Danni da infiltrazioni: responsabilità e rimedi risarcitori e riparatori

News di Normative
Le infiltrazioni d'acqua comportano delle responsabilità per il custode della cosa da cui provengono: a che titolo risponde il responsabile del danno cagionato?
14 Ottobre 2016 ore 09:33

Nozione di infiltrazioni d’acqua


Infiltrazioni d'acqua e responsabilitàChe cosa sono le infiltrazioni d’acqua?
Chi è responsabile del loro accadimento?
A che titolo ne risponde?
In che modo possono essere richiesti i danni derivanti da infiltrazioni d’acqua?

Fornire soluzione ai quesiti posti vuol dire consentire a chi si vede danneggiato dalle infiltrazioni d’acqua di agire per ottenere l’eliminazione del problema, quindi un’azione diretta a rimuovere alla radice la causa, oltre che al risarcimento del danno subito in conseguenza di quel fenomeno.

L’infiltrazione è definita dai vocabolario della lingua italiana come la costante penetrazione di un fluido attraverso un mezzo permeabile.

Ai fini che ci riguardano, l’infiltrazione d’acqua avviene anche in ragione della permeabilità connessa alla cattiva manutenzione o costruzione di un immobile.
Laddove l’edificio o il terreno da cui proviene l’infiltrazione fosse manutenuto o costruito a regola d’arte, infatti, non si manifesterebbero fenomeni infiltrativi.

Subire un’infiltrazione d’acqua, è notorio, rappresenta un fatto molto comune, specie nelle stagioni maggiormente piovose o comunque in tutte quelle situazioni in cui la superficie da cui proviene l’acqua non è impermeabilizzata oppure lo è ma malamente, anche in ragione di mancanza di manutenzione.

Ai fini della responsabilità legale è necessario tenere bene a mente due elementi: ciò che viene punito, solitamente, è il difetto di manutenzione del corpo attraverso il quale l’acqua proviene. L’azione del getto di acqua, dove rappresentata da un fatto umano, assume rilevanza separata da quella del danno per infiltrazione in quanto azione cosciente e volontaria o comunque dovuta a scarsa diligenza in relazione allo stato dei luoghi.

Insomma, chi va a gettare acqua laddove sa che sarebbe bene non farlo può essere chiamato a risarcire il danno, ma primariamente i fenomeni di infiltrazione riguardano fatti connessi alle piogge o comunque a fatti umani involontari e indiretti (es. omessa manutenzione di pompe sommerse dalla quale derivino danni da infiltrazione).


Responsabilità legale per i danni da infiltrazione


Danni infiltrazioniComprendere a chi si debbano chiedere i danni e a che titolo questi ne risponda, vuol dire individuare la persona alla quale inviare una richiesta risarcitoria e nel caso di conflitto o disinteresse, il soggetto contro cui avviare l’azione legale.

Le responsabilità legali per i danni da infiltrazioni d’acqua, nella quasi totalità dei casi, sono connesse alla cosidetta responsabilità da cose in custodia.

Come si accennava in precedenza, il fatto che piova, per guardare all’ipotesi più comune, non vuol dire automaticamente che il lastrico debba far penetrare l’acqua fino all’appartamento sottostante.

Allo stesso modo, il fatto che si annaffino delle piante in un giardino non sta a significare automatica infiltrazione dell’acqua nei locali sottostanti.

Ciò che causa le suddette infiltrazioni è il bene dalle quali provengono.
L’art. 2051 del codice civile, che si occupa per l’appunto di sanzionare a livello civile il responsabile dei danni da cose in custodia, specifica che questi risponde per tutti i danni che provengono dalla cosa che ha in custodia, salvo che provi la ricorrenza di un caso fortuito, ossia di un accadimento imprevisto o comunque imprevedibile rispetto al quale non aveva alcun potere d’intervento e quindi di prevenzione.

La giurisprudenza – leggasi Tribunali, Corti d’appello, Cassazione, ecc. – oramai da anni è orientata nel senso di considerare la responsabilità per danni da cose in custodia un’ipotesi di responsabilità oggettiva (cfr. in tal senso, tra le tante Cass. 20 maggio 2009 n. 11695); in buona sostanza il custode risponde dei danni in quanto tale e non perché sia stato colpevole di aver cagionato il danno, salvo per l’appunto la ricorrenza del così detto caso fortuito.

Il custode del bene non è solamente il proprietario, ma qualunque soggetto eserciti sulla cosa un potere di vigilanza e quindi di custodia. Così, ad esempio, per le parti d’impianto che fuoriescono dai muri, la giurisprudenza riconosce come custode il conduttore e non il proprietario. In ambito condominiale per custode delle parti comuni deve intendersi il condominio, nella persona dell’amministratore pro-tempore.

Si badi: il responsabile dei danni verso il danneggiato è il condominio, non direttamente l’amministratore. Quest’ultimo può essere chiamato a rispondere dei danni se si accerta che gli stessi siano conseguenza della sua inattività o attività poco diligente.

Condominio e problemi legati alle infiltrazioni d'acquaSpecie nell’ambito degli edifici in condominio, ma anche in tutte quelle ipotesi in cui la provenienza dell’infiltrazione non è chiara, prima di inoltrare qualunque richiesta risarcitoria è indispensabile individuare il bene dal quale proviene al fine di indirizzare correttamente la richiesta di eliminazione del problema e di risarcimento del danno.

Il modo più semplice è quello di incaricare privatamente un proprio tecnico di fiducia affinché lo stesso esegua un sopralluogo e relazioni sulla situazione: al fine di rendere maggiormente efficace la rilevazione tecnica è consigliabile chiedere la fattiva collaborazione di tutti i soggetti potenzialmente interessati, ossia di quelle persona custodi dei beni dai quali potrebbero provenire i danni.

Qualora questo modus operandi non fosse possibile (per le ragioni più varie, ivi compresa la mancata collaborazione dei potenziali interessati), l’ordinamento mette a disposizione del danneggiato una serie di strumenti che vanno dall’accertamento tecnico preventivo (art. 696 codice di procedura civile), alla consulenza tecnica preventiva finalizzata alla composizione (bonaria) della lite (art. 696-bis codice di procedura civile), al ricorso d’urgenza nei casi residuali (art. 700 codice di procedura civile).


Modalità di richiesta del risarcimento danni


Muffa in appartamentoChi ha subìto un danno e ne ha individuato il responsabile, ossia sa da quale bene essi provengono, può agire in giudizio, ai sensi dell’art. 2051 c.c., proprio al fine di ottenere:

a) l’eliminazione del problema, onde evitare successive manifestazioni dannose;

b) il risarcimento del danno subito in ragione del fenomeno infiltrativo manifestatosi.

Per quanto riguarda la richiesta di pagamento di una somma di denaro è bene precisare che ai sensi del decreto legge n. 132 del 2014 – convertito in legge con modificazioni dalla legge 10 novembre 2014, n. 162 – è necessario procedere al preventivo esperimento della procedura di negoziazione assistita.

In sostanza si deve attivare questa procedura di risoluzione alternativa delle controversie tesa a far mettere d’accordo le parti evitando il processo. Qualora questa procedura fosse ignorata il giudice avrebbe potere di imporne l’espletamento prima dell’istruzione della causa.

Le particolarità riguardanti le varie fattispecie, poi, porteranno il legale che se ne occupa a decidere se intraprendere l’azione giudiziale con un ordinario atto di citazione, oppure, ricorrendone i presupposti, con un ricorso finalizzato a instaurare un giudizio di sommaria cognizione ai sensi dell’art. 702-bis c.p.c.

È utile, infine, rammentare che la presenza di un assicurazione per la responsabilità civile derivante da questo genere di danni dev’essere attivata dal custode che l’ha stipulata.

Il diritto al risarcimento del danno si prescrive in cinque anni dal giorno in cui il fatto è accaduto (art. 2947 c.c.).

Articolo: Infiltrazioni d'acqua e responsabilità legale
Valutazione: 4.00 / 6 basato su 12 voti.

Infiltrazioni d'acqua e responsabilità legale: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Tirrito Alessandro
    Tirrito Alessandro
    1 giorni fa
    Il negozio sottostante il mio appartamento mi accusa che le infiltrazioni provengamo dal mio terrazzo ma essendo una cosa presunta è lei a dover chiamare un tecnico per dimostrarlo?
    Se alla fine il problema è realmente mio sono anche tenuto a pagare il tecnico o solo a risolvere il problema?
    rispondi al commento
  • Claudio
    Claudio
    2 giorni fa
    Sono il proprietario di un appartamento al 1° piano, pochi giorni fa sono stato contattato dal nuovo proprietario dell'appartamento al piano terra per dirmi che strutturalmente il suo soffitto e danneggiato in alcuni punti, tieni presente che il palazzo e degl'anni 60, e che a questo soffitto, negl'anni passati dal precedente proprietario non è  stato effettuato manutenzione.
    Per legge di chi è la  responsabilità del danno, se danno sì può chiamare, e chi ha il dovere di pagare per la riparazione?
    rispondi al commento
  • Roberta
    Roberta
    6 giorni fa
    A mia madre causa guasto alla lavatrice le si è allagato il bagno e parte delle camere e del corridoio,ovviamente  ci sono state infiltrazioni nel piano sottostante, ora vorrei sapere le responsabilità di mia madre.
    Deve far riverniciare a sua spesa solo le volte cioè dove realmente c'è stata la macchia di umidità o tutte le pareti?
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Roberta
      2 giorni fa
      Deve risarcire i danni causati, il che significa che se il una stanza si è macchiata una parete dovrà pagare la tineteggiatura di quella e di tutte le altre se la tinta solo su quella danneggiata può assumere la sembianza di una "toppa".
      rispondi al commento
  • Elisabetta
    Elisabetta
    Domenica 19 Marzo 2017, alle ore 10:38
    L'appartamento sottostante il mio (io abito al 3° piano) non è abitato da anni, e il custode dello stesso un'anno fà disse a mio marito che vi era una piccola macchia sul soffitto, mio marito chiese di andare subito a vedere ma l'altro disse che poi sarebbe ritornato, lo stesso non si è fatto più vivo, adesso a distanza di un'anno all'improvviso a iniziato a scorrere acqua chiara al piano interrato nel garage dei proprietari del 1° piano, ci siamo attivati subito per contattare idraulico e muratore e ovviamente il proprietario del 2° piano che dopo tre giorni si è presentato entrati nell'appartamento abbiamo preso atto del grosso danno e non più una piccola macchia!!!
    Lo stesso non vuole lasciare le chiavi per poter entrare qualora ne avessero bisogni i tecnici e mi ha detto che invierà l'impresa per mettere a posto inviandomi a me la spea con fattura a mio carico!!!
    Ora chiedo io non avrei mai potuto constatare il mio danno se l'acqua non trovava uscita nel garage della signora al 1° piano l'impianto è sotto il pavimento  e l'acqua scende non sale, inoltre è giusto che paghi io quando lui un'anno fà ha notato la macchia e non si è fatto più sentire e  ne vedere?
    La colpa non è mia io non avrei mai potuto constatare tutto ciò e questo è già la 2^ volta che accade per sua strafottenza di venire a controllare più spesso.
    Qualcuno sà come mi devo comportare?
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Elisabetta
      Martedì 21 Marzo 2017, alle ore 17:24
      Se il danno viene dal tuo appartamento devi risarcirlo, anche se non si può non tenere conto della incuria del proprietario dell'appartamento sottostante che non ha tenuto sotto controllola situazione. Io ti consiglio di rivolgerti ad un legale.
      rispondi al commento
  • Mena
    Mena
    Lunedì 13 Marzo 2017, alle ore 23:55
    È la quarta volta che ricevo le infiltrazioni d'acqua dall'appartamento di sopra e ogni volta il proprietario mi fa aspettare molto prima di riparare il danno, perchè prova a scaricare la responsabilità all'inquilino che vi abita; in realtà dipende sempre da un guasto al bagno.
    Non intervenendo subito, il danno che ricevo aumenta.
    Essendo sola e con gravi problemi di salute, cosa mi consiglia?
    A chi posso rivolgermi?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Mena
      Mercoledì 15 Marzo 2017, alle ore 12:01
      Se l'abitazione si trova in condominio, va allertato l'amministratore. Se la cosa persiste va inviata una lettera raccomandata con avviso di ricevimento al proprietario del piano soprastante intimandogli l'esecuzione ad horas dei lavori entro e non oltre i 5 gg. e la richiesta di risarcimento dei danni subìti. Oltre deve incaricare un legale. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Luca
    Luca
    Venerdì 10 Marzo 2017, alle ore 00:25
    C'é una perdita dal tetto che confluisce nella parete adiacente la vasca da bagno e questa perdita molto probabilmente é arrivata al piano sottostante e la signora del piano sottostante mi ha citato in giudizio perché lei dice che la perdita che ha le medesime caratteristiche di muffa derivano dal mio servizio igenico ma la signora ha queste perdite anche quando io non uso il sistema igienici, in pratica ha uno scorrimento d'acqua sulla parete.
    Il fatto sta che quando piove le infiltrazioni si propagano a macchia d'olio nella mia abitazione e la signora essendo un condominio con 6 abitazioni quindi non istituito ; la signora non vuole procedere alla riparazione del tetto in modo tale da eliminare un infiltrazione e nella speranza cescludere il tetto dalla causa di tutto ciò ( in pratica stessa situazione sua a me solo che io ho questa muffa da un metro e mezzo in giù al pavimento e lei dal soffitto in giù) come si procede in questo caso?
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Luca
      Lunedì 13 Marzo 2017, alle ore 18:28
      Con il tuo avvocato dovete chiamare in causa il condominio.
      rispondi al commento
  • Massimo
    Massimo
    Sabato 4 Marzo 2017, alle ore 03:26
    Il mio inquilino con contratto regolarmente registrato un anno fa tolse il piatto doccia così da far avere una perdita di acqua al piano sottostante, la signora di sotto sembra quasi che pretende che voglia fare i lavori da persone di sua fiducia io proprietario di sopra in via bonaria volevo riparare il danno (non così catastrofico) se vuole fare una causa, un atto di citazione deve citare il mio inquilino oppure a me che non credo di avere alcuna responsabilità?
    Se dovesse citare me che non sono l'effettivo colpevole per avermi citato non solo dovrà pagare tutte le mie spese legali affrontate ma anche i danni morali e si dovrà rifare dall'effettivo colpevole che sembra  risulti anche nullatenente tra l'altro.
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Massimo
      Lunedì 6 Marzo 2017, alle ore 16:28
      Se dovesse chiamare te in causa, tu a tua volta puoi chiamare in causa il conduttore per la manleva, cioè per fare addossare a lui spese, ecc. ecc.
      rispondi al commento
  • Bruno
    Bruno
    Domenica 19 Febbraio 2017, alle ore 10:17
    Infiltrazione d'acqua da appartamento soprastante, ripetuta e perdurante.
    Può /deve amministratore far chiudere impianto che causa danno fino a riparazone?
    O chi può farlo?
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Bruno
      Lunedì 20 Febbraio 2017, alle ore 15:19
      La questione va risolta tra te ed il proprietario del piano superiore, se l'impianto è a servizio dell'unità immobiliare. Se questo non fa nulla devi rivolgerti al giudice. L'amminisratore può intervenire solamente se l'impianto è condominiale.
      rispondi al commento
  • Alessandro Lingeri
    Alessandro Lingeri
    Martedì 14 Febbraio 2017, alle ore 14:34
    Ma se l'infiltrazione d'acqua proveniente da tubi interni all'abitazione (quindi a carico proprietario) danneggia suppellettili interni dell'inquilino , il proprietario li deve risarcire?
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Alessandro Lingeri
      Giovedì 16 Febbraio 2017, alle ore 10:52
      Sì, il danno c'è.
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Infiltrazioni d'acqua e responsabilità legale che potrebbero interessarti
Danni da infiltrazioni

Danni da infiltrazioni

Tra i danni agli appartamenti, o alle parti comuni nei condomini, quelli lamentati più frequentemente sono i così detti danni da infiltrazioni d'acqua.
Infiltrazioni e responsabilità condominiale, cosa fare?

Infiltrazioni e responsabilità condominiale, cosa fare?

Infiltrazioni e responsabilità condominiale, ovvero che cosa poter fare quando si scopre che il danno all'appartamento proviene da parti condominiali?...
Condominio, responsabilità, prova e danni

Condominio, responsabilità, prova e danni

I danni da inflitrazione agevolano la prova di chi li subisce ma non esonerano completamente dal'onere di dimostrare il pregiudizio subito...
Infiltrazioni e risarcimento

Infiltrazioni e risarcimento

I danni da inflitrazioni ed i rimedi a disposizione del proprietario dell'immobile danneggiato.
Scarichi fognari, allagamenti e responsabilità

Scarichi fognari, allagamenti e responsabilità

Inflitrazioni d'acqua, danni a cose altrui e titolo della responsabilità del custode: tra responsabilità oggettiva e presunzione di colpa.
Registrati come Utente
270461 UTENTI REGISTRATI
Registrati come Azienda
20913 AZIENDE REGISTRATE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Keka - custodia per kindle fire, design bianca green, motivo: in love with triangles
      Keka - custodia per kindle fire,...
      41.65
    • Quattroquarti appendiabiti mr tidy nero opaco
      Quattroquarti appendiabiti mr tidy...
      209.90
    • A little present-custodia in pelle, stile vintage con decorazioni a tastiera, con custodia rigida, colore: marrone, per kindle fire hd-samsung galaxy
      A little present-custodia in pelle...
      43.80
    • Cellular line foglio verde custodia per ipad pro 9.7
      Cellular line foglio verde...
      29.95
    • Mercatino dell' usato
      Mercatino dell' usato...
      1.00
    • Deposito e custodia dei mobili
      Deposito e custodia dei mobili...
      150.00
    • Porta 9 cd beauty princess
      Porta 9 cd beauty princess...
      18.00
    • Meinl sc141620m set di piatti
      Meinl sc141620m set di piatti...
      789.90
    • Quattroquarti appendiabiti mr tidy bianco opaco
      Quattroquarti appendiabiti mr tidy...
      209.90
    • Quattroquarti appendiabiti mr tidy grigio opaco
      Quattroquarti appendiabiti mr tidy...
      209.90
    • Eminza contenitore salvaspazio con busta sottovuoto.
      Eminza contenitore salvaspazio con...
      9.99
    • Logitech create - custodia tastiera e carta - apple smart connector - italiano - nero tastiera, nero custodia - per apple 9.7-inch ipad pro
      Logitech create - custodia...
      167.75
    • Meinl mstcb22 custodia per piatti
      Meinl mstcb22 custodia per piatti...
      64.90
    • Traslochi sgomberi milano
      Traslochi sgomberi milano...
      300.00
    • Puzzle coccodrillo abc
      Puzzle coccodrillo abc...
      14.00
    • Mobplay20 hdd case hard disk
      Mobplay20 hdd case hard disk...
      59.90
    • Apexel - custodia a portafoglio in ecopelle con aletta, motivo arcobaleno a 4 colori, con porta-carte di credito per apple ipad air, colore bianco - v
      Apexel - custodia a portafoglio in...
      6.02
    • Pedea - custodia per tablet con fascia adesiva per samsung galaxy tab 2 - tab 3 (7 e 8 pollici), apple ipad mini 2, kindle fire hdx 7 - hdx 8.9 bianco
      Pedea - custodia per tablet con...
      22.60
    • Pedea - custodia con strip adesivo, per apple ipad air, medion lifetab, asus transformer book - memo pad full hd 10 bianco bianco white
      Pedea - custodia con strip adesivo...
      23.11
    • Apexel - custodia protettiva con cover multiposizione per apple ipad air-ipad 5, colore: rosa
      Apexel - custodia protettiva con...
      18.77
    • Videocamera digitale subacquea rossa trevi
      Videocamera digitale subacquea...
      130.90
    • Struttura per vasi in legno green donut
      Struttura per vasi in legno green...
      25.50
    • Telo copriauto in
      Telo copriauto in...
      39.00
    • Bicicletta senza pedali diavolo rosso
      Bicicletta senza pedali diavolo...
      63.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Vimec
  • Immobiliare.it
  • Weber
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Pensiline.online
  • Onlywood
  • Black & Decker
  • Ceramica Rondine
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
€ 850.00
foto 2 Napoli
Scade il 14 Luglio 2017
€ 68.00
foto 5 Roma
Scade il 31 Agosto 2017
€ 50.00
foto 2 Cuneo
Scade il 30 Giugno 2017
€ 110 000.00
foto 0 Forli Cesena
Scade il 31 Maggio 2017
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
89395

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.