Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Infiltrazioni d'acqua: responsabilità legale

News di Normative
Il tema della responsabilità per danni derivanti da infiltrazioni d'acqua ha dato origine, negli anni, a una vasta e consolidata giurisprudenza in materia.
Infiltrazioni d'acqua: responsabilità legale
Ing. Mariano Guida
Ing. Mariano Guida

Le infiltrazioni d'acqua sono, in genere, conseguenza di danni alle opere murarie, alle condutture o agli impianti di proprietà condominiale o di singoli condomini, nonchè di altre cause, non legate necessariamente alla presenza di danni specifici, quali umidità di risalita o condensa.

 

Al fine di stabilire di chi sia la responsabilità dei danni conseguenti a un problema di infiltrazione d’acqua, è necessario, in prima analisi, stabilire quali siano i beni di proprietà comune e quali quelli di proprietà esclusiva. Generalmente, l’elenco delle aree comuni condominiali è riportato in ogni regolamento di condominio, tuttavia, laddove non si disponga di una copia del suddetto regolamento, è possibile consultare il codice civile che, all’art.1117 definisce quali sono le parti comuni di un edificio.

 

I motivi di contrasto più frequenti nascono a causa di infiltrazioni d’acqua provenienti da tubazioni o opere murarie condominiali danneggiate (condotti dell’acqua o del riscaldamento, lastrici solari, aree sovrastanti locali interrati, ecc.) che recano danno, in maniera più o meno grave, agli immobili di proprietà individuale.

 

Nel caso di danni alle tubature bisogna distinguere tra quelle di adduzione, di proprietà condominiale sino al contatore privato del singolo condomino, e quelle di scarico di proprietà del condominio sino al collegamento con il tubo del singolo appartamento. Se la perdita avviene all’interno di tali limiti, gli eventuali danni sono a carico totale del singolo proprietario, altrimenti la spesa viene ripartita tra tutti i condomini in proporzione ai millesimi di proprietà.

 

Nel caso, invece, di infiltrazioni attraverso il lastrico solare, laddove questo sia di completa proprietà condominiale, il danno va risarcito dal condominio, viceversa, qualora esso sia di pertinenza o di proprietà esclusiva di uno o più condomini, ed assolve funzione di copertura del fabbricato, corre l’obbligo di provvedere alla sua riparazione o ricostruzione nella misura di un terzo della spesa tra i condomini aventi uso esclusivo dello stesso e di due terzi tra tutti gli altri condomini, come stabilito dall’art. 1126 del c.c., sempre che il danno non sia dovuto esclusivamente a fatti imputabili ad una cattiva condotta del condomino proprietario.

 

Nel momento in cui si intenda richiedere il risarcimento dei danni subiti a causa di infiltrazioni per difetto di manutenzione dal lastrico solare di un edificio condominiale e l’esecuzione dei lavori necessari all’eliminazione di dette cause, il proprietario dell’appartamento danneggiato deve, in ogni caso, presentare la domanda di risarcimento all’amministratore del condominio, anche se l’infiltrazione provenga da un lastrico solare non di uso condominiale ma di uso esclusivo. Il proprietario o titolare dell’uso esclusivo del lastrico, in tal caso, può essere citato in giudizio soltanto qualora causi impedimento all’esecuzione dei lavori di ripristino deliberati dall’assemblea condominiale.

 

Diversamente, laddove il danno da infiltrazione d’acqua ad un lastrico solare sia derivato da fatto illecito, come stabilito dal codice civile all’art. 2043, il proprietario dell’appartamento danneggiato deve richiedere il risarcimento dei danni direttamente al proprietario esclusivo della terrazza sovrastante e non può rivolgersi al condominio che resta estraneo anche ad un’eventuale contesa giudiziaria tra le due parti.

 

Nel caso, infine, di infiltrazioni attraverso soffiti o solai, compresi i balconi, intesi come prolungamento del solaio stesso, il proprietario del piano inferiore è legittimato ad agire nei confronti del proprietario del piano superiore, per il risarcimento dei danni subiti configurandosi per tali strutture, come stabilito dall’art. 1225 c.c., un compossesso da parte dei suddetti proprietari.

 

In ogni caso, qualora ci si trovi ad affrontare un problema di infiltrazioni d’acqua, è sempre buona norma rivolgersi a tecnici competenti per individuare e bloccare prontamente la causa del fenomeno e valutare la consistenza del danno e, successivamente, richiedere l’assistenza di un legale per intraprendere la richiesta di risarcimento dei danni nelle sedi opportune.

 

Riferimenti:

www.condominio.it

www.aduc.it

www.confabitare.it

 


ing. Mariano Guida

Articolo: Infiltrazioni d'acqua: responsabilità legale
Valutazione: 3.38 / 6 basato su 63 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
Commenta su Infiltrazioni d'acqua: responsabilità legale
Caratteri rimanenti
  • Dpapanice
    Sabato 31 Maggio 2014, alle ore 16:11
    Salve, ho subito un danno da infiltrazioni per una perdita nell'appartamento sopra il mio. La perdita ha rovinato un soffitto trattato con una spugnatura particolare (a mano) effetto cielo.L'amministratore ha coinvolto un perito che dopo il sopralluogo ha definito il danno da liquidarmi in ? 150,00, il preventivo che ho per ripristinarlo è più del triplo.Per la differenza posso rivalermi sul proprietario dell'appartamento ?Oppure su chi ?
    rispondi al commento
  • 9careca
    Martedì 25 Marzo 2014, alle ore 12:05
    O nel caso come posso agire per risolvere il problema? l'umidità rende la casa non abitabile ed inoltre vorrei risolvere il problema in maniera permanente evitando spiacevoli scontri col vicinato.
    rispondi al commento
  • 9careca
    Martedì 25 Marzo 2014, alle ore 12:04
    Salve,ho acquistato da poco una soluzione indipendente che poggia su un muro di un vicino, quest'ultimo ha delle perdite che hanno causato nel tempo un'infiltrazione d'acqua lungo la parte alta della parete.Ho contattato un amico muratore che mi ha suggerito di sigillare la parete con una malta bicomponente.Il problema è che il vicino ha proibibito l'accesso al suo suolo.posso far lavorare il mio amico senza accedere al suolo del vicino?
    rispondi al commento
    • Pasquale 9careca
      Giovedì 27 Marzo 2014, alle ore 17:41
      Una premessa è d'obbligo: prima di affrontare l'intervento andrebbe eliminata la causa che lo genera, perchè qualsiati lavoro non ha una buona riuscita. Certo si può lavorare anche da un solo lato con le limitazioni oggettive che il caso pone. Il consiglio è di chiarire con il vicino il tipo di intervento con l'ausilio del Suo amico, magari si convince e fa un buon lavoro. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • 9careca Pasquale
        Giovedì 27 Marzo 2014, alle ore 18:01
        Il problema è proprio questo, l'infiltrazione d'acqua proviene proprio dal muro del vicino, e quest'ultimo si è rifiutato categoricamente di collaborare per il ripristino, giustificando che era in cattivi rapporti col proprietario precedente e che il problema non è suo, dal momento che la perdita fa più danni all'interno di un appartamento che in un cortile adiacente un giardino.al momento mi son rivolto ad un legale,speravo si potesse risolv.p
        rispondi al commento
  • Gianlucaesara
    Sabato 8 Febbraio 2014, alle ore 20:46
    Salve,abbiamo appena scoperto che nel muro dietro l'armadio della camera da letto, e per la precisione un muro esterno ci sono delle perdite di umidità, anzi se non si possa dire addirittura di acqua.ora ci troviamo con una puzza di muffa assurda in camera, la muffa ovviamente, e il pavimento sotto l'armadio con un dito di acqua con relativo danno all'armadio. siamo in affitto, a chi ci dobbiamo rivolgere proprietario o condominio?grazie.
    rispondi al commento
    • Pasquale Gianlucaesara
      Mercoledì 12 Febbraio 2014, alle ore 09:34
      Sicuramente al proprietario, che se la causa è di natura condominiale ne farà richiesta al Condominio. Da come, però, ha descritto il problema sebrerebbe "condensa" dovuta ad un pessimo isolamento termico della casa da Lei locata, che Le rendono precarie le condizioni di vivibilità degli ambienti. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Andrea
    Lunedì 6 Gennaio 2014, alle ore 15:17
    Salve, sono proprietario di un terrazzo che copre l'abitazione di un altro condominio.
    Negli anni mi è stato fatto notare che il terrazzo perdeva e sono ogni volta prontamente intervenuto per risolvere il problema anche se dette infiltrazioni, a detta del perito, non erano causate dal mio terrazzo ma bensì da quello adiacente, logoro e completamente spaccato.
    In che modo si ripartiscono i danni all'abitazione sottostante?
    rispondi al commento
  • De Santana Rosangela
    Sabato 21 Dicembre 2013, alle ore 09:59
    Buongiorno, nel 2010 è stato rifatto il pavimento del balcone al piano soprastante il mio appartamento di proprietà.
    Dopo 2 anni sono cominciate infiltrazioni massicce d'acqua piovana che hanno causato umidità e la parete ha cominciato a scrostarsi.
    L'amministratore dice che dobbiamo dividere a metà le spese con il proprietario dell'appartamento soprastante in quanto il suo balcone funge da tetto alla nostra parete.
    Le cose stanno davvero così?
    rispondi al commento
    • Legale De Santana Rosangela
      Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 16:08
      Se il balcone è del tipo incassato, si.
      Diversamente (balcone aggettante) la spesa è solamente a carico del proprietario del balcone.
      rispondi al commento
  • Ugo Piana
    Venerdì 20 Dicembre 2013, alle ore 17:42
    Casa con solo due appartamenti.
    Io abito al piano terra e nella cantina e nel patio di mia proprietà ci sono infiltrazioni d'acqua.
    Sono almeno tre anni che lo dico al proprietario del piano superiore senza ottenere risposte.
    Chi deve pagare i lavori di ripristino per eliminare le cause?
    Le scale e il terrazzo da cui i periti hanno stabilito provengono le infiltrazioni sono di esclusiva proprietà del padrone del piano superiore.
    rispondi al commento
    • Legale Ugo Piana
      Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 15:58
      Per quanto ci scrive, visto la resistenza del suo vicino, varebbe la pena rivolgersi ad un legale per chiedere il giusto dovuto eventualmente anche per via giudiziaria.
      rispondi al commento
  • Alberto
    Venerdì 6 Dicembre 2013, alle ore 15:26
    Buongiorno, ho acquistato da circa 6 mesi un appartamento con terrazzo.
    Qualche giorno fa la proprietaria del box sottostante mi ha comunicato che nel suo locale vi è una perdita di acqua.
    Qualora la responsabilità non fosse imputabile al bocchettone condominiale, ma ad infiltrazioni e/o danni della mie condutture etc etc, il risarcimento del danno a chi spetta?
    Interamente a me?
    Posso rivalermi sul vecchio proprietario per vizio occulto?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Alberto
      Martedì 10 Dicembre 2013, alle ore 11:57
      Se può dimostrare che la rottura esisteva già prima della vendita si.
      Altimenti no.
      rispondi al commento
      • Alberto Legale
        Martedì 10 Dicembre 2013, alle ore 13:42
        Grazie.
        Le spese del rifacimento terrazzo come vanno ripartite?
        Tutto a carico mio, o posso far valere l'art. 1126.
        rispondi al commento
        • Legale Alberto
          Venerdì 13 Dicembre 2013, alle ore 12:50
          Potrebbe essere una spesa condominiale come solamente a carico suo, dipende dalla conformazione del palazzo.
          Il terrazzo copre solo un appartamento?
          Spesa a carico suo.
          I terrazzo copre tutto l'edificio e lei ne ha l'uso esclusivo?
          Potrebbe essere applicabile l'art. 1126 c.c.
          rispondi al commento
  • Stefania
    Lunedì 2 Dicembre 2013, alle ore 20:49
    Salve, se un'infiltrazione, trascurata da oltre un anno dal mio vicino del piano sotto (un bar) e poi coperta da pannelli di legno per nasconderla, senza che mai io ne abbia avuto notizia, produce un danno grosso ai muri e alla mobilia, sono responsabile e devo pagare tutto io(anche l'indennizzo chiusura per lavori?).
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Stefania
      Giovedì 5 Dicembre 2013, alle ore 17:27
      Il responsabile deve sempre pagare il danno ma il comportamento del danneggiato fa si che il risarcimento sia ridotto (Art. 1227 c.c.)
      rispondi al commento
  • Neriene
    Lunedì 2 Dicembre 2013, alle ore 17:28
    La parete di casa nostra confina con la parete di un'altra proprietà disabitata da tempo.
    A causa dello stato di rovina di quest'ultima si è creata una forte infiltrazione d'acqua in casa nostra.
    Occorre intervenire per risolvere il problema dell'infiltrazione e poi ripristinare la parete di casa fortemente deteriorata per via dell'acqua.
    A cosa sono tenuti per legge i proprietari della casa in rovina?
    Abbiamo diritto al risarcimento danni?
    rispondi al commento
    • Legale Neriene
      Giovedì 5 Dicembre 2013, alle ore 17:21
      Si, avete diritto al ripristino ed al risarcimento dei danni.
      Se non v'è accordo bonario, bisogna agire per via legale.
      rispondi al commento
  • Iris
    Domenica 1 Dicembre 2013, alle ore 15:12
    Buondì, volevo sapere cm muovermi in merito ad un'infiltrazione che da più di 1 mese mi sta rovinando 1 parete (in verticale) del mio monolocale di proprietà, macchiando di giallo, alzando l'intonaco ed emanando cattivo odore.
    Io abito al 4 piano di 1 condominio di 5 piani.
    L'impresa ha diagnosticato 1 danno da cavillatura passante e sgretolamento dell'architrave della finestra vicino all'infiltrazione.
    Come posso velocizzare la riparazione?
    Ho diritto al risarcimento?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Iris
      Mercoledì 4 Dicembre 2013, alle ore 13:18
      Se la causa del danno proviene da una parte comune deve agire contro il condominio.
      Per veloccizare deve mettere in mora il resposnabile chiedendo ripristino e danni.
      rispondi al commento
  • Sandro
    Mercoledì 20 Novembre 2013, alle ore 18:40
    Subisco annualmente (da circa 5 anni) danni nel soffitto del mia bagno per infiltrazioni provenienti dal bagno dell'appartamento sovrastante.
    Ogni volta mi re-imbiancano il bagno (paga il vicino tramite sua assicurazione), ma non esegue mai la ricerca del danno, per evitare di rompere le mattonelle.
    Come posso obbligarlo a far eseguire i lavori e sanare la perdita una volta per tutte?
    rispondi al commento
    • Legale Sandro
      Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 08:40
      Gli mandi una lettera di messa in mora per chiedere formalmente la definitiva risoluzione del problema ed in caso di assenza di soluzione, si rivolga ad un legale per valutare la migliore azione.
      rispondi al commento
  • Lordi
    Lunedì 18 Novembre 2013, alle ore 23:05
    Un anno fa abbiamo avuto una forte infiltrazione d'acqua dal terrazzo condominiale.
    A Gennaio l'assemblea ha deliberato dei lavori di manutenzione straordinaria tra cui anche il rifacimento del terrazzo ma, ad oggi, i lavori non sono ancora partiti: l'amministrat non ha raccolto tutto il denaro necessario e trattiene il mio acconto.
    Noi abbiamo ritinteggiato le stanze sostenendone le spese.
    Cosa devo fare per farmi risarcire?
    rispondi al commento
    • Legale Lordi
      Mercoledì 20 Novembre 2013, alle ore 10:00
      Mandare una lettera di messa in mora ed eventualmente iniziare un'azione legale.
      rispondi al commento
  • Biagiom
    Sabato 16 Novembre 2013, alle ore 13:33
    Salve, ho un problema con umidità sul pavimento in camera soprastante ai garage condominiale aperti.
    Come mi devo muovere per risolvere il problema?
    Dato che in interno posso nuotare sul pavimento e chi deve pagare per creare un cappotto al soffitto garage?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Biagiom
      Mercoledì 20 Novembre 2013, alle ore 09:22
      Se la causa proviene sicuramente dai garage il probolema dev'essere risolto dal condominio.
      rispondi al commento
  • Umidita Pavimento Camera
    Venerdì 15 Novembre 2013, alle ore 19:02
    Buonasera, ho umidità di risalita in camera da letto soprastante i garage aperti condominiali e quindi mi crea uno scambio di calore causando la fastidiosa umidità sul pavimento e tutto il resto chi deve provvedere a risolvere il problema?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Giuliana
    Giovedì 14 Novembre 2013, alle ore 21:23
    Buonasera, l'appartamento sottostante al mio ha avuto danni da infiltrazioni d'acqua provenienti dal marciapiede esterno alla mia abitazioni, marciapiede di cui ho l'uso esclusivo.
    Le infiltrazioni sono dovute ad un vizio di costruzione.
    Chi deve pagare i lavori di totale rifacimento del marciapiede?
    Per millesimi?
    rispondi al commento
    • Legale Giuliana
      Lunedì 18 Novembre 2013, alle ore 09:11
      I lavori devono essere pagati dal proprietario del marciapiede e se è il condominio in base ai millesimi di proprietà.
      rispondi al commento
  • Enrico
    Giovedì 14 Novembre 2013, alle ore 15:17
    Salve, circa 8 anni fa c'è stata un'infiltrazione d'acqua dall'appartamento che sta sopra il mio.
    Non c'è stato nessun accertamento databile e di responsabilità, solo un accordo verbale di risarcimento danni.
    Posso dopo tutto questo tempo richiedere in via giudiziale il risarcimento se il vicino si rifiutasse?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Enrico
      Lunedì 18 Novembre 2013, alle ore 09:07
      Se c'è un accordo scritto di riconoscimento del danno il proprietario del bene deve pagare.
      In ogni caso l'azione di prescive in cinque anni che se c'è l'accordo dovrebbero essere fatti decorrere da questa data.
      Uso il condizionale perché rispondo in linea teorica senza esame della documentazione.
      rispondi al commento
      • Enrico Legale
        Sabato 21 Dicembre 2013, alle ore 14:19
        Grazie per la risposta, volevo chiederLe se visto che il danno riguarda solo la sostituzione della carta da parati di una parete e che la stessa carta non è più in commercio, posso farmi rivestire tutta la stanza con una carta da parati di mio piacimento e simile valore o devo partecipare anche io alla spesa totale?
        Grazie anticipatamente per la risposta.
        rispondi al commento
        • Legale Enrico
          Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 16:17
          Lei può ottenere il risarcimento del danno e basta.
          In termini concreti, se dal risarcimento (rivestimento con nuova carta per tutta la stanza) deriva un beneificio maggiore, deve partecipare alla spesa.
          rispondi al commento
  • Ellis
    Lunedì 11 Novembre 2013, alle ore 14:39
    Buongiorno, garage sotto al mio giardino ha evidenziato infiltrazioni d'acqua.
    E' stata rimossa tutta la terra e controllata la guaina: tutto ok.
    Il mio giardino scarica l'acqua in quello condominiale.
    E' emerso che da là l'acqua corre lungo il muro fino a trovare un passaggio sotto al solaio e quindi al garage.
    Chi paga i lavori di scavo nel mio giardino ed il ripristino dello stesso?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Ellis
      Lunedì 11 Novembre 2013, alle ore 18:43
      Invii una raccomandata specificando di verificare con urgenza la situazione e riservandosi ogni azione utile alla tutela dei suoi diritti.
      rispondi al commento
  • Diego
    Sabato 9 Novembre 2013, alle ore 18:55
    Buongiorno.
    Da qualche settimana, nel garage si sono formate delle macchie di umidità che si alzano da terra, per tuta la lunghezza del muro.
    Sembra che l'acqua entri dall'esterno in quanto la guaina di impermealizzazione risulta rovinata.
    Ho inviato una mail di segnalazione all'amministratore per l'attivazione della polizza.
    Sono già passati una decina di giorni ma non ho ancora ricevuto risposta.
    Quali comportamenti o azioni mi consigliate?
    rispondi al commento
  • Luisa
    Mercoledì 6 Novembre 2013, alle ore 11:28
    Ho subito dei danni a causa di una perdita d'acqua dall'appartamento superiore al mio in cui sono stati effettuati lavori di ristrutturazione.
    Il proprietario sostiene che è responsabile l'idraulico che ha effettuato i lavori, il quale mi ha fatto avere tramite sua assicurazione un'offerta di risarcimento ridicola.
    Chi è tenuto a risarcirmi il danno che ho subito?
    rispondi al commento
    • Legale Luisa
      Mercoledì 6 Novembre 2013, alle ore 17:36
      In linea di principio potrebbero essere responsabili in solido.
      Ad ogni buon conto lei deve agire contro il proprietario perché il danno viene da casa sua, starà a lui, se vuole, rivalersi sull'idraulico.
      rispondi al commento
  • Luigi
    Martedì 5 Novembre 2013, alle ore 09:15
    Buongiorno, sono titolare di un salone di parrucchiera appena ristrutturato, ho notato che sul soffitto è apparsa una grandissima macchina gialla con rigonfiamento della vernice.
    Sicuramente cè una perdita dal piano superiore, chi deve intervenire, il proprietario dei muri del salone o l'amministrazione del condominio.
    Ho fatto scrivere dal mio legale ma nessuno ha risposto alla missiva.
    rispondi al commento
    • Legale Luigi
      Martedì 5 Novembre 2013, alle ore 18:08
      Deve intervenire il proprietario dell'appartamento dal quale provengono le infiltrazioni o l'amministratore se provengono da parti comuni.
      rispondi al commento
  • Paolo
    Mercoledì 23 Ottobre 2013, alle ore 15:18
    Salve, io abito in una palazzina di 4 unità senza amministratore, io sono al piano terra, il mio vicino che abita sopra di me ha delle infiltrazioni d'acqua quando piove o nevica dal suo balcone e sotto c'è la mia cameretta.
    Lui non vuole pagare, questo problema si è verificato fin da subito quando ho comprato casa circa 12 mesi fà.
    Io vorrei sapere se mi devo rivolgere al mio vicino, o a chi me l'ha venduta, visto che il problema era già esistente.
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Salvatore
    Lunedì 21 Ottobre 2013, alle ore 20:19
    Quando viene causato un danno parziale (ingiallimento del soffitto e di una parete) l'assicurazione ha il dovere di risarcire il danno causato o la tinteggitura completa della stanza?
    rispondi al commento
    • Legale Salvatore
      Mercoledì 23 Ottobre 2013, alle ore 15:15
      Se è previsto dalla polizza il dovere si ferma al risarcimento del danno.
      rispondi al commento
  • Gennaro
    Domenica 20 Ottobre 2013, alle ore 12:09
    Abito in condominio di 6 scale.
    Si è verificato un danno per infitrazione d'acqua al condomino dell'ultimo piano, provocato dal lastrico di un'altra scala.
    Da tener presente che tutti i lastrici sono di uso esclusivo.
    Il nostro amministratore ha coinvolto tutta la nostra scale a far causa all'altra scala.
    Io personanalmente ritengo che solo la verticale che ha ricevuto il danno deve partecipare Riferendomi all'art.1126 del c.c
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Fabio
    Sabato 19 Ottobre 2013, alle ore 02:49
    Buongiorno, la mia abitazione ha subito ingenti danni a causa della risalita di acqua dalla chiostra condominiale e volevo sapere se per legge, a fronte di una perizia di salubrità ambientale della Asl, il condominio abbia l'obbligo di pagare un alloggio sostitutivo.
    Ho una figlia di due mesi e mezzo e le muffe in casa non sono il massimo.
    rispondi al commento
    • Legale Fabio
      Lunedì 21 Ottobre 2013, alle ore 12:15
      Il condominio ha l'obbligo di risarcirle tutti i danni che ha subito e sta subendo a causa dell'infiltrazione
      rispondi al commento
  • Luisa
    Giovedì 17 Ottobre 2013, alle ore 13:15
    A causa delle infiltrazione d'acqua derivanti da una perdita nel mio bagno, il vicino del piano di sotto ha subito dei danni al soffitto del suo bagno.
    Gli ho offerto di ripristinare a mie spese e mandargli il mio muratore.
    Ma lui ha rifiutato: ha detto che vuole i soldi, perchè il lavoro tanto glielo fa il figlio gratuitamente.
    E' lecita questa cosa?
    rispondi al commento
    • Legale Luisa
      Giovedì 17 Ottobre 2013, alle ore 20:33
      Sta al vicino scegliere il rimedio.
      rispondi al commento
  • Monica
    Lunedì 14 Ottobre 2013, alle ore 22:42
    Salve, vorrei sapere un parere su un muro confinante con la mia vicina.
    Io ho un terrazzone e il muro di confine ha delle perdite di acqua che mi sta rovinando tutto il mio suolo.
    Chi deve pagare visto che la vicina non vuole farlo?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Monica
      Mercoledì 16 Ottobre 2013, alle ore 12:55
      Bisogna capire da dove provine l'infiltrazione per addebitare la relativa responsabilità.
      rispondi al commento
  • Jiancor
    Giovedì 10 Ottobre 2013, alle ore 17:58
    Il mio problema è che il condomino del piano superiore, pur riconoscndo la perdita d'acqua e quindi il formarsi di una macchia umida, invece di rompere il pavimento, ha deciso di non utilizzare la doccia (che causa la perdita), e secondo lui la questione è chiusa.
    Se non compare piu' la macchia ,il problema non sussiste.
    Adesso mi domando siccome sono intenzionato ad agire per vie legali, un giudice puo costringerlo ad effettuar i lavori?
    rispondi al commento
    • Legale Jiancor
      Lunedì 14 Ottobre 2013, alle ore 17:22
      Si, può condannarlo al risarcimento ed alla riparazione.
      rispondi al commento
  • Tedesco Graziano
    Giovedì 10 Ottobre 2013, alle ore 07:25
    A chi devo chiedere i danni da me avuti per una perdita d'acqua del piano superiore al padrone di casa o agli affittuari?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Tedesco Graziano
      Giovedì 10 Ottobre 2013, alle ore 12:15
      Se si tratta di tubature al padrone di casa.
      rispondi al commento
  • Jiancor
    Martedì 1 Ottobre 2013, alle ore 14:32
    Come comportarsi se non vengono eseguiti i lavori per infiltrazioni d'acqua, dal piano superiore a quello inferiore?
    rispondi al commento
    • Legale Jiancor
      Martedì 1 Ottobre 2013, alle ore 16:13
      Facendo causa e chiedendo anche il risarcimento del danno.
      rispondi al commento
    • Bruno Jiancor
      Mercoledì 2 Ottobre 2013, alle ore 12:37
      Anch'io ho un problema di infiltrazioni d'acqua dal piano superiore, il proprietario che ha ristrutturato il bagno non vuole rompere perchè dice che è tutto nuovo e in garanzia.
      Come posso obbligarlo visto che non è d'accordo?
      L'amministratore gli ha parlato ma la cosa non si è risolta.
      Grazie.
      rispondi al commento
      • Legale Bruno
        Venerdì 4 Ottobre 2013, alle ore 17:46
        Se la questione non si risolve bonariamente deve fargli causa.
        rispondi al commento
  • Bertacchi Sergio
    Lunedì 30 Settembre 2013, alle ore 15:23
    Ho il contatore dell'acqua dentro casa, ho riscontrato una grossa perdita nel muro prima del contatore.
    In caso di riparazione chi deve pagare i danni?
    rispondi al commento
    • Legale Bertacchi Sergio
      Martedì 1 Ottobre 2013, alle ore 09:49
      Se i danni dipendono dal suo contatore, paga lei.
      Altrimenti chi l'ha causato.
      rispondi al commento
  • Iole
    Lunedì 30 Settembre 2013, alle ore 13:41
    Buongiorno, abito all'ultimo piano di un condominio di 6 piani.
    Sopra vi è un lastrico solare/terrazzo di proprietà condominiale.
    Ho da tempo delle gravi infiltrazioni ogni volta che piove.
    Come devo fare per chiedere il risarcimento dei danni e la riparazione del soffitto di casa?
    Cordiali Saluti.
    rispondi al commento
    • Legale Iole
      Martedì 1 Ottobre 2013, alle ore 09:45
      Deve inviare una lettera di messa in mora al condominio, chiedendo la riparazione ed il risarcimento ed agendo per vie legali se non li ottiene.
      rispondi al commento
  • Bruno
    Martedì 24 Settembre 2013, alle ore 16:07
    Da tempo, in occasione di temporali a scroscio, dal tubo condominiale delle acque piovane fuoriesce acqua che talvolta allaga il mio garage situato nel sotterranero dello stabile.
    Da una video ispezione risulterebbe qualche problema al tubo all'altezza del 3 piano, probabilmente una rottura o sganciamento della saldatura.
    Mi chiedo se il condomnio é obbligato alla riparazione e se le spese sono coperte dalla polizza assicurativa.
    rispondi al commento
    • Legale Bruno
      Mercoledì 25 Settembre 2013, alle ore 11:33
      Quanto all'assicurazione bisognerebbe leggere le condizioni di polizza ma ciò non toglie che il condominioi sia obbligato a riparare e risarcire il danno.
      rispondi al commento
  • Marica
    Venerdì 30 Agosto 2013, alle ore 20:14
    Abito al primo piano e in corrispondenza del mio bagno, nell'androne condominiale c'è una perdita.
    Dopo aver testato che lasciando tutti i rubinetti aperti del mio bagno non usciva acqua di sotto, poichè la perdita si è ripresentata e non sanno da cosa derivi vogliono spaccare in casa mia.
    Come posso tutelarmi?
    rispondi al commento
    • Arch.oliva Marica
      Lunedì 2 Settembre 2013, alle ore 10:17
      Per Marica: Prima di intervenire a caso in maniera traumatica all'interno della sua abitazione, le consiglio di far effettuare un indagine della perdita mediante termocamera a raggi infrarossi.
      In seguito a tale indagine sarà possibile individuare con precisione la fonte della perdita e quindi intervenire con precisione.
      rispondi al commento
  • Goivanni
    Sabato 17 Agosto 2013, alle ore 15:15
    Buongiorno, abito in un piano rialzato di una palazzina di 2piani oltre al mio, l'amministratore oggi mi ha comunicato che nei box sottostanti cè una perdita dovuta all'intasamento del tubo della lavatrice che fuori esce dal solaio e si và acconguingere con l'altro inquilino affianco a me, poi i 2 tubi si uniscono in un solo tubo che fuori esce dallo stabile.
    Vi chiedo è possibile che in quel tubo da 100 scarico solo io?
    il palazzo ha 7anni.
    rispondi al commento
    • Pasquale E. Goivanni
      Domenica 18 Agosto 2013, alle ore 11:52
      Per Goivanni: Quando si parla di scarichi civili, nulla è dato per scontato.
      Oggi nel progettare edifici si pensa a tutto: dall'abbattimento del rumore all'isolamento termico, dalle fonti di energia alternative al riciclo dell'acqua piovana.
      Gli scarichi sono lasciati alle maestranze del cantiere che per facilitarsi il lavoro ne fanno di tutti i colori. Per rispondere alla Sua domanda: non mi meraviglierei di quanto Lei ha accertato.
      rispondi al commento
  • Lorenzo B.
    Lunedì 24 Giugno 2013, alle ore 13:00
    Ciao, sono in affitto transitorio (3 mesi) completamente arredato, inclusa lavatrice.
    Dopo averla usata per giorni,una volta, carico lavatrice ed esco, al ritorno trovo padrone di casa e amico in casa mia che asciugano bagno e camera.
    Lo sportello si è aperto ed il lavaggio è continuato.
    Chi è responsabile per le infiltrazioni (immediate) che ha ricevuto l'inquilino sottostante?
    AIUTATEMI.
    rispondi al commento
    • Pasquale E. Lorenzo B.
      Lunedì 24 Giugno 2013, alle ore 23:48
      Per Lorenzo B.: I casi da accertare sono due.
      1) Se, a seguito di verifiche, la lavatrice è risultata difettosa (lo sportello non si chiude ermeticamente) il risarcimento del danno procurato all'inquilino sottostante è a carico del proprietario;
      2) se, invece la lavatrice è risultata in buono stato (lo sportello chiude bene) il responsabile delle infiltrazioni e Lei che per la Sua superficiale condotta non ha effettuato tutte le verifiche del caso.
      rispondi al commento
      • Lorenzo B. Pasquale E.
        Mercoledì 26 Giugno 2013, alle ore 12:54
        Per Pasquale E.: Grazie, quindi devo far visionare la lavatrice da un tecnico?
        E se funziona con lo sportello aperto,si declina la mia responsabilità?
        Grazie.
        rispondi al commento
        • Pasquale E. Lorenzo B.
          Mercoledì 26 Giugno 2013, alle ore 19:28
          Per Lorenzo B.: Premesso che Lei deve avere un apparecchio perfettamente funzionante.
          Per accertare questo è opportuno che un tecnico qualificato verifichi lo stato dello sportello della lavatrice se è a perfetta tenuta.
          Nel caso risulti difettoso, Lei non ha colpe sull'accaduto che, ovviamente, ricadono sul proprietario per la mancata manutenzione dell'elettrodomestico messo a Sua disposizione.
          Diversamente sarà Lei responsabile.
          rispondi al commento
  • Alessandra M.
    Sabato 15 Giugno 2013, alle ore 17:11
    Buona sera, con la mia famiglia abitiamo in un podere a 2 piani, noi stiamo al 2' e abbiamo un balcone aggettante.
    Purtroppo questo balcone con l' età e l'intemperie ha provocato delle infiltrazioni d'acqua nell'appartamento sottostante di proprietà dello zio.
    Adesso dobbiamo riparare il balconcino e le spese sono a carico nostro ma, siccome parte del balcone fa da tettoia allo zio, deve partecipare in qualche modo alle spese?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Federica F.
    Venerdì 31 Maggio 2013, alle ore 17:41
    Il mio appartamento ha subito danni a causa di infiltrazioni dell'appartamento sovrastante.
    Il propietario dell'appartamento sovrastante ha dichiarato di aver sistemato il problema nel suo appartamento e vuole che i lavori di sistemazione del mio appartamento siano fatti dalla sua ditta, ma io non sono d'accordo.
    E' mio diritto in quanto parte danneggiata scegliere la ditta di mia fiducia?
    Come posso obbligarlo poi a pagare i lavori?
    rispondi al commento
  • Gabriella S.
    Venerdì 31 Maggio 2013, alle ore 10:45
    Nella mia cucina c'è una vistosa perdita che proviene dalla doccia sovrastante, fatta con mosaico di mattoelle che la proprietaria rifiuta di rompere asserendo che la riparazione deve essere fatta rompendo il mio soffitto.
    Invece, tutti gli idraulici dicono che si deve riparare rompendo la doccia e, solo se necessario, rompere il mio soffitto.
    rispondi al commento
  • Gabriella
    Venerdì 31 Maggio 2013, alle ore 10:19
    Il problema si aggrava se il condomino rifiuta di provvedere alla riparazione causando un progressivo deterioramento del soffitto.
    rispondi al commento
  • Salvatore Scuderi
    Mercoledì 24 Aprile 2013, alle ore 22:40
    Il proprietario di un appartamento, che ha subito il danno per infiltrazioni d'acqua dal tubo di scarico del bagno, dell'appartamento sovrastante di un condominio, è tenuto a concedere l'accesso agli operai per la riparazione del tubo rotto?
    rispondi al commento
    • Pasquale E. Salvatore Scuderi
      Sabato 27 Aprile 2013, alle ore 18:35
      Per Salvatore Scuderi: Ne è facoltà del proprietario danneggiato l'opportunità di far riparare il danno da soggetti non di propria fiducia. Viceversa, ripara il danno con una propria ditta di fiducia e si fa risarcire della spesa sostenuta, documentandone la natura e la tipologia dei lavori nelle forme più idonee, dalla proprietà sovrastante.
      rispondi al commento
  • Meta Valerio
    Martedì 16 Aprile 2013, alle ore 21:52
    Abito in un codominio da circa un anno ho delle infiltrazioni d'acqua nella camera da letto.
    Da un anno ho segnalato con numerose e-mail all' impresa costruttitrice (l'impresa ha finito di costruire l'immobile nel 2004), ma il geometra dell'impresa, dopo innumerevoli promesse di risolvere le cause delle infiltrazioni, ad oggi non ha fatto niente.
    Sopra il mio appartamento c'è una mansarda con due terrazzi.
    Vorrei chiedere cosa devo fare? Grazie.
    rispondi al commento
    • Pasquale E. Meta Valerio
      Mercoledì 17 Aprile 2013, alle ore 18:25
      Per Meta Valerio: L'impresa in sede contrattuale ha assunto una obbligazione decennale per i danni derivanti da una cattiva esecuzione, tra cui le infiltrazione da Lei lamentate. In considerazione dei fatti elencati, Lei deve inviare una raccomandata A/R, denunciando lo stato in cui versa, ravvisando gravi colpe e l'incuria in cui versa, intimando tempi di intervento e formalizzando la richiesta risarcitoria. Oltre c'è solo l'atto di citazione.
      rispondi al commento
  • Laura T.
    Sabato 6 Aprile 2013, alle ore 19:45
    Salve, sono all'ultimo piano di un condominio e verso gli inizi di dicembre 2012 ho riferito all'amministratore di avere delle infiltrazioni e disse avrebbe preso provvedimenti. Mandò un geometra ma arrivò solo a marzo, ora ho il soffitto del bagno e la parete che peggiorano continuando a cadere,poi ora ho anche soffitto sala più pareti corridoio. Non sono ancora intervenuti nonostante sollecitazioni. Cosa posso fare?
    Posso chiedere risarcimenti?
    rispondi al commento
    • Pasquale E. Laura T.
      Lunedì 8 Aprile 2013, alle ore 16:01
      Per Laura T.: In questi casi la forma verbale o di cortesia non va mai usata. La denuncia delle infiltrazioni ed i relativi danni subìti vanno fatti per iscritto ed indirizzati all'Amministratore del Condominio a mezzo raccomandata con avviso, ravvisando gravi colpe di negligenza ed incuria, dettando i tempi di intervento e formalizzando la richiesta risarcitoria direttamente o riservandosi la quantificazione economica in un momento successivo.
      rispondi al commento
  • Teresa Pellitteri
    Lunedì 11 Marzo 2013, alle ore 17:11
    L'inquilino sottostante al mio appartamento, ha un infiltrazione d'acqua nel tetto della sua cucina. Ho chiamato i muratori per verificare e hanno rotto sotto il lavello della cucina e la doccia per vedere se si erano rotti i tubi o gli scarichi, ma il danno non proviene dal mio appartamento. Volevo sapere se il danno non è causato dal mio appartamento ma di un altra fonte chi mi dovrà risarcire i danni che io ho subito?
    rispondi al commento
    • Pasquale E. Teresa Pellitteri
      Martedì 12 Marzo 2013, alle ore 11:12
      Per Teresa Pellitteri: Se la condotta da cui proviene l'infiltrazione è di natura condomiale il danno da Lei subìto per l'accertamento e la rottura è a carico del Condominio.
      Se, invece, la perdita è dovuta a tubazioni private (scarichi, adduzioni, ecc.) i relativi danni sono a carico di chi nè è proprietario.
      rispondi al commento
  • Franca De Nigris
    Domenica 3 Marzo 2013, alle ore 19:47
    Salve! Noi da circa due anni abbiamo muffa sul soffitto...che ora sta aumentando.
    Siamo al secondo piano ed ultimo piano di un condominio di dodici anni.
    L'amministratore ci ha detto che richiama la ditta di costruzioni, se non ha risposta convoca un'assemblea straordinaria per decidere il da farsi e capire se gli altri condomini sono disposti a partecipare alle spese.
    Quali sono i miei diritti?
    Grazie
    rispondi al commento
  • Luca
    Giovedì 28 Febbraio 2013, alle ore 00:17
    Il proprietario dell'appartamento sovrastante il mio ha effettuato dei lavori e mi ha arrecato notevoli danni, ancora non risolti, per i quali gli ho fatto causa.
    In corso di causa è però defunto e la moglie ha venduto a una S.r.l.
    Premesso che il mio avvocato ha citato tutti, mi chiedo chi sarà effettivamente tenuto al risarcimento e soprattutto se almeno dopo il giudizio di primo grado potrò ottenere una cauzione o un pignoramento dell'immobile.
    rispondi al commento
    • Legale Luca
      Giovedì 28 Febbraio 2013, alle ore 15:13
      Per Luca: vista la specificità del caso le conviene risolvere questi dubbi con il suo legale che ha tutta la vicenda sottocontrollo.
      rispondi al commento
  • Patella Stefania
    Giovedì 21 Febbraio 2013, alle ore 15:26
    A chi spetta l'onere della riparazione del controsoffitto esistente nel mio locale che è stato rotto per riparare una tubazione condominiale?
    Grazie, cordiali saluti.
    rispondi al commento
  • Francesco Di Conza
    Domenica 10 Febbraio 2013, alle ore 19:21
    Sono trascorsi due anni, la mia casa peggiora sempre più a causa di infiltrazioni di acque meteoriche, in quanto a confine con il mio fabbricato vi è una piazzetta comunale in sterrato e la pendenza viene proprio verso la facciata del mio immobile, ho avuto contatti con l'ingegnere comunale addetto ai lavori pubblici e fa sempre orecchio da mercante, come posso agire contro il comune?
    rispondi al commento
    • Legale Francesco Di Conza
      Lunedì 11 Febbraio 2013, alle ore 17:27
      Per Francesco Di Conza: deve inviare al Comune competente una richiesta di risarcimento intimando il pagamento del medesimo e l'eliminazione della causa del danno.

      Per Daniele Chiappetta: si, è solo il proprietario (l'inquilino può agire solamente per le cose di sua proprietà).
      Se non c'è volontà di risarcire l'unica strada è quella dell'azione giudiziaria.
      rispondi al commento
  • Daniele Chiappetta
    Mercoledì 6 Febbraio 2013, alle ore 19:06
    Desidererei sapere se è solo il proprietario dell'appartamento danneggiato ad essere legittimato ad agire per i danni provocati dall'appartamento del piano superiore e, poi, come comportarsi quando il proprietario dell'appartamento del piano superiore ha provveduto soltanto a rimuovere le cause dell'infiltrazione d'acqua senza, tuttavia, provvedere a risarcire i danni prodotti a quello inferiore?
    rispondi al commento
  • Marinelli Roberto
    Martedì 5 Febbraio 2013, alle ore 07:48
    Ho un appartamento in uno stabile senza condominio costituito. Ho infiltrazioni di acqua piovana dal terrazzo dell'appartamento soprastante di proprietà di una persona che non lo abita e non vuole procedere.
    Come devo fare e a chi spettano i lavori di ripristino e le relative spese?
    rispondi al commento
  • Autuori Domenico
    Domenica 3 Febbraio 2013, alle ore 09:39
    Dal solaio della mia cucina provengono infiltrazioni d'acqua dal terrazzo sovrastante, a chi spettano i lavori di ripristino del lastrico solare?
    rispondi al commento
  • Da Pozzo Claudia
    Giovedì 31 Gennaio 2013, alle ore 08:54
    Salve, il mio appartamento è all'ultimo piano, da anni abbiamo una infiltrazione d'acqua dal soffitto della nostra camera da letto, i lavori fatti non hanno risolto niente, l'amministratore ha scelto la ditta senza presentare nessun preventivo all'assemblea, ha fatto solo rappezzi che non hanno portato a niente, non risolve il problema.
    Stiamo pensando di denunciare il condominio. Cosa dobbiamo fare per tutelarci?
    Abbiamo messo la casa in vendita.
    rispondi al commento
    • Legale Da Pozzo Claudia
      Giovedì 31 Gennaio 2013, alle ore 13:14
      Per Da Pozzo Claudia: vi conviene chiedere al condominio un risarcimento del danno e l'immediata riparazione delle parti comuni con avvertenza che in caso contrario agirete per le vie legali.
      rispondi al commento
  • Paolo Agopian
    Sabato 26 Gennaio 2013, alle ore 05:51
    I maggiori consumi addebitati a un inquilino a causa della rottura tra contatore e appartamento, a chi sono imputabili?
    All'inquilino affittuario o all'amministratore del condominio?
    Grazie, cordiali saluti.
    rispondi al commento
  • Laura
    Mercoledì 23 Gennaio 2013, alle ore 09:16
    Nel mio appartamento dovranno rompere il pavimento del bagno per cercare un tubo di competenza condominale che perde.
    L'amministratore dice che l'assicurazione copre come ricerca guasti solo il pezzo di pavimento sovrastante il tubo e non tutta la parte che si dovrà rompere per la ricerca.
    Come si procede per il risarcimento?
    Devo chiedere i danni al condominio o al muratore?
    Chi deve sistemare il pavimento?
    rispondi al commento
    • Legale Laura
      Giovedì 24 Gennaio 2013, alle ore 09:53
      Per Laura: il pavimento dev'essere sistemato dal condominio perché la rottura dello stesso è causato da una cosa di proprietà comune.
      rispondi al commento
      • Laura Legale
        Giovedì 24 Gennaio 2013, alle ore 16:22
        Per Avv. Alessandro Gallucci: Grazie per la risposta. In effetti anche io la pensavo così ma l'amministratore si ostina a dire che le mie supposizioni sono sbagliate!
        Mi sorge il dubbio che il condominio non abbia nella polizza assicurativa la ricerca guasti e che quindi dovrò chiedere il risarcimento danni. Comunque sia: posso pretendere un pavimento nuovo e non "rattoppato" come mi è stato proposto visto che non ho piastrelle di scorta?
        rispondi al commento
  • Daniele
    Domenica 20 Gennaio 2013, alle ore 20:31
    Buongiorno. Avrei bisogno di un chiarimento circa un danno da infiltrazione di acqua che una perdita nel mio bagno ha provocato al soffitto dell'appartamento sottostante il mio.
    Premetto che la responsabilità è mia e la causa è già stata individuata e risolta.
    A livello legislativo, sono tenuto alla tinteggiatura di tutto il locale sottostante oppure alla sola parte danneggiata (molto piccola rispetto all'intero soffitto).
    Grazie in anticipo
    rispondi al commento
  • Cristina
    Giovedì 10 Gennaio 2013, alle ore 00:33
    Vivo in un condominio di 3 appartamenti, non c'è amministratore.
    Abbiamo avuto una perdita immane di acqua da un tubo condominiale (a 40cm dal contatore generale).
    La spesa dei lavori di ripristino si è deciso di dividerla in 3 parti uguali ma un condomino si rifiuta di pagare la salatissima bolletta.
    Come ci si comporta in questi casi?
    Esiste qualche modo per obbligarlo a pagare?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Legale Cristina
      Giovedì 10 Gennaio 2013, alle ore 12:01
      Per Cristina: il condomino deve paghare e se si riufiuta si deve iniziare una pratica legale per il recupero del credito.
      rispondi al commento
  • Bruno
    Lunedì 17 Dicembre 2012, alle ore 20:27
    Non c'è condominio, sono case in centro storico, una accanto all'altra, vi sono delle infiltrazioni che passano da una casa all'altra attraverso i muri passando dal solaio del mio vicino.
    A chi devo richiedere i danni?
    Cosa devo fare se tutti fanno orecchie da mercante sono la bellezza di due e forse più anni che dura questa situazione.
    rispondi al commento
  • Vandel
    Sabato 15 Dicembre 2012, alle ore 14:45
    Ho risolto il problema con un'assicurazione,
    Vandel Skin.
    rispondi al commento
  • Daniela De Silvestri Dal Venezuela
    Domenica 2 Dicembre 2012, alle ore 18:41
    Buonasera; scrivo dal Venezuela, mio Padre ha un locale é il diritto di costruzione sopra un locale che appartiene a un fratello, in Italia.
    Mio padre vive in Venezuela. Suo fratello ha chiamato notificando che ha dei danni nell suo locale, e che mio padre deve ágare i danni.
    Mio padre non ha nessuna costruzione, soltanto il diritto a costruire su quell'area.
    La domanda é: corrisponde a mio padre pagare i danni del locale?
    Grazie e scusate il mio italiano, certamente mi spiego meglio in spagnolo.
    Vi saluta cordialmente Daniela De Silvestri (non conosco le leggi in Italia).
    rispondi al commento
  • Gabriella Giampietro
    Sabato 1 Dicembre 2012, alle ore 13:59
    Da più di un anno il sottonegozio di mia proprietà è completamente impregnato degli scarichi delle acque nere, da febbraio 2012 scrivo raccomandate, finalmente a fine ottobre hanno effettuato una videoispezione che mostra le rotture del tratto di tubatura condominiale alla fogna e la rottura del pozzetto fognario.
    A novembre si sono deliberati i lavori, ma nessuno li fa, l'amministratore dice che se non ha i fondi non è tenuto a fare i lavori.
    Problema tanti anni fa la facciata del palazzo "spanciò" furono fatti lavori di consolidamento.
    Tutta l'acqua che si sperde delava il terreno creando fosse.
    A chi devo fare la denuncia? Il condominio e l'amministratore sono un muro di gomma.
    Grazie
    rispondi al commento
  • Marta Gori
    Martedì 30 Ottobre 2012, alle ore 22:04
    Buongiorno, vorrei sapre quanto tempo si ha per fare causa ad un condomino per danni da infiltrazione di acqua.
    Ho chiesto il risarcimento al condomino ma non lo ha mai dato. Grazie
    rispondi al commento
  • Cristina
    Giovedì 18 Ottobre 2012, alle ore 20:33
    Una precisazione, ma se il danno non è causato da negligenza del proprietario ma per deterioramento dello stabile?
    Nel mio condominio infatti tutti i balconi si trovano più o meno nelle stesse condizioni.
    In questo caso come si procede? Grazie Cristina.
    rispondi al commento
  • Laura Marruccelli
    Domenica 14 Ottobre 2012, alle ore 23:13
    I danni provocati da una perdita d'acqua da un tubo non visibile da alcun appartamento, riguardano il proprietario dell'alloggio più prossimo al tubo succitato oppure il condominio?
    Grazie per la delucidazione. Laura
    rispondi al commento
  • Mersia
    Lunedì 13 Agosto 2012, alle ore 14:56
    A seguito dell'utilizzo di abbondante acqua nella ricostruzione della mia abitazione, il mio vicino di casa (muri attaccati) mi chiede il risarcimento danni. Premesso che la sua abitazione è priva di isolamento, oggi gode di quello che ho fatto io per mio uso, e che dal periodo di abbattimento e ricostruzione della mia abitazione ci sono stati diversi episodi atmosferici, acqua, neve, grandine che inevitabilmente si sono abbattuti in via diretta sul muro scoperto. Mi chiedo come posso tutelarmi? Quali sono gli obblighi del mio vicino di isolamento della sua abitazione? Su chi spetta la prova del nesso? grazie
    rispondi al commento
Notizie che trattano Infiltrazioni d'acqua: responsabilità legale che potrebbero interessarti
Maltempo, infiltrazioni e risarcimenti

Maltempo, infiltrazioni e risarcimenti

Con l?arrivo del maltempo non è rara la lamentela relativa alla formazione di macchie sulle pareti della propria abitazione
Infiltrazioni e responsabilità condominiale, che cosa fare?

Infiltrazioni e responsabilità condominiale, che cosa fare?

Infiltrazioni e responsabilità condominiale, ovvero che cosa poter fare quando si scopre che il danno all'appartamento proviene da parti condominiali
Danni da infiltrazioni

Danni da infiltrazioni

Tra i danni agli appartamenti, o alle parti comuni nei condomini, quelli lamentati più frequentemente sono i così detti danni da infiltrazioni d'acqua.
Decreto ingiuntivo contro il condominio? Si può opporre solo il condominio

Decreto ingiuntivo contro il condominio? Si può opporre solo il condominio

Nel caso in cui il condominio dovesse vedersi notificato un decreto ingiuntivo di pagamento, unico legittimato ad opporsi all'ingiunzione è l'amministratore.
Legge Pinto e poteri dell’amministratore

Legge Pinto e poteri dell’amministratore

I processi durano troppo rispetto a quanto dovrebbero?Nessun problema, le parti lese dalle lungaggini processuali possono far causa allo Stato per ottenere il risarcimento del danno
IMMOBILIARE
prezzi ristrutturazione
costi ristrutturazione
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE







SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Perdita impianto riscaldamento
      Perdita impianto riscaldamento...
      220.00
    • Collaudo tenuta tubazioni
      Collaudo tenuta tubazioni...
      275.00
    • Dynavox aux s audio splitter
      Dynavox aux s audio splitter...
      74.90
    • Rete antigrandine iride 2 larghezza
      Rete antigrandine iride 2 larghezza...
      1.89
    • Rete antigrandine iride 2 larghezza
      Rete antigrandine iride 2 larghezza...
      2.32
    • Rete antigrandine iride 2 larghezza
      Rete antigrandine iride 2 larghezza...
      3.29
    • Ricerca perdita gas
      Ricerca perdita gas...
      275.00
    • Ricerca perdita acqua
      Ricerca perdita acqua...
      220.00
    • Ricerca perdite
      Ricerca perdite...
      200.00
    • Detergente active clean
      Detergente active clean...
      27.00
    • Preventivo ricerca perdita
      Preventivo ricerca perdita...
      240.00
    • Ricerca perdita piscina
      Ricerca perdita piscina...
      660.00

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE