Come prevenire incendi domestici ed esalazioni nocive

NEWS DI Soluzioni progettuali
Piccoli accorgimenti quotidiani, installazione a norma e regolare verifica degli impianti di riscaldamento possono prevenire incidenti ed esalazioni pericolose.
02 Marzo 2016 ore 11:24

Perchè ha senso parlare di prevenzione degli incendi domestici?


Incendio domesticoSecondo alcune statistiche, ogni anno in Italia gli incendi domestici causano più o meno mille morti, moltissimi feriti e notevoli danni economici: sono quindi tra gli incidenti domestici più gravi, il cui rischio può tuttavia essere scongiurato prendendo alcune semplici precauzioni.
Tra i più pericolosi ci sono gli incidenti causati dal malfunzionamento di impianti dotati di generatori a gas o combustibili solidi che, oltre a incendi, possono procurare intossicazioni da monossido di carbonio e nei casi più gravi, anche vere e proprie esplosioni.

Molti principi di incendio sono anche dovuti a imprudenza, distrazione o a guasti di apparecchiature elettriche. Cerchiamo allora di capire quali comportamenti quotidiani adottare nelle principali stanze della casa e, non di minore importanza, impariamo a gestire in modo sicuro gli impianti con generatori a gas o combustibili solidi.


Prevenire gli incendi in cucina


Prevenire incendi in cucinaLa cucina è sicuramente tra gli ambienti domestici maggiormente esposti al rischio di incendio: è quindi consigliabile adottare alcune attenzioni supplementari, come ad esempio installare un rilevatore di fumo (molto utile se dovesse prendere fuoco l'olio di una padella lasciata momentaneamente incustodita) o tenere a portata di mano un piccolo estintore (ne esistono anche di dimensioni molto contenute, facilmente reperibili nei negozi di accessori per l'auto o di articoli per il fai-da-te).

È inoltre assolutamente fondamentale controllare la funzionalità dei vari elettrodomestici, tenendo conto dei seguenti fattori:

- acquistare solo piccoli elettrodomestici (tritatutto, frullatori, spremiagrumi, eccetera) forniti di marchio IMQ (si tratta di un marchio che garantisce la rispondenza degli apparecchi elettrici ai requisiti minimi di sicurezza previsti dalle normative europee);

- sostituire immediatamente i dispositivi elettrici con fili rovinati (cioè con il conduttore in rame esposto alla vista), prese rotte o parti bruciacchiate: questo è fondamentale per evitare sia il verificarsi di cortocircuiti (molto pericolosi perché spesso causa di incendio e/o gravi danni all'impianto elettrico), sia il pericolo di folgorazione durante l'uso dell'apparecchio;

- controllare la combustione dei fornelli a gas (verificando che la fiamma sia di colore blu) e pulire regolarmente gli ugelli di uscita del gas: una combustione imperfetta produce infatti fiamme di colore giallo piuttosto alte che, soprattutto all'accensione del fornello, potrebbero surriscaldare l'olio di cottura causando un principio di incendio.

Bisogna poi mettere in pratica alcuni semplici comportamenti, tra i quali:

- non appendere presine, strofinacci o utensili infiammabili (ad esempio di plastica) vicino ai fornelli, e non tenere materiali altamente infiammabili (fogli di carta, fiammiferi, bottiglie di alcolici) nelle immediate adiacenze del piano cottura: infatti, qualora dal fornello si sprigionassero fiamme alte, o una padella prendesse inavvertitamente fuoco, le fiamme troverebbero subito una facile via di propagazione;

- tenere sempre a portata di mano un coperchio: se una padella prende fuoco non bisogna assolutamente nè spostarla (le fiamme si propagherebbero ad altri oggetti), nè versarci sopra acqua (l'olio bollente schizzerebbe ovunque, con gravi rischi di ustione), ma viceversa soffocare le fiamme nel più breve tempo possibile;

- in caso di accensione del fornello con un fiammifero, passarlo brevemente sotto l'acqua prima di gettarlo nei rifiuti.


Prevenire gli incendi in soggiorno


Un'altra stanza della casa abbastanza critica per la prevenzione degli incendi domestici è il soggiorno: qui, infatti, spesso si concentrano molti apparecchi elettrici della casa, tra cui ad esempio il televisore, lo stereo, il lettore DVD, eccetera.

Prevenzione incendi soggiorno
Vediamo quindi alcuni accorgimenti:

- non nascondere fili elettrici sotto ai tappeti. infatti, alla lunga il calpestio potrebbe danneggiarli, e inoltre il danno resterebbe nascosto, favorendo il rischio di cortocircuiti o folgorazioni;

- non sovraccaricare le prese elettriche, attaccandovi troppi dispositivi: se necessario, usare solo ciabatte omologate;

- limitare l'uso di fiamme libere (ad esempio candele o lanterne) e di bastoncini di incenso: qualora invece si decidesse di usarli, sistemare la candela o il bastoncino in un portacandele non rovesciabile, e per maggiore sicurezza tenerlo lontano dal bordo di tavoli o mensole e appoggiarvi sotto un piatto di materiale non combustibile;

- quando si fuma una sigaretta, non buttare la cenere sul pavimento (soprattutto in presenza di tappeti, parquet o moquette) e posare la sigaretta accesa solo in un portacenere stabile;

- se si dispone di un caminetto, non sistemare davanti alla bocca da fuoco stoffe o materiali infiammabili (ad esempio tappeti o vecchi giornali) e impedire l'eventuale rotolamento della legna accesa con degli alari o meglio ancora una griglia di protezione;

- durante il periodo natalizio, utilizzare un albero di Natale e relative decorazioni di materiale ignifugo o autoestinguente; inoltre di notte e prima di uscire spegnerne le luci: il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco segnala infatti che proprio a dicembre si registra un aumento del numero di interventi dovuti a questo motivo.


Prevenire gli incendi in camera da letto


Anche per la camera da letto vale quanto già detto per il soggiorno e la cucina.
Tuttavia, è possibile aggiungere qualche altro consiglio specifico, come ad esempio:

- non fumare a letto: se ci si addormentasse con la sigaretta accesa o la stessa cadesse inavvertitamente nel letto, le braci potrebbero infatti incendiare cuscini e lenzuola;

- non coprire l'abat-jour del comodino con fazzoletti o altri indumenti: anche in questo caso, il calore generato dalla lampadina potrebbe causare un principio di incendio.


Verifiche periodiche dei generatori di calore


Il Nucleo Investigativo Antincendi di Roma, facente capo al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, ha di recente pubblicato una guida molto utile su Le cause d’incendio e/o esplosione nelle caldaie e generatori di calore in ambienti domestici.

La guida, a cura dell’ing. Michele Mazzaro, espone alcune riflessioni sulle cause di tali incidenti e sugli accorgimenti che si possono mettere in atto per prevenirli.

Prima regola da osservare è certamente l’esecuzione di controlli periodici dell’impianto, da affidare esclusivamente ad operatori qualificati.

Le verifiche sugli impianti si compongono di:
- manutenzione obbligatoria, detta anche revisione dell’impianto;
- controllo dell’efficienza energetica, detto anche prova fumi o bollino blu.

Cerchiamo di capire bene la differenza fra queste due ispezioni.

Controlli periodici caldaiaLa manutenzione della caldaia consiste nella pulizia del bruciatore, dello scambiatore di regolazione, sicurezza e controllo, nella verifica dal corretto ed efficiente scarico dei fumi. Questa operazione è da effettuare preferibilmente nella stagione in cui il riscaldamento è spento.

La prova fumi consiste invece nell’analisi dei fumi prodotti dalla combustione per verificare il rendimento, la concentrazione di monossido di carbonio e l’indice di fumosità.

Il primo intervento è obbligatorio per tutti gli impianti di riscaldamento, compresa la classica caldaia domestica con potenza inferiore a 35 kW. Il secondo è previsto per tutti gli impianti con potenza maggiore di 10 kW.

Gli esiti dei controlli vanno riportati su un apposito libretto. Per le caldaie con potenza da 4 a 35 kW il documento è chiamato libretto di impianto, mentre per gli impianti di potenza superiore si parla di libretto di centrale.

La mancata revisione e verifica fumi di una caldaia, oltre ad essere sanzionata, può portare a rischi molto gravi, come:

- fuoriuscita di gas, tale da provocare intossicazione o scoppio;

- formazione di monossido di carbonio, la più pericolosa perché si tratta di un gas senza odore. Può essere causata dall’intasamento dei tubi di scarico, oppure dal consumo di ossigeno in ambienti chiusi privi di idonea aerazione;

- incendio del combustibile, tipico con gasolio o kerosene;

- incendio causato da cortocircuiti nell’impianto elettrico della caldaia.


Esalazione sicura dei fumi delle caldaie a camera aperta


La mancanza di manutenzione, l’incuria e l’esecuzione di interventi senza la minima considerazione per la sicurezza, possono modificare pericolosamente il funzionamento dei sistemi di evacuazione dei fumi.

I VVFF hanno individuato il reflusso dei fumi negli ambienti come principale causa degli incidenti avvenuti in relazione alle canne fumarie delle caldaie a camera aperta.

Per tale motivo è stata introdotta una norma che prevede l’obbligo di dotare i generatori di calore con camera di combustione aperta di appositi sensori di reflusso dei fumi. Tuttavia si tratta di una norma recente e purtroppo molti apparecchi esistenti non ne sono ancora dotati.

Il problema non è affatto secondario perché, nonostante l’ampia diffusione di apparecchi a camera stagna che eliminano il problema, sono molti i generatori a camera aperta ancora presenti in Italia.

Prevenire gli incendi in casa dal  comignoloPerché avviene il reflusso dei fumi? Eventi frequenti sono l’ostruzione del camino per accidentalità, oppure l’errata installazione del comignolo, magari posto in un punto del tetto dove l’azione del vento provoca pressioni ed impedimenti alla corretta evacuazione dei fumi.

Il primo caso è certamente fuori controllo, mentre nel secondo caso il manutentore svolge un ruolo di particolare importanza per la prevenzione.

Ulteriore causa di cattivo tiraggio del camino di generatori a camera aperta è la presenza di altri apparecchi che producono un tiraggio contrario rispetto a quello del generatore in questione. Parliamo di caminetti e di elettro-aspiratori.

È fortemente sconsigliata dai VVFF l’installazione di generatori a camera aperta non solo nelle medesime stanze, ma anche nelle medesime unità abitative dove sono presenti aspiratori elettrici o caminetti. Se già presenti, se ne consiglia la sostituzione con generatori a camera stagna.

Camino molto vicino alle finestre può provocare incendi in casa
Molte poi sono le cause di incidenti domestici dovute ad una scorretta esecuzione del sistema di evacuazione dei fumi delle caldaie: errori nel collegamento di un generatore ad una canna fumaria collettiva, mancanza di un elemento di protezione dalla pioggia o altri agenti atmosferici (comignolo o torrino), scarichi a parete, scarichi in prossimità di finestre (come quello in foto), mancanza dell’intubamento della canna fumaria quando si passa da un generatore di tipo B ad un atro di tipo C, ecc.

In caso di dubbi su installazioni già avvenute, potrebbe essere utile la consulenza di un tecnico competente.


Esalazione sicura dei fumi di caminetti e stufe


Le cause più diffuse di incendio connesse a caminetti e stufe a legna sono:

- scarsa manutenzione, intesa come pulizia della canna fumaria;
- costruzione non realizzata a regola d’arte;
- combustione di materiali non convenzionali, come rifiuti solidi urbani, in particolar modo materie plastiche.

Stufe a legna
Nel corso di interventi di spegnimento, i VVFF rilevano spesso la presenza di canne fumarie molto sporche, con la sezione ostruita dai depositi della combustione.

La fuliggine è un ottimo combustibile. Una corretta manutenzione dovrebbe prevedere la pulizia della canna fumaria almeno una volta l’anno da personale specializzato.

L’inadeguatezza tecnica delle canne fumarie dei camini si riscontra soprattutto nel loro isolamento e riguarda paradossalmente di più le canne fumarie di recente costruzione.
Se l’isolamento non è curato correttamente, l’incendio interesserà non solo la canna fumaria come accadeva una volta, ma anche altre strutture della casa, in particolar modo il tetto.

Ricordiamo che il Codice del Camino prevede una distanza minima delle canne fumarie di 50 cm rispetto a materiali combustibili, come ad esempio travi in legno, assiti, moquette, ecc.

Altri difetti costruttivi diffusi sono la sezione insufficiente della canna fumaria, l’utilizzo di materiali che non sopportano le temperature delle esalazioni, la presenza di curvature e andamenti tali da rendere difficoltosa l’evacuazione dei fumi. In caso di dubbi su installazioni esistenti, è sempre consigliabile la consulenza di un tecnico.


Esalazione sicura dei fumi di caldaie a condensazione


Da qualche anno le caldaie esistenti obsolete sono sempre più spesso sostituite con caldaie a condensazione. Questo nuovo tipo di caldaia ha portato qualche novità relativamente alle canne fumarie e agli scarichi di condensa. Le novità vanno però gestite in sicurezza.

Caldaia condensazioneLe basse temperature dei fumi di una caldaia a condensazione permettono di utilizzare per le canne fumarie materiali plastici.

Si possono anche riutilizzare canne fumarie già esistenti in acciaio inox, ma non quelle in alluminio, che invece non resistono alle condense acide presenti nei fumi.

Altra novità rispetto alle caldaie tradizionali è lo scarico della condensa costituito da un tubo in plastica che deve essere convogliato negli scarichi fognari. In Italia per le caldaie sotto i 35 kW non è previsto alcun trattamento chimico della condensa prima di farla finire negli scarichi.

Tuttavia la condensa ha proprietà corrosive, soprattutto su vecchi tubi in piombo o grondaie in rame. Gli scarichi di questi materiali vanno dunque evitati o per lo meno utilizzati solo se si pone un neutralizzatore prima dell’ ingresso della condensa in fogna.

Per la sicurezza della caldaia a condensazione è poi importante verificare che lo scarico della condensa non avvenga in tubi convogliati all’esterno, magari piccoli e con poca pendenza. Questi elementi potrebbero provocare malfunzionamenti o danni alla caldaia.


Esalazione sicura dei fumi di stufe a pellets


Stufe a pelletsNelle stufe alimentate a pellets il processo di combustione è del tutto assimilabile a quello delle tradizionali stufe a legna. Affinché avvenga in condizioni ottimali e senza la produzione di monossido di carbonio, è necessario:

- avere una presa d’aria esterna nel locale in cui è collocata la stufa o vi sia una tubazione collegata alla stufa che prelevi l’aria di combustione direttamente dall’esterno;

- sia garantito l’allontanamento dei fumi di combustione mediante canna fumaria a norma, ossia un tubo con diametro 8 cm da installare a tetto in base alla norma UNI 10863 (la norma vieta dal 2012 gli scarichi a parete).

I VVFF tengono a specificare tali requisiti perché spesso si rilevano installazioni fai da te pericolose e del tutto fuori norma. L’installazione andrebbe invece effettuata da personale qualificato, provvedendo negli anni successivi a regolari interventi di manutenzione, così come avviene per le caldaie.

riproduzione riservata
Articolo: Incendi domestici, come prevenirli
Valutazione: 4.40 / 6 basato su 10 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Incendi domestici, come prevenirli: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Incendi domestici, come prevenirli che potrebbero interessarti
Differenze fra stufe, caldaie e termostufe a pellet

Differenze fra stufe, caldaie e termostufe a pellet

Gli impianti a pellet possono essere dotati di vari tipi di generatori, come le stufe, le caldaie e le termostufe, che hanno diverse modalità di funzionamento.
Riscaldamento con tecnologia pellet

Riscaldamento con tecnologia pellet

La semplicità di installazione e manutenzione delle stufe a pellet e l'uso del combustibile ecologico sono tra i principali punti di forza di tali generatori.
Stufe, termostufe e caldaie a pellet: la tecnologia del calore per risparmiare sui costi di riscaldamento.

Stufe, termostufe e caldaie a pellet: la tecnologia del calore per risparmiare sui costi di riscaldamento.

Stufe, termostufe, caldaie a pellet Ariel Energia: soluzioni in grado di garantire calore e benessere in casa per ambienti sani e confortevoli.
IVA per stufe a pellet

IVA per stufe a pellet

Come si applica l'aliquota IVA in caso di installazione di stufe a pellet all'interno di fabbricati ad uso abitativo di nuova costruzione o già esistenti.
Caratteristiche Pellet

Caratteristiche Pellet

La stufa a pellet è simile a quella a legno, per il riscaldamento degli ambienti, e impiega un combustibile solido, il pellet, considerato combustibile ecologico.
accedi al social
Registrati come Utente
276665 UTENTI REGISTRATI
Registrati come Azienda
21006 AZIENDE REGISTRATE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Lavor aspiracenere lavor poker 4 in 1
      Lavor aspiracenere lavor poker 4...
      92.60
    • Immergas victrix exa 24 erp
      Immergas victrix exa 24 erp...
      847.90
    • Fer ferroli caldaia ferroli divaproject a camera aperta 24 kw metano-gpl
      Fer ferroli caldaia ferroli...
      404.99
    • Universo faretto led ad incasso 1 watt mini spot punto luce tondo luce bianca 6500k calda 3000k e blu 220v
      Universo faretto led ad incasso 1...
      4.50
    • Sirge macchina per pasta fresca fatta in casa automatica e digitale impasta e produce la pasta pastamagic
      Sirge macchina per pasta fresca...
      99.99
    • Pro-form abs proform usa - + set di cavigliere con peso
      Pro-form abs proform usa - + set...
      27.92
    • Junkers bosch piastra di allacciamento acc 893-18
      Junkers bosch piastra di...
      97.00
    • Immergas kit fumi orizzontale excentrico Ø 60-100
      Immergas kit fumi orizzontale...
      55.00
    • Caldaia ferroli domitech f24 gpl completa di kit per scarico fumi
      Caldaia ferroli domitech f24 gpl...
      631.00
    • Junkers bosch kit fumi azb 916 per
      Junkers bosch kit fumi azb 916 per...
      65.00
    • Immergas caldaia a condensazione victrix tt 28
      Immergas caldaia a condensazione...
      1310.00
    • Biasi caldaia convenzionale a camera aperta kw
      Biasi caldaia convenzionale a...
      595.00
    • Midea italia comfee hs129cn1wh libera installazione orizzontale 102l a+ bianco congelatore - garanzia italia
      Midea italia comfee hs129cn1wh...
      108.23
    • Vidaxl set 6 coprisedie elastiche beige tessuto poliestere a coste
      Vidaxl set 6 coprisedie elastiche...
      38.99
    • Cat life tiragraffi per gatti albero grattatoio cuccia gatto parco giochi tira graffi vari colori 1011
      Cat life tiragraffi per gatti...
      33.76
    • Pannello led incasso slim 60 led 12w plafoniera faretto luce bianca 6500k soffitto
      Pannello led incasso slim 60 led...
      5.40
    • Imaginarium summerway acquacan;
      Imaginarium summerway acquacan;...
      4.95
    • Pannello solare sunerg hv300 300 lt
      Pannello solare sunerg hv300 300 lt...
      1.22
    • Immergas caldaia a condensazione victrix exa 24
      Immergas caldaia a condensazione...
      850.00
    • Biasi caldaia a condensazione da incasso rinnova
      Biasi caldaia a condensazione da...
      1199.00
    • Tecnogas kit coassiale Ø60-100 aspirazione-scarico a parete
      Tecnogas kit coassiale ø...
      25.00
    • Caldaia ferroli domitech f24 metano completa di kit per scarico fumi
      Caldaia ferroli domitech f24...
      631.00
    • Caldaia Savio a condensazione
      Caldaia savio a condensazione...
      781.00
    • Caldaia Vaillant  a condensazione
      Caldaia vaillant a condensazione...
      830.00
    • Ricambi aspirapolvere necchi filtro hepa aspirapolveri necchi
      Ricambi aspirapolvere necchi...
      8.50
    • Pannello incasso 15 led smd 3w plafoniera faretto luce bianca soffitto slim
      Pannello incasso 15 led smd 3w...
      2.70
    • L&c mobile porta tv con ruote a scomparsa supporto tv lcd plasma da 32 a 55 portata massima 35 kg colore nero - serie nobile - screen tower black
      L&c mobile porta tv con ruote...
      254.49
    • Cordivari radiatore scaldasalviette cordivari lisa 22 1160x45
      Cordivari radiatore...
      50.00
    • Art.190-g comò bombato bianco lucido 3 cassetti 120cm
      Art.190-g comò bombato...
      519.26
    • Duraline-mensola da parete, colore: argento, 38 x 60 x 23,5 cm
      Duraline-mensola da parete,...
      16.12
    • Caldaia Ariston a condensazione
      Caldaia ariston a condensazione...
      1069.00
    • Pompa di Calore Ibrida Rotex
      Pompa di calore ibrida rotex...
      7500.00
    • Pacchetto solare Natural Sol 200
      Pacchetto solare natural sol 200...
      1712.00
    • Ristrutturare casa Cogeart Campania
      Ristrutturare casa cogeart campania...
      285.00
    • Gruppo idronico Trio ErP
      Gruppo idronico trio erp...
      3970.00
    • Caldaia murale a condensazione Victrix Maior TT35
      Caldaia murale a condensazione...
      2231.00
integra
Cersaie
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Policarbonato online
  • Onlywood
  • Weber
  • Immobiliare.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Vimec
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Ceramica Rondine
MERCATINO DELL'USATO
€ 800.00
foto 3 geo Taranto
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 500.00
foto 3 geo Milano
Scade il 30 Settembre 2017
€ 68.00
foto 1 geo Udine
Scade il 10 Maggio 2018
€ 68.00
foto 5 geo Roma
Scade il 31 Agosto 2017
€ 90.00
foto 2 geo Catania
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 500.00
foto 6 geo Milano
Scade il 31 Dicembre 2017
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
97901
cookie

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.
ok