire delle aliquote agevolate il committente deve presentare all'impresa una dichiarazione scritta in cui ne fa richiesta, assumendosi la responsabilità del tipo di interventi effettuati.

I costi delle prestazioni professionali del  tecnico incaricato (architetto, ingegnere o geometra), non sono invece soggetti ad Iva agevolata, ma ad aliquota ordinaria. È possibile, comunque, portare anche questi onorari in detrazione.

Articolo: Manutenzione Straordinaria
Valutazione: 5.46 / 6 basato su 259 voti.

Manutenzione Straordinaria: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI Alert Commenti
  • Cristiano
    Cristiano
    Martedì 10 Gennaio 2017, alle ore 22:39
    Sto per effettuare l'accorpamento di due unità immobiliari contigue, una di mia proprietà e una da acquistare.
    Potrò beneficiare del bonus mobili, considerando però che sto già beneficiando del bonus mobili per l'abitazione che è già mia?
    La sola apertura di un vano porta mi darà diritto a detrarre le spese per la rimozione e la sostituzione del pavimento nell'unità immobiliare che acquisterò?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Cristiano
      6 giorni fa
      La fusione dei due appartamenti comporta la presentazione al comune di una Scia con successiva variazione catastale che Le permetterà di avere l'esenzione dal pagamento dell'Imu. I lavori conseguenti sono tutti fiscalmente detraibili nella misura del 50%. Non può beneficiare, però, del bonus mobili in quanto l'unità si unisce alla precedente. Può usufruire,  eventualmente, della parte residuale del tetto di spesa del bonus mobili precedente se non l'ha raggiunto. Se invece gli immobili rimangono separati tra loro, ma con diverse lavorazioni, potrà beneficiare di nuovo del bonus mobili. Cordiali saluti.    
      rispondi al commento
      • Cristiano
        Cristiano Pasquale
        5 giorni fa
        Grazie per la risposta.
        Il tecnico a cui mi sono rivolto mi ha detto che era sufficiente la presentazione di una Cila; in tal caso sono comunque detraibili i lavori conseguenti?
        Ho letto da più parti che, in caso di accorpamento la detrazione compete con riferimento al numero delle unità immobiliari esistenti all’inizio dell’intervento e cioè per un importo massimo di 192.000 euro (96.000 per due).
        In assenza di precise istruzioni in materia, si ritiene possa applicarsi lo stesso principio anche per il bonus mobili.
        Pertanto, il bonus mobili spetterebbe separatamente conriferimento a ciascuna unità immobiliare esistente all’inizio dei lavori di accorpamento, cioè si applica due volte (10.000 euro per due). 
        Se questo è vero perché non potrei usufruire del bonus mobili per almeno 10.000 euro?
        rispondi al commento
        • Pasquale
          Pasquale Cristiano
          2 giorni fa
          Bene se al comune basta la Cila, vengono meno alcuni adempimenti da presentare. Riguardo alla detraibilità dei lavori di fusione, sono ammessi comunque al bonus fiscale del 50%, indipendentemente dal provvedimento autorizzativo. Sul tetto di spesa è vero che l'importo si raddoppia, ma nel Suo caso vanno detratti i precedenti lavori già eseguiti, se la vecchia unità sarà sottoposta ad ulteriori opere, tenendo opportunamente una doppia contabilità. Sul doppio bonus mobili in linea di principio sono d'accordo con Lei, in quanto si estende lo stesso criterio. La mia risposta precedente è dettata da una serie interpretazioni e di restrizioni che l'AdE nel corso di quindici anni di circolari esplicative "espansive e riduttive", che hanno portato alla richiesta di restituzione delle somme portate in detrazione. Le consiglio un interpello all'AdE. Cordiali saluti.         
          rispondi al commento
          • Cristiano
            Cristiano Pasquale
            1 giorni fa
            Grazie ancora, molto gentile. Seguirò il suo consiglio.
            rispondi al commento
  • Alessandro72
    Alessandro72
    Giovedì 22 Dicembre 2016, alle ore 12:18
    A breve acquisterò la mia prima casa nella quale vorrei ristrutturare completamente il bagno , sostituire gli infissi e la zona giorno, inoltre far costruire parzialmente sulla terrazza  una veranda, le chiedo cortesemente se la tipologia dei lavori rientra nella manutenzione straordinaria e quindi nella detrazione del 50 %.
    Inoltre le chiedo se serve una SCIA per queste tipologie di interventi.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Alessandro72
      Martedì 27 Dicembre 2016, alle ore 12:03
      La rifazione completa del bagno rientra tra gli interventi di "edilizia libera", agevolabili e quindi fiscalmente detraibili. La realizzazione della veranda, invece, oltre a non beneficiare di nulla è soggetta alla presentazione al comune di una Scia. Cordiali saluti.  
      rispondi al commento
      • Alessandro72
        Alessandro72 Pasquale
        Mercoledì 28 Dicembre 2016, alle ore 16:50
        Grazie
        rispondi al commento
  • Marco
    Marco
    Martedì 13 Dicembre 2016, alle ore 22:08
    Vorrei effettuare un intervento nel sottotetto della mia abitazione che prevede la posa di uno strato di polistirene estruso 40 mm, coperto con gettata di calcestruzzo.
    Questo intervento ha bisogno di dichiarazioni di inizio lavori al comune (scia)?
    E può rientrare nelle opere di efficientamento energetico (detrazione al 65%)? 
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Marco
      Mercoledì 14 Dicembre 2016, alle ore 18:19
