Impianti di riscaldamento, quale scegliere?

News di Impianti
Scegliere il tipo di impianto di riscaldamento più adatto alle proprie esigenze non è facile. Bisogna individuare la migliore scelta possibile e farla propria.
Impianti di riscaldamento, quale scegliere?
Arch. Raffaella Pierri

Scegliere quale tipo di impianto di riscaldamento sia più adatto alle proprie esigenze non è facile, perché ci sono variabili disparate da tenere in considerazione.

Ogni impianto, poi, ha pregi e difetti, non esiste la soluzione perfetta, bisogna solo individuare la migliore scelta possibile.


Caminetto, scelta classica e sempre attuale per il riscaldamento domestico


Caminetto classicoScegliere un impianto di riscaldamento basato sul camino è sicuramente una soluzione economica ed ecologica, esteticamente accattivante anche se piuttosto impegnativa, sotto quest'ultimo aspetto.

Il camino, infatti, è senza dubbio una presenza accentratrice all'interno di un ambiente, non sempre è dunque facile allestirvi intorno un arredamento che ne sottolinei l'importanza, ma che allo stesso tempo non lo sovrasti o, di contro, non scompaia schiacciato dalla sua presenza ingombrante.

Camino in ambiente modernoDal punto di vista della resa termica, però, questa è una delle soluzioni meno efficaci, senza contare la non sempre agevole manutenzione.

Sto parlando, evidentemente, del classico camino a legna.

Diverso è il discorso se si prende in considerazione il termocamino, che sfrutta l'energia termica di recupero per riscaldare l'acqua di alimentazione dell'impianto di riscaldamento per tutta l'abitazione.


Riscaldamento a pavimento


Riscaldamento a pavimentoIl riscaldamento a pavimento è il sistema attualmente più gettonato nelle nuove costruzioni, soprattutto quelle prefabbricate in legno in bioedilizia. Non solo.

L'attenzione verso questa tipologia di impianto si sta facendo sempre più viva anche in caso di ristrutturazioni.

Non mi dilungo sull'ottimo rapporto costi/benefici di una soluzione del genere, in quanto l'argomento è stato ampiamente trattato in più occasioni.

Mi basta solo ricordare che, per impianti del genere, la temperatura di esercizio è di 30°-35° circa, con un bel risparmio in termini di consumi energetici, senza contare gli ulteriori vantaggi, in questo senso, nel caso di sfruttamento di fonti energetiche alternative per alimentare tali impianti.

L'altro punto a favore, nel caso di impianto a pavimento, sta proprio nelle modalità di propagazione del calore, per irraggiamento, che permette una temperatura costante in tutto l'ambiente, senza effetto testa calda-piedi freddi che spesso accade con il classico sistema a radiatori a parete.

I termosifoni, infatti, basano l'effetto riscaldante sul sistema a convezione, per cui si formano dei moti convettivi continui che portano l'aria riscaldata verso l'alto, sostituita via via  da altra aria riscaldata, in maniera costante.

In questo modo la temperatura di esercizio, in questo caso, non può scendere al di sotto dei Impianto con radiatori70°, per assicurare almeno 20° di temperatura nella zona centrale dell'ambiente (in una linea di valori verticale) mentre ci saranno circa 24° nella zona del soffitto, con un evidente, notevole, spreco di energia, oltre ad un continuo movimento di polveri nell'aria.

Da non sottovalutare, tra l'altro, il vantaggio di avere le pareti libere da  poter arredare, senza ingombri, e la possibilità, grazie alle moderne tecniche di posa e ai nuovi sistemi e materiali adottati, di avere spessori minimi, molto utili in caso di ristrutturazioni.


Riscaldamento a parete o a battiscopa


Hekos. Impianto a battiscopaRappresentano una variante alternativa ai sistemi a pavimento.

Il riscaldamento a parete si basa sullo stesso principio di propagazione mediante irraggiamento, come nel caso del sistema a pavimento, ma è un po' più vincolante per quanto riguarda la posizione di eventuali mobili sulle pareti.

Il sistema a battiscopa è più economico rispetto ad un impianto a pavimento, ed è una scelta conveniente soprattutto in caso di ristrutturazione poco invasiva.

