Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Locazione e spese di manutenzione

News di Normative
REgole per la locazione di un'unità immobiliare destinata a civile abitazione e la suddivisione delle spese di manutenzione tra proprietario ed inquilino.
Locazione e spese di manutenzione
Avv. Alessandro Gallucci
Avv. Alessandro Gallucci

LocazionePuò accadere che nel corso d'esecuzione del contratto di locazione si rendano necessari degli interventi finalizzati a mantenere in buono stato manutentivo e quindi d'uso l'unità immobiliare oggetto del succitato contratto.


In questo caso la corretta ripartizione delle spese è motivo d’incertezza e spesso di frizione, tra proprietario ed inquilino.


Fino alla parziale abrogazione della legge n. 392/78 ad opera dell’art. 14 della legge n. 431/98 per gli immobili sottoposti alla disciplina dell’equo canone per le riparazioni ed il mantenimento in buono stato bisognava fare riferimento agli artt. 21 e 23 della legge 392.

Le norme di riferimento ad oggi, quindi, sono quelle contenute nel codice civile e più in particolare gli artt. 1576 e 1577.


Il primo recita:
Il locatore deve eseguire, durante la locazione, tutte le riparazioni necessarie, eccettuate quelle di piccola manutenzione che sono a carico del conduttore.
Se si tratta di cose mobili, le spese di conservazione e di ordinaria manutenzione sono, salvo patto contrario, a carico del conduttore
.


A mente del secondo, invece:
LocazioneQuando la cosa locata abbisogna di riparazioni che non sono a carico del conduttore, questi è tenuto a darne avviso al locatore.


Se si tratta di riparazioni urgenti, il conduttore può eseguirle direttamente, salvo rimborso, purché ne dia contemporaneamente avviso al locatore.

In sostanza la differenza è posta tra piccole riparazioni dovute all’uso ed interventi necessari, invece, per fattori indipendenti dal contratto di locazione
.

La giurisprudenza, di merito e di legittimità, è piena di esempi che puntualizzano cosa debba e non debba considerarsi piccola manutenzione e quindi quale parte contrattuale sia tenuta a provvedere alla spesa.

Secondo il Tribunale di Salerno, ed esempio,  la riparazione degli infissi esterni, delle persiane o delle porte di ingresso dell'immobile locato non rientra tra quelle di piccola manutenzione che l'art. 1576 c.c. pone a carico del conduttore, perché i danni riportati da essi, a meno che non siano dipendenti da uso anormale dell'immobile (qui del tutto indimostrato), debbono piuttosto presumersi dovuti a caso fortuito o a vetustà e debbono essere, conseguentemente, riparati dal locatore che, a norma dell'art. 1575 c.c., ha l'obbligo di mantenere la cosa locata in stato da servire per l'uso convenuto (Trib. Salerno 16 novembre 2007).

SLocazioneempre con riferimento al concetto di piccola manutenzione è stato detto che in tema di locazione di immobile ad uso abitativo, l'obbligo, gravante sul locatore, di mantenere la cosa locata nello stesso stato in cui si trovava al momento del contratto e, comunque, in uno stato tale da servire all'uso pattuito, include anche l'obbligo di provvedere alle riparazioni di piccola manutenzione, laddove devono intendersi come tali quelle derivanti non dal caso fortuito ma dall'utilizzo quotidiano del bene da parte del locatore. Ne deriva che spettano al conduttore le spese necessarie alla riparazione della caldaia, indipendentemente dal fatto che essa abbia già subito una prima sostituzione (Trib. Salerno 28 novembre 2007 in Il merito 2008, 7).
In sostanza ordinarietà e piccola manutenzione sono due concetti distinti.

Non sempre è possibile, a livello generale, distinguere con precisione cosa debba rientrare nella prima piuttosto che nella seconda categoria.
In questo senso quindi, esaminare cosa abbia detto la giurisprudenza riveste notevole importanza.

Articolo: Locazione e spese di manutenzione
Valutazione: 4.00 / 6 basato su 52 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 1
  • 0
  • 0
  • 0
Commenta su Locazione e spese di manutenzione
Caratteri rimanenti
  • Antonellasimone
    2 giorni fa
    Buonasera,sono in affitto da circa 2 anni,casa "arredata",con cucina un po vecchiotta senza valvola di sicurezza...ho chiesto al padrone di casa di cambiarla poichè casca a pezzi,il frigo non fredda piu...mi ha risposto che non è a carico suo ma nostro...chi dovrebbe pagarla?è una spesa a carico nostro o suo?Grazie è urgente!!!!
    rispondi al commento
  • Silviol75@hotmail.it
    Lunedì 28 Luglio 2014, alle ore 21:50
    Buona sera, sono in affitto da 1 anno,. Da un po di tempo si verifica odore di gas in cucina. Con un po di forzatura sono riuscito a cambiare il piano cottura come consigliato da un tecnico (15 anni, almeno di vita) scalando direttamente i soldi dal suratoprossimo affitto. Seppur timidamente, il proprietario continua a dire che la spesa dovrebbe essere mia. Chi dovrebbe pagare la sostituzione di un piano vecchio, obsoleto e irriparabile?
    rispondi al commento
  • Irinaneacsu
    Lunedì 28 Luglio 2014, alle ore 15:42
    Vorrei sapere chi deve pagare la riparazione del tubo, perche non credo che in 2 giorni si e persa acqua in valore di 300 euro per locatore.Grazie per la sua risposta e mi chiedo scuza per la mia grammatica.
    rispondi al commento
  • Irinaneacsu
    Lunedì 28 Luglio 2014, alle ore 15:26
    Buongiorno! Un anno fa si e rotato un tubo d'acqua nella strada dove abito.Tra due giorni devo partire da casa dove abito e il locatore mi ha portata la lista con che devo pagare.Le spese per l'anno 2012 erano circa 400 euro e per l'anno 2013(quando si e rotato il tubo) erano di 700 euro. Lui mi ha detto che devo pagare io l'acqua persa e la riparazione del tubo. Ho capito che devo pagare io l'aqua, ma perche anche la riparazione?
    rispondi al commento
  • Dalilu
    Lunedì 28 Luglio 2014, alle ore 12:06
    Buongiorno avvocato, abito in un appartamento in affitto arredato, circa un mese fa il frigo ha smesso di funzionare, dopo aver avvisato la proprietaria più volte si è decisa di far venire un tecnico a ripararlo che le ha comunicato che il frigo è da sostituire. Ora lei ha detto che probabilmente ce lo sostituirà a settembre. Io vorrei non pagare l'intero affitto di agosto (850 euro) visto il disagio. Posso farlo? se si quanto dovrei pagare?
    rispondi al commento
  • Monicavit164
    Mercoledì 23 Luglio 2014, alle ore 10:10
    Salve,ho lasciato un appartamento dopo 3,5 anni di affitto. Ora la proprietaria ci chiede il rimborso di alcune spese che ha sostenuto durante la nostra presenza: sostituzione lavatrice (2 anni fa) e frigo (1,5 anni fa) al 50%, e ritinteggiatura del bagno causa muffa (3 mesi fa) al 100%, quest'ultimo senza presentare fattura. Ha trattenuto questa spese dalla caparra. Le è consentito? Non avrebbe dovuto far scegliere a noi a chi fare riparare?
    rispondi al commento
  • Giovannacm
    Martedì 22 Luglio 2014, alle ore 19:02
    Salve! Sono una studentessa fuori sede che vive in un appartamento condiviso con altre due ragazze, con regolare contratto d'affitto. Il nostro proprietario ci ha mostrato un elenco in cui sono annotate tutte le spese finali. Tra cui manutenzione caldaia (48,00euro), lavatrice, frigorifero (30,00 euro), cucina (35,00e), elettricista (50,00e).Sono normali queste cifre o a noi toccherebbe esclusivamente pagare la chiamata dell'elettricista?Grazie
    rispondi al commento
    • Legale Giovannacm
      Martedì 22 Luglio 2014, alle ore 19:09
      Se le spese sono dovute a causa dell'uso è normale che a pagare sia il conduttore, viceversa spetta al proprietario darsi da fare per pagarle.
      rispondi al commento
  • Robertabotta
    Domenica 13 Luglio 2014, alle ore 09:29
    Buongiorno avvocato, sono in una casa ARREDATA da pochi giorni volevo sapere chi spetta ritintegguare , per presenza di muffa e di increspsture e buchi s me o al proprietario? Ringrazio
    rispondi al commento
    • Legale Robertabotta
      Martedì 22 Luglio 2014, alle ore 19:07
      Se vive in quella casa da pochi giorni la spesa spetta al proprietario, salvo il caso che nel contratto abbia accettato la casa così com'era e tale vizi non fossero occulti.
      rispondi al commento
  • Supergulp
    Venerdì 4 Luglio 2014, alle ore 14:37
    Ho ricevuto in eredità un locale in cui il conduttore esercita un'attività commerciale di vendita al minuto. Il precedente conduttore ha acquistato un condizionatore prima che io ricevessi l'eredità; il conduttore attuale sostiene vada sostituito in quanto guasto e non riparabile e ritiene che il costo vada sostenuto dal proprietario trattandosi di straordinaria manutenzione. Non essendo un bene da me acquistato, devo sostenere spese?
    rispondi al commento
  • Matteo83
    Giovedì 19 Giugno 2014, alle ore 16:35
    Buongiorno Avv. Io sono in affitto con la mia compagna da quasi un anno e mezzo. Quando sono arrivato le zanzariere erano rotte e l'impianto di riscaldamento a pavimento non funziona bene (d'inverso alcune stanze rimangono fredde). Tocca a me o al proprietario pagare le spese di manuntenzione caldaia e sostituizione zanzariere? Quanto tempo posso aspettare perchè sono già 5 mesi che continuo a sollecitare per avere. Grazie
    rispondi al commento
  • Enzabonanno
    Martedì 27 Maggio 2014, alle ore 15:47
    Buongiorno,devo affittare un alloggio e il proprietario ha installato solo il piatto doccia dicendo che l'installazione del box doccia è a mio carico. Per come interpreto la normativa questo non mi sembra corretto. Come posso sostenerlo in modo incontrovertibile per far si di evitare inutili discussioni?Grazie.
    rispondi al commento
  • Jessicanico
    Martedì 27 Maggio 2014, alle ore 08:39
    Spiego meglio scusate, scale esterne all'appartamento, che fanno parte di un complesso di tre appartamenti, uno da ristrutturare e due in affitto, i muri delle scale sono vecchi e da una finestra entra acqua quando piove...disastro!!!
    rispondi al commento
    • Legale Jessicanico
      Martedì 27 Maggio 2014, alle ore 14:52
      Può diffidare la proprietaria per farle eseguire i lavori, riservandosi di agire per il risarcimento dei anni. Se non cambia nulla può recedere per gravi motivi.
      rispondi al commento
      • Jessicanico Legale
        Martedì 17 Giugno 2014, alle ore 18:53
        Mi scusi ma io non voglio diffidare la proprietaria perché poi devo dare un limite entro quale devono essere svolti i lavori e poi se non eseguiti sarebbe sciolto il contratto, cosa che non voglio, l'appartamento mi piace ma voglio solo che vengano fatti i lavori stabiliti...
        rispondi al commento
  • Jessicanico
    Sabato 24 Maggio 2014, alle ore 11:45
    Buongiorno..ho bisogno di informazioni...sei mesi fa ho preso in affitto un appartamento e il ragazzo dell'agenzia ha detto che la ristrutturazione delle scale sarebbe stata fatta a breve...sono passati sei mesi e ancora nulla...la proprietaria continua a rimandare ma quando piove entra acqua ovunque, come posso far valere i miei diritti per avere delle scale degne di questo nome?
    rispondi al commento
  • Marnie.flandina
    Giovedì 27 Marzo 2014, alle ore 10:01
    Ho affittato un appartamento e le piastrelle della cucina sembrano una groviera.. ed io nn ho pensili con cui coprire i buchi. Posso dipingerle a spese mie senza informare il proprietario?
    rispondi al commento
  • Lupinulpin84
    Lunedì 24 Marzo 2014, alle ore 16:42
    Avvocato buongiorno,volevo chiederle, le spese di manutenzione (porta in ferro con buchi) delle porte esterne, a chi spettano? Inoltre per quanto riguarda la sostituzione della porta poichè poco sicura, nel caso in cui il proprietario non volesse sostituire l'infisso, se dovessi subire un furto nell'abitazione, è responsabile del danno? Grazie
    rispondi al commento
  • Massimodanna
    Lunedì 17 Marzo 2014, alle ore 03:12
    Salve sig.avv.,vivo in una casa in affitto da circa 5 mesi con mia moglie e mio figlio e ho deciso di sostituire la porta d'ingresso perche quella installata e poco sicura. Volevo sapere se tale spesa e' a carico mio o no.grazie mille per l'aiuto
    rispondi al commento
    • Legale Massimodanna
      Lunedì 17 Marzo 2014, alle ore 17:54
      E' a carico suo e deve avere il consenso del proprietario se la porta non è danneggiata.
      rispondi al commento
  • Jessicanico
    Mercoledì 5 Marzo 2014, alle ore 18:27
    Ho bisogno di aiuto!!!vorrei sapere a chi spettano le spese per installare le zanzariere che sono necessarie perché non posso aprire le finestre per dieci minuti che sicuramente trovo delle cimici in casa e poi sono entrata in una casa appena ristrutturata e dopo nemmeno due mesi in cucina sul soffitto si sono formate delle crepe...chi paga la risistemazione del soffitto? grazie mille dell'aiuto!!!
    rispondi al commento
    • Legale Jessicanico
      Martedì 11 Marzo 2014, alle ore 18:06
      Le spese per il soffitto sono a carico del proprietario, quelle delle zanzariere a suo carico.
      rispondi al commento
  • Maury pr
    Venerdì 28 Febbraio 2014, alle ore 16:40
    Salve avv. mi chiedevo e già ho discusso con la propritaria su un danneggiamento avuto dello scaldabagno a gas in cui sono affittuario. Premetto che già sono due anni che ci loco però adesso si è rotto un pezzo dello scaldabagno von una spesa di 70euro. Tale profitto chi deve pagarlo? Grazie mille
    rispondi al commento
    • Legale Maury pr
      Martedì 11 Marzo 2014, alle ore 18:06
      Dipende dal motivo della rottura. Se è per vetistà o caso fortuito la spesa spetta alla proprietaria, altrimenti a lei.
      rispondi al commento
  • Jennifer.garrini
    Martedì 25 Febbraio 2014, alle ore 20:49
    Buona sera avv. vorrei sapere se devo pagare io la sostituzione completa dell'antenna per via che è vecchia e non funziona piu
    rispondi al commento
    • Legale Jennifer.garrini
      Martedì 11 Marzo 2014, alle ore 18:04
      Questo tipo di spese sono a carico del proprietario.
      rispondi al commento
  • Feio_86
    Giovedì 13 Febbraio 2014, alle ore 14:51
    Sto per prendere una casa in affitto, le pareti sono del tutto bianche. Mi chiedevo se ho la facoltà di ritinteggiarle come meglio credo o se il proprietario di casa possa vietare un'intervento del genere.Grazie
    rispondi al commento
    • Legale Feio_86
      Venerdì 14 Febbraio 2014, alle ore 17:45
      Può tinteggiarle se non è vietato dal contratto ma al termine della locazione deve ridare la casa così come lha trovata
      rispondi al commento
  • Franco5555
    Martedì 11 Febbraio 2014, alle ore 16:43
    Da Settembre 2011 abito in un appartamento preso ion affitto sin dall'inizio dalle finestre entra aria e i vetri non sono vetri camera, posso chiedere la sostituzione delle finestre al proprietario, poi ho l'impianto di riscaldamento che funziona poco cosa posso fare.
    rispondi al commento
    • Legale Franco5555
      Venerdì 14 Febbraio 2014, alle ore 17:47
      Se la situazione le era ben nota fin dal momento iniziale può fare ben poco.
      rispondi al commento
  • Cavaliere1983
    Martedì 28 Gennaio 2014, alle ore 16:09
    Buonasera avvocato.....allora io sto cambiando casa,affitto,ma nella nuova manca la caldaia....a chi spetta metterla???
    rispondi al commento
  • Vvinci
    Lunedì 27 Gennaio 2014, alle ore 15:52
    Buongiorno Avvocato.Ho appena preso in affitto una stanza con contratto, dove il locatario ha indicato espressamente che le spese di manutenzione ordinaria sono a carico del conduttore.Al momento della consegna però ho riscontrato delle mancanze:tavolozza del wc mancante, serranda bloccata e probabile problema di perdita dalle tubazioni del bagno(l'inquilini del piano inferiori riscontrano macchie di umidità) tali spese sono a mio carico o no?
    rispondi al commento
    • Legale Vvinci
      Lunedì 27 Gennaio 2014, alle ore 18:20
      No, sono carico del proprietario.
      rispondi al commento
  • Anna p.
    Giovedì 23 Gennaio 2014, alle ore 19:55
    Dopo due settimane dalla firma del contratto, il televisore dell'appartamento di cui sono conduttore si è spento all'improvviso senza più riaccendersi. L'apparecchio è stato acquistato nel 2006. Il proprietario sostiene che la riparazione e l'eventuale sostituzione dello stesso rientri nelle spese di manutenzione ordinaria, e dunque spetti a me, ma due settimane non sono a mio avviso sufficienti per imputare a me la colpa del danno. Grazie
    rispondi al commento
    • Legale Anna p.
      Lunedì 27 Gennaio 2014, alle ore 18:15
      Bisgona capire la causa del guasto della Tv. Se si tratta di caso fortuito (es. sbalzo di tensione) o vetustà o comunque danno non dovuto all'uso, visto anche il breve periodo intercorso dall'inizio della locazione, le spese sono a carico del proprietario.
      rispondi al commento
  • Inar
    Mercoledì 22 Gennaio 2014, alle ore 17:22
    Gentile avvocato,dopo un mese dal subentro in un contratto di affitto mi si è rotta la struttura del letto,ho provato a ripararlo da sola ma il legno è talmente vecchio che non regge comunque..cosi sono costretta a dormire su un letto rotto con un materasso in pessimo stato..la sostituzione o il cambio del letto è a carico mio o del proprietario? Grazie infinite.
    rispondi al commento
  • Tina
    Mercoledì 8 Gennaio 2014, alle ore 08:49
    Gentile Avvocato, da un anno sono affittuaria di un locale ad uso commerciale.
    In caso di rottura del climatizzatore, a chi toccano le spese per la riparazione?
    Grazie molte.
    rispondi al commento
    • Legale Tina
      Lunedì 20 Gennaio 2014, alle ore 11:02
      Se la rottura non è dovuta all'uso (fatto che le può essere chiairto dal manutentore) la spesa spetta al proprietario.
      rispondi al commento
  • Stefania
    Martedì 7 Gennaio 2014, alle ore 23:10
    Buonasera Avvocato, da tre mesi viviamo in affitto in un appartamento.
    Due settimane fa la serratura della porta di ingresso si è bloccata rendendo necessario l'intervento dei vigili del fuoco.
    Abbiamo prontamente avvisato il proprietario di quanto stata accadendo e abbiamo sostituito la serratura (euro 125).
    Possiamo pretendere il rimborso da parte del proprietario?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Stefania
      Lunedì 20 Gennaio 2014, alle ore 10:59
      Se la serratura si è rotta per un caso fortuito o per vetustà, si. Se si è rotta per l'uso o comunque per colpa vostra, no.
      rispondi al commento
  • Massimo
    Martedì 7 Gennaio 2014, alle ore 17:16
    Buona sera Avvocato, sono in fitto da 5 anni, ma negli ultimi mesi in una camera si sono creati forti infiltrazioni d'acqua dall'esterno, con macchie su parte della parete e soffitto con formazione anche di muffa.
    Volevo sapere in questo caso le spese per ripristinare il tutto sono a carico del proprietario o inquilino?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Massimo
      Mercoledì 15 Gennaio 2014, alle ore 18:46
      Sono a carico di chi ha causato il danno e in via d'anticipazione al proprietario.
      rispondi al commento
  • Sara Fiore
    Martedì 7 Gennaio 2014, alle ore 03:44
    Salve Avv., il padrone di casa ha fatto lavori in casa facendo una mansarda con delle scale per salire nella stanza.
    Vorrei sapere chi deve pagare per completare la scala.
    Il proprietario dice che tocca a me la spesa.
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Sara Fiore
      Mercoledì 15 Gennaio 2014, alle ore 18:31
      La spesa spetta senza dubbio al proprietario trattandosi di opere di completamento di una parte dell'appartamento.
      rispondi al commento
  • Procopio
    Domenica 5 Gennaio 2014, alle ore 14:54
    Salve avvocato, vivo da due mesi in affitto in un appartamento arredato, si è verificato una perdita nel lavello della cucina che durante la riparazione ci siamo accorti essere totalmente arrugginito e non più montabile.
    A chi spetta cambiarlo?
    rispondi al commento
  • Carla
    Domenica 5 Gennaio 2014, alle ore 11:49
    Buongiorno Avvocato, vorrei sapere: la mamma è proprietaria di un appartamento e l'inquilina che ci abita è in debito di 5 mensilità di affitto.
    Pretende che la mamma le sostituisca la caldaia.
    Come mi devo comportare?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Carla
      Mercoledì 8 Gennaio 2014, alle ore 17:53
      Se sua madre non intende sfrattarla, deve riparare (o sostituire la caldaia).
      rispondi al commento
  • Alessandro
    Giovedì 2 Gennaio 2014, alle ore 15:44
    Buongiorno Avvocato, vivo da settembre in una casa in affitto ed il 30/12 il water ha iniziato a perdere acqua dal tubo di cacciata.
    Ho subito avvisato il proprietario il quale ha fatto finta di niente dicendomi però che avrebbe chiamato qualcuno.
    L'ho richiamato 2 volte ma non mi ha risposto e quindi ho provveduto io a chiamare l'idraulico, il quale mi ha detto che il bagno è realizzato malissimo.
    Mi spetta un risarcimento?
    La ringrazio molto.
    rispondi al commento
    • Legale Alessandro
      Mercoledì 8 Gennaio 2014, alle ore 15:13
      Per quanto ci dice non credo, al massimo il rimborso per la spesa per l'intervento dell'idraulico.
      rispondi al commento
  • Sabina
    Giovedì 2 Gennaio 2014, alle ore 11:30
    In caso di furto quindi forzatura della serratura la riparazione a chi è a carico inquilino o propietario?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Alida
    Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 00:37
    Salve Avvocato. Mia madre vive da 40 anni in affitto nello stesso appartamento.
    L'aumento di furti e aggressioni mi inquieta nn poco; la mamma ha 83 anni, autosuff cmq sola. L' app.to è degli anni 60 (ha presente quelle palazzine di 3 piani tipiche del periodo? con porta che si apre "con un dito"?)
    Vorrei chiedere al propr. l'installaz di porta blindata: mi chiedo se, in caso di rifiuto x motivi ?, possa, data la lunga permanenza, pretenderla.
    GRAZIE 100
    rispondi al commento
    • Legale Alida
      Giovedì 2 Gennaio 2014, alle ore 16:52
      Può chiedere la sostituzione della porta ma può pretenderla solamente se quella attuale non assolve più alla funzione deputata.
      In questo caso, però, può ottenere solamente la sostituzione ma non per forza la sostituzione con un portoncino blindato.
      Consiglio di dialogare per trovare soluzione condivisa.
      rispondi al commento
  • Alida
    Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 00:34
    Salve Avvocato, mia madre vive da 40 anni in affitt nello stesso app.to.
    L'aumento di furti e aggressioni mi inquieta nn poco; la mamma ha 83 anni, autosuff cmq sola.
    L' app.to è degli anni 60 (ha presente quelle palazzine di 3 piani tipiche del periodo? con porta che si apre "con un dito"?)
    Vorrei chiedere al propr. l'installaz di porta blindata: mi chiedo se, in caso di rifiuto per motivi ignoti, possa, data la lunga permanenza, pretenderla.
    Grazie mille.
    rispondi al commento
  • Bruno_06
    Sabato 28 Dicembre 2013, alle ore 13:05
    Buongiorno, il mio inquilino mi chiede di provvedere alla sostituzione di una cassetta di scarico posata sul wc, perché il suo idraulico ha riscontrato una filatura.
    Io ritengo che un manufatto di quel tipo non sia soggetto a rotture per vetustà, ma che, più probabilmente, la lesione sia dovuta ad un colpo subito.
    Preciso che l'inquilino vi abita già da tre anni.
    Mi può consigliare il comportamento da tenere?
    La ringrazio.
    rispondi al commento
    • Legale Bruno_06
      Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 17:35
      Non è facile, ma se lei può dimostrare quanto dice (ossia che la filatura non è dovuta a vetistà, caso fortuito o difetto intrinseco del bene) allora prosegua nel suo intento.
      rispondi al commento
  • Ugo
    Venerdì 27 Dicembre 2013, alle ore 16:42
    Io locatore ho consegnato 2 anni fa al conduttore una lavatrice perfettamente funzionante, sulla quale un anno dopo ho sostituito a mie spese il programmatore.
    Ora, dopo 2 anni di utilizzo e dopo un anno dalla sostituzione del programmatore, il conduttore mi chiede di sostituire a mie spese un pezzo di ricambio perchè la lavatrice non centrifuga bene.
    E' a carico mia tale spesa o, come penso, è a carico suo?
    Grazie, auguri.
    rispondi al commento
    • Legale Ugo
      Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 17:50
      Dipende dal perché: se il malfunzionamento è causato dall'uso, il problema è del conduttore, altrimenti deve intervenire lei.
      rispondi al commento
  • Reginato Daniela
    Giovedì 26 Dicembre 2013, alle ore 17:00
    Buongiorno avvocato, abito in una casa di ringhiera in affitto da circa 17 anni i proprietari nn hanno mai fatto nessun tipo di manutenzione.
    Ora da circa 4 anni ho seri problemi con il tetto e i pluviali mi stanno recando seri problemi.
    I proprietari sono stati avvisati molte volte ma nn fanno assolutamente niente.
    Cosa devo fare?
    Il cortile è molto vecchio.
    rispondi al commento
    • Legale Reginato Daniela
      Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 17:42
      Le conviene mettere nero su bianco le sue lamentele (leggasi racc. a.r.) paventando azioni legali anche risarcitorie nel caso di danno conseguenti agli inadempimento dei proprietari.
      rispondi al commento
  • Mirella
    Sabato 21 Dicembre 2013, alle ore 14:10
    Buongiorno avvocato, avvrei una domanda.
    Io abito in affitto in una casa con giardino, adesso ho piantato gli ulivi.
    A chi spetta la spesa: a me o al proprietario?
    Grazie mille.
    rispondi al commento
    • Bruno_06 Mirella
      Giovedì 26 Dicembre 2013, alle ore 16:19
      Buongiorno, il mio inquilino mi chiede di provvedere alla sostituzione di una cassetta di scarico posata sul wc, perché il suo idraulico ha riscontrato una filatura.
      Io ritengo che un manufatto di quel tipo non sia soggetto a rotture per vetustà, ma che, più probabilmente, la lesione sia dovuta ad un colpo subito.
      Preciso che l'inquilino vi abita già da tre anni.
      Mi può consigliare il comportamento da tenere?
      La ringrazio.
      rispondi al commento
    • Legale Mirella
      Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 16:14
      Se gli ulivi li ha piantati lei, la spesa spetta a lei, a meno che il proprietario non voglia, di sua iniziativa, farsene carico.
      rispondi al commento
      • Mirella Legale
        Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 17:40
        Mi scusi avvocato, gli ulivi li ho potati io, ma non sono miei.
        Io abito in affitto e la spesa e da 150 euro.
        Volevo sapere a chi aspetta la spesa: a me o al proprietario?
        La ringrazio.
        rispondi al commento
        • Legale Mirella
          Giovedì 2 Gennaio 2014, alle ore 17:01
          Quindi li ha potati e non piantati.
          In questo caso trattandosi di normale manutenzione di un bene la spesa spetta a lei ma le consiglio di consultare la raccolta degli usi locali tenuta presso la cametra di commercio della sua provincia perchéche potrebbe contenere indicazioni in merito.
          rispondi al commento
  • Marcella
    Venerdì 20 Dicembre 2013, alle ore 01:45
    Buongiorno avvocato, avrei una domanda abbiamo appena preso una casa in affitto e la proprietaria ha provveduto alla sostituzione della caldaia ma l'installatore ha detto che le spese della combustione sono a carico nostro.
    Ma per legge la proprietaria non deve fornire l'abitazione già con il piano di conformità e controllo fumi fatti?
    rispondi al commento
    • Legale Marcella
      Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 15:57
      Si, ma il controllo ordinario, nel rispetto delle cadenze di legge, è a carico di chi usa l'impianto.
      Se la scadenza del precedente certificato è avvenuta dopo l'affitto, allora la spesa spetta a voi.
      rispondi al commento
  • Roberto
    Giovedì 19 Dicembre 2013, alle ore 12:36
    Buongiorno, in caso di lavandino intasato all'interno del muro (non quindi nel tubo che va dal lavandino al muro) le spese di riparazione sono a carico del proprietario o dell'inquilino?
    Grazie mille.
    rispondi al commento
    • Legale Roberto
      Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 11:41
      Se sull'intasamento il conduttore ha una precisa responsabilità, la spesa è a suo carico.
      rispondi al commento
  • Tiziana
    Mercoledì 18 Dicembre 2013, alle ore 19:55
    Buonasera Avvocato, la disturbo per chiederle un'informazione, se possibile: abito ad un piano terreno, rivolta su strada si trova la sala d'ingresso nella quale è posta una finestra che si affaccia sul marciapiede ed è sprovvista di protezione quale: persiana, tapparella, od inferriata, insomma è vetro laminato e basta.
    La posa di una grata di sicurezza, a chi compete?
    (Io sono parte conduttrice)
    Grazie mille per l'attenzione.
    rispondi al commento
    • Legale Tiziana
      Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 11:26
      La spesa spetta al proprietario, salvo diverso accordo.
      rispondi al commento
  • Laura Meani
    Martedì 17 Dicembre 2013, alle ore 12:13
    Buongiorno, sono in affitto in un appartamento da ormai 3 anni.
    Il bidet non ha mai funzionato correttamente in quanto fuoriesce solo acqua calda.
    Dopo diversi solleciti finalmente nei prossimi giorni la proprietaria manderà un idraulico a verificare.
    La proprietaria sostiente comunque che è un problema che non si può risolvere, in quanto è un difetto della tubatura che si è creato quando è stato ristrutturato il palazzo.
    Come mi devo comportare?
    rispondi al commento
    • Legale Laura Meani
      Martedì 17 Dicembre 2013, alle ore 16:33
      Può chiedere ed imporre la soluzione del problema con spese a carico della proprietaria.
      rispondi al commento
  • Fabrizio
    Sabato 14 Dicembre 2013, alle ore 12:52
    Salve avvocato, vivo in un appartamento ASTC di proprietà di un ente dello stato, ho la caldaia istallata nel 1999 e mezza rovinata, in più non avendo mai avuto un libretto o altro documento non ho mai potuto fare prove di emissioni, fumi o altro.
    Vorrei chiedere per iscritto all'ente proprietario la sostituzione, quindi vorrei un suo parere a chi spetta la sostituzione.
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Fabrizio
      Martedì 17 Dicembre 2013, alle ore 15:47
      Il linea generale la sotituzione della caldaia spetta al proprietario.
      rispondi al commento
  • Sara
    Giovedì 12 Dicembre 2013, alle ore 21:29
    Buonasera Avvocato, sono proprietaria di un appartamento completamente arredato che ho affittato ad una coppia.
    All'interno della cucina c'e una lavatrice di circa 5 anni fa, si è rotta la pulsantiera elettrica.
    A chi spetta pagare il guasto?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Sara
      Venerdì 13 Dicembre 2013, alle ore 14:31
      Ai proprietari, se si tratta di danno dovuto a vetustà
      rispondi al commento
  • Alessandro
    Giovedì 12 Dicembre 2013, alle ore 15:17
    Salve avvocato, sono in casa d'affitto e stamane è stata cambiata la caldaia dopo tante mie lamentele.
    Il proprietario di casa mi ha chiesto 125 euro per il montaggio; dice che spettano al sottoscritto.
    Vero?
    rispondi al commento
    • Legale Alessandro
      Venerdì 13 Dicembre 2013, alle ore 14:27
      No, non mi risulta ma sarebbe bene chiedere a che titolo, giusto per avere certezza
      rispondi al commento
  • Giulio
    Martedì 10 Dicembre 2013, alle ore 22:04
    Salve, sono uno studente in affitto.
    Ho preso casa due mesi fa e da una settimana non mi viene più l'acqua calda nella doccia a causa della rottura del miscelatore del rubinetto.
    Va sostituito al costo di 100 euro.
    E' a carico mio, o del proprietario?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Giulio
      Venerdì 13 Dicembre 2013, alle ore 13:00
      Se il danno è dovuto a vetustà o caso fortuito la spesa spetta al proprietario, se dovuta al normale uso a lei.
      Dubito, però, che dopo soli pochi mese il suo uso possa aver danneggiato una cosa che, per sua natura, è destinata a durare molto tempo.
      rispondi al commento
  • Andrea_dipre
    Lunedì 9 Dicembre 2013, alle ore 15:15
    Buongiorno, l'appartamento in cui risiedo è molto vecchio e non è stato utilizzato per anni.
    Ora dopo due anni si è rotto un termosifone (una valvola perde).
    Facendo vedere il termosifone ad un parente idraulico si è rifiutato di metterci le mani perchè molto vecchio e l'intervento richiede lo svuotamento completo dell'impianto e mezza giornata di lavoro, col rischio di dover sostituire lo stesso pezzo anche su altri termosifoni.
    Chi paga?
    rispondi al commento
    • Legale Andrea_dipre
      Martedì 10 Dicembre 2013, alle ore 12:34
      Se si tratta, come pare, di rottura dovuta a vetustà, paga il proprietario.
      rispondi al commento
  • Vito
    Domenica 8 Dicembre 2013, alle ore 00:02
    Sono proprietario di un locale commerciale dato in affitto, nel quale ci sono state infiltrazioni d'acqua, che hanno riguardato una parete del locale, derivanti dalla rottura di un tubo condominiale.
    L'inquilino ha chiesto e ottenuto dal Condominio il risarcimento del danno derivante dalla riparazione della parete.
    L'amministratore ha compreso anche me, quale proprietario del locale danneggiato, tra i condomini tenuti al risarcimento.
    E' giusto?
    rispondi al commento
    • Legale Vito
      Martedì 10 Dicembre 2013, alle ore 12:16
      Per i danni alle strutture murarie l'unico legittimato ad agire è sempre il proprietario che comunque, in quanto comproprietario delle parti comuni, ha diritto al risarcimento decutato della sua quota millesimale di proprietà.
      rispondi al commento
  • Grazia
    Venerdì 6 Dicembre 2013, alle ore 21:21
    Sono un inquilina di un appartamento da oltre 30 anni, ho chiesto al padrone di casa la sostituzione della porta di ingresso perchè i ladri l'hanno aperta è ora non chiude bene.
    Mi ha risposta che tocca a me perchè io ho usurato.
    Poi mi a detto che mi viene in contro al 50%, ma io sono pensionata, non rientro nelle spese.
    Come mi devo comportare, visto che se non aderisco non mi rinnova il contratto?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Grazia
      Martedì 10 Dicembre 2013, alle ore 11:48
      Le conviene dire al proprietario che questa spesa spetta a lui e che se non si muove in tal senso sarà costretta a farlgi causa.
      Vista la situazione forse è il caso di farsi assistere da un avvocato.
      rispondi al commento
  • Francesco
    Giovedì 5 Dicembre 2013, alle ore 11:34
    Buongiorno, sono conduttore di un negozio commerciale.
    La porta di entrata e un'altra vetrina sono palesemente non idonee ( dopo che e' stato rifatto il pavimento).
    La porta non si chiude bene e si è deformata ( anche dopo il terremoto).
    Come mi devo muovere, visto e considerato che il proprietario non ne vuole sapere?
    Posso interrompere il pagamento dell'affitto?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Francesco
      Giovedì 5 Dicembre 2013, alle ore 17:56
      No, ma può agire per ottenere la messa a norma e chiedere il risarcimento del danno.
      rispondi al commento
  • Bernypro
    Giovedì 5 Dicembre 2013, alle ore 10:22
    Buongiorno e complimenti per il sito.
    Ho 2 domande:
    1) Un inquilino su 3 se ne va prima della scadenza del contratto non pagando le spese in comune (enel-bombola-acqua-condominio); a chi tocca pagare le spese relative al soggetto?
    2) Il contratto di locazione, nel momento in cui uno degli inquilini se ne và, è ancora valido, oppure è decaduto ed è necessario farne uno nuovo?
    Grazie in anticipo.
    rispondi al commento
    • Legale Bernypro
      Giovedì 5 Dicembre 2013, alle ore 17:54
      Tutto dipende da come è scritto il contratto ma solitamente paga sempre l'inquilino che resta, salvo rivalsa verso chi se ne è andato.
      rispondi al commento
      • Bernypro Legale
        Venerdì 6 Dicembre 2013, alle ore 11:30
        Il contratto è valido anche se un inquilino è andato via prima della scadenza?
        rispondi al commento
        • Legale Bernypro
          Martedì 10 Dicembre 2013, alle ore 11:51
          In linea generale si. se il contratto è cointestato.
          rispondi al commento
  • Igor
    Mercoledì 4 Dicembre 2013, alle ore 19:17
    Salve avvocato, io affitto un locale commerciale dove ho un contratto 6+6 visto che molto presto cambierò locale.
    Posso riaffittare il mio in affitto a un terzo?
    rispondi al commento
    • Legale Igor
      Giovedì 5 Dicembre 2013, alle ore 17:49
      Si, se la sublocazione è consentita dal contratto.
      rispondi al commento
  • Barbara
    Martedì 3 Dicembre 2013, alle ore 13:08
    Salve avvocato, noi abitiamo sopra un alimentari, al quale è da un po di tempo che si è rotto un motore di un frigo(per lo più molto vecchio) il quale provoca un rumore tremendo e che diventa insopportabile ancor di più la notte.
    Ora lui dice che non aggiusterà niente perchè ció è a carico del proprietario e non suo che è l'affittuario dell'attività.
    Ora vorrei capire, in base alle normative vigenti, a chi spetta la manutenzione di questo macchina.
    rispondi al commento
    • Legale Barbara
      Giovedì 5 Dicembre 2013, alle ore 17:35
      Se il frigo non è di proprietà di chi gestisce l'alimentari, scrivete al proprietario.
      rispondi al commento
  • Felice
    Domenica 1 Dicembre 2013, alle ore 22:47
    Buona sera avvocato, sono un inquilino in un appartamento posto al 2° piano e ultimo con riscaldamento condiviso ho il problema delle finestre vecchie a un solo vetro e il sotto tetto senza isolante; vuol dire che ho la casa sempre fredda e pago la mia parte del riscaldamento senza trarne profitto.
    Il proprietario non ne vuole sapere, come debbo procedere in questi casi e mi tocca ogni anno spendere soldi per prodotti per la muffa e pittura.
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Felice
      Mercoledì 4 Dicembre 2013, alle ore 13:25
      No, le spese per mantenere l'immobile in buono stato, salvo la piccola manutenzione, sono a carico del proprietario.
      rispondi al commento
  • Marianna
    Sabato 30 Novembre 2013, alle ore 10:48
    Buongiorno avvocato, io vivo assieme ad altre quattro studentesse in affitto in una casa.
    Premetto che quattro di noi hanno preso in affitto la casa da un anno e non più e solo una è qui da molti più anni.
    Circa un mese fa, si sono rotti uno dopo l'altro tre rubinetti in cucina, doccia e lavandino, causa usura delle cartucce interne ai rubinetti (che non vengono cambiate da almeno 10 anni secondo quanto detto dall'idraulico).
    I primi due guasti li abbiamo pagati noi per indisponibilità della padrona, ma al terzo vorremmo far chiarezza se la spesa spetti a noi o a lei perchè ovviamente non vorremmo pagare per tutto solo perchè la casa è vecchia anche se apparentemente in buone condizioni.
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Marianna
      Mercoledì 4 Dicembre 2013, alle ore 13:07
      Le spese dovute ad usura spettano sempre al conduttore.
      Nel vostro caso, probabilmente, quelle dovute ad usare non dovuta a vostro uso, spettano all'altra inquilina.
      rispondi al commento
  • Cristina Galli
    Venerdì 29 Novembre 2013, alle ore 16:43
    Buongiorno Avvocato, ho affittato un appartamento ad una famiglia che si lamenta di odori sgradevoli uscenti dal bagno, nonostante il tecnico non abbia trovato nulla: loro vogliono che io gli dia 2500,00 euro per andarsene (al fine di pagarsi il trasloco) o in alternativa: che io paghi alla loro famiglia l'albergo per il tempo necessario per rifare la parte di bagno.
    Devo pagargli i 2500,00 euro?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Cristina Galli
      Mercoledì 4 Dicembre 2013, alle ore 12:58
      Se deve effettuare delle riparazioni, la norma di riferimento per i diritti del conduttore è l'art. 1584 del codice civile.
      rispondi al commento
  • Smauro
    Venerdì 29 Novembre 2013, alle ore 15:30
    Buona sera Avvocato, sono proprietaria di un appartamento che ho in affitto.
    A settembre al rientro dalle vacanze gli inquilini hanno trovato infiltrazioni in cucina e in bagno.
    Segnalato tutto, avvenuta visita perito.
    Perizia con cifra stabilita dal perito circa 300Euro per tutto.
    Cosa devo fare adesso?
    rispondi al commento
    • Legale Smauro
      Mercoledì 4 Dicembre 2013, alle ore 12:54
      Accettare la somma a titolo di risarcimento o di acconto sul maggior danno e poi far causa al responsabile.
      rispondi al commento
  • Giusy
    Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 11:48
    Buongiorno Avvocato, vivo, insieme ad altre due studentesse, in affitto in una casa un po' vecchiotta.
    Recentemente abbiamo dovuto sostituire galleggiante e batteria dello sciacquone (quest'ultimo un pezzo di circa 45 euro).
    Si tratta di un pezzo che non va cambiato spesso e che non abbiamo rotto per mancata manutenzione, pertanto ci chiediamo a chi spetterebbe la spesa totale dell'idraulico.
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Giusy
      Venerdì 29 Novembre 2013, alle ore 10:30
      Se si tratta di guasto dovuto a vetustà (questo può dirvelo l'idraulico che ha effettuato l'intervento) allora la spesa spetta alla proprietà.
      rispondi al commento
  • Alessandra
    Mercoledì 27 Novembre 2013, alle ore 18:08
    Buonasera Avvocato, nella casa che ho affittato arredata da pochi mesi, si è rotto il frigorifero.
    Premetto che è un frigo vecchio, del 1998.
    Il tecnico ha dovuto sostituire il termostato.
    Io ritenevo fosse una spesa spettante alla proprietaria, dato che è un elemento che si è rotto perchè vecchio e non per mia manomissione, invece la proprietaria sostiene che spetta a me.
    Non è una spesa straordinaria?
    Chi ha ragione?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Alessandra
      Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 16:31
      Se ciò che è accaduto dipende dall'uso e non dal normale invecchiamento, no, altrimenti potreste dover pagare entrmabi se concorrono entrambi i fattori.
      rispondi al commento
    • Legale Alessandra
      Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 17:19
      Ha ragione lei, al spesa spetta al proprietario per i motivi che ha chiaramente intuito.
      rispondi al commento
  • Susanna
    Martedì 26 Novembre 2013, alle ore 16:31
    Sono proprietaria di un immobile affittato agli stessi inquilini da 22 anni.
    L'inquilino ha lasciato sempre aperti gli scuri di due finestre senza mai provvedere alla loro pulizia o manutenzione.
    Ora questi serramenti, a differenza di tutte le altre finestre dello stesso appartamento, presentano una notevole e pericolosa usura.
    Ho informato l'inquilino che ora mi dice che la riparazione spetta a me.
    Ha ragione?
    rispondi al commento
    • Grazia Albano Susanna
      Giovedì 5 Dicembre 2013, alle ore 23:15
      Avvocato buona sera, sono un inquilina, da 33 anni ho sempre pagato puntualmente l'affitto e non ho mai chiesto niente al padrone.
      Ora ho chiesto di sostituirmi la porta di ingresso che non chiude più perchè i ladri sono entrati con una spalata.
      Dice che tocca a me pagare, oppure fare al 50%.
      Mi a detto che se non aderisco non mi rinnova il contratto.
      Cosa mi consiglia visto che sono pensionata?
      Grazie.
      rispondi al commento
  • Ivona
    Martedì 26 Novembre 2013, alle ore 00:33
    Abito in una casa che era ristrutturata.
    Da un po di mesi ho problemi con infiltrazioni d'acqua per colpa di vicina di casa.
    Proprietario di casa che affitto, ha la causa con la vicina.
    Ma io continuo ad abitare nella casa ammuffita e il proprietario non vuole fare nessun tipo di riparazione.
    La mia bambina si ammala in continuazione.
    Cosa posso fare?
    rispondi al commento
    • Legale Ivona
      Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 16:19
      Sel il danno proviene da un terzo, è con il terzo che se la deve prendere perché le riparazioni in casa non servirebbero a nulla se non si elimina la causa del danno.
      rispondi al commento
  • Emiliano
    Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 18:56
    Buongiorno Avv. Gallucci, devo sostenere delle spese di ristrutturazione per demolizione e rifacimento di piccoli tavolati presso l'abitazione ove sono in affitto (con il consenso del proprietario).
    Posso pagare IVA al 10% o devo pagarla al 22%?
    Grazie mille.
    rispondi al commento
  • Annalisa De Prisco
    Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 18:54
    Salve, due mesi fa ho lasciato un appartamento di cui ero parte conduttrice.
    Nell'appartamento, 2 anni fa,erano state installate zanzariere da mio marito con spesa ripartita in 2/3 a mio carico e 1/3 a carico del proprietario.
    Il proprietario pretende che faccia riparare a mie spese 3 delle 7 zanzariere installate perchè danneggiate ( premetto che il danno è dovuto a vetustà).
    Può pretendere la riparazione a mio carico?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Annalisa De Prisco
      Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 16:13
      Se il danno è dovuto a vetustà, no, non dovete pagare.
      rispondi al commento
  • Simona
    Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 11:22
    Ho dovuto mettere l'antenna nella casa in cui sono entrata due mesi (non c'era).
    A chi spetta la spesa?
    rispondi al commento
    • Legale Simona
      Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 16:04
      Se nel contratto non si fa menzione di questo impianto e lei lo sapeva fin dall'inizio, la spesa spetta a lei.
      rispondi al commento
  • Marta
    Domenica 24 Novembre 2013, alle ore 10:27
    Salve, ho preso un appartamento in affitto nel quale non era prevista la televisione.
    Ora la signora mi ha preso la tv, ma non ho la presa antenna.
    Dovrei chiamare l'antennista.
    Le spese sono a carico del locatore?
    O del conduttore?
    rispondi al commento
    • Legale Marta
      Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 15:08
      Sono a carico del proprietario se si tratta di installare ex novo l'impianto.
      rispondi al commento
  • Marco
    Venerdì 22 Novembre 2013, alle ore 21:27
    Salve avvocato, ho da poco preso in affitto un appartamento e volevo gentilmente sapere se è un mio diritto cambiare serratura alla porta di casa (ovviamente lo farei a mie spese senza chiedere nulla al proprietario) e non darne una copia al proprietario ovviamente per tutelare la sicurezza mia e della mia ragazza che abita l'appartamento.
    E per legge se cambiassi la serratura, sarei tenuto ad avvertire il proprietario?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Marco
      Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 14:54
      Per cambiare serratura senza darne copia al proprietario dev'essere d'accordo con quest'ultimo.
      rispondi al commento
  • Michele Santoro
    Venerdì 22 Novembre 2013, alle ore 11:19
    Salve avvocato, siamo tre studenti che hanno preso una casa in affitto.
    Vorremmo sapere a chi spetterebbero le spese per la revisione della caldaia.
    La proprietaria afferma che sono spese a carico nostro, poichè noi utilizziamo la caldaia.
    Chiediamo questo perchè è vero che siamo noi ad utilizzare la caldaia, ma non è di nostra proprietà.
    rispondi al commento
    • Legale Michele Santoro
      Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 10:21
      Ha ragione la proprietaria.
      Tutte le spese connesse con l'uso spettano agli inquilini.
      rispondi al commento
  • Gabriel Nicotra
    Martedì 19 Novembre 2013, alle ore 11:01
    Buongiorno, affitto l'ultimo piano di un immobile di tre.
    Gli inquilini del primo e secondo piano hanno appena avviato dei lavori per il cambio delle loro caldaie.
    Al fine di installare una nuova canna fumaria sarà necessario che per due giorni i muratori lavorino anche nel mio appartamento, bucando muri e rendendo la casa ovviamente inagibile.
    Sono obbligato ad accettare passivamente o ho diritto ad un rimborso per il disagio?
    Grazie mille.
    rispondi al commento
    • Legale Gabriel Nicotra
      Mercoledì 20 Novembre 2013, alle ore 10:09
      Ha diritto ad un rimborso per gli eventuali danni non per il disagio.
      rispondi al commento
  • Fabio
    Lunedì 18 Novembre 2013, alle ore 18:09
    Salve avvocato, ho affittato la casa ad aprile di quest'anno, da un mese a questa parte ci sono stati degli acquazzoni che hanno portato delle infiltrazioni con forte umido un po' dappertutto.
    Per combattere questo umido sono costretto a tener spesso condizionatore o termosifoni accesi nonostante non ci sia tutto questo freddo.
    Io vorrei andar via ma vorrei trovare con calma un'abitazione.
    Posso dimezzare l'affitto al mio locatore?
    rispondi al commento
    • Legale Fabio
      Mercoledì 20 Novembre 2013, alle ore 09:49
      No, ma può chiedere il ripristino ed un'eventuale risarcimento del danno.
      rispondi al commento
  • Maria Luisa
    Lunedì 11 Novembre 2013, alle ore 17:56
    Buonasera Avvocato, sono una studentessa in affitto da 2 anni in una casa con altre tre ragazze.
    A settembre mi sono resa conto che il cronotermostato non funzionava e ci siamo accorte che il problema era dato dalla fuoriuscita di acido dalle batterie presenti all'interno del termostato, il quale ora risulta da cambiare.
    A chi spetta pagare tale spesa?
    A noi o alla proprietaria?
    Grazie in anticipo.
    rispondi al commento
    • Legale Maria Luisa
      Martedì 12 Novembre 2013, alle ore 16:26
      Se la causa sono le pile, stando a voi la manutenzione ordinaria e le conseguenze di una sua assenza, spetta a voi la spesa.
      rispondi al commento
  • Luca S
    Lunedì 11 Novembre 2013, alle ore 12:10
    Salve Avv, da 2 anni ho una infiltrazione d'acqua, anzi caduta, in un locale in affitto, che riempie le doppie pareti perimetrali (fatte per ridurre l'umidità) per poi fuoruscire creando un pantano assurdo.
    Così accade che quando piove in maniera abbondante, sono costretto a raccogliere secchiate d'acqua.
    Sapendo che le cause sono a metà tra condominio e prop. del piano sup, posso chiedere al locatario un anticipo dei lavori?
    O come devo comportarmi?
    rispondi al commento
    • Legale Luca S
      Lunedì 11 Novembre 2013, alle ore 18:58
      Le conviene parlarne con un legale di sua fiducia per procedere nel modo migliore e nei tempi pià spediti anche in relazione all'accertamento esatto delle cause.
      rispondi al commento
      • Luca S Legale
        Martedì 12 Novembre 2013, alle ore 13:51
        3 diversi tecnici (mio, del condominio e del propr. del piano sup.) hanno constatato che la causa sia da dividere in parti più o meno gravose tra condominio e propr del p. s.
        Le chiedo: Posso esigere dal conduttore un ripristino dello stato di cose o quanto meno un aggiusto che mi consenta di poter non avere più disagi?
        Devo per forza attendere che l'assemblea deliberi e dia inizio ai lavori condom che si dovranno cmq fare?
        Antic. ringrazio.
        rispondi al commento
        • Legale Luca S
          Martedì 12 Novembre 2013, alle ore 16:37
          Credo che vista la situazione le convenga parlarne con un legale di sua fiducia per valutare meglio il da farsi.
          rispondi al commento
  • Sara Moia
    Domenica 10 Novembre 2013, alle ore 16:33
    Gentile avvocato, io ho preso in affitto un laboratorio al piano terra per aprire un'attività di cake design.
    Il locale è stato ristrutturato con partecipazione sia mia sia del proprietario.
    Ora il locale si sta rivelando estremamente umido (68% di umidità)ed io non posso svolgerci la mia attività, perchè la pasta di zucchero si rovina!
    Vorrei sapere se spetta al proprietario rimediare a questo vizio del locale e come posso uscirne senza perdere tutto?
    rispondi al commento
    • Legale Sara Moia
      Lunedì 11 Novembre 2013, alle ore 18:49
      Mi sembra difficile fornirle una risposta completa in questo spazio.
      Probabilmente può fare qualcosa ma le conviene valutare la situazione, carte alla mano, con il suo avvocato di fiducia.
      rispondi al commento
  • Daniela
    Domenica 10 Novembre 2013, alle ore 12:12
    Buongiorno avvocato, da quando abito, in affitto, in questo appartamento, sono sorti ogni tipo di problemi.
    Le piastrelle del pavimento che hanno iniziato ad alzarsi, crepandosi.
    Il piatto della doccia che si è rotto.
    Il tubo di scarico del gas troppo vecchio 89 anni) con conseguenti perdite.
    Tutte le spese di manutenzione sono spettate a noi, senza rimborsi.
    Abbiamo il diritto di chiedere alla proprietaria un rimborso per tutte queste spese?
    rispondi al commento
    • Legale Daniela
      Lunedì 11 Novembre 2013, alle ore 18:46
      Per come mi descrive le cose direi proprio di si.
      rispondi al commento
  • Isabella
    Lunedì 4 Novembre 2013, alle ore 14:41
    Buongiorno Avvocato, l'inquilina del mio appartamento (dopo 3 anni circa) ha dovuto chiamare l'idraulico per sostituire i tubi sotto il lavello della cucina e apportare una riparazione allo sciacquone del water perchè perdevano.
    Io sono stata preventivamente avvisata ma la spesa spetta interamente a me, o metà è sua a causa di "usura"?
    Quali sono le leggi che regolamentano queste cose?
    La ringrazio.
    rispondi al commento
    • Legale Isabella
      Martedì 5 Novembre 2013, alle ore 17:59
      Le leggi sono quelle citate in questo articolo.
      Se ti tratta d'intevrenti dovuti a vetustà, le spese spettano al proprietario, se invece gli interventi si sono resi necessari a causa dell'uso, allora il costo grava sul conduttore.avv.gallucci@lavorincasa.it
      rispondi al commento
  • Alessandro
    Lunedì 4 Novembre 2013, alle ore 12:04
    Buongiorno, nel caso della necessità di dovere cambiare (io sono inquilino da un anno) la serratura del portoncino blindato?
    Non è una spesa di "ordinaria" amministrazione (700 euro)!
    Posso ribaltarla sul locatore?
    Almeno in parte?
    Non è chiaro se la rottura dipenda da tentativo di effrazione o da grado di usura.
    Ringrazio in anticipo per la gentile risposta.
    rispondi al commento
    • Legale Alessandro
      Martedì 5 Novembre 2013, alle ore 17:49
      Si, può domandare la spesa al proprietario.
      rispondi al commento
  • Luca
    Mercoledì 30 Ottobre 2013, alle ore 10:52
    Gentile avvocato, gestisco un autorimessa dove ho una forte infiltrazione.
    Il proprietario dopo sei anni ha deciso di provvedere, ma considerandola una spesa straordinaria mi ha aumentato l'affitto di quasi 100 euro.
    Quello che volevo sapere è: è una spesa straordinaria?
    Devo dare 100 euro in piu al mese?
    Grazie in anticipo per la risposta.
    rispondi al commento
    • Legale Luca
      Lunedì 4 Novembre 2013, alle ore 08:49
      Non conosco gli accordi contrattuali ma per legge no.
      rispondi al commento
  • Raffaele
    Sabato 26 Ottobre 2013, alle ore 10:22
    Gentile avvocato, vorrei sapere: io sono in affitto in un appartamento da 10 anni, la pavimentazione gia' vecchia adesso se deteriorata ulteriormente il bagno lo stesso, se rifaccio tutto chi deve pagare io o il proprietario?
    Grazie anticipatamente.
    rispondi al commento
    • Legale Raffaele
      Mercoledì 30 Ottobre 2013, alle ore 08:49
      Se si tratta d'intervento dovuto a vetistà, la spesa spetta al proprietario.
      rispondi al commento
  • Laura
    Venerdì 25 Ottobre 2013, alle ore 19:00
    Gent.mo avvocato, sto per affittare un locale commerciale (umido, sporco, da pittare, stuccare e quant'altro) dove noi affittuari ci accolliamo tutte le spese di ristrutturazione, chiedendo alla proprietaria di non farci pagare SOLO DUE MESI per venirci incontro dato lo stato del locale.
    Lei ha risposto di volerci "abbonare" un solo mese perché per quel periodo lei pagherebbe comunque le tasse.
    E' vero?
    Grazie in anticipo.
    rispondi al commento
    • Legale Laura
      Mercoledì 30 Ottobre 2013, alle ore 08:39
      Mi pare più che altro una scusa per spuntarla alle sue condizioni.
      rispondi al commento
  • Angelo
    Venerdì 25 Ottobre 2013, alle ore 12:56
    Gentile avvocato, ho preso in affitto un appartamento da un mese.
    L'altra settima lo sciacquone non funzionava più: il galleggiante della vaschetta (interna al muro) si era bloccato.
    Ho tempestivamente avvisato la proprietaria e chiamato l'idraulico.
    Questi ha asserito che il problema era il calcare formatosi durante gli anni e il non utilizzo da molto tempo del wc.
    A chi spetta il pagamento dell'intervento?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Angelo
      Lunedì 28 Ottobre 2013, alle ore 10:26
      Se la proprietaria ha detto così, allora la spesa spetta a lei (proprietaria) perché si tratta di intervento causato da vetustà.
      rispondi al commento
  • Alessandra
    Venerdì 25 Ottobre 2013, alle ore 10:17
    Gentile avvocato vorrei sapere se le spese inerenti a installazione di porte blindate e persiane sono da addebitare al proprietario di casa o a me in qualità di conduttore?
    Inoltre i costi sostenuti per la sostituzione dell'impianto elettrico, il costo per l'installazione dell'impianto a gas e quelli per la ristrutturazione del bagno a chi spetterebbero?
    Grazie anticipatamente per la risposta.
    rispondi al commento
    • Legale Alessandra
      Lunedì 28 Ottobre 2013, alle ore 10:20
      A mio avviso si tratta di spese a carico del proprietario trattandosi di opere ceonsevative del bene e non di costi riconducibili a sue colpe o al suo utlizzo.
      rispondi al commento
  • Davide
    Giovedì 24 Ottobre 2013, alle ore 17:51
    Gentile avvocato, sono il proprietario di un appartamento locato a 3 inquilini cointestatari del contratto come conduttori; l'impianto elettrico non è a norma, vorrei eseguire i lavori ma i conduttori dovrebbero lasciare l' appartamento per 3 settimane; come posso "costringerli" ad andarsene, temporaneamente, per permettermi di fare i lavori?
    Come mi posso tutelare se dovesse succedere un incidente dovuto all'impianto?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Davide
      Lunedì 28 Ottobre 2013, alle ore 10:13
      Lei avrebbe già dovuto consegnare l'appartamento perfettamente a norma.
      Deve trovare un accordo se non vuole vedersi domandati anche i danni.
      rispondi al commento
      • Davide Legale
        Lunedì 28 Ottobre 2013, alle ore 20:45
        Quali danni possono chiedermi?
        Tra l'altro da una mia visita ho notato che non fanno nemmeno la manutenzione ordinaria, cioè hanno anche le prese fuori dai muri.
        Io voglio mettere l'impianto a norma ma non posso farlo la notte quando dormono; gli art. 1583 e 1584 c.c. non potrebbero fare al mio caso?
        Grazie.
        rispondi al commento
        • Legale Davide
          Mercoledì 30 Ottobre 2013, alle ore 09:39
          Quando lei ha locato l'immobile sapeva che l'impianto non era a norma?
          Gli inquilini lo sapevano?
          Cosa c'è scritto nel contratto?
          La questione non può essere risolta con domande risposte a questo articolo.
          Probabilmente farebbe bene a trovare una soluzione con il legale di sua fiducia.
          rispondi al commento
  • Anna
    Mercoledì 23 Ottobre 2013, alle ore 07:41
    Io e 2 miei coinquilini abbiamo le finestre su una trafficatissima via del centro, per cui dalle 6 del mattino sembra di avere camion della spazzatura, auto e passanti in casa!
    Nessuno di noi è di Torino, quindi essendo un alloggio al 1' piano avevamo sollevato il problema al locatore prima della firma del contratto, che ci aveva rassicurati sul fatto che 'mai nessuno si era lamentato': possiamo esigere doppi vetri a suo carico?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Anna
      Mercoledì 23 Ottobre 2013, alle ore 15:58
      Credo sia difficile perché la casa è stata accettata così com'è ed il proprietario non ha detto che la casa era silenziosa ma che nessun s'era mai lamentato.
      rispondi al commento
      • Anna Legale
        Mercoledì 23 Ottobre 2013, alle ore 18:06
        Capisco.
        Grazie comunque, Avvocato.
        Secondo Lei potrei almeno chiedere una riduzione del periodo di preavviso contrattualmente stabilito, nel caso decidessi di cambiare casa per tale motivo?
        Grazie ancora.
        rispondi al commento
        • Legale Anna
          Giovedì 24 Ottobre 2013, alle ore 13:03
          Può chiederlo ma per ottenerlo il proprietario dev'essere d'accordo.
          rispondi al commento
  • Marco 37
    Martedì 22 Ottobre 2013, alle ore 15:48
    Se non arriva l'acqua calda dalla caldaia, a chi tocca pagare l'intervento?
    L'inquilino o il proprietario di casa?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Marco 37
      Mercoledì 23 Ottobre 2013, alle ore 15:51
      Dipende da che cosa dipende il mal funzionamento.
      rispondi al commento
      • Marco37 Legale
        Mercoledì 23 Ottobre 2013, alle ore 21:37
        La ringrazio per la cortese risposta, ma ho già risolto il problema con l'inquilino: Cordiali saluti.
        rispondi al commento
  • Vincenzo
    Domenica 20 Ottobre 2013, alle ore 12:58
    Gentile avvocato, abito in una casa in affitto da circa un anno.
    E da quando ho preso casa che dai rubinetti esce l'acqua marrone, questo si verifica tutti i giorni.
    Ho avvisato tempestivamente la padrona di casa che fino ad oggi non ha ancora preso provvedimenti per risolvere il problema.
    Non potendo cucinare con l'acqua dei rubinetti mi tocca comprare l'acqua per cucinare.
    Posso addebitare al padrone di casa la spesa per l'acquisto dell'acqua?
    rispondi al commento
    • Legale Vincenzo
      Lunedì 21 Ottobre 2013, alle ore 12:20
      Può diffidarla formalmente chiedendo la risoluzione del problema (che comunque potrebbe non dipendare da lei o dal condominio).
      Teoricamente può chiedere i danni ma senza conoscere la situazione nel merito non saprei dirle esattamente da quando.
      rispondi al commento
      • Vitto Favaretto Legale
        Mercoledì 27 Novembre 2013, alle ore 11:52
        Potrebbero essere anche i serbatoi e forse anche la tubazione di adduzione acqua, sempre che l'impianto abbia ancora i tubi zincati.
        rispondi al commento
  • Beatrice
    Martedì 15 Ottobre 2013, alle ore 20:59
    Gentile Avvocato, abito in affitto in una casa immobiliata.
    Il padrone di casa si è deciso, dopo due anni di solleciti, a riparare i danni di una fortissima infiltrazione di umido (dovuta a un evento verificatosi al piano di sopra, a me estraneo) che ha fatto marcire il reparto cucina.
    A chi spetta ripagare la cucina?
    Se lui è latitante, posso acquistarla e scalarla dall'affitto?
    rispondi al commento
  • Eva Laccari
    Domenica 13 Ottobre 2013, alle ore 08:02
    In base all'adeguamento alle disposizioni del Risparmio Energetico, il condominio in cui ho un appartamento ha eseguito i lavori necessari per adeguare tutto l'impianto centralizzato.
    Poiché il beneficio di tali lavori è a vantaggio dell'inquilino dell'appartamento a cui l'ho affittato, posso richiedere un contributo visto che avrà una notevole diminuzione delle spese del riscaldamento?
    Grazie per una risposta.
    rispondi al commento
    • Legale Eva Laccari
      Lunedì 14 Ottobre 2013, alle ore 17:53
      Può chiederlo ma se non vuole contribuire non può far nulla.
      L'inquilino andrà via, il beneficio resterà.
      rispondi al commento
  • Carla
    Venerdì 11 Ottobre 2013, alle ore 13:46
    Salve Avvocato, sono conduttore in appartamento adibito a negozio.
    I locatori ultimamente avanzano pretese che a mio avviso non sono giuste.
    Mi hanno intimato di chiudere le persiane di notte, e se piove, visto che non c'è grondaia, devo chiuderle in qualsiasi ora del giorno, anche se sono un negozio.
    Questo perché continuo a dirgli che entra acqua dalle finestre.
    La colpa sarebbe mia proprio perché non le chiudo.
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Carla
      Domenica 13 Ottobre 2013, alle ore 20:15
      Se al momento del contratto il fatto era noto le spese spettano al conduttore.
      rispondi al commento
    • Legale Carla
      Lunedì 14 Ottobre 2013, alle ore 17:35
      Se entra acqua dalle finestre perché sono aperte è un conto.
      Se l'acqua entrebbe comunque perché c'è un difetto dell'immobile è un altro discorso.
      rispondi al commento
      • Carla Legale
        Mercoledì 16 Ottobre 2013, alle ore 20:03
        Avvocato Gallucci grazie della risposta.
        L'acqua entra da finestre chiuse e se per caso piove come in questi negli ultimi giorni sono costretta a mettere delle asciugamano senno l'acqua entra a fiotti.
        Non piccole infiltrazioni ma allagamento per tutto il pavimento.
        Senza contare che se c'è vento entra aria come se si fosse fuori.
        rispondi al commento
        • Legale Carla
          Giovedì 17 Ottobre 2013, alle ore 20:27
          Credo che le convenga valutare la situazione con il suo legale di fiducia.
          rispondi al commento
  • Francesca
    Giovedì 10 Ottobre 2013, alle ore 13:21
    Egregio Avvocato, sono proprietaria di un immobile attualmente concesso in locazione per preparazione, trasformazione, commercializzazione e somministrazione di prodotti "BAR-PASTICCERIA-ROSTICCERIA-GELATERIA-PIZZERIA".
    Il conduttore lamenta numerosi disagi causati dai colombi, sostenendo che dovrebbero essere a mio carico le spese atte ad arginare (con delle reti particolari) questo fastidioso problema.
    A chi spettano queste spese?
    Grazie, saluti.
    rispondi al commento
  • Maurizio
    Giovedì 10 Ottobre 2013, alle ore 11:28
    Salve avvocato, ho un grande problema con il proprietario del negozio dove lavoriamo io e mia moglie.
    Ho in affitto da circa 3 anni e mezzo.
    Per l'usura la tenda che avrà 20 anni o più e la serranda sono rotte; praticamente da sostituire.
    Vorrei sapere, se possibile, chi deve affrontare le spese?
    Il proprietario insiste che devo pagare io.
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Maurizio
      Giovedì 10 Ottobre 2013, alle ore 12:20
      E' un caso un po' al limite tra vetustà ed uso.
      Diffiicile stabilire con certezza chi debba pagare.
      rispondi al commento
  • Genny
    Mercoledì 9 Ottobre 2013, alle ore 20:55
    Buonasera avvocato, sono un inquilina da 10 anni di un appartamento, ho effettuato la pitturazione delle inferriate poste oltre le tapparelle, che si erano arrugginite, poiche abitiamo vicino al mare, posso richiedere il rimborso al proprietario, o almeno la metà delle spese?
    rispondi al commento
    • Legale Genny
      Giovedì 10 Ottobre 2013, alle ore 12:08
      No se le spese sono state effettuate da voi senza il suo preventivo consenso, anche se in linea teorica spettassero a lui.
      rispondi al commento
      • Genny Legale
        Giovedì 10 Ottobre 2013, alle ore 14:47
        In realtà mi era stato richiesto piu volte dal proprietario con la promessa che avrebbe pagato lui.
        A lavoro già effettuato però, si presenta con il contratto in mano sostenendo che la manutenziene degli infissi interni ed esterni spetta a me, e non vuole rimborsarmi, ora vorrei solo capire se la riverniciatura delle inferriate rientrino nella mantenzione ordinaria o no.
        Grazie per la risposta.
        rispondi al commento
        • Legale Genny
          Domenica 13 Ottobre 2013, alle ore 20:19
          Senza una lettera delle carte ed uno studio approfondito del caso concreto, ogni risposta potrebbe essere sbagliata.
          rispondi al commento
  • Giacomo
    Mercoledì 9 Ottobre 2013, alle ore 19:27
    Salve Avvocato, da una settimana io e altri tre ragazzi abbiamo preso in affitto un appartemento.
    Oggi il proprietario ha dovuto effettuare un lavoro manutenzione straordinaria all'impianto delle tubature del bagno.
    In tal caso l'intervento dell'idraulico a carico di chi è?
    Grazie infinite, cordiali saluti.
    rispondi al commento
  • Claudia
    Lunedì 7 Ottobre 2013, alle ore 18:02
    Buonasera Avvocato, in data 3 aprile 2013 ho dato in affitto un appartamento con inclusa una lavatrice.
    Ora l'inquilina mi dice che non scarica più l'acqua ed ha chiamato un tecnico che verrà a verificare il malfunzionamento.
    La spesa per la chiamata del tecnico e l'eventuale riparazione di chi sono a carico?
    La saluto e la ringrazio anticipatamente.
    rispondi al commento
    • Legale Claudia
      Martedì 8 Ottobre 2013, alle ore 13:11
      Se si scopre che il guasto è dovuta ad uso, tutte le spese spettano all'inqulina.
      Diversamente spettano a lei.
      Sarebbe utile che fosse presente al momento dell'intervento del tecnico.
      rispondi al commento
  • Nicola
    Lunedì 7 Ottobre 2013, alle ore 15:15
    Salve avvocato, abbiamo preso in affitto 1 casa da 1 settimana, ieri le piastrelle della cucina si sono sollevate tutte dal muro stanno quasi per cadere, a chi tocca riparare il danno?
    rispondi al commento
    • Legale Nicola
      Lunedì 7 Ottobre 2013, alle ore 20:20
      Credo al proprietario, se il fatto non deriva daun improvvido ma improbabile vostro uso.
      rispondi al commento
  • Donini Tiziano
    Venerdì 4 Ottobre 2013, alle ore 18:10
    Salve, avrei una questione da chiarire: ho appena lasciato l'immobile di cui ero conduttore ed in tale immobile ho installato un condizionatore a mie spese con regolare fattura.
    Nel contratto non sono presenti specifiche e la mia ex locataria sostiene che le spese non le competono.
    Ho letto che queste spese competono al propietario.
    Come posso recuperare i miei soldi?
    Posso andare a smontare l'apparecchio in caso di mancato pagamento?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Donini Tiziano
      Lunedì 7 Ottobre 2013, alle ore 20:01
      Solitamente le innovazioni sono vietate salvo diverso accordo o previsione contrattuale.
      Può prendere il condizionatore ma non ha diritto al rimborso.
      rispondi al commento
  • Maria
    Giovedì 3 Ottobre 2013, alle ore 20:58
    Salve avvocato, ho preso in affitto una casa di nuova costruzione il 24 giugno, però ancora non erano funzionanti tutti gli allacci ossia ancora l'appartamento non disponeva di allaccio per il riscaldamento.
    L'allaccio è stato effettuato il 1° luglio.
    E il contratto è stato stipulato successivamente, dopo un paio di settimane.
    Mi può indicare da quando dovrei pagare?
    Il proprietario mi dice dal 24 giugno, io penso dal 1° luglio.
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Maria
      Venerdì 4 Ottobre 2013, alle ore 18:05
      Deve pagare da quando ha firmato il contratto.
      rispondi al commento
  • Ledda Claudia
    Giovedì 3 Ottobre 2013, alle ore 18:14
    Buonasera avvocato, ho avuto un problema con il proprietario del mio apparmento.
    La causa del contendere è il crollo di una finestra per usura dovuta a vecchiaia (la finestra ha 30 anni fa e io sono in quell'appartamento da 14 anni ).
    A chi spetta la spesa?
    Grazie mille.
    rispondi al commento
    • Legale Ledda Claudia
      Venerdì 4 Ottobre 2013, alle ore 18:01
      La spesa per vetusatà è sempre a carico del proprietario.
      rispondi al commento
      • Claudia Ledda Legale
        Lunedì 7 Ottobre 2013, alle ore 12:07
        Grazie mille per la risposta!
        rispondi al commento
  • Vittoria
    Mercoledì 2 Ottobre 2013, alle ore 12:12
    Buongiorno avvocato, la casa che ho affittato necessità di lavori di starordinaria manutenzione, dovuti secondo me anche all'incuria dell'inquilino: le pareti di una stanza sono nere a causa dell'umidità, quella che ristagna quando non si ariegga mai la casa.
    Posso chiedere all'inquilino di lasciare la casa per il tempo necessario per i lavori, esiste un termine temporale per eseguire i lavori?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Vittoria
      Venerdì 4 Ottobre 2013, alle ore 17:44
      Se si tratta di opere dovute all'uso spetta all'inquilino effettuarle.
      Per la tempistica guardi gli articoli 1570 e ss. del codice civile.
      rispondi al commento
  • Chiara
    Mercoledì 2 Ottobre 2013, alle ore 12:02
    Gentile avvocato io ho un problema grandissimo, a maggio 2012 ho preso una casa in affitto, nella quale d'accordo con i proprietari abbiamo dovuto fare dei lavori, impianto del gas, impianto dell'acqua, rifarei il bagno in quanto mancava la doccia ed i pavimenti, con il patto che poi ce li avrebbero scalati dall'affitto.
    Questo non è mai successo, non c'è nulla di scritto.
    Come posso fare?
    Spero mi possa aiutare.
    Grazie mille.
    rispondi al commento
    • Legale Chiara
      Venerdì 4 Ottobre 2013, alle ore 17:42
      Se può provarlo tramite dei testimoni, potrebbe ottenere il rispetto dell'accordo.
      rispondi al commento
  • Giovanna
    Lunedì 30 Settembre 2013, alle ore 18:15
    Buona sera avvocato, oggi ho avuto un problema con il proprietario della mio appartamento.
    Stanotte a seguito di un brutto temporale un vetro del balcone si è lesionato.
    Nell'appartamento in cui vivo non ci sono né serrande nè tapparelle ed io per ovviare al problema ho acquistato 300 euro di tende anch'esse distrutte.
    Io non posso chidere i danni a nessuno ma il mio proprietario può chiedermi i danni di un vetro lesionato dal maltempo?
    rispondi al commento
    • Legale Giovanna
      Martedì 1 Ottobre 2013, alle ore 09:57
      No, perché il danno per caso fortuito è ipotesi che resta a carico del proprietario.
      rispondi al commento
  • Laura
    Venerdì 27 Settembre 2013, alle ore 16:56
    Salve, oggi ho avuto un altro problema nella casa in affitto dove vivo da aprile 2013.
    Scaricando il water, l'acqua putroppo è risalita dalla doccia ed inoltre, il pozzetto della lavatrice sembra occluso.
    Vorrei sapere se sono a carico mio i lavori che farà l'idraulico, oppure spettano al proprietario?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Laura
      Martedì 1 Ottobre 2013, alle ore 10:13
      Prima è necessario comprendere le cause del problema e poi si può dire a chi spettano le spese.
      rispondi al commento
  • Marica
    Giovedì 26 Settembre 2013, alle ore 19:25
    Sono in trattativa per l'affitto di un pub.
    Per conformazione strutturale si verifica lo sgretolamento delle pareti in pietra, a cui si ovvia con un trattamento antiumidità.
    In fase precontrattuale ho firmato la seguente dicitura "L'immobile verrà locato in perfetto stato di manutenzione" e concordato che il proprietario avrebbe provveduto.
    Nel contratto la dicitura è sostituita dalla formula "visto e piaciuto".
    A chi spetta tale manutenzione?
    rispondi al commento
    • Legale Marica
      Martedì 1 Ottobre 2013, alle ore 09:12
      Senza una lettura complessiva degli atti non è possibile dare una risposta certa.
      Dovrebbe spettare al proprietario.
      rispondi al commento
  • Paolo
    Mercoledì 25 Settembre 2013, alle ore 23:35
    Salve Avvocato, ho un contratto d'affitto da tre anni e mezzo, l'altro giorno si è rotto il cilindro della serratura della porta principale (che era obsoleto avrà circa 20 anni), ho sostituito il cilindro e comunicato la spesa al proprietario che mi ha informato che essendosi rotto per l'usura la riparazione non mi verrà rimborsata.
    La rottura sarà dipesa sicuramente dall'usura ma non sicuramente dal mio utilizzo.
    A chi spetta la spesa?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Paolo
      Giovedì 26 Settembre 2013, alle ore 15:17
      Se si tratta di usura dovuta a vecchiaia e non ad uso la spesa spetta al proprietario.
      rispondi al commento
  • Nora Bonetti
    Mercoledì 25 Settembre 2013, alle ore 15:29
    A chi spettano le spese di taglio erba e potatura siepi?
    All'inquilino o al proprietario?
    Può il condominio pretendere che un giardino venga tenuto in ordine?
    rispondi al commento
    • Legale Nora Bonetti
      Giovedì 26 Settembre 2013, alle ore 15:13
      Trattandosi di manutenzione ordinaria spettano all'inquilino.
      Se il giardino è di proprietà esclsuiva, il condominio può solamente pretendere il rispetto del decoro.
      rispondi al commento
  • Daniele
    Lunedì 23 Settembre 2013, alle ore 18:04
    Buonasera Avvocato, sono proprietario di un bilocale con giardino condominale ad uso esclusivo.
    L'inquilino mi ha avvisato che la siepe perimetrale all'interno del giardino sta morendo.
    A chi spettano le spese per le cure e l'eventuale sostituzione?
    La ringrazio.
    rispondi al commento
    • Legale Daniele
      Mercoledì 25 Settembre 2013, alle ore 10:41
      Se la morte della pianta non è dovuta all'incuria dell'inquilino, la spesa spetta al proprietario.
      rispondi al commento
  • Ketty Cozzolino
    Lunedì 23 Settembre 2013, alle ore 17:34
    Gentile Avvocato, ho contattato un'agenzia immobiliare per l'affitto di un appartamento.
    In modo onesto era già specificato che il locale avesse bisogno di una ristrutturazione.
    Durante il contatto telefonico l'agente mi ha specificato la questione comunicandomi che i proprietari mantengono un affitto relativamente basso per la zona caricando però l'eventuale inquilino delle spese di ristrutturazione.
    E' così?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Ketty Cozzolino
      Mercoledì 25 Settembre 2013, alle ore 10:38
      Non esiste una legge in merito, ci si può mettere d'accordo anche in questo modo.
      rispondi al commento
  • Alessandro Boschi
    Venerdì 20 Settembre 2013, alle ore 13:33
    Gentile Avvocato, sono inquilino di un appartamento da circa un anno, venerdi si è bloccata la chiave all'interno della serratura della porta d'ingresso (non quella del vano comune) ho chiamato un fabbro per risolvere la situazione, il quale mi ha riportato che tale fatto molto probabilmente si ripeterà in quanto la serratura non può essere riparata e dovrà essere sostituita per un importo da 350 a 450 €.
    E' una spesa a mio carico?
    rispondi al commento
    • Legale Alessandro Boschi
      Venerdì 20 Settembre 2013, alle ore 19:19
      Se il difetto è strutturale alla serratura, e come pare da quanto dice non dovuto all'uso, allora la spesa è a carico del proprietario.
      rispondi al commento
  • Pietro
    Mercoledì 18 Settembre 2013, alle ore 17:41
    Buon pomeriggio Avvocato, dalla fine di Maggio 2013 ho lo scarico del lavandino che è otturato, a seguito a questo ho verificato che dipende dal tubo che va a muro.
    Premetto, non per togliermi dalle responsabilità che ho avuto sempre cura dei corpi estranei, ho anche inserito dei prodotti idonei per sturare ma tutto inutilmente.
    Di chi è la competenza della verifica e della riparazione?
    rispondi al commento
    • Legale Pietro
      Giovedì 19 Settembre 2013, alle ore 12:35
      Se si tratta di vizio strutturale la spesa spetta al proprietario, se si tratta di ostruzione a lei.
      Quindi mettetetevi d'accordo su come procedere e su chi debba anticipare le spese (salvo eventuale rimborso).
      rispondi al commento
  • Federica Moccheggiani
    Mercoledì 18 Settembre 2013, alle ore 14:10
    Buongiorno, sono una locataria di un appartamento dal 01/12/2012.
    Due giorni fa si è rotto il televisore che è di vecchia data.
    A chi spetta riparare/sostituire la TV?
    Grazie e saluti.
    rispondi al commento
    • Legale Federica Moccheggiani
      Mercoledì 18 Settembre 2013, alle ore 19:34
      Se non s'è rotto per l'uso ma per vecchiaia la spesa spetta al proprietario.
      rispondi al commento
  • Giorgia
    Giovedì 12 Settembre 2013, alle ore 17:26
    Per Avv. Alessandro Gallucci: abbiamo deciso di cambiare materassi e reti per via dell'usura dovuta al tempo e la padrona ha acconsentito a farsi totalmente carico delle spese.
    Non potendo noi ritirare direttamente i materassi e le reti perchè sforniti di un furgone, abbiamo chiesto di farceli recapitare a casa.
    Le spese di consegna (euro 50,00) sono a carico di noi inquilini o a carico della padrona di casa?
    La ringrazio e la saluto cordialmente.
    rispondi al commento
    • Legale Giorgia
      Lunedì 16 Settembre 2013, alle ore 12:11
      Per Giorgia: se la spesa priniciplale è della proprietaria anche quelle accessorie dovrebbero essere a suo carico.
      rispondi al commento
  • Rossana
    Giovedì 12 Settembre 2013, alle ore 11:25
    Buongiorno Avvocato, mia madre ha affittato il garage con regolare contratto a un vicino di casa da circa un paio di anni.
    La molla della serratura si è rotta e va sostituita (immagino tutta la serratura) a chi spetta la spesa di sostituzione?
    La ringrazio e saluto cordialmente.
    rispondi al commento
    • Legale Rossana
      Giovedì 12 Settembre 2013, alle ore 14:47
      Per Rossana: spetta all'inqulino se la rottura è conseguenza dell'uso.
      rispondi al commento
  • Sara
    Mercoledì 11 Settembre 2013, alle ore 18:04
    Gentile Avvocato, le scrivo per sottoporle un problema.
    Sono affittuaria di una stanza insieme ad altre due ragazze in quanto siamo studentesse e la padrona di casa dopo 4 anni in cui sto in questa casa ha fatto fare la manutenzione dei sanitari che consiste nella riparazione e sostituzione di pezzi.
    Ora lei sostiene che è a carico nostro, mentre io e le altre inquiline sosteniamo il contrario, chi ha ragione?
    Distinti saluti.
    rispondi al commento
    • Legale Sara
      Giovedì 12 Settembre 2013, alle ore 10:59
      Per Sara: se la manutenzione non è dovuta a danni da voi provocati, la spesa spetta alla proprietaria perché la sostituzione di sanitari non rappresenta spesa ordinaria.
      rispondi al commento
      • Sara Legale
        Giovedì 12 Settembre 2013, alle ore 11:18
        Per Avv. Alessandro Gallucci: la manutenzione è consistita nella sostituzione di pezzi tipo una guarnizione perchè perdeva l'acqua, la sostituzione di un galleggiante e la riparazione di una manopola, tutto ciò non rotte da noi ma erano già in pessimo stato quando abbiamo preso casa.
        Il costo finale di tutto ciò è esagerato.
        Quindi tocca il tutto alla padrona giusto?
        rispondi al commento
      • Sara Legale
        Giovedì 12 Settembre 2013, alle ore 11:28
        Per Avv. Alessandro Gallucci: mi permetto di esporle anche un'altro problema.
        Ieri la padrona ci ha detto che da quest'anno per i non residenti (in quanto non ha residenza in quella casa ma le risulta come seconda casa in affitto) c'è una nuova tassa dell'acqua di 149 euro oltre il consumo che abbiamo sempre pagato.
        Anche questa tassa spetta pagarla a noi?
        La ringrazio per le sue risposte.
        rispondi al commento
        • Legale Sara
          Giovedì 12 Settembre 2013, alle ore 14:49
          Per Sara: non mi risulta questa tassa.
          Si faccia specificare i refirimenti normativi così potrà verificare se è vero oppure no.
          rispondi al commento
  • Delia
    Martedì 10 Settembre 2013, alle ore 22:22
    Buonasera avvocato, avrei un caso da sottoporle.
    La casa di cui sono inquilina ha una grave infestazione di scarafaggi, per la cui soluzione è stato necessario smontare e rimontare un lavandino, e tappare crepe e fessure delle cornici delle porte e delle tubature.
    In più, sono state riparate delle serrande rotte durante la locazione e la presa dello scaldabagno quasi totalmente bruciata.
    Potrebbe dirmi in che modo andrebbe ripartita la spesa?
    rispondi al commento
    • Legale Delia
      Giovedì 12 Settembre 2013, alle ore 10:57
      Per Delia: la spesa per la disinfestazione e tutto quanto ad essa connesso spetta al proprietario.
      Il resto, mi pare, sia riconducibile al logoramento dovuto al normale uso e spetta al conduttore.
      rispondi al commento
  • Francesco Acampora
    Martedì 10 Settembre 2013, alle ore 10:20
    Gentile Avv.Gallucci, sono proprietrario di un immobile locato con cedolare secca da febbraio di quest'anno.
    Oggi il conduttore ha fatto riparare la centralina bruciata della pompa dell'acqua, necessaria all'utilizzo della stessa.
    A chi compete la spesa?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Paola Rubagotti
    Domenica 8 Settembre 2013, alle ore 21:08
    Nella casa dove abito, il proprietario ha sostituito il pavimento dell'ingresso.
    Per 15 mq un mese di disagi, sporcizia di cemento sia all'interno della casa e nelle parti comuni all'esterno.
    Chi deve occuparsi della pulizia interna e delle parti comuni?
    Grazie per l'attenzione.
    rispondi al commento
    • Legale Paola Rubagotti
      Lunedì 9 Settembre 2013, alle ore 17:01
      Per Paola Rubagotti: la spesa spetta al proprietario essendo collegata alla spesa principale sempre a suo carico.
      rispondi al commento
  • Carolina
    Sabato 7 Settembre 2013, alle ore 14:27
    Buongiorno, avrei un quesito da sottoporle.
    A mio padre, proprietario di un immobile ad uso commerciale (caffetteria), è stato richiesto un intervento di manutenzione delle prese dell'antenna tv.
    L'antenna è la medesima per tutto lo stabile e nell'appartamento sovrastante la caffetteria il segnale tv è presente senza alcun disturbo.
    Vorrei chiederLe se il locatario può pretendere il pagamento da parte del proprietario delle spese relative.
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Carolina
      Lunedì 9 Settembre 2013, alle ore 16:59
      Per Carolina: la spesa derivante da inteveventi resisi necessari per l'uso è sempre a carico del conduttore.
      rispondi al commento
  • Simone
    Venerdì 6 Settembre 2013, alle ore 16:14
    In un palazzo dove vivono proprietari e affittuari si vuole sostituire i citofoni non presenti (ci sono solo i campanelli), portone e quant'altro.
    Le spese per questi ammodernamenti ricadono sui proprietari dei vari appartamenti o degli inquilini?
    Visto che sono per 80% persone anziane, non esiste un amministratore di condominio ufficiale ma si va di comune accordo, possono imporre le spese agli inquilini in affitto o devono chiedere ai proprietari?
    rispondi al commento
    • Legale Simone
      Lunedì 9 Settembre 2013, alle ore 16:56
      Per Simone: si tratta sicuramente di spese di manutenzione straordinarie a carico dei proprietari.
      rispondi al commento
  • Gianpaolo Casella
    Mercoledì 4 Settembre 2013, alle ore 13:39
    Dalla Sua risposta ho capito che il quesito è stato mal posto!
    lo ripropongo in modo più chiaro: Posso in qualche maniera (miglioramento complessivo del bene locato) ritoccare il canone?
    Grazie ancora per l'attenzione.
    rispondi al commento
    • Legale Gianpaolo Casella
      Giovedì 5 Settembre 2013, alle ore 17:51
      Per Gianpaolo Casella: no, non può perchè il canone nell'ipotesi di cedolare secca è fisso.
      rispondi al commento
  • Gianpaolo Casella
    Mercoledì 4 Settembre 2013, alle ore 08:45
    Egr. Avvocato, un quesito spero semplice: ho eseguito (sostituzione infissi con finestre bassoemissive) e dovrò eseguire (sostituzione caldaia ed installazione contabilizzatori calore) lavori di manutenzione in appartamento concesso in affitto (in cedolare secca, contratto regolarmente registrato).
    Come mi posso comoportare nei confronti dell'inquilino (posto che il canone non può essere modificato)?
    Grazie per l'attenzione.
    rispondi al commento
    • Legale Gianpaolo Casella
      Mercoledì 4 Settembre 2013, alle ore 11:55
      Per Gianpaolo Casella: deve avvisarlo della necessità degli interventi concordano compatibilmente con l'impegni di ognuno una data.
      Null'altro.
      rispondi al commento
  • Francesco B.
    Sabato 31 Agosto 2013, alle ore 13:29
    Grazie avvocato, ma la diretta responsabilità penso sia da intendere nella rottura di qualcosa e non nell'uso che normalmente si fa (il lavabo ha lo smalto crepato per via della bassa qualità e non perchè è caduto qualcosa ed ha rotto la porcellana), corretto?
    Partecipare vuol dire al 50% oppure al 100%.
    E se la contro parte è intransigente, che consiglia di fare?
    Saluti e grazie ancora.
    rispondi al commento
    • Legale Francesco B.
      Lunedì 2 Settembre 2013, alle ore 12:27
      Per Francesco B.: sono d'accordo con lei sul lavabo.
      Se non riuscite a risolvere bonariamente, ahime l'unica alternativa è la causa.
      rispondi al commento
  • Francesco B.
    Giovedì 29 Agosto 2013, alle ore 00:24
    Buona sera, ho lasciato la casa che ho avuto in affitto per 3 anni.
    Il proprietario sostiene che devo pagare i danni per:
    1) Il lavabo del bagno in quanto presenta in superficie lineature da vetustà che prima non c'erano;
    2) Il portasapone del bidet in vetro rotto (e qui sono d'accordo) ma essendo fuori produzione, pretende la sost. di tutti i portasapone;
    3) Il doppiovetro del forno perchè sporco internamente e non pulibile.
    Grazie in anticipo.
    rispondi al commento
    • Legale Francesco B.
      Venerdì 30 Agosto 2013, alle ore 09:51
      Per Francesco B.: lei deve partecipare alle spese delle quali è diretto responsabile.
      Quanto ai portasapone, dovete trovare un accordo perché lei non può sobbarbarsi la spesa di tutti.ofctrol 72
      rispondi al commento
  • Cesare Romagnoli
    Mercoledì 28 Agosto 2013, alle ore 17:53
    Grazie avvocato, vedremo come fare.
    rispondi al commento
  • Cesare Romagnoli
    Martedì 27 Agosto 2013, alle ore 12:25
    Buon giorno, le domando una cosa e se può darmi una risposta.
    Mia madre abita in appartamento affittato ammobiliato e una serranda si è rotta (per vetustà non incuria).
    Ho fatto presente al proprietario la cosa e mi ha risposto che tocca a lei.
    E' giusto?
    La ringrazio per la risposta.
    rispondi al commento
    • Legale Cesare Romagnoli
      Martedì 27 Agosto 2013, alle ore 14:51
      Per Cesare Romagnoli: in casi del genere distinguere vetistà da vetustà dovuta all'uso è molto difficile.
      rispondi al commento
  • Vilma Barbano
    Lunedì 26 Agosto 2013, alle ore 10:04
    Buongiorno, ho locato un appartamento semiarredato già da parecchi anni. ora l'inquilina mi chiede la sostituzione della cucina perchè, pur funzionante, è vecchia.
    Sono obbligata a sostituirla?
    Tocca a me pagare o l'inquilino deve intervenire con una quota?
    Se può essere utile il contratto è stato rinnovato da poco in regime di cedolare secca e non menziona il problema emerso. Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Vilma Barbano
      Martedì 27 Agosto 2013, alle ore 12:14
      Per Vilma Barbano: la sostituzione per vecchiaia di una cosa ben funzionante non è contemplata dalla legge, salvo difformità dalla normativa.
      Se l'inquilino vuole sostituirla può farlo, con il suo consenso, ma a sue spese.
      rispondi al commento
  • Giuseppe Salgaro
    Mercoledì 21 Agosto 2013, alle ore 23:40
    Spett. Avv., 10 mesi fa ho affittato un appartamento arredato, l'inquilino mi chiede di pagare la riparazione della lavatrice (sostituzione della scheda costo circa ? 220), tenendo presente che la lavatrice ha 4 anni e perfettamente funzionante al momento della consegna, a chi spetta la riparazione?
    Faccio notare che ha già dovuto sostituire la cinghia (che ho fatto pagare al conduttore, in quanto, a mio avviso era dovuto per il troppo carico)!
    rispondi al commento
    • Legale Giuseppe Salgaro
      Martedì 27 Agosto 2013, alle ore 11:47
      Per Giuseppe Salgaro: dipende perché s'è rotta la scheda.
      Se per l'uso la spesa è a carico del conduttore, se per caso fortuito o vetustà a carico del proprietario.
      rispondi al commento
  • Anna
    Martedì 13 Agosto 2013, alle ore 14:10
    Salve, premetto di non aver ancora firmato il contratto di affitto della stanza perchè sia io che la ragazza a cui subentrerò eravamo fuori.
    Tuttavia ho già versato due caparre e firmato la fidejussione. Entrando in casa due di giorni fa, mi sono accorta che la finestra non si chiude e resta aperta.
    L'ho detto al proprietario e mi ha detto che dal momento che ho pagato, lui non c'entra e non pagerà nulla perchè avrei già accettato. Cosa faccio?
    rispondi al commento
    • Legale Anna
      Martedì 27 Agosto 2013, alle ore 10:33
      Per Anna: insista, eventualmente anche con una diffida formale, per ottenere la riparazione della finestra.
      rispondi al commento
  • Sonia S.
    Martedì 6 Agosto 2013, alle ore 09:48
    Spettl.e Avv., il proprietario di casa dove abitavo dice che ha dovuto sostituire piatto doccia perché rotto.
    L'abitazione è stata realizzata 16 anni fa e il piatto doccia presentava le classiche cavillature che la ceramica crea per vetustà.
    Il proprietario sostiene invece che si tratta di rotture causate da me e che la spesa per la sostituzione mi verranno decurtate dalla caparra.
    Grazie anticipatamente.
    rispondi al commento
    • Legale Sonia S.
      Martedì 27 Agosto 2013, alle ore 09:46
      Per Sonia S.: si faccia valere con una lettera di diffida invitandolo a non decirtare dalla caparra una spesa per un intervento che non è di sua competenza.
      rispondi al commento
  • Andrea Berti
    Martedì 30 Luglio 2013, alle ore 17:02
    Spett.le Avvocato, Io vivo in affitto, e oggi si è rotta la maniglia di scarico del wc.
    Il bagno in cui sto è molto vecchio, per cui la maniglia si sarebbe rotta comunque prima o poi.
    Il costo per la riparazione è a carico mio o del proprietario?
    Grazie mille per l'attenzione.
    rispondi al commento
    • Legale Andrea Berti
      Giovedì 1 Agosto 2013, alle ore 13:09
      Per Andrea Berti: è uno di quei casi dubbi tra vetustà ed uso.
      Provi ad usare le argometazioni che mi ha esposto con il proprietario.
      rispondi al commento
  • Lauren Nankivell
    Lunedì 29 Luglio 2013, alle ore 23:02
    Stamane, a causa di una tempesta, si é rotto il vetro della finestra del bagno, non sappiamo se ció é dovuto ad un oggetto o quant'altro.
    La proprietaria ci ha risposto che il danno é a carico nostro.
    Mi potreste aiutare?
    Grazie anticipatamente.
    rispondi al commento
    • Legale Lauren Nankivell
      Giovedì 1 Agosto 2013, alle ore 13:07
      Per Lauren Nankivell: ai sensi dell'art. 1609 c.c., trattandosi di caso fortuito, il danno è a carico del proprietario.
      rispondi al commento
  • Monica
    Lunedì 29 Luglio 2013, alle ore 20:25
    Spett.le Avv., vivo da un anno in un appartamento del quale sono affittuaria.
    L'acqua che scorreva dal tetto ha provocato danni a beni personali per somme che superano i 4.000 euro.
    Mi chiedo se proprietaria o amministratore (a seconda di chi uscirà vivo da questa guerra) dovranno provvedere anche ai danni delle cose provocati dalla pioggia e, avendo io firmato un contratto per 4 anni, possono optare per la risoluzione del contratto, a mio sfavore?
    rispondi al commento
    • Legale Monica
      Giovedì 1 Agosto 2013, alle ore 13:05
      Per Monica: lei può chiedere i danni e ha diritto ad ottenerli (deve chiederli al condominio) ma deve pagare i canoni.
      Solo se non paga i canoni il proprietario può ottenere la risoluzione.
      rispondi al commento
  • Massimo Archetti
    Giovedì 25 Luglio 2013, alle ore 10:15
    Il proprietario del mio appartamento ogni volta che vengono eseguiti dei lavori straordinari nel condominio, mi aumenta il canone mensile del 2,5%.
    Vorrei sapere se questa modalità è legale.
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Salvatore
    Mercoledì 17 Luglio 2013, alle ore 14:40
    Egr Avvocato, sono un affittuario da circa un anno e fino ad ora nessun problema.
    Da due mesi, il proprietario del mio immobile, avuto qualche problema con il fornitore di acqua, decide di installare un contatore unico con prese multiple per l'erogazione della stessa e chiede a noi inquilini di stipulare il contratto con l'ente compreso di contatore (costo 400 euro).
    Ma a noi non spetta solo la voltura?
    rispondi al commento
    • Legale Salvatore
      Giovedì 18 Luglio 2013, alle ore 12:07
      Per Salvatore: si, perché le spese che riguardano il conduttore non solo quelle relative alle modalità di erogazione ma solamente quelle concernenti il servizio.
      rispondi al commento
  • Manuela
    Venerdì 12 Luglio 2013, alle ore 11:05
    Buongiorno, sono in affitto da circa 12 anni ed ho sempre regolarmente pagato l'affitto.
    Purtroppo l'impianto di riscaldamento è vecchio e comporta dei costi altissimi se per caso mi venisse l'idea di usare il riscaldamento, inoltre le finestre sono vecchissime e senza doppi vetri.
    L'anno scorso ho chiesto al proprietario se almeno poteva cambiare gli infissi almeno per evitare una dispersione di calore maggiore ma nulla.
    Come posso fare?
    rispondi al commento
    • Legale Manuela
      Venerdì 12 Luglio 2013, alle ore 16:43
      Per Manuela: se il riscaldamento non funziona o funziona male può chiederne la messa a norma ed in caso non venga accolta la sua richiesta può chiedere lo scioglimento del contratto.
      rispondi al commento
  • Franco
    Giovedì 4 Luglio 2013, alle ore 15:00
    Appartamento in fitto. Caldaia per la quale non mi è stato fornito libretto con garanzia e dati collaudo. Help Causa non funzionamento, comunicato amministratore e proprietà già pagati 100 € , senza restituzione.
    Nuovo problema, proprietario latitante, intervento urgente (comunicato telefefonicamente amministratore e proprietario) pagato da me.
    Come posso recuperare, senza ricorrere al giudice e senza violare la legge, visto che il padrone fa il finto tonto?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Legale Franco
      Giovedì 4 Luglio 2013, alle ore 16:25
      Per Franco: se il "padrone fa il finto tonto" non eisste altra strada che una lettera di messa in mora e poi o un tentativo di conciliazione o una causa.
      rispondi al commento
  • Glauco
    Giovedì 4 Luglio 2013, alle ore 07:46
    Ho affittato un immobile ammobiliato che comprende anche tutti gli elettrodomestici.
    L'inquilino mi ha segnalato la rottura dello sportello dell'oblo della lavatrice.
    A chi compete la riparazione?
    Ovviamente era funzionante all'atto della locazione ed usato.
    rispondi al commento
    • Legale Glauco
      Giovedì 4 Luglio 2013, alle ore 16:22
      Per Glauco: le spese per riparazioni dovute all'uso sono a carico del conduttore.
      Quelle per manutenzione straordinarie e pe rotture dovute caso fortuito e vetistà a carico del proprietario (artt. 1576-1609 c.c.)
      rispondi al commento
  • Ornella
    Martedì 25 Giugno 2013, alle ore 17:08
    Spett.le avvocato, ho affittato la mia casa con un piccolo giardino in ottime condizioni, a distanza di 9 mesi è stato totalmente devastato dal cane dell'inquilino.
    Premesso che nel contratto non è menzionato il giardino ma si parla di casa in generale, posso defalcare le spese di giardinaggio dalla caparra visto che l'inquilino sta andando via?
    rispondi al commento
    • Legale Ornella
      Martedì 25 Giugno 2013, alle ore 18:19
      Per Ornella: deve contestare formalmente i danni e chiedere le spese.
      Attenzione all'uso della caparra.
      Si rivolga ad un legale di sua fiducia per valutare al meglio il da farsi.
      rispondi al commento
  • Monica
    Martedì 18 Giugno 2013, alle ore 11:24
    Salve Avv.to, sono un inquilino e volevo sapere se accollando le spese per la sostituzione degli infissi, godendo poi dello sgravio fiscale previsto dalla legge sul risparmio energetico, posso chiedere anche al proprietario la riduzione del canone per le spese sostenute.
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Monica
      Giovedì 20 Giugno 2013, alle ore 09:25
      Per Monica: si è giusto.
      Le spese straordinarie sono a carico del proprietario (art. 1576 c.c.).
      rispondi al commento
    • Legale Monica
      Giovedì 20 Giugno 2013, alle ore 09:28
      Per Monica: no, a mano che il proprietario non sia d'accordo ma le, salvo diverso ed espresso accordo, non può nemmeno sostituire gli infissi.
      rispondi al commento
  • Francesca
    Lunedì 17 Giugno 2013, alle ore 14:57
    Salve Avv.to, ho un problema con il proprietario del negozio che ho affittato: perde il tubo del water e per sistemerlo bisogna fare una traccia nel muro, sostituire il water e rimettere le mattonelle, inoltre perde anche il rubinetto del lavandino, anche in questo caso stesso discorso.
    Secondo me sono spese straordinarie a carico del proprietario è esatto?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Sonia
    Domenica 9 Giugno 2013, alle ore 22:59
    Buonasera Avvocato, ho un problemino nella mia casa da circa una settimana o poco più.
    Si è formato un buco sul muro e questo è dovuto perché il tetto sopra è rotto e quindi quando piove per me è un problemone.
    Ho avvisato i proprietari ma sembra che cercano delle scuse per non intervenire.
    Dato che loro tardano, io la pigione per l'affitto la devo pagare comunque?
    Devo stare in una casa dove mi entrano tutti i pezzi di cemento del tetto e acqua?
    rispondi al commento
  • Adrian C.
    Lunedì 3 Giugno 2013, alle ore 20:06
    Da me piove dentro casa, scorre acqua dal soffito.
    Sopra di me c'è un altro appartamento, quindi il tetto è rovinato.
    Da li viene l'acqua.
    Che posso fare?
    Io pago l"affitto; a chi spettano le spese?
    Vorrei un consiglio, grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Adrian C.
      Martedì 4 Giugno 2013, alle ore 10:34
      Per Adrian C.: per questo genere di questioni le spese spettano sempre al proprietario.
      rispondi al commento
  • Marzia Cassetta
    Mercoledì 29 Maggio 2013, alle ore 08:35
    Buongiorno, da circa 8 anni vivo in un appartamento in affitto con giardino; otto anni fa il giardino necessitava già di un'azione di recupero, ma il proprietario allora face solo delle piccole attività, come ripiantare l'erba.
    Nonostante questo, per otto anni il giardino purtroppo, la scorsa estate, quasi tutte le siepi hanno ricevuto il colpo di grazia dalla iperafosa stagione.
    Ora si necessita di sostituirle.
    A chi spettano i costi?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Marzia Cassetta
      Giovedì 30 Maggio 2013, alle ore 09:30
      Per Marzia Cassetta: a mio avviso se non si tratta di sua incuria ma di negligenza del proprietario, è a lui che spettano quei costi.
      rispondi al commento
  • Paolo Rumore
    Mercoledì 22 Maggio 2013, alle ore 15:55
    Gentilissimo avv., io abito da circa due mesi in un appartamento in affitto, e il rubinetto della doccia e iniziato a gocciolare, facendo azionare ogni cinque minuti l'autoclave.
    Il proprietario non vuole sostituirmi il rubinetto perché mi dice che al momento della stipula del contratto il rubinetto in questione me lo dava funzionante, secondo me essendo il rubinetto vecchio e logorato dagli anni, si è rotto.
    rispondi al commento
    • Legale Paolo Rumore
      Mercoledì 22 Maggio 2013, alle ore 17:55
      Per Paolo Rumore: se è in grado di dimostrare che si tratta di difetto dovuta a vetustà e non ad usura, allora può contestare l'atteggiamento del proprietario.
      rispondi al commento
  • Marco
    Mercoledì 24 Aprile 2013, alle ore 15:46
    Salve a tutti, io vivo in una casa dove pago l'affitto e questo immobile è dotato anche di un piccolo giardino, vorrei sapere se le spese della manutenzione di questo giardino sono a carico mio o del proprietario di casa.
    rispondi al commento
    • Legale Marco
      Venerdì 26 Aprile 2013, alle ore 10:37
      Per Marco: le spese di manutenzione ordinaria (es. potatura e cura del giardino) sono a carico dell'inquilino, salvo diverso accordo.
      rispondi al commento
      • Roberta Legale
        Martedì 21 Maggio 2013, alle ore 15:24
        Per Avv. Alessandro Gallucci: vivo in un appartamento in affitto non in buono stato di manutenzione,si sono rotte due maniglie delle finestre poiché le stesse non chiudono bene.
        Il proprietario ha provveduto alla sostituzione delle maniglie dipo un tentativo di riparazione (da premettere chepresentavano segni di interventi precedenti).
        A distanza di un mese mi viene a chiedere i soldi.
        A chi compete la spesa?
        A mio avviso si sono rotte per l'usura.
        rispondi al commento
        • Legale Roberta
          Martedì 21 Maggio 2013, alle ore 17:56
          Per Roberta: le spese per usura sono sempre a carico dell'inquilino (art. 1609 c.c.)
          rispondi al commento
      • Alessandra Legale
        Martedì 17 Settembre 2013, alle ore 19:37
        Buonasera Avv. Gallucci, lo stesso vale per affitti a studenti?
        Mio figlio e un suo compagno universitario hanno affittato un ammobiliato per la durata di 4 anni.
        Ora, alla disdetta, il proprietario chiede le spese per la potatura nel giardino di uso esclusivo di questo appartamento (non condominiale).
        Grazie e cordiali saluti.
        rispondi al commento
  • Margherita
    Martedì 16 Aprile 2013, alle ore 20:57
    Egregio Avv. Gallucci, sono affittuaria di un locale commerciale, il quale dispone di un porticato antistante. Qualche giorno fa dal soffitto del porticato è precipitata la lampada dinanzi le mie vetrine. Il proprietario mi richiede la sostituzione ha ragione? o è una spesa che spetterebbe a lui?
    La ringrazio in anticipo.
    rispondi al commento
    • Legale Margherita
      Giovedì 18 Aprile 2013, alle ore 15:51
      Per Margherita: se lei non ha alcuna responsabilità nell'avvenimento la spesa di sostituzione spetta al proprietario trattandosi di costo straordinario.
      rispondi al commento
  • Matteo Gelosa
    Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 10:03
    Buongiorno ho un contenzioso con la mia ex padrona di casa. Una domenica è saltata la luce e si è rotto un vecchio interrutture salvavita nel locale contatori fuori appartamento. Ho fatto fare la riparazione e avvisato il lunedì la padrona che non mi ha mai riconosciuto la spesa. Chi ha ragione?
    rispondi al commento
    • Legale Matteo Gelosa
      Lunedì 15 Aprile 2013, alle ore 10:38
      Per Matteo Gelosa: la spesa per la sostituzione dell'interruttore, dovuta a cause di forza maggiore (eventi atmosferici), è a carico del proprietario. Può richiedere il rimborso della spesa che tra l'altro era urgente,
      rispondi al commento
  • Folli Gabriele
    Mercoledì 20 Marzo 2013, alle ore 11:01
    Egregio avvocato le chiedevo se un appartamento in corso di costruzione (mancano i sanitari, rubinetterie e i pavimenti) all'interno del condominio deve pagare le spese (ordinarie e straordinarie) luce scale, ascensore (forse si), spurgo fosse e manutenzione impianto fognario? Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Folli Gabriele
      Lunedì 15 Aprile 2013, alle ore 10:47
      Per Folli Gabriele: a mio avviso le spese d'uso, se l'appartamento non ha l'agibilità, non possono essere richieste.
      rispondi al commento
  • Luciana
    Sabato 16 Marzo 2013, alle ore 00:57
    Lo stabile dove vivo è dotato di antenna centralizzata, volendo sottoscrivere un abbonamento alla pay-tv chi deve sostenere le spese per il collegamento ed i successivi aggiornamenti?
    Il proprietario mi ha detto che competono a me.
    E' corretto?
    Grazie in anticipo a chi può darmi una risposta.
    rispondi al commento
    • Legale Luciana
      Lunedì 18 Marzo 2013, alle ore 13:23
      Per Luciana: dipende dalla causa, ossia:
      a) causato dall'uso spetta a lei;
      b) difetto o comunque vecchiaia non dipendente dall'uso, al proprietario.
      rispondi al commento
  • Sonia
    Mercoledì 13 Marzo 2013, alle ore 19:23
    Buonasera, mi si è crepato il piatto doccia (sono inquilina) a chi spetta la manutenzione o sostituzione?
    Per ora ho tamponato con del silicone per evitare infiltrazioni. grazie mille
    rispondi al commento
  • Martina
    Lunedì 4 Febbraio 2013, alle ore 16:40
    Buonasera a tutti. Avrei bisogno di sapere a chi, tra proprietario dell'appartamento e inquilini, spettano le spese di riparazione di una lavatrice, per la rottura del tubo di scarico. Grazie mille
    rispondi al commento
  • Severino Zanato
    Lunedì 4 Febbraio 2013, alle ore 12:33
    Sono conduttore di un box in affitto. E' stata forzata la la serratura da ignoti con relativi danni.
    Le spese per la sostituzione della serratura e la riparazione della saracinesca sono a mio carico o sono a carico del proprietario del box?
    Grazie per la cortese risposta.
    rispondi al commento
    • Luca Severino Zanato
      Martedì 10 Dicembre 2013, alle ore 17:47
      A carico dell'inquilino.
      La sostituzione della serratura è manutenzione ordinaria, diverso se si fosse trattato di sostituire la serranda.
      rispondi al commento
  • Roberta
    Mercoledì 23 Gennaio 2013, alle ore 15:04
    Sono 5 anni che sto in affitto in casa colonica con tetto degradato, impianto luce senza massa e umidità che bagna le coperte.
    Sono state fatte al tetto, riparazioni alla meglio ma il soffitto, se piove è sempre bagnato.
    Posso bloccare il pagamento dell'affitto e costringere il proprietario a ristrutturarlo come si deve?
    Resto in attesa con ansia di una Vs. risposta. Grazie
    rispondi al commento
    • Legale Roberta
      Giovedì 24 Gennaio 2013, alle ore 09:52
      Per Roberta: non può sospendere il pagamento dei canoni ma può chiedere la risoluzione del contratto ed il risarcimento del danno.
      rispondi al commento
  • Patrizia
    Lunedì 21 Gennaio 2013, alle ore 21:25
    Egr.Sig. Avv. Gallucci, nell'appartamento che ho affittato da maggio 2011 si è intasata la fognatura dove scaricano due famiglie, l'acqua è risalita fino al mio appartamento al primo piano è fuoriuscita dai tubi ed ha fatto rigonfiare il pavimento del soggiorno e ha anche danneggiato il soffitto del fondo sotto l'appartamento, a chi spettano le spese per rimettere tutto in ordine?
    Ringraziandola anticipatamente, porgo Distinti Saluti.
    rispondi al commento
    • Legale Patrizia
      Giovedì 24 Gennaio 2013, alle ore 09:50
      Per Patrizia: le spese spettano a chi ha causato il danno.
      rispondi al commento
  • Torri Milva
    Martedì 15 Gennaio 2013, alle ore 17:25
    Nella villetta che ho affittato l'inquilino mi ha informato, vedendo delle macchie di umidità nel seminterrato sottostante il bagno, che potrebbe essere dovuto a una perdita/rottura della braga del water.
    Se così fosse, le spese della riparazione toccano a me o all'inquilino ?
    Cordiali Saluti Torri Milva
    rispondi al commento
    • Legale Torri Milva
      Mercoledì 16 Gennaio 2013, alle ore 11:39
      Per Torri Milva: questo genere di riparazione, trattandosi di manutenzione straordinaria, è sempre a carico del proprietario.
      rispondi al commento
  • Guido
    Mercoledì 12 Dicembre 2012, alle ore 12:40
    Una settimana fa' nel rilevare il consumo dell'acqua, in presenza dell'amministratore si rilevava che il ripartitore del consumo della stessa, non funzionava correttamente, e che doveva essere cambiato, la spesa da effettuare a detta dell'amministratore era da considerarsi a spesa dell'inquilino, vorrei sapere se è giusto, oppure deve pagare il proprietario, nel ringraziarla anticipatamente le invio tanti SALUTI.
    rispondi al commento
    • Legale Guido
      Giovedì 13 Dicembre 2012, alle ore 12:56
      Per Guido: la spesa di sostituzione del contatore spetta al proprietario non potendo essere considerata, a mio avviso, spesa per la piccola manutenzione.
      rispondi al commento
  • De Lucia Danila
    Domenica 25 Novembre 2012, alle ore 15:00
    Gli infissi (telai delle finestre) di casa mia, dove vivo in affitto, necessitano di manutenzione.
    Il proprietario dice di essersi informato e ci comunica che la spesa è a nostro carico, a suo carico solo quella relativa a tapparelle.
    E' vero?
    rispondi al commento
    • Legale De Lucia Danila
      Mercoledì 12 Dicembre 2012, alle ore 14:57
      Per De Lucia Danila: se il rifacimeto degli infissi è dovuto al logoramento causato dal normale uso del bene, il proprietario ha ragione.
      rispondi al commento
  • Franco Visentin
    Venerdì 9 Novembre 2012, alle ore 16:04
    Buongiorno, nella veste di proprietario ho sottoscritto, 2 anni addietro, un contratto di locazione libero (4+4 anni) con una banca che sub affitta ad uso dei propri dipendenti l'appartamento.
    Quest'anno ho affrontato un discreto numero di lavori di ristrutturazione condominiali tra cui anche la coibentazione/ventilazione del tetto sotto cui l'inquilino abita.
    Anche se non è espressamente previsto dal contratto di locazione, posso chiedere l'aggiornamento del canone di locazione?
    Se si, in che percentuale delle spese?
    In passato (anni '80), ad un altro inquilino, l'aggiornamento del canone era stato applicato senza problemi.
    Ora la banca mi dice che siccome non è previsto dal contratto nulla è dovuto.
    Cosa recita il codice civile?
    Grazie e cordiali saluti Franco Visentin
    rispondi al commento
  • Roby
    Mercoledì 5 Settembre 2012, alle ore 18:50
    Buonasera, vorrei chiederle gentilmente un consiglio.
    Mio marito ed io abbiamo dato in affitto un appartamento ad una coppia dal 2007.
    Qualche giorno fa gli inquilini ci hanno comunicato che le persiane sono molto rovinate e bisognerebbe provvedere a fare un lavoro di rasatura e riverniciatura e questo spetta a noi proprietari.
    A me e mio marito è venuto un dubbio, ma spetta veramente a noi oppure rientra nei lavori di manutenzione della casa e devono farlo gli inquilini a loro spese?
    La ringrazio infinitamente se vorrà darmi una risposta. Buona serata.
    rispondi al commento
  • Giuseppe Del Prete
    Giovedì 23 Agosto 2012, alle ore 11:32
    Se bisogna rifare per intero il bagno della casa nella quale sono in affitto è giusto che io resti senza doccia, bidet e lavandino per circa 10 giorni?
    rispondi al commento
  • Enza Rizzo
    Domenica 19 Agosto 2012, alle ore 07:42
    Desidero ricevere una risposta al seguente quesito: chi deve pagare le spese di manutenzione del giardino di una casa data in affitto? Vi ringrazio anticipatamente
    rispondi al commento
Notizie che trattano Locazione e spese di manutenzione che potrebbero interessarti
Cedolare secca sugli affitti

Cedolare secca sugli affitti

In arrivo una norma che prevede la tassazione degli affitti con un'aliquota unica del 20%.
Riduzione del canone di locazione

Riduzione del canone di locazione

Nel caso di locazioni immobiliari destinate all'uso abitativo, non sempre, anzi quasi mai, il canone di locazione può essere abbassato senza nuovo accordo tra le parti.
Vendita case popolari

Vendita case popolari

In arrivo un maxi-piano per la vendita delle case popolari agli attuali inquilini attraverso mutui agevolati.
Appartamento in affitto

Appartamento in affitto

Il contratto di locazione e' soggetto ad una serie di norme finalizzate, di volta in volta, a disciplinarne durata, misura del canone e diritti e obblighi delle parti.
Tassa unica sugli affitti

Tassa unica sugli affitti

Approvato in Consiglio dei Ministri il quarto decreto attuativo sul federalismo fiscale: a partire dal gennaio 2011 sara' introdotta una cedolare secca sugli affitti.
IMMOBILIARE
prezzi ristrutturazione
costi ristrutturazione
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE







SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Misura campi elettromagnetici
      Misura campi elettromagnetici...
      200.00
    • Portland325 dove grey 60x60
      Portland325 dove grey 60x60...
      51.00
    • Posa cartongesso, pitture e pavimentazioni
      Posa cartongesso, pitture e...
      36.00
    • Larix fume' 20x170
      Larix fume' 20x170...
      90.00
    • Barbecue a carbonella napoleon
      Barbecue a carbonella napoleon...
      270.00
    • Inerti, sabbia, ghiaia, pietrame
      Inerti, sabbia, ghiaia, pietrame...
      15.00
    • Isolamento acustico
      Isolamento acustico...
      450.00
    • Ristrutturazione bagno
      Ristrutturazione bagno...
      6500.00
    • Impianti elettrici, idraulici e automazioni
      Impianti elettrici, idraulici e...
      28.00
    • Ristrutturazione cucina
      Ristrutturazione cucina...
      4000.00
    • Dakota tortora 40x170
      Dakota tortora 40x170...
      115.00
    • Urban concrete rett 30x60
      Urban concrete rett 30x60...
      59.00

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE