Danni da infiltrazioni: responsabilità e rimedi risarcitori e riparatori

News di Normative
Le infiltrazioni d'acqua comportano delle responsabilità per il custode della cosa da cui provengono: a che titolo risponde il responsabile del danno cagionato?
Infiltrazioni d'acqua e responsabilità legale

Nozione di infiltrazioni d’acqua


Infiltrazioni d'acqua e responsabilitàChe cosa sono le infiltrazioni d’acqua?
Chi è responsabile del loro accadimento?
A che titolo ne risponde?
In che modo possono essere richiesti i danni derivanti da infiltrazioni d’acqua?

Fornire soluzione ai quesiti posti vuol dire consentire a chi si vede danneggiato dalle infiltrazioni d’acqua di agire per ottenere l’eliminazione del problema, quindi un’azione diretta a rimuovere alla radice la causa, oltre che al risarcimento del danno subito in conseguenza di quel fenomeno.

L’infiltrazione è definita dai vocabolario della lingua italiana come la costante penetrazione di un fluido attraverso un mezzo permeabile.

Ai fini che ci riguardano, l’infiltrazione d’acqua avviene anche in ragione della permeabilità connessa alla cattiva manutenzione o costruzione di un immobile.
Laddove l’edificio o il terreno da cui proviene l’infiltrazione fosse manutenuto o costruito a regola d’arte, infatti, non si manifesterebbero fenomeni infiltrativi.

Subire un’infiltrazione d’acqua, è notorio, rappresenta un fatto molto comune, specie nelle stagioni maggiormente piovose o comunque in tutte quelle situazioni in cui la superficie da cui proviene l’acqua non è impermeabilizzata oppure lo è ma malamente, anche in ragione di mancanza di manutenzione.

Ai fini della responsabilità legale è necessario tenere bene a mente due elementi: ciò che viene punito, solitamente, è il difetto di manutenzione del corpo attraverso il quale l’acqua proviene. L’azione del getto di acqua, dove rappresentata da un fatto umano, assume rilevanza separata da quella del danno per infiltrazione in quanto azione cosciente e volontaria o comunque dovuta a scarsa diligenza in relazione allo stato dei luoghi.

Insomma, chi va a gettare acqua laddove sa che sarebbe bene non farlo può essere chiamato a risarcire il danno, ma primariamente i fenomeni di infiltrazione riguardano fatti connessi alle piogge o comunque a fatti umani involontari e indiretti (es. omessa manutenzione di pompe sommerse dalla quale derivino danni da infiltrazione).


Responsabilità legale per i danni da infiltrazione


Danni infiltrazioniComprendere a chi si debbano chiedere i danni e a che titolo questi ne risponda, vuol dire individuare la persona alla quale inviare una richiesta risarcitoria e nel caso di conflitto o disinteresse, il soggetto contro cui avviare l’azione legale.

Le responsabilità legali per i danni da infiltrazioni d’acqua, nella quasi totalità dei casi, sono connesse alla cosidetta responsabilità da cose in custodia.

Come si accennava in precedenza, il fatto che piova, per guardare all’ipotesi più comune, non vuol dire automaticamente che il lastrico debba far penetrare l’acqua fino all’appartamento sottostante.

Allo stesso modo, il fatto che si annaffino delle piante in un giardino non sta a significare automatica infiltrazione dell’acqua nei locali sottostanti.

Ciò che causa le suddette infiltrazioni è il bene dalle quali provengono.
L’art. 2051 del codice civile, che si occupa per l’appunto di sanzionare a livello civile il responsabile dei danni da cose in custodia, specifica che questi risponde per tutti i danni che provengono dalla cosa che ha in custodia, salvo che provi la ricorrenza di un caso fortuito, ossia di un accadimento imprevisto o comunque imprevedibile rispetto al quale non aveva alcun potere d’intervento e quindi di prevenzione.

La giurisprudenza – leggasi Tribunali, Corti d’appello, Cassazione, ecc. – oramai da anni è orientata nel senso di considerare la responsabilità per danni da cose in custodia un’ipotesi di responsabilità oggettiva (cfr. in tal senso, tra le tante Cass. 20 maggio 2009 n. 11695); in buona sostanza il custode risponde dei danni in quanto tale e non perché sia stato colpevole di aver cagionato il danno, salvo per l’appunto la ricorrenza del così detto caso fortuito.

Il custode del bene non è solamente il proprietario, ma qualunque soggetto eserciti sulla cosa un potere di vigilanza e quindi di custodia. Così, ad esempio, per le parti d’impianto che fuoriescono dai muri, la giurisprudenza riconosce come custode il conduttore e non il proprietario. In ambito condominiale per custode delle parti comuni deve intendersi il condominio, nella persona dell’amministratore pro-tempore.

Si badi: il responsabile dei danni verso il danneggiato è il condominio, non direttamente l’amministratore. Quest’ultimo può essere chiamato a rispondere dei danni se si accerta che gli stessi siano conseguenza della sua inattività o attività poco diligente.

Condominio e problemi legati alle infiltrazioni d'acquaSpecie nell’ambito degli edifici in condominio, ma anche in tutte quelle ipotesi in cui la provenienza dell’infiltrazione non è chiara, prima di inoltrare qualunque richiesta risarcitoria è indispensabile individuare il bene dal quale proviene al fine di indirizzare correttamente la richiesta di eliminazione del problema e di risarcimento del danno.

Il modo più semplice è quello di incaricare privatamente un proprio tecnico di fiducia affinché lo stesso esegua un sopralluogo e relazioni sulla situazione: al fine di rendere maggiormente efficace la rilevazione tecnica è consigliabile chiedere la fattiva collaborazione di tutti i soggetti potenzialmente interessati, ossia di quelle persona custodi dei beni dai quali potrebbero provenire i danni.

Qualora questo modus operandi non fosse possibile (per le ragioni più varie, ivi compresa la mancata collaborazione dei potenziali interessati), l’ordinamento mette a disposizione del danneggiato una serie di strumenti che vanno dall’accertamento tecnico preventivo (art. 696 codice di procedura civile), alla consulenza tecnica preventiva finalizzata alla composizione (bonaria) della lite (art. 696-bis codice di procedura civile), al ricorso d’urgenza nei casi residuali (art. 700 codice di procedura civile).


Modalità di richiesta del risarcimento danni


Muffa in appartamentoChi ha subìto un danno e ne ha individuato il responsabile, ossia sa da quale bene essi provengono, può agire in giudizio, ai sensi dell’art. 2051 c.c., proprio al fine di ottenere:

a) l’eliminazione del problema, onde evitare successive manifestazioni dannose;

b) il risarcimento del danno subito in ragione del fenomeno infiltrativo manifestatosi.

Per quanto riguarda la richiesta di pagamento di una somma di denaro è bene precisare che ai sensi del decreto legge n. 132 del 2014 – convertito in legge con modificazioni dalla legge 10 novembre 2014, n. 162 – è necessario procedere al preventivo esperimento della procedura di negoziazione assistita.

In sostanza si deve attivare questa procedura di risoluzione alternativa delle controversie tesa a far mettere d’accordo le parti evitando il processo. Qualora questa procedura fosse ignorata il giudice avrebbe potere di imporne l’espletamento prima dell’istruzione della causa.

Le particolarità riguardanti le varie fattispecie, poi, porteranno il legale che se ne occupa a decidere se intraprendere l’azione giudiziale con un ordinario atto di citazione, oppure, ricorrendone i presupposti, con un ricorso finalizzato a instaurare un giudizio di sommaria cognizione ai sensi dell’art. 702-bis c.p.c.

È utile, infine, rammentare che la presenza di un assicurazione per la responsabilità civile derivante da questo genere di danni dev’essere attivata dal custode che l’ha stipulata.

Il diritto al risarcimento del danno si prescrive in cinque anni dal giorno in cui il fatto è accaduto (art. 2947 c.c.).

Articolo: Infiltrazioni d'acqua e responsabilità legale
Valutazione: 4.00 / 6 basato su 10 voti.

Infiltrazioni d'acqua e responsabilità legale: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI Alert Commenti
  • Bruno
    Bruno
    Domenica 19 Febbraio 2017, alle ore 10:17
    Infiltrazione d'acqua da appartamento soprastante, ripetuta e perdurante.
    Può /deve amministratore far chiudere impianto che causa danno fino a riparazone?
    O chi può farlo?
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Bruno
      6 giorni fa
      La questione va risolta tra te ed il proprietario del piano superiore, se l'impianto è a servizio dell'unità immobiliare. Se questo non fa nulla devi rivolgerti al giudice. L'amminisratore può intervenire solamente se l'impianto è condominiale.
      rispondi al commento
  • Alessandro Lingeri
    Alessandro Lingeri
    Martedì 14 Febbraio 2017, alle ore 14:34
    Ma se l'infiltrazione d'acqua proveniente da tubi interni all'abitazione (quindi a carico proprietario) danneggia suppellettili interni dell'inquilino , il proprietario li deve risarcire?
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Alessandro Lingeri
      Giovedì 16 Febbraio 2017, alle ore 10:52
      Sì, il danno c'è.
      rispondi al commento
  • Carlo
    Carlo
    Lunedì 13 Febbraio 2017, alle ore 11:49
    Sono il proprietario di un appartamento dato in locazione, il propietario dell'appartamento sottostante ha riportato dei danni da acqua proveniente dal mio appartamento apparentemente causati dal conduttore (es. avrà lasciato un rubinetto scorrere per un intero fine settimana).
    Qualora non si riuscisse a risolvere con una mediazione bonaria, il proprietario danneggiato dovrebbe citare me o direttamente il conduttore, avendo un suo tecnico di parte verificato che non ci perdite da condotte sovrastanti? 
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Carlo
      Giovedì 16 Febbraio 2017, alle ore 11:31
      Il conduttore che con la sua azione ha causato il danno.
      rispondi al commento
      • Carlo
        Carlo Lucag1979
        4 giorni fa
        Grazie per la risposta!
        Il danneggiato ritiene che si sia danneggiato anche i pavimento perché l'umidità avrebbe fatto gonfiare le porte dei due ambienti interessati dalle infiltrazioni che avrebbero rigato il pavimento in marmo.
        Io sostengo che il danno eventuale è stato cagionato da loro negligenza insistendo ad azionare le porte che strisciano invece di far intervenire subito un falegname per sollevare con idonea rondella evitando del tutto il danno.
        Infine pretende di scegliere la ditta per eseguire i lavori, ne ha la facoltà?
        rispondi al commento
        • Lucag1979
          Lucag1979 Carlo
          2 giorni fa
          Ha facoltà di scegliere come ottenere il risarcimento, quindi sì.
          rispondi al commento
  • <guido
    <guido
    Venerdì 23 Dicembre 2016, alle ore 08:51
    Nel nostro ufficio abbiamo subito dei danni da infiltrazioni d'acqua dell'appartamento sopra il di noi.
    Il condòmino dopo ripetuti solleciti si rende disponibile a tinteggiare solo ed esclusivamente i soffitti e quelle pareti danneggiate rimettendo a nostro carico tutto il resto.
    Per esempio per una stanza si rende disponibile a pagare la tinteggiatura solo relativamente al soffito e ad una parete mentre rimetterebbe a nostro carico le restanti pareti.
    Premesso che ovviamente non vogliamo addossare al condòmino tutte le spese ma non ci sembra una cosa propriamente corretta.
    Cosa ne pensate??
    rispondi al commento
  • Emilia
    Emilia
    Domenica 18 Dicembre 2016, alle ore 19:17
    Il soffitto del  terrazzo esterno al mio appartamento ha macchie e caduta di calcinacci provenienti  da uno  spandimento Ho avvisato l'amministratore che ha precisato che i danni relativi alle terrazze esterne sono di competenza dei condomini.
    L'inquilino del piano sovrastante il mio (dove si è verificato lo spandimento) non vuole saperne di rimediare al danno.
    Cosa devo fare? 
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Emilia
      Martedì 20 Dicembre 2016, alle ore 17:55
      Rivolgiti al tuo avvocato di fiducia: il primo passo per ottenere i danni, siano essi dovuti dal condominio o dal condomino, è una procedura di negoziazione assistita.
      rispondi al commento
  • Pilessio
    Pilessio
    Lunedì 12 Dicembre 2016, alle ore 12:49
    Ciaoho acquistato casa nell'ormai lontano Aprile 2015. Ci è voluto parecchio ad arrivare all'atto, ma dopo questo e dopo aver ricevuto le chiavi di casa, entrai e mi ritrovai inondato da una perdita del vicino di sopra. La perdita ha colpito i muri e soffitti di ben tre locali!!! Il mio vicino di sopra ha chiamato un idraulico e ha sistemato la perdita. Ovviamente il danno è abbastanza grave siccome l'acqua è penetrata talmente tanto a tal punto di piovere sul mio bagno, ma la casa la stiamo ristrutturando quindi non c'è problema, sistemeremo tutto.

    Abbiamo un'assicurazione condominiale che copre anche i danni dei singoli, ma dopo perizia, il perito sostiene che essendo un appartamento in rifacimento il danno è di soli 150 euro (ridicolo), dunque il danno non arriva alla franchigia di 200 euro dell'assicurazione e non mi hanno dato niente.

    Il mio vicino ha una sua assicurazione privata che dopo perizia non ci ha più fatto sapere nulla. Allora ci siamo mossi e dopo ripetute chiamate l'assicurazione del mio vicino sostiene che il danno è condominiale e non privato, ma questo è assurdo, in quanto trattasi di tubo sotto la doccia del mio vicino, quindi tubo del suo impianto idraulico.

    Fatto sta che io a distanza di quasi un anno non ho visto un centesimo.

    Cosa devo fare? Come posso per lo meno rivalermi sul mio vicino affinché sborsi lui? Come faccio a valutare il danno? In definitiva come consigliereste di muovermi?

    Grazie mille
    rispondi al commento
    • Pilessio
      Pilessio Pilessio
      Lunedì 12 Dicembre 2016, alle ore 13:00
      Dimenticavo: ovviamente l'amministrazione sostiene che il danno sia del privato. Ed è proprio così.
      rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Pilessio
      Lunedì 12 Dicembre 2016, alle ore 18:52
      Io penso che vista la situazione devi rivolgerti ad un avvocato. Che le assicurazioni coprano o non coprano i danni, i diretti responsabili verso il danneggiato sono sempre i proprietari dei beni dai quali i detti danni sono derivati.
      rispondi al commento
      • Pilessio
        Pilessio Lucag1979
        Martedì 13 Dicembre 2016, alle ore 12:18
        Dici di rivolgermi subito ad un avvocato? Sarebbero più i soldi che spenderei rispetto a quelli che otterrei probabilmente. Non c'è modo di fare qualcosa di meno drastico prima, non so tipo invio raccomandata al mio vicino con richiesta danni, foto ecc...? Lui è collaborativo.

        Grazie mille
        rispondi al commento
        • Lucag1979
          Lucag1979 Pilessio
          Giovedì 15 Dicembre 2016, alle ore 18:38
          Sì, puoi farlo, ma quello che ti consigliavo riguardava il fatto che mi pare una situazione intricata dove rischi rimpalli di responsabilità.
          rispondi al commento
  • Lara
    Lara
    Lunedì 12 Dicembre 2016, alle ore 11:27
    Sono proprietaria di un appartamento su 2 piani, secondo piano e mansarda e la mansarda è l'ultimo piano, ho notato che sul muro intorno ad uno dei lucernai in mansarda, si è formata della muffa, data da un infiltrazione d'acqua, proveniente a mio parere dal tetto della palazzina.
    In questo caso di chi è la responsabilità dell'eventuale danno e dei costi di riparazione?
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Lara
      Lunedì 12 Dicembre 2016, alle ore 18:43
      Se il danno proviene da una parte comune, come mi pare tu dica, la responsabilità è del condominio e i danni li deve risarcire il condominio, al netto della tua quota di comproprietà.
      rispondi al commento
  • Omar Ciceri
    Omar Ciceri
    Mercoledì 7 Dicembre 2016, alle ore 16:59
    Sono in affitto in un appartamento al 2° piano di un condominio e il proprietario dell'apartamento sottostante mi ha segnalato delle chiazze sospette sul soffitto in corrispondenza della mia doccia.
    Io avevo già segnalato un paio di settimane fa al proprietario del mio appartamento che aevo notato delle chiazze umide sul muro della camera da letto, adiacente al bagno proprio in corrispondenza della doccia.
    Il proprietario ( di professione idraulico) era venuto e aveva sigillato meglio la doccia.
    A questo punto stavo valutando se il problema si fosse risolto, sicuramente si è attenuato, ma evidentemente non del tutto.
    Ora ho ricontattato il padrone di casa, ma volevo capire se i proprietari dell'appartamento sottostante potevano chiedermi i danni secondo voi.
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Omar Ciceri
      Venerdì 9 Dicembre 2016, alle ore 12:23
      I danni vanno chiesti al proprietario, in quanto titolare dell'appartamento. Tu sei responsabile se saputo del problema hai continuato ad utilizzare o comunque non ti sei attivato per portare il fatto a conoscenza del proprietario.
      rispondi al commento
  • Emanuela Badiali
    Emanuela Badiali
    Venerdì 25 Novembre 2016, alle ore 11:12
    Oltre ad aver procurato l'infiltrazione al condomino di sotto sembra che gli sia procurato un blocco al suo antifurto.
    Questo signore ha chiamato una ditta terza che ha smontato una plafoniera secondo loro con acqua, ma l'ha fatta cadere per terra rompendola e sempre a sua detta a scheggiato un lavandino che non è sotto la plafoniera.
    Ora mi ri richiede la tinteggiatura del muro, la plafoniera, la spesa del ripristino dell'antifurto ed i soldi che ha pagato in nero per chiamare la ditta terza.
    Come mi devo comportare?
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Emanuela Badiali
      Lunedì 28 Novembre 2016, alle ore 18:05
      Sicuramente il tuo vicino ha diritto al risarcimento del danno che ha causato l'infilitrazione, non però a quelli che lui ha causato per incuria nelle riparazioni. Se non torvate un accordo, l'unica strada per quantificare correttamente i danni è una causa.
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Infiltrazioni d'acqua e responsabilità legale che potrebbero interessarti
Danni da infiltrazioni

Danni da infiltrazioni

Tra i danni agli appartamenti, o alle parti comuni nei condomini, quelli lamentati più frequentemente sono i così detti danni da infiltrazioni d'acqua.
Infiltrazioni e responsabilità condominiale, cosa fare?

Infiltrazioni e responsabilità condominiale, cosa fare?

Infiltrazioni e responsabilità condominiale, ovvero che cosa poter fare quando si scopre che il danno all'appartamento proviene da parti condominiali?...
Infiltrazioni e risarcimento

Infiltrazioni e risarcimento

I danni da inflitrazioni ed i rimedi a disposizione del proprietario dell'immobile danneggiato.
Condominio, responsabilità, prova e danni

Condominio, responsabilità, prova e danni

I danni da inflitrazione agevolano la prova di chi li subisce ma non esonerano completamente dal'onere di dimostrare il pregiudizio subito...
Scarichi fognari, allagamenti e responsabilità

Scarichi fognari, allagamenti e responsabilità

Inflitrazioni d'acqua, danni a cose altrui e titolo della responsabilità del custode: tra responsabilità oggettiva e presunzione di colpa.
Registrati come Utente
273175 UTENTI REGISTRATI
Registrati come Azienda
20963 AZIENDE REGISTRATE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Ariston caldaia ariston cares premium 24 eu camera stagna- immediatamente disponibile -
      Ariston caldaia ariston cares...
      686.86
    • Pawhut cuccia tiragraffi per gatti giocattolo con 3 buchi e pallina in
      Pawhut cuccia tiragraffi per gatti...
      25.95
    • Ariston deumidificatore ariston deos11 capacita' 1,5 litri bianco 11 lt/24 ore - promo - immediatamente disponibile
      Ariston deumidificatore ariston...
      103.92
    • Mitsubishi deumidificatore mitsubishi mj-e21bg-s1 21,5 lt/24h 4,5lt - garanzia italia - immediatamente disponibile
      Mitsubishi deumidificatore...
      351.97
    • Perizie tecniche su perdite e infiltrazioni acqua
      Perizie tecniche su perdite e...
      350.00
    • Battiscopa in legno impiallacciato in essenza pregiata
      Battiscopa in legno impiallacciato...
      8.80
    • Battiscopa in legno impiallacciato in noce tanganika
      Battiscopa in legno impiallacciato...
      6.40
    • Battiscopa in legno impiallacciato noce tanganika 10
      Battiscopa in legno impiallacciato...
      3.60
    • Sharp frigo side by side sharp sj-ex820fsl 4 porte 678lt nofrost a++ inox - immediatamente disponibile
      Sharp frigo side by side sharp...
      1.28
    • Whirlpool lavatrice whirlpool dlc7012 7kg 1200 giri classe a+++ -garanzia italia- immediatamente disponibile
      Whirlpool lavatrice whirlpool...
      230.46
    • Franke lavello incasso franke bag 611 serie bahia 9899830 avena 1v+g- immediatamente disponibile
      Franke lavello incasso franke bag...
      136.88
    • Aeg lavasciuga aeg l99697hwd classe a+++ 1600 giri 9+6 - garanzia italia- disponibilita' immediata-
      Aeg lavasciuga aeg l99697hwd...
      1.00
    • Primi passi a forma di zebra
      Primi passi a forma di zebra...
      74.00
    • Battiscopa squadrato in legno impiallacciato in essenza
      Battiscopa squadrato in legno...
      9.30
    • Battiscopa in legno massello essenza pregiata 10
      Battiscopa in legno massello...
      5.36
    • Struttura per vasi in legno green donut
      Struttura per vasi in legno green...
      25.50
    • Samsung frigo combinato samsung rb31ferncef 1,85 a++ sabbia display - garanzia italia-immediatamente disponibile
      Samsung frigo combinato samsung...
      473.36
    • Argo wally - termoventilatore
      Argo wally - termoventilatore...
      54.99
    • Him fiaba di natale portacandele, vetro, multicolore, 11x11x9 cm
      Him fiaba di natale portacandele,...
      12.90
    • Arredo giardino salotto da esterno giardino completo divano poltrone tavolino mod. duet set colore bianco
      Arredo giardino salotto da esterno...
      315.00
    • Battiscopa bianco mdf liscio 10 x 70
      Battiscopa bianco mdf liscio 10 x...
      3.90
    • Battiscopa bianco mdf liscio con passafilo 14
      Battiscopa bianco mdf liscio con...
      3.90
    • Crest audio cpx 1500 amplificatore
      Crest audio cpx 1500 amplificatore...
      574.90
    • Scooter in legno modello vespa wespe
      Scooter in legno modello vespa...
      98.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Weber
  • Officine Locati
  • Policarbonato.online
  • Immobiliare.it
  • Onlywood
  • Mansarda.it
  • Black & Decker
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO

Montascale per esterni

€ 200.00
foto 1 Cagliari
Scade il 28 Febbraio 2017

Trilocale con ampio garage e cantina

€ 168 000.00
foto 6 Parma
Scade il 31 Dicembre 2017

San giuliano milanese, sesto ulteriano,

€ 260 000.00
foto 6 Milano
Scade il 30 Luglio 2017

Cucina come nuova

€ 1 000.00
foto 4 Vicenza
Scade il 16 Aprile 2017
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
83037

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.