      L'intervento da Lei indicato è di "edilizia libera", non soggetta ad alcun provvedimento autorizzativo. Riguardo alla possibilità di beneficiare dell'ecobonus del 65%, l'opera deve rispondere a precisi requisiti di legge e deve essere certificata da un tecnico abilitato. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Marco
        Marco Pasquale
        Mercoledì 14 Dicembre 2016, alle ore 21:23
        Grazie mille per il chiarimento. Un'ultima cosa, il lavoro deve far si che la classe energetica dell'immobile migliori?
        O deve solo corrispondere a dei limiti per la trasmittanza?
        rispondi al commento
        • Pasquale
          Pasquale Marco
          Giovedì 15 Dicembre 2016, alle ore 10:33
          L'obiettivo della legge è quello di migliore la classe dell'immobile con interventi mirati. Se il Suo interesse è migliore l'efficientamento energetico, Le consiglio di intervenire dall'interno sulle coperture che i risultati sono tangibili immediatamente sia sul benessere che sul portafoglio, visto che comunque, necessita di una relazione di un tecnico qualificato per accedere all'ecobonus. Cordiali saluti.
          rispondi al commento
          • Marco
            Marco Pasquale
            Giovedì 15 Dicembre 2016, alle ore 11:16
            Grazie
            rispondi al commento
  • Nicoletta Losi
    Nicoletta Losi
    Mercoledì 7 Dicembre 2016, alle ore 07:22
    Nel caso di manutenzione straordinaria in Lombardia è obbligatorio fare l'efficentamento energetico dell'edificio ?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Nicoletta Losi
      Lunedì 12 Dicembre 2016, alle ore 16:58
      Se la ristrutturazione è totale, è obbligatorio. Cordiali saluti. 
      rispondi al commento
  • Fiorenzo
    Fiorenzo
    Venerdì 2 Dicembre 2016, alle ore 21:11
    Vvevo scritto lo scorso 12 novembre per esporle la negativita' del nuovo BONUS MOBILI con le nuove regole penalizzanti per lavori eseguiti nel 2015 con aquisto mobili nel 2016 non piu' detraibili nel 2017.
    Pare che l'allarme sia rientrato per via di una migliore esposizione delle norme su siti piu' esplicativi, e cioe':
    chi aquista mobili nel 2017 deve avere eseguito lavori in manutenzione straordinari dal 01-01-2016 e detrarli poi (mobili) nel 2018.
    Poi il sito fisco e tasse cita: LE RISTRUTTURAZIONI PIU' VECCHIE QUINDI DANNO LA POSSIBILITA' DI USUFRUIRE DEL BONUS FINO AL31-12-2016 QUELLO TUTTORA IN ESSERE!
    Forse lo sapeva gia' anche LEI era solo una precisazione ?                    
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Fiorenzo
      Lunedì 5 Dicembre 2016, alle ore 23:19
      Innanzitutto La ringrazio per il seguito e l'attenzione che pone al nostro portale. Riguardo alla Sua osservazione sull'ipotesi di restrizione dei tempi del bonus mobili, il 15/11, avevo già riportato questa notizia su richiesta di un ns. utente alla pagina http://www.lavorincasa.it/bonus-elettrodomestici/. È chiaro che allora si trattava di un emendamento in discussione in commissione bilancio senza alcuna certezza di essere approvato. Le rammento, però, che la legge di bilancio deve passare ancora al Senato. Ancora grazie della fiducia riposta. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Claudio
    Claudio
    Giovedì 1 Dicembre 2016, alle ore 09:09
    La copertura di un tetto rientra nella ordinaria o straordinaria manutenzione?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Claudio
      Venerdì 2 Dicembre 2016, alle ore 18:59
      Se i lavori a farsi comprendono anche la parte della struttura portante del tetto, l'intervento rientra nella manutenzione straordinaria. Diversamente è una semplice manutenzione. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Francesco
    Francesco
    Martedì 29 Novembre 2016, alle ore 13:59
    La sostituzione dei termosifoni e relativo montaggio della valvole termostabilizzanti  + relativa installazione di un termoconvettore fa riferimento a MANUTENZIONE STRAORDINARIA O ORDINARIA?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Francesco
      Mercoledì 30 Novembre 2016, alle ore 22:37
      L'intervento di manutenzione straordinaria riguarda l'installazione del termoconvettore che rappresenta una innovazione. La semplice sostituzione del termosifone, invece, rientra nell'ordinaria. Le eventuali detrazioni fiscali spettano sia sul fan-coil che sulle testine termostatiche ed i relativi contabilizzatori di calore. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Markus
    Markus
    Venerdì 25 Novembre 2016, alle ore 11:40
    Volendo effettuare dei lavori di rinforzo e intonacatura delle mura perimetrali del lotto di terreno su cui insiste il mio immobile, volevo sapere se posso usufruire del bonus per ristrutturazioni e di quali titoli abilitativi e permessi avrei eventualmente bisogno.
    Inoltre, ciò mi darebbe anche il diritto al bonus mobili?
    Markus
    Italia
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Markus
      Lunedì 28 Novembre 2016, alle ore 08:56
      Per rientrare nelle agevolazioni e del bonus mobili, è necessario l'innovazione, cioè la ricostruzione ex-novo anche di una piccola parte delle mura esterne, con materiali diversi dall'esistente. Il rafforzamento e l'intonaco rappresenta una semplice manutenzione ordinaria. Cordiali saluti. 
      rispondi al commento
      • Markus
        Markus Pasquale
        Martedì 29 Novembre 2016, alle ore 09:12
        Molte grazie della pronta risposta. In effetti una parte delle mura è abbastanza malmessa e potrei optare per una ricostruzione ex-novo.
        In questo caso, devo effettuare una comunicazione al comune e di quali titoli abilitativi necessito per poter rientrare nelle agevolazioni?

        rispondi al commento
        • Pasquale
          Pasquale Markus
          Mercoledì 30 Novembre 2016, alle ore 16:59
          Se non sussistono vincoli paesaggistico-ambientali sulla zona interessata,  basta una semplice comunicazione al comune in carta libera. Cordiali saluti. 
          rispondi al commento
  • Rocco
    Rocco
    Martedì 22 Novembre 2016, alle ore 10:30
    Da quanto ho letto nei commenti ho capito che per usufruire del bonus mobili basta anche effettuare un lavoro di manutenzione straordinaria.
    Nel caso in cui si tratti di attività libera (come il rifacimento dei servizi igenici) quali bonifici devono risultare per usufruire della detrazione?
    Solo quello di acquisto dei materiali presso il negozio oppure deve essere pagata anche l'impresa attraverso bonifico? qual'è la procedura specifica?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Rocco
      Mercoledì 23 Novembre 2016, alle ore 08:46
      Se trattasi di lavorazioni di "Edilizia Libera" come quella della rifazione completa dei servizi igienico-sanitari, la procedura è molto semplice: pagamento di tutti i fornitori e l'impresa edile con bonifico bancario per ristrutturazione che ogni banca ha già predisposto il proprio modello. Inoltre Le consiglio una autocertificazione sul tipo di lavori ed il periodo di esecuzione, il tutto da conservare per almeno 10 anni. Cordiali saluti. 
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Manutenzione Straordinaria che potrebbero interessarti
Mutui per ristrutturazione casa

Mutui per ristrutturazione casa

Oltre che per l'acquisto, un mutuo può essere richiesto anche per finanziare lavori di ristrutturazione, manutenzione ordinaria e manutenzione straordinaria.
Opere edili

Opere edili

Differenza tra opere da eseguirsi liberamente e altre che necessitano di autorizzazione, è che si tratti di manutenzione ordinaria o manutenzione straordinaria.
Manutenzione esterna

Manutenzione esterna

Per valorizzare nel tempo la nostra casa o il condominio dove risediamo, si deve prevedere un calendario di interventi, preventivando le spese condominiali tenendo conto delle scadenze dei tempi della manutenzione.
Ristrutturazione straordinaria

Ristrutturazione straordinaria

Con la proroga fino al 31 dicembre 2010 in molti potranno ancora beneficiare di tali privilegi.
Iva agevolata per edilizia diventa permanente

Iva agevolata per edilizia diventa permanente

L'aliquota Iva agevolata al 10% per interventi edilizi di recupero del patrimonio abitativo esistente è stata resa permanente con la Legge Finanziaria del 2010.
Registrati come Utente
269165 UTENTI REGISTRATI
Registrati come Azienda
20867 AZIENDE REGISTRATE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Liaca laica ep1130 bilancia pesapersone meccanica
      Liaca laica ep1130 bilancia...
      9.96
    • Oralb power vitality stages principesse - procter & gamble srl
      Oralb power vitality stages...
      10.00
    • Honda decespugliatore con motore honda gx 35 4 tempi asta italiana blue bird impugnatura singola + omaggi
      Honda decespugliatore con motore...
      314.00
    • Tetra tec easycrystal filter 250 24 mk
      Tetra tec easycrystal filter 250...
      22.24
    • Manutenzione ordinaria e straordinaria bologna
      Manutenzione ordinaria e...
      35.00
    • Impresa edile bologna
      Impresa edile bologna...
      30.00
    • Contratti manutenzione
      Contratti manutenzione...
      110.00
    • Tavoletta lamellare faggio 45 mm
      Tavoletta lamellare faggio 45 mm...
      7.50
    • Friggitrice elettrica da banco in acciaio inox gv regolatore termico di sicurezza rubinetto per lo scarico dell'olio capacità 3/4 litri dimensi
      Friggitrice elettrica da banco in...
      117.12
    • Alpina decespugliatore tb 320 42,7cc taglio 43 cm
      Alpina decespugliatore tb 320 42...
      159.99
    • Mcculloch soffiatore aspiratore a scoppio mcculloch mac gbv 345 - made in usa
      Mcculloch soffiatore aspiratore a...
      199.00
    • Makita motosega per potatura makita ea3201s40b
      Makita motosega per potatura...
      211.00
    • Tavoletta lamellare faggio 35 mm
      Tavoletta lamellare faggio 35 mm...
      6.30
    • Manutenzione antifurto milano
      Manutenzione antifurto milano...
      50.00
    • Hai mai pensato di fare manutenzione alla tua casa o di doverla ristrutturare?
      Hai mai pensato di fare...
      1.00
    • Cartella linea due
      Cartella linea due...
      9.00
    • Mcculloch soffiatore a scoppio mcculloch gb 320 per foglie (no aspiratore) - 320 km/h
      Mcculloch soffiatore a scoppio...
      149.00
    • Aspirapolvere a traino senza sacco dyson cinetic big ball musclehead (157352-01)
      Aspirapolvere a traino senza sacco...
      423.90
    • Water line retino jet net radiocomandato con portata fino a 30 metri + robot idraulico per pulizia piscina con tubo da 10 m
      Water line retino jet net...
      219.00
    • Saeco incanto hd8911/02 - macchina espresso automatica
      Saeco incanto hd8911/02 - macchina...
      445.48
    • Casetta in metallo
      Casetta in metallo...
      420.00
    • Pannello in nocciolo robusto mod compatto
      Pannello in nocciolo robusto mod...
      84.00
    • Pannello in salice rustico mod natura
      Pannello in salice rustico mod...
      39.00
    • Pannello in salice rustico mod classica
      Pannello in salice rustico mod...
      79.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Immobiliare.it
  • Officine Locati
  • Weber
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Onlywood
  • Black & Decker
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO

Letto a castello

€ 200.00
foto 0 Bologna
Scade il 31 Gennaio 2017

Abiti usati 1-5 anni

€ 2.00
foto 0 Bologna
Scade il 31 Gennaio 2017

Poltrona vera pelle comodissima +...

€ 550.00
foto 4 Roma
Scade il 30 Aprile 2017

Protezioni per tavoli in vetro,...

€ 78.00
foto 6 Torino
Scade il 30 Agosto 2017
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
77155

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.