Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Distanze da rispettare

News di Normative
Una delle cause più frequenti delle liti tra vicini riguarda le distanze da rispettare tra le singole proprietà: vediamo come sono regolate dal codice civile.
Distanze da rispettare
Arch. Carmen Granata
Arch. Carmen Granata

Premessa 

distanze da rispettareUna delle cause più frequenti delle liti tra vicini riguarda le distanze da rispettare tra le singole proprietà.

Le distanze tra i fabbricati e i confini delle proprietà sono regolati dal Codice Civile, ed è proprio il mancato rispetto di queste norme che provoca queste liti.
Per quanto riguarda il condominio, invece, la Corte di Cassazione ha ribadito che le norme condominiali hanno il sopravvento su quelle del Codice Civile.

Prima di costruire sul proprio suolo, bisognerebbe porsi alcuni interrogativi, come:

- Quale distanza devo rispettare dalla casa del mio vicino?
- A che distanza posso piantare gli alberi?
- Posso sempre recintare il giardino?

Infatti se si realizzano opere o piantano alberi che infrangono le norme che regolano queste distanze, si può essere chiamati a risarcire il danno o ad abbattere il manufatto.

 

Distanze da rispettare e codice civile

il codice civileGli articoli del Codice Civile che stabiliscono le distanze minime da rispettare e regolano in maniera precisa i confini tra le proprietà, sono quelli che vanno dal numero 873 al numero 907, con qualche eccezione che vedremo più avanti.

I piani regolatori, i vincoli ambientali, i Regolamenti edilizi locali, le norme di sicurezza sugli impianti e anche il codice della strada, possono aumentare le distanze minime imposte dalla Legge, ma non diminuirle.

Se due costruzioni non sono aderenti, la distanza minima tra di esse in linea d'aria deve essere di almeno 3 metri.

 

Eccezioni alle distanze minime dai confini

 

le eccezioni

Esistono, però, delle eccezioni anche alle distanze minime fissate dal codice civile.
 

Prima eccezione


La Cassazione, con la sentenza numero 2331 del 1983 ha riconosciuto ai proprietari di terreni confinanti la possibilità di stabilire tra loro un accordo per ridurre la distanza minima.

Questo vale solo però nel caso in cui il regolamento edilizio locale non abbia fissato le distanze minime.

Seconda eccezione


Se due fabbricati costruiti da oltre venti anni, hanno una distanza inferiore a quella fissata dalla Legge e i proprietari non hanno mai opposto alcuna obiezione, può scattare il diritto all'usucapione cioè il diritto o il possesso protratto per un lungo periodo di tempo si trasforma in diritto o proprietà vera.
 
Tale diritto è regolato dagli articoli 1158 e seguenti del codice civile e deve essere fatto valere in giudizio con una sentenza.

 

Cosa si intende per costruzione?

 

E’ bene precisare che il concetto di costruzione non si esaurisce semplicemente in quello di edificio, manufatto costituito da muri perimetrali, ma per la giurisprudenza essa è costituita da qualsiasi opera stabilmente infissa al suolo.

balconeCon sentenze succedutesi nel corso degli anni la Cassazione ha stabilito che devono intendersi come costruzioni manufatti quali la tettoia che avanzi rispetto all'edificio già esistente, i balconi, una pensilina costruita su un terrazzo con materiali metallici, una scala esterna in muratura, un manufatto, con finestra, coperto da tettoia formata da travi con soprastanti lamiere, destinata a fienile, magazzino e pollaio, un barbacane quale elemento costruttivo di completamento dell'edificio.

Allo stesso modo ha stabilito che non rientrano in tale concetto le condutture elettriche ed i pali che le sostengono, uno zoccolo basso in muratura con rete metallica infissa, i manufatti realizzati all'interno di preesistenti costruzioni eseguite in appoggio o in aderenza ad un muro comune sul confine, un campo da tennis ad uso privato, dato che la rete metallica che di solito circonda simili campi, non può formare un'intercapedine e come tale non rientra nella previsione dell'art. 873, il muro di contenimento di una scarpata o di un terrapieno, il muro di cinta con altezza non superiore ai tre metri.

In generale, quando in un edificio sono presenti sporti o aggetti, essi non devono essere considerati costruzione quando hanno una funzione meramente decorativa e non hanno alcun compito strutturale.

 

Muri di confine

 

Il Codice Civile all'articolo 841 afferma che in qualsiasi momento si ha il diritto di recintare la propria proprietà.

muri di confineSe il muro è alto meno di tre metri l'edificio dovrà essere costruito a più di tre metri di distanza dalla costruzione del vicino, altrimenti i tre metri minimi vanno considerati dal muro di recinzione.

Se un muro è costruito su confine anche da uno solo dei proprietari, l'altro confinante può chiederne la comunione, a patto che divida le spese di costruzione e manutenzione.

Se una costruzione sorge a ridosso di un muro di confine, anche l'altro confinante potrà appoggiare la sua costruzione al muro comune.

Se un muro è a meno di un metro e mezzo dal confine è possibile chiedere la comunione al vicino che dovrà comunque acconsentire e richiedere a sua volta la costruzione del nuovo muro sul confine.

Il Codice Civile stabilisce alcune prove che si possono portare a sostegno del fatto di essere l'unico proprietario del muro, come per esempio la presenza da un lato del muro di cornicioni, mensole, ecc.

 

Alberi e piante

alberi e pianteIl Codice Civile stabilisce che i confini possono essere segnati anche da siepi o alberi che sono considerati in questo caso comuni.

Piantando nuovi alberi bisogna rispettare una distanza che va da 1 metro a 3 metri a seconda delle dimensioni delle piante, se cioè queste sono di alto, medio fusto o di altezza inferiore a 2,50 mt.
Se le piante sono più basse di un muro di recinzione nessuna distanza deve essere rispettata. (art. 892 c.c.)

Anche per le piante si può applicare il diritto di usucapione. Se muoiono però non è possibile rimpiazzarli.

E' possibile pretendere il taglio delle radici o dei rami che invadono il terreno o lo spazio dell'altro confinante.

Articolo: Distanze da rispettare
Valutazione: 4.79 / 6 basato su 258 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 1
  • 0
Commenta su Distanze da rispettare
Caratteri rimanenti
  • Michelamyu
    Mercoledì 28 Maggio 2014, alle ore 11:59
    Salve,nel mio condominio, il proprietario confinante ha ancorato alla finestra del vano scale (parte esterna), una griglia metallica (fissata al muro), che chiude la sua terrazza. Posso farla rimuovere? e se non vogliono?
    rispondi al commento
  • Capmg
    Venerdì 11 Aprile 2014, alle ore 12:27
    Mi scuso per l'inserimento di un nuovo messaggio, ho provato a modificare il precedente ma non me lo fa fare, volevo aggiungere che il vicino sostiene che il nostro sia un condominio, come posso verificare questa cosa? e nel caso fosse davvero un condominio posso mettere la rete? Abbiamo comprato questa casa solo per il giardino e per poter dare un po' di libertà ai nostri gatti.. sogni infranti
    rispondi al commento
    • Arch.granata Capmg
      Venerdì 11 Aprile 2014, alle ore 12:43
      L'immobile così descritto è effettivamente un condominio. Il giardino è però uno spazio privato, non in comune, per cui dovrebbe essere possibile recintarlo, anche perchè a quanto ho capito non esiste un regolamento che lo vieti.
      rispondi al commento
      • Capmg Arch.granata
        Venerdì 11 Aprile 2014, alle ore 13:18
        Innanzitutto grazie per la risposta. Se un regolamento esiste io non l'ho mai visto, c'è modo di saperlo senza chiedere al vicino? A chi devo rivolgermi per avere la certezza di poter mettere la rete, ai vigili urbani? Grazie ancora
        rispondi al commento
      • Capmg Arch.granata
        Venerdì 11 Aprile 2014, alle ore 15:59
        E nel caso potessi metterla, ci sono delle altezze da rispettare?
        rispondi al commento
        • Arch.granata Capmg
          Lunedì 14 Aprile 2014, alle ore 10:37
          Se lei è un condominio e non sa dell'esistenza di un regolamento condominiale, è plausibile che il regolamento non esista... In tal caso faccia riferimento, per l'altezza massima, a quanto prescritto dal regolamento edilizio comunale.
          rispondi al commento
  • Capmg
    Venerdì 11 Aprile 2014, alle ore 10:20
    Salve, ho cercato informazioni ma mi sono rimasti dubbi che spero lei possa chiarirmi. Abito in, se si può chiamare così, una porzione di colonica. Abbiamo un cortile chiuso da un cancello, in comune, con posti auto e ogni abitazione ha un giardino privato delimitato da un muretto di circa 80 cm. Io vorrei recintare il mio giardino con rete e paletti, "appoggiandoli" al muretto di confine col vicino, posso farlo? Il mio vicino si oppone.Grazie
    rispondi al commento
  • Claudiotex
    Sabato 15 Marzo 2014, alle ore 17:00
    Salve...Volevo sapere se posso montare sul confine del mio giardino (con quello de vicino) un frangivista in legno da 1.80 cm, ora esiste solo una piccola ringhiera da 50 cm.Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Claudiotex
      Lunedì 17 Marzo 2014, alle ore 09:49
      Per l'altezza bisogna vedere cosa è consentito dal regolamento edilizio locale.
      rispondi al commento
  • Ilariasicari
    Mercoledì 19 Febbraio 2014, alle ore 10:11
    Salve, vivo in una villetta il cui giardino è separato da quello del mio vicino da un muro di cinta in pietra di circa 80 cm + rete verde. Il vicino può costruire un box in muratura sul muro di cinta?GrazieSaluti
    rispondi al commento
  • Nannidelogu.tozzi
    Domenica 9 Febbraio 2014, alle ore 11:00
    Salve, vivo in un centro storico. Tra la mia casa e quella del vicino c?è una distanza di un metro. Il muro della mia casa cade nel confine. Il vicino ha costruito (abusivamente) un vano, tra la sua casa e la mia, ancorando un solaio al mio muro e causando infiltrazioni di umidità. Cosa posso fare per tutelarmi? Grazie. Giovanni
    rispondi al commento
    • Arch.granata Nannidelogu.tozzi
      Lunedì 10 Febbraio 2014, alle ore 10:20
      Se è sicuro che si tratta di un abuso, deve denunciarlo alla Polizia Municipale.
      rispondi al commento
      • Nannidelogu.tozzi Arch.granata
        Mercoledì 12 Febbraio 2014, alle ore 02:02
        Cosa dovrei sapere per essere sicuro che sia un abuso? ha costruito a ridosso del mio muro senza chiedermi nulla e ha svolto i lavori tra il venrd' e la domenica in mia assenza. Alla Polizia Municipale ho presentato un esposto. Ma il vicino sostiene che tutto è regolare.
        rispondi al commento
        • Arch.granata Nannidelogu.tozzi
          Mercoledì 12 Febbraio 2014, alle ore 09:48
          Http://www.lavorincasa.it/articoli/in/normative/come-denunciare-un-abuso-edilizio/
          rispondi al commento
          • Nannidelogu.tozzi Arch.granata
            Giovedì 13 Febbraio 2014, alle ore 21:47
            Grazie, per l'attenzione. Ho già presentato un esposto alla Pol. Mun.. L'avv. di controparte mi ha chiesto un incontro e un sopralluogo tecnico, inoltre mi ha proposto una conciliazione bonaria. Questo, insieme al fatto che hanno eseguito i lavori in orari non conformi e che non abbiano esposto il cartello di cantiere, conferma che il lavori sono abusivi. All'Uff tecnico del comune non risultano concessioni edilizie.
            rispondi al commento
  • Stefano
    Venerdì 3 Gennaio 2014, alle ore 19:36
    Salve, vorrei realizzare un box per un cane di circa 3mq alto 1,5m, costituito principalmente da "pareti" in rete metallica.
    L'unico posto per realizzare il box è adiacente al muro di cinta tra la mia abitazione e quella del mio vicino.
    Ci potrebbero essere dei problemi?
    rispondi al commento
  • Lillo
    Mercoledì 11 Dicembre 2013, alle ore 19:48
    Salve, vorrei avere un piccolo chiarimento a Cerda (PA) un proprietario dopo oltre 60 anni ha deciso di mettere dei paletti e catene per circoscrivere, dice lui, la sua proprietà essendo lui il possessore del distributore di carburante, di conseguenza dove è sito lo spazio in questione, poteva farlo?
    E quanto si doveva allontanare visto che la s.s. 120 passa di lì?
    rispondi al commento
  • Stefano Filippi
    Lunedì 9 Dicembre 2013, alle ore 14:00
    Salve, un mio inquilino ha costruito nel terreno di mia proprietà un pollaio, non in muratura.
    Un vicino si stà lamentando per questa cosa.
    Il vicino ha il terreno adiacente alla mia proprietà ma non esiste alcuna costruzione almeno nel raggio di 500 metri.
    Il suo è un terreno coltivato.
    Ha ragione nel pretendere l'abbattimento del pollaio?
    Per quale motivo?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Antonino
    Giovedì 5 Dicembre 2013, alle ore 14:24
    Salve, il mio vicino ha ampliato (abusivamente) la sua abitazione appoggiandosi al muro di confine tra le nostre proprietà e addirittura realizzando una terrazza con affaccio a piombo sulla mia proprietà.
    A distanza di tempo ha condonato e accatastato il tutto.
    Posso io contestare la costruzione anche se lui l'ha regolarizzata?
    Ci sono dei tempi massimi entro il quale devo intervenire?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Antonino
      Venerdì 6 Dicembre 2013, alle ore 09:45
      Sì, il condono non cancella la violazione delle distanze.
      Mi pare ci sia proprio una sentenza, le consiglio di rivolgersi ad un legale.
      rispondi al commento
  • Salvatore Piras
    Venerdì 29 Novembre 2013, alle ore 17:50
    Buonasera, il mio vicino ha costruito il muro di confine 30 anni circa, alto metri 2, che separa i cortili delle rispettive abitazioni distanti tra loro metri 4.
    Di recente ho avuto la necessità di fissare la testata di una trave in legno a detto muro per realizzare una tettoia, proponendogli il pagamendo di metà del manufatto, purtroppo con esito negativo.
    Chiedo quale distanza devo mantenere.
    No controindicazioni locali.
    rispondi al commento
  • Giovanna Dianna
    Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 17:30
    Gentilissima, vorrei sapere se posso realizzare a confine, una tettoia in legno per installarvi pannelli fotovoltaici lì dove già esiste, ma nella mia proprietà, un muro di contenimento di circa 4 m. e il mio terreno è ad una quota decisamente inf. rispetto a quello del mio confinante (circa 3.5. m.).
    Il piano della tettoia (max 3 m.) non raggiungerebbe neppure il livello del piano strada del terreno che sormonta il mio.
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Giovanna Dianna
      Venerdì 29 Novembre 2013, alle ore 10:42
      Per verificare la fattibilità di un intervento è necessario incaricare un architetto del posto che possa controllarlo alla luce dei regolamenti locali e delle caratteristiche della proprietà.
      rispondi al commento
  • Giaa Luca
    Mercoledì 20 Novembre 2013, alle ore 14:26
    Salve, io vorrei acquistare una casa di circa 40 anni che ha una certa distanza dalle case confinanti, mi è stato detto che non è possibile abbattere la casa e ricostruirla se nn si rispettano i 10 metri minimi di distanza.
    Questa casa è messa proprio male ci sarebbe da rifarla completamente, è possibile rifarla senza abbatterla, cioè rispettando i muri esterni?
    E se si quali sarebbero i costi medi di ricostruzione?
    Cordiali saluti.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Giaa Luca
      Giovedì 21 Novembre 2013, alle ore 10:22
      Se la casa si "rifà" senza abbatterla, parliamo di costi di ristrutturazione e non di ricostruzione.
      Essi variano da Regione a Regione. Per avere un'idea può richiedere qui un preventivo gratuito.
      rispondi al commento
  • Tommaso
    Lunedì 18 Novembre 2013, alle ore 18:07
    Salve, Se due app. al primo piano e di due proprietà diverse hanno ciascuna un terrazzo che copre dei vani al piano terra contigui, di modo che i due terrazzi si fronteggiano attaccati (uno è più stretto dell'altro, quindi il secondo affaccia anhe su una corte), tant'è che uno dei due ha il bordo che finisce sotto la grondaia dell'altro, se uno dei due non è accatastato potrà essere regolarizzato dopo 20 anni di usocapione e relativa procedura?
    rispondi al commento
  • Luciana
    Domenica 17 Novembre 2013, alle ore 09:16
    Ciao, io ho acquistato un vecchio rustico tutto da ristrutturare.
    Il vicino, che ci ha costruito una villa con giardino, ha piantato aiuole che contengono alberi e piante attaccato al mio muro di confine (peccato che ho deciso di arredare proprio da quel lato e temo possibili infiltrazioni o umidità dovute a irrigazioni continue!).
    Leggendo le leggi mi sono resa conto che il vicino non ha rispettato le distanze.
    Cosa mi consigliate di fare?
    rispondi al commento
  • Luciana
    Domenica 17 Novembre 2013, alle ore 09:03
    Buongiorno, io invece ho da 3 mesi acquistato un rustico indipendente tutto da ristrutturare.
    Il mio vicino ci ha costruito una villetta con tutto giardino intorno.
    Appoggiato al mio muro ci ha messo degli alberelli e piante.
    Peccato che su quella parte ho deciso di arredare (gli spazi della mia casa nn sono ampi) e quindi temo che si possa creare umidità e, di conseguenza, rovinare i mobili.
    Cosa mi consiglia di fare?
    rispondi al commento
  • Domenico
    Martedì 12 Novembre 2013, alle ore 01:49
    Il mio vicino possiede un capannone industriale con molto spazio intorno.
    In un'area che confina con la mia proprietà, da giardino, l'ha trasformata effettuando un riempimento di materiale da smaltimento, parcheggiando tre, a volte anche quattro camion, occupando molto spazio da togliere il respiro, cosa posso fare?
    rispondi al commento
  • Antonio
    Domenica 10 Novembre 2013, alle ore 17:48
    Ciao, ho una villa indipendente.
    Il mio vicino ha costruito una struttura rudimentale appoggiandosi al mio confine.
    Gli ho chiesto un metro di distanza, così potevo accedere al mio muro ma lui non ne vuole sapere.
    Cosa mi conviene fare per distanziarlo?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Hilario
    Sabato 2 Novembre 2013, alle ore 16:51
    Ho una casa costruita nel 1953.
    La casa è stata costruita a 2,50 mt dal confine di proprietà su un lato, su altri due ha edifici in aderenza.
    Vorrei applicare il piano casa regione Lazio del 20% nella parte retro dove posso arrivare al confine (autorizzazione del confinante con atto notarile).
    Il comune di Lanuvio mi dice che non posso realizzare l'ampliamento in aderenza al mio confine in quanto il confine è limite comunale.
    rispondi al commento
  • Luca
    Giovedì 31 Ottobre 2013, alle ore 13:35
    Salve, è 20 anni che ho una finestra che ha una distanza inferiore di 80 cm dal muro di confine di proprietà del mio vicino ora lui si lamenta perchè non può costruire, mi può far chiudere la finestra o mi può mettere una rete oscurante per la sua privacy?
    rispondi al commento
    • Paolo Luca
      Lunedì 4 Novembre 2013, alle ore 10:13
      Sì.
      rispondi al commento
      • Luca Paolo
        Martedì 5 Novembre 2013, alle ore 07:32
        Ma se ho la finestra da oltre 20 anni ho usocapito la servitu di veduta sul fondo del vicino?
        rispondi al commento
        • Benedetto Luca
          Martedì 5 Novembre 2013, alle ore 12:42
          L'usucapione non si acquisisce automaticamente, ma necessita di un procedimento giudiziale per essere riconosciuta.
          rispondi al commento
  • Paolo Serricchio
    Mercoledì 16 Ottobre 2013, alle ore 18:51
    Molto benfatto nella forma.
    Mi sembra un po' approssimativo nei contenuti e soprattutto nella "giustificazione" delle asserzioni.
    Comunque meritevole.
    rispondi al commento
  • Gianluca
    Domenica 13 Ottobre 2013, alle ore 10:15
    Salve, vorrei realizzare una tettoia appoggiando i pilastri sul muro di confine(muro di mia proprietà).
    Sul lato muro dove poggeranno i pilastri, c'è un lotto edificabile (chissà in futuro se qualcuno lo comprerà).
    Posso realizzare la mia tettoia?
    Ci sono normative o leggi che possono impedire la costruzione oppure autorizzare la costruzione?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Sophie
    Giovedì 10 Ottobre 2013, alle ore 10:46
    Salve, ho comprato un villa monofamilialre che ha una recinzione che la divide de la villa accanto.
    La recinzione e apoggiata a un muretto il quale e metà nella mia proprietà e metà nell'altra villa.
    La recinzione e installata giusto in mezzo a questo muretto.
    Per avere un po' di privacy vorrei installare dei cannicci sintetici alti 2 metri, appoggiati sopra il mio muretto e dopo fissarle con pali, tutto ovviamente nella mia propietà.
    Posso farlo?
    rispondi al commento
  • Tina
    Martedì 8 Ottobre 2013, alle ore 10:30
    Salve, ho un balcone aggettante in un pozzo luce.
    Il mio vicino di casa intende allungare il proprio balcone aggettante avvicinandosi al mio.
    Può farlo considerando che l'edificio è vincolato?
    A che distanza si deve tenere dal mio?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Adelina
    Lunedì 7 Ottobre 2013, alle ore 11:04
    Quanto deve distare la siepe dal muro di confine e quanto può essere alta.
    Un'albero poi invade il mio giardino, cosa posso fare?
    rispondi al commento
  • Massimiliano
    Mercoledì 2 Ottobre 2013, alle ore 13:28
    Io ho un terreno che confina con un condominio, volevo sapere la distanza di legge per potere usare il mio barbecue senza dare fastidio ai condomini.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Massimiliano
      Venerdì 4 Ottobre 2013, alle ore 09:53
      Deve consultare il regolamente edilizio o il regolamento d'igiene locale.
      rispondi al commento
  • Vincenzo Ruggiero
    Lunedì 30 Settembre 2013, alle ore 22:23
    Il mio vicino, dopo aver costruito un mutuo di confine, che sostituisce parzialmente una rete, dice che dovrei pagare un terzo della spesa.
    Ho acconsentito verbalmente alla costruzione, ma non credevo di dover contribuire alla spesa.
    Io non ho nessun interesse a possedere quel muro in comproprietà.
    Cosa mi consiglia di fare?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Vincenzo Ruggiero
      Martedì 1 Ottobre 2013, alle ore 10:44
      Non ha alcun obbligo di pagare queste spese.
      Naturalmente non dovrà fare uso del muro.
      rispondi al commento
  • Jessica
    Venerdì 27 Settembre 2013, alle ore 19:06
    La mia vicina di casa ha deciso di costruire una tettoia (che usa per mettere la sua automobile) con travi in legno, tetto in plexiglas e rete ombreggiante, parete in cartongesso con finestre.
    Condividiamo un muro di confine.
    La sua nuova struttura quali distanze dovrebbe rispettare per essere a norma?
    Avrebbe dovuto chiedere dei permessi al comune e/o a me?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Jessica
      Lunedì 30 Settembre 2013, alle ore 10:59
      Le distanze sono quelle previste dai regolamenti locali.
      Andava richiesto permesso al comune.
      rispondi al commento
  • Alessandro
    Lunedì 23 Settembre 2013, alle ore 14:24
    Salve, il comune mi contesta la posizione di box per cani in pannelli coibentati perchè risultano, seppur all'interno della mia proprietà, entro i 20 metri di distanza da una strada provinciale, asserendo che sono una costruzione.
    Ovviamente i box sono solo fissati al terreno tramite dei tasselli.
    Come devo comportarmi?
    rispondi al commento
    • Cecilia Alessandro
      Mercoledì 25 Settembre 2013, alle ore 11:04
      Deve seguire le indicazioni date dal comune.
      rispondi al commento
  • Cristina
    Domenica 22 Settembre 2013, alle ore 13:46
    Salve a tutti, il mio vicino di casa parcheggia le macchine a meno di un metro dalla mia finestra e tra l'altro sono sotto una tettoia di laminato e c'è anche rischio di incendio.
    Posso fare qualcosa in merito?
    Grazie a tutti.
    rispondi al commento
  • Serena
    Venerdì 20 Settembre 2013, alle ore 17:38
    33 anni fa i miei genitori e un'altra coppia hanno acquistato un lotto di terreno su cui, con unica concessione, hanno costruito un fabbricato unico suddiviso in seguito in 2 proprietà distinte.
    Per risuddividere la nostra proprietà e creare 2 appartamenti su 2 piani, costruire una scala esterna e ampliare il terrazzo già esistente, come devo comportarmi con le distanze?
    Il confine (il muro in comune) rimane a sx rispetto alla scala e al terrazzo.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Serena
      Martedì 24 Settembre 2013, alle ore 17:10
      Per realizzare l'intervento dewscritto dovrete rivolgervi ad un architetto, il quale si occuperà anche della questione distanze.
      rispondi al commento
  • Susy
    Lunedì 16 Settembre 2013, alle ore 16:06
    Il mio vicino vuole costruire un muro di recinzione per delimitare la proprietà.
    Preciso che adiacente alla sua proprietà io ho una tettoia in muratura a circa una distanza di 3 metri.
    Per procedere alla costruzione del muro di recinzione il vicino deve rispettare una distanza minima dalla mia proprietà o può costruire sul confine?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Claudio Susy
      Martedì 17 Settembre 2013, alle ore 10:26
      Per Susy: certo che può costruire la recinzione!
      Il vicino ha diritto a delimitare la sua proprietà, la recinzione non è una costruzione, purchè rispetti determinati requisiti come l'altezza di 3 m.
      rispondi al commento
      • Susy Claudio
        Martedì 17 Settembre 2013, alle ore 15:28
        Per Claudio: ma il muro è una costruzione.
        Non ho capito se per fare un muro è necessario osservare una distanza minima dal fondo del vicino.
        Ringrazio anticipatamente per l'attenzione e per la risposta.
        rispondi al commento
        • Claudio Susy
          Mercoledì 18 Settembre 2013, alle ore 09:50
          Per Susy: Ma secondo lei, se il muro di recinzione deve rispettare le distanze, allora uno per recintare un fondo che è largo, ad esempio, 15 metri, deve mettere 2 muri di recinzione a 5 metri dai vicini, e quindi gli rimangono 5 metri in mezzo?
          rispondi al commento
  • Massimo
    Venerdì 13 Settembre 2013, alle ore 09:58
    Per Arch. Carmen Granata: a che distanza posso tenere i bancali di legna da ardere dal muro (metà casa e metà muraglia di prismi) del vicino costruito a confine con la mia propietà?
    La ringrazio anticipatamente per la sua risposta.
    rispondi al commento
  • Andrea
    Sabato 31 Agosto 2013, alle ore 21:25
    Io volevo un po' di informazioni.
    Io ho muro di confine fatto di blocchi in cemento alto più o meno 1,20 m.
    Di là dal muro ci sono due confinanti, invece di qua ci sono io alla quale vorrei costruire una casetta in legno e un gazebo.
    Come posso fare?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Andrea
      Lunedì 2 Settembre 2013, alle ore 10:26
      Per Andrea: deve rivolgersi ad un architetto che verifichi la fattibilità dell'intervento.
      rispondi al commento
      • Andrea Arch.granata
        Martedì 3 Settembre 2013, alle ore 23:50
        Per Arch. Carmen Granata: grazie Arch. per avermi risposto a breve avrò una risposta, ma per il momento mi è stato detto che il colmo (il punto più alto di entrambi le costruzioni ) è di 2.26 m, posso costruirle.
        rispondi al commento
  • Graziano
    Venerdì 30 Agosto 2013, alle ore 22:18
    Buonasera, i miei vicini hanno un ombrellone che aprono contro la finestrella della mia cucina: a che distanza dovrebbero tenerlo?
    Esiste qualche legge in merito?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Valeria
    Mercoledì 28 Agosto 2013, alle ore 20:26
    Grazie Arch. Granata.
    Sfortunatamente non è possibile un accordo amichevole.
    Qual è la strada?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Valeria
      Venerdì 30 Agosto 2013, alle ore 09:52
      Per Valeria: a questo punto si affidi ad un legale.
      rispondi al commento
      • Valeria Arch.granata
        Venerdì 30 Agosto 2013, alle ore 22:51
        Per Arch. Carmen Granata: Grazie.
        rispondi al commento
  • Rosy
    Mercoledì 28 Agosto 2013, alle ore 16:34
    Scusate mi sapete dire se è possibile vendere un pozzo?
    Mi trovo in Sicilia e un signore ha sempre venduto la sua acqua attinta dal suo pozzo.
    Sono 15 anni che facciamo così, adesso viene fuori che ci vuol vendere il pozzo a tutti quelli che lo vogliono altrimenti niente acqua.
    Dove siamo noi non c'è acqua.
    Che possiamo fare?
    Dobbiamo acquistare questa parte di pozzo?
    Siamo 30 famiglie, se non di più.
    Rispondetemi per favore.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Rosy
      Venerdì 30 Agosto 2013, alle ore 10:46
      Per Rosy: La normativa sulle acque è molto complessa e inoltre la Sicilia, essendo regione a statuto speciale, potrebbe avere delle norme specifiche.
      Le consiglio pertanto di affidarsi ad un legale.
      rispondi al commento
      • Rosy Arch.granata
        Sabato 31 Agosto 2013, alle ore 16:58
        Per Arch. Carmen Granata: grazie Arch. per avermi risposto.
        rispondi al commento
  • Valeria
    Martedì 27 Agosto 2013, alle ore 17:12
    Per l'Arch. Carmen Granata: Grazie della risposta.
    Può essere quindi fatta rimuovere, ma come?
    E' sufficiente rivolgersi al comune, ai vigili o necessario fare altro (giudice)?
    Grazie ancora.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Valeria
      Mercoledì 28 Agosto 2013, alle ore 11:19
      Per Valeria: le consiglio di trovare prima un accordo amichevole col vicino.
      rispondi al commento
  • Paolo
    Lunedì 26 Agosto 2013, alle ore 10:00
    Per l'arch. Carmen Granata. Terrazzoni confinanti tutti uguali, uno dei vicini decide di alzare e allungare il suo terrazzo, di fatto il muro di confine non è più sufficente a garantire la privacy, è come se adesso lo abbiamo in casa, inoltre sale sul muro di confine per prendere il tubo dell'acua che ha installato fuori.
    Posso attaccare al muro una struttura in legno per far crescere un gelsomino che ripristini la privacy?
    rispondi al commento
  • Valeria
    Venerdì 23 Agosto 2013, alle ore 11:13
    Per l'Arch. Carmen Granata. Una tettoia murata con travi in legno e coppe installata sotto tutte le finestre a meno di un metro lede il diritto di veduta di tutte tranne il balcone. Può essere fatta rimuovere dato che l'appartamento aveva diritto di veduta a piombo sul giardino sottostante (pur questo di proprietà del piano sottostante)?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Valeria
      Martedì 27 Agosto 2013, alle ore 09:27
      Per Valeria: sì, può essere fatta rimuovere.
      rispondi al commento
  • Massimo
    Martedì 13 Agosto 2013, alle ore 21:46
    Per l'arch. carmen granata GRAZIE PER LA RISPOSTA !!!
    rispondi al commento
  • Simone
    Martedì 13 Agosto 2013, alle ore 19:43
    La prego cortesemente se puo rispondermi al più presto grazie Arch.Granata
    rispondi al commento
  • Salce.augusto
    Lunedì 12 Agosto 2013, alle ore 17:19
    Spett: Arch Costruiscono un nuovo stabile adiacente al mio mi sono accorto che il primo balcone in costruzione e 4 mt 3,50. davanti ad un mio stabile basso fabbricato costruito piu' di 40 anni normalment6eb abitato e co finestra verso la nuova costruzione La distanza e normale?
    In attesa Di una Sua Cordiali saluti.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Salce.augusto
      Giovedì 22 Agosto 2013, alle ore 16:51
      Per Salce.augusto: no, la distanza complessiva dovrebbe essere di 10 m.
      rispondi al commento
  • Simone
    Domenica 11 Agosto 2013, alle ore 22:05
    Ho un problema con la mia confinante la quale mi ha costruito una pensilina in ferro con copertura in plexiglas di 130 pe r5 metri a 5 centimetri dal muro dove ho la finestra del bagno, poi mi a piazzato una tenda da sole a motore a 50 centimetri dalla mia abitazione e inoltre ha anche aperto una porta, tutto questo senza chiedere a me come confinante.
    Come posso procedere visto che mi credono stupido?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Simone
      Giovedì 22 Agosto 2013, alle ore 16:18
      Per Simone: se le opere sono state realizzate senza un regolare permesso, può procedere ad una denuncia.
      rispondi al commento
  • Elena
    Domenica 11 Agosto 2013, alle ore 16:18
    Sono al piano terra e la mia finestra da nel giardino di un'altra proprietà confinante....mi hanno messo una piscina enorme (la piu grande fra le gonfiabili) usata dalle persone a cui affittano (figliate di 6/7 bambini)....è proprio SOTTO la mia finestra in poche parole non si può stare in casa se loro usano la piscina..non ci sono distanze almeno da rispettare tipo 3 mt dalla finestra?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Elena
      Giovedì 22 Agosto 2013, alle ore 16:13
      Per Elena: ci sono distanze da rispettare ma ci sono anche divieti di aprire finestre nelle proprietà altrui.
      rispondi al commento
      • Elena Arch.granata
        Lunedì 26 Agosto 2013, alle ore 16:35
        Per Arch. Carmen Granata: Immaginavo non si potessero aprire finestre che danno in altre proprietà.
        E' il padre della persona che mi ha messo la piscina sotto la finestra ad aver costruito e venduto a me la casa aprendo una finestra nel loro giardino.
        Non solo la finestra non è consentita: qualsaisi cosa le viene in mente che non si possa fare l'hanno fatta, non so come abbiano potuto condonare infatti!
        Grazie.
        rispondi al commento
  • Carmen
    Venerdì 2 Agosto 2013, alle ore 23:39
    Per Arch. Carmen Granata:
    Può un condomino saldare tra due ringhiere (di cui una posta sul muro perimetrale del fabbricato) dei profilai di ferro a novanta gradi creando una struttura a sostegno per pianti rampicanti.
    Il medesimo può appoggiarsi sulla ringhiera posta sul muro perimetrale?
    Grazie
    rispondi al commento
  • Marin
    Venerdì 2 Agosto 2013, alle ore 11:08
    Cortesemente, qualcuno mi saprebbe dire a che distanza vicino ad una finestra di una camera da letto, (tenuta aperta nelle notti estive) dalla mia proprietà, il mio vicino può installare il motore di un condizionatore.
    Premetto che se lo installasse io poi, col rumore non potrei dormire di notte.
    Vi è una normativa al riguardo?
    Ringrazio coloro i quali sapranno darmi una risposta esauriente e conforme alla legge.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Marin
      Lunedì 5 Agosto 2013, alle ore 09:20
      Per Marin: la distanza che devono osservare le unità esterne dei condizionatori è quella dettata dall'art. 907 c.c., che comunque è relativa alle vedute.
      rispondi al commento
  • Marin
    Venerdì 2 Agosto 2013, alle ore 11:03
    Cortesemente, qualcuno mi saprebbe dire a che distanza vicino ad una finestra di una camera da letto, (tenuta aperta nelle notti estive) dalla mia proprietà, il mio vicino può installare il motore di un condizionatore.
    Premetto che se lo installasse io poi, col rumore non potrei dormire di notte.
    Vi è una normativa al riguardo?
    Ringrazio coloro i quali sapranno darmi una risposta esauriente e conforme alla legge.
    rispondi al commento
  • Luigi
    Mercoledì 31 Luglio 2013, alle ore 12:55
    Un condomino ha saldato tra due ringhiere (di cui una posta sul muro perimetrale del fabbricato) dei profilai di ferro a novanta gradi creando una struttura a sostegno per pianti rampicanti.
    Deve il medesimo rispettare la distanza dalla delimitazione della proprietà?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Antonio
    Sabato 27 Luglio 2013, alle ore 17:33
    Salve, ho acquistato casa in area PEP(comune ancora proprietario del terreno).
    Il vecchio proprietario aveva posato autobloccanti (2mt x 3.5) sotto una tettoia e poi pavimentato una superficie (2mt x 3mt) di terrapieno effettuato con travi (tipo svedesi).
    Ha posizionato un gazebo di metallo (rimovibile) ancorato al muro della villetta del vicino che vorrebbe far rimuovere il tutto perché confinante con suo muro.
    Ha ragione il vicino?
    Invio foto?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Antonio
      Lunedì 29 Luglio 2013, alle ore 11:03
      Per Antonio: il manufatto si configura come costruzione. Ha ragione il vicino, se esso non rispetta le distanze dal suo fabbricato.
      rispondi al commento
      • Antonio Arch.granata
        Martedì 30 Luglio 2013, alle ore 13:41
        Per Arch. Carmen Granata: Grazie della risposta.
        Ma il terrapieno è stato effettuato con travi e terra del giardino stesso.
        La pavimentazione è stata posata tipo autobloccanti e sarà lì da almeno 5 anni mentre gli autobloccanti sono lì dal 1993 o 1994.
        Posso comunicare al comune chiedendo "sanatoria" Mi sembra per autobloccanti c'è solo comunicazione al comune, vero?
        Il gazebo è ancorato con 2 tasselli, nient'altro.
        Grazie della risposta.
        rispondi al commento
        • Arch.granata Antonio
          Mercoledì 31 Luglio 2013, alle ore 09:41
          Per Antonio: il problema non è la pavimentazione, ma il gazebo.
          Molto spesso si parla genericamente di struttura amovibile.
          Ma una struttura fissata a terra viene comunque considerata costruzione, anche se le consiglio di informarsi presso il suo comune, magari tramite un tecnico.
          rispondi al commento
          • Antonio Arch.granata
            Mercoledì 31 Luglio 2013, alle ore 10:50
            Per Arch. Carmen Granata: grazie della risposta.
            Quindi il gazebo bisogna rimuoverlo (che non usiamo nemmeno perché abbiamo portico!).
            Per quanto riguarda il terrapieno e la pavimentazione sullo stesso, più la pavimentazione con autobloccanti sotto il portico posso presentare una semplice lettera/comuncazione (o SCIA) al comune per essere in regola con queste "opere"?
            Grazie infinite dei chiarimenti.
            rispondi al commento
  • Roberto Doliana
    Mercoledì 24 Luglio 2013, alle ore 11:37
    Buongiorno, ho costruito un'abitazione con giardino confinante già diviso dal giardino del vicino da una recinzione costituita da basso muretto sormontato da rete.
    Ora vorrei appoggiare a tale recinzione in aderenza una barrierea frangivista in legno della medesima altezza (circa 2m), ma il vicino sostiene che non è consentito perchè così verrebbe impedita la visuale dalla sua proprietà, che ne pensa?
    Grazie in anticipo.
    rispondi al commento
  • Giuseppe
    Martedì 23 Luglio 2013, alle ore 11:37
    Buongiono, vorrei cortesemente sapere se posso effettuare due prese d'aria foro 100 mm per areazione vespaio ad un altezza di 3 m, su un muro di casa di confine alto circa 8 m, senza chidere il permesso al vicino.
    Ringraziando porgo cordiali saluti.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Giuseppe
      Mercoledì 24 Luglio 2013, alle ore 09:49
      Per Giuseppe: se la proprietà del muro è comune deve chiedere il permesso.
      rispondi al commento
      • Giuseppe Arch.granata
        Mercoledì 24 Luglio 2013, alle ore 15:44
        Per Arch. Carmen Granata: Grazie mille.
        rispondi al commento
  • Gerardo
    Lunedì 22 Luglio 2013, alle ore 18:07
    Vorrei sapere quanto è per legge l'altezza di una siepe di spine in confine, la siepe è ubicata in campagna su fondi agricoli, è confinante su una strada vicinale, non ricordo dove ho letto, la siepe di spine in confine, l'altezza dev'essere tra 100 e 150 cm. max.
    E' giusta questa misura?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Gerardo
      Martedì 23 Luglio 2013, alle ore 11:23
      Per Gerardo: le piante di medio fusto, come le siepi, se non addossate a muro di confine, possono essere alte fino a 2,50 m., a meno che il regolamento locale sia più restrittivo.
      Può darsi che lei faccia riferimento alle misure del regolamento locale.
      rispondi al commento
  • Massimo
    Lunedì 22 Luglio 2013, alle ore 15:30
    Buongiorno, ecco il quesito: il mio posto auto (in giardino interno) confina con il giardino del mio vicino, il confine è segnato da un muro alto 1,20 mt ed una rete metallica che porta l'altezza complessiva a 2.20 mt.
    Ho fatto costruire una tettoia in legno per coprire il posto auto che non supera l'altezza complessiva appoggiandomi al muro di confine.
    L'ufficio del comune mi contesta la distanza minima non rispettata, Grazie.
    rispondi al commento
  • Joseph
    Lunedì 22 Luglio 2013, alle ore 11:52
    Salve, il mio terreno si trova ad un livello superiore rispetto a quello del mio vicino, separati da un muro di contenimento di 2,5 mt. (di proprietà del vicino e interamente realizzato nel suo fondo).
    Vorrei realizzare un altro muro di contenimento a ridosso del muro esistente (nel mio fondo e a mie spese) per sistemare meglio il terreno in pendenza.
    Devo rispettare qualche distanza dal muro di contenimento esistente?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Joseph
      Martedì 23 Luglio 2013, alle ore 10:44
      Per Joseph: il muro di contenimento, se ha lo scopo di evitare smottamenti del terreno, non viene considerato "costruzione" ai sensi del c.c. e quindi non deve rispettare le distanze.
      rispondi al commento
      • Joseph Arch.granata
        Martedì 23 Luglio 2013, alle ore 16:12
        Per Arch. Carmen Granata: Grazie, lei è stata gentilissima.
        rispondi al commento
  • Giorgio
    Domenica 21 Luglio 2013, alle ore 14:25
    Salve, dopo una divisione di terreni tra fratelli, un lotto è stato rogitato ad entrambi i fratelli, ad uso servitù, per accedere ai lotti privati.
    Uno dei due ha recintato un 50% del lotto, intestato a entrambi, e ne ribadisce la proprietà esclusiva.
    Il recinto è stato posto ormai da 8 anni, limitando l'accesso alle nostre proprietà, possiamo togliere il recinto e usufruire di tutto il lotto?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Giorgio
      Martedì 23 Luglio 2013, alle ore 10:40
      Per Giorgio: certo, se il lotto è ad uso servitù di passaggio, il fratello non ne può fare uso diverso.
      rispondi al commento
  • Francesca
    Venerdì 19 Luglio 2013, alle ore 19:41
    Salve, avrei un quesito da porre.
    Sono proprietaria di un appartamento sito al primo piano sovrastante un altro appartamento con giardino.
    In questo giardino ci sono due alberi di alto fusto i cui rami hanno raggiunto un'altezza tale da ostruire la veduta sia diretta che obliqua e i rami di uno di questi alberi ha raggiunto il mio balcone.
    I proprietari potano una volta l'anno solo un albero.
    Cosa devo fare per tutelarmi?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Francesca
      Lunedì 22 Luglio 2013, alle ore 12:24
      Per Francesca: per quanto riguarda i rami che sporgono nella sua proprietà, l'art. 896 c.c. prevede che possa obbligare il vicino a tagliarli.
      Inoltre in base alla sentenza della Cass. 1.8.2008 n. 21010, anche il diritto di veduta deve essere rispettato, se questo esisteva al momento in cui lei ha acquistato l'immobile.
      rispondi al commento
  • Ettore Fabrizio
    Giovedì 18 Luglio 2013, alle ore 20:58
    Riformulo.
    Il terreno che ho comprato confina X 15 mt con una strada comunale, all'esterno di questa strada passa una strada provinciale.
    Mi chiedo, il fabbricato che devo costruire quale distanza deve rispettare, quelle comunali confinante oppure, come dicono i tecnici della provincia, quelle provinciali non confinanti?
    I tecnici provinciali eccepiscono un problema di sicurezza stradale.
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Ettore Fabrizio
      Venerdì 19 Luglio 2013, alle ore 11:38
      Per Ettore Fabrizio: se ha sentito il parere dei tecnici provinciali, le conviene seguire le loro indicazioni.
      rispondi al commento
  • Enrico Vecchi
    Giovedì 18 Luglio 2013, alle ore 12:41
    Buongiorno Architetto, un mio vicino sta effettuando dei lavori nel suo giardino e ha messo contro la rete che delimita il confine una grande massa di terra.
    Ho il timore che quando rimuoverà la terra, la rete possa essere stata danneggiata, sotto il peso della terra.
    Poteva appoggiare la terra contro la rete che delimita il confine oppure codice prevede una distanza minima da rispettare?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Enrico Vecchi
      Venerdì 19 Luglio 2013, alle ore 11:36
      Per Enrico Vecchi: in questo caso non è un problema di distanze, ma dell'esecuzione di lavori che possono provocare un danno.
      In questo caso lei potrà richiedere il ripristino o il risarcimento.
      rispondi al commento
  • Adolfo Marcotulli
    Mercoledì 17 Luglio 2013, alle ore 19:20
    Un costruttore ha costruito dei villini a schiera (che ancora deve vendere) e a realizzato due entrate carrabili una delle quali larga circa m. 1,50 passa a circa 50 cm. dalla finestra della mia camera da letto al piano terra, e il passaggio delle auto disturberanno il mio riposo.
    Cosa posso fare per evitare questo?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Adolfo Marcotulli
      Venerdì 19 Luglio 2013, alle ore 10:56
      Per Adolfo Marcotulli: a parte che non so come faranno a passare delle auto in un varco di 1,50 m, non ci sono delle distanze da rispettare per il passo carrabile rispetto alle abitazioni.
      rispondi al commento
  • Ettore Fabrizio
    Martedì 16 Luglio 2013, alle ore 14:02
    Gent.ma Arch.Carmen Granata, ho un terreno che confina per circa 15 mt con una strada comunale, la strada stessa confina, ma non con il mio terreno, con una strada provinciale.
    Le chiedo, i confini che devo rispettare sono quelli dalla strada comunale, mia confinante, oppure quelli dalla strada provinciale che non confina da nessuna parte con la mia proprietà?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Ettore Fabrizio
      Mercoledì 17 Luglio 2013, alle ore 09:51
      Per Ettore Fabrizio: per la verità dalla sua descrizione non riesco bene ad immaginare la situazione.
      In ogni caso, se il suo terreno non confina con la strada provinciale, non dovrà rispettare alcuna distanza da questa.
      rispondi al commento
  • Giovanni
    Domenica 14 Luglio 2013, alle ore 17:23
    Abito al piano rialzato di in condominio, il mio balcone da sul giardino di una vicina, ho steso per 15 anni i panni senza problema, ieri rientrato dalle ferie ho notato che la vicina ha seminato delle rose proprio sotto il mio balcone per impedirmi di stendere i panni.
    Domanda la distanza per piantare si calcola dalla parte finale del balcone o dal muro dell'edificio?
    Anche i proprietari che abitavano prima di me stendevano i panni.
    rispondi al commento
  • Celeste
    Venerdì 12 Luglio 2013, alle ore 23:32
    Gent. Architetto, l'impresa costruttrice del mio condominio è tutt'ora proprietaria dell'area cortilizia circostante l'edificio e ci "concede" il diritto di passaggio tramite un portone pedonale.
    Ora ha iniziato ad installare una rete da cantiere per recintare quanto di sua proprietà ad una distanza di circa m.1,50 dall'edificio.
    In pratica ci lascia solo il marciapiede di cemento: possiamo opporci in qualche maniera?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Celeste
      Lunedì 15 Luglio 2013, alle ore 12:48
      Per Celeste: bisogna verificare l'eventuale esistenza di una servitù di passaggio.
      rispondi al commento
  • Federico
    Lunedì 8 Luglio 2013, alle ore 13:00
    Il mio vicino stà restaurando un rudere in centro storico; questo edificio è costruito in aderenza al mio edificio; entrambi gli edifici presentano una corte interna sulle quali si affacciano le finestre; la conformazione dei due lotti fà si che una finestra del mio vicino si affaccia direttamente sul mio cortile.
    Preciso che non è rispettata la distanza minima del 1,5m dal mio confine.
    Da decenni questo rudere è disabitato ma ora c'è la concretezza che un domani mi vedrò un vicino che si affaccia sul mio giardino.
    Cosa posso fare?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Federico
      Martedì 9 Luglio 2013, alle ore 09:54
      Per Federico: poichè il rudere esiste da decenni, bisogna verificare se c'è una servitù di veduta.
      Le consiglio quindi di farsi seguire da un legale o da un tecnico.
      rispondi al commento
  • Monica
    Sabato 6 Luglio 2013, alle ore 14:55
    Abito in un appartamento piano terra con balcone e terrazzino privato, vorrei fare una recinzione in ferro alta 2 metri, vorrei sapere se posso farlo.
    Salve grazie.
    rispondi al commento
  • Loredana
    Giovedì 4 Luglio 2013, alle ore 11:18
    Salve, ho una casa con piccola veranda, ove si affacciano le finestre del mio vicino inizialmente costruite illecitamente, ma ora non so se sono condonate poichè sono dei vicini che non rispettano le buone norme comportamentali (schiamazzi pomerid, musica alta, grida) vorrei alzargli un muro in corrispondenza delle finestre per evitare che disturbino ancora la mia quiete.
    Posso farlo?
    A chi mi devo rivolgere?
    Grazie a chi mi risponderà.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Loredana
      Venerdì 5 Luglio 2013, alle ore 09:40
      Per Loredana: anche se condonate, il vicino non ha diritto ad aprire vedute sulla sua proprietà, quindi può provvedere a chiuderle.
      rispondi al commento
  • Luciano
    Mercoledì 3 Luglio 2013, alle ore 13:57
    Il mio vicino ha deciso di costruire sul suo confine un muro di cinta in cemento armato di altezza tra 2,50 e 3 metri, poichè io non ero d'accordo sulla costruzione.
    Nel mio terreno esiste un pozzo artesiano con anelli in cemento di m. 1,20 di diametro profondo 6 m. e poi da lì continua un tubo da due pollici per 12 m. di profondità.
    Questo pozzo dista meno di tre metri dal confine con il mio vicino, influisce questo sull'altezza del muro?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Luciano
      Giovedì 4 Luglio 2013, alle ore 10:46
      Per Luciano: il muro di confine fino a 3 m è considerato muro di cinta e non fa distanza.
      rispondi al commento
  • Barbara
    Lunedì 1 Luglio 2013, alle ore 20:01
    Buongiorno, ho un piccolo terreno, dove la domenica ci si riunisce in famiglia, recintato solo con una rete.
    Purtroppo a causa di un vicino che è sempre dietro alla rete a guardare tutto quello che succede avremmo deciso di alzare un muro di recinzione, posso costruirlo al limite del mio confine dove c'è adesso la rete e quanto lo posso fare alto?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Barbara
      Martedì 2 Luglio 2013, alle ore 10:25
      Per Barbara: per le recinzioni dei terreni, oltre al codice civile, bisogna verificare il regolamento edilizio e le norme di attuazione.
      rispondi al commento
  • Sabina
    Sabato 29 Giugno 2013, alle ore 12:04
    Buongiorno, tra me e la mia vicina c'è un muretto ed io dal mio lato interno giardino ho piantato una siepe di corbezzoli e fotinya che ora dopo 8 anni è finalmente cresciuta e arrivata all'altezza di circa 190 cm.
    Ora la mia vicina vuole che la taglio e la porto ad altezza muretto.
    E' lecito?
    Non sono dentro il mio giardino?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Sabina
      Lunedì 1 Luglio 2013, alle ore 11:21
      Per Sabina: se le piante sono più alte del muro di recinzione devono essere rispettate le distanze indicate nell'ultimo paragrafo.
      rispondi al commento
      • Valerio Arch.granata
        Mercoledì 3 Luglio 2013, alle ore 07:23
        Per Arch. Carmen Granata: Salve volevo sapere quanta distanza deve avere la siepe del vicino dal muro di casa mia, visto considerato che la siepe e schiacciata sulla rete di confine e la distanza è sui 2 metri dalla porta di entrata della mia abitazione.
        Grazie.
        rispondi al commento
        • Arch.granata Valerio
          Mercoledì 3 Luglio 2013, alle ore 10:42
          Per Valerio: la norma di riferimento è l'art. 892 del codice civile.
          rispondi al commento
  • Anna
    Mercoledì 26 Giugno 2013, alle ore 12:05
    Buongiorno, il mio vicino chiede autorizzazione per costruire muro a confine su terreno in pendenza (altezza da 0 a 180 cm nella parte più alta) che servirà anche da muro di contenimento a area che adibirà a parcheggio con affaccio sul mio giardino.
    Secondo vostro parere trattasi di "muro" o di fabbricato e come tale dovrà rispettare distanze minime?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Anna
      Mercoledì 26 Giugno 2013, alle ore 12:36
      Per Anna: è un muro di confine.
      rispondi al commento
  • Claudio Giancola
    Mercoledì 26 Giugno 2013, alle ore 08:07
    Grazie per la risposta relativa a: Distanze da rispettare.
    Buon lavoro.
    rispondi al commento
  • Anto
    Lunedì 24 Giugno 2013, alle ore 13:54
    Nel mio cortile affaccia una finestra del vicino.
    Quando ho comprato casa già esisteva, ma posso obbligarlo ad installare un'inferriata e sostituire la finestra con qualcosa che impedisca la veduta?
    Non è mia intenzione privargli la luce e l'aria ma non voglio che si affacci.
    Altrimenti posso mettere io qualcosa davanti (siepe o altro)?
    La manutenzione di quella facciata a chi spetta visto che lui non ha accesso?
    Sarebbe da verniciare.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Anto
      Martedì 25 Giugno 2013, alle ore 10:11
      Per Anto: sì, può richiedere che sia impedito l'affaccio sulla sua proprietà.
      Per quanto riguarda la manutenzione del muro, dipende da chi ne è il proprietario.
      rispondi al commento
  • Antonino
    Lunedì 24 Giugno 2013, alle ore 13:48
    Il mio vicino ha ampliato abusivamente la sua abitazione, circa 10 anni fa, poggiando un solaio sul muro di cinta che ci divide realizzando una stanza ed un terrazzo.
    Con quest'ultimo si affaccia sulla mia proprietà.
    Successivamente ha condonato ed accatastato il tutto.
    Posso ancora contestare perché non mi ha mai chiesto il permesso o dovevo farlo a suo tempo?
    Posso obbligarlo ad alzare un parapetto per impedire che si affacci?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Antonino
      Martedì 25 Giugno 2013, alle ore 10:08
      Per Antonino: può chiedergli di realizzare il parapetto per impedire la veduta sulla sua proprietà.
      rispondi al commento
  • Claudio Giancola
    Venerdì 21 Giugno 2013, alle ore 09:19
    Gent.ma Arch. Carmen Granata, avrei bisogno di sapere qual è la distanza minima da mantenere da una strada pubblica (Strada Provinciale asfaltata) nel caso della realizzazione di un'abitazione prefabbricata in legno.
    Non sono riuscito a trovare alcuna normativa specifica in merito.
    Ho solo trovato la distanza dal confine di un altra proprietà che è 1 metro e mezzo.
    Grazie per il tempo che mi vorrà dedicare.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Claudio Giancola
      Martedì 25 Giugno 2013, alle ore 10:06
      Per Claudio Giancola: la normativa per le distanze dalle strade è il Codice della Strada.
      rispondi al commento
  • Antonino
    Mercoledì 19 Giugno 2013, alle ore 11:24
    Buongiorno, io ho diversi problemi:
    1) 2 motori di condizionatori installati su una parete di mia proprietà e rivolti verso il giardino del mio vicino ad una distanza di circa 2,5 metri dal muro di recinzione ed un'altezza da terra, dalla base del motore di circa 2 metri.
    Ci possono stare?
    E' giusto che si lamenti perché vede sventolare leggermente le foglie dell'albero di limoni che ha piantato subito dopo la recinzione?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Antonino
      Giovedì 20 Giugno 2013, alle ore 09:32
      Per Antonino: il riferimento normativo è l'art. 907 del c.c. che stabilisce una distanza di 3m, in tutte le direzioni, dalla veduta del vicino.
      rispondi al commento
      • Antonino Arch.granata
        Giovedì 20 Giugno 2013, alle ore 15:13
        Per Arch. Carmen Granata: grazie sig.ra Granata.
        Specifico comunque che il motore del condizionatore punta contro una recinzione che come base ha un muro di circa 1,5 metri e sopra una recinzione con rete + oscurante di 1 metro per un totale di 2,5 metri di altezza.
        Dietro questa recinzione, il mio vicino ha un giardino e l'abitazione dista circa 5 metri.
        Quindi ricapitolando 2,5 metri dalla rete + 5 dall'abitazione.
        Conta la rete per i 3 metri?
        rispondi al commento
        • Arch.granata Antonino
          Venerdì 21 Giugno 2013, alle ore 10:31
          Per Antonino: l'art. riguarda la distanza dalle vedute e si applica anche ai muri di cinta, bisogna vedere se il muro ha caratteristiche tali da consentire la veduta e se questa viene impedita.
          rispondi al commento
  • Monica
    Martedì 18 Giugno 2013, alle ore 18:47
    Salve, una domanda: siamo un condominio di 6 appartamenti, io abito al primo piano, il proprietario del piano terreno vuole costruire un garage nel suo giardino dove la mia casa ha un balcone.
    A quale distanza si deve tenere?
    E quanto lo può fare alto?
    La ringrazio anticipatamente se vorrà rispondermi.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Monica
      Mercoledì 19 Giugno 2013, alle ore 11:16
      Per Monica: per sapere se si può costruire un garage bisogna verificare innanzitutto il p.r.g.: lì sono conenute tutte le norme anche per altezze e distanze.
      rispondi al commento
      • Monica Arch.granata
        Mercoledì 19 Giugno 2013, alle ore 18:37
        Per Arch. Carmen Granata: La ringrazio.
        rispondi al commento
  • Maria Terry
    Domenica 16 Giugno 2013, alle ore 20:16
    Terreni a terrazza.
    Quella superiore ha livello di terra più alto del muro a secco delimitante, il che comporta leggeri smottamenti nei mio fondo, più basso.
    A quale dei 2 fondi appartiene il muro a secco di solito?
    Se volessimo sostituirlo con uno in cemento, quale altezza max dovrebbe avere?
    Se volessi farne uno nel mio fondo a ridosso di quello a secco, le distanze e le altezze?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Cristina Versari
    Domenica 16 Giugno 2013, alle ore 17:53
    Buongiorno, mio zio ha una finestra che da sul mio giardino e visto che sono stanca di essere privata della nostra privacy ho pensato di mettere una siepe rampicante su una rete fissata su uno zoccolo di cemento alla distanza di 3 metri per tutta la lungh. del muro.
    Posso avvicinarmi di più?
    Ai lati devo rispettare la stessa distanza, visto che la mia finestra è ad un 1 metro e mezzo dalla sua?
    Il muro dove sorge la finestra di chi è?
    rispondi al commento
  • Versari Cristina
    Domenica 16 Giugno 2013, alle ore 16:46
    Buongiorno, nel mio giardino tempo fà mio padre a dato il consenso ad aprire una finestra a mio zio (pianterreno).
    Con il tempo questo zio non ha piu permesso a mio padre di appoggiare una qualsiasi cosa sottostante la finestra, compresa una vaschetta per il lavaggio dei panni, vasi ecc.
    Mi chiedevo: poteva farlo?
    rispondi al commento
  • Moscheni Lucio
    Sabato 8 Giugno 2013, alle ore 11:41
    Buongiorno, il mio vicino sta ristrutturando la sua casa, il muro è a confine con la mia proprietà (un terreno con servitù di passaggio), c'è una finestra già esistente che mi ha detto verrà spostata un metro più in là, in più sta demolendo circa un metro e mezzo di muro della casa per allargare il passaggio.
    Lo può fare?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Corrado
    Martedì 4 Giugno 2013, alle ore 00:16
    Salve, ho installato un barbecue in muratura a ridosso del muro di confine con il giardino di un vicino.
    I fumi del barbecue ovviamente possono a volte invadere il giardino del vicino.
    Il mio vicino ha diritto a chiedermi di spostare il barbecue in un'altra posizione?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Corrado
      Martedì 4 Giugno 2013, alle ore 11:32
      Per Corrado: l'art.844 c.c., prescrive che "il proprietario di un fondo non può impedire le immissioni di fumo derivanti dal fondo del vicino, se non superano la normale tollerabilità".
      Tuttavia controllare anche il regolamento edilizio locale se ha specifiche prescrizioni.
      rispondi al commento
  • Daniela
    Venerdì 31 Maggio 2013, alle ore 10:57
    Gentile arch. sto costruendo una abitazione avente un lato sul confine con il terreno del vicino.
    Per lo scavo posso invadere 70cm del suo terreno, naturalmente ripristinando lo stato iniziale subito dopo la costruzione?
    Il vicino mi ha dato il consenso verbale, ma l'agenzia immobiliare che si occupa della vendita del suddetto terreno ha detto che sto arrecando danni agli alberi da frutto che si trovano vicino al confine.
    Come devo comportarmi?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Daniela
      Venerdì 31 Maggio 2013, alle ore 12:03
      Per Daniela: l'agenzia dovrebbe dimostrare che lo scavo provocherebbe questo danno.
      Provi a chiederle una perizia.
      rispondi al commento
  • Alberto
    Martedì 21 Maggio 2013, alle ore 10:50
    Gentile arch. avrei da porle un quesito relativo alla distanza di un contatore Enel dal muro di cinta che divide il mio lotto dal vicino.
    L'articolo 889 del codice civile prescrive che le tubazioni devono tenere una distanza di 1 mt dal confine.
    Scavando piu approfonditamente ho letto che in giurisprudenza pero questo articolo viene riferito solamente per tubazioni di sostanze fluide, liquide o gassose posso ritenerla corretta come interpretazione?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Alberto
      Martedì 21 Maggio 2013, alle ore 12:35
      Per Alberto: sì, perchè l'articolo del c.c. parla di acqua, di gas e "simili", quindi di fluidi.
      rispondi al commento
  • Andrea
    Mercoledì 15 Maggio 2013, alle ore 20:50
    Una siepe quanto distante dal confine deve essere?
    Quanto alta?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Andrea
      Giovedì 16 Maggio 2013, alle ore 11:06
      Per Andrea: la norma di riferimento è l'art. 892 del c.c., se non esistono norme più restrittive nel regolamento locale.
      rispondi al commento
  • Maurizio
    Mercoledì 8 Maggio 2013, alle ore 15:14
    Salve volevo un'informazione: io sono confinante con due vicini, uno con una pergola e un altro con una casetta in legno.
    Che distanza devo rispettare per mettermi in regola?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Maurizio
      Giovedì 9 Maggio 2013, alle ore 12:41
      Per Maurizio: dipende dalla normativa locale: deve consultare il Regolamento Edilizio e le Norme di Attuazione.
      rispondi al commento
  • Serena
    Martedì 7 Maggio 2013, alle ore 14:51
    Sotto alla mia casa c'è un altro piano nel sottosuolo di mia proprietà in quanto se non sbaglio essendo proprietaria del suolo, sono anche proprietaria del sottosuolo.
    Di fronte a questa proprietà però proprio al limitarem sorge un vialetto di un'altra signora, se volessi costruire un altro appartamento e quindi mettere un entrata e una finestra che mi andrebbe bene anche sottoforma di luce, cioè quella che non si apre, come posso fare?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Serena
      Mercoledì 8 Maggio 2013, alle ore 10:57
      Per Serena: anche in questo caso il quesito non è chiaro, per cui la cosa migliore è consultare un architetto che possa venire sul posto e vedere la situazione effettiva.
      rispondi al commento
  • Giovanni
    Lunedì 6 Maggio 2013, alle ore 15:01
    Salve, vorrei delle delucidazione in quanto abito in una villetta bifamiliare dove nella parte posteriore si confina con una ringhiera di 1.20 mt posta nella esatta metà di una pavimentazione larga 25 cm..
    Il vicino vuole costruire un muro di 2.60 lo può fare tendo conto che a 40cm dalla ringhiera ho una finestra del garage?
    E se si dovrebbe costuirlo appoggiandosi alla ringhiera e costruendolo dentro la sua proprietà?
    Grazie anticipatamente
    rispondi al commento
    • Arch.granata Giovanni
      Mercoledì 8 Maggio 2013, alle ore 10:55
      Per Giovanni: il quesito non è chiaro. Le consiglio di rivolgersi ad un architetto che possa effettuare un sopralluogo.
      rispondi al commento
  • Elisa
    Giovedì 2 Maggio 2013, alle ore 21:19
    Buonasera, il mio vicino ha costruito un ricovero attrezzi in legno con copertura di circa 5 mq a ridosso della sua abitazione alla distanza di 2 metri dal confine con la mia proprietà, non mi ha chiesto alcun permesso, e dubito che lo abbia chiesto al comune.
    Se si parla di abuso edilizio, come dovrei comportarmi?
    C'è il pericolo che un giorno questo venga condonato e possa essere rifatto in muratura?
    Grazie per la gentile risposta.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Elisa
      Lunedì 6 Maggio 2013, alle ore 10:01
      Per Elisa: se ritiene che il manufatto sia abusivo, può effettuare una denuncia alla Polizia Municipale.
      Il manufatto potrebbe essere sanato, se ne esistono i presupposti, tra cui la distanza dal suo fabbricato.
      rispondi al commento
  • Davide
    Martedì 30 Aprile 2013, alle ore 17:40
    Buonasera, volevo sapere quant'è la distanza che devo tenere con il muro del mio vicino perché dovrei fare una struttura in legno (gazebo) e non so' la distante di legge che devo tenere. Attendo vostre informazioni.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Davide
      Giovedì 2 Maggio 2013, alle ore 11:34
      Per Davide: deve verificare la normativa locale. In ogni caso, per realizzare la struttura dovrà rivolgersi ad un architetto del posto, che la conoscerà.
      rispondi al commento
  • Luca L
    Lunedì 22 Aprile 2013, alle ore 17:31
    Salve il mio vicino ha costruito a 1.30m dal confine di proprietà una serra per la produzione di coltura di tipo viviaistico, con nulla osta ai sensi della LR24/85. Una serra è considerata costruzione vera e propria e doveva rispettare il limite dei 5m? Ora a quasi 20 anni ha diritto a usocapione e io posso costruire in quel punto una tettoia per macchine a meno di 5 metri? Saluti grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Luca L
      Venerdì 26 Aprile 2013, alle ore 09:37
      Per Luca L: dipende dal tipo di struttura della serra, ma se è lì fissa da oltre 20 anni, penso sia tale da intendersi come costruzione. Lei, nel realizzare la tettoia, deve comunque mantenersi alla distanza prevista dalle norme locali. Per chiarimenti sul diritto di usucapione, può leggere questo articolo.
      rispondi al commento
  • Rende
    Mercoledì 17 Aprile 2013, alle ore 07:57
    Salve, nel 2001 ho comprato una casa che confina su un giardino da un lato, dove esisteva una recinzione che arrivava al mio muro, nel 2006 la vicina a costruito un muretto alto circa 50cm e largo 40cm, che arriva fino ad attaccarsi alla mia proprietà ed ha anche affogato il tubo del gas che arriva da me, al di sopra ha messo una struttura metallica, lasciando 5cm dal mio muro, ora più volte mi sono lamentato per il passaggio, ma niente che fare?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Rende
      Giovedì 18 Aprile 2013, alle ore 10:23
      Per Rende: si affidi innanzitutto ad un architetto che possa effettuare un sopralluogo e capire la situazione, perchè dalla descrizione non è ben chiara. In caso riscontrasse un danno nei suoi confronti, si affidi poi ad un legale.
      rispondi al commento
  • Daniele
    Mercoledì 17 Aprile 2013, alle ore 01:17
    Salve, ho un finestra che affaccia sul giardino di un altra proprietà al quale il vicino ha messo un ombrellone e tavolo da giardino davanti alla mia finestra, qualora io ogni volta volessi aprire le persiane strofinerebbero contro l'ombrellone e mi ritrovo il loro tavolo e sedie proprio a neanche un metro di distanza davanti alla finestra, come comportarmi, esistono distanze minime per legge?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Daniele
      Giovedì 18 Aprile 2013, alle ore 10:20
      Per Daniele: per la verità è lei che non potrebbe avere una finestra che si apre nella proprietà del suo vicino. Al massimo potrebbe avere una "luce", cioè una finestra alta, che fa passare luce ed aria, ma che non permette l'affaccio.
      rispondi al commento
  • Salvatore
    Domenica 14 Aprile 2013, alle ore 08:01
    Gent.mo Architetto, mi ero già rivolto a Lei il 03.01.13 e adesso, a causa dello stesso vicino, ho ancora bisogno del suo parere: riguarda l'impianto d'irrigazione del giardino. Le nostre villette sono delimitate da un muretto alto 40cm con una ringhiera alta 90cm. Io ho provveduto per l'irrigazione, con un impianto interrato a spruzzo. Il mio vicino ha invece ha fissato lungo tutta la ringhiera della recinzione un tubo gocciolante. Può farlo?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Salvatore
      Lunedì 15 Aprile 2013, alle ore 12:36
      Per Salvatore: se il tubo gocciola nella sua proprietà, no.
      rispondi al commento
      • Salvatore Arch.granata
        Lunedì 15 Aprile 2013, alle ore 18:39
        Per Arch. Carmen Granata: La ringrazio per il solerte riscontro. Mi sono espresso male. E' un tipo di irrigazione costituito da tubo fissato lungo tutta la ringhiera con svariate uscite gocciolanti. Anche se l'acqua non finirà in maniera copiosa all'interno del mio giardino, sono certo che in breve tempo deteriorerà le condizioni della ringhiera.
        rispondi al commento
        • Arch.granata Salvatore
          Martedì 16 Aprile 2013, alle ore 11:03
          Per Salvatore: forse mi sono espressa male anch'io, perchè intendevo proprio questo. Se il gocciolamento provoca danni alla sua proprietà, il vicino non può mettere il tubo in quel modo.
          rispondi al commento
  • Andrea
    Mercoledì 10 Aprile 2013, alle ore 21:39
    In un contesto trifamigliare, nel giardino (10x30 mt) della villetta centrale stanno edificando con putrelle di ferro e mattoni un enorme forno (3x3 mt altezza ancora sconosciuta). Possono edificare questa "stanza da cottura" e che distanza devono rispettare con i giardini vicini dove il confine è delimitato da una rete con siepe? E con le case dei vicini, immaginando che un forno disturbi per la vista, il calore, il fumo e gli odori?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Andrea
      Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 11:44
      Per Andrea: al di là della destinazione, un manufatto di tali caratteristiche e dimensioni si configura come costruzione a tutti gli effetti, pertanto deve rispettare le distanze previste dalla normativa locale.
      rispondi al commento
  • Antonella Rizzoli
    Lunedì 8 Aprile 2013, alle ore 13:17
    La mia casa e il mio giardino rogitati sono attaccati a un'altra casa che non ha diritto di passaggio ne di modifiche, in pratica nel versante che da a ridosso del mio cortile possono solo affacciarsi dalle loro tre finestre. Posso io posizionare la cuccia del mio cane e alcune piante in vaso nel mio cortile e che distanza devo tenere dal loro muro?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Antonella Rizzoli
      Martedì 9 Aprile 2013, alle ore 10:15
      Per Antonella Rizzoli: non si tratta di costruzioni, nè di alberi, quindi non ci sono distanze da rispettare.
      rispondi al commento
  • Mauro
    Venerdì 5 Aprile 2013, alle ore 12:56
    Ho realizzato una scala di servizio in muratura regolarmente munita di approvazioni, per manutenere un terrazzo non praticabile, ad una distanza di cm 80, da un terreno limitrofo. Il mio vicino può reclamare un diritto di distanze legali?
    rispondi al commento
  • Lina
    Giovedì 4 Aprile 2013, alle ore 12:01
    Salve, la mia casa con la parete laterale confina con il cortile dell'abitazione del mio vicino, dove poco tempo vi ha costruito una tettoia aderente al muro di casa mia alta 3 m, profonda 5 e lunga 6, con pilastri fissati a terra con copertura di tegole attaccate al mio muro occupandone più della metà della superfice.
    Non doveva rispettare la distanza di 3m?
    Il muro in questione é di mia totale propietà.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Lina
      Venerdì 5 Aprile 2013, alle ore 10:28
      Per Lina: se la sua casa è a confine, il suo vicino può costruire a distanza o in aderenza.
      Fermo restando che può farlo solo con regolare titolo autorizzativo.
      rispondi al commento
  • Rob
    Lunedì 1 Aprile 2013, alle ore 13:42
    Salve, ho appena comprato un appartamento al pian terreno di una palazzina; il terreno in questione non è pianeggiante per 2 lati su 4. Vorrei renderlo pianeggiante costruendo un muretto di contenimento in autobloccanti a secco, da quanto ho capito non avrei bisogno di autorizzazzioni? ma avrei comunque delle distanze da rispettare? (i 2 confinanti non fanno parte del condominio)
    rispondi al commento
  • Sergio Taraschi
    Giovedì 21 Marzo 2013, alle ore 19:48
    Gentilissimi, sto combattendo da due anni con un vicino per fare togliere dalla mia proprietà (muretto confinante le sue utenze gas e acqua) che a suo tempo gli avevo negato, però come succede a volte, ti giri e fatto, per non aver preso posizione, cioè di forza, ora mi ritrovo con una servitù forzata, posso alzare il muro esistente inglobando tutti i i tubi al suo interno anche se confinante?
    rispondi al commento
    • Pasquale E. Sergio Taraschi
      Venerdì 22 Marzo 2013, alle ore 19:14
      Per Sergio Taraschi: Se dalla "concessione" fatta a suo tempo non è trascorso il ventennio e Lei è certo della proprietà su cui sorge il manufatto, può chiedere al vicino la rimozione. Prima di procedere con le opere edilizie indicate, notifichi a mezzo A/R al suo vicino un avviso con l'intimazione alla rimozione entro 30gg. Alla scadenza, acquisito il parere dell'UT comunale sulla fattibilità del muro, esegue l'opera.
      rispondi al commento
  • Francesco D.
    Lunedì 18 Marzo 2013, alle ore 21:39
    Gentile forum, vorrei sapere in merito ad una costruzione adiacente quella dei miei genitori in quanto, costruita dopo, il comune gli ha concesso di edificare un balcone retrostante ad una distanza di circa un metro, esso è sul fianco dell'abitazione dei miei quindi invade. Crediamo che lo stesso non sia a distanza dovuta, vorremmo sapere come comportarci in merito. in attesa distinti saluti
    rispondi al commento
    • Arch.granata Francesco D.
      Giovedì 21 Marzo 2013, alle ore 09:49
      Per Francesco D.: dalla descrizione la situazione non risulta chiara. Le consiglio di rivolgersi ad un architetto che possa effettuare un sopralluogo.
      rispondi al commento
  • Mari
    Sabato 16 Marzo 2013, alle ore 13:53
    Salve, volevo la distanza minima da rispettare per le pareti confinanti con altri appartamenti.
    Nel mio appartamento ho constatato che la parete perimetrale con l'appartamento confinante e di soli 10 cm.
    Come posso fare per risolvere il problema? Il codice civile cosa prevede?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Mari
      Martedì 19 Marzo 2013, alle ore 09:53
      Per Mari: in questo caso non parliamo di distanze, ma di spessore delle pareti che separano diverse unità immobiliari. Le norme di riferimento dovrebbero essere contenuto nel regolamento comunale o in quello d'igiene.
      rispondi al commento
  • Leonardo Pironti
    Mercoledì 13 Marzo 2013, alle ore 21:22
    Buonasera abito al primo piano di una palazzina di 6 unità io e il proprietario dell'appartamento vicino vorremmo ampliare il terrazzo. Davanti al mio ci sono tre garages condominiali e il primo è a 1,4 mt. dal mio terrazzo.
    Uno dei proprietari si oppone. Possiamo ampliarli lo stesso, serve l'unanimità dei condomini, ci sono problemi con le distanze?
    rispondi al commento
  • Chiara Maroso
    Martedì 12 Marzo 2013, alle ore 13:40
    Salve, il vicino ha costruito una vasca per fiori su mia proprietà. Mi ha chiesto prima se fossi proprietaria, ingenuamente senza sapere di chi fosse il terreno ho detto sì. Ora voglio recintare, la vasca è quasi in mezzo tra mia e sua proprietà (+ mia), se la escludo rischio con il tempo di perdere mia proprietà? es. per servitù acquisita? Grazie
    rispondi al commento
  • Carattin Christian
    Martedì 12 Marzo 2013, alle ore 13:15
    Buongiorno, volevo dei chiarimenti al fatto che, la mia finestra della cucina da sulla proprietà di altri, ora l'amministratore mi chiede di pulirla. Premetto io qui sono in affitto e vedo molte irregolarità di costruzione, oltre l'abitabilità del complesso condominiale non è sta rilasciata.
    Da quel che ho rilevato la chiusura di proprietà attinente alla mia finestra non è regolare. Qual'è la distanza dalla mia finestra per chiudere una proprietà?
    rispondi al commento
  • Giovanni Mazzone
    Mercoledì 6 Marzo 2013, alle ore 17:17
    Salve. Anche una canna fumaria è opera edilizia?
    Deve quindi anch'essa sottostare alle norme sulle distanze fissate dal C.C.?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Giovanni Mazzone
      Giovedì 7 Marzo 2013, alle ore 10:00
      Per Giovanni Mazzone: sì, in più nel caso della canna fumaria c'è anche il problema dello smaltimento dei fumi.
      rispondi al commento
  • Mirko
    Mercoledì 6 Marzo 2013, alle ore 10:04
    Buongiorno, mia mamma abita al piano terra di una piccola palazzina. Su una finestra vorrebbe mettere una pensilina in ferro e plexiglass per riparo da eventi atmosferici in quanto intende stenderci i panni bagnati. Interpellati gli altri condomini, uno solo di questi si è opposto. Come deve regolarsi? Grazie
    rispondi al commento
  • Pasquale
    Sabato 2 Marzo 2013, alle ore 12:08
    Possiedo un appartamento al secondo piano di un condominio ad Acicastello (CT).
    Vorrei realizzare una tettoia nel terrazzo di copertura del condominio di mia proprietà sopra il mio appartamento.
    La tettoia andrebbe ad ostacolare la visuale di un condominio più arretrato rispetto al mio e dal quale la stessa tettoia disterebbe oltre 10 m.
    Potrò avere problemi con il vicino?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Pasquale
      Lunedì 4 Marzo 2013, alle ore 11:25
      Per Pasquale: se la tettoia è realizzata con regolare titolo autorizzativo, rispetta le distanze, è autorizzata dal condominio, non può non essere costruita solo perchè ostacola la visuale di un vicino.
      rispondi al commento
  • Davide
    Giovedì 28 Febbraio 2013, alle ore 15:58
    Buongiorno, le volevo chiedere: ho un appartamento al piano terra di un condominio con annesso giardino.
    Dopo aver presentato regolare DIA al Comune ho realizzato una piastra debolmente armata e pavimentata su cui monterò una pergotenda (struttura in alluminio e copertura retrattile in PVC).
    Secondo Lei posso realizzare tale opera a distanza di 3 m (frontali e laterali) dalla finestra del condominio soprastante?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Davide
      Lunedì 4 Marzo 2013, alle ore 09:38
      Per Davide: se il condominio ha dato l'assenso sì, perchè quando parliamo delle "distanze da rispettare" di cui al titolo, ci riferiamo a distanze tra diverse proprietà e non all'interno di uno stesso condominio.
      rispondi al commento
  • Roberto Z.
    Giovedì 21 Febbraio 2013, alle ore 18:31
    Buonasera Arch Granata! Sono dellla provincia di treviso e volevo porle delle domande
    1) Secondo lei il piano casa verrà rinnovato?
    2) Ho un'abitazione molto vecchia di 450 mc con un lato in comune con dei vicini e un terreno urbano confinante di mia proprieà in zona E2, approfittando del Piano Casa, potrei costruire staccata dalla vecchia casa una villetta.
    A che distanza massima potrei costruire la nuova abitazione?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Roberto Z.
      Venerdì 22 Febbraio 2013, alle ore 11:40
      Per Roberto Z.: il Piano Casa Veneto scade il 30 novembre 2013.
      Prevede ampliamenti volumetrici fino al 20%, quindi nel suo caso 90 mc, certamente non sufficienti per una villetta.
      Ma comunque si parla di "ampliamento" e quindi non può costruire distaccato dalla costruzione esistente.
      In alternativa può effettuare demolizione e ricostruzione con ampliamento del 40%.
      rispondi al commento
  • Giorgia
    Martedì 19 Febbraio 2013, alle ore 09:51
    Buongiorno Arch. Granata.
    Una condomina ha costruito in muratura una casetta per gli attrezzi (compreso tettino in tegole che supera la ringhiera condominiale), proprio attaccata alla ringhiera condominiale.
    Il condominio vorrebbe che venisse abbattuto.
    Si può richiederne la rimozione?
    La condomina era tenuta a rispettare una distanza minima, tenuto conto che confina con proprietà condominiale?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Giorgia
      Martedì 19 Febbraio 2013, alle ore 12:22
      Per Giorgia: in questo caso non parliamo di distanze da rispettare in quanto ci troviamo all'interno di una stessa proprietà (quella condominiale).
      Tuttavia il manufatto va rimosso, in quanto opera in muratura, suppongo abusiva, e poi lesiva dell'estetica della facciata condominiale.
      rispondi al commento
  • Gencarelli Carmine
    Domenica 10 Febbraio 2013, alle ore 11:46
    Buongiorno Arch. Granata, 2 anni fà ho comprato casa da ristrutturare.
    Il proprietario aveva già cominciato a costruire a fianco, dove possiede ancora dei terreni.
    Vorrei sapere a quanti metri di distanza doveva stare dalla casa vacchia?
    Grazie e buon lavoro
    rispondi al commento
  • Enny
    Giovedì 7 Febbraio 2013, alle ore 10:39
    Buongiorno, volevo chiedere un'informazione:
    vorrei realizzare un sottotetto, ma cè un problema, da un lato non devo rispettare distanze perchè la casa è costruita in aderenza con un'altra mentre dall'altro lato ho una distanza di 5 metri, il mio comune ha imposto una distanza minima di 10 metri e quindi mi dicono che non è possibile, volevo chiederle visto che la casa mia e quella da dove devo avere le distanze (tra cui è mia zia) sono costruite da 23 anni non decade questa distanza?
    Oppure previa autorizzazione da ambedue si potrebbe costruire?
    Nel senso che io autorizzo il vicino a costruire con queste distanze e viceversa?
    Attendo una vostra risposta nell'attesa vi auguro una buona giornata...
    rispondi al commento
    • Arch.granata Enny
      Giovedì 7 Febbraio 2013, alle ore 12:57
      Per Enny: le norme cambiano nel tempo e, probabilmente, quando sono state costruite le case non c'erano da rispettare i 10 metri.
      Ma adesso sì, e quindi la parte in sopraelevazione deve rispettarla.
      rispondi al commento
  • Francesco
    Martedì 5 Febbraio 2013, alle ore 18:13
    Buonasera, devo aprire un accesso da una strada comunale al mio fondo.
    Vorrei sapere se e quanta distanza devo lasciare dal confinante.
    Grazie
    rispondi al commento
  • Simona
    Giovedì 31 Gennaio 2013, alle ore 11:29
    Posso costruire un muro divisorio o metter una rete o una ringhiera per confinare il mio terreno che già è confinato dal balcone con vedute dell'altro proprietrio, a ridosso della ringhiera di quest'ultimo?
    rispondi al commento
  • Michele
    Mercoledì 30 Gennaio 2013, alle ore 11:51
    Richiesta: Abito in un villaggio con più case e appartamenti, possiedo un terreno con un muro perimetrale.
    Adesso i condomini vogliono realizzare una tettoia appoggiata sul muro e sporgente sulla mia proprietà.
    Domanda: possono farlo e se no a chi posso rivolgermi o denunciare il fatto?
    Grazie della vostra risposta
    rispondi al commento
    • Arch.granata Michele
      Giovedì 31 Gennaio 2013, alle ore 09:48
      Per Michele: non possono farlo, lei può diffidarli dal realizzare il manufatto, ma solo se inizieranno i lavori può fare una denuncia alla polizia municipale del Comune.
      rispondi al commento
  • Bergonzi Francesco
    Martedì 29 Gennaio 2013, alle ore 14:53
    Può un muro divisorio togliere la visuale per immettermi su una strada comumunale?
    rispondi al commento
  • Maria
    Domenica 20 Gennaio 2013, alle ore 20:25
    Il mio confinante ha costruito a ridosso del muro di cinta comune un garage, successivamente ha recintato con blocchetti il tetto trasformandolo in terrazza che si affaccia sul mio terreno.
    Da pochi mesi sui blocchetti ha messo dei paletti e della rete togliendomi la visuale.
    Cosa fare?
    rispondi al commento
    • Valeria R. Maria
      Lunedì 21 Gennaio 2013, alle ore 12:51
      Per Maria: se il manufatto è costruito con regolare titolo autorizzativo, lei non può addurre nessun diritto di visuale.
      In caso contrario, può diffidare il suo vicino a rimuoverlo.
      rispondi al commento
  • Gurrieri Giuseppe
    Domenica 20 Gennaio 2013, alle ore 10:52
    Sono in possesso di un terreno edificabile a Pozzallo (RG) con regolare concessione edilizia comunale.
    Durante la costruzione dell'edificio il confinante mi ha mandato diffida di proseguire i lavori, vantando diritto di affaccio in quanto la costruzione è costruita a confine. Detto confinante ha un edificio completamente abusivo in parte costruito in aderenza e in parte a 4 metri.
    Quali sono i miei diritti?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Gurrieri Giuseppe
      Lunedì 21 Gennaio 2013, alle ore 12:45
      Per Gurrieri Giuseppe: lei è in possesso di un titolo autorizzativo che è valido "salvo i diritti dei terzi".
      Se il fabbricato del suo vicino è effettivamente abusivo, non ha alcun diritto da far rivalere.
      rispondi al commento
      • Gurrieri Giuseppe Arch.granata
        Lunedì 21 Gennaio 2013, alle ore 19:10
        Per Arch. Carmen Granata: Quindi io posso ignorare la diffida del mio vicino e proseguire con la costruzione del manufatto?
        rispondi al commento
        • Arch.granata Gurrieri Giuseppe
          Martedì 22 Gennaio 2013, alle ore 11:50
          Per Gurrieri Giuseppe: in base alle informazioni che mi ha dato, sì.
          rispondi al commento
  • Trento Redento
    Giovedì 17 Gennaio 2013, alle ore 12:54
    Salve, ho comprarato un terreno, frazionandolo mi sono trovato da parte del confine un gruppo di pini marittimi già esistenti ben 7 e ben 3 di essi vicino al confine al di sotto dei 3mt. regolamentari.
    Adesso essendo diventati grandi mi creano problemi.
    Voglio chiedervi se frazionando io ho perduto i diritti di legge sui alberi posti a confine.
    Grazie
    rispondi al commento
    • Carla Trento Redento
      Venerdì 18 Gennaio 2013, alle ore 10:15
      Per Trento Redento: se ho ben capito, questi pini inzialmente si trovavano all'interno del lotto, mentre adesso ricadono su confine.
      In ogni caso trattandosi di piante esistenti, di una certa dimensione, penso siano tutelate dal regolamento comunale o dagli alri enti preposti.
      Per cui, un'eventuale rimozione, potatura, ecc., dovrebbe essere soggetta a richiesta di autorizzazione.
      rispondi al commento
  • Silvia
    Mercoledì 16 Gennaio 2013, alle ore 09:36
    Bungiorno, vorrei recintare a confine con semplice rete metallica e pali un terreno di mia proprietà confinante in parte con un terreno di un vicino, con una parete di una casa di un altro vicino e un cortile ad uso comune.
    Il comune insiste che per realizzare ciò devo tenermi a 3 metri, se non adirittura hai primi dibattiti 5 metri.
    Ha veramente ragione il comune?
    Altrimenti cosa si può fare?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Legale Silvia
      Mercoledì 16 Gennaio 2013, alle ore 11:38
      Per Silvia: La norma di riferimento per la recinzione dei fondi (attraverso l'edificazione di un muro) è l'art. 878 C.C.
      Per la rete metallica non dovrebbe avere problemi ma non è chiaro il motivo della presa di posizione del comune.
      Le conviene risolvere la questione con un tecnico di sua fiducia.
      rispondi al commento
  • Marco
    Martedì 15 Gennaio 2013, alle ore 17:39
    Le mie finestre affacciano su una corte interna di una chiesa/pizzeria, i proprietari del circolo pizzeria hanno eretto una struttura in legno alta più di 2 mt con tettoia in plastica che taglia in due la corte a un metro circa dalla mia finestra, togliendomi parte della luce.
    La corte interna è profonda in quel punto non più di 2 metri. loro dicono che è regolare ma io non ne sono così sicuro. Che mi dite?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Marco
      Mercoledì 16 Gennaio 2013, alle ore 10:43
      Per Marco: il quesito è complesso.
      Per quanto riguarda la tettoia, se ha carattere di precarietà, cioè è amovibile e non semplicemente smontabile, non è necessario alcun permesso.
      In caso contrario, verifichi in comune se c'è titolo autorizzativo.
      Per quanto riguarda le sue finestre, invece, in realtà non sarebbe possibile aprirle su altrui proprietà, a meno che non ci sia una servitù di veduta.
      rispondi al commento
  • Tanzarella Pietro
    Giovedì 10 Gennaio 2013, alle ore 10:24
    Mia sorella, per recintare la sua proprietà, ha costruito un muro di cinta alto circa un metro e largo 30 cm e poi installerà una rete sopra.
    Il fatto che essa lo ha costruito interamente nella mia proprietà, in alcuni punti oltre 1,30 metri.
    L'ho invitata a demolirlo, come mi devo comportare?
    Premetto che si tratta di una casa di campagna divisa in due parti.
    rispondi al commento
  • Pier Giuseppe
    Giovedì 10 Gennaio 2013, alle ore 09:01
    Il mio vicino sta scavando per costruire un muro da 2 a 4 mt di altezza in scavo nel prato di fianco alla mia siepe di confine.
    Il quesito è se può stare sul confine e non a una distanza di rispetto ?
    Distanza prevista dal CC "pari all'altezza del muro" (?) ma di cui non conosco l'articolo.
    Il comune nel permesso di costruire non ha indicato nulla sulle distanze e telefonando dice che gli interessi dei singoli non sono di sua competenza?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Pier Giuseppe
      Giovedì 10 Gennaio 2013, alle ore 12:31
      Per Pier Giuseppe: il muro si può costruire a confine, non deve rispettare distanze.
      rispondi al commento
  • Max
    Mercoledì 9 Gennaio 2013, alle ore 20:58
    Vorrei mettere nella mia proprietà una rete con una edera a 100 cm dal muro di confine.
    A che altezza può arrivare l'edera?
    (la quota di calpestio del vicino, dove c'è il muro di confine, è a+1.80 della mia)
    Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Max
      Giovedì 10 Gennaio 2013, alle ore 12:30
      Per Max: l'altezza non deve eccedere quella del muro di confine.
      rispondi al commento
  • Silvia Marengo
    Mercoledì 9 Gennaio 2013, alle ore 09:50
    Volevo domandare: vogliamo costruire una nuova parte di casa su di un garage fabbricato nel 1995, visto che si trova a 2,5mt dal confine abbiamo chiesto al vicino di produrre un'autocertificazione che ci dia l'assenso a costruire, ma il comune ora dice che serve un atto notarile.
    Cosa dobbiamo fare?
    Grazie per l'info
    rispondi al commento
  • Silvia Coscarella
    Venerdì 4 Gennaio 2013, alle ore 18:06
    Salve, vorrei chiederle un informazione "particolare".
    Mio fratello ha avuto tutti i permessi per mettere due pale eoliche, quasi tutto l'impianto è stato costruito ma c'è un problema:
    l'ENEL deve far passare dei cavi nel terreno dei confinanti e, ripeto, il comune ha rilasciato tutti i permessi per farlo, tutti i confinanti (sono sei) hanno accettato a condizione di ricavare un ingente somma di denaro; è legalmente corretto e fattibile?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Silvia Coscarella
      Lunedì 7 Gennaio 2013, alle ore 11:39
      Per Silvia Coscarella: certo, suppongo che sia stata costituita una servitù di passaggio per i cavi Enel.
      rispondi al commento
  • Salvatore
    Domenica 30 Dicembre 2012, alle ore 22:45
    Gent.mo Architetto Mi rivolgo a Lei per avere il suo parere. Ho acquistato una villetta a schiera nella quale ho appena traslocato. Tutte le villette sono dotate di garage. Ma il mio vicino ha rinunciato al garage per farsi realizzare dal Costruttore una tavernetta. Adesso, durante il trasloco, il mio vicino (che deve ancora venirci ad abitare), ha fatto costruire nel proprio giardino una piazzola per auto proprio a ridosso del muro confinante. Poteva farlo o doveva mantenere una distanza minima di tre metri dal confine?. Confidando in una Sua risposta, Le auguro Buone Feste e Felice 2013. Cordiali saluti Salvatore
    rispondi al commento
    • Arch.granata Salvatore
      Mercoledì 2 Gennaio 2013, alle ore 10:04
      Per Salvatore: se per piazzola intende un'area pavimentata, essa non deve rispettare le distanze, in quanto non rientra nel concetto di "costruzione".
      rispondi al commento
      • Salvatore Arch.granata
        Giovedì 3 Gennaio 2013, alle ore 15:07
        Per Arch. Carmen Granata: Grazie per la risposta e innanzitutto BUON ANNO. OK.
        Ma posso oppormi nel caso costruisca nell'area pavimentata una tettoia per le auto?
        Sempre il mio vicino, a circa 1 metro dal nostro confine, ma in un'altro punto, ha fatto realizzare una base di cemento sulla quale verrà installato un motore centralizzato per il condizionamento della sua villa.
        Neanche a questo posso oppormi?
        La ringrazio anticipatamente.
        Salvatore
        rispondi al commento
        • Arch.granata Salvatore
          Venerdì 4 Gennaio 2013, alle ore 09:35
          Per Salvatore: la tettoia richiede un permesso per essere realizzata e ovviamente il comune la rilascerà solo se sono rispettate le distanze.
          Per quanto riguarda la base in cemento, non può essere considerata costruzione.
          rispondi al commento
  • Alfio Novati
    Domenica 23 Dicembre 2012, alle ore 15:42
    Buon giorno, il muro della mia abitazione (età della mia abitazione più di 50 anni) è stato costruito proprio sul confine tra la mia proprietà e quella del mio vicino.
    Egli sta ultimando i lavori della sua abitazione ed ha costruito in muratura il vano dei contatori Enel proprio attaccato al muro della mia abitazione.
    E' possibile questo o deve mantenere la distanza dal muro della mia abitazione?
    Grazie
    rispondi al commento
  • Luigi Rampini
    Giovedì 20 Dicembre 2012, alle ore 09:28
    La mia vicina vuole che tolga l'edera dal suo muro di confine, tengo a precisare che l'edera cresce nella facciata che è rivolta sul mio terreno e non supera il muro, che è di altezza massima di circa mt 1,5 cosa devo fare?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Luigi Rampini
      Giovedì 20 Dicembre 2012, alle ore 10:39
      Per Luigi Rampini: l'edera rientra tra le piante che devono essere ad almeno 50 cm dal confine.
      rispondi al commento
  • Franco1
    Mercoledì 19 Dicembre 2012, alle ore 21:02
    Salve, a confine tra la mia proprietà e quella del vicino è stata posizionata dal mio vicino una recinzione fatta di pali e rete metallica in maniera frettolosa e non tanto stabile, tant'è credo, che possa essere spostata facilmente.
    Posso posizionare in aderenza pali di legno e corde in modo da delimitare in maniera più esatta il confine e contenere eventuali spostamenti della rete poco stabile verso la mia poprietà.
    Purtroppo questa sistuazione è stata frutto di controversie legali. Grazie.
    rispondi al commento
  • Luca M.
    Martedì 18 Dicembre 2012, alle ore 13:11
    Buongiorno, vorrei costruire uno zoccolo basso in muratura e sasso in aderenza al muro di confine (muro di cinta in comune con il mio vicino).
    L'articolo dice che questa tipologia di manufatto non necessita del rispetto delle norme in termini di distanza in quanto non identificabile come costruzione.
    La mia domanda è la seguente: devo comunque richiedere qualche tipo di autorizzazione al mio comune?
    Quale possono essere le dimensioni per quali può essere identificato come zoccolo basso in muratura?
    Ringraziando per la risposta saluto cordialmente.
    rispondi al commento
  • Francesco
    Mercoledì 28 Novembre 2012, alle ore 18:50
    Salve, devo costruire una piscina privata nel lotto di una villa. In merito alle distanze dai confini vige il C.C. art.889, distanza minima di 2 mt., (compreso lo spessore del muro). Invece, quale sarebbe la distanza minima dalla STRADA PUBBLICA ? Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Francesco
      Giovedì 29 Novembre 2012, alle ore 09:55
      Per Francesco: la distanza dalla strada è regolamentata dal regolamento edilizio del comune.
      rispondi al commento
  • Vito ranelletti
    Martedì 27 Novembre 2012, alle ore 07:55
    Si può impiantare una siepe di 2 metri a un metro e mezzo dalle finestre delle mie camere che sono al piano terra? (abbiamo diviso il terreno e il metro e mezzo è la zona di riguardo). La ringrazio anticipatamente per la sua disponibilità. cordiali saluti Vito Ranelletti.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Vito ranelletti
      Martedì 27 Novembre 2012, alle ore 10:13
      Per Vito ranelletti: sì, l'altezza può arrivare a 2 metri e mezzo (art. 892 c.c.).
      rispondi al commento
  • Franca
    Lunedì 12 Novembre 2012, alle ore 17:38
    Salve, il mio vicino ha eretto un muro a ridosso del confine alto 3 m e su di questo ha costruito una tettoia in legno sotto cui parcheggia l'auto. Il muro rientra nel "muro di confine"? e la tettoia? Inoltre contesta la presenza di una piccola serra che ho realizzato a distanza circa di un metro dal confine. La serra rientra nelle costruzioni e quindi devo rispettare le distanze minime o si può considerare opera provvisoria? Grazie e saluti. Franca
    rispondi al commento
  • Lisa
    Lunedì 12 Novembre 2012, alle ore 14:57
    Buongiorno, ho comprato una casa con un piccolo girdino 8 anni fa e solo recentemente mi sono accorta facendo delle misurazioni che il vicino, che aveva a suo tempo recintato il suo giardino confinante con il mio, con una rete ha invaso per circa 1 metro il mio confine, non riuscendo amichevolmente a fargli spostare la rete che cosa posso fare?
    Il geometra dice che comunque andando per vie legali non farò altro che perdere soldi e denaro...
    Grazie molte per la risposta
    rispondi al commento
    • Arch.granata Lisa
      Martedì 13 Novembre 2012, alle ore 09:59
      Per Lisa: mi dispiace, ma purtroppo se non si risolve una questione in maniera amichevole l'unica soluzione è adire le vie legali. Provi a fare qualche altro tentativo, magari inviando una lettera scritta, firmata dal geometra, con l'indicazione delle misure effettuate. La forma scritta è importante per dimostrare i tentativi effettuati di far valere le proprie ragioni, in modo che, col passar del tempo, non si possa pretendere addirittura un'usucapione.
      rispondi al commento
  • Rik
    Lunedì 12 Novembre 2012, alle ore 08:39
    Buongiorno,una una tettoia a copertura del cancello di 4 metri larga 1,60 alta 3 poggiata su pilastri in pietra e confinante con il lato più stretto è legale ?Grazie e cordiali saluti,Rik.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Rik
      Lunedì 12 Novembre 2012, alle ore 10:12
      Per Rik: sì, di fatto è una pensilina di copertura, non una tettoia.
      rispondi al commento
  • RAVASINI CHIARA
    Mercoledì 7 Novembre 2012, alle ore 13:04
    Buongiorno, Le espongo il mio problema: una impresa edile ha acquistato e costruito un condominio nel terrreno confinantecon la mia proprietà; ha creato uno sbancamento di 3 metri per l'accesso ai garage del condominio, costruendo un muro di sostegno in confine di appunto 3 metri sopra al quale ha sistemato una semplice recinzione metallica. Premetto che non c'e stato alcun accordo prima dell'inizio dei lavori per una simile costruzione ma una sorta di accordo verbale per costruire un muretto di confine. Ora vorrei sapere: trattasi di muro di "fabbrica"? a che distanza dovrò stare per costruire nel mio terreno?dovrò rispettare dei limiti di altezza del nuovo fabbricato (casa per mia figlia)? quella recinzione metallica sopra al muro è sufficente (all'affaccio verso il vicino io mi trovo uno strapiombo di 3 metri sarà sicuro per i miei nipoti?) ?? La ringraziio per l'attenzione .
    rispondi al commento
    • Cocci Nella RAVASINI CHIARA
      Venerdì 24 Maggio 2013, alle ore 17:16
      Per RAVASINI CHIARA: che peccato che non abbia ottenuto risposta. il suo caso interessava anche me!!
      rispondi al commento
  • Carlo Milazzo
    Lunedì 5 Novembre 2012, alle ore 13:14
    Sono proprietario di un'abitazione in campagna, dopo tanti anni stanno costruendo una villa a fianco.
    Io ho la mia cancellata e, forse per praticità, hanno attaccato la recinzione di cantiere alla mia recinzione.
    A quanta distanza devono stare dalla mia con la loro? Quali sono i tempi in cui devo chiarire questi aspetti?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Carlo Milazzo
      Martedì 6 Novembre 2012, alle ore 10:06
      Per Carlo Milazzo: se si tratta di una recinzione di cantiere, essa ha lo scopo di tutelare anche la sua proprietà ed è comunque di carattere provvisorio. Per la recinzione della nuova costruzione, invece, potranno costruirla in aderenza o richiedere la comproprietà della sua, pagando il dovuto corrispettivo.
      rispondi al commento
      • Carlo milazzo Arch.granata
        Martedì 6 Novembre 2012, alle ore 10:46
        Per Arch. Carmen Granata: grazie, quindi mi scusi, se non ho capito male potranno anche costruire un muro sotto i tre metri, o un muretto con cancellata ecc, in aderenza alla mia cancellata? Mi diventerà difficile a manutenzione della mia.
        rispondi al commento
        • Arch.granata Carlo milazzo
          Martedì 6 Novembre 2012, alle ore 11:15
          Per Carlo milazzo: certo, stiamo parlando di una recinzione, non di una costruzione. Se le recinzioni dovessero rispettare le distanze, significherebbe dover perdere metri e metri di proprietà... Ad ogni modo, i regolamenti comunali stabiliscono anche il tipo di recinzione che si può realizzare, ad es. se si può fare un muro, che altezza deve avere, ecc. Quindi si informi per la sua zona.
          rispondi al commento
  • Giorgio
    Mercoledì 31 Ottobre 2012, alle ore 21:59
    Salve, ho una porzione d'angolo di villa trifamiliare e volevo realizzare in aderenza al muro di confine un piano d'appoggio in muratura alto 90 cm largo 75 e lungo 200 cm in questo caso con un manufatto di modesta entità di questo tipo, e' soggetto al rispetto dell'art 873 ss cc che disciplina l'osservanza delle distanze legali delle costruzioni?
    Non può essere assimilato ad un tavolino in muratura semplicemente appoggiato (non avendo fondazioni)?
    Si può realizzare senza il nulla osta del confinante?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Giorgio
      Lunedì 5 Novembre 2012, alle ore 09:54
      Per Giorgio: sì, di fatto è un arredo in muratura, non una struttura.
      rispondi al commento
  • Giorgio
    Lunedì 15 Ottobre 2012, alle ore 13:02
    Buongiorno, un impresario edile stà costruendo degli appartamenti vicino alla mia proprietà.
    I muri perimetrali dell'edificio (da progetto) rispetteranno le distanze dal confine ma quelle sotto il piano campagna sono molto vicino al confine.
    Qual'è la distanza che devono rispettare?
    Cordiali saluti.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Giorgio
      Martedì 16 Ottobre 2012, alle ore 11:23
      Per Giorgio: bisogna vedere il regolamento edilizio locale, perchè per molti regolamenti, non c'è alcuna distanza da rispettare per quanto realizzato sotto terra.
      rispondi al commento
  • Domenico
    Martedì 9 Ottobre 2012, alle ore 23:10
    Salve, abito al primo piano in un condominio alla sinistra del mio balcone ho due grossi alberi piantati circa 12 anni fa e a meno di 3 metri dalla mia proprietà.
    Hanno completamente invaso il mio balcone con i grossi rami, mi tolgono la luce, ho sempre di continuo insetti sul balcone, come posso far valere i miei diritti all'amministratore, posso chiedere che l'albero venga tagliato definitivamente.
    Vi prego rispondetemi al più presto.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Domenico
      Mercoledì 10 Ottobre 2012, alle ore 10:20
      Per Domenico: non può richiedere il taglio delle piante, ma dei rami che sporgono sì. Questo però deve essere fatto dal proprietario delle piante a sue spese (art. 896 c.c.).
      rispondi al commento
  • Mina
    Venerdì 28 Settembre 2012, alle ore 19:17
    E' possibile appoggiare ad una cinta di ferro e rete divisoria dei pali grossi di legno che alzino ulteriormente la divisione di 2 metri e mezzo ma senza rispettare il mezzo metro di distanza dal mio giardino?
    Ovvio che essendo un gelsomino rampicante il mio lato è sempre in disordine oltre a vedersi i 4 pali con fili di ferro su cui si arrampica la pianta?
    I pali e la grata su sui si arrampica il gelsomino non dovrebbero stare a mezzo metro dalla rete divisoria?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Mina
      Sabato 29 Settembre 2012, alle ore 10:35
      Per Mina: in base all'art. 892 del codice civile le distanze non si applicano per le piante rampicanti.
      rispondi al commento
  • Tiziana
    Venerdì 14 Settembre 2012, alle ore 11:22
    Buongiorno, dopo alcune discussioni con i mie vicini di casa, a causa delle piante dei rispettivi giardini, abbiamo deciso, per fare in modo che questo non si ripeta , di posizionare sulla comune rete di recinzione un telo verde fissato con delle fascette che impedisce alle nostre e loro piante di invadere le rispettive proprietà, abbiamo poi ridotto le siepi vicino alle reti di confine. Faccio presente che tra l'altro la rete non supera i 2m di altezza.Ieri mattina ho trovato le fascette che fissavano il telo tagliate ed il telo penzolante, ma possono farlo?La ringrazio anticipatamente per la sua risposta.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Tiziana
      Venerdì 14 Settembre 2012, alle ore 11:54
      Per Tiziana: prima di giungere a conclusioni, dovrebbe chiedere ai vicini se sono stati loro.
      rispondi al commento
  • Giorgio
    Domenica 9 Settembre 2012, alle ore 23:27
    Sto contestando ad un mio vicino una struttura costruita nel 2003alla distanza dal confine di 30cm con autorizzazione di un pergolato, il vicino ha pero' costruito una struttura in legno fissata a terra e totalmente coperta con relativa pavimentazione fissa (prima del 2003 ho chiesto l'intervento della polizia municipale che gli ha fatto abbattere il manufatto ma dopo pochi giorni la ricostruito identico). oggi ho fatto fare una lettera dal mio avvocato per chiedere la demolizione del manufatto (probabilmente verra' aperta una causa) e la controparte priva di argomentazioni mi sta contestando un pollaio in stabile regolare alla distanza di 60 mt dal confine lamentando odori non gradevoli. avrei bisogno di sapere se la distanza del pollaio dal confine e' regolare,vorrei sapere se la struttura del vicino rientra nei casi di regolarita', vorrei sapere se le piante di alloro che sono state posizionate sul confine (a 20cm dal muro di cinta ) sono da considerare regolari
    rispondi al commento
    • Arch.granata Giorgio
      Lunedì 10 Settembre 2012, alle ore 10:44
      Per Giorgio: 1) il pollaio, se è una struttura fissa, deve rispettare le stesse distanze fissate per le costruzioni, quindi minimo 5 m. Vedere però anche il locale regolamento d'igiene, se dice qualcosa di diverso. 2) la costruzione del suo vicino, se è stata fatta abbattere una prima volta, non dovrebbe essere stata regolare. Bisogna vedere, però, se la seconda volta è stata realizzata con un regolare titolo. Non si può dare una risposta definitiva non conoscendo direttamente la questione. 3) La pianta di alloro è da considerare alla stregua di una siepe, quindi potrebbe stare su confine. Ma il suo avvocatao saprà darle una risposta più precisa, in base a quanto stabilito dal codice civile.
      rispondi al commento
  • Francesco
    Venerdì 31 Agosto 2012, alle ore 12:25
    Salve, un mio vicino ha una costruzione in muratura posta a ridosso del confine (30 cm). Il regolamento edilizio comunale, stabilisce una distanza minima dal confine di 5 m. Siccome ultimamente il vicino ha ampliato il tetto di tale struttura, noi gli abbiamo chiesto di ridurlo, ma lui si è rifiutato, asserendo che può fare ciò che vuole in quanto l'opera esiste da oltre 20 anni. Premesso che la struttura è abusiva e posta a distanza illegale, è possibile, anche se esiste da oltre 20 anni, fargliela abbattere interamente, mediante esposto all'ufficio tecnico comunale, anche in virtù di una recente sentenza del tar del lazio, che afferma l'impossibilità di usucapire una struttura illegale, in quanto si è in presenza di illecito permanente? Grazie della risposta.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Francesco
      Venerdì 31 Agosto 2012, alle ore 12:55
      Per Francesco: per prima cosa si assicuri se davvero la costruzione è abusiva: il fatto che non rispetti le distanze previste oggi non vuol dire che non fosse regolare al tempo della costruzione, oppure potrebbe essere condonato. Nel caso in cui non fosse così, può procedere per vie legali, perchè ovviamente un edificio abusivo non si usucapisce.
      rispondi al commento
      • Francesco Arch.granata
        Venerdì 19 Ottobre 2012, alle ore 09:11
        Per Arch. Carmen Granata: grazie Architetto per la risposta, molto gentile.
        Dopo la precedente e-mail, ho riparlato con il vicino, il quale alla mia richiesta di ridurre sensibilmente la copertura, fino a riquadrare il solo manufatto sottostante, ha tolto solo un pannello (1 mt).
        Inoltre, si è rifiutato di murare la finestra della costruzione (vi è anche questa apertura...), la quale si affaccia sul mio terreno, limitando ulteriormente il mio diritto di prorietà.
        Mi sono accertato presso l'ufficio tecnico comunale che l'opera, benché realizzata più di 20 anni fa, è abusiva, pertento ho intenzione di:
        - fare al vicino una lettera di diffida a rimuovere ulteriore tetto e muratura della finestra entro x... giorni;
        - sucessivamente, in caso di rifiuto, fare l'esposto all'ufficio tecnico comunale, anche in virtù di una recente sentenza del TAR del Lazio, che attesta la inusucapibilità di una struttura abusiva e non rispettosa del regolamento edilizio.
        Grazie, buona giornata. Francesco
        rispondi al commento
      • Lucrezia Arch.granata
        Mercoledì 26 Giugno 2013, alle ore 15:55
        Ho un muretto di confine con inferriata tra il mio cortile e quello della mia vicina, la quale mi impedisce di "tappare" le inferriate per non toglierle la luce e l'aereazione nel suo cortile.
        Mi impedisce fisicamente di montarle, aggrappandosi alla righiera.
        Volevo sapere se esiste una norma che può impedirmi di montare le inferriate (la cancellata è mia, nel mio terreno), o se la signora è nel torto, grazie.
        rispondi al commento
        • Arch.granata Lucrezia
          Giovedì 27 Giugno 2013, alle ore 11:54
          Per Lucrezia: la signora non diritto di impedirle l'intervento, sia perchè il muro è di sua proprietà, sia perchè lei ha diritto a impedire la veduta.
          Le norme di riferimento sono nella parte di c.c. relativo alla proprietà (art. 832 - 951).
          rispondi al commento
Notizie che trattano Distanze da rispettare che potrebbero interessarti
Distanze tra fabbricati

Distanze tra fabbricati

Una delle cause più frequenti di lite tra vicini è costituita dalle distanze tra le proprietà o dai muri di confine, regolamentate dal c.c. e dalle norme locali.
Comunione forzosa del muro

Comunione forzosa del muro

La comunione forzosa di un muro è la facoltà concessa al proprietario del fondo confinante di ottenerne la comunione, previo pagamento di una cifra adeguata.
Costruzioni in aderenza

Costruzioni in aderenza

Quando e' possibile costruire in aderenza alla costruzione del vicino, a che condizioni ed a quali limiti. La disciplina contenuta nell'art. 877 c.c.
La proprietà del muro di confine

La proprietà del muro di confine

La disciplina dettata dal codice civile in materia di proprieta' del muro di confine. Quando deve considerarsi tale e quando no. La presunzione di comunione e l'intervento dell'Autorità Giudiziaria.
Muro di cinta

Muro di cinta

Il muro di cinta, se presenta determinate caratteristiche strutturali, non dev'essere considerato nel calcolo delle distanze delle costruzioni di cui all'art.873 c.c.
IMMOBILIARE
prezzi ristrutturazione
costi ristrutturazione
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE







SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Candy lavastoviglie ad incasso scomparsa totale 60cm classe a+ cdi1020/3-02
      Candy lavastoviglie ad incasso...
      238.00
    • Elo-dry finitura
      Elo-dry finitura...
      1.30
    • Fusibile civile 8 5x32 4a
      Fusibile civile 8 5x32 4a...
      1.39
    • Fusibile civile 9x36 16a 400v
      Fusibile civile 9x36 16a 400v...
      1.70
    • Inseritore con display axolute chiara
      Inseritore con display axolute...
      229.17
    • Piastra di fondo 650x515 in
      Piastra di fondo 650x515 in...
      26.42
    • Piastra di fondo 800x1060 in
      Piastra di fondo 800x1060 in...
      75.40
    • Adattatore con spina civile 16a
      Adattatore con spina civile 16a...
      11.48
    • Piastra di fondo 800x585 in
      Piastra di fondo 800x585 in...
      39.29
    • Filtro per lampada elettronica par
      Filtro per lampada elettronica par...
      1.88
    • Citifono basic simplebus solo audio
      Citifono basic simplebus solo audio...
      35.08
    • Tappo per pile modulo 1
      Tappo per pile modulo 1...
      3.78

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE