Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Fotovoltaico in condominio

News di Condominio
Da qualche anno a questa parte, il legislatore ha posto la propria attenzione sull?incentivazione all?utilizzo di fonti di energia rinnovabili
Fotovoltaico in condominio
Avv. Alessandro Gallucci
Da qualche anno a questa parte, il legislatore ha posto la propria attenzione sull'incentivazione all'utilizzo di fonti di energia rinnovabili.FotovoltaicoIl condominio non fa eccezione a questa tendenza.Sono due i tipi d'incentivi previsti:a)facilitazioni nelle deliberazioni d'adozione di questi sistemi di produzione di energia da fonti rinnovabili, che rappresentano delle vere e proprie innovazioni ex art. 1120 c.c.;b)tariffe incentivanti per la cessione di energia prodotta da impianti conformi alle prescrizioni del d.m. 19 febbraio 2007 (c.d. conto energia).Deliberazioni condominialiLa legge n. 10 del 1991 (Norme per l'attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell'energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia) detta, tra le altre cose, delle norme finalizzate al contenimento del consumo di energia negli edifici (se ne occupa specificamente il Titolo II).Per quanto riguarda i condomini, l'art. 26, secondo comma, recita:Per gli interventi sugli edifici e sugli impianti volti al contenimento del consumo energetico ed all'utilizzazione delle fonti di energia di cui all'articolo 1, individuati attraverso un attestato di certificazione energetica o una diagnosi energetica realizzata da un tecnico abilitato, le pertinenti decisioni condominiali sono valide se adottate con la maggioranza semplice delle quote millesimali rappresentate dagli intervenuti in assemblea.   Vediamo in concreto come si applica questa norma.Poniamo che in un condominio si decida di voler installare dei pannelli fotovoltaici, al fine di conseguire un risparmio energetico in relazione alle parti comuni dello stabile.FotovoltaicoCon un impianto fotovoltaico, in sostanza, il condominio auto produce l'energia di cui ha bisogno, prendendo dalla rete nazionale quella che gli serve nel caso di insufficiente produzione e cedendo alla stessa rete quella in eccesso nel caso di sovrapproduzione.In quest'ultimo caso, se verranno rispettate determinate condizioni di cui si dirà più avanti, la cessione produce un profitto nella misura indicata dal decreto ministeriale 19 febbraio 2007 (c.d. conto energia) e sue norme di attuazione (es. deliberazione Autorità per l'energia elettrica ed il gas).Per l'installazione è necessario, prima d'ogni cosa, far redigere da un tecnico abilitato una diagnosi energetica o un attestato di certificazione energetica da cui sia possibile desumere con certezza che l'installazione di un impianto fotovoltaico porterebbe ad un effettivo risparmio nel consumo di energia elettrica.Fatto ciò è necessario che la decisione sia presa dall'assemblea dei condomini.Per essere valida la deliberazione deve essere adottata con la maggioranza semplice delle quote millesimali degli intervenuti in assemblea.Che significa ciò?Prendiamo ad esempio l'ipotesi più frequente, ossia quello di svolgimento della riunione in seconda convocazione.FotovoltaicoIn questa sede, per il regolare svolgimento dell'assemblea, è necessario che siano presenti un terzo dei condomini che rappresentino almeno un terzo delle quote condominiali (333 millesimi).Stando alla lettera della legge, la deliberazione per l'installazione di un impianto fotovoltaico sarà valida se adottata, con 167 millesimi, senza avere riguardo al numero dei condomini utile per raggiungere tale quota.Se così fosse, si potrebbe arrivare all'assurdo che anche un solo condomino con molti millesimi potrebbe decidere per tutti.Si tratta di una riformulazione normativa che ha trovato compimento nel luglio del 2009 (con l'adozione della legge n. 99 che, per l'appunto, è intervenuta sul secondo comma dell'art. 26 l. 10/91 modificandolo in tal senso).Sarà utile vedere se la giurisprudenza fornirà un'interpretazione differente rispetto a quanto prospettato.Tariffe incentivantiPer gli impianti  realizzati conformemente a quanto stabilito nel decreto ministeriale 19 febbraio 2007 (c.d. conto energia) ed entrati in esercizio tra l'1 gennaio 2009 ed il 31 dicembre 2010 i titolari degli stessi avranno diritto alle tariffe incentivanti nella misura e con le modalità stabilite nello stesso decreto.
Articolo: Fotovoltaico in condominio
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 2 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
Commenta su Fotovoltaico in condominio
Caratteri rimanenti
  • Legale
    Domenica 28 Febbraio 2010, alle ore 23:10
    Può farlo ma comunque deve fare in modo che l'uso della parte comune che egli fa non impedisca agli altri, anche solo potenzialmente, di farne parimenti uso.
    rispondi al commento
Notizie che trattano Fotovoltaico in condominio che potrebbero interessarti
Riforma del condominio e nuovi quorum costitutivo e deliberativo

Riforma del condominio e nuovi quorum costitutivo e deliberativo

La riforma del condominio, tra le altre cose,ha modificato i così detti quorum costitutivo e delibetativo dell'assemblea di prima e seconda convocazione
Alberi in condominio

Alberi in condominio

Non è raro, soprattutto negli edifici condominiali con cortile adibito giardino
Riforma del condominio e quorum assemblea condominiale

Riforma del condominio e quorum assemblea condominiale

Quorum assemblea condominiale: come cambieranno le regole con l'entrata in vigore della riforma del condominio, vale a dire dal prossimo 18 giugno 2013?
Amministratore condominiale, nomina e problemi sui quorum deliberativi

Amministratore condominiale, nomina e problemi sui quorum deliberativi

Amministratore condominiale tra conferma, quorum deliberativi e possibili profili di illiceità penale relativi al verbale con cui si delibera in materia
Assemblea fiume e le novità introdotte dalla riforma

Assemblea fiume e le novità introdotte dalla riforma

Assemblea fiume, ovvero la possiiblità di parteciapare ad estenuanti ed infinite riunioni condominiali. La riforma semplificherà le possibilità di rinvio.
IMMOBILIARE
prezzi ristrutturazione
costi ristrutturazione
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Sicurezzapoint
  • Murprotec
  • Casa.it
  • WaterBarrier
  • Novatek
  • Velux
  • Zaccaria Monguzzi
  • Officine Locati
  • Geosec
  • Uretek
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Barbecue a carbonella napoleon
      Barbecue a carbonella napoleon...
      270.00
    • Misura campi elettromagnetici
      Misura campi elettromagnetici...
      200.00
    • Ristrutturazione bagno
      Ristrutturazione bagno...
      6500.00
    • Urban concrete rett 30x60
      Urban concrete rett 30x60...
      59.00
    • Impianti elettrici, idraulici e automazioni
      Impianti elettrici, idraulici e...
      28.00
    • Portland325 dove grey 60x60
      Portland325 dove grey 60x60...
      51.00
    • Ristrutturazione cucina
      Ristrutturazione cucina...
      4000.00
    • Dakota tortora 40x170
      Dakota tortora 40x170...
      115.00
    • Inerti, sabbia, ghiaia, pietrame
      Inerti, sabbia, ghiaia, pietrame...
      15.00
    • Posa cartongesso, pitture e pavimentazioni
      Posa cartongesso, pitture e...
      36.00
    • Isolamento acustico
      Isolamento acustico...
      450.00
    • Larix fume' 20x170
      Larix fume' 20x170...
      90.00

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Facebook
  • Preventivi
  • Casa.it
  • Faidatebook