Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Contratto di locazione ad uso transitorio

News di Normative
Le modalità per stipulare un contratto ad uso transitorio sono legiferate dall'art 5 della Legge 431/98.
Contratto di locazione ad uso transitorio
Redazione Lavorincasa.it
Redazione Lavorincasa.it

La Legge 9 dicembre 1998, n. 431 Disciplina delle locazioni e del rilascio degli immobili adibiti ad uso abitativo, regola le locazioni degli immobili.

Contratto di locazione ad uso transitorioI contratti di locazione di immobili adibiti ad uso abitativo, di seguito denominati contratti di locazione, sono stipulati o rinnovati, successivamente alla data di entrata in vigore della presente Legge.

Esistono due tipi di forme contrattuali:

1) contratti di libero mercato;
2) contratti concertati.

Questi ultimi si suddividono in: contratti ad uso abitativo, ad uso transitorio e ad uso studenti universitari.
Le modalità per stipulare un  contratto ad uso transitorio sono legiferate dall’art 5 della Legge 431/98.

Le condizioni sussistono se ci sono comprovate necessità personali del locatore oppure dell’inquilino.
Questo presupposto è una clausola fondamentale da rispettare che va verificata ed inviata tramite lettera raccomandata da inviare prima dello scadere del contratto stesso al conduttore.  Nel caso in cui il locatore non adempisse all’invio, oppure siano venuti meno i motivi della transitorietà abitativa, il contratto verrà sostituito con un tipo di contratto libero della durata di 8 anni ovvero 4 + 4.

Se, dopo aver riottenuto la casa, il locatore non la adibirà agli scopi dichiarati per la transitorietà, può scattare un risarcimento all'inquilino pari a 36 mensilità.

La stesura  del contratto transitorio  deve avere una durata non inferiore a un mese e non superiore a 18 mesi non rinnovabili.

Si possono stipulare  secondo i contratti-tipo locali nelle 11 aree metropolitane previste:
Roma, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Napoli, Torino, Bari, Palermo, Catania, nei comuni limitrofi ed in tutti i capoluoghi di Provincia.

Il canone previsto è di tipo concertato, ovvero fornito dai valori minimi e massimi fissati dagli accordi territoriali della zona omogenea in questione relativi ai contratti concordati che vanno espressi in euro al mq.

Deve essere depositato un deposito cauzionale pari a 2 o 3 mensilità in garanzia di eventuali danni. Contratto di locazione ad uso transitorio
Tale cauzione verrà restituita, salvo pareggiamenti economici, al termine della locazione dopo che il conduttore ha verificato lo stato dei luoghi.

Le spese condominiali e la manutenzione dell’abitazione sono a carico dell’inquilino e quelle straordinarie, come da Codice Civile, del proprietario.

Allo scadere del contratto l’inquilino può non fornire la disdetta della locazione in quanto non è consentito il rinnovo. L’affittuario, per gravi motivi documentati, può lasciare la casa prima della scissione del contratto solo con un preavviso di almeno tre mesi.

Non sono previste agevolazioni fiscali per i proprietari che sottoscrivono questo tipo di contratto. L’imposta di registro, da pagare entro i successivi 30 giorni della scadenza, va versata per un ammontare pari al 2% del canone annuo e generalmente viene pagata dal proprietario con l’obbligo dell’inquilino di rimborsarne il 50%.

Modello Contratto di locazione uso transitorio scaricabile


Modello Contratto di locazione ad uso transitorio Scarica il modello di contratto di locazione in formato Word.

Articolo: Contratto di locazione ad uso transitorio
Valutazione: 3.71 / 6 basato su 82 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
Commenta su Contratto di locazione ad uso transitorio
Caratteri rimanenti
  • Andrea
    Martedì 7 Gennaio 2014, alle ore 22:17
    Salve, sono proprietario a Milano, affitterò l'appartamento a porzioni di unita immobiliare sono tre stanze, dovrei fare tre tipi di contratti diversi uno ad uso transitorio per studenti, uno ad uso transitorio per lavoratore (stage di 6 mesi) e uno 4+4.
    Se dipendesse da me farei un unico contratto per tutti e tre 4+4 ma credo non si possa fare?
    Tutti e tre concordano sul costo dell'affitto anche se non rientra negli accordi locali cosa rischio?
    rispondi al commento
    • Legale Andrea
      Mercoledì 15 Gennaio 2014, alle ore 18:52
      Che i contratti non conformi alla disciplina transitoria sia modificati in contratti 4+4
      rispondi al commento
  • Valeria
    Martedì 31 Dicembre 2013, alle ore 15:49
    Salve, avrei una domanda relativa ai contratti transitori, dal punto di vista del locatore: ho avuto un inquilino con contratto di locazione ad uso transitorio fino al 2011, ora posso riproporre lo stesso tipo di contratto alla stessa persona?
    rispondi al commento
    • Legale Valeria
      Giovedì 2 Gennaio 2014, alle ore 17:22
      Si, se sussiste la causa che legittima l'adozione di questa forma contrattuale.
      rispondi al commento
  • Lara
    Venerdì 27 Dicembre 2013, alle ore 13:11
    Salve, Ho preso in affitto la mia prima casa con contratto di locazione ad uso transitorio.
    Ho scoperto il giorno in cui firmavo il contratto di non poter richiedere la residenza nei locali affittati.
    Addirittura nel contratto è specificato che "la locazione è ad uso esclusivo di seconda casa al fine di soddisfare esigenza di natura transitoria di parte conduttrice", non vero in quanto io risiedo e lavoro stabilmente in qs comune.
    Posso rivalermi?
    rispondi al commento
    • Legale Lara
      Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 17:46
      Se le cose stanno come dice, il contratto dev'essere considerato un normale contratto di locazione.
      Si rivolga ad un legale di sua fiducia per valutare la migliore strada per agire.
      rispondi al commento
  • Rossella
    Giovedì 19 Dicembre 2013, alle ore 02:34
    Salve, vorrei avere un consiglio su che genere di contratto potrei stipulare a due studenti che in realtà non sono fuori sede, visto che ho letto che risultano studenti fuori sede quelli che hanno la residenza a non meno di 100 km.
    Cosa mi consigliate?
    Ho bisogno di qualche dritta.
    rispondi al commento
    • Legale Rossella
      Lunedì 30 Dicembre 2013, alle ore 11:33
      Si può stipulare il contratto che, rispetto alla situazione reale, non sia in frode alla legge.
      Questo a garanzia di tutte le parti interessate (ivi compreso il proprietario).
      rispondi al commento
  • Matteo
    Domenica 1 Dicembre 2013, alle ore 12:22
    Salve, devo affittare un appartamento a studenti, è giustificato un contratto libero annuale?
    Se gli studenti all'interno decidessero di restare per un ulteriore anno, è possibile rinnovarlo?
    I contratti transitori appositi per studenti hanno un canone concordato non applicabile perché veramente ridicolo e non conveniente per il locatario.
    Come è possibile essere totalmente in regola, ma con contratti di durata inferiore a quelli di legge(4+4)?
    rispondi al commento
    • Legale Matteo
      Mercoledì 4 Dicembre 2013, alle ore 13:16
      Non è possibile essere totalmente in regola senza seguire quanto stabilito dalla legge 431
      rispondi al commento
  • Bdc
    Sabato 30 Novembre 2013, alle ore 17:29
    Un contratto transitorio di 12 mesi per uno studente che fa il master alla Bocconi è ok?
    Il canone a Milano non può essere stabilito tra inquilino e locatore liberamente?
    Grazie per il vostro aiuto.
    rispondi al commento
    • Legale Bdc
      Mercoledì 4 Dicembre 2013, alle ore 13:11
      Per i contratti transitori bisogna seguire la procedura indicata dalla legge 431 e dal decreto ministeriale di attuazione.
      Un sindcato degli inqulini può esservi d'aiuto.
      rispondi al commento
  • Alessandro
    Venerdì 29 Novembre 2013, alle ore 16:46
    Posso stipulare un contratto di affitto temporaneo turistico che non superi i 30 giorni alla stessa azienda o persona in vari periodi dello stesso anno?
    rispondi al commento
    • Legale Alessandro
      Mercoledì 4 Dicembre 2013, alle ore 12:59
      Si, se non è in frode alla legge.
      rispondi al commento
  • Lucia
    Mercoledì 20 Novembre 2013, alle ore 12:27
    Ha validità un contratto di affitto transitorio per abitazione senza che abbia i requisiti di transitorietà?
    rispondi al commento
    • Legale Lucia
      Mercoledì 20 Novembre 2013, alle ore 18:44
      Ha validità come normale contratto di locazione.
      rispondi al commento
  • Francesco
    Venerdì 15 Novembre 2013, alle ore 18:09
    Perchè la transitorietà di un contratto deve essere motivata per forza?
    Non posso da proprietario voler affittare solo per un anno per mancanza di sufficiente fiducia nei confronti dell'inquilino?
    E se mi dovessi trovare bene non posso poi prolungarglielo?
    rispondi al commento
    • Legale Francesco
      Mercoledì 20 Novembre 2013, alle ore 09:21
      La legge è ststa architettata così, credo, per bilanciare interessi e diritti di proprietari ed inquilini.
      rispondi al commento
  • Roberto
    Giovedì 14 Novembre 2013, alle ore 15:33
    Nel mese di ottobre 2013 ho sottoscritto insieme a due miei colleghi di lavoro un contratto transitorio unico intestato a tutti e tre.
    Purtroppo per motivi di convivenza difficile voglio lasciare l'appartamento.
    La domanda è: è possibile sciogliere il contratto se solo una o due persone sono d'accordo?
    rispondi al commento
    • Legale Roberto
      Lunedì 18 Novembre 2013, alle ore 09:08
      Dipende dal contratto, in linea di massima si ma senza lettura del contratto non è possibile darle risposta certa.
      rispondi al commento
  • Paola
    Martedì 29 Ottobre 2013, alle ore 12:10
    Ho un appartamento in zona turistica di pregio, vorrei affittare per uso transitorio l'immobile ma uno degli inquilini è anziana con qualche disabilità, può essere difficile riavere l'immobile in caso di motivi di salute dell'anziana signora?
    rispondi al commento
    • Pasquale E. Paola
      Mercoledì 30 Ottobre 2013, alle ore 15:44
      Si!
      Se l'anziana inquilina è affetta da patologie di una certa gravità ed ha un contratto di locazione normale (4+4) sarà faticoso liberare l'immobile, anche alla naturale scadenza.
      Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Paola Pasquale E.
        Giovedì 31 Ottobre 2013, alle ore 13:56
        Se faccio un contratto per uso transitorio fino a 12 mesi, le situazione rimane a rischio comunque?
        Grazie.
        rispondi al commento
        • Pasquale E. Paola
          Domenica 3 Novembre 2013, alle ore 12:19
          Il contratto ad uso transitorio Le dà maggiori garanzie e non si rinnova automaticamente.
          Cordiali saluti.
          rispondi al commento
  • Deborah
    Lunedì 21 Ottobre 2013, alle ore 10:33
    Salve, devo affittare casa per tre mesi perché l'inquilino viene in vacanza e poi torna nel suo paese di residenza (costa d'avorio) dopo un periodo di congedo dal lavoro.
    Esistono i presupposti per redigere un contratto di tipo transitorio?
    rispondi al commento
    • Legale Deborah
      Mercoledì 23 Ottobre 2013, alle ore 15:02
      Si, allegando la documentazione ideonea al contratto.
      Le conviene, se non ha l'esperienza necessaria, farsi assistere da un legale o da un'associazione di proprietari immobiliari.
      rispondi al commento
  • Sergio
    Sabato 12 Ottobre 2013, alle ore 18:06
    Salve, ho un problema.
    Ho come ospiti due persone da qualche tempo per un loro lavoro transitorio.
    Oggi si presenta il problema del contratto.
    Io posso fare il contratto anno per anno, perché la casa è in vendita.
    Loro vogliono il quattro più quattro altrimenti si rivolgono alle autorità.
    Cosa può succedere di fronte a questo scenario?
    Help please.
    rispondi al commento
    • Legale Sergio
      Lunedì 14 Ottobre 2013, alle ore 18:41
      Se il contratto è effettivamente per motivi transitori (es. i conduttori sono trasfertisti) allora non possono dir nulla.
      Diversamente potrebbe pretendere la trasformazione in un regolare contratto 4+4.
      La questione andrebbe comunque approfondita con un legale di sua fiducia.
      rispondi al commento
  • Gerina Francesca
    Mercoledì 25 Settembre 2013, alle ore 13:48
    Salve, ho stipulato un contratto transitorio di un anno, con scadenza a marzo 2014.
    Per vari motivi, tra cui la perdita del lavoro vorrei andare via quanto prima.
    Il preavviso per questo tipo di contratto è di 3 mesi?
    Mi verrà restituita la caparra che ho versato alla stipula del contratto?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Angelo Gerina Francesca
      Lunedì 30 Settembre 2013, alle ore 09:49
      Il preavviso minimo è di 3 mesi, salvo se espresso diversamente nel contratto.
      La somma versata alla stipula non è una caparra, ma una cauzione, che naturalmente verrà restituita se non ci sono danni all'immobile.
      rispondi al commento
  • Gerina Francesca
    Martedì 24 Settembre 2013, alle ore 14:25
    Ho stipulato un contratto di locazione transitorio.
    rispondi al commento
  • Mauro
    Lunedì 23 Settembre 2013, alle ore 16:23
    Premetto di essere proprietario di un immobile in un paese in provincia di Latina: è possibile stipulare un contratto di locazione transitorio a canone libero?
    Nel caso non fosse possibile, come faccio a sapere quali sono i canoni di riferimento?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Vincenzo Di Filippo
    Sabato 14 Settembre 2013, alle ore 11:29
    Buon giorno, stipulo regolarmente a Milano contratti transitori per un anno.
    Successivamente stipulo e registro un regolare contratto di quattro anni.
    Il motivo è giustificato dal fatto che valuto in questo periodo la correttezza e la solvibilità degli inquilini i quali sono d'accordo.
    Il canone pattuito è libero.
    E' valido giuridicamente?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Legale Vincenzo Di Filippo
      Mercoledì 18 Settembre 2013, alle ore 13:26
      Può stipulare un contratto 4 + 4, ma quello transitorio di un anno non lo si sarebbe potuto utilizzare per prova.
      rispondi al commento
  • Catia
    Venerdì 6 Settembre 2013, alle ore 10:08
    Buongiorno, ho un alloggio con tre camere a Torino.
    Due verrebbero occupate da studenti, una da un'insegnante fuori sede.
    E' possibile stipulare tre contratti distinti per stanza, due a uso transitorio per studenti e uno a uso transitorio semplice per l'insegnante?
    Chiederei anche un consiglio rispetto alle tutele e ai costi (mi conviene trovare un altro studente e stipulare un contratto unico a uso transitorio per studenti per tutti)?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Pasquale E. Catia
      Lunedì 9 Settembre 2013, alle ore 10:58
      Per Catia: La possibilità c'è di fare contratti separati e diversi tra loro, fermo restando il principio della transitorietà.
      Il consiglio è quello di uniformarsi alla Sua idea di un contratto unico transitorio per studenti.
      Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Daniele
    Mercoledì 4 Settembre 2013, alle ore 15:34
    Buongiorno, ho un'appartamento di 4 stanze da affittare, posso fare un contratto transitorio per singola persona e stanza?
    rispondi al commento
    • Legale Daniele
      Giovedì 5 Settembre 2013, alle ore 17:52
      Per Daniele: si, pruché sussistano effettivamente le ragioni della transitorietà.
      rispondi al commento
  • Giuseppe
    Martedì 27 Agosto 2013, alle ore 11:46
    Salve, ho stipulato a marzo 2009 un contratto ad uso transitorio rinnovato di anno in anno fino ad oggi con deposito cauzionale di 2 mensilità.
    A settembre 2013 cambierò casa ed ho quindi comunicato con due mesi di preavviso (giugno 2013) tale decisione.
    Nonostante il preavviso, però, il mio locatore pretende la penale pari a due mensilità come specificato nel contratto.
    A me tale pretesa mi sembra anomala.
    Cosa ne pensate?
    rispondi al commento
    • Pasquale E. Giuseppe
      Martedì 27 Agosto 2013, alle ore 16:58
      Per Giuseppe: Il tipo di contratto prevede un preavviso di tre mesi con avviso mediante raccomandata.
      Si puö recedere anche prima per "gravi motivi" (licenziamento, cambio sede lavorativa, malattia, ecc,) qualcosa che sia non dipendente dalla propria volontà.
      Non si giustifica la richiesta del Suo locatore vista la regolarità della Sua posizione contrattuale.
      rispondi al commento
  • Maria
    Venerdì 23 Agosto 2013, alle ore 10:08
    Volevo una informazione...ho stipulato un contratto di affitto di soli due mesi...versando 1150 euro di deposito cauzionale....sono passate due settimane da quando è stato firmato il contratto di locazione...ma io ho trovato un'altra sistemazione...in questo caso come faccio a dare il preavviso di 3 mesi dato che il contratto è solo di due mesi?
    Nel contratto non c'è scritto cosa fare in caso di recesso anticipato...cosa devo fare?
    rispondi al commento
    • Pasquale E. Maria
      Sabato 24 Agosto 2013, alle ore 18:13
      Per Maria: La regola del preavviso dei tre mesi per la risoluzione del contratto, non è applicabile vista la durata pattuita.
      Per i contratti di brevissima durata il deposito cauzionale è di un solo mese. Il consiglio è quello di dare immediatamente comunicazione di disdetta al proprietario per "salvare" almeno il prossimo mese e riavere la Sua cauzione, la metà di quello in corso sarà difficile recuperarlo.
      rispondi al commento
  • Riccardo
    Lunedì 5 Agosto 2013, alle ore 17:11
    Buongiorno, volevo un consiglio per la mia situazione. A ottobre darò in affitto il mio appartamento ad una signora neo separata.
    Abbiamo solo delle perplessità sul tipo di contratto d'affitto.
    Non vorrei fare il 4+4 perchè eccessivo.
    Lei è titubante poichè il transitorio di 18 mesi forse è poco. So che il 18 mesi non è prorogabile.
    Ci sono altre soluzioni?
    12 mesi + altri 12. oppure altro?
    Grazie mille. Saluti
    rispondi al commento
  • Marina
    Sabato 6 Luglio 2013, alle ore 16:37
    Sono la proprietaria di un appartamento dato in affitto con un contratto transitorio per 18 mesi.
    L'inquilino ha lasciato l'appartamento 12 mesi prima della scadenza del contratto senza lettera di preavviso e avvisandomi telefonicamente circa un mese prima.
    Siccome all'inizio mi ha dato 500 euro come cauzione, volevo sapere se glieli devo restituire anche perché la casa mi è rimasta chiusa per 3 mesi non avendo potuto trovare un altro inquilino.
    rispondi al commento
    • Pasquale E. Marina
      Sabato 6 Luglio 2013, alle ore 18:24
      Per Marina: Ne ha facoltà di trattenere la somma come "'indennizzo" per cessata locazione senza avviso.
      Anzi, in questi casi, la legge prevede un importo minimo di tre mesi e fino a sei, a seconda della gravità della motivazione che ha portato il conduttore al rilascio anticipato dell'immobile.
      rispondi al commento
  • Mirko L.
    Sabato 22 Giugno 2013, alle ore 18:16
    Buon giorno a tutti. Ho stipulato un contratto di locazione ad uso transitorio di 12 mesi (io sono il locatore).
    In questo documento è esplicitamente prevista la possibilità di recesso anticipato delle parti con un preavviso di 6 mesi.
    La mia domanda è: sono tenuto a rispettare i tempi previsti dal contratto per il recesso, o c'è il modo di effettuare il recesso anticipato con un preavviso di "soli" 3 mesi?
    Grazie
    rispondi al commento
  • Ac
    Sabato 15 Giugno 2013, alle ore 19:15
    Sono proprietaria di un appartamento che ho affittato con un contratto di 1 anno e adesso vorrei rinnovarlo sempre di 1 anno perchè fra 1 anno e mezzo servirà a mia sorella.
    Come faccio se il contratto non è rinnovabile?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Pasquale E. Ac
      Lunedì 17 Giugno 2013, alle ore 12:35
      Per Ac: Alla scadenza naturale bisognerà stipulare un nuovo contratto di locazione ad uso transitorio indicando la diversa validità e le nuove tempistiche di rilascio oltre al canone.
      Naturalmente dovrà essere sottoposto a nuova registrazione.
      Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Filippo35
    Lunedì 1 Aprile 2013, alle ore 18:23
    L'inquilino, presosi l'onere di registrare il contratto 4+4, ho scoperto che non è stato registrato, a distanza di un mese e mezzo, posso registrare un contratto transitorio pur essendo lo stesso senza firma dell'inquilino facendo presente all'Ufficio Entrate che l'inquilino è inadempiente?....grazie.
    rispondi al commento
    • Pasquale E. Filippo35
      Martedì 2 Aprile 2013, alle ore 16:53
      Per Filippo35: Registrare il contratto di locazione è sempre possibile, anche a posteriori, pagando piccole sanzioni. E' importante, invece, l'assenso scritto dell'inquilino, senza diventa un atto unilaterale senza valore legale. In caso di controversia giudiziaria qualunque clausola vessatoria presente nel contratto non può avere seguito.
      rispondi al commento
  • Kiki
    Sabato 30 Marzo 2013, alle ore 13:13
    Salve. Ho effettuato il recesso anticipato dal contratto della durata di un anno, recesso avvenuto con una lettera e il locatore ha accettato senza storie. Ma al momento della consegna delle chiavi mi ha risposto che non mi spettava perchè ho effettuato il recesso anticipato.
    In più il proprietario non ha perso nulla, ma anzi ci ha guadagnato perchè ha dato la casa in affitto il giorno dopo che l'ho lasciato. Ho perso la caparra?
    rispondi al commento
    • Pasquale E. Kiki
      Martedì 2 Aprile 2013, alle ore 16:36
      Per Kiki: La clausola del recesso anticipato del contratto di locazione, prevede una tempistica minima, solitamente di tre mesi. Se Lei ha lasciato l'immobile prima dello scadere previsto, il proprietario ha legalmente trattenuto le mensilità "non godute".
      rispondi al commento
  • Walter Ritemi
    Mercoledì 27 Febbraio 2013, alle ore 09:06
    Buongiorno io sono di Torino e volevo stipulare un contratto transitorio per il mio alloggio da dare in affitto, sul sito del comune di Torino c'è l'accordo territoriale, ci sono le tabelle dei prezzi ma nessuna tabella per l'uso transitorio, quindi il canone è libero?
    Se non lo fosse a che tabella devo fare riferimento? Grazie Walter
    rispondi al commento
  • Nicole
    Sabato 16 Febbraio 2013, alle ore 16:30
    Salve, ho firmato un contratto ad uso transitorio e volevo sapere, dato che sta per scadere, se si può rinnovare o se si dovrebbe fare un contratto ex novo.
    Inoltre vorrei sapere se la proprietaria può aumentare l'affitto dopo lo scadere di questo primo contratto! Grazie
    rispondi al commento
  • Tartarini Serenella
    Venerdì 15 Febbraio 2013, alle ore 15:54
    Posso affittare il box di mia proprietà ad uso transitorio senza affittare l'appartamento?
    Faccio presente che dovrei affittarlo ad uno straniero con permesso di soggiorno. Grazie
    rispondi al commento
    • Legale Tartarini Serenella
      Venerdì 15 Febbraio 2013, alle ore 17:54
      Per Tartarini Serenella: la disciplina della locazione transitoria si applica agli immobili destinati ad uso abitativo, non agli altri.
      rispondi al commento
  • Giuseppe
    Martedì 12 Febbraio 2013, alle ore 16:47
    Potreste farmi scaricare il modulo della disdetta anticipata e posticipata di un transitorio, se possibile naturalmente; grazie.
    rispondi al commento
  • Melissa
    Domenica 6 Gennaio 2013, alle ore 11:51
    Vorrei inormazioni precise, per cortesia, su quello che comporta un contratto d'affitto ad uso transitorio, per la durata di sei mesi a 480 euro al mese.
    Quindi, deposito cauzionale, imposta di registrazione ecc..ecc.
    Grazie
    rispondi al commento
  • Grazia
    Giovedì 3 Gennaio 2013, alle ore 17:27
    Salve, ho stipulato con la proprietaria dell'appartamento in cui vivo, un primo contratto di natura transitoria di 18 mesi.
    Alla scadenza di questo abbiamo stipulato un ulteriore contratto transitorio per altri 18 mesi, ma senza indicare la motivazione della transitorietà.
    Può la proprietaria convertire il contratto in un 3+2 anche se io voglio andar via dall'appartamento alla scadenza?
    Grazie
    rispondi al commento
  • Tony47
    Mercoledì 2 Gennaio 2013, alle ore 10:33
    Cordial saluti. Sono proprietario di un piccolo appartamento dove risiedo con mia moglie.
    Ho l'esigenza di assistere mia madre, ultraottantenne e grande invalida, per anni 1 (uno) presso la sua abitazione che possiede in comodato gratuito.
    Posso affittare il mio appartamento con un contratto di locazione di natura transitoria per una durata di anni 1 (uno) e rientrarne in possesso immediato (o con preavviso di mesi tre) in caso di malagurata ipotesi di decesso di mia madre?
    rispondi al commento
  • Carlo
    Venerdì 19 Ottobre 2012, alle ore 18:45
    Desidererei avere una copia di un contratto di locazione ad uso transitorio, se possibile: Grazie!
    rispondi al commento
    • Pasquale E. Carlo
      Martedì 23 Ottobre 2012, alle ore 14:55
      Per Carlo: Gent. Sig. Carlo, a fine articolo, Le inviamo il contratto transitorio Tipo a cui Lei potrà integrare, modificare le parti mancanti.
      Le clausole contrattuali di base, assolutamento no, altrimenti cambia la natura stessa