Detrazione 55%

News di Normative
Riassunto sulla normativa per le detrazioni 55% sul risparmio energetico, caratteristiche degli interventi, spese detraibili, adempimenti e documenti da conservare.
Detrazione 55%
Arch. Sara Martinelli
Arch. Sara Martinelli

ATTENZIONE!!!

La recente proroga dei bonus per l'edilizia, ha posto l'innalzamento dell'aliquota di detrazione per interventi di riqualificazione energetica dal 55% al 65%, per cui vi suggeriamo di leggere l'articolo aggiornato sulla detrazione del 65%.


Detrazione 55%: interventi di riqualificazione energetica


Detrazione 55%: locale caldaia

Visto il susseguirsi negli ultimi tempi di leggi, decreti, proroghe, cambiamenti sulle procedure e conseguenti articoli comparsi sul nostro portale, cerchiamo di riassumere in breve la normativa attualmente in vigore sulle detrazioni fiscali per il risparmio energetico (55%).

Il Decreto Legge n.83/2012 (convertito nella Legge n.134 del 7 agosto 2012) proroga come termine ultimo per accedere a questa agevolazione fiscale il 30 giugno 2013.
Dopo questa data, ossia dal 1 Luglio 2013 e salvo ulteriori proroghe, le spese sostenute per gli interventi edilizi mirati al risparmio energetico potranno rientrare nella detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie, che tornerà ad essere del 36%.

Si parla di spese sostenute, quindi il criterio per l’individuazione temporale dell’intervento è quello di cassa. Si guarderà la data dell’effettivo pagamento e non la data di avvio degli interventi cui i pagamenti si riferiscono.

Ripartizione della detrazione


Il numero di anni in cui ripartire la detrazione è stato più volte modificato.
Per gli interventi eseguiti a partire dal 2011 è obbligatorio ripartire la detrazione in 10 rate annuali.

Caratteristiche dell’edificio indispensabili per accedere alla detrazione del 55%


Detrazione 55%: edificio esistenteL’edificio su cui si eseguono gli interventi deve essere esistente e già dotato di impianto di riscaldamento. Inoltre, a differenza della detrazione per le ristrutturazioni edilizie che è valida solo per le abitazioni, quella per il risparmio energetico può essere utilizzata per edifici di qualsiasi categoria catastale (abitazioni, uffici, negozi, attività produttive o artigianali, ecc.).
La prova di esistenza dell’edificio è data dall’iscrizione al catasto, oppure dalla richiesta di accatastamento, ed anche dal pagamento dell’Ici a partire dal 1997, se dovuta.

Interventi che possono beneficiare della detrazione del 55%


Esistono quattro categorie di interventi ammesse alla detrazione fiscale e ad ognuna di esse è associato un valore massimo di detrazione:



-    Interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti

Comprendono qualsiasi intervento, o insieme sistematico di interventi, che permetta all’edificio di raggiungere un indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale inferiore a precisi limiti.
Per questa categoria non sono definite tanto le tipologie di opere, ma il valore finale raggiunto da queste, qualsiasi esse siano.
Per questi interventi di riqualificazione globale il tetto massimo di spesa è 100.000 euro.



-    Interventi sugli involucri degli edifici

Comprendono interventi su coperture, pavimenti e pareti che delimitano il volume riscaldato.Detrazione 55%: involucro edilizio
Rientrano fra questi anche la sostituzione di porte di ingresso e finestre.
Per questa categoria è importante che i valori di trasmittanza delle partizioni orizzontali o verticali e dei serramenti rispettino determinati limiti di trasmittanza.
Il limite della detrazione è di 60.000 euro.


-    Installazione di pannelli solari

Installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici, produttivi e ricreativi.
È indispensabile avere una garanzia di  5 anni per pannelli e bollitori e di 2 anni per gli accessori e i componenti tecnici. Inoltre, i pannelli devono essere conformi a determinate norme UNI EN ed essere certificati da un organismo dell’Unione Europea o della Svizzera.
Il valore massimo della detrazione fiscale è 60.000 euro.



-    Interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale

Sono compresi gli interventi di sostituzione di impianto di riscaldamento esistente con impianto dotato di caldaia a condensazione e contestuale messa a punto dell’impianto di distribuzione, oppure con impianti di riscaldamento con pompe di calore o impianti geotermici a bassa entalpia.
Rientra anche la sostituzione di uno scaldacqua tradizionale con uno a pompa di calore per la produzione di acqua calda sanitaria.
Il limite massimo per la detrazione è 30.000 euro.

Spese detraibili


La detrazione si può applicare sulle spese effettivamente sostenute per:
-    i lavori (fornitura e posa)
-  le prestazioni professionali, sia di progettazione, direzione lavori che di redazione delle pratiche necessarie per accedere alla detrazione.



Adempimenti per accedere alla detrazione del 55%


La normativa è cambiata nel tempo, pertanto cerchiamo di elencare in breve quali sono attualmente i documenti che devono essere redatti da un tecnico abilitato:

-    l’asseverazione, che attesti la rispondenza delle opere ai requisiti tecnici richiesti.
Nel caso di semplice sostituzione di serramenti o di installazione di caldaia a condensazione può essere sostituita da una certificazione del produttore;

-    l’attestato di certificazione energetica, che riporterà i dati relativi all’efficienza energetica dell’edificio oggetto di intervento.
In caso di sostituzione di serramenti, installazione di pannelli solari o sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale questo documento non è richiesto;

-    la scheda informativa relativa agli interventi realizzati, dove sono richiesti i dati di chi usufruirà della detrazione, il tipo di intervento eseguito e il costo dell’intervento.

Detrazione 55%: invio telematicoEntro 90 giorni dalla fine dei lavori bisogna trasmettere all’Enea per via telematica copia dell’attestato di certificazione energetica (se il tipo di intervento lo prevede) e la scheda informativa.
L’invio di questa comunicazione richiederà dunque l’intervento di un tecnico, a meno che non si tratti del caso di sostituzione di serramenti, installazione di pannelli solari o di sostituzione dell’impianto termico, per i quali il comune cittadino può collegarsi autonomamente al sito dell’Enea e inviare i documenti.

C’è però da sottolineare che non sempre i passaggi sono comprensibili a chiunque, poiché si parla di trasmittanze, di potenze nominali, ecc.
Pertanto per queste pratiche è sempre consigliabile farsi seguire da un esperto, onde evitare la perdita della detrazione a causa di una compilazione errata.

Documenti da conservare per la detrazione del 55%


Una volta effettuata la comunicazione per via telematica, è necessario conservare i seguenti documenti, che dovranno essere esibiti in caso di controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate:
-    l’asseverazione (se il tipo di intervento la richiede)
-    la ricevuta di invio telematico effettuato all’Enea
-    le fatture relative agli interventi
-   le ricevute dei bonifici (ricordiamo che i pagamenti vanno effettuati con apposito modello di bonifico).

Questo è dunque un riassunto succinto della detrazione fiscale per il risparmio energetico.
Approfondiremo successivamente con altri articoli le tipologie di intervento più diffuse e alcuni casi particolari, così come abbiamo già fatto per le pompe di calore e le porte.


Consulenza Utenti Lavorincasa.it
Consulenza Detrazione 55% Lavorincasa.it
Vuoi approfittare dei vantaggi fiscali recuperando il 55% della spesa per serramenti o caldaia?
Desideri compilare correttamente la pratica per non perdere l'agevolazione?
Richiedi un preventivo gratuito!
Nella richiesta, oltre la problematica, specificare: Nome, Cognome, email, telefono, città.


Articolo: Detrazione 55%
Valutazione: 5.30 / 6 basato su 80 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
Commenta su Detrazione 55%
Caratteri rimanenti
  • Luigino
    Giovedì 14 Novembre 2013, alle ore 20:42
    Buongiorno: a luglio ho restaurato il bagno usufruendo la detrazione del 50% da una rivendita di piastrelle, ristrutturazione completa chiavi in mano.
    A metà dei lavori mi sono accorto che e stato usato cartongesso bianco sul lato doccia e ricoperto con poca guaina impermeabilizzante, ho fatto presente alla rivendita, la risposta è stata non ci sono problemi.
    VI CHIEDO: IN CASO DI PROBLEMI QUANTI ANNI HO DI GARANZIA PER LEGGE?
    GRAZIE.
    rispondi al commento
  • Francesco
    Venerdì 8 Novembre 2013, alle ore 21:10
    Ciao a tutti, devo sostituire gli infissi di casa con quelli a taglio termico in alluminio anotizzato.
    Ora la mia domanda è la seguente, posso usufruire degli sgravi fiscali?
    Qual'è la procedura esatta?
    Deve inviare la pratica chi mi fa i lavori o posso farlo anche io?
    Grazie
    rispondi al commento
  • Franco
    Lunedì 30 Settembre 2013, alle ore 17:23
    Mentre è chiaro che se usufruisco della detrazione al 50% sulla ristrutturazione della mia abitazione mi compete anche la medesima detrazione sull'acquisto di mobili/elettrodomestici non mi è chiaro se quest'ultima detrazione è concessa anche se per lavori svolti usufruirò della detrazione al 65%.
    Posso avere un chiarimento al riguardo?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Franco
      Mercoledì 13 Novembre 2013, alle ore 14:40
      In conseguenza al 65% non è infatti possibile accedere al bonus mobili.
      rispondi al commento
  • Franco
    Lunedì 30 Settembre 2013, alle ore 17:14
    Debbo ristrutturare (tutto: idraulica, riscaldamento, installazione pannelli solari acqua calda, elettrico, antifurto, telefonico/citofonico, TV, condizionamento), oltre a sostituzione infissi, pavimenti, installazione stufa a pellet, ottimizzazione spazi non a norma, coibentazioni, apertura velux sul tetto, etc., un villino (di una schiera) che non ha mai avuto lavori (dal 1970).
    Detrazioni ammesse?
    Tutto al 65%, o parte 65% e parte al 50%?
    rispondi al commento
  • Gino
    Giovedì 19 Settembre 2013, alle ore 06:26
    Buon giorno, vorrei vorrei avere due informazioni: ho 75 anni la detrazione fiscale è sempre ripartita in 10 anni?
    In un terrazzo di 200mq di un condominio stanno facendo un pavimento galleggiane, di quanto è la detrazione fiscale.
    Grazie molte, resto inattesa.
    Cordiali saluti.
    rispondi al commento
  • Tommasoc.
    Lunedì 8 Luglio 2013, alle ore 15:44
    Buongiorno, devo rinnovare completamente la cucina del mio appartamento, ma so che senza una ristrutturazione in atto non posso accedere alle detrazioni per i mobili e gli elettrodomestici.
    Vorrei sapere però se potrei detrarli nel caso abbini il rinnovo della cucina all'installazione di un allarme o di una caldaia nuova dato che sono lavori che di per sé accedono alle detrazioni anche senza ristrutturazioni.
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Rosanna
    Martedì 2 Luglio 2013, alle ore 09:40
    Gentilissimo Architetto, come mai le sue risposte si fermano al mese di maggio?
    rispondi al commento
  • Stefania
    Lunedì 24 Giugno 2013, alle ore 22:57
    Buonasera, vorrei porle una domanda in merito alla sostituzione di pavimenti e infissi.
    A novembre 2012 ho acquistato la mia abitazione principale ed ho effettuato dei lavori quali sostituzione pavimenti, porte interne e portone blindato, rubinetteria e sanitari.
    Ho la ricevuta del pagamento effettuato alle diverse società.
    Posso portarle in detrazione o farle valere come spese per la ristrutturazione dell'immobile?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Rosanna
    Giovedì 20 Giugno 2013, alle ore 17:01
    Ho acquistato direttamente materiale idraulico per rifacimento ed adeguamento impianto per complessive euro 1.500; per la prestazione d'opera la ditta mi ha chiesto euro 2.500.
    La spesa da me sostenuta sconta IVA 21% mentre quella della mano d'opera il 10%.
    E' esatta la mia interpretrazione?
    Comunque le spese, salvo errori, sono entrambe detraibili?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Loredana Guida
    Lunedì 17 Giugno 2013, alle ore 21:45
    1 domanda: cosa serve per avere la detrazione per il risparmio energetico oltre all'attestato di certificazione rilasciata dal rivenditore e i bonifici specifici per la detrazione?
    2 domanda: la scheda informativa chi la compila?
    rispondi al commento
  • Sara Mariella
    Mercoledì 12 Giugno 2013, alle ore 00:55
    Finalmente sono terminati gli interventi di rifacimento dell'impianto di riscaldamento nel mio appartamento (installazione caloriferi e caldaia per produzione, altresì, di acqua calda sanitaria): tali opere prevedono la detrazione del 55%?
    In caso affermativo, quali allegati devo trasmettere all'Enea ("A" ed "E")?
    Posso provvedere direttamente alla compilazione degli stessi o al sito deve registrarsi il tecnico che agirà per mio conto?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Carmelo Enrico
    Martedì 11 Giugno 2013, alle ore 21:37
    Salve, io dovrei acquistare una caldaia a condensa, costo del lavoro 2750 euro.
    In quanti anni mi verrà rimborsato il 65%?
    rispondi al commento
  • Michele Zanardi
    Martedì 11 Giugno 2013, alle ore 11:34
    Buongiorno architetto, ho appena acquistato un immobile ristrutturato da 6 mesi; ristrutturazioni a carico del vecchio proprietario.
    Chi ha diritto alle detrazioni della ristrutturazione?
    Io o il precedente proprietario?
    Vorrei mettere il parquet in alcune stanze dell'appartamento per isolarmi dai box sottostanti.
    Ho diritto alla detrazione?
    E' vero che c'è possibilità di avere detrazioni anche sui mobili?
    Grazie in anticipo.
    rispondi al commento
  • Zerni Alessandro
    Giovedì 6 Giugno 2013, alle ore 18:05
    Buongiorno architetto, io sono interessato all'installazione di un impianto fotovoltaico.
    Però io sono un lavoratore frontaliere e mia moglie lavora part time, come posso usufruire della detrazione?
    Può servire a qualcosa essere in possesso della legge 104 per l'inabilità di mio figlio minorenne?
    rispondi al commento
  • Alessandro
    Mercoledì 5 Giugno 2013, alle ore 23:20
    Buonasera Architetto, dovrei cambiare pavimento in casa, per la precisione un parquet doussiè che godrebbe dell'agevolazione fiscale 55%.
    Abito in un quarto piano, ho diritto ad usufruire di tale agevolazione?
    Grazie per l'aiuto.
    rispondi al commento
  • Luigi Galanti
    Lunedì 3 Giugno 2013, alle ore 11:04
    Salve Architetto, vorrei avere alcuni chiarimenti sulla definizione di edificio; per esempio se sto riqualificando un edificio composto da due appartamenti, utilizzando il comma 344, il limite massimo di spesa pari ad?
    180.000 è inteso per l'intero edificio o per ogni appartamento?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Prefatto Lucia
    Domenica 2 Giugno 2013, alle ore 19:06
    Scusi, avrei bisogno di qualche informazione se è possibile.
    Saluti, grazie.
    rispondi al commento
  • Diego
    Giovedì 30 Maggio 2013, alle ore 23:58
    Gentile Architetto, abitiamo in appartamento al piano terra con garage sottostanti non riscaldati.
    Vogliamo mettere un nuovo pavimento di parquet sopra le piastrelle esistenti.
    E' possibile e sotto che condizioni usufruire della detrazione del 55% considerando la norma relativa ai "pavimenti contro terra"?
    Grazie, cordiali saluti.
    rispondi al commento
  • Mariateresa Bello
    Giovedì 30 Maggio 2013, alle ore 16:42
    Mi scusi, la ridisturbo per sapere la sua valutazione sull'efficacia per problemi di condensa di pitture termoisolanti a base ceramica (tipo Atria) al posto di cappotti interni. Grazie per la risposta.
    rispondi al commento
  • Mario
    Sabato 25 Maggio 2013, alle ore 15:44
    Ho eseguito l'installazione del solare termico, posso pagare il bonifico dal conto intestato a mia moglie?
    Il commercialista mi ha detto che nel bonifico energetico basta mettere il codice fiscale del detraente (che sarei io).
    Questo perché non ho un conto corrente a mio nome.
    Grazie, cordiali saluti.
    rispondi al commento
  • Cristina
    Giovedì 23 Maggio 2013, alle ore 10:43
    Buongiorno Architetto, dobbiamo rifare il tetto condominiale con l'isolamento termico per poter accedere alle detrazioni.
    Mi è stato detto che come inquilina dell'ultimo piano devo sostenere tutta la spesa dell'isolamento.
    Come è possibile visto che delle detrazioni ne beneficiano tutti i condomini?
    Le chiedo gentilmente di rispondermi al più presto perchè a breve abbiamo la riunione e vorrei far valere i miei diritti.
    La ringrazio fin da ora.
    rispondi al commento
  • Chiara C.
    Domenica 19 Maggio 2013, alle ore 13:24
    Buongiorno Architetto. Ho deciso di cambiare le porte interne di casa. Però vorrei allargarne/alzarne solo alcune.
    I lavori di muratura li farebbe una ditta (oltre ad altre opere interne tipo tracce, rimozione vecchie piastrelle etc.).
    In'altra ditta farebbe la fornitura e posa in opere delle porte.
    E' possibile avere agevolazione Iva e detrazione fiscale?
    Grazie e complimenti per la disponibilità e chiarezza espositiva. Chiara
    rispondi al commento
  • Avere La Detrazione 55%
    Venerdì 17 Maggio 2013, alle ore 15:33
    Cosa posso fare per avere la detrazione 55% avendo pagato con assegno e non bonifico gli infissi di casa?
    rispondi al commento
  • Bruno
    Giovedì 16 Maggio 2013, alle ore 12:38
    Buongiorno, vorrei installare una stufa idropellet in alternativa alla caldaia a gpl; chiedo cortesemente se ho diritto alla detrazione del 50% e in che termini e quali sono gli adempimenti; inoltre se l'acquisto può prevedere l'IVA al 10% trattandosi di prima casa.
    Grazie
    rispondi al commento
  • Nicola
    Martedì 14 Maggio 2013, alle ore 10:19
    Salve, vorrei sapere se dovendo ristrutturare il bagno della casa di mia proprietà, e quindi rifare impianto idraulico e arredamento, ai fini della detrazione del 55% c'è bisogno della SCIA?
    rispondi al commento
  • Giuseppe
    Domenica 12 Maggio 2013, alle ore 11:46
    Dovrei sostituire le persiane di casa.
    Quali adempimenti per la detrazione del 55%.
    Grazie
    rispondi al commento
  • Marco
    Venerdì 10 Maggio 2013, alle ore 17:41
    Buonasera, sto sostituendo il bollitore collegato ai pannelli solari a causa di un malfunzionamento; in passato ho già usufruito della detrazione del 55%.
    Posso detrarre anche questa spesa?
    Grazie, Marco
    rispondi al commento
  • Viviana
    Venerdì 10 Maggio 2013, alle ore 00:25
    Buonasera, volevo sapere se per l'installazione dell'allarme è necessario rispettare qualche adempimento formale da presentare in comune (inizio lavori, ecc.).
    L'intervento non rientra nelle manutenzioni straordinarie.
    Grazie
    rispondi al commento
  • Ornella Pulisci
    Giovedì 9 Maggio 2013, alle ore 18:26
    Salve, vorrei sapere se nel Modello 730/2013 sezione IV rigo E61 colonna 7 va inserita la spesa comprensiva di IVA o IVA esclusa.
    Grazie
    rispondi al commento
  • Sab
    Giovedì 9 Maggio 2013, alle ore 08:29
    Buongiorno, il commercialista ha fatto la comunicazione all' AdE entro il 30 marzo per le spese che vorremmo portare in detrazione per risparmio energetico (55%) come richiesto quando queste impattano 2 anni di imposta.
    Possiamo ora modificare gli importi indicati e passare alcune spese come detrazione per ristrutturazione (50%)?
    Grazie
    rispondi al commento
  • Cavallari Laura
    Mercoledì 8 Maggio 2013, alle ore 11:51
    Ho fatto eseguire nel 2012 la ristrutturazione del tetto di una casa in comproprietà, che credo rientri negli interventi sugli involucri degli edifici ai fini dei documenti da presentare per il mod. 730, sono sufficienti le fatture e i relativi bonifici, o servono anche la dichiarazione di fine lavori (che nn è ancora stata dichiarata), l'asseverazione, l'attestato di certificazione energetica e la scheda informativa?
    rispondi al commento
    • Domenico Cavallari Laura
      Venerdì 24 Maggio 2013, alle ore 16:06
      Gentile Architetto, nel 2012 ho eseguito la ristrutturazione di casa i cui lavori si chiuderanno a luglio. Nel 730 è possibile già inserirli e successivamente, a fine lavori, effettuare l'invio allENEA? Grazie
      rispondi al commento
  • Roberta
    Martedì 7 Maggio 2013, alle ore 13:57
    Buonasera, dovrei far trattare il sottotetto in legno (travi e tavole) della mia prima casa.
    Questo rientra nella detrazione al 55%?
    Cosa devo fare?
    Tutti i documenti e certificazioni li dovrebbe fare la ditta che fa l'intervento?
    Grazie
    rispondi al commento
  • Mauro
    Venerdì 3 Maggio 2013, alle ore 19:34
    Buongiorno. Ho ricevuto in donazione parte della casa dei miei genitori con frazionamento e successiva fusione. E quindi sto ristrutturando completamente tale nuovo appartamento (impianti nuovi, infissi nuovi , ecc.). Posso accedere alle detrazioni? Gli infissi sono semplici e quindi non possono accedere alle detrazioni per riqualificazione energetica del 55%, possono comunque ottenere il 50% per ristrutturazione? E l'iva al 10%?
    rispondi al commento
  • Sergio
    Venerdì 3 Maggio 2013, alle ore 17:39
    Buonasera, nella dichiarazione dello scorso anno il CAF che mi ha compilato il mod. 730 ha escluso l'importo dell'IVA dal totale del bonifico per un intervento finalizzato al risparmio energetico (che prevede quindi la detrazione del 55%): chiedo se l'esclusione dell'IVA sia corretta. Grazie e cordiali saluti.
    rispondi al commento
  • Alberto
    Venerdì 3 Maggio 2013, alle ore 10:41
    Sostituendo gli infissi ho dovuto eseguire anche opere murarie, con le seguenti ulteriori spese:
     - tecnico per redazione SCIA e direzione lavori;
     - opere e materiali edili;
     - nuove soglie e bancali.
    Posso detrarre queste spese "accessorie" al 55%?
    Visto che la SCIA contemplava anche un'altra opera (sostituzione di una pensilina), non legata al risparmio energetico, posso comunque detrarre al 55% la fattura del tecnico?
    Grazie
    rispondi al commento
  • Elisa
    Martedì 30 Aprile 2013, alle ore 14:41
    Devo sostituire il condizionatore con un modello in pompa di calora e in tripla classe A.
    So che si puó usufriire della detrazione, cosa occore fare? Serve anche la fattura di installazione?
    Perchè mio marito è idraulico e lo monterebbe.
    rispondi al commento
  • Info Led
    Martedì 30 Aprile 2013, alle ore 12:45
    Salve, vorrei sapere se per la sostiutizione delle vecchie lampade con quelle a led è possibile usufruire della detrazione del 50%.
    Quali sono i documenti da produrre per ottenere la detrazione?
    A chi vanno inviati? Grazie
    rispondi al commento
  • Sab
    Martedì 30 Aprile 2013, alle ore 01:16
    Buonasera, ho acquistato una caldaia a condensazione, gli elementi, inserito le valvole termostatiche e sostituito 2 pompe di calore da usare alternativamente al riscaldamento.
    Tutto era in un'unica fattura pagata con bonifico avente la causale Risparmio energetico.
    E' corretto?
    Potrei eventualmente portare la caldaia come detrazione per risparmio energetico e le pompe di calore come ristrutturazione? Grazie
    rispondi al commento
  • Mariateresa Bello
    Lunedì 29 Aprile 2013, alle ore 18:34
    Devo effettuare un isolamento a cappotto interno della stanza da letto (a proposito è meglio polistirolo e cartongesso o sughero, lana di vetro?) e una pitturazione termica della casa per combattere condensa e umidità.
    Posso usufruire dell'agevolazione?
    Devo anche cambiare caldaia e climatizzatori a pompa di calore, posso cumulare? Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Mariateresa Bello
      Martedì 14 Maggio 2013, alle ore 17:32
      Per Mariateresa Bello: il cappotto può beneficiare della detrazione del 55% (i materiali naturali sono sempre i migliori ma costano).
      Consiglio di consultare un tecnico per il calcolo della trasmittanza da raggiungere e la verifica condense.
      Se mette una caldaia a condensazione può benefciare della detraz del 55%, se utilizza altra caldaia deve invece optare per la detraz del 50%.
      Detrazione 50% anche per clima.
      Nessuna detrazione per la pittura.
      rispondi al commento
  • Vittoria Graziano
    Lunedì 29 Aprile 2013, alle ore 00:43
    Ho cambiato caldaia e caloriferi e mandato la documentazione all'ENEA nei tempi previsti. Ho ricevuto il CPID associato però vedo che il costo dell'intervento di riqualificazione energetica comprende solo il totale delle 2 fatture pagate all'idraulico mentre non sono comprese le 2 fatture che ho pagato in negozio per l'acquisto dei soli caloriferi. Devo modificare la pratica ENEA sommando tali importi o l'importo è esatto e per i caloriferi è sufficiente avere copia del bonifico?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Vittoria Graziano
      Martedì 14 Maggio 2013, alle ore 17:25
      Per Vittoria Graziano: modificherei l'importo andando sul sito dell'Enea e riaprendo la pratica mediante il CPID assegnato.
      rispondi al commento
  • Giovanni Cavinato
    Domenica 28 Aprile 2013, alle ore 14:59
    Posso usufruire della detrazione del 55% per lavori di ritinteggiatura e isolamento a "cappotto" della mia casa. Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Giovanni Cavinato
      Martedì 14 Maggio 2013, alle ore 16:47
      Per Giovanni Cavinato: si, se realizza un cappotto e lo tinteggia la spesa può beneficiare della detrazione.
      Attenzione però: col cappotto bisogna raggiungere determinati requisiti di isolamento della parete e averne prova con una dichiarazione firmata da tecnico abilitato.
      rispondi al commento
  • Foenics
    Domenica 28 Aprile 2013, alle ore 14:42
    Salve, sto per sostituire infissi (telaio, finestre, cassonetti, avvolgibili, zanzariere, etc) di casa ed un portoncino di ingresso servendomi di un rivenditore di un marchio tra i leader europei (confrontato con italiani/austriaci).
    Un dubbio, il rivenditore ha applicato l'IVA 10% a tutto (fornitura, posa, etc) e mi ha detto che non farà comparire in fattura la manodopera perchè consentito secondo il suo commercialista. Cosa rischio per sgravi 55%?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Foenics
      Martedì 14 Maggio 2013, alle ore 16:44
      Per Foenics: la separazione della manodopera in fattura non è più obbligatoria per la detrazione fiscale.
      Tuttavia nel caso specifico dei serramenti l'IVA sarà per la manodopera al 10%, mentre per la fornitura sarà in parte al 10% e in parte al 21%.
      In pratica la separazione in fattura tra manodopera e fornitura è necessaria per l'applicazione dell'IVA.
      Ai fini della detrazione fiscale consiglio sempre di avere fatture stilate correttamente.
      rispondi al commento
  • Federico
    Sabato 27 Aprile 2013, alle ore 17:57
    Salve, ho realizzato interventi di risparmio energetico (caldaia, infissi, ecc.). Ho incaricato un tecnico della redazione e dell'invio della documentazione necessaria. Egli vorrebbe inviare il tutto e chiudere la pratica per la parte che gli compete ancor prima della dichiarazione formale di fine lavori e collaudo. E' corretto anche se è da tale dichiarazione che decorrono i 90 gg previsti dalla normativa? Grazie delle indicazioni.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Federico
      Martedì 14 Maggio 2013, alle ore 12:37
      Per Federico: non è possibile inviare la comunicazione Enea prima della fine lavori ufficiale.
      Nella comunicazione Enea bisgna infatti indicare la data di fine lavori, che deve corrispondere a quella che comparirà in Comune.
      rispondi al commento
  • Michela
    Mercoledì 24 Aprile 2013, alle ore 17:56
    Buongiorno possiedo un box auto chiuso su due lati e che ora vorrei chiudere gli altri due lati mettendo su un lato muretto + vetro e dall altra parte fare un porta finestra per appunto entrare con la macchina. Volevo sapere se ho il diritto a un agevolazione del 55 o 36 %, grazie.
    rispondi al commento
  • Scilla Gambirasio
    Martedì 23 Aprile 2013, alle ore 15:12
    Buongiorno, nel 2011 ho fatto tutte le pratiche per la detrazione del 55% a mio nome. Purtroppo quest'anno mi hanno cambiato contratto di lavoro mettendomi part time. Al CAF mi dicono che non ho abbastanza detrazioni per avere il rimborso. Posso spostare la pratica e le detrazioni a mio marito che è lavoratore autonomo? Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Scilla Gambirasio
      Giovedì 25 Aprile 2013, alle ore 22:41
      Per Scilla Gambirasio: purtroppo non è possibile. Può beneficiare della detrazione solo la persona che ha sostenuto le spese. Tra l'altro, se quest'anno non riesce ad usufruirne, la rata relativa a quest'anno non può slittare agli anni successivi, ma è persa. Speriamo che nei prossimi anni la sua situazione lavorativa migliori.
      rispondi al commento
  • Paolo
    Lunedì 22 Aprile 2013, alle ore 16:32
    Salve, ho acquistato un bilocale oggetto di divisione catastale (da un unico appartamento ne sono stati ricavati due). Prima della divisione sono stati sostituiti gli infissi; sono venuto a sapere adesso che posso usare la detrazione pro-quota se nell'atto non c'è scritto niente. Dovrei farmi dare la documentazione per la detrazione, ma cosa succedere se la vecchia proprietaria si rifiutasse? Devo fare comunicazione di subentro? Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Paolo
      Giovedì 25 Aprile 2013, alle ore 22:36
      Per Paolo: Se nell'atto non risulta specificato, la vecchia proprietaria non può più opporsi e le deve consegnare per lo meno una copia della documentazione: fattura, bonifico, certificazioni dei serramenti e ricevuta comunicazione all'Enea. Non mi risulta si debba fare comunicazione di subentro, ma semplicemente inserire la detrazione nella dichiarazione dei redditi (consiglio però di chiedere conferma al commercialista).
      rispondi al commento
  • Emanuele
    Venerdì 19 Aprile 2013, alle ore 14:30
    Buongiorno, volevo domandarle se si ha diritto alla detrazione del 55% sulle finestre anche in caso di sostituzione parziale o occorre che vengano sostituiti tutti? Se insieme alle finestre vengono sostituite anche le persiane si ha diritto alla detrazione anche per queste? Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Emanuele
      Giovedì 25 Aprile 2013, alle ore 22:24
      Per Emanuele: per beneficiare della detrazione non è per forza necessario sostituire tutti i serramenti dell'abitazione. La detrazione è applicabile anche alla spesa sostenuta per le persiane, purchè queste corrispondano alle finestre dove è stato sostituito il serramento.
      rispondi al commento
  • Antonella Malacarne
    Venerdì 19 Aprile 2013, alle ore 13:51
    Buongiorno vorrei sapere se la sostituzione di persiane in legno con persiane in alluminio rientra nella detrazione statale, grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Antonella Malacarne
      Giovedì 25 Aprile 2013, alle ore 22:19
      Per Antonella Malacarne: la sola sostituzione delle ante non può rientrare nel 55%.
      Per beneficiarne dovrebbe contestualmente sostituire anche i serramenti. In alternativa può valutare la detrazione per le ristrutturazioni edilizie (50%), ma dovrà fare attenzione perchè le nuove ante dovranno avere "sagoma, materiale e colori diversi" rispetto alle precedenti.
      rispondi al commento
  • Mile
    Venerdì 19 Aprile 2013, alle ore 10:15
    Salve, tra poco inizierò una ristrutturazione nel mio appartamento e vorrò usufruire delle detrazioni al 55%.
    L’impresa che eseguirà i lavori ovviamente si occuperà dell’acquisto dei materiali, ed in particolari dei sanitari e della rubinetteria. Chi deve sottoscrivere la dichiarazione da consegnare al fornitore di iva agevolata al 10% per l’acquisto dei sanitari e della rubinetteria? Io proprietaria o l’impresa esecutrice dei lavori?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Mile
      Giovedì 25 Aprile 2013, alle ore 22:14
      Per Mile: l'iva agevolata verrà applicata sulla fattura a lei intestata ed emessa dalla ditta principale. E' questa infatti la ditta che le fornisce e le posa i materiali. Consegnerà quindi a tale ditta la dichiarazione da lei firmata. Nei rapporti tra la ditta principale e il fornitore a monte lei invece non c'entra.
      rispondi al commento
  • Marta
    Mercoledì 17 Aprile 2013, alle ore 19:05
    Buonasera, vorrei sostituire gli infissi nel mio appartamento ed usufruire del'opportunità di detrarre gli oneri sostenuti. I tecnici che ho contattato ed a cui ho chiesto preventivi, mi hanno tutti comunicato che per usufruire dell'incentivo è necessario che gli infissi abbiano determinate caratteristiche (ed un costo più elevato dei classici "doppi vetri").
    Le chiedo se gentilmente può farmi luce sulla questione. Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Marta
      Giovedì 25 Aprile 2013, alle ore 21:54
      Per Marta: si esatto. Per poter beneficiare del 55% è necessario che i serramenti raggiungano determinati livelli di trasmittanza.
      Questi livelli sono tabulati e variano in base alla zona climatica in cui si trova il suo immobile.
      Le consiglio di leggere questo articolo, dove troverà i riferimenti normativi ed anche qualche informazione in più sull'argomento.
      rispondi al commento
  • Adriana
    Martedì 16 Aprile 2013, alle ore 15:38
    Buongiorno, a fine luglio 2012 ho acquistato casa: ora vorrei cambiare il pavimento in quanto per 3/4 della stessa c'è un parquet rovinato. Posso godere delle agevolazioni?
    Ringraziamenti anticipati.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Adriana
      Giovedì 25 Aprile 2013, alle ore 21:44
      Per Adriana: purtroppo no. La semplice sostituzione dei pavimenti non può beneficiare di alcuna detrazione fiscale.
      rispondi al commento
  • Luca
    Domenica 14 Aprile 2013, alle ore 17:24
    Buongiorno debbo cambiare la caldaia ed istallare i pannelli solari possono beneficiare delle detrazioni anche se non sono propietario della casa?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Luca
      Giovedì 25 Aprile 2013, alle ore 21:43
      Per Luca: se non è proprietario, per beneficiare delle detrazioni deve risultare almeno detentore dell'immobile. Pertanto sono validi gli inquilini, i comodatari o i familiari conviventi di possessore/inquilino/comodatario.
      rispondi al commento
  • Fortunato
    Venerdì 12 Aprile 2013, alle ore 17:51
    Gentile Architetto, posso usufruire del 55% se acquisto i nuovi infissi entro il 30 giugno, ma si effettua la sostituzione a settembre?
    La rigrazio.
    rispondi al commento
  • Fortunato
    Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 20:25
    Vorrei sapere se posso accedere alla detrazione del 55% sulla sostituzione degli infissi che stò per acquistare in sostituzione dei vecchi. Il problema è che la ditta mi ha comunicato che la disponibilità dei nuovi infissi è almeno tra 12 settimane quindi l'installazione sarà effettuata di sicuro a settembre, la ditta però mi ha detto che basterebbe pagare i nuovi infissi prima del 30 giugno. E' vero? Sul sito ENEA si parla di fine lavori.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Fortunato
      Giovedì 25 Aprile 2013, alle ore 21:34
      Per Fortunato: in realtà l'Agenzia delle Entrate parla di spese sostenute entro il 30 giugno 2013, senza specificare la fine lavori. Quest'ultima acquista invece importanza per l'invio della comunicazione all'Enea, che va fatta entro 90 giorni dalla fine dei lavori.
      rispondi al commento
  • Matteo
    Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 20:15
    Vorrei eseguire lavori di ristrutturazione in economia diretta, chiedo se sull'acquisto dei materiali posso usufruire dell'agevolazione fiscale per detrazione imposta 50%.
    L'iva sull'acquisto degli stessi deve consoderarsi al 21% o ridotta al 10% buonasera e grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Matteo
      Giovedì 25 Aprile 2013, alle ore 21:20
      Per Matteo: si, può beneficiare della detrazione per il solo acquisto dei materiali, facendo i lavori in economia. In questo caso non può però avere diritto all'iva agevolata.
      rispondi al commento
  • Giulio
    Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 18:00
    Buongiorno, compio i 73 anni a fine maggio, chiedo gentilmente se ai fini della detrazione 55% per l'acquisto di serramenti le rate vengono suddivise in 5 anni, cosi mi è stato detto dal fornitore. Saluti e grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Giulio
      Giovedì 25 Aprile 2013, alle ore 21:23
      Per Giulio: Era possibile in passato. Attualmente è valida la suddivisione della detrazione in 10 anni indistintamente per ogni età.
      rispondi al commento
  • Massimo
    Mercoledì 10 Aprile 2013, alle ore 15:50
    Buongiorno, volevo chiedere se uno sbaglia/omette alcuni dati della causale tipo :
     - indicato nr fattura ma non la data
     - indicato dati catastali immobile ma sbagliando subalterno 2 anzichè 3 tutti gli altri dati, partita iva, riferimenti legislativi etc etc corretti,
    deve rifare il bonifico o va bene lo stesso?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Massimo
      Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 18:29
      Per Massimo: troverei davvero eccessiva una contestazione su questi punti (anche perchè nella causale del bonifico non è necessario riportare i dati catastali). E' invece importante riportare i dati catastali corretti nella denuncia dei redditi.
      rispondi al commento
  • Carmelo
    Martedì 9 Aprile 2013, alle ore 16:10
    Gentile Arch. Sara Martinelli, il mio condominio è composto da due stabili separati che erano serviti da un sola caldaia (non a condensazione). Abbiamo sostituito l'unica caldaia con due caldaie a condensazione, la prima collocata in uno stabile e a suo servizio, e la seconda collocata nell'altro stabile e a suo servizio. Abbiamo diritto a detrarrre il 55%? Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Carmelo
      Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 18:23
      Per Carmelo: è una situazione complessa per la quale escluderei il 55%. Opterei invece per la detrazione sulle ristrutturazioni edilizie (50%).
      rispondi al commento
  • Fabrizia
    Lunedì 8 Aprile 2013, alle ore 13:06
    Che comma devo inserire nella dichiarazione a ENEA per la deduzione del nuovo allarme in casa ? Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Fabrizia
      Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 18:20
      Per Fabrizia: l'installazione di un nuovo allarme può beneficiare solamente della detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie, per la quale la dichiarazione Enea non è da fare.
      rispondi al commento
  • Giuliana
    Domenica 7 Aprile 2013, alle ore 17:51
    Gentilissima Architetto, volevo sapere se il mio convivente (non coniugato e non proprietario dell'immobile) può usufruire della detrazione fiscale del 55% per le opere di risparmio energetico (infissi, caldaia, riscaldamento). Grazie
    rispondi al commento
  • Leoleoni
    Sabato 6 Aprile 2013, alle ore 20:59
    Per Arch. Martinelli: Buonasera. Vorrei far costruire davanti al portone d'ingresso della mia abitazione singola una bussola con elementi a taglio termico, sia per favorire il risparmio energetico sia come misura preventiva. E' possibile usufruire della detrazioni fiscali (55 o 50%), anche se questo lavoro comporta un sia pur modesto ampliamento di volumetria? Eventualmente, che aliquota IVA va applicata? Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Leoleoni
      Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 18:15
      Per Leoleoni: dobbiamo capire come figurerà in Comune questo intervento. Qualora fosse considerato come aumento di volume non è possibile accedere ad alcuna detrazione. In caso contrario escluderei senza dubbio la detrazione fiscale sul risparmio energetico ed opterei invece per quella sulle ristrutturazioni edilizie.
      rispondi al commento
  • Luciano Navacchia
    Venerdì 5 Aprile 2013, alle ore 17:58
    Gentilissima Architetto, se cambio la caldaia ora in cucina e tutta la cucina, elettrodomestici compresi di 25 anni la caldaia e 30 la cucina, rientro nelle detrazioni? grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Luciano Navacchia
      Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 18:09
      Per Luciano Navacchia: potrà beneficiare delle detrazioni solamente per la sostituzione della caldaia. Attualmente non ci sono detrazioni per mobili ed elettrodomestici.
      rispondi al commento
  • Stefano P.
    Mercoledì 3 Aprile 2013, alle ore 15:45
    Buongiorno Achitetto, per chiudere un portico con infissi serie WS55TT, vetro 33 be +15 argon +33 posso chiedere la detrazione anche se allo stato attuale il portico non è riscaldato, lo sarà in futuro, così da permettermi un'isolamento invernale nella sala. La chiusura del portico verrebbe effettuata presentando la SCIA. Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Stefano P.
      Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 18:07
      Per Stefano P.: se il portico non è riscaldato non può beneficiare della detrazione fiscale per il risparmio energetico (55%). Tuttavia per la chiusura del portico può accedere alla detrazione per le ristrutturazioni edilizie (attualmente 50%).
      rispondi al commento
  • Giuliana
    Martedì 2 Aprile 2013, alle ore 22:58
    Buon giorno, sto ristrutturando il mio appartamento che si trova al piano terra di una casa singola a due piani. Per avere un risparmio energetico sto ricoprendo il freddo pavimento in marmo già esistente con un pavimento in legno incollato sopra e fra i due va interposta una guaina isolante sia per l'umidità che per il calore. Vorrei quindi capire se posso usufruire sia delle agevolazioni fiscali del 55% e sia dell'iva agevolata al 10%. Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Giuliana
      Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 18:05
      Per Giuliana: sicuramente può beneficiare dell'iva agevolata. Per quanto riguarda invece la detrazione fiscale del 55% è necessario fare dei calcoli per verificare che la trasmittanza del pavimento dopo l'intervento rispetti i requisiti richiesti. Consiglio di farli subito, in modo da correggere eventualmente l'isolamento aumentando lo spessore o utilizzando un materiale più isolante a parità di spessore.
      rispondi al commento
  • Luciana
    Martedì 2 Aprile 2013, alle ore 14:46
    Gent.ma Arch.. Martinelli. Cosa succede se non è stata fatta la comunicazione all'Enea ma è comunque stata fatta la detrazione fiscale? Si può in qualche modo rimediare. Le specifico che la ristrutturazione è terminata nel 2008, e ci è già pervenuto un controllo fiscale. Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Luciana
      Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 18:01
      Per Luciana: se i lavori sono stati fatti nel 2008 non è più possibile effettuare la comunicazione Enea, per lo meno con le procedure telematiche che ci sono a disposizione. Ha due possibilità: o autodenunciarsi e vedere se le propongono una soluzione, ma con il rischio di perdere la detrazione, o rischiarla e sperare che non arrivino altri controlli fiscali.
      rispondi al commento
  • Luigia Spennato
    Lunedì 1 Aprile 2013, alle ore 19:04
    Buonasera. Sto rifacendo gli infissi di una parete intera del mio appartamento. per motivi condominiali gli infissi sono in alluminio a taglio termico i cui valori di trasmittanza sono compresi tra 2.27 e 2.87w/mq*k L' installatore sostiene che non si possono detrarre è vero?
    Aggiungo di aver già pagato la caparra con assegno a gennaio e la messa in opera sarà per il mese di aprile.
    Grazie
    rispondi al commento
    • Vela 54 Luigia Spennato
      Lunedì 8 Aprile 2013, alle ore 10:31
      Per Luigia Spennato: difficilmente devi risiedere in zona A al massimo zona B basta controllare i limiti nella tabella apposita.
      rispondi al commento
    • Arch.martinelli Luigia Spennato
      Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 17:48
      Per Luigia Spennato: i valori di trasmittanza limite per accedere al 55% non sono uguali per tutte le zone d'Italia, avrei quindi bisogno di sapere il comune in cui si trova l'edificio per darle una risposta corretta.
      rispondi al commento
      • Arch.martinelli Arch.martinelli
        Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 18:17
        Per Arch. Sara Martinelli: dovrebbe stipulare con lui un contratto di comodato gratuito. Come comodatario può infatti beneficiare della detrazione.
        rispondi al commento
  • Carmelo
    Sabato 30 Marzo 2013, alle ore 08:49
    Per Arch. Sara Martinelli: se nel condominio i lavori per la riqualificazione energetica 55% sono iniziati nel 2012 e proseguiranno nel 2013, quali documenti devo presentare la CAF per poter detrarre quanto pagato nel 2012?
    Bastano fatture, bonifici e domanda di prosecuzione lavori?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Carmelo
      Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 17:42
      Per Carmelo: si, per il CAF servono esattamente i documenti che ha citato.
      rispondi al commento
  • Francesco Mincone
    Giovedì 28 Marzo 2013, alle ore 20:09
    Gentile Arch. Sara Martinelli, volevo chiedere per la sostituzione del mio vecchio camino con uno ventilato di nuova generazione, premettendo che ho aperto una SCIA per ristrutturazione edilizia, ho effettuato bonifici con causale per ristrutturazione dove ho specificato l'acquisto. Volevo appunto sapere, se si necessita di qualche documento specifico per l' ENEA, oppure bastano i bonifici? Il camino è stato istallato da me. Grazie mille...
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Francesco Mincone
      Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 17:40
      Per Francesco Mincone: nel suo caso può beneficiare solo della detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie, che non necessita di comunicazione all'ENEA (prevista invece per la detrazione sul risparmio energetico - 55%)
      rispondi al commento
  • Fabrizio
    Mercoledì 27 Marzo 2013, alle ore 17:33
    Buongiorno Architetto, inizierò a maggio i lavori per il recupero del sottotetto della casa di famiglia che andrà a costituire la mia nuova abitazione principale. Saranno mantenuti i volumi originali della casa (no incremento altezza del colmo) e verranno aperti solo degli abbaini. Vorrei sapere se secondo Lei ci sono tutti i presupposti per usufruire degli incentivi al 50% validi fino al 30/6. La normativa è un po' ambigua a riguardo. Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Fabrizio
      Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 17:37
      Per Fabrizio: da ciò che scrive mi pare ci siano tutti i requisiti per beneficiare della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie.
      rispondi al commento
  • Stefano
    Martedì 26 Marzo 2013, alle ore 18:00
    Buongiorno, nel mio condominio è stata sostituita la caldaia ma, dato che non tutti i condomini hanno pagato nei termini stabiliti, per ora è stato effettuato un pagamento solo parziale. L'amministratore ora mi fornisce una certificazione per un importo inferiore a quello che io ho in realtà versato, calcolato dividendo equamente anche tra i condomini che non hanno pagato. E' corretto o deve indicare ciò che io ho effettivamente versato? Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Stefano
      Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 17:35
      Per Stefano: probabilmente il primo pagamento alla ditta è stato fatto nel 2012 e risulta a nome del condominio, pertanto come se fosse fatto da tutti e quindi tutti potranno cominciare a detrarre questa prima quota nella prox dichiarazione dei redditi. Nel 2013 si spera che i condomini ritardatari paghino e allora arriverà un nuovo documento di ripartizione con la parte restante di detrazione che le spetta. E' ingiusto, lo so ...
      rispondi al commento
  • Antonello Losavio
    Domenica 24 Marzo 2013, alle ore 11:01
    Gentile Arch.Martinelli sono in procinto di acquistare un climatizzatore a pompa di calore,ho letto la normativa a tal riguardo tuttavia non vi è menzione se oltre al bonifico è necessaria la SCIA o una semplice dichiarazione sostitutiva di notorietà. Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Antonello Losavio
      Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 17:14
      Per Antonello Losavio: in questo caso non è necessario alcun titolo abilitativo (permesso di costruire, dia, scia). E' sufficiente redigere la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà.
      rispondi al commento
  • Antonio
    Venerdì 22 Marzo 2013, alle ore 21:10
    Dovrei istallare un impianto di riscaldamento singolo ex novo è necessario presentare una SCIA e posso rientrare nelle agevolazioni fiscali del 55% o del 50% e se si che spese posso detrarre?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Antonio
      Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 17:11
      Per Antonio: si, sicuramente va presentata una pratica in Comune. Trattandosi di un impianto nuovo non c'è possibilità di accedere alla detrazione per il risparmio energetico (55%), tuttavia può beneficiare di quella per le ristrutturazioni edilizie (50%) per tutte le spese connesse con la realizzazione del nuovo impianto.
      rispondi al commento
      • Antonio Arch.martinelli
        Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 21:36
        Per Arch. Sara Martinelli: La ringrazio per la risposta. volevo chiedere, ancora, se per questo tipo di lavoro, esecuzione di riscaldamento singolo nuovo, si deve presentare in comune:
        1) Lettera in carta semplice;
        2) Comunicazione di inizio lavori;
        3) Comunicazione di inizio lavori asseverata.
        rispondi al commento
        • Arch.martinelli Antonio
          Giovedì 25 Aprile 2013, alle ore 21:38
          Per Antonio: poichè in questo ambito esistono non solo normative nazionali, ma anche regionali, le consiglio di rivolgere questa domanda ad un termotecnico di zona o all'ufficio tecnico del Comune in cui si trova l'immobile.
          rispondi al commento
  • Rosaria
    Giovedì 21 Marzo 2013, alle ore 15:46
    Buonasera. Sto per sostituire nella mia nuova casa NON dotata di impianto di riscaldamento gli infissi della camera da letto.
    Al momento non sono intenzionata a installare termosifoni o quant'altro perchè la casa sembra non necessitarne soprattutto se ricorro a finestre con vetro camera. Posso comunque detrarre il 55%?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Rosaria
      Venerdì 22 Marzo 2013, alle ore 14:31
      Per Rosaria: Purtroppo no. La presenza dell'impianto di riscaldamento è un requisito fondamentale per la detrazione del 55%.
      rispondi al commento
      • Pasquale Arch.martinelli
        Lunedì 25 Marzo 2013, alle ore 12:44
        Per Arch. Sara Martinelli: Buongiorno, vorrei cambiare gli infissi nelle mia abitazione che non ha impianto di riscaldamento ma solo 2 vecchi condizionatori a muro che hanno la funzione "pompa di calore". vedo che la presenza dell'impianto di riscaldamento è un requisito fondamentale per la detrazione del 55%, chiedo sei due condizionatori "pompa di calore" possono essere assimilati ad impianto di riscaldamento per usufruire della detrazione?
        rispondi al commento
        • Arch.martinelli Pasquale
          Giovedì 11 Aprile 2013, alle ore 17:22
          Per Pasquale: per essere considerate impianto di riscaldamento le due pompe di calore devono avere una potenza totale di almeno 15kW. Le suggerisco di optare per la detrazione sulle ristrutturazioni edilizie (50%). L'unico accorgimento che deve adottare in questo caso è scegliere serramenti con finiture e colore diversi dai precedenti.
          rispondi al commento
  • Fausto
    Mercoledì 20 Marzo 2013, alle ore 21:21
    Buonasera architetto, devo ristrutturare l'appartamento sito in Roma di cui sono unico proprietario, cambio pavimenti, bagni, porte, finestre e impianti senza modificare tramezzi e volevo sapere se c'è bisogno di presentare qualche domanda a qualche organo competente, se posso usufruire della detrazione fiscale, della riduzione dell'IVA al 10% e se può partecipare anche mia moglie nei pagamenti con conti correnti diversi. La ringrazio.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Fausto
      Venerdì 22 Marzo 2013, alle ore 14:29
      Per Fausto: domanda ampia, risponderò con le righe concesse. Presenterei sicuramente una comunicazione al Comune ed essendo presenti in cantiere più ditte si dovrà fare anche il piano di sicurezza. Le consiglio quindi di rivolgersi a un tecnico. Per le detrazioni dipende dal tipo di lavori che esegue. Sicuramente 50% per impianti e del 55% per finestre. Il resto va valutato con informazioni più precise. L'iva è al 10%, la moglie può partecipare.
      rispondi al commento
  • Stefano
    Mercoledì 20 Marzo 2013, alle ore 11:47
    Buon giorno, vorrei sapere se, per un intervento di riqualificazione energetica globale tramite demolizione e ricostruzione fedele (comma 344), sono detraibili come 55% anche gli oneri di urbanizzazione, i diritti di segreteria, il costo di costruzione e le imposte per il ritiro della concessione edilizia.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Stefano
      Venerdì 22 Marzo 2013, alle ore 14:20
      Per Stefano: La detrazione del 55% è prevista solo per i lavori edili e le prestazioni professonali. Quindi sono escluse le spese da lei citate. Tuttavia queste ultime possono beneficiare della detrazione per le ristrutturazioni edilizie (50%).
      rispondi al commento
  • Mongardi Morena
    Martedì 19 Marzo 2013, alle ore 18:15
    Buonasera, a dicembre 2012 ho sostituito la caldaia ed ho ricevuto la fattura pochi giorni fa, quindi provvederò al pagamento nel mese di marzo, devo compilare il modulo "Interventi di riqualificazione energetica - comunicazione per lavori che proseguono oltre il periodo di imposta" o farà fede il bonifico? Inolre avrò diritto alla detrazione del 50% o del 55%? In quanti anni? grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Mongardi Morena
      Venerdì 22 Marzo 2013, alle ore 14:09
      Per Mongardi Morena: se i pagamenti risultano effettuati tutti nel medesmo anno, la comunicazione per lavori che si protraggono non è necessaria. In cas di caldaia a condensazione può beneficiare a sua scelta tra il 55% (deve però aver installato anche le valvole termostatiche a termosifoni) o il 50%. Se la caldaia non è a condensazione l'unica detrazione possibile è il 50%. La ripartizione è in tutti i casi in 10 anni.
      rispondi al commento
  • Mauro
    Lunedì 18 Marzo 2013, alle ore 21:45
    Buonasera, devo ristrutturare il mio appartamento, vorrei sapere se oltre alle finestre, rientra anche la porta blindata nella detrazione del 55%. Abito in un condominio. Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Mauro
      Venerdì 22 Marzo 2013, alle ore 14:03
      Per Mauro: la porta blindata può rientrare nella detrazione del 55% solo se rispetta determinati requisiti di coibentazione. Qualora non li rispettasse, in alternativa al 55%, può beneficiare della detrazione per le ristrutturazioni edilizie (50%).
      rispondi al commento
  • Adriana Ammirato
    Lunedì 18 Marzo 2013, alle ore 09:29
    Vorrei sapere se, anche l'installazione delle valvole ai caloriferi entro il 30/6/2013, dà diritto alla detrazione fiscale del 55%. Grazie. Distinti saluti.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Adriana Ammirato
      Venerdì 22 Marzo 2013, alle ore 14:01
      Per Adriana Ammirato: Per beneficiare della detrazione del 55% l'installazione di valvole termostatiche deve essere sempre accompagnata dalla sostituzione di una caldaia esistente con una a condensazione. Se l'intervento consiste nella sola installazione di valvole termostatiche può beneficiare, anzichè della detrazione per il risparmio energetico (55%), di quella per le ristrutturazioni edilizie (50%).
      rispondi al commento
  • Morbo
    Sabato 16 Marzo 2013, alle ore 10:52
    Nel dicembre del 2012 ho sostituito i serramenti del mio appartamento con nuovi serramenti che rispettano i limiti previsti per avere la detrazione del 55%, però, a causa di un errore, il bonifico è stato effettuato con il modello per il 50%.
    E' possibile "correggere" il bonifico, facendolo comunque risultare effettuato entro il 31 dicembre 2012?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Morbo
      Venerdì 22 Marzo 2013, alle ore 13:56
      Per Morbo: Vedo un po' difficile la "correzione" del bonifico, che in realtà corrisponderebbe ad un annullamento del pagamento con restituzione dei soldi e un conseguente altro bonifico (che però non potrebbe riportare la data dicembre 2012). A questo punto lascerei tutto com'è, anche per motivi legati alle ritenute fiscali che vengono applicate a questi particolari bonifici.
      rispondi al commento
  • Pier Paola
    Martedì 12 Marzo 2013, alle ore 17:53
    Buonasera, per la coibentazione delle pareti posso usufruire della detrazione sia per l'acquisto del materiale che per la posa in opera dell'impresa? Grazie tante.
    P.S.: si può usufruire della detrazione anche per le pareti del garage?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Pier Paola
      Venerdì 22 Marzo 2013, alle ore 13:49
      Per Pier Paola: si, può beneficiare della detrazione sia per l'acquisto dei materiali che per la posa. Per quanto riguarda il garage, il suo isolamento può rientrare nella detrazione solo se nel locale è presente l'impianto di riscaldamento.
      rispondi al commento
  • Francesco
    Lunedì 11 Marzo 2013, alle ore 18:31
    Spiegazione molto attenta, ma ci sono alcune domande che meritano risposta.
    Se mio suocero mi dona il suo immobile ancora intestato a lui, posso eseguire i lavori con i miei soldi ed usufruire della detrazione?
    Se non è possibile effettuare i lavori da una persona che non è intestataria dell'immobile, cosa succede se durante i 10 anni il proprietario dell'immobile dovesse venire a mancare?
    Verrebbe comunque erogata la detrazione ai legittimi eredi?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Francesco
      Venerdì 22 Marzo 2013, alle ore 13:46
      Per Francesco: Se suo suocero le donerà l'immobile potrà beneficiare lei stesso della detrazione come proprietario. In alternativa potrà farlo come detentore (dovrà risultare comodatario, affittuario o familiare convivente). Se invece il suocero dovesse restare proprietario, sostenesse le spese e beneficiasse della detrazione, in caso di morte la detrazione passerà all'erede che conserverà la detenzione materiale e diretta dell'immobile.
      rispondi al commento
  • Barbara
    Domenica 10 Marzo 2013, alle ore 21:38
    Buonasera, sto ristrutturando casa ormai da 2 anni e ho sempre fatto i bonifici con causale per il 55%, poichè alcune fatture pagate non rientrano nel campo del 55% ma del 50%.
    L'errore formale inficia la detrazione?
    Grazie Barbara
    rispondi al commento
  • Forlesi Silvia
    Venerdì 8 Marzo 2013, alle ore 10:40
    Salve volevo sapere come fare per effettuare il bonifico per il rimborso al 55% per la fornitura di infissi: anche la caparra ve fatta tramite bonifico?
    E in tal caso i bonifici sarebbero due, caparra e spesa rimanente? grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Forlesi Silvia
      Venerdì 22 Marzo 2013, alle ore 12:33
      Per Forlesi Silvia: si, sia per la caparra che per il saldo dovranno esserci la fattura e il relativo bonifico, effettuato mediante modello apposito. Avrà quindi due fatture e due ricevute di bonifico che potrà portare entrambe in detrazione.
      rispondi al commento
    • Arch.martinelli Forlesi Silvia
      Venerdì 22 Marzo 2013, alle ore 12:41
      Per Forlesi Silvia: tra i casi citati dall'Agenzia delle Entrate per i quali si può perdere la detrazione vengono riportati (relativamente al bonifico): - il pagamento non è stato eseguito mediante bonifico bancario o postale - non è esibita ricevuta del bonifico o questa è intestata a persona diversa da quella che richiede la detrazione. Ritengo quindi che, nonostante l'errore, non corra il pericolo di perdere la detrazione.
      rispondi al commento
  • Monia
    Giovedì 7 Marzo 2013, alle ore 13:12
    Buongiorno, dovrei installare il condizionatore con pompa di calore e volevo sapere se è detraibile solo la manodopera o anche il condizionatore. Se mi faccio fatturare da chi mi vende il condizionatore e la pago con bonifico rientro nella detrazione?
    Perchè poi la manodopera me la fattura una altra persona, si può? grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Monia
      Venerdì 22 Marzo 2013, alle ore 12:28
      Per Monia: la rimando innanzitutto a questo articolo e per completezza di risposta aggiungo che ai fini di qualsiasi detrazione (55% o 50%) è indifferente che la fornitura e la manodopera vengano effettuate dalla medesima ditta o da ditte diverse.
      rispondi al commento
  • Maria Concetta Fortugno
    Mercoledì 6 Marzo 2013, alle ore 16:51
    Buonasera, stiamo ristrutturando in economia una casa singola in campagna.
    Al momento abbiamo coibentato il tetto, sostituito gli infissi i serramenti con altri a taglio termico.
    Volevamo sapere se per ottenere la certificazione enrgetica è necessario aver ultimato i lavori o si può richiedere a lavori in corso?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Maria Concetta Fortugno
      Venerdì 22 Marzo 2013, alle ore 12:23
      Per Maria Concetta Fortugno: la certificazione energetica si può cominciare già ad elaborare a lavori in corso (anzi, il certificatore energetico va nominato in occasione dell'inizio lavori ed è tenuto ad effettuare almeno un sopralluogo durante i lavori per verificare le stratigrafie dei materiali inseriti, ecc), ma va ufficializzata al termine dei lavori.
      rispondi al commento
  • Milena Benci
    Mercoledì 6 Marzo 2013, alle ore 14:56
    Ho sostituito i serramenti del mio appartamento ed ho ottenuto da parte della Regione un contributo per risparmio energetico pari al 50% della cifra spesa. Per la parte rimanente posso comunque richiedere la detrazione del 55% ripartita in 10 anni oppure la prima esclude l'altra? Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Milena Benci
      Venerdì 22 Marzo 2013, alle ore 12:18
      Per Milena Benci: dal 1 gennaio 2009 la detrazione del 55% (risparmio energetico) non è cumulabile con altri incentivi riconosciuti dalla Comunità Europea, dalle Regioni o dagli enti locali. Avendo già beneficiato del contributo regionale, non potrà dunque chiedere anche la detrazione fiscale del 55%.
      rispondi al commento
  • Gianfranco Pellegrini
    Martedì 5 Marzo 2013, alle ore 11:09
    Se in un condominio (costituito da più di 3 proprietari) ho un investimento detraibile pari a € 500.000, posso detrarre fino a € 100.000, oppure posso detrarre € 275.000 (= € 500.000 x 55%) ?
    Grazie per la Vs gentile risposta.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Gianfranco Pellegrini
      Martedì 5 Marzo 2013, alle ore 17:29
      Per Gianfranco Pellegrini: Dipende dalla categoria di intervento. Per ogni categoria è infatti previsto un tetto massimo di spesa su cui calcolare la detrazione.
      rispondi al commento
  • Giampaolo
    Lunedì 4 Marzo 2013, alle ore 21:42
    In una vecchia costruzione dell'800, ammodernata negli anni venti di 3 piani, ho rifatto completamente il tetto, nel piano attico ho isolato internamente con pannello apposito contromuro e sempre nell'attico ho sostituito gli infissi.
    È possibile utilizzare il 55% di detrazione, cioè quando si parla di interventi migliorativi sugli involucri bisogna conteggiare tutto l'edificio o per esempio il tetto va per conto suo ecc.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Giampaolo
      Martedì 5 Marzo 2013, alle ore 17:26
      Per Giampaolo: la detrazione ammette anche interventi eseguiti solo su porzioni dell'involucro, tra cui ad esempio opere di isolamento del solo tetto o/e sostituzione dei serramenti, senza dover per forza intervenire anche sui muri, sul pavimento controtetra ecc.
      Bisogna però fare attenzione al rispetto dei limiti di trasmittanza previsti dalla detrazione.
      rispondi al commento
  • Coira Luigi
    Lunedì 4 Marzo 2013, alle ore 11:06
    È possibile avere la detrazione del 55% sulla rasatura della superficie esterna di facciata del mio immobile con rasante a base di leganti idraulici e sintetici con inserimento tra la prima e seconda mano di una rete sottile tipo cappotto?
    Grazie per la vs. gentile risposta.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Coira Luigi
      Martedì 5 Marzo 2013, alle ore 17:14
      Per Coira Luigi: per accedere alla detrazione è necessario che la trasmittanza del muro successiva all'intervento raggiunga determinati valori, indipendentemente dalla tecnica costruttiva o dai materiali utilizzati.
      Dubito però che con l'intervento descritto si possano raggiungere tali valori, a meno che il muro in oggetto non fosse già isolato.
      Le consiglio quindi di rivolgersi ad un tecnico per effettuare questa verifica sulla trasmittanza.
      rispondi al commento
  • Adriano
    Domenica 3 Marzo 2013, alle ore 10:36
    Salve, mio padre sta per cambiare gli infissi, visto che ha 69 anni, in quanti anni avrà la Detrazione Fiscale del 55%?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Adriano
      Martedì 5 Marzo 2013, alle ore 17:02
      Per Adriano: Attualmente la ripartizione è in 10 anni per qualsiasi età.
      rispondi al commento
  • Tiziana
    Giovedì 28 Febbraio 2013, alle ore 09:54
    Salve, abbiamo sostituito gli infissi finanziando l'intero importo tramite una finanziaria che collabora col rivenditore degli infissi.
    Il finanziamento è intestato a noi e siamo noi che paghiamo le rate, solo che l'importo è stato accreditato sul c/c del negozio, quindi noi non abbiamo fatto nessun bonifico.
    Abbiamo inviato tutto all'ENEA che ci ha rilasciato la ricevuta da presentare per il 730, ma abbiamo diritto visto che non c'è il bonifico?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Tiziana
      Martedì 5 Marzo 2013, alle ore 17:00
      Per Tiziana: Solitamente le finanziarie fanno pervenire il prestito al cliente che a sua volta provvede ad effettuare il bonifico al serramentista.
      Se la sua finanziaria non prevede questa procedura la richieda perché il mancato pagamento con apposito bonifico effettuato dal beneficiario della detrazione è uno dei casi in cui si può perdere il beneficio.
      rispondi al commento
  • Denis
    Martedì 26 Febbraio 2013, alle ore 11:29
    Buongiorno, devo sostituire il mio serramento scassinato dai ladri, con un serramento migliore in fatto di risparmio energetico.
    La mia assicurazione sulla casa, mi rimborsa la metà del costo totale del serramento.
    Posso usufruire comunque della detrazione del 55% prevista?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Denis
      Martedì 5 Marzo 2013, alle ore 16:52
      Per Denis: il rimborso dell'assicurazione non pregiudica la possibilità di accedere alla detrazione fiscale. Non è invece ammessa la cumulabilità con altre detrazioni.
      rispondi al commento
      • Renato Arch.martinelli
        Sabato 7 Dicembre 2013, alle ore 18:30
        Buongiorno, gentilmente, in base a quale norma posso accedere alla detrazione anche se sono stato rimborsato dei costi di installazione del nuovo serramento dall'assicurazione?
        Grazie.
        rispondi al commento
  • Luciana Bandini
    Sabato 23 Febbraio 2013, alle ore 22:14
    Buonasera, stiamo per acquistare una cospicua fornitura di lamapade led in sosituzione delle vecchie lampade sperando di risparmiare parte dell'energia elettrica.
    Vorremmo sapere se dobbiamo inviare qualche certificazione per avere la detrazione del 50%, oppure basta fare il bonifico bancario?
    Inoltre, in caso successivamente volessimo applicare un impianto fotovoltaico e/o termico possiamo avere un'ulteriore detrazione oppure no?
    rispondi al commento
  • Luigi
    Giovedì 21 Febbraio 2013, alle ore 17:57
    Salve, sto ristrutturando un'abitazione e sostituendo la caldaia, riscaldamento a pavimento, infissi ecc.
    Ho pagato una parte nel 2012 e pagherò il saldo nel 2013.
    Posso cominciare a scontare nel 2013 le quote del 55% riferite ai pagamenti del 2012?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Luigi
      Venerdì 22 Febbraio 2013, alle ore 14:48
      Per Luigi: Si. Si ricordi di inviare all'Agenzia delle Entrate il modello: interventi di riqualificazione energetica - comunicazione per lavori che proseguno oltre il periodo d'imposta
      rispondi al commento
  • Sollai Doriano
    Mercoledì 20 Febbraio 2013, alle ore 17:55
    Il commercialista ha l'obbligpo di verificare se è stata inviata la comunicazione all'ENEA prima di procedere alla detrazione fiscale del 55% per il cliente?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Sollai Doriano
      Venerdì 22 Febbraio 2013, alle ore 14:44
      Per Sollai Doriano: non mi risulta questo obbligo.
      rispondi al commento
  • Donato
    Domenica 17 Febbraio 2013, alle ore 12:04
    Salve, la mia famiglia sta per cambiare gli infissi delle finestre di casa.
    Mia madre sostiene che lei non può detrarre nessuna spesa perché ha un reddito basso e per tale motivo, non paga oneri allo stato.
    Due anni fa, presentando al sindacato le ricevute dei medicinali, le spiegarono di non poterle detrarre.
    Secondo voi tutto ciò è possibile?
    Sarebbe un controsenso non aiutare famiglie, appunto, con redditi minimi.
    Grazie in anticipo per l'aiuto.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Donato
      Venerdì 22 Febbraio 2013, alle ore 14:37
      Per Donato: purtroppo si tratta di detrazioni fiscali e non di rimborsi.
      Ovviamente comprendo la sua amarezza.
      rispondi al commento
  • Vincenzo Erre
    Mercoledì 13 Febbraio 2013, alle ore 16:14
    Ho appena fatto installare una porta scorrevole con vetrata in vetrocamera isolante (trasmittanza a norma) in prossimita del portone esterno del mio garage (che è rimasto) ottenendo un effetto isolante chiaramente percepibile dato che il garage comunica col soggiorno ed in pratica viene usato come stanza aggiuntiva:
    Posso usufruire della detrazione del 55%?
    Quanto mi costa l'eventuale pratica ENEA?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Vincenzo Erre
      Giovedì 14 Febbraio 2013, alle ore 13:58
      Per Vincenzo Erre: sono necessari 2 requisiti:
      1) che nel garage sia presente l'impianto di riscaldamento;
      2) che la trasmittanza rispetti i valori richiesti per la detrazione (che sono più restrittivi dei valori di norma).
      Qualora siano verificati questi presupposti, può chiedere un preventivo personalizzato per la pratica ENEA cliccando sul riquadro grigio (consulenza) che trova in fondo all'articolo.
      rispondi al commento
  • Ennio Maccari
    Mercoledì 13 Febbraio 2013, alle ore 16:02
    Abbiamo demolito un villino di 90 mq perché pericolante, con il permesso della Regione Lazio lo stiamo ricostruendo ricavando altrettanti metri scavando un seminterrato.
    Vorrei sapere se posso detrarre il 55% delle spese fatte entro Giugno 2013.
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Maccari Ennio
    Mercoledì 13 Febbraio 2013, alle ore 15:52
    Abbiamo demolito un villino di 90 mq perché pericolante, con il permesso della Regione Lazio lo stiamo ricostruendo ricavando altrettanti metri scavando un seminterrato. Vorrei sapere se posso detrarre il 55% delle spese fatte entro Giugno 2013. Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Maccari Ennio
      Giovedì 14 Febbraio 2013, alle ore 10:59
      Per Maccari Ennio: nel caso di ristrutturazioni con demolizione e ricostruzione si può accedere all'incentivo solo nel caso di fedele ricostruzione.
      Restano esclusi, quindi, gli interventi relativi ai lavori di ampliamento o modifica del volume originario.
      Nel vostro caso, mantenendo fuori terra forma e volume preesistenti, ritengo sia possibile accedere all'incentivo solo se nel nuovo seminterrato non viene installato l'impianto di riscaldamento.
      rispondi al commento
  • Alberto
    Mercoledì 13 Febbraio 2013, alle ore 13:52
    Buongiorno, si possono detrarre come risparmio energetico tutte le spese sostenute per la realizzazione del riscaldamento a pavimento:
    demolizione vecchio pavimento, pannelli, tubi, massetto, piastrelle e posa?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Alberto
      Giovedì 14 Febbraio 2013, alle ore 10:47
      Per Alberto: Può beneficiare della detrazione sul risparmio energetico (55%) solo se nell'intervento rientra anche la sostituzione di una caldaia esistente con una a condensazione.
      In caso contrario, per tutte le lavorazioni da lei citate, può beneficiare della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni (50%).
      rispondi al commento
  • Pietro Lomastro
    Martedì 12 Febbraio 2013, alle ore 19:34
    I bonifici possono essere effettuati online?
    Ed eventualmente, quale disposizione lo vieta?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Pietro Lomastro
      Mercoledì 13 Febbraio 2013, alle ore 13:18
      Per Pietro Lomastro: si è possibile, ma deve utilizzare il modello specifico di bonifico per gli interventi di riqualificazione energetica dei fabbricati o ristrutturazioni edilizie, che però non tutte le banche mettono a disposizione nell'home banking.
      Dovrebbe verificare se la sua banca offre questo servizio di bonifico online.
      rispondi al commento
  • Eria Moretta
    Martedì 12 Febbraio 2013, alle ore 15:34
    Dovrei sostituire tutte le tapparelle del mio appartamento, è possibile avere la detrazione fiscale?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Eria Moretta
      Martedì 12 Febbraio 2013, alle ore 21:23
      Per Eria Moretta: per la sola sostituzione delle tapparelle senza infissi non è possibile beneficiare della detrazione per il risparmio energetico (55%).
      rispondi al commento
  • Alberto
    Giovedì 7 Febbraio 2013, alle ore 20:39
    Buongiorno, devo iniziare le risrutturazione di una abitazione degli anni 70: riscaldamento a pavimento, infissi, impianto elettrico, cappotto, coibentazione tetto ecc. A luglio 2013 sicuramente non avrò ancora finito, è possibe detrarre eventuali anticipi sui lavori se versati con bonifico prima del 30 giugno 2013?
    Grazie!
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Alberto
      Venerdì 8 Febbraio 2013, alle ore 17:48
      Per Alberto: si, per la detrazione si fa riferimento alla data in cui viene effettuato il pagamento, quindi se vuole beneficiarne l'unica soluzione è quella da lei prospettata dell'anticipo sui lavori.
      rispondi al commento
  • Franca
    Martedì 5 Febbraio 2013, alle ore 10:50
    Buongiorno, sto ristrutturando una casa nel centro storico ed ho appena ricevuto conto corrente per spese impianto gas metano (tubazioni che Eni ha realizzato dalla strada all'unità abitativa) queste spese possono essere detraibiili al 55%?
    E in tal caso posso pagare con bonifico apposito?
    Grazie, molte. Cordialità.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Franca
      Martedì 5 Febbraio 2013, alle ore 19:34
      Per Franca: questa spesa può rientrare nel 55% solo se sostituisce l'impianto di riscaldamento esistente con un impianto dotato di caldaia a condensazione.
      rispondi al commento
      • Franca Arch.martinelli
        Venerdì 8 Febbraio 2013, alle ore 17:19
        Per Arch. Sara Martinelli: Buonasera, quindi non è il mio caso perché la casa era sprovvista di ogni servizio essendo una casa antica e quindi anche di caldaia.
        Dovrò pagare conto corrente. La ringrazio vivamente. Cordialità
        rispondi al commento
        • Arch.martinelli Franca
          Venerdì 8 Febbraio 2013, alle ore 17:53
          Per Franca: esatto, in questo caso non ci sono i presupposti per la detrazione del 55%.
          Le segnalo però che per un nuovo impianto di riscaldamento si può accedere alla detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie (50%).
          rispondi al commento
          • Franca Arch.martinelli
            Venerdì 8 Febbraio 2013, alle ore 21:03
            Per Arch. Sara Martinelli: La ringrazio, Sara.
            È quello che pensavo, però ho ricevuto conto corrente ENI da saldare senza iban, necessario per effettuare bonifico specifico per ristrutturazione.
            I pareri sono discordi, per alcuni solo la caldaia è detraibile, per i dipendenti dello sportello ENI non è possibile la detrazione per impianto o allaccio.
            Non c'è uniformità di pensiero... Che fare?
            rispondi al commento
            • Arch.martinelli Franca
              Lunedì 11 Febbraio 2013, alle ore 11:43
              Per Franca: Poichè l'allacciamento alla rete del gas è un'opera finalizzata e necessaria alla realizzazione di un intervento agevolabile (nuovo impianto di riscaldamento), a mio avviso questa spesa può rientrare nell'agevolazione.
              Per il pagamento l'A.E. specifica: "le spese che non è possibile pagare con bonifico (oneri di urbanizzazione, diritti per concessioni, imposte di bollo, ecc) possono essere pagate con altre modalità".
              rispondi al commento
  • Paolo
    Sabato 2 Febbraio 2013, alle ore 10:20
    Buongiorno vorrei alcuni chiarimenti. Sto ristrutturando un appartamento con lavori di ordinaria manutenzione (rifacimento pavimenti, impianti idraulico ed elettrico e sostituzione serramenti) ma leggo che per lavori di ordinaria manutenzione non posso accedere alle detrazioni del 50% previste dalla legge 2012. Posso accedere a quelle del 55% per riqualificazione energetica per quanto riguarda l'impianto di riscaldamento e i serramenti?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Paolo
      Martedì 5 Febbraio 2013, alle ore 19:29
      Per Paolo: il discorso è un po' complesso da chiarire in poche righe.
      Nel suo caso il 55% è possibile per i serramenti e se installa collettori solari e caldaia a condensazione.
      Nel 50% possono rientrare la messa a norma dell'impianto elettrico e idraulico.
      Le opere di manutenzione ordinaria rientrano solo se sono conseguenti alle opere detraibili, ad esempio se sostituisce il pavimento del bagno perchè interviene sull'impianto idrico.
      rispondi al commento
  • Monica
    Venerdì 1 Febbraio 2013, alle ore 17:03
    Avrei bisogno di alcuni chiarimenti. Ho effettuato lavori in casa. Mi hanno rilasciato due fatture: una relativa all'installazione di collettroi solari ed una relativa a moduli fotovoltaici.
    Posso portarle tutte e due in detrazione?
    I lavori sono terminati. L'azienda che me li ha installati deve fare comunicazione all'ENEA?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Monica
      Martedì 5 Febbraio 2013, alle ore 19:22
      Per Monica: la detrazione 55% è possibile solo per i collettori solari.
      Non è detto che la ditta si occupi della comunicazione Enea, che può essere fatta in questo caso da lei personalmente o, meglio, supportata da un tecnico esperto.
      Per i moduli fotovoltaici potrà invece beneficiare della detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie (50%), così come può leggere in questo articolo.
      rispondi al commento
  • Aldo
    Domenica 27 Gennaio 2013, alle ore 20:46
    Devo cambiare tutti gli infissi, vorrei sapere su quale parte si paga l'IVA al 21% e su quale al 10%.
    Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Aldo
      Mercoledì 30 Gennaio 2013, alle ore 12:13
      Per Aldo: per comprendere il calcolo dell'IVA in questo caso specifico la rimando a questo articolo.
      rispondi al commento
  • Luciano
    Giovedì 24 Gennaio 2013, alle ore 09:42
    Buongiorno.Qualcuno sa dirmi se nella compilazione dell'allegato E, alla voce 'COSTO DELL'INTERVENTO',si debba inserire questo al netto dell'IVA o compresa (il mio caso è quello di una persona giuridica) e che cosa si intende per NUMERO UNITA' IMMOBILIARI?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Luciano
      Venerdì 25 Gennaio 2013, alle ore 19:24
      Per Luciano: Proprio per questi dubbi è sempre consigliabile l'assistenza di un tecnico nella compilazione della pratica, anche nei casi particolari in cui l'Enea non ne richiede l'obbligo.
      Cliccando sul riquadro grigio che vede in fondo all'articolo (consulenza) potrà richiedere informazioni ed essere seguito passo passo nella pratica che deve inviare.
      rispondi al commento
      • Luciano Arch.martinelli
        Mercoledì 30 Gennaio 2013, alle ore 13:52
        Per Arch. Sara Martinelli: La ringrazio, ma cercando meglio sul vademecum dell'Enea, ho trovato le informazioni che cercavo.
        Grazie comunque
        rispondi al commento
  • Giovanni Gualandi
    Mercoledì 23 Gennaio 2013, alle ore 15:22
    Nel contesto di un significativo intervento di sostituzione di impianto di riscaldamento esistente con impianto dotato di caldaia a condensazione, si richiede se la fattura dell' Hera per allacciamento alle condutture di gas - 25.000 euro -(passaggio da gasolio a gas) ricada o meno nelle spese detraibili al 55%.
    Grazie per l'attenzione. Giovanni
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Giovanni Gualandi
      Mercoledì 23 Gennaio 2013, alle ore 16:25
      Per Giovanni Gualandi: si, a mio avviso la fattura per l'allacciamento alle condutture del gas può rientrare nella detrazione fiscale.
      rispondi al commento
  • Vincenzo Stella
    Venerdì 18 Gennaio 2013, alle ore 09:40
    Posso usufruire della detrazione sostituendo solo la caldaia?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Vincenzo Stella
      Mercoledì 23 Gennaio 2013, alle ore 14:14
      Per Vincenzo Stella: per accedere alla detrazione fiscale del 55% la caldaia deve essere a condensazione e, qualora l'impianto sia progettato per avere una temperatura media del fluido superiore a 45°C, bisogna anche installare delle valvole termostatiche su ogni termosifone, o in alternativa un'altra regolazione di tipo modulante agente sulla portata.
      rispondi al commento
    • Art Clear Officina Su Misura -roberta Vincenzo Stella
      Venerdì 1 Febbraio 2013, alle ore 23:11
      Per Vincenzo Stella: Certo se a condensazione usufruirai della detrazione de 55%
      rispondi al commento
  • Paparella Vincenzo
    Mercoledì 16 Gennaio 2013, alle ore 20:21
    Buongiorno, vorrei sapere se montando i pannelli solari per acqua calda su un immobile iscritto al catasto nel novembre 2012 è possibile avere la detrazione del 55%.
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Paparella Vincenzo
      Mercoledì 23 Gennaio 2013, alle ore 14:08
      Per Paparella Vincenzo: si è possibile, ma l'immobile deve essere già esistente e quindi deve trattarsi di una regolarizzazione catastale, non di nuova costruzione.
      rispondi al commento
  • Maria Grazia Pistore
    Mercoledì 16 Gennaio 2013, alle ore 08:54
    Buongiorno, vorrei automatizzare il mio basculante.
    E' una spesa che rientra nelle detrazioni?
    Grazie e saluti.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Maria Grazia Pistore
      Mercoledì 23 Gennaio 2013, alle ore 14:05
      Per Maria Grazia Pistore: la sola elettrificazione di una porta basculante esistente non può beneficiare di alcuna alcuna detrazione fiscale.
      Se invece sostituisce la porta esistente con una nuova porta elettrificata, può accedere alla detrazione fiscae per le ristrutturazioni edilizie (attualmente 50%).
      rispondi al commento
  • Giuseppe
    Martedì 15 Gennaio 2013, alle ore 10:52
    Buongiorno Architetto, volevo chiederLe un'informazione, io ho effettuato dei lavori di riqualificazione a febbraio del 2010, ho pagato quasi tutte le fatture e le ho messe in dichiarazione, soltanto una l'ho pagata la scorsa settimana.
    Trattandosi di un principio di cassa, posso mettere in dichiarazione anche questa fattura (che riporta la data del 26/02/2010) e scegliere il numero di rate come era previsto nel 2010?
    Grazie mille
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Giuseppe
      Mercoledì 23 Gennaio 2013, alle ore 14:02
      Per Giuseppe: se i lavori sono terminati nel 2012 e di conseguenza la comunicazione Enea è stata fatta l'anno scorso, i dati relativi alle spese sostenute sono ancora modificabili e pertanto può beneficiare della detrazione anche per i nuovi pagamenti.
      Se invece la comunicazione Enea risale ad un periodo precedente, purtroppo non è più possibile modificarla e quindi nemmeno beneficiare della detrazione per gli ultimi bonifici.
      rispondi al commento
  • Callaci Saverio
    Venerdì 11 Gennaio 2013, alle ore 17:47
    Vorrei una informazione più approfondita e dettagliata sull'argomento. Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Callaci Saverio
      Venerdì 11 Gennaio 2013, alle ore 18:12
      Per Callaci Saverio: per consulenze personalizzate può contattarmi all'indirizzo arch.martinelli@lavorincasa.it
      rispondi al commento
  • Ricciardelli Anna Maria
    Venerdì 11 Gennaio 2013, alle ore 10:49
    Sono proprietario di una cassa abbinata di 25 anni ho intenzione di sostituire solo i vetri nelle finestre e nelle porte finestre per non far entrare il caldo e il freddo nella mia abitazione.
    La spesa può rientrare nella detrazione del 55% e per ottenerla di quali documenti devo essere in possesso. Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Ricciardelli Anna Maria
      Venerdì 11 Gennaio 2013, alle ore 14:08
      Per Ricciardelli Anna Maria: può rientrare, ma è necessario dimostrare che in seguito all'intervento la trasmittanza dei serramenti rispetti i valori richiesti dal 55%.
      In caso di sostituzione di nuovi serramenti questo valore è rilevato in laboratorio e riportato nella certificazione del manufatto.
      Nel suo caso invece dovrà essere calcolato da un tecnico abilitato, che dovrà firmare un'asseverazione con le trasmittanze ante e post intervento.
      rispondi al commento
  • Gianfilippo Macchiati
    Mercoledì 9 Gennaio 2013, alle ore 09:05
    Allo stato attuale cosa succede al 1/07/2013 per quanto concerne limiti di spesa per ciascuna categoria e nel complesso che ora sono circa 181.000 € con un massimo di 100.000 € detraibili.
    In altri termini quale la somma massima che si può portare in detrazione supponendo che si vada al 36%?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Gianfilippo Macchiati
      Giovedì 10 Gennaio 2013, alle ore 11:08
      Per Gianfilippo Macchiati: in caso di riqualificazione globale dell'edificio, come giustamente scrive, il limite di spesa massima è attualmente 181.000 euro.
      Questo limite sarà considerato per spese sostenute fino al 30 giungo 2013.
      Le spese sostenute successivamente potranno confluire nel 36% per altre spese fino a 48.000 euro, salvo proroghe o modifiche della normativa.
      rispondi al commento
  • Acilio Passerini
    Martedì 8 Gennaio 2013, alle ore 10:06
    Gent.ma Architetto, nella mia vecchia casa di campagna debbo rifare tutto il tetto nuovo.
    Abbiamo già fatto la SCIA, che prevede l'isolamento termico.
    Posso accedere all 55%(risparmio energetico) o semplice ristrutturazione 50%?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Acilio Passerini
      Giovedì 10 Gennaio 2013, alle ore 10:59
      Per Acilio Passerini: ai fini delle detrazioni è necessario che la trasmittanza del tetto successiva all'intervento rispetti determinati valori minimi.
      Per accedere al 50% è sufficiente rispettare i valori di legge come se si costruisse un tetto nuovo;
      per accedere al 55% è invece indispensabile raggiungere valori più restrittivi.
      rispondi al commento
  • Cristian
    Lunedì 7 Gennaio 2013, alle ore 23:51
    Salve, leggevo l'articolo ed è scritto molto bene, complimenti!
    Volevo chiederle se è vero che mi arriverà una delle dieci rate di detrazione direttamente sul mio conto e mi dicevano a gennaio?!
    Ma io personalmente al momento non ne ho ricevuti!
    Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Cristian
      Giovedì 10 Gennaio 2013, alle ore 10:47
      Per Cristian: il 55% non è un rimborso, ma una detrazione fiscale.
      Pertanto non riceverà bonifici o assegni, ma la sua rata annuale verrà scalata dalle tasse nella dichiarazione dei redditi.
      rispondi al commento
  • Ornella P.
    Lunedì 7 Gennaio 2013, alle ore 16:44
    Ho installato a dicembre 2012 infissi riqualificazione energetica con detrazione 55% ed ho già effettuato il relativo bonifico.
    Ora vedo che l'installatore mi ha fatturato tutto con Iva 21% e non al 10% perchè non ho prodotto la relativa richiesta di Iva agevolata.
    Posso ora richiedere una nota di accredito per la differenza di Iva errata?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Ornella P.
      Lunedì 7 Gennaio 2013, alle ore 19:18
      Per Ornella P.: Si, può chiedere una nota di accredito.
      Poichè i serramenti sono un bene di valore significativo, l'iva va calcolata in un modo particolare.
      Su una parte della fattura l'iva sarà al 10% e sulla parte restante sarà al 21%.
      Ricordi che nella comunicazione all'Enea si dovrà poi indicare l'effettiva spesa sostenuta.
      rispondi al commento
  • Damiano
    Venerdì 4 Gennaio 2013, alle ore 12:08
    Buongiorno, l'anno scorso ho deciso di sostituire i serramenti del mio appartamento, con conseguente riqualificazione energetica, e ho pagato nel 2012 un acconto all'impresa che eseguirà i lavori, ma i lavori saranno eseguiti a gennaio di quest'anno, dopodichè pagherò il saldo.
    Cosa devo fare per non perdere la detrazione del 55% sull'acconto che ho già pagato?
    Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Damiano
      Lunedì 7 Gennaio 2013, alle ore 11:08
      Per Damiano: deve inviare per via telematica all'Agenzia delle Entrate una comunicazione apposita "Interventi di riqualificazione energetica - comunicazione per lavori che proseguono oltre il periodo di imposta", in cui riporterà la spesa già sostenuta nel 2012.
      rispondi al commento
  • Andrea
    Venerdì 4 Gennaio 2013, alle ore 00:08
    Nella fretta della ristrutturazione a fine 2012 mi sono fatto fare la fatture (e relativo bonifico) dei condizionatori a pompa di calore come risparmio energetico mentre non ne ho diritto perché non sono sostitutivi dell'impianto esistente.
    Posso comunque provare a far valere la detrazione al 50% visto che ho la DIA aperta?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Andrea
      Lunedì 7 Gennaio 2013, alle ore 11:03
      Per Andrea: nella seconda parte di questo articolo troverà risposta al suo quesito.
      rispondi al commento
  • Franco
    Martedì 1 Gennaio 2013, alle ore 22:51
    Buonasera sto effettuando dei lavori di ristrutturazione e di risparmio energetico; Le chiedo qual'è il limite massimo detraibile comprensivo dei due lavori.
    Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Franco
      Mercoledì 2 Gennaio 2013, alle ore 14:46
      Per Franco: si dovrebbero innanzitutto individuare le voci di capitolato inerenti le due detrazioni fiscali.
      Per i lavori che rientrano nella detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie (50%) attualmente il limite di spesa massimo è di 96.000 €.
      Per quanto riguarda la detrazione fiscale del 55% deve invece cercare di capire in quale delle quattro categorie di intervento riportate in questo articolo rientreranno i suoi lavori.
      Questo importo si potrà sommare ai 96.000 € precedenti.
      rispondi al commento
  • Oscar B
    Domenica 30 Dicembre 2012, alle ore 11:45
    S.ra buon giorno, le volevo gentilmente fare due domande:
     1) è sicuro che la detrazione del 50/55% è fino al 31 giugno 2013?
     2) se al posto delle valvole termostatiche installo dei termostati posizionati in ogni sinola stanza che vanno a fare funzionare ogni singolo termosifone rientro comunque nella fascia del 55% oppure ho detto una cavolata?
    In teoria mi perdoni l'ignoranza ma la valvola funge da termostato per il singolo termosifone in cui viene installata, e non vedo perchè si dovrebbe essere obbligati a mettere un componente antiestetico quando si potrebbe ottenere lo stesso risultato.
    Grazie Oscar
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Oscar B
      Mercoledì 2 Gennaio 2013, alle ore 14:33
      Per Oscar B.:
       1) si, confermo il termine del 30 giugno 2013 per entrambe le detrazioni.
      Dal primo luglio confluiranno tutte in un unica detrazione (qualle per le ristrutturazioni edilizie) che tornerà ad essere del 36%, salvo ulteriori proproghe.
       2) inserire dei termostati in ogni singola stanza è la soluzione migliore.
      L'installazione delle valvole termostatiche è solitamente consigliata come alternativa alla precedente semplicemente per questioni economiche, soprattutto quando si desidera accedere al 55% per la sola sostituzione della caldaia e non si vuole ristrutturare tutto l'impianto.
      rispondi al commento
  • Alberto
    Domenica 30 Dicembre 2012, alle ore 11:11
    Gentile architetto, se i lavori ed i pagamenti sono stati effettuati entro dicembre 2012, per poter usufruire della detrazione già nel 2013, si deve inviare la dichiarazione all'ENEA entro il 31 dicembre 2012 o si può comunque aspettare anche a gennaio 2013 (salvo restando il limite dei 90 gg dalla fine lavori)?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Alberto
      Mercoledì 2 Gennaio 2013, alle ore 14:22
      Per Alberto: può tranquillamente inviare la comunicazione Enea nel 2013, sempre rispettando il termine dei 90 giorni dalla fine dei lavori.
      rispondi al commento
  • Nicola P.
    Mercoledì 19 Dicembre 2012, alle ore 12:29
    Per cortesia, avrei bisogno di un chiarimento.
    Il mio appartamento ha più di 20 anni.
    Ho sostituito la caldaia per il riscaldamento autonomo con una caldaia Beretta Exclusive a condensazione.
    Ho pagato con bonifico bancario la fattura del prodotto e dell'installatore.
    Quale prassi devo seguire per ottenere il rimborso del 55%?
    E' necessario il certificato di asseverazione e di classificazione energetica?
    Grazie e saluti
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Nicola P.
      Giovedì 20 Dicembre 2012, alle ore 14:46
      Per Nicola P.: Per accedere alla detrazione fiscale del 55% per una caldaia a condensazione dovrà farsi installare anche delle valvole termostatiche su tutti i termosifoni, sempre che attualmente ne siano sprovvisti. Non è un problema se la fattura e il pagamento della caldaia sono già stati effettuati.
      E' possibile fare una nuova fattura solo per le valvole termostatiche.
      Verrà poi considerata la somma di tutte le spese.
      Se l'intervento eseguito è solo quello citato, nel suo caso non è necessario produrre l'attestato di certificazione energetica.
      Inoltre, il certificato di asseverazione può essere sostituito da una certificazione del produttore della caldaia e delle valvole termostatiche a bassa inerzia termica.
      Una volta eseguito il lavoro, effettuati i pagamenti e rilasciate le certificazioni dei produttori citate, si dovrà provvedere entro 90 giorni dalla fine dei lavori alla comunicazione all'Enea per via telematica, dove si dovranno riportare i dati di chi usufruirà della detrazione e dell'edificio, il tipo di intervento eseguito, il suo costo ed il risparmio energetico conseguito.
      Se è interessato ad essere affiancato per questa pratica, mi può contattare per un preventivo all'indirizzo arch.martinelli@lavorincasa.it, oppure cliccare sul riquadro grigio che vede inserito in fondo all'articolo (Comunicazione Enea per risparmio energetico 55%).
      Le ricordo che anche la fattura per questo tipo di prestazione può rientrare nella detrazione fiscale.
      rispondi al commento
  • Gaspare
    Martedì 18 Dicembre 2012, alle ore 14:36
    Buongiorno, vorrei sapere se la sostituzione di tutti i serramenti per esterni di un'abitazione, con conseguente riqualificazione energetica dell'appartamento (certificata dall'impresa qualificata che eseguirebbe i lavori), consente di beneficiare della detrazione del 55%, anche se l'abitazione è inserita, strutturalmente, in un condominio benché abbia un accesso indipendente (piano terra con cortiletto privato...). Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Gaspare
      Martedì 18 Dicembre 2012, alle ore 18:48
      Per Gaspare: Si, confermo che per la sostituzione di serramenti in un appartamento inserito in un condominio si può accedere alla detrazione fiscale del 55%.
      rispondi al commento
  • Antonio
    Giovedì 6 Dicembre 2012, alle ore 15:52
    Vorrei sapere se il bonifico deve essere fatto obbligatoriamente dal beneficiario della detrazione (proprietario) o se possibile anche da altra persona che non è imparentata col proprietario, e non è inquilino?
    N.B. Il proprietario non possiede un conto corrente bancario o postale.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Antonio
      Giovedì 6 Dicembre 2012, alle ore 21:43
      Per Antonio: è importante che il bonifico venga fatto dalla stessa persona che beneficerà della detrazione fiscale.
      Se non possiede un conto corrente, può comunque recarsi allo sportello di qualsiasi banca ed effettuare il bonifico versando i contanti.
      rispondi al commento
  • G.s.
    Martedì 4 Dicembre 2012, alle ore 11:44
    Vorrei chiedere un chiarimento in quanto neanche l'Agenzia delle Entrate è riuscita a darmi una risposta chiara.
    I lavori sono stati eseguiti interamente nel 2012 ed è stata presentata la comunicazione all'ENEA.
    Il pagamento avverrà però interamente nel 2013.
    Le domande erano:
    l'impresa deve comunque fatturare nel 2012 o può fatturare al momento del pagamento nel 2013?
    Inoltre in questo caso va fatta la comunciazione all'Agenzia delle Entrate in quanto "a cavallo" di due anni fiscali?
    Grazie mille
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli G.s.
      Martedì 4 Dicembre 2012, alle ore 14:21
      Per G.s.: in effetti il fatto che i lavori si siano conclusi rende la situazione un po' contorta ed in merito al suo caso la documentazione dell'Agenzia delle Entrate non è molto chiara.
      Poichè rivolgendosi direttamente a loro non ha avuto risposte esaurienti, se le è possibile le suggerirei di farsi fatturare e di effettuare i pagamenti entro fine anno.
      Questo semplificherà anche il lavoro del commercialista.
      rispondi al commento
  • Barioli Mariella
    Domenica 2 Dicembre 2012, alle ore 18:54
    Desidero sapere se è possibile detrarre anche il contributo e le tasse per il permesso comunale ad un ampliamento della casa.
    Rigraziandovi anticipatamente con l'occasione porgo distinti saluti.
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Barioli Mariella
      Lunedì 3 Dicembre 2012, alle ore 10:51
      Per Barioli Mariella: le detrazioni del 55% e del 50% riguardano esclusivamente le parti di edifici esistenti.
      Purtroppo un ampliamento viene considerato come nuova costruzione, pertanto tutte le spese sostenute per realizzarlo (lavori, oneri, diritti per le autorizzazioni comunali, parcelle del tecnico, ecc.) non sono detraibili.
      rispondi al commento
  • Vito
    Mercoledì 28 Novembre 2012, alle ore 14:22
    Buongiorno, ho una villetta con solai a falde di circa 200 mq, devo eseguire i lavori di copertura del tetto (nuova installazione).
    Volevo sapere se costruisco con il sistema tetto ventilato, posso usufruire della detrazione fiscale 55%?
    rispondi al commento
    • Arch.martinelli Vito
      Venerdì 30 Novembre 2012, alle ore 18:04
      Per Vito: Il tetto deve essere esistente, quindi si escludono lavori inerenti il completamento di case al rustico, sovralzi ecc, e deve anche delimitare il volume riscaldato.
      Inoltre per poter accedere al 55% non è tanto importante la tecnica costruttiva (es. tetto ventilato), ma il valore di trasmittanza raggiunto dalla copertura in seguito all'intervento.
      In parole semplici, per poter beneficiare del 55%, le opere edilizie effettuate sul tetto (qualsiasi esse siano) devono aumentare l'isolamento di tutto il pacchetto copertura e raggiungere determinati valori stabiliti dalla normativa.
      rispondi al commento
      • Vito Arch.martinelli
        Venerdì 14 Dicembre 2012, alle ore 11:53
        Per Arch. Sara Martinelli: La casa esiste dal 2002, per poter eseguire questo intervento sul tetto, devo presentare in Comune una Dia o una Scia, oppure niente?
        Grazie....colgo l'occasione per porgere distinti saluti!!!
        rispondi al commento
        • Arch.martinelli Vito
          Martedì 18 Dicembre 2012, alle ore 18:43
          Per Vito: Si, sarebbe opportuno presentare una pratica in Comune, che potrebbe essere una dia, una scia o una semplice comunicazione.
          Questo dipende non solo dalla normativa vigente a livello nazionale e regionale, ma anche dalle abitudini dell'ufficio tecnico del Comune.
          Le consiglio quindi di rivolgersi direttamente al Comune descrivendo il tipo di lavoro che intende eseguire e farsi indicare da loro quale pratica è preferibile.
          rispondi al commento
  • Vincenti Patrizia
    Lunedì 5 Novembre 2012, alle ore 13:35
    Avrei bisogno di sapere se per gli ultasettantenni la detrazione fiscale del 55% per gli infissi è possibile ripartirla in un numero di rate inferiore a 10. Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Vincenti Patrizia
      Martedì 6 Novembre 2012, alle ore 10:10
      Per Vincenti Patrizia: no, non è possibile.
      rispondi al commento
  • Vera Baroni
    Lunedì 29 Ottobre 2012, alle ore 12:20
    Devo rifare in toto 2 bagni a Bologna, posso usufruire di umani detrazione fiscale?
    rispondi al commento
  • Alesssio
    Giovedì 11 Ottobre 2012, alle ore 21:03
    Salve, le detrazioni sono confermate fino a giugno 2013 ma dopo?
    Visto che posso richiederle a fine lavori e devo ancora iniziare a ristrutturare casa (e ci metterò molto più di 6 mesi) possibile che rimanga "fregato"? Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Alesssio
      Martedì 16 Ottobre 2012, alle ore 10:34
      Per Alesssio: per la verità la detrazione non va richiesta, ma è relativa al periodo in cui si effettuano le spese.
      Se lei inizia a pagare i lavori prima di giugno 2013, potrà sicuramente averla per quelle spese, per il periodo successivo si vedrà.
      rispondi al commento
  • Alessandra
    Giovedì 13 Settembre 2012, alle ore 20:30
    Vorrei sapere qualcosa in più, sto pensando di comprare una stufa a pellet....
    rispondi al commento
    • Arch.granata Alessandra
      Venerdì 14 Settembre 2012, alle ore 10:08
      Per Alessandra: non rientra tra gli interventi agevolati.
      rispondi al commento
      • Giuseppe Arch.granata
        Giovedì 20 Settembre 2012, alle ore 15:04
        Per Arch. Carmen Granata: Gentile arch. Granata, nell'altro post, relativo alla detrazione per ristrutturazione edile, mi diceva che avevo fatto un po' di confusione chiedendole se era tornato l'obbligo dell'invio della dichiarazione di fine lavori all'Agenzia delle entrate.
        Le assicuro che non ho fatto confusione con la comunicazione di fine lavori da fare al Comune.
        Infatti fino a pochi anni fa questo obbligo verso l'Agenzia delle entrate esisteva, e in mancanza di tale invio si perdeva il diritto alle detrazioni fiscali. L'invio era obbligatorio per lavori superiori a 51.645,69 euro (100 milioni di lire).
        Poiché a partire dal 2003 il valore massimo di spese per cui chiedere la detrazione fu ridotto da 77 mila euro circa a 48.000 euro, l'invio della comunicazione di fine lavori perse di utilità.
        Oggi che il valore delle spese detraibili è salito a 96.000 euro, la soglia di 51 mila e spiccioli torna di attualità.
        Da qui la mia richiesta di charimento. Mi sono permesso di inserire questo commento qui, dato che i commenti al post sulle detrazioni al 50% sono state momentaneamente bloccate.
        La ringrazio, in ogni caso, per la gentile risposta che mi ha dato.
        rispondi al commento
        • Arch.granata Giuseppe
          Venerdì 21 Settembre 2012, alle ore 10:16
          Per Giuseppe: le ribadisco che non bisogna inviare la comunicazione di fine lavori all'Agenzia delle Entrate.
          rispondi al commento
          • Giuseppe Arch.granata
            Venerdì 21 Settembre 2012, alle ore 11:50
            Per Arch. Carmen Granata: La ringrazio.
            rispondi al commento
  • Max
    Martedì 14 Agosto 2012, alle ore 14:44
    Gentili signori vorrei avere informazioni sulla possibilità di detrarre la spesa di 1100,00 euro più iva per la sostituzione dei caloriferi del mio appartamento!
    Vivo in un condominio dove stanno installando una caldaia nuova a metano.
    L'amministratore non vuol fare la pratica generale del 55%, perchè il condominio ha optato (visto che non tutti avrebbero la pobbibilità di versare in anticipo la somma che serve, come prescrive la normativa per poter usufruire del 55%) per un conttratto di energia con la ditta che ci fornisce il riscaldamento più la caldaia ovviamente!
    Posso fare da solo la pratica per il 55% oppure no?
    Se si, come devo fare?
    Grato per l'attenzione Distinti saluti Max (p.S. : vivo a Trezzano sul Naviglio - MI)
    rispondi al commento
    • Arch.granata Max
      Venerdì 24 Agosto 2012, alle ore 17:18
      Per Max: la semplice sostituzione dei caloriferi non rientra tra le opere soggette a detrazione.
      rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 30 Luglio 2012, alle ore 09:40
    Certamente sì, se l'intervento comporta il raggiungimento dei limiti di trasmittanza fissati dalla normativa.
    rispondi al commento
  • Utente
    Venerdì 27 Luglio 2012, alle ore 15:47
    Devo ristrutturare la mia casa singola con attorno orto. La casa al piano terra è piena di umidità che entra dalle pareti esterne con marciapiedi e forse anche da sotto ai pilastri che hanno assorbito umidità, queste ipotesi fatte dai tecnici che poi verificheranno al momento dell'esplorazione effettiva quando verranno tolti i marciapiedi all'esterno e il parquet esistente con relativo sottofondo all'interno. Attorno alla casa si vuole fare uno scannafosso per convogliare le acque del tetto e del giardino, scavando fino ad arrivare alla roccia sottostante per isolare la casa e mettere in atto i sistemi di isolamento, (es.guaina cementizia con rete ed altro)...successivamente si passerà alla ristrutturazione dell'interno apportando anche delle modifiche rispetto all'attuale divisione dei vani dietro apertura naturalmente della pratica DIA. DOMANDA: questi lavori entrano fra le detrazioni del 55% attivati dal governo? Restando in attesa di una celere, se possibile risposta, porgo distinti saluti. Grazie
    rispondi al commento
Notizie che trattano Detrazione 55% che potrebbero interessarti
Pagamenti a cavallo fra 55% e 65%

Pagamenti a cavallo fra 55% e 65%

Chiarimenti sui pagamenti eseguiti prima e dopo il 6 giugno 2013 in seguito all'aumento della percentuale di detrazione sul risparmio energetico dal 55% al 65%.
Pavimenti e detrazioni fiscali

Pavimenti e detrazioni fiscali

Il rifacimento del pavimento interno od esterno può beneficiare in alcuni casi delle detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni edilizie o sul risparmio energetico.
Tinteggiatura e detrazioni fiscali

Tinteggiatura e detrazioni fiscali

La tinteggiatura di pareti interne od esterne di un'abitazione esistente può beneficiare delle detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni e sul risparmio energetico?
Caldaia a biomasse e detrazione 65%

Caldaia a biomasse e detrazione 65%

L'installazione di una caldaia a biomasse non sempre può beneficiare della detrazione sul risparmio energetico, è necessario che siano rispettate alcune condizioni.
Cumulabilità incentivi sugli interventi edilizi

Cumulabilità incentivi sugli interventi edilizi

Chiarimenti sulla possibilità o meno di poter beneficiare di più detrazioni e contributi relativamente a interventi realizzati su edifici residenziali esistenti.
QUANTO COSTA?
Prezzi prodotti e servizi per NORMATIVE
COSTI DI RISTRUTTURAZIONE?
Costi di ristrutturazione per NORMATIVE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE







SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Perlite per insufflaggio, isolamento termico acustico intercapedini pareti cassa-vuota, tramite insufflaggio di fiocchi di cellulosa, consigliato da greenpeace, sughero, vermiculite, garanzia illimitata nel tempo, detrazione fiscale 50%, ispezione video
      Perlite per insufflaggio,...
      140.00
    • Singer macchina da per cucire taglia-cuci singer ultralock 14sh654
      Singer macchina da per cucire...
      249.00
    • Stufa pellet 20cm scozia canalizzata 10kw beige
      Stufa pellet 20cm scozia...
      1.24
    • Pratiche detrazione fiscale
      Pratiche detrazione fiscale...
      200.00
    • Serramenti pvc
      Serramenti pvc...
      210.00
    • Pratiche detrazione irpef 55%
      Pratiche detrazione irpef 55%...
      1.00
    • High power nuova st2200 stazione d'allenamento con pacco pesi da 68 kg + in omaggio il telo palestra e le spese di spedizione!!!
      High power nuova st2200 stazione...
      274.95
    • Ristrutturazione edile
      Ristrutturazione edile...
      250.00
    • Ordine n0122012013
      Ordine n0122012013...
      1485.26
    • Stufa pellet 10 kw scozia bordeaux canalizzata
      Stufa pellet 10 kw scozia bordeaux...
      1.24
    • Sma fotovoltaico + solare termico2,16 kwp + 2 collettori solari (acqua calda per 2-4 persone)
      Sma fotovoltaico + solare termico2...
      6.60
    • Serramenti alluminio con taglio termico
      Serramenti alluminio con taglio...
      680.00

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE