Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.

Distanze da rispettare

News di Normative
Una delle cause più frequenti delle liti tra vicini riguarda le distanze da rispettare tra le singole proprietà: vediamo come sono regolate dal codice civile.
Distanze da rispettare
Arch. Carmen Granata

Distanze tra fabbricati


distanze da rispettareUna delle cause più frequenti delle liti tra vicini riguarda le distanze da rispettare tra le singole proprietà.

Le distanze tra i fabbricati e i confini delle proprietà sono regolati dal Codice Civile, ed è proprio il mancato rispetto di queste norme che provoca queste liti.
Per quanto riguarda il condominio, invece, la Corte di Cassazione ha ribadito che le norme condominiali hanno il sopravvento su quelle del Codice Civile.

Prima di costruire sul proprio suolo, bisognerebbe porsi alcuni interrogativi, come:

- Quale distanza devo rispettare dalla casa del mio vicino?
- A che distanza posso piantare gli alberi?
- Posso sempre recintare il giardino?

Infatti se si realizzano opere o piantano alberi che infrangono le norme che regolano queste distanze, si può essere chiamati a risarcire il danno o ad abbattere il manufatto.

Distanze da rispettare e codice civile

il codice civileGli articoli del Codice Civile che stabiliscono le distanze minime da rispettare e regolano in maniera precisa i confini tra le proprietà, sono quelli che vanno dal numero 873 al numero 907, con qualche eccezione che vedremo più avanti.

I piani regolatori, i vincoli ambientali, i Regolamenti edilizi locali, le norme di sicurezza sugli impianti e anche il codice della strada, possono aumentare le distanze minime imposte dalla Legge, ma non diminuirle.

Se due costruzioni non sono aderenti, la distanza minima tra di esse in linea d'aria deve essere di almeno 3 metri.


Eccezioni alle distanze minime dai confini


Esistono, però, delle eccezioni anche alle distanze minime fissate dal codice civile.


Prima eccezione


La Cassazione, con la sentenza numero 2331 del 1983 ha riconosciuto ai proprietari di terreni confinanti la possibilità di stabilire tra loro un accordo per ridurre la distanza minima.

Questo vale solo però nel caso in cui il regolamento edilizio locale non abbia fissato le distanze minime.


Seconda eccezione

le eccezioni
Se due fabbricati costruiti da oltre venti anni, hanno una distanza inferiore a quella fissata dalla Legge e i proprietari non hanno mai opposto alcuna obiezione, può scattare il diritto all'usucapione cioè il diritto o il possesso protratto per un lungo periodo di tempo si trasforma in diritto o proprietà vera.

Tale diritto è regolato dagli articoli 1158 e seguenti del codice civile e deve essere fatto valere in giudizio con una sentenza.


Cosa si intende per costruzione?


E’ bene precisare che il concetto di costruzione non si esaurisce semplicemente in quello di edificio, manufatto costituito da muri perimetrali, ma per la giurisprudenza essa è costituita da qualsiasi opera stabilmente infissa al suolo.

balconeCon sentenze succedutesi nel corso degli anni la Cassazione ha stabilito che devono intendersi come costruzioni manufatti quali la tettoia che avanzi rispetto all'edificio già esistente, i balconi, una pensilina costruita su un terrazzo con materiali metallici, una scala esterna in muratura, un manufatto, con finestra, coperto da tettoia formata da travi con soprastanti lamiere, destinata a fienile, magazzino e pollaio, un barbacane quale elemento costruttivo di completamento dell'edificio.

Allo stesso modo ha stabilito che non rientrano in tale concetto le condutture elettriche ed i pali che le sostengono, uno zoccolo basso in muratura con rete metallica infissa, i manufatti realizzati all'interno di preesistenti costruzioni eseguite in appoggio o in aderenza ad un muro comune sul confine, un campo da tennis ad uso privato, dato che la rete metallica che di solito circonda simili campi, non può formare un'intercapedine e come tale non rientra nella previsione dell'art. 873, il muro di contenimento di una scarpata o di un terrapieno, il muro di cinta con altezza non superiore ai tre metri.

In generale, quando in un edificio sono presenti sporti o aggetti, essi non devono essere considerati costruzione quando hanno una funzione meramente decorativa e non hanno alcun compito strutturale.


Muri di confine


Il Codice Civile all'articolo 841 afferma che in qualsiasi momento si ha il diritto di recintare la propria proprietà.

muri di confineSe il muro è alto meno di tre metri l'edificio dovrà essere costruito a più di tre metri di distanza dalla costruzione del vicino, altrimenti i tre metri minimi vanno considerati dal muro di recinzione.

Se un muro è costruito su confine anche da uno solo dei proprietari, l'altro confinante può chiederne la comunione, a patto che divida le spese di costruzione e manutenzione.

Se una costruzione sorge a ridosso di un muro di confine, anche l'altro confinante potrà appoggiare la sua costruzione al muro comune.

Se un muro è a meno di un metro e mezzo dal confine è possibile chiedere la comunione al vicino che dovrà comunque acconsentire e richiedere a sua volta la costruzione del nuovo muro sul confine.

Il Codice Civile stabilisce alcune prove che si possono portare a sostegno del fatto di essere l'unico proprietario del muro, come per esempio la presenza da un lato del muro di cornicioni, mensole, ecc.


Alberi e piante


alberi e pianteIl Codice Civile stabilisce che i confini possono essere segnati anche da siepi o alberi che sono considerati in questo caso comuni.

Piantando nuovi alberi bisogna rispettare una distanza che va da 1 metro a 3 metri a seconda delle dimensioni delle piante, se cioè queste sono di alto, medio fusto o di altezza inferiore a 2,50 mt.
Se le piante sono più basse di un muro di recinzione nessuna distanza deve essere rispettata. (art. 892 c.c.)

Anche per le piante si può applicare il diritto di usucapione. Se muoiono però non è possibile rimpiazzarli.

E' possibile pretendere il taglio delle radici o dei rami che invadono il terreno o lo spazio dell'altro confinante.

Articolo: Distanze da rispettare
Valutazione: 4.65 / 6 basato su 312 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 1
Commenta su Distanze da rispettare
Caratteri rimanenti
  • Elam
    Venerdì 12 Dicembre 2014, alle ore 21:21
    Una tettoia (per copertura auto) può partire subito all'interno del muro di cinta, tenendo presente che all'esterno di questo muro c'è un marciapiedi e una strada pubblica?Se ci sono delle distanze da tenere quali sono?Grazie in anticipo
    rispondi al commento
    • Arch.granata Elam
      Lunedì 15 Dicembre 2014, alle ore 10:07
      Anche le tettoie devono rispettare le distanze. I limiti, se ci sono, sono gli stessi fissati dal regolamento locale per gli edifici.
      rispondi al commento
  • Michelamyu
    Mercoledì 28 Maggio 2014, alle ore 11:59
    Salve,nel mio condominio, il proprietario confinante ha ancorato alla finestra del vano scale (parte esterna), una griglia metallica (fissata al muro), che chiude la sua terrazza. Posso farla rimuovere? e se non vogliono?
    rispondi al commento
  • Capmg
    Venerdì 11 Aprile 2014, alle ore 12:27
    Mi scuso per l'inserimento di un nuovo messaggio, ho provato a modificare il precedente ma non me lo fa fare, volevo aggiungere che il vicino sostiene che il nostro sia un condominio, come posso verificare questa cosa? e nel caso fosse davvero un condominio posso mettere la rete? Abbiamo comprato questa casa solo per il giardino e per poter dare un po' di libertà ai nostri gatti.. sogni infranti
    rispondi al commento
    • Arch.granata Capmg
      Venerdì 11 Aprile 2014, alle ore 12:43
      L'immobile così descritto è effettivamente un condominio. Il giardino è però uno spazio privato, non in comune, per cui dovrebbe essere possibile recintarlo, anche perchè a quanto ho capito non esiste un regolamento che lo vieti.
      rispondi al commento
      • Capmg Arch.granata
        Venerdì 11 Aprile 2014, alle ore 13:18
        Innanzitutto grazie per la risposta. Se un regolamento esiste io non l'ho mai visto, c'è modo di saperlo senza chiedere al vicino? A chi devo rivolgermi per avere la certezza di poter mettere la rete, ai vigili urbani? Grazie ancora
        rispondi al commento
      • Capmg Arch.granata
        Venerdì 11 Aprile 2014, alle ore 15:59
        E nel caso potessi metterla, ci sono delle altezze da rispettare?
        rispondi al commento
        • Arch.granata Capmg
          Lunedì 14 Aprile 2014, alle ore 10:37
          Se lei è un condominio e non sa dell'esistenza di un regolamento condominiale, è plausibile che il regolamento non esista... In tal caso faccia riferimento, per l'altezza massima, a quanto prescritto dal regolamento edilizio comunale.
          rispondi al commento
  • Capmg
    Venerdì 11 Aprile 2014, alle ore 10:20
    Salve, ho cercato informazioni ma mi sono rimasti dubbi che spero lei possa chiarirmi. Abito in, se si può chiamare così, una porzione di colonica. Abbiamo un cortile chiuso da un cancello, in comune, con posti auto e ogni abitazione ha un giardino privato delimitato da un muretto di circa 80 cm. Io vorrei recintare il mio giardino con rete e paletti, "appoggiandoli" al muretto di confine col vicino, posso farlo? Il mio vicino si oppone.Grazie
    rispondi al commento
  • Claudiotex
    Sabato 15 Marzo 2014, alle ore 17:00
    Salve...Volevo sapere se posso montare sul confine del mio giardino (con quello de vicino) un frangivista in legno da 1.80 cm, ora esiste solo una piccola ringhiera da 50 cm.Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Claudiotex
      Lunedì 17 Marzo 2014, alle ore 09:49
      Per l'altezza bisogna vedere cosa è consentito dal regolamento edilizio locale.
      rispondi al commento
  • Ilariasicari
    Mercoledì 19 Febbraio 2014, alle ore 10:11
    Salve, vivo in una villetta il cui giardino è separato da quello del mio vicino da un muro di cinta in pietra di circa 80 cm + rete verde. Il vicino può costruire un box in muratura sul muro di cinta?GrazieSaluti
    rispondi al commento
  • Nannidelogu.tozzi
    Domenica 9 Febbraio 2014, alle ore 11:00
    Salve, vivo in un centro storico. Tra la mia casa e quella del vicino c?è una distanza di un metro. Il muro della mia casa cade nel confine. Il vicino ha costruito (abusivamente) un vano, tra la sua casa e la mia, ancorando un solaio al mio muro e causando infiltrazioni di umidità. Cosa posso fare per tutelarmi? Grazie. Giovanni
    rispondi al commento
    • Arch.granata Nannidelogu.tozzi
      Lunedì 10 Febbraio 2014, alle ore 10:20
      Se è sicuro che si tratta di un abuso, deve denunciarlo alla Polizia Municipale.
      rispondi al commento
      • Nannidelogu.tozzi Arch.granata
        Mercoledì 12 Febbraio 2014, alle ore 02:02
        Cosa dovrei sapere per essere sicuro che sia un abuso? ha costruito a ridosso del mio muro senza chiedermi nulla e ha svolto i lavori tra il venrd' e la domenica in mia assenza. Alla Polizia Municipale ho presentato un esposto. Ma il vicino sostiene che tutto è regolare.
        rispondi al commento
        • Arch.granata Nannidelogu.tozzi
          Mercoledì 12 Febbraio 2014, alle ore 09:48
          Http://www.lavorincasa.it/articoli/in/normative/come-denunciare-un-abuso-edilizio/
          rispondi al commento
          • Nannidelogu.tozzi Arch.granata
            Giovedì 13 Febbraio 2014, alle ore 21:47
            Grazie, per l'attenzione. Ho già presentato un esposto alla Pol. Mun.. L'avv. di controparte mi ha chiesto un incontro e un sopralluogo tecnico, inoltre mi ha proposto una conciliazione bonaria. Questo, insieme al fatto che hanno eseguito i lavori in orari non conformi e che non abbiano esposto il cartello di cantiere, conferma che il lavori sono abusivi. All'Uff tecnico del comune non risultano concessioni edilizie.
            rispondi al commento
  • Stefano
    Venerdì 3 Gennaio 2014, alle ore 19:36
    Salve, vorrei realizzare un box per un cane di circa 3mq alto 1,5m, costituito principalmente da "pareti" in rete metallica.
    L'unico posto per realizzare il box è adiacente al muro di cinta tra la mia abitazione e quella del mio vicino.
    Ci potrebbero essere dei problemi?
    rispondi al commento
  • Lillo
    Mercoledì 11 Dicembre 2013, alle ore 19:48
    Salve, vorrei avere un piccolo chiarimento a Cerda (PA) un proprietario dopo oltre 60 anni ha deciso di mettere dei paletti e catene per circoscrivere, dice lui, la sua proprietà essendo lui il possessore del distributore di carburante, di conseguenza dove è sito lo spazio in questione, poteva farlo?
    E quanto si doveva allontanare visto che la s.s. 120 passa di lì?
    rispondi al commento
Notizie che trattano Distanze da rispettare che potrebbero interessarti
Comunione forzosa del muro

Comunione forzosa del muro

La comunione forzosa di un muro è la facoltà concessa al proprietario del fondo confinante di ottenerne la comunione, previo pagamento di una cifra adeguata.
Distanze tra fabbricati

Distanze tra fabbricati

Una delle cause più frequenti di lite tra vicini è costituita dalle distanze tra le proprietà o dai muri di confine, regolamentate dal c.c. e dalle norme locali.
La proprietà del muro di confine

La proprietà del muro di confine

La disciplina dettata dal codice civile in materia di proprieta' del muro di confine. Quando deve considerarsi tale e quando no. La presunzione di comunione e l'intervento dell'Autorità Giudiziaria.
Costruzioni in aderenza

Costruzioni in aderenza

Quando e' possibile costruire in aderenza alla costruzione del vicino, a che condizioni ed a quali limiti. La disciplina contenuta nell'art. 877 c.c.
Alberi e distanze dal confine

Alberi e distanze dal confine

Chi vuol piantare alberi presso il confine, deve osservare le distanze stabilite dai regolamenti e, in mancanza, dagli usi locali, in caso contrario, devono essere osservate le seguenti distanze dal confine...
IMMOBILIARE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Etero chrome scaldasalviette 900 mm (w) x 600 mm (h) - scaldasalviette etero cromo orizzontale bar diametro: 22mm, bar motiovo: 4 + 9
      Etero chrome scaldasalviette 900...
      131.00
    • Gaba vebas srl spazzolino meridol morbido
      Gaba vebas srl spazzolino meridol...
      3.61
    • Supporto a parete orientabile auna
      Supporto a parete orientabile auna...
      59.90
    • Supporto a parete orientabile auna
      Supporto a parete orientabile auna...
      69.90
    • Eminza rettangolare curacao bianco
      Eminza rettangolare curacao bianco...
      39.99
    • Diamantini e domeniconi toc orologio da parete nero
      Diamantini e domeniconi toc...
      98.91
    • Sonnenkraft sistema a circolazione naturale
      Sonnenkraft sistema a circolazione...
      1391.00
    • Tenda siviglia 200x255
      Tenda siviglia 200x255...
      405.00
    • Casetta rita senza pavimento
      Casetta rita senza pavimento...
      399.00
    • Eminza triangolare (l3m) anori grigio
      Eminza triangolare (l3m) anori...
      14.99
    • Materasso evidence in
      Materasso evidence in...
      992.00
    • Rivestimenti in resina
      Rivestimenti in resina...
      75.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Murprotec
  • Faidatebook
  • Casa.it
  • Casa.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Geosec
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI