Chiarimenti ecobonus, ristrutturazioni, bonus mobili ed elettrodomestici

News di Normative
Con la Legge di Stabilità sono stati prorogati di un altro anno ecobonus, bonus ristrutturazioni, mobili ed elettrodomestici. La nuova scadenza è quindi il 31.12.2017
03 Gennaio 2017 ore 10:07

Bonus fiscali per i lavori in casa


Con il decreto legge n. 63 del 6 giugno 2013, poi convertito in legge n. 90 del 4 agosto 2013, sono state introdotte una serie di agevolazioni fiscali a favore di contribuenti che abbiano in atto interventi edilizi, miranti a rilanciare un settore fortemente in crisi.
Tali agevolazioni sono state prorogate una prima volta con la Legge di Stabilità 2014, poi di nuovo con la Legge di Stabilità 2015 e legge di Stabilità 2016 fino al 31 dicembre 2017.

ecobonus per scaldabagnoRiassumiamo brevemente qual è attualmente la situazione in materia di detrazioni fiscali per i lavori in casa:

- la detrazione fiscale del 55% per interventi di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente è stata elevata al 65% e prorogata fino al 31 dicembre 2017;

- è stata introdotta un'ulteriore detrazione del 65% per interventi di messa in sicurezza compiuti su edifici siti in zone ad alto rischio sismico, realizzati dopo il 4 agosto 2013 e anch'essa prorogata fino al 31 dicembre 2017;

- l'aumento al 50% dell'aliquota di detrazione prevista per interventi sul patrimonio edilizio esistente e del tetto di spesa a 96.000 euro viene prorogato al 31 dicembre 2017;

- è introdotto un bonus fiscale consistente in una ulteriore detrazione del 50% per un tetto massimo di spesa di 10.000 euro, per l'acquisto di mobili e elettrodomestici ad alta efficienza, ma solo per l'arredo di immobili oggetto di detrazione 50% per interventi di ristrutturazione.

Tutte queste novità hanno però determinato un po' di confusione e molti dubbi tra i contribuenti e gli addetti al settore, come dimostrano anche parecchi commenti dei nostri utenti.
Il18 settembre 2013 è stata pubblicata una circolare dell'Agenzia delle Entrate, la n. 28, che dovrebbe dissipare questi dubbi.


Chiarimenti su Ecobonus


L'ultima proroga introdotta ha portato delle novità per quanto riguarda il tipo di interventi agevolabili, tra cui sono stati inclusi le schermature solari e i generatori a biomasse combustibili, mentre le modalità da mettere in atto per poter accedere alle agevolazioni restano invariate.

L'Agenzia delle Entrate ha chiarito con la circolare citata che le disposizioni devono intendersi valide sin dal 6 giugno 2013 (data di entrata in vigore del decreto) e non dal 4 agosto 2013 (data di entrata in vigore della legge di conversione).

L'Agenzia chiarisce anche che per l'applicazione dell'aliquota di detrazione vale il principio di cassa e quindi il momento in cui viene effettuata la spesa.
Per cui, se un intervento è iniziato prima dell'entrata in vigore del decreto, per le spese sostenute prima del 6 giugno 2013 si applica l'aliquota del 55%, per quelle sostenute dopo, quella del 65%.

Per quanto riguarda gli interventi sugli edifici condominiali, invece, la circolare specifica che tra essi rientrano sia gli interventi riguardanti le parti comuni di edifici condominiali sia gli interventi riguardanti tutti gli alloggi di un intero edificio condominiale.


Chiarimenti su detrazione 50%


La detrazione fiscale del 36% (oggi elevata al 50%) si applica non solo agli interventi di manutenzione, ristrutturazione, restauro e risanamento conservativo di edifici esistenti, ma anche all'acquisto da imprese di immobili ristrutturati, su un valore fino all'ammontare del 25% del prezzo di acquisto.

La circolare chiarisce che l'aumento dell'aliquota al 50% fino al 31 dicembre 2017 si applica anche a tali compravendite, perchè spesso molti contribuenti avevano il dubbio che ciò fosse valido solo per gli interventi edilizi. Il bonus è quindi applicato anche agli immobili acquistati entro il 31 dicembre 2017.

interventi antisismiciLa novità introdotta in sede di conversione del decreto 63/2013 dal comma 1-bis dell'articolo 16 è stata invece l'introduzione dell'aliquota del 65% per interventi antisismici in zone ad alta pericolosità, la quale nulla ha a che vedere con l'ecobonus in quanto si applica, come per gli interventi di ristrutturazione, su un tetto massimo di spesa di 96.000 euro.

Più nel dettaglio, gli interventi agevolabili con l'aliquota del 65% sono quelli necessari:
- per la messa in sicurezza statica, in particolare sulle parti strutturali;
- per la redazione della documentazione obbligatoria atta a comprovare la sicurezza statica del patrimonio edilizio;
- per la realizzazione degli interventi necessari al rilascio della suddetta documentazione.

Chiarimenti su bonus mobili ed elettrodomestici


Bonus mobiliLa novità più importante entrata in vigore con il decreto è stata l'introduzione del bonus fiscale, sempre del 50%, per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ribadiamo ancora una volta che tale bonus si può applicare solo agli acquisti fatti per arredare immobili oggetto di richiesta di detrazione 50% per interventi edilizi, con un tetto massimo di spesa di 10.000 euro che si va ad aggiungere ai 96.000 previsti per questi.

Molti si sono chiesti se l'agevolazione è applicabile anche a chi fruisce della detrazione per interventi su parti comuni degli edifici condominiali. Ebbene l'Agenzia chiarisce che sì, è possibile fruire del bonus per questi interventi, ma solo per l'acquisto di beni finalizzati all'arredo di tali parti comuni, come guardiole, appartamento del portiere, sala adibita a riunioni condominiali, lavatoi, ecc.. Quindi è specificato che non se ne potrà usufruire per l'arredo della singola unità immobiliare privata.

Per quanto riguarda invece la vendita di immobili ristrutturati, la circolare specifica che il bonus mobili spetta all'acquirente.

La data a cui fare riferimento per poter iniziare a usufruire del bonus, pocihé essa non è indicata specificamente, è quella della prima proroga della detrazione 50%, quindi si va a partire dal 1 gennaio 2016.

Molto importante è la data di inizio lavori, che deve essere precedente all'acquisto dei mobili, ed è comprovata dalla specifica comunicazione inoltrata al comune. Non è necessario, invece, che il pagamento sia effettuato dopo quello relativo ai lavori.

Bonus elettrodomesticiUn chiarimento importante introdotto dalla circolare è quello relativo al fatto che mobili ed elettrodomestici acquistati devono essere assolutamente nuovi.
Ciò non è espressamente indicato dal decreto ma, poiché esso ha lo scopo di rilanciare un determinato settore produttivo, risulta implicito che l'agevolazione non si può applicare all'acquisto di beni usati.

Un passaggio molto interessante della circolare è quello dove sono elencati, a titolo di esempio, alcuni beni agevolabili, quali letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione.
Quindi si chiarisce finalmente la possibilità di acquistare con il bonus anche lampade e lampadari.
Non rientrano invece nel bonus porte interne, tende e tendaggi e complementi d'arredo.

Altro punto importante è l'elenco degli elettrodomestici ammessi a detrazione, per il quale l'Agenzia fa riferimento all'allegato 1B del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 151, comprendente: frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, forni a microonde, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.

Una domanda frequente di molti utenti ha riguardato la modalità di pagamento per accedere al bonus, costituita per i lavori edilizi dal bonifico bancario, tranne poche eccezioni.

Per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici, vista la natura particolare di tali beni, viene introdotta la possibilità di avvalersi di una modalità straordinaria di pagamento, mediante l'uso di carte di credito o carte di debito.
Per la data di pagamento farà fede quella della ricevuta rilasciata al momento della transazione e non quella di addebito in conto corrente del titolare.
Non sono invece ammessi pagamenti con assegno, in contanti o altre modalità.

Oltre alle spese di acquisto possono essere detratte anche quelle per il trasporto e il montaggio.

Articolo: Ecobonus, ristrutturazioni, bonus mobili ed elettrodomestici
Valutazione: 5.49 / 6 basato su 168 voti.

Ecobonus, ristrutturazioni, bonus mobili ed elettrodomestici: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI Alert Commenti
  • Manuel
    Manuel
    Venerdì 6 Gennaio 2017, alle ore 15:55
    Nel 2016 ho acquistato un appartamento di nuova costruzione adibito ad abitazione principale.
    Nel 2017 vorrei installare dei fancoil idronici per la climatizzazione estiva (l'immobile è predisposto ma non è dotato di questi apparecchi).
    1) Posso usufruire della detrazione al 50%?
    2) Posso usufruire del bonus arredi?
    rispondi al commento
  • Monicamare
    Monicamare
    Martedì 10 Maggio 2016, alle ore 00:55
    Non sapevo che anche per lampade e lampadari si potesse usufruire delle agevolazioni.
    rispondi al commento
  • Starkey1983
    Starkey1983
    Mercoledì 27 Aprile 2016, alle ore 14:10
    Buongiorno,
    in previsione dell'acquisto del condizionatore a pompa di calore per la mia nuova casa, ho provato ad esasperare Agenzia delle Entrate e Edilizia Privata per avere risposte in merito al Bonus mobili.
    Risposta dell'Agenzia Entrate:
    "per il bonus mobili, condizione indispensabile è, in sintesi, la realizzazione di interventi su singole unità immobiliari residenziali classificati alle lettere b-c-d dell'art.3 della legge 380/200"
    Riporto la voce dal testo unico:[...]c) "interventi di restauro e di risanamento conservativo", gli interventi edilizi rivolti a conservare l'organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell'organismo stesso, ne consentano destinazioni d'uso con essi compatibili.
    Tali interventi comprendono il consolidamento, il ripristino e il rinnovo degli elementi costitutivi dell'edificio, l'inserimento degli elementi accessori e degli impianti richiesti dalle esigenze dell'uso, l'eliminazione degli elementi estranei all'organismo edilizio"
    Dunque parrebbe che condizionatore con pompa = impianto = risanamento conservativo... quindi BONUS MOBILI
    rispondi al commento
  • Silpar86
    Silpar86
    Martedì 22 Dicembre 2015, alle ore 17:04
    Salve, abbiamo aperto CILA a nome mio e del mio compagno. Alcune delle fatture inerenti al bonus mobili sono cointestate, mentre altre sono solo intestate a me ed altre a lui. Abbiamo, ad oggi, raggiunto acquisti complessivi di mobilio per euro 9.400. Se ora acquistassimo la camera da letto, per un importo di circa 3.000 euro, come dobbiamo comportarci? Il bonifico per l'agevolazione va fatto per l'intero importo (3.000) o per il residuo (600)?
    rispondi al commento
    • Sara.m.
      Sara.m. Silpar86
      Lunedì 28 Dicembre 2015, alle ore 11:37
      Farei due pagamenti separati. Uno per l'importo residuo con modalità previste dal bonus mobili e l'altro nella modalità che preferite poichè importo non detraibile (consiglio comunque una forma di pagamento rintracciabile).
      rispondi al commento
  • Giovannaventuretti
    Giovannaventuretti
    Martedì 1 Dicembre 2015, alle ore 22:21
    Buonasera, posso accedere al bonus mobili anche se faccio lavori in fai-da-te? In particolare sto eseguendo "manutenzione straordinaria con lavori in economia".
    rispondi al commento
    • Reny65
      Reny65 Giovannaventuretti
      Mercoledì 2 Dicembre 2015, alle ore 12:35
      Certo, i lavori fai da te non sono vietati in assoluto, anzi, hanno solo dei limiti. non potrai fare impianti e tutto ciò che dev'essere certificato. Ciò che fa fede è il titolo autorizzatorio o la comunicazione e la data di inizio lavori. Se fai i lavori fai-da-te avrai diritto alla detrazione fiscale del 50% delle spese sotenute che nel tuo (nostro) caso sono le spese per i materiali.
      rispondi al commento
  • Frigonuovo
    Frigonuovo
    Martedì 17 Novembre 2015, alle ore 16:32
    Se acquisto una lavatrice classe A+++ posso avere il 50% di ecobonus ?Grazie
    rispondi al commento
    • Siub99
      Siub99 Frigonuovo
      Venerdì 26 Febbraio 2016, alle ore 18:40
      NON CAPISCO NEMMENO IOQUINDI TU STAI ANCHE RISTRUTTURANDO O HAI SOLO COMPRATO LA LAVATRICEGRAZIE NON CAPISCO IO
      rispondi al commento
  • Alicede clemente
    Alicede clemente
    Lunedì 16 Novembre 2015, alle ore 17:11
    Buongiorno,ho acquistato ad agosto 2015 un immobile ristrutturato da impresa edile. Per tale immobile godo della detrazione fiscale del 50%, vorrei capire se posso usufruire anche del bonus mobili (leggo molti pareri contrari e gli stessi caaf forniscono risposte contraddittorie). Grazie mille.
    rispondi al commento
  • Class76
    Class76
    Mercoledì 28 Ottobre 2015, alle ore 16:23
    Buon giorno sto per eseguire l istallazione di un impianto fotovoltaico sul tetto della mia casa , avrei una domanda, se acquistassi degli elettrodomestici posso richiederne la detrazione?
    rispondi al commento
  • Bonomini
    Bonomini
    Venerdì 4 Settembre 2015, alle ore 21:34
    Buonasera , in aggiunta all'applicazionedelle contropareti , provvedo ad installare nella mia cantina un nuovo termosifone inserendo i condotti dell'acqua calda nel muro . Questo intervento è considerato manutenzione straordinaria ? Mi permette di accedere al bonus mobili ? La fattura dell'impresa che esegue i lavori fa fede per la data di inizio lavori ? Grazie in anticipo
    rispondi al commento
    • Arch.granata
      Arch.granata Bonomini
      Martedì 8 Settembre 2015, alle ore 10:32
      Non ci sono circolari esplicite sull'applicabilità del bonus mobili ai lavori fatti sulle pertinenze. A mio avviso dovrebbe essere possibile, ma le consiglio di chiedere maggiori chiarimenti all'Agenzia delle Entrate.
      rispondi al commento
      • Bonomini
        Bonomini Arch.granata
        Martedì 8 Settembre 2015, alle ore 11:00
        Grazie mille
        rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Ecobonus, ristrutturazioni, bonus mobili ed elettrodomestici che potrebbero interessarti
Guida al bonus elettrodomestici

Guida al bonus elettrodomestici

Con l'entrata in vigore dell'ultima Legge di Stabilità, anche il bonus elettrodomestici legato alle ristrutturazioni è stato prorogato fino al 31 dicembre 2015.
Trasferimento del bonus mobili

Trasferimento del bonus mobili

Bonus mobili e detrazione per lavori di ristrutturazione edilizia sono connessi tra loro ma c'è un'importante differenza tra le due riguardante il trasferimento...
Legge di Stabilità 2016: tutte le novità per la casa

Legge di Stabilità 2016: tutte le novità per la casa

TASI, IMU, canone Rai e detrazioni fiscali, ivi compreso il bonus mobili per interventi sulla casa: ecco tutte le novità previste dalla Legge di Stabilità 2016.
Domande frequenti bonus mobili

Domande frequenti bonus mobili

Chiarimenti da una circolare dell'Agenzia delle Entrate relativamente al bonus mobili, la detrazione fiscale prevista per l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.
Il bonus mobili nel 730/2015

Il bonus mobili nel 730/2015

Il bonus mobili, la detrazione Irpef al 50% per l'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici per l'arredo di casa, è fruibile se indicato nel modello 730/2015.
Registrati come Utente
269732 UTENTI REGISTRATI
Registrati come Azienda
20885 AZIENDE REGISTRATE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Johnson phon asciugacapelli da parete potenza 1800 watt colore cromo - executive
      Johnson phon asciugacapelli da...
      29.30
    • Melchioni diablo 11
      Melchioni diablo 11...
      29.00
    • Coghlans affilacoltelli
      Coghlans affilacoltelli...
      6.50
    • Johnson phon asciugacapelli da parete potenza 1000 watt colore bianco - hotel
      Johnson phon asciugacapelli da...
      23.42
    • Pratiche detrazioni fiscali
      Pratiche detrazioni fiscali...
      500.00
    • Cucina nuova
      Cucina nuova...
      1690.00
    • Tecnico elettrodomestici
      Tecnico elettrodomestici...
      33.00
    • Mercatino dell' usato
      Mercatino dell' usato...
      1.00
    • De longhi ecam21.110.b
      De longhi ecam21.110.b...
      299.00
    • Bosch smv53l70eu
      Bosch smv53l70eu...
      399.99
    • Ariete yogurella yogurtiera compatta
      Ariete yogurella yogurtiera...
      16.70
    • Noaw affettatrice a gravità diam. 275mm 45° nwnw050 monofase
      Noaw affettatrice a gravità...
      651.00
    • Traslochi modifiche mobili
      Traslochi modifiche mobili...
      250.00
    • Cucina
      Cucina...
      3400.00
    • Cucina 3 metri
      Cucina 3 metri...
      2390.00
    • Arredamento interno
      Arredamento interno...
      6500.00
    • Dyson v6 trigger plus aspirapolvere portatile
      Dyson v6 trigger plus...
      193.99
    • De longhi eo14902w
      De longhi eo14902w...
      112.00
    • Sconosciuto parlux 385 power light asciugacapelli ceramic & ionic, viola
      Sconosciuto parlux 385 power light...
      78.39
    • Melchioni classic new 18
      Melchioni classic new 18...
      36.00
    • Piedistallo tv lcd plasma standard
      Piedistallo tv lcd plasma standard...
      74.90
    • Trappola per talpa a tubo
      Trappola per talpa a tubo...
      8.78
    • Pappylait cane 250 gr
      Pappylait cane 250 gr...
      13.42
    • Compo floranid prato con diserbante
      Compo floranid prato con diserbante...
      24.97
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Immobiliare.it
  • Weber
  • Onlywood
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO

Colonna lavabo

€ 500.00
foto 6 Milano
Scade il 31 Luglio 2017

San giuliano milanese, sesto ulteriano,

€ 260 000.00
foto 6 Milano
Scade il 30 Luglio 2017

Letto a castello

€ 200.00
foto 0 Bologna
Scade il 31 Gennaio 2017

Scaldasalviette

€ 30.00
foto 1 Treviso
Scade il 31 Gennaio 2017
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
78020

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.