Dal momento che il principio di propagazione è sempre quello per irraggiamento, il calore riscalda la parete per poi essere ceduto all'ambiente, quindi anche in questo caso c'è qualche vincolo in più rispetto al tipo di arredamento da adottare.


Riscaldamento, con quale combustibile?


Stufa a legnaAnche il tipo di alimentazione, nel caso di scelta di un impianto di riscaldamento, implica una riflessione attenta, se vogliamo considerare il miglior rapporto costi/benefici a breve e a lungo termine.

Sia se parliamo di caldaia per alimentazione dell'impianto, sia se parliamo di caminetti o stufe, è ovvio che, a volte, un vantaggio di costo iniziale apparentemente conveniente si rivela nel tempo illusorio per gli alti costi di manutenzione o di esercizio, così come vale anche il contrario.

E' indubbio lo svantaggio economico di impianti con alimentazione a GPL o metano, rispetto a quelli alimentati a pellets o legna (sicuramente il tipo di combustibile più conveniente in assoluto).
Senza tenere conto della scelta estetica di un camino o una stufa a legna, con tutto il calore che ne deriva, (e non mi riferisco alla resa termica…).

Va considerato, però, lo svantaggio di una manutenzione piuttosto impegnativa, dovuta al fatto di dover pensare ad un luogo dove tenere la legna, all'azione continua (fisicamente parlando) di approvvigionamento del combustibile, ai lavori di pulizia che tale tipologia di impianto comporta.

Sicuramente, a parità di resa, un impianto a pellets risulterebbe più conveniente e sicuramente meno impegnativo.

PelletsNel caso di impianti per riscaldamento a pannelli radianti, l'ideale sarebbe scegliere quelli che sfruttano  energie alternative, per abbassare ulteriormente i costi di esercizio.

Anche l'uso di caldaie a condensazione può far risparmiare in maniera concreta, grazie alla maggiore resa termica data dal recupero del calore dei fumi.

Insomma, sono tanti gli argomenti da tenere in considerazione, l'importante è non fermarsi alla prima soluzione, magari quella che sembra la più ovvia e conveniente. Andate oltre, forse ce n'è un'altra che non avreste mai considerato perché sembrava la più costosa.

Articolo: Impianti di riscaldamento, quale scegliere?
Valutazione: 4.40 / 6 basato su 164 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 4
Commenta su Impianti di riscaldamento, quale scegliere?
Caratteri rimanenti
  • Mambo95
    Martedì 8 Settembre 2015, alle ore 10:57
    Ho installato una stufa a pellet.. voglio condividere con voi la soddisfazione di quando ho ricevuto, 15 gg fa, il prospetto con le rate condominiali da pagare.. non vi sto a spiegare la ripartizione, la sostanza è che lo scorso inverno ho risparmiato diverse centinaia di euro di riscaldamento!E vi segnalo un sito che mi aiuta: www.migliorpellet.comUnico neo del pellet, la manutenzione, bisogna abituarsi ad effettuare pulizie costanti
    rispondi al commento
  • Saturno71
    Mercoledì 1 Ottobre 2014, alle ore 13:58
    Buon giorno a tutti, io dovrei costruire una casa nuova, fra le altre cose mi trovo a dover decidere sul tipo di riscaldamento da usare, sono molto combattuto fra il radiante a pavimento con pompa di calore, radiante elettrico oppure a parete ad infrarossi, ad infrarossi sembrerebbe il più economico, ma ho molti dubbi sulla reale capacità di scaldare, qualcuno saprebbe darmi notizie sull'infrarossi? Grazie
    rispondi al commento
  • Vanessa84
    Lunedì 19 Maggio 2014, alle ore 13:49
    Buongiornosto costruendo casa: seminterrato circa 100 metri e primo piano 110, in puglia. Non ho ancora idea sull'impianto di riscaldamento da installare; premetto che stiamo in casa solo la sera e che mi piacerebbe avere un termocamino a pellet per avere il classico fuoco in casa ma che non richiede eccessiva manodopera. cosa mi consigliate?grazie
    rispondi al commento
  • Pasqualina.lina
    Sabato 22 Febbraio 2014, alle ore 17:35
    Devo progettare l'impianto di riscaldamento per un appartamento sito al piano centrale tra la mansarda e il piano terra. L'appartamento è di 180mq con un altezza di tre metri. E' composto da 4 camere, cucina abitabile, salotto e due bagni. Non è coibentato ma è comunque ben isolato. Ho tutta la disponibilità del tetto. Il clima invernale è rigido (mille m. s.l.m.). D'estate non ho bisogno di climatizzare perché rimane fresco. Cosa mi consigliate
    rispondi al commento
  • Dany
    Lunedì 6 Gennaio 2014, alle ore 17:13
    Ho sala soppalcata e due camere, bagno e cucina diposte attorno alla sala.
    Riscaldamento a gpl e stufa a legna in sala.
    Ovviamente parte del calore della stufa si disperde al sopplaco soprastante a discapito degli altri ambienti.
    Esistono pannelli/teli da poter facilmente installare e smontare per "chiudere" l'area aperta sopra la sala nella stagione invernale?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Michelegufo
    Venerdì 3 Gennaio 2014, alle ore 21:11
    Ho appena acquistato una casa di 150mq degli anni 50 altezza 3,30 dei soffitti.
    Devo ristrutturarla tutta.
    Cosa scegliere come impianto di riscaldamento?
    rispondi al commento
  • Umile
    Venerdì 3 Gennaio 2014, alle ore 13:28
    Sto ristrutturando una casa di 165 mq e per il riscaldamento, oltre alla caldaia a condensazione, vorrei installare un caminetto combinato pellets/legna, perché non amo la stufa a pellets.
    Il mio tecnico di fiducia mi ha sconsigliato il camino combinato, perché consumerebbe troppo pellets in un'ora, rispetto alla stufa, che invece sarebbe più conveniente.
    Lei che consiglia?
    E' vero che il camino combinato è un fallimento?
    rispondi al commento
  • Massimo
    Sabato 28 Dicembre 2013, alle ore 20:57
    Buongiorno Architetto, devo ristrutturare completamente una casa (escluso il tetto)indipendente su 3 lati, di 2 piani di 40 mq ciascuno alti 3m, più una tavernetta di 35 mq dove si dovrà anche fare il vespaio e sarà alta 2 m.
    Quale può essere la soluzione di riscaldamento più appropriata?
    E per l'acqua calda?
    Opterei per il riscaldamento a pavimento, ma dicono che devo alzare le finestre perchè troppo basse.
    La casa è del 1950.
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.pierri Massimo
      Venerdì 3 Gennaio 2014, alle ore 17:15
      Il riscaldamento a pavimento è ok, con la giusta coibentazione della struttura esterna.
      L'impianto giusto è a pdc per riscaldamento e acqua calda sanitaria, se poi integra con solare termico avrà maggiori benefici.
      Consulti anche: http://www.lavorincasa.it/articoli/in/impianti/pompe-di-calore-e-gestione-del-riscaldamento/.
      Per le finestre, dipende dall'altezza da terra, visto che l'impianto è 15 cm ca di spessore.
      Imp. a battiscopa per taverna.
      rispondi al commento
      • Massimo Arch.pierri
        Sabato 4 Gennaio 2014, alle ore 21:02
        Grazie della risposta, ma le pdc non sono un po' care?
        Non basta una caldaia a condensazione, magari con impianto a secco ribassato (per via delle finestre) e pannelli per acqua sanitaria?
        Mi piacerebbe anche un camino a gas e magari un termo arredo a parete in aggiunta, ne fanno di stupendi.
        Troppe cose?
        E' presente anche la canna fumaria.
        Grazie ancora.
        rispondi al commento
  • Giovanni
    Sabato 28 Dicembre 2013, alle ore 10:14
    Salve, dovrei finire il mio appartamento, ad oggi al grezzo, di c.a 90m2, con cappotto esterno infissi in pvc (ultima generazione) in una palazzina di sole 3 unità.
    Il mio appartamento è posizioanto al pinao 1° e utlimo ed è "scoperto" su tre lati.
    Come alimentare la soluzione a pavimento (con pdc o caldaia a condensazione o altro)?
    E' indispensabile l'uso di pannelli fotovoltaici/termici?
    L'appartamentento è a nord della provincia di Brescia.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Impianti di riscaldamento, quale scegliere? che potrebbero interessarti
Le stufe onnivore

Le stufe onnivore

Le stufe onnivore: di modeste dimensioni, consentono di riscaldare ambienti di grandi superfici con maggiore resa termica e con un basso residuo di ceneri.
Guida al riscaldamento

Guida al riscaldamento

Come scegliere il sistema più adatto per riscaldare al meglio la tua casa.
Riscaldamento con tecnologia pellet

Riscaldamento con tecnologia pellet

La semplicità di installazione e manutenzione delle stufe a pellet e l'uso del combustibile ecologico sono tra i principali punti di forza di tali generatori.
Camino polivalente

Camino polivalente

Un termocamino con una tecnica di combustione innovativa a doppio circuito (vaso aperto circuito chiuso) alimentato a pellets e legna è l'unico del suo genere.
Stufe e camini

Stufe e camini

Per superare momenti di clima molto rigido, si può disporre di soluzioni integrative all?impianto di riscaldamento, come stufe e camini.
Registrati come Utente
244404 UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Pentole agnelli pietra ollare quadrata con supporto inox18-10 art.100-fs
      Pentole agnelli pietra ollare...
      53.68
    • Trueshopping nuovo 5 in 1 multifunzione decespugliatore a scoppio 58cc, motosega tagliasiepi, tagliabordi, con asta prolunga gratuita 2.5kw - 3.3hp
      Trueshopping nuovo 5 in 1...
      199.99
    • Bioetanolo ml 1000
      Bioetanolo ml 1000...
      8.70
    • Fx music fx sky lantern - 10 lanterne volanti cinesi bianche
      Fx music fx sky lantern - 10...
      6.00
    • Impianto riscaldamento tradizionale
      Impianto riscaldamento tradizionale...
      10.00
    • Trappola per talpa a tubo
      Trappola per talpa a tubo...
      8.78
    • Pappylait cane 250 gr
      Pappylait cane 250 gr...
      13.42
    • Compo floranid prato con diserbante
      Compo floranid prato con diserbante...
      24.97
    • Pentole agnelli pietra ollare rettangolare con supporto inox18-10 art.300-fl
      Pentole agnelli pietra ollare...
      62.22
    • Weber 46713329 gar: italia
      Weber 46713329 gar: italia...
      849.00
    • Qlima - zibro r 26 t nero
      Qlima - zibro r 26 t nero...
      125.00
    • Bialetti, padella wok con rivestimento in ceramica e manico pieghevole, multicolore (mehrfarbig), 24 cm
      Bialetti, padella wok con...
      26.05
    • Legatrice
      Legatrice...
      34.77
    • Palla grasso piccola pz 6
      Palla grasso piccola pz 6...
      2.97
    • Pompa xl 300 electric pro
      Pompa xl 300 electric pro...
      330.38
    • Pompa libertis 5 l multi
      Pompa libertis 5 l multi...
      110.90
    • Tomasucci appendiabiti new bin 3
      Tomasucci appendiabiti new bin 3...
      53.00
    • Lifejoy grandi nero cornici 8 frames inclusi sui rami degli alberi e svettanti uccelli (71inch * 98inch) art wall stickers e familiari-lettering decal
      Lifejoy grandi nero cornici 8...
      16.43
    • Kesper tagliere 25 cm in legno dacacia
      Kesper tagliere 25 cm in legno...
      3.95
    • Kawin lanterne volanti cuore 50 pz.
      Kawin lanterne volanti cuore 50 pz.
      44.99
    • Wonderweed 300 canna da diserbo
      Wonderweed 300 canna da diserbo...
      24.34
    • Detergente per polverizzatori 100 bio
      Detergente per polverizzatori 100...
      12.14
    • Grasso per polverizzatori
      Grasso per polverizzatori...
      11.22
    • Pond wizard
      Pond wizard...
      121.98
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Geosec
  • Heasytech
  • Mansarda.it
  • Murprotec
  • Immobiliare.it
  • Officine Locati
  • Kone
  • Claber
  • Black & Decker
  • Internorm
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.