Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.

La proprietà del muro di confine

News di Normative
La disciplina dettata dal codice civile in materia di proprieta' del muro di confine. Quando deve considerarsi tale e quando no. La presunzione di comunione e l'intervento dell'Autorità Giudiziaria.
La proprietà del muro di confine
Avv. Alessandro Gallucci

Proprieta' del muroIl codice civile disciplina in modo preciso e particolareggiato la questione della proprieta' dei muri di confine (artt. 874 e ss. c.c.).


Vale la pena, senza seguire pedissequamente l'ordine delle norme, esporre le principali caratteristiche afferenti la proprietà del muro e le conseguenti implicazioni in materia di spese di manutenzione e ricostruzione.


Ai sensi dell'art. 880 c.c.:


Il muro che serve di divisione tra edifici si presume comune fino alla sua sommità e, in caso di altezze ineguali, fino al punto in cui uno degli edifici comincia ad essere più alto.


Si presume parimenti comune il muro che serve di divisione tra cortili, giardini e orti o tra recinti nei campi
.


Si tratta di una presunzione di comunione che può trovare smentita nel contenuto degli atti d'acquisto.
In sostanza se l'atto non dice nulla ed il muro è posizionato sul confine tra le due proprietà esso dovrà considerasi in proprietà comune.


Tuttavia, ai sensi del successivo articolo 881 c.c., si presume che il muro divisorio tra i campi, cortili, giardini od orti appartenga al proprietario del fondo verso il quale esiste il piovente e in ragione del piovente medesimo.


Se esistono sporti, come cornicioni, mensole e simili, o vani che si addentrano oltre la metà della grossezza del muro, e gli uni e gli altri risultano costruiti col muro stesso, si presume che questo spetti al proprietario dalla cui parte gli sporti o i vani si presentano, anche se vi sia soltanto qualcuno di tali segni
.


Proprieta' del muroLaddove, invece, il muro dovesse trovarsi su uno dei fondi in posizione tale da fungere sostanzialmente da muro di confine, il proprietario del fondo ad esso attiguo può chiederne la comunione.


Ciò perché ai sensi dell'art. 874 c.c. (Comunione forzosa del muro sul confine) il proprietario di un fondo contiguo al muro altrui può chiederne la comunione per tutta l'altezza o per parte di essa, purché lo faccia per tutta l'estensione della sua proprietà. Per ottenere la comunione deve pagare la metà del valore del muro, o della parte di muro resa comune, e la metà del valore del suolo su cui il muro è costruito. Deve inoltre eseguire le opere che occorrono per non danneggiare il vicino.


Che cosa s'intende per comunione forzosa?


Con tale locuzione s'intende dire che si può instaurare un procedimento giudiziale per quei casi in cui, inizialmente, non sia stato possibile giungere ad un accordo per mezzo dell'alternativa stragiudiziale, ossia di quella consistente nella stipula di un contratto da trascriversi presso la conservatoria dei pubblici registri immobiliari.

Dopo un anno dall'entrata in vigore della così detta legge sulla mediazione civile (cioè dal marzo 2011), prima d'iniziare un giudizio sarà necessario esperire il tentativo obbligatorio di conciliazione.


Nel caso di azione giudiziale, la sentenza costitutiva della comunione forzosa dovrà essere trascritta al pari dell'atto convenzionale.


Se il muro non è sul confine ma è eretto entro una determinata distanza da esso, al pari del caso del muro contiguo al confine, seppur solo per determinati scopi, il titolare del fondo non proprietario della struttura può chiederne la comunione forzosa.


Proprieta' del muroLa norma di riferimento è l'art. 875 c.c. a mente del quale: quando il muro si trova a una distanza dal confine minore di un metro e mezzo ovvero a distanza minore della metà di quella stabilita dai regolamenti locali, il vicino può chiedere la comunione del muro soltanto allo scopo di fabbricare contro il muro stesso, pagando, oltre il valore della metà del muro, il valore del suolo da occupare con la nuova fabbrica, salvo che il proprietario preferisca estendere il suo muro sino al confine.


Il vicino che intende domandare la comunione deve interpellare preventivamente il proprietario se preferisca di estendere il muro al confine o di procedere alla sua demolizione. Questi deve manifestare la propria volontà entro il termine  di giorni quindici e deve procedere alla costruzione o alla demolizione entro sei mesi dal giorno in cui ha comunicato la risposta
.
 

Articolo: La proprietà del muro di confine
Valutazione: 3.55 / 6 basato su 89 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 1
Commenta su La proprietà del muro di confine
Caratteri rimanenti
  • Ago1961
    Lunedì 9 Marzo 2015, alle ore 10:34
    Il confinante dice che il muro è di sua proprietà e che va bene così com'è perché il muro deve respirare, ma io non intendo avere nella mia proprietà sul tutto il confine destro un muro che anche a guardare non è un belvedere aldilà del fattore salute e architettonico.
    rispondi al commento
  • Ago1961
    Lunedì 9 Marzo 2015, alle ore 10:28
    Gentile Avvocato, ho comprato una casa indipendente, avendo il cortile che confina con un muro alto due piani, allora 1) questi ha dei finestroni a 4 di altezza mis. 90x130 cm con inferriate che danno nel mio cortile e addirittura a volte salendo su uno scaletto guarda noi in casa. 2 ) il muro è di pietre di tufo senza intonaco e trovo sul pavimento polvere di tufo il quale potrebbe causare danni alla salute. Cosa posso fare?
    rispondi al commento
  • Marcofabbri
    Mercoledì 14 Gennaio 2015, alle ore 13:32
    Gentile Avvocato,il mio confinate ha costruito un muro di cemento armato sul confine e fin qui tutto ok. Forse per un errore iniziale le fondamenta del suddetto muro fuoriescono sulla mia proprietà per circa 50-60 cm in larghezza e 5-6 metri in lunghezza. Ho il diritto di chiedere la rimozione delle fondamenta che fuoriescono sulla mia proprietà? Premetto che il muro è stato costruiti circa 15 anni fa...La ringrazio di cuore!
    rispondi al commento
  • Morkes
    Sabato 16 Agosto 2014, alle ore 15:34
    Buonasera. Ho acquistato una villetta costruita su un terreno confinante con un altro terreno. Prima della costruzione della villetta era tutto terreno e non c'era muro di divisione tra i terreni.Il costruttore ha costruito a sue spese il muro di divisione tra quello che adesso è il mio giardino ed il terreno confinante.Non so se è sul confine oppure no.Il muro è mio oppure no?
    rispondi al commento
  • Etiopianel cuore
    Mercoledì 6 Agosto 2014, alle ore 19:18
    Buonasera AvvocatoIl mio vicino ha la recinzione in metallo fissata nel muro del mio fabbricato (dentro al muro per 5/6 cm). Ciò ha causato negli anni delle crepe nell'intonaco. Posso richiedere la rimozione della stessa dal mio muro e pretendere che la sua recinzione si sostenga in modo autonomo ed indipendente dal mio fabbricato? E se non posso richiedere la rimozione si crea una servitù/usucapione?Grazie, Simona
    rispondi al commento
  • Legale
    Mercoledì 14 Maggio 2014, alle ore 17:22
    In teoria potrebbe non essere possibile poiché potrebbe esserci una servitù. Non posso dare una risposta più precisa senza esame dello stato dei luoghi.
    rispondi al commento
  • Shadowladykimera
    Domenica 4 Maggio 2014, alle ore 23:33
    Salve, sono proprietario di appartamento all'ultimo piano con utilizzo esclusivo di parte della terrazza sovrastante. La mia terrazza è separata da quella del mio vicino da un divisorio ferro/vetro-opaco alto 2mt. con apertura sottostante per deflusso acque. Il mio vicino ha piante in vaso sul suo lato a confine e da lì passano anche terra e foglie che invadono il mio terrazzo. Vorrei chiuderlo. In che misura si può fare? Grazie.
    rispondi al commento
  • Enricogiov
    Mercoledì 23 Aprile 2014, alle ore 15:41
    Salve,ho un immobile con una parete in comunione con un mio parente, il muro divide due lotti di terreno ove specularmente sono edificate le due case (incorporando per metà ognuno il muro nell'abitazione), ora vorrei fare un ampliamento seguendo la costruzione originale. Il problema è che l'edificio è alto 3 metri, il muro confinante rimanente 1,50mt, posso sopraelevarlo fino a portarlo a 3mt per utilizzarlo nell'ampliamento o no? Grazie
    rispondi al commento
  • Roquefaxil
    Mercoledì 9 Aprile 2014, alle ore 14:33
    Mi è arrivata una raccomandata in cui mi si diffida dalla prosecuzione di lavori di realizzazione di un muro di confine. questo muro era inizialmente di circa 1,5 mt al secondo piano di una palazzina e l'ho alzato per portarlo a norma di legge. ora questo vicino terzo che non è quello interessato direttamente alla realizzazione del muro mi ha mandato raccomandata tramite il comune immagino perchè ora nella sua proprietà arriva meno luce di prima
    rispondi al commento
Notizie che trattano La proprietà del muro di confine che potrebbero interessarti
Cause di degrado nei muri a secco

Cause di degrado nei muri a secco

Spesso si assiste al crollo di muri perimetrali o di terrazzamenti fatti da rocce sciolte, molteplici le cause, ecco alcuni esempi e alcune valide indicazioni.
Pignoramenti ed effetti su fabbricati e beni immobili

Pignoramenti ed effetti su fabbricati e beni immobili

Gli effetti conseguenti al pignoramento di un fabbricato o bene immobiliare, possono essere anche percepiti come conseguenze cautelative poste dal creditore.
Comunione forzosa del muro

Comunione forzosa del muro

La comunione forzosa di un muro è la facoltà concessa al proprietario del fondo confinante di ottenerne la comunione, previo pagamento di una cifra adeguata.
Difetti di posa in opera dei mattoni

Difetti di posa in opera dei mattoni

I muri di mattoni durevoli e belli a vedersi, nascondono tante piccole difficoltà nella loro realizzazione, basta prestare attenzione ed essere molto meticolosi.
Muri perimetrali e servitù

Muri perimetrali e servitù

L'art. 1117 c.c. elenca una serie di beni e parti dell'edificio che, salvo diversa indicazione del titolo (atto d'acquisto o regolamento contrattuale...
IMMOBILIARE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Set arredo giardino rattan: divano, letto, chaise long,caffè
      Set arredo giardino rattan: divano...
      195.99
    • Serie completa sanitari sospesi in ceramica
      Serie completa sanitari sospesi in...
      329.40
    • Idance disco 200 cuffie oro-bianco
      Idance disco 200 cuffie oro-bianco...
      69.00
    • Haby ch 400 impianto stereo
      Haby ch 400 impianto stereo...
      79.90
    • Paperflow sistema multiblocco paperflow - reggilibri con separatori regolabili -
      Paperflow sistema multiblocco...
      137.86
    • Trapano battente bosch psb 750 rce (0603128500)
      Trapano battente bosch psb 750 rce...
      86.90
    • Blue star set di casse
      Blue star set di casse...
      399.90
    • Junkers bosch kit fumi azb
      Junkers bosch kit fumi azb...
      57.34
    • 2 calamite sfogliatella napoletana riccia e frolla in fimo
      2 calamite sfogliatella napoletana...
      14.00
    • Silverline sds plus punta da trapano in muratura 5 x 160mm
      Silverline sds plus punta da...
      0.91
    • Cordivari design badge led control
      Cordivari design badge led control...
      1552.00
    • Box doccia personalizzabili
      Box doccia personalizzabili...
      700.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Geosec
  • Officine Locati
  • Casa.it
  • Mansarda.it
  • Casa.it
  • Antifurto Casa Sicurezzapoint
  • Murprotec
  • Faidatebook
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI