Documenti da produrre e pratica ENEA per la detrazione 65%

News di Normative
Ogni intervento che può beneficiare della detrazione 65% richiede la predisposizione di una documentazione specifica. Ecco le regole generali e varie eccezioni.
05 Luglio 2016 ore 11:58

Interventi che possono beneficiare della detrazione 65%


Detrazione 65%La detrazione fiscale sul risparmio energetico, detta anche detrazione 65%, prevede la possibilità di detrarre dall’IRPEF (Imposta sul reddito delle persone fisiche) o dall’IRES (Imposta sul reddito delle società) il 65% delle spese sostenute per interventi volti a diminuire i consumi energetici di edifici esistenti.

Esistono quattro categorie di intervento ammesse alla detrazione fiscale: analizziamole insieme.

Interventi di riqualificazione energetica globale di edifici esistenti


Comprendono qualsiasi intervento o insieme sistematico di interventi, che portino i consumi globali dell’edificio inferiori a determinate soglie. Per questa categoria si guarda il risultato finale. Non interessa quali opere siano realizzate, quanto piuttosto il consumo energetico finale raggiunto dall’intero immobile.

Interventi sull’involucro degli edifici


Comprendono interventi su coperture, pavimenti, pareti, serramenti e porte che delimitano il volume riscaldato dell’immobile.

Per accedere al beneficio è necessario che successivamente all’intervento la porzione di involucro su cui si è intervenuto raggiunga precisi limiti di trasmittanza termica definiti dal Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico dell’11 marzo 2008, poi modificati dal Decreto 26 gennaio 2010.

Dal 1° gennaio 2015 possono accedere all’incentivo anche le spese sostenute per l’acquisto e la posa in opere di schermature solari (come tende da sole per esterni, veneziane, ecc.) di cui all’allegato M del Decreto Legislativo 29 dicembre 2006 n.311.

Installazione di pannelli solari termici


Comprende l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici, produttivi e ricreativi. Sono ritenuti assimilabili ai pannelli solari i sistemi termodinamici a concentrazione solare utilizzati per la sola produzione di acqua calda.

Impianti di climatizzazione invernale e controllo remoto


Sono compresi gli interventi di sostituzione di impianto di riscaldamento esistente con impianto dotato di caldaia a condensazione e contestuale messa a punto dell'impianto di distribuzione, oppure con impianti di riscaldamento con pompe di calore o impianti geotermici a bassa entalpia. Rientra anche la sostituzione di uno scaldacqua tradizionale con pompa di calore per la produzione di acqua calda sanitaria.

Dal 1° gennaio 2015 rientrano in questa categoria anche gli impianti alimentati con generatori di calore a biomasse combustibili.

Inoltre dal 1° gennaio 2016 l’agevolazione è stata estesa ai dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda o di climatizzazione delle unità abitative.


Adempimenti per accedere alla detrazione 65%


Per accedere alla detrazione su risparmio energetico la regola generale richiede che il contribuente sia in possesso, oltre delle fatture e delle ricevute dei bonifici, dei seguenti documenti:

Documenti ENEA- Asseverazione firmata da un tecnico abilitato (architetto, ingegnere, geometra), che attesti la rispondenza delle opere ai requisiti tecnici richiesti dalla detrazione;

- Attestato di Prestazione Energetica, che riporti i dati relativi all’efficienza energetica dell’immobile oggetto di intervento;

- Scheda informativa ENEA, con i dati di chi beneficerà della detrazione, i dati dell’edificio, il tipo di intervento eseguito e le spese sostenute.

Entro 90 giorni dalla fine dei lavori bisogna tramettere ad ENEA per via telematica l’Attestato di Prestazione Energetica e la scheda informativa, conservandone la ricevuta di invio. Solo per casi complessi è consentito l’invio della pratica per posta.
Gli altri documenti saranno da conservare ed esibire solo in caso di controlli dell’Agenzia Entrate.

È importante sapere che quella indicata è la regola generale, ma esistono delle eccezioni. Infatti alcuni degli interventi agevolabili non richiedono di preparare tutti i documenti indicati o, in alcuni casi, si consentono semplificazioni.

Le eccezioni riguardano:

- la sostituzione di serramenti e porte di ingresso;
- l’installazione di schermature solari;
- l’installazione di pannelli solari;
- la sostituzione del generatore con caldaia a condensazione, pompa di calore o impianto geotermico a bassa entalpia;
- l’installazione di generatori a biomassa.

C’è poi un caso ancora non chiarito ufficialmente, ossia l’installazione di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti.
Al momento non è possibile inviare pratiche ENEA relative a questo particolare intervento e non sappiamo ancora quali documenti saranno necessari. Siamo quindi in attesa di indicazioni ufficiali.

Analizziamo ora i documenti e gli adempimenti richiesti per le eccezioni sopra citate.


Detrazione 65% per serramenti e porte di ingresso


documenti detrazione 65% serramentiIn occasione di sostituzione di serramenti e porte di ingresso su singole unità immobiliari, l’asseverazione può essere sostituita da una certificazione del produttore che attesti la trasmittanza degli infissi precedentemente installati e di quelli nuovi.

Inoltre per serramenti e porte di ingresso di singole unità immobiliari l’Attestato di Prestazione Energetica non va redatto.

Pertanto i documenti da produrre e conservare saranno i seguenti:

- fatture;
- ricevute dei bonifici;
- asseverazione firmata da tecnico abilitato o in alternativa certificazione del produttore;
- compilazione della scheda informativa ENEA (Allegato F-modello per finestre comprensive di infissi) ed invio della stessa entro 90 giorni dalla fine dei lavori.


Detrazione 65% per installazione di schermature solari


È importante distinguere due casi.

Quando contemporaneamente si sostituiscono i serramenti e le relative strutture accessorie che hanno effetto sulla dispersione del calore, come scuri, persiane e tapparelle, o che risultino strutturalmente accorpate al manufatto, come i cassonetti delle tapparelle incorporati nel telaio dell’infisso, è possibile seguire un’unica procedura, ossia quella precedentemente indicata per i serramenti e le porte di ingresso.

Se invece l’intervento riguarda solo le schermature solari (in questo caso vale sia la nuova installazione che la sostituzione), tra le quali scuri, persiane, tende da sole per esterni, tende tecniche interne, veneziane, ecc., la procedura è un po’ diversa, soprattutto per i requisiti richiesti.

In quest’ultimo caso dai documenti ufficiali non è ben chiaro se l’asseverazione sia necessaria o se invece siano sufficienti le schede tecniche e le certificazioni dei prodotti installati.
Nel dubbio, consiglio di prevederla sempre.

È invece chiaro che l’Attestato di Prestazione Energetica non è richiesto.

Ecco dunque i documenti necessari per l’installazione o sostituzione di schermature solari:

- fatture;
- ricevute dei bonifici;
- asseverazione firmata da tecnico abilitato e/o certificazioni del produttore che indichino la presenza del marchio CE e il valore del fattore solare g della schermatura;
- compilazione della scheda informativa ENEA (Allegato F-modello per schermature solari) ed invio della stessa entro 90 giorni dalla fine dei lavori.


Detrazione 65% per installazione di pannelli solari


Per l’installazione di pannelli solari l’asseverazione non è necessaria quando i pannelli sono realizzati in autocostruzione.
In tal caso deve essere prodotto l’attestato di partecipazione ad uno specifico corso di formazione da parte del soggetto beneficiario.

Detrazione 65% pannelli solariSe i pannelli non sono realizzati in autocostruzione, l’asseverazione diventa obbligatoria e deve certificare i seguenti requisiti:
- che i pannelli solari e i bollitori impiegati sono garantiti per almeno 5 anni;
- che gli accessori e i componenti elettrici ed elettronici sono garantiti per almeno 2 anni;
- che i pannelli solari hanno apposita certificazione di conformità alle norme UNI EN 12975 o UNI EN 12976, certificati da un organismo di un Paese dell’Unione Europea e della Svizzera;
- che l’installazione degli impianti è stata eseguita in conformità ai manuali di installazione dei principali componenti.

L’Attestato di Prestazione Energetica non è richiesto in caso di installazione di pannelli solari.

Documenti da produrre:
- fatture;
- ricevute dei bonifici;
- asseverazione firmata da tecnico abilitato che attesti i requisiti sopra riportati;
- compilazione della scheda informativa ENEA (Allegato F-modello per pannelli solari) ed invio della stessa entro 90 giorni dalla fine dei lavori.


Detrazione 65% per generatori di calore


Anche per i generatori di calore (caldaie a condensazione, pompe di calore, impianti geotermici a bassa entalpia, generatori a biomasse) la detrazione fiscale sul risparmio energetico non richiede la redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica.

Documenti detrazione 65% caldaiaL’asseverazione firmata da tecnico abilitato va invece sempre fatta per i generatori a biomassa di qualsiasi potenza e per tutti gli altri impianti (con caldaia a condensazione, pompa di calore, impianti geotermici a bassa entalpia) di potenza nominale superiore a 100 kW.

In base al tipo di generatore bisogna asseverare requisiti tecnici differenti.

Per le caldaie a condensazione, le pompe di calore e gli impianti geotermici a bassa entalpia con potenza uguale o inferiore a 100 kW l’asseverazione può essere sostituita da una certificazione dei produttori.

Quindi, in caso di caldaie a condensazione, pompe di calore e impianti geotermici a bassa entalpia con potenza nominale uguale o inferiore a 100 kW, i documenti da produrre sono:
- fatture;
- ricevute dei bonifici;
- asseverazione firmata da tecnico abilitato o in alternativa certificazioni dei produttori;
- compilazione della scheda informativa ENEA (Allegato E) ed invio della stessa entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

Invece, in caso di caldaie a condensazione, pompe di calore e impianti geotermici a bassa entalpia con potenza nominale superiore a 100 kW e per generatori a biomassa, i documenti da produrre saranno:
- fatture;
- ricevute dei bonifici;
- asseverazione firmata da tecnico abilitato;
- compilazione della scheda informativa ENEA (Allegato E) ed invio della stessa entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

Articolo: Detrazione 65% documenti ENEA
Valutazione: 4.50 / 6 basato su 4 voti.

Detrazione 65% documenti ENEA: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Sandro
    Sandro
    Lunedì 23 Gennaio 2017, alle ore 15:23
    Poichè vorrei fare tutto da solo, dopo la sostituzione di una caldaia con una al condensazione, desidererei sapere cosa si intende per certificazione del produttore.
    Il produttore della caldaia che comprerò è una Tata.
    Cosa mi deve rilasciare il montatore che è pure il fornitore della caldaia.
    L'allegato E è come quello che in via telematica l'Enea chiede di compilare.
    Non C'è uno stampato completo,tanto per capire cosa bisogna scrivere?  
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Detrazione 65% documenti ENEA che potrebbero interessarti
Controlli su detrazioni 50%, 65% e bonus mobili

Controlli su detrazioni 50%, 65% e bonus mobili

Sentenza Commissione Tributaria Lombardia: l'Agenzia Entrate può fare controlli non oltre il 31/12 del secondo anno successivo alla presentazione della dichiarazione.
Pannelli Solari 55%

Pannelli Solari 55%

I pannelli solari termici riducono la spesa energetica degli edifici, grazie all'impiego di energia rinnovabile, e possono essere detratti come spesa dall'IRPEF.
Come risolvere errori commessi negli adempimenti per la detrazione 65%

Come risolvere errori commessi negli adempimenti per la detrazione 65%

Tra gli adempimenti per la detrazione sul risparmio energetico, gli errori più comuni riguardano le fatture, i pagamenti e l'invio della comunicazione all'Enea.
Cosa succede con le detrazioni 50% e 65% quando si eseguono lavori a cavallo di due anni

Cosa succede con le detrazioni 50% e 65% quando si eseguono lavori a cavallo di due anni

Quando si eseguono lavori che durano per più anni, le date di pagamento sono fondamentali per l'inserimento delle detrazioni nella dichiarazione dei redditi.
La mancata comunicazione ENEA non può essere causa di perdita della detrazione 65%

La mancata comunicazione ENEA non può essere causa di perdita della detrazione 65%

Una sentenza della Commissione Tributaria Regionale di Milano ha chiarito il caso di un contribuente che aveva dimenticato di inviare la comunicazione ENEA.
Registrati come Utente
276872 UTENTI REGISTRATI
Registrati come Azienda
21048 AZIENDE REGISTRATE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Arredamenti italia indossatore servomuto porta abiti in legno, antimo
      Arredamenti italia indossatore...
      64.00
    • Homcom scrivania da ufficio porta pc con ripiani, rosato, 74x120x60cm
      Homcom scrivania da ufficio porta...
      85.95
    • Imperia 400 ravioli maker - accessorio per imperia macchina pasta
      Imperia 400 ravioli maker -...
      23.80
    • Carriola da giardino multiuso verdemax
      Carriola da giardino multiuso...
      79.00
    • Cuscino
      Cuscino...
      24.00
    • Sedia alumine art78047
      Sedia alumine art78047...
      32.00
    • Idrospazzola claber wippy-car
      Idrospazzola claber wippy-car...
      7.25
    • Avid fasttrack duo interfaccia usb
      Avid fasttrack duo interfaccia usb...
      289.00
    • Gazebo in acciaio pop-up 3x3 mt con telo bianco o verde - bianco
      Gazebo in acciaio pop-up 3x3 mt...
      118.00
    • Tolen
      Tolen...
      63.00
    • Ariete macchina per la pasta elettrica automatica 6 trafile potenza 250 watt capacità massima 700 gr - 1591 pastamatic 1950 edition
      Ariete macchina per la pasta...
      73.66
    • Cassette per posta alubox serie xer
      Cassette per posta alubox serie xer...
      40.50
    • Fodera copridivano
      Fodera copridivano...
      72.50
    • Ibiza e bass basso elettrico
      Ibiza e bass basso elettrico...
      119.90
    • Pulizia pavimento cotto
      Pulizia pavimento cotto...
      18.00
    • Divano 3 posti
      Divano 3 posti...
      156.00
    • Arredamenti italia indossatore junior
      Arredamenti italia indossatore...
      61.17
    • Samsung soundbar hw-k450 2.1 subwoofer wireless potenza totale 300w bluetooth
      Samsung soundbar hw-k450 2.1...
      166.99
    • Makita trapano avvitatore con percussione 18v makita dhp453zj
      Makita trapano avvitatore con...
      83.50
    • Illa cook & love tp1720 - padella, 20 cm
      Illa cook & love tp1720 -...
      4.15
    • Poltrona 1 posto
      Poltrona 1 posto...
      100.00
    • Divano 2 posti
      Divano 2 posti...
      144.00
    • Vasca idromassaggio teuco avellino
      Vasca idromassaggio teuco avellino...
      1100.00
    • Copritavolo quadro
      Copritavolo quadro...
      40.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Vimec
  • Pensiline.online
  • Weber
  • Onlywood
  • Immobiliare.it
  • Ceramica Rondine
  • Faidatebook
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
€ 180.00
foto 3 Parma
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 150.00
foto 5 Parma
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 4 500.00
foto 4 Milano
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 900.00
foto 4 Parma
Scade il 31 Dicembre 2017
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
89291

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.