Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Locazione e spese di manutenzione

News di Normative
REgole per la locazione di un'unità immobiliare destinata a civile abitazione e la suddivisione delle spese di manutenzione tra proprietario ed inquilino.
Locazione e spese di manutenzione
Avv. Alessandro Gallucci

LocazionePuò accadere che nel corso d'esecuzione del contratto di locazione si rendano necessari degli interventi finalizzati a mantenere in buono stato manutentivo e quindi d'uso l'unità immobiliare oggetto del succitato contratto.


In questo caso la corretta ripartizione delle spese è motivo d’incertezza e spesso di frizione, tra proprietario ed inquilino.


Fino alla parziale abrogazione della legge n. 392/78 ad opera dell’art. 14 della legge n. 431/98 per gli immobili sottoposti alla disciplina dell’equo canone per le riparazioni ed il mantenimento in buono stato bisognava fare riferimento agli artt. 21 e 23 della legge 392.

Le norme di riferimento ad oggi, quindi, sono quelle contenute nel codice civile e più in particolare gli artt. 1576 e 1577.


Il primo recita:
Il locatore deve eseguire, durante la locazione, tutte le riparazioni necessarie, eccettuate quelle di piccola manutenzione che sono a carico del conduttore.
Se si tratta di cose mobili, le spese di conservazione e di ordinaria manutenzione sono, salvo patto contrario, a carico del conduttore
.


A mente del secondo, invece:
LocazioneQuando la cosa locata abbisogna di riparazioni che non sono a carico del conduttore, questi è tenuto a darne avviso al locatore.


Se si tratta di riparazioni urgenti, il conduttore può eseguirle direttamente, salvo rimborso, purché ne dia contemporaneamente avviso al locatore.

In sostanza la differenza è posta tra piccole riparazioni dovute all’uso ed interventi necessari, invece, per fattori indipendenti dal contratto di locazione
.

La giurisprudenza, di merito e di legittimità, è piena di esempi che puntualizzano cosa debba e non debba considerarsi piccola manutenzione e quindi quale parte contrattuale sia tenuta a provvedere alla spesa.

Secondo il Tribunale di Salerno, ed esempio,  la riparazione degli infissi esterni, delle persiane o delle porte di ingresso dell'immobile locato non rientra tra quelle di piccola manutenzione che l'art. 1576 c.c. pone a carico del conduttore, perché i danni riportati da essi, a meno che non siano dipendenti da uso anormale dell'immobile (qui del tutto indimostrato), debbono piuttosto presumersi dovuti a caso fortuito o a vetustà e debbono essere, conseguentemente, riparati dal locatore che, a norma dell'art. 1575 c.c., ha l'obbligo di mantenere la cosa locata in stato da servire per l'uso convenuto (Trib. Salerno 16 novembre 2007).

SLocazioneempre con riferimento al concetto di piccola manutenzione è stato detto che in tema di locazione di immobile ad uso abitativo, l'obbligo, gravante sul locatore, di mantenere la cosa locata nello stesso stato in cui si trovava al momento del contratto e, comunque, in uno stato tale da servire all'uso pattuito, include anche l'obbligo di provvedere alle riparazioni di piccola manutenzione, laddove devono intendersi come tali quelle derivanti non dal caso fortuito ma dall'utilizzo quotidiano del bene da parte del locatore. Ne deriva che spettano al conduttore le spese necessarie alla riparazione della caldaia, indipendentemente dal fatto che essa abbia già subito una prima sostituzione (Trib. Salerno 28 novembre 2007 in Il merito 2008, 7).
In sostanza ordinarietà e piccola manutenzione sono due concetti distinti.

Non sempre è possibile, a livello generale, distinguere con precisione cosa debba rientrare nella prima piuttosto che nella seconda categoria.
In questo senso quindi, esaminare cosa abbia detto la giurisprudenza riveste notevole importanza.

Articolo: Locazione e spese di manutenzione
Valutazione: 4.04 / 6 basato su 56 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 1
  • 0
Commenta su Locazione e spese di manutenzione
Caratteri rimanenti
  • Mariacapraro
    5 ore 15 min. 14 sec. fa
    Salve, ho preso in affitto una camera in un appartamento condiviso dal 1° ottobre. Per domani il proprietario ha preso appuntamento(senza chiedere il consenso a nessuna di noi) per fare la revisione annuale della caldaia. Mi dice che io devo pagare la mia parte per l'uso che sarà. Ma la spesa non compete me, in quanto sono appena arrivata e nel contratto non si puntualizza nulla del caso specifico chi pagherà domani? grazie.
    rispondi al commento
  • Antonellasimone
    Giovedì 28 Agosto 2014, alle ore 14:51
    Buonasera,sono in affitto da circa 2 anni,casa "arredata",con cucina un po vecchiotta senza valvola di sicurezza...ho chiesto al padrone di casa di cambiarla poichè casca a pezzi,il frigo non fredda piu...mi ha risposto che non è a carico suo ma nostro...chi dovrebbe pagarla?è una spesa a carico nostro o suo?Grazie è urgente!!!!
    rispondi al commento
  • Silviol75@hotmail.it
    Lunedì 28 Luglio 2014, alle ore 21:50
    Buona sera, sono in affitto da 1 anno,. Da un po di tempo si verifica odore di gas in cucina. Con un po di forzatura sono riuscito a cambiare il piano cottura come consigliato da un tecnico (15 anni, almeno di vita) scalando direttamente i soldi dal suratoprossimo affitto. Seppur timidamente, il proprietario continua a dire che la spesa dovrebbe essere mia. Chi dovrebbe pagare la sostituzione di un piano vecchio, obsoleto e irriparabile?
    rispondi al commento
  • Irinaneacsu
    Lunedì 28 Luglio 2014, alle ore 15:42
    Vorrei sapere chi deve pagare la riparazione del tubo, perche non credo che in 2 giorni si e persa acqua in valore di 300 euro per locatore.Grazie per la sua risposta e mi chiedo scuza per la mia grammatica.
    rispondi al commento
  • Irinaneacsu
    Lunedì 28 Luglio 2014, alle ore 15:26
    Buongiorno! Un anno fa si e rotato un tubo d'acqua nella strada dove abito.Tra due giorni devo partire da casa dove abito e il locatore mi ha portata la lista con che devo pagare.Le spese per l'anno 2012 erano circa 400 euro e per l'anno 2013(quando si e rotato il tubo) erano di 700 euro. Lui mi ha detto che devo pagare io l'acqua persa e la riparazione del tubo. Ho capito che devo pagare io l'aqua, ma perche anche la riparazione?
    rispondi al commento
  • Dalilu
    Lunedì 28 Luglio 2014, alle ore 12:06
    Buongiorno avvocato, abito in un appartamento in affitto arredato, circa un mese fa il frigo ha smesso di funzionare, dopo aver avvisato la proprietaria più volte si è decisa di far venire un tecnico a ripararlo che le ha comunicato che il frigo è da sostituire. Ora lei ha detto che probabilmente ce lo sostituirà a settembre. Io vorrei non pagare l'intero affitto di agosto (850 euro) visto il disagio. Posso farlo? se si quanto dovrei pagare?
    rispondi al commento
  • Monicavit164
    Mercoledì 23 Luglio 2014, alle ore 10:10
    Salve,ho lasciato un appartamento dopo 3,5 anni di affitto. Ora la proprietaria ci chiede il rimborso di alcune spese che ha sostenuto durante la nostra presenza: sostituzione lavatrice (2 anni fa) e frigo (1,5 anni fa) al 50%, e ritinteggiatura del bagno causa muffa (3 mesi fa) al 100%, quest'ultimo senza presentare fattura. Ha trattenuto questa spese dalla caparra. Le è consentito? Non avrebbe dovuto far scegliere a noi a chi fare riparare?
    rispondi al commento
  • Giovannacm
    Martedì 22 Luglio 2014, alle ore 19:02
    Salve! Sono una studentessa fuori sede che vive in un appartamento condiviso con altre due ragazze, con regolare contratto d'affitto. Il nostro proprietario ci ha mostrato un elenco in cui sono annotate tutte le spese finali. Tra cui manutenzione caldaia (48,00euro), lavatrice, frigorifero (30,00 euro), cucina (35,00e), elettricista (50,00e).Sono normali queste cifre o a noi toccherebbe esclusivamente pagare la chiamata dell'elettricista?Grazie
    rispondi al commento
    • Legale Giovannacm
      Martedì 22 Luglio 2014, alle ore 19:09
      Se le spese sono dovute a causa dell'uso è normale che a pagare sia il conduttore, viceversa spetta al proprietario darsi da fare per pagarle.
      rispondi al commento
  • Robertabotta
    Domenica 13 Luglio 2014, alle ore 09:29
    Buongiorno avvocato, sono in una casa ARREDATA da pochi giorni volevo sapere chi spetta ritintegguare , per presenza di muffa e di increspsture e buchi s me o al proprietario? Ringrazio
    rispondi al commento
    • Legale Robertabotta
      Martedì 22 Luglio 2014, alle ore 19:07
      Se vive in quella casa da pochi giorni la spesa spetta al proprietario, salvo il caso che nel contratto abbia accettato la casa così com'era e tale vizi non fossero occulti.
      rispondi al commento
  • Supergulp
    Venerdì 4 Luglio 2014, alle ore 14:37
    Ho ricevuto in eredità un locale in cui il conduttore esercita un'attività commerciale di vendita al minuto. Il precedente conduttore ha acquistato un condizionatore prima che io ricevessi l'eredità; il conduttore attuale sostiene vada sostituito in quanto guasto e non riparabile e ritiene che il costo vada sostenuto dal proprietario trattandosi di straordinaria manutenzione. Non essendo un bene da me acquistato, devo sostenere spese?
    rispondi al commento
  • Matteo83
    Giovedì 19 Giugno 2014, alle ore 16:35
    Buongiorno Avv. Io sono in affitto con la mia compagna da quasi un anno e mezzo. Quando sono arrivato le zanzariere erano rotte e l'impianto di riscaldamento a pavimento non funziona bene (d'inverso alcune stanze rimangono fredde). Tocca a me o al proprietario pagare le spese di manuntenzione caldaia e sostituizione zanzariere? Quanto tempo posso aspettare perchè sono già 5 mesi che continuo a sollecitare per avere. Grazie
    rispondi al commento
  • Enzabonanno
    Martedì 27 Maggio 2014, alle ore 15:47
    Buongiorno,devo affittare un alloggio e il proprietario ha installato solo il piatto doccia dicendo che l'installazione del box doccia è a mio carico. Per come interpreto la normativa questo non mi sembra corretto. Come posso sostenerlo in modo incontrovertibile per far si di evitare inutili discussioni?Grazie.
    rispondi al commento
  • Jessicanico
    Martedì 27 Maggio 2014, alle ore 08:39
    Spiego meglio scusate, scale esterne all'appartamento, che fanno parte di un complesso di tre appartamenti, uno da ristrutturare e due in affitto, i muri delle scale sono vecchi e da una finestra entra acqua quando piove...disastro!!!
    rispondi al commento
    • Legale Jessicanico
      Martedì 27 Maggio 2014, alle ore 14:52
      Può diffidare la proprietaria per farle eseguire i lavori, riservandosi di agire per il risarcimento dei anni. Se non cambia nulla può recedere per gravi motivi.
      rispondi al commento
      • Jessicanico Legale
        Martedì 17 Giugno 2014, alle ore 18:53
        Mi scusi ma io non voglio diffidare la proprietaria perché poi devo dare un limite entro quale devono essere svolti i lavori e poi se non eseguiti sarebbe sciolto il contratto, cosa che non voglio, l'appartamento mi piace ma voglio solo che vengano fatti i lavori stabiliti...
        rispondi al commento
  • Jessicanico
    Sabato 24 Maggio 2014, alle ore 11:45
    Buongiorno..ho bisogno di informazioni...sei mesi fa ho preso in affitto un appartamento e il ragazzo dell'agenzia ha detto che la ristrutturazione delle scale sarebbe stata fatta a breve...sono passati sei mesi e ancora nulla...la proprietaria continua a rimandare ma quando piove entra acqua ovunque, come posso far valere i miei diritti per avere delle scale degne di questo nome?
    rispondi al commento
  • Marnie.flandina
    Giovedì 27 Marzo 2014, alle ore 10:01
    Ho affittato un appartamento e le piastrelle della cucina sembrano una groviera.. ed io nn ho pensili con cui coprire i buchi. Posso dipingerle a spese mie senza informare il proprietario?
    rispondi al commento
  • Lupinulpin84
    Lunedì 24 Marzo 2014, alle ore 16:42
    Avvocato buongiorno,volevo chiederle, le spese di manutenzione (porta in ferro con buchi) delle porte esterne, a chi spettano? Inoltre per quanto riguarda la sostituzione della porta poichè poco sicura, nel caso in cui il proprietario non volesse sostituire l'infisso, se dovessi subire un furto nell'abitazione, è responsabile del danno? Grazie
    rispondi al commento
  • Massimodanna
    Lunedì 17 Marzo 2014, alle ore 03:12
    Salve sig.avv.,vivo in una casa in affitto da circa 5 mesi con mia moglie e mio figlio e ho deciso di sostituire la porta d'ingresso perche quella installata e poco sicura. Volevo sapere se tale spesa e' a carico mio o no.grazie mille per l'aiuto
    rispondi al commento
    • Legale Massimodanna
      Lunedì 17 Marzo 2014, alle ore 17:54
      E' a carico suo e deve avere il consenso del proprietario se la porta non è danneggiata.
      rispondi al commento
  • Jessicanico
    Mercoledì 5 Marzo 2014, alle ore 18:27
    Ho bisogno di aiuto!!!vorrei sapere a chi spettano le spese per installare le zanzariere che sono necessarie perché non posso aprire le finestre per dieci minuti che sicuramente trovo delle cimici in casa e poi sono entrata in una casa appena ristrutturata e dopo nemmeno due mesi in cucina sul soffitto si sono formate delle crepe...chi paga la risistemazione del soffitto? grazie mille dell'aiuto!!!
    rispondi al commento
    • Legale Jessicanico
      Martedì 11 Marzo 2014, alle ore 18:06
      Le spese per il soffitto sono a carico del proprietario, quelle delle zanzariere a suo carico.
      rispondi al commento
  • Maury pr
    Venerdì 28 Febbraio 2014, alle ore 16:40
    Salve avv. mi chiedevo e già ho discusso con la propritaria su un danneggiamento avuto dello scaldabagno a gas in cui sono affittuario. Premetto che già sono due anni che ci loco però adesso si è rotto un pezzo dello scaldabagno von una spesa di 70euro. Tale profitto chi deve pagarlo? Grazie mille
    rispondi al commento
    • Legale Maury pr
      Martedì 11 Marzo 2014, alle ore 18:06
      Dipende dal motivo della rottura. Se è per vetistà o caso fortuito la spesa spetta alla proprietaria, altrimenti a lei.
      rispondi al commento
  • Jennifer.garrini
    Martedì 25 Febbraio 2014, alle ore 20:49
    Buona sera avv. vorrei sapere se devo pagare io la sostituzione completa dell'antenna per via che è vecchia e non funziona piu
    rispondi al commento
    • Legale Jennifer.garrini
      Martedì 11 Marzo 2014, alle ore 18:04
      Questo tipo di spese sono a carico del proprietario.
      rispondi al commento
  • Feio_86
    Giovedì 13 Febbraio 2014, alle ore 14:51
    Sto per prendere una casa in affitto, le pareti sono del tutto bianche. Mi chiedevo se ho la facoltà di ritinteggiarle come meglio credo o se il proprietario di casa possa vietare un'intervento del genere.Grazie
    rispondi al commento
    • Legale Feio_86
      Venerdì 14 Febbraio 2014, alle ore 17:45
      Può tinteggiarle se non è vietato dal contratto ma al termine della locazione deve ridare la casa così come lha trovata
      rispondi al commento
  • Franco5555
    Martedì 11 Febbraio 2014, alle ore 16:43
    Da Settembre 2011 abito in un appartamento preso ion affitto sin dall'inizio dalle finestre entra aria e i vetri non sono vetri camera, posso chiedere la sostituzione delle finestre al proprietario, poi ho l'impianto di riscaldamento che funziona poco cosa posso fare.
    rispondi al commento
    • Legale Franco5555
      Venerdì 14 Febbraio 2014, alle ore 17:47
      Se la situazione le era ben nota fin dal momento iniziale può fare ben poco.
      rispondi al commento
  • Cavaliere1983
    Martedì 28 Gennaio 2014, alle ore 16:09
    Buonasera avvocato.....allora io sto cambiando casa,affitto,ma nella nuova manca la caldaia....a chi spetta metterla???
    rispondi al commento
  • Vvinci
    Lunedì 27 Gennaio 2014, alle ore 15:52
    Buongiorno Avvocato.Ho appena preso in affitto una stanza con contratto, dove il locatario ha indicato espressamente che le spese di manutenzione ordinaria sono a carico del conduttore.Al momento della consegna però ho riscontrato delle mancanze:tavolozza del wc mancante, serranda bloccata e probabile problema di perdita dalle tubazioni del bagno(l'inquilini del piano inferiori riscontrano macchie di umidità) tali spese sono a mio carico o no?
    rispondi al commento
    • Legale Vvinci
      Lunedì 27 Gennaio 2014, alle ore 18:20
      No, sono carico del proprietario.
      rispondi al commento
  • Anna p.
    Giovedì 23 Gennaio 2014, alle ore 19:55
    Dopo due settimane dalla firma del contratto, il televisore dell'appartamento di cui sono conduttore si è spento all'improvviso senza più riaccendersi. L'apparecchio è stato acquistato nel 2006. Il proprietario sostiene che la riparazione e l'eventuale sostituzione dello stesso rientri nelle spese di manutenzione ordinaria, e dunque spetti a me, ma due settimane non sono a mio avviso sufficienti per imputare a me la colpa del danno. Grazie
    rispondi al commento
    • Legale Anna p.
      Lunedì 27 Gennaio 2014, alle ore 18:15
      Bisgona capire la causa del guasto della Tv. Se si tratta di caso fortuito (es. sbalzo di tensione) o vetustà o comunque danno non dovuto all'uso, visto anche il breve periodo intercorso dall'inizio della locazione, le spese sono a carico del proprietario.
      rispondi al commento
  • Inar
    Mercoledì 22 Gennaio 2014, alle ore 17:22
    Gentile avvocato,dopo un mese dal subentro in un contratto di affitto mi si è rotta la struttura del letto,ho provato a ripararlo da sola ma il legno è talmente vecchio che non regge comunque..cosi sono costretta a dormire su un letto rotto con un materasso in pessimo stato..la sostituzione o il cambio del letto è a carico mio o del proprietario? Grazie infinite.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 20 Gennaio 2014, alle ore 11:02
    Se la rottura non è dovuta all'uso (fatto che le può essere chiairto dal manutentore) la spesa spetta al proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 20 Gennaio 2014, alle ore 10:59
    Se la serratura si è rotta per un caso fortuito o per vetustà, si. Se si è rotta per l'uso o comunque per colpa vostra, no.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 15 Gennaio 2014, alle ore 18:46
    Sono a carico di chi ha causato il danno e in via d'anticipazione al proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 15 Gennaio 2014, alle ore 18:31
    La spesa spetta senza dubbio al proprietario trattandosi di opere di completamento di una parte dell'appartamento.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 8 Gennaio 2014, alle ore 17:53
    Se sua madre non intende sfrattarla, deve riparare (o sostituire la caldaia).
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 8 Gennaio 2014, alle ore 15:13
    Per quanto ci dice non credo, al massimo il rimborso per la spesa per l'intervento dell'idraulico.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 2 Gennaio 2014, alle ore 17:29
    Del proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 2 Gennaio 2014, alle ore 17:01
    Quindi li ha potati e non piantati.
    In questo caso trattandosi di normale manutenzione di un bene la spesa spetta a lei ma le consiglio di consultare la raccolta degli usi locali tenuta presso la cametra di commercio della sua provincia perchéche potrebbe contenere indicazioni in merito.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 2 Gennaio 2014, alle ore 16:52
    Può chiedere la sostituzione della porta ma può pretenderla solamente se quella attuale non assolve più alla funzione deputata.
    In questo caso, però, può ottenere solamente la sostituzione ma non per forza la sostituzione con un portoncino blindato.
    Consiglio di dialogare per trovare soluzione condivisa.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 17:50
    Dipende dal perché: se il malfunzionamento è causato dall'uso, il problema è del conduttore, altrimenti deve intervenire lei.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 17:42
    Le conviene mettere nero su bianco le sue lamentele (leggasi racc. a.r.) paventando azioni legali anche risarcitorie nel caso di danno conseguenti agli inadempimento dei proprietari.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 17:35
    Non è facile, ma se lei può dimostrare quanto dice (ossia che la filatura non è dovuta a vetistà, caso fortuito o difetto intrinseco del bene) allora prosegua nel suo intento.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 16:14
    Se gli ulivi li ha piantati lei, la spesa spetta a lei, a meno che il proprietario non voglia, di sua iniziativa, farsene carico.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 15:57
    Si, ma il controllo ordinario, nel rispetto delle cadenze di legge, è a carico di chi usa l'impianto.
    Se la scadenza del precedente certificato è avvenuta dopo l'affitto, allora la spesa spetta a voi.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 11:41
    Se sull'intasamento il conduttore ha una precisa responsabilità, la spesa è a suo carico.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 11:26
    La spesa spetta al proprietario, salvo diverso accordo.
    rispondi al commento
  • Bruno_06
    Giovedì 26 Dicembre 2013, alle ore 16:19
    Buongiorno, il mio inquilino mi chiede di provvedere alla sostituzione di una cassetta di scarico posata sul wc, perché il suo idraulico ha riscontrato una filatura.
    Io ritengo che un manufatto di quel tipo non sia soggetto a rotture per vetustà, ma che, più probabilmente, la lesione sia dovuta ad un colpo subito.
    Preciso che l'inquilino vi abita già da tre anni.
    Mi può consigliare il comportamento da tenere?
    La ringrazio.
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 17 Dicembre 2013, alle ore 16:33
    Può chiedere ed imporre la soluzione del problema con spese a carico della proprietaria.
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 17 Dicembre 2013, alle ore 15:47
    Il linea generale la sotituzione della caldaia spetta al proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Venerdì 13 Dicembre 2013, alle ore 14:31
    Ai proprietari, se si tratta di danno dovuto a vetustà
    rispondi al commento
  • Legale
    Venerdì 13 Dicembre 2013, alle ore 14:27
    No, non mi risulta ma sarebbe bene chiedere a che titolo, giusto per avere certezza
    rispondi al commento
  • Legale
    Venerdì 13 Dicembre 2013, alle ore 13:00
    Se il danno è dovuto a vetustà o caso fortuito la spesa spetta al proprietario, se dovuta al normale uso a lei.
    Dubito, però, che dopo soli pochi mese il suo uso possa aver danneggiato una cosa che, per sua natura, è destinata a durare molto tempo.
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 10 Dicembre 2013, alle ore 12:34
    Se si tratta, come pare, di rottura dovuta a vetustà, paga il proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 10 Dicembre 2013, alle ore 12:16
    Per i danni alle strutture murarie l'unico legittimato ad agire è sempre il proprietario che comunque, in quanto comproprietario delle parti comuni, ha diritto al risarcimento decutato della sua quota millesimale di proprietà.
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 10 Dicembre 2013, alle ore 11:51
    In linea generale si. se il contratto è cointestato.
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 10 Dicembre 2013, alle ore 11:48
    Le conviene dire al proprietario che questa spesa spetta a lui e che se non si muove in tal senso sarà costretta a farlgi causa.
    Vista la situazione forse è il caso di farsi assistere da un avvocato.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 5 Dicembre 2013, alle ore 17:56
    No, ma può agire per ottenere la messa a norma e chiedere il risarcimento del danno.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 5 Dicembre 2013, alle ore 17:54
    Tutto dipende da come è scritto il contratto ma solitamente paga sempre l'inquilino che resta, salvo rivalsa verso chi se ne è andato.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 5 Dicembre 2013, alle ore 17:49
    Si, se la sublocazione è consentita dal contratto.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 5 Dicembre 2013, alle ore 17:35
    Se il frigo non è di proprietà di chi gestisce l'alimentari, scrivete al proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 4 Dicembre 2013, alle ore 13:25
    No, le spese per mantenere l'immobile in buono stato, salvo la piccola manutenzione, sono a carico del proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 4 Dicembre 2013, alle ore 13:07
    Le spese dovute ad usura spettano sempre al conduttore.
    Nel vostro caso, probabilmente, quelle dovute ad usare non dovuta a vostro uso, spettano all'altra inquilina.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 4 Dicembre 2013, alle ore 12:58
    Se deve effettuare delle riparazioni, la norma di riferimento per i diritti del conduttore è l'art. 1584 del codice civile.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 4 Dicembre 2013, alle ore 12:54
    Accettare la somma a titolo di risarcimento o di acconto sul maggior danno e poi far causa al responsabile.
    rispondi al commento
  • Legale
    Venerdì 29 Novembre 2013, alle ore 10:30
    Se si tratta di guasto dovuto a vetustà (questo può dirvelo l'idraulico che ha effettuato l'intervento) allora la spesa spetta alla proprietà.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 17:19
    Ha ragione lei, al spesa spetta al proprietario per i motivi che ha chiaramente intuito.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 16:31
    Se ciò che è accaduto dipende dall'uso e non dal normale invecchiamento, no, altrimenti potreste dover pagare entrmabi se concorrono entrambi i fattori.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 16:19
    Sel il danno proviene da un terzo, è con il terzo che se la deve prendere perché le riparazioni in casa non servirebbero a nulla se non si elimina la causa del danno.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 16:15
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 16:13
    Se il danno è dovuto a vetustà, no, non dovete pagare.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 16:04
    Se nel contratto non si fa menzione di questo impianto e lei lo sapeva fin dall'inizio, la spesa spetta a lei.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 15:08
    Sono a carico del proprietario se si tratta di installare ex novo l'impianto.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 14:54
    Per cambiare serratura senza darne copia al proprietario dev'essere d'accordo con quest'ultimo.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 10:21
    Ha ragione la proprietaria.
    Tutte le spese connesse con l'uso spettano agli inquilini.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 20 Novembre 2013, alle ore 10:09
    Ha diritto ad un rimborso per gli eventuali danni non per il disagio.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 20 Novembre 2013, alle ore 09:49
    No, ma può chiedere il ripristino ed un'eventuale risarcimento del danno.
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 12 Novembre 2013, alle ore 16:37
    Credo che vista la situazione le convenga parlarne con un legale di sua fiducia per valutare meglio il da farsi.
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 12 Novembre 2013, alle ore 16:26
    Se la causa sono le pile, stando a voi la manutenzione ordinaria e le conseguenze di una sua assenza, spetta a voi la spesa.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 11 Novembre 2013, alle ore 18:58
    Le conviene parlarne con un legale di sua fiducia per procedere nel modo migliore e nei tempi pià spediti anche in relazione all'accertamento esatto delle cause.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 11 Novembre 2013, alle ore 18:49
    Mi sembra difficile fornirle una risposta completa in questo spazio.
    Probabilmente può fare qualcosa ma le conviene valutare la situazione, carte alla mano, con il suo avvocato di fiducia.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 11 Novembre 2013, alle ore 18:46
    Per come mi descrive le cose direi proprio di si.
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 5 Novembre 2013, alle ore 17:59
    Le leggi sono quelle citate in questo articolo.
    Se ti tratta d'intevrenti dovuti a vetustà, le spese spettano al proprietario, se invece gli interventi si sono resi necessari a causa dell'uso, allora il costo grava sul conduttore.avv.gallucci@lavorincasa.it
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 5 Novembre 2013, alle ore 17:49
    Si, può domandare la spesa al proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 4 Novembre 2013, alle ore 08:49
    Non conosco gli accordi contrattuali ma per legge no.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 30 Ottobre 2013, alle ore 09:39
    Quando lei ha locato l'immobile sapeva che l'impianto non era a norma?
    Gli inquilini lo sapevano?
    Cosa c'è scritto nel contratto?
    La questione non può essere risolta con domande risposte a questo articolo.
    Probabilmente farebbe bene a trovare una soluzione con il legale di sua fiducia.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 30 Ottobre 2013, alle ore 08:49
    Se si tratta d'intervento dovuto a vetistà, la spesa spetta al proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 30 Ottobre 2013, alle ore 08:39
    Mi pare più che altro una scusa per spuntarla alle sue condizioni.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 28 Ottobre 2013, alle ore 10:26
    Se la proprietaria ha detto così, allora la spesa spetta a lei (proprietaria) perché si tratta di intervento causato da vetustà.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 28 Ottobre 2013, alle ore 10:20
    A mio avviso si tratta di spese a carico del proprietario trattandosi di opere ceonsevative del bene e non di costi riconducibili a sue colpe o al suo utlizzo.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 28 Ottobre 2013, alle ore 10:13
    Lei avrebbe già dovuto consegnare l'appartamento perfettamente a norma.
    Deve trovare un accordo se non vuole vedersi domandati anche i danni.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 24 Ottobre 2013, alle ore 13:03
    Può chiederlo ma per ottenerlo il proprietario dev'essere d'accordo.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 23 Ottobre 2013, alle ore 15:58
    Credo sia difficile perché la casa è stata accettata così com'è ed il proprietario non ha detto che la casa era silenziosa ma che nessun s'era mai lamentato.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 23 Ottobre 2013, alle ore 15:51
    Dipende da che cosa dipende il mal funzionamento.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 21 Ottobre 2013, alle ore 12:20
    Può diffidarla formalmente chiedendo la risoluzione del problema (che comunque potrebbe non dipendare da lei o dal condominio).
    Teoricamente può chiedere i danni ma senza conoscere la situazione nel merito non saprei dirle esattamente da quando.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 17 Ottobre 2013, alle ore 20:27
    Credo che le convenga valutare la situazione con il suo legale di fiducia.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 14 Ottobre 2013, alle ore 17:53
    Può chiederlo ma se non vuole contribuire non può far nulla.
    L'inquilino andrà via, il beneficio resterà.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 14 Ottobre 2013, alle ore 17:35
    Se entra acqua dalle finestre perché sono aperte è un conto.
    Se l'acqua entrebbe comunque perché c'è un difetto dell'immobile è un altro discorso.
    rispondi al commento
  • Legale
    Domenica 13 Ottobre 2013, alle ore 20:19
    Senza una lettera delle carte ed uno studio approfondito del caso concreto, ogni risposta potrebbe essere sbagliata.
    rispondi al commento
  • Legale
    Domenica 13 Ottobre 2013, alle ore 20:15
    Se al momento del contratto il fatto era noto le spese spettano al conduttore.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 10 Ottobre 2013, alle ore 12:20
    E' un caso un po' al limite tra vetustà ed uso.
    Diffiicile stabilire con certezza chi debba pagare.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 10 Ottobre 2013, alle ore 12:08
    No se le spese sono state effettuate da voi senza il suo preventivo consenso, anche se in linea teorica spettassero a lui.
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 8 Ottobre 2013, alle ore 13:11
    Se si scopre che il guasto è dovuta ad uso, tutte le spese spettano all'inqulina.
    Diversamente spettano a lei.
    Sarebbe utile che fosse presente al momento dell'intervento del tecnico.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 7 Ottobre 2013, alle ore 20:20
    Credo al proprietario, se il fatto non deriva daun improvvido ma improbabile vostro uso.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 7 Ottobre 2013, alle ore 20:01
    Solitamente le innovazioni sono vietate salvo diverso accordo o previsione contrattuale.
    Può prendere il condizionatore ma non ha diritto al rimborso.
    rispondi al commento
  • Legale
    Venerdì 4 Ottobre 2013, alle ore 18:05
    Deve pagare da quando ha firmato il contratto.
    rispondi al commento
  • Legale
    Venerdì 4 Ottobre 2013, alle ore 18:01
    La spesa per vetusatà è sempre a carico del proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Venerdì 4 Ottobre 2013, alle ore 17:44
    Se si tratta di opere dovute all'uso spetta all'inquilino effettuarle.
    Per la tempistica guardi gli articoli 1570 e ss. del codice civile.
    rispondi al commento
  • Legale
    Venerdì 4 Ottobre 2013, alle ore 17:42
    Se può provarlo tramite dei testimoni, potrebbe ottenere il rispetto dell'accordo.
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 1 Ottobre 2013, alle ore 10:13
    Prima è necessario comprendere le cause del problema e poi si può dire a chi spettano le spese.
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 1 Ottobre 2013, alle ore 09:57
    No, perché il danno per caso fortuito è ipotesi che resta a carico del proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 1 Ottobre 2013, alle ore 09:12
    Senza una lettura complessiva degli atti non è possibile dare una risposta certa.
    Dovrebbe spettare al proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 26 Settembre 2013, alle ore 15:17
    Se si tratta di usura dovuta a vecchiaia e non ad uso la spesa spetta al proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 26 Settembre 2013, alle ore 15:13
    Trattandosi di manutenzione ordinaria spettano all'inquilino.
    Se il giardino è di proprietà esclsuiva, il condominio può solamente pretendere il rispetto del decoro.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 25 Settembre 2013, alle ore 10:41
    Se la morte della pianta non è dovuta all'incuria dell'inquilino, la spesa spetta al proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 25 Settembre 2013, alle ore 10:38
    Non esiste una legge in merito, ci si può mettere d'accordo anche in questo modo.
    rispondi al commento
  • Legale
    Venerdì 20 Settembre 2013, alle ore 19:19
    Se il difetto è strutturale alla serratura, e come pare da quanto dice non dovuto all'uso, allora la spesa è a carico del proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 19 Settembre 2013, alle ore 12:35
    Se si tratta di vizio strutturale la spesa spetta al proprietario, se si tratta di ostruzione a lei.
    Quindi mettetetevi d'accordo su come procedere e su chi debba anticipare le spese (salvo eventuale rimborso).
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 18 Settembre 2013, alle ore 19:34
    Se non s'è rotto per l'uso ma per vecchiaia la spesa spetta al proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 16 Settembre 2013, alle ore 12:11
    Per Giorgia: se la spesa priniciplale è della proprietaria anche quelle accessorie dovrebbero essere a suo carico.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 12 Settembre 2013, alle ore 14:49
    Per Sara: non mi risulta questa tassa.
    Si faccia specificare i refirimenti normativi così potrà verificare se è vero oppure no.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 12 Settembre 2013, alle ore 14:47
    Per Rossana: spetta all'inqulino se la rottura è conseguenza dell'uso.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 12 Settembre 2013, alle ore 10:59
    Per Sara: se la manutenzione non è dovuta a danni da voi provocati, la spesa spetta alla proprietaria perché la sostituzione di sanitari non rappresenta spesa ordinaria.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 12 Settembre 2013, alle ore 10:57
    Per Delia: la spesa per la disinfestazione e tutto quanto ad essa connesso spetta al proprietario.
    Il resto, mi pare, sia riconducibile al logoramento dovuto al normale uso e spetta al conduttore.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 9 Settembre 2013, alle ore 17:01
    Per Paola Rubagotti: la spesa spetta al proprietario essendo collegata alla spesa principale sempre a suo carico.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 9 Settembre 2013, alle ore 16:59
    Per Carolina: la spesa derivante da inteveventi resisi necessari per l'uso è sempre a carico del conduttore.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 9 Settembre 2013, alle ore 16:56
    Per Simone: si tratta sicuramente di spese di manutenzione straordinarie a carico dei proprietari.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 5 Settembre 2013, alle ore 17:51
    Per Gianpaolo Casella: no, non può perchè il canone nell'ipotesi di cedolare secca è fisso.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 4 Settembre 2013, alle ore 11:55
    Per Gianpaolo Casella: deve avvisarlo della necessità degli interventi concordano compatibilmente con l'impegni di ognuno una data.
    Null'altro.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 2 Settembre 2013, alle ore 12:27
    Per Francesco B.: sono d'accordo con lei sul lavabo.
    Se non riuscite a risolvere bonariamente, ahime l'unica alternativa è la causa.
    rispondi al commento
  • Legale
    Venerdì 30 Agosto 2013, alle ore 09:51
    Per Francesco B.: lei deve partecipare alle spese delle quali è diretto responsabile.
    Quanto ai portasapone, dovete trovare un accordo perché lei non può sobbarbarsi la spesa di tutti.ofctrol 72
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 27 Agosto 2013, alle ore 14:51
    Per Cesare Romagnoli: in casi del genere distinguere vetistà da vetustà dovuta all'uso è molto difficile.
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 27 Agosto 2013, alle ore 12:14
    Per Vilma Barbano: la sostituzione per vecchiaia di una cosa ben funzionante non è contemplata dalla legge, salvo difformità dalla normativa.
    Se l'inquilino vuole sostituirla può farlo, con il suo consenso, ma a sue spese.
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 27 Agosto 2013, alle ore 11:47
    Per Giuseppe Salgaro: dipende perché s'è rotta la scheda.
    Se per l'uso la spesa è a carico del conduttore, se per caso fortuito o vetustà a carico del proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 27 Agosto 2013, alle ore 10:33
    Per Anna: insista, eventualmente anche con una diffida formale, per ottenere la riparazione della finestra.
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 27 Agosto 2013, alle ore 09:46
    Per Sonia S.: si faccia valere con una lettera di diffida invitandolo a non decirtare dalla caparra una spesa per un intervento che non è di sua competenza.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 1 Agosto 2013, alle ore 13:09
    Per Andrea Berti: è uno di quei casi dubbi tra vetustà ed uso.
    Provi ad usare le argometazioni che mi ha esposto con il proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 1 Agosto 2013, alle ore 13:07
    Per Lauren Nankivell: ai sensi dell'art. 1609 c.c., trattandosi di caso fortuito, il danno è a carico del proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 1 Agosto 2013, alle ore 13:05
    Per Monica: lei può chiedere i danni e ha diritto ad ottenerli (deve chiederli al condominio) ma deve pagare i canoni.
    Solo se non paga i canoni il proprietario può ottenere la risoluzione.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 18 Luglio 2013, alle ore 12:07
    Per Salvatore: si, perché le spese che riguardano il conduttore non solo quelle relative alle modalità di erogazione ma solamente quelle concernenti il servizio.
    rispondi al commento
  • Legale
    Venerdì 12 Luglio 2013, alle ore 16:43
    Per Manuela: se il riscaldamento non funziona o funziona male può chiederne la messa a norma ed in caso non venga accolta la sua richiesta può chiedere lo scioglimento del contratto.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 4 Luglio 2013, alle ore 16:25
    Per Franco: se il "padrone fa il finto tonto" non eisste altra strada che una lettera di messa in mora e poi o un tentativo di conciliazione o una causa.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 4 Luglio 2013, alle ore 16:22
    Per Glauco: le spese per riparazioni dovute all'uso sono a carico del conduttore.
    Quelle per manutenzione straordinarie e pe rotture dovute caso fortuito e vetistà a carico del proprietario (artt. 1576-1609 c.c.)
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 25 Giugno 2013, alle ore 18:19
    Per Ornella: deve contestare formalmente i danni e chiedere le spese.
    Attenzione all'uso della caparra.
    Si rivolga ad un legale di sua fiducia per valutare al meglio il da farsi.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 20 Giugno 2013, alle ore 09:28
    Per Monica: no, a mano che il proprietario non sia d'accordo ma le, salvo diverso ed espresso accordo, non può nemmeno sostituire gli infissi.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 20 Giugno 2013, alle ore 09:25
    Per Monica: si è giusto.
    Le spese straordinarie sono a carico del proprietario (art. 1576 c.c.).
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 4 Giugno 2013, alle ore 10:34
    Per Adrian C.: per questo genere di questioni le spese spettano sempre al proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 30 Maggio 2013, alle ore 09:30
    Per Marzia Cassetta: a mio avviso se non si tratta di sua incuria ma di negligenza del proprietario, è a lui che spettano quei costi.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 22 Maggio 2013, alle ore 17:55
    Per Paolo Rumore: se è in grado di dimostrare che si tratta di difetto dovuta a vetustà e non ad usura, allora può contestare l'atteggiamento del proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Martedì 21 Maggio 2013, alle ore 17:56
    Per Roberta: le spese per usura sono sempre a carico dell'inquilino (art. 1609 c.c.)
    rispondi al commento
  • Legale
    Venerdì 26 Aprile 2013, alle ore 10:37
    Per Marco: le spese di manutenzione ordinaria (es. potatura e cura del giardino) sono a carico dell'inquilino, salvo diverso accordo.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 18 Aprile 2013, alle ore 15:51
    Per Margherita: se lei non ha alcuna responsabilità nell'avvenimento la spesa di sostituzione spetta al proprietario trattandosi di costo straordinario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 15 Aprile 2013, alle ore 10:47
    Per Folli Gabriele: a mio avviso le spese d'uso, se l'appartamento non ha l'agibilità, non possono essere richieste.
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 15 Aprile 2013, alle ore 10:38
    Per Matteo Gelosa: la spesa per la sostituzione dell'interruttore, dovuta a cause di forza maggiore (eventi atmosferici), è a carico del proprietario. Può richiedere il rimborso della spesa che tra l'altro era urgente,
    rispondi al commento
  • Legale
    Lunedì 18 Marzo 2013, alle ore 13:23
    Per Luciana: dipende dalla causa, ossia:
    a) causato dall'uso spetta a lei;
    b) difetto o comunque vecchiaia non dipendente dall'uso, al proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 24 Gennaio 2013, alle ore 09:52
    Per Roberta: non può sospendere il pagamento dei canoni ma può chiedere la risoluzione del contratto ed il risarcimento del danno.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 24 Gennaio 2013, alle ore 09:50
    Per Patrizia: le spese spettano a chi ha causato il danno.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 16 Gennaio 2013, alle ore 11:39
    Per Torri Milva: questo genere di riparazione, trattandosi di manutenzione straordinaria, è sempre a carico del proprietario.
    rispondi al commento
  • Legale
    Giovedì 13 Dicembre 2012, alle ore 12:56
    Per Guido: la spesa di sostituzione del contatore spetta al proprietario non potendo essere considerata, a mio avviso, spesa per la piccola manutenzione.
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 12 Dicembre 2012, alle ore 14:57
    Per De Lucia Danila: se il rifacimeto degli infissi è dovuto al logoramento causato dal normale uso del bene, il proprietario ha ragione.
    rispondi al commento
Notizie che trattano Locazione e spese di manutenzione che potrebbero interessarti
Aumento cedolare secca

Aumento cedolare secca

I tagli previsti dalla Manovra Finanziaria colpiranno anche l'appena introdotta cedolare secca sugli affitti, che vedra'  cosi' aumentare le aliquote fisse.
Imu e case in affitto

Imu e case in affitto

Secondo i calcoli di Confedilizia l'Imu per i proprietari di immobili locati, registrerà a settembre un aumento dell'ottanta per cento, rispetto alla prima rata.
Condominio, cantine, box ed ascensore

Condominio, cantine, box ed ascensore

E? usuale che al piano interrato di un edificio in condominio siano posizionati box auto e cantine
Spese condominiali ripartite sulla base dell'utilità del solaio interpiano

Spese condominiali ripartite sulla base dell'utilità del solaio interpiano

Che si chiami terrazza, lastrico solare o solaio interpiano, secondo il Tribunale di Trento è indifferente ai fini dell'applicazione analogica dell'art. 1125 c.c.
Registrare un contratto d'affitto

Registrare un contratto d'affitto

I contratti di locazione, fatta eccezione per quelli di durata inferiore ai 30 giorni vanno tutti registrati e depositati presso l'ufficio dei registri immobiliari entro e non oltre i venti giorni che seguono la stipula del contratto.
IMMOBILIARE
prezzi ristrutturazione
costi ristrutturazione
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Sicurezzapoint
  • Novatek
  • Officine Locati
  • WaterBarrier
  • Casa.it
  • Zaccaria Monguzzi
  • Velux
  • Murprotec
  • Geosec
  • Uretek
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Isolamento acustico
      Isolamento acustico...
      450.00
    • Portland325 dove grey 60x60
      Portland325 dove grey 60x60...
      51.00
    • Ristrutturazione bagno
      Ristrutturazione bagno...
      6500.00
    • Misura campi elettromagnetici
      Misura campi elettromagnetici...
      200.00
    • Inerti, sabbia, ghiaia, pietrame
      Inerti, sabbia, ghiaia, pietrame...
      15.00
    • Posa cartongesso, pitture e pavimentazioni
      Posa cartongesso, pitture e...
      36.00
    • Larix fume' 20x170
      Larix fume' 20x170...
      90.00
    • Urban concrete rett 30x60
      Urban concrete rett 30x60...
      59.00
    • Soppalco t15
      Soppalco t15...
      2331.67
    • Impianti elettrici, idraulici e automazioni
      Impianti elettrici, idraulici e...
      28.00
    • Ristrutturazione cucina
      Ristrutturazione cucina...
      4000.00
    • Dakota tortora 40x170
      Dakota tortora 40x170...
      115.00

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Progettazione
  • Preventivi
  • Faidatebook
  • Casa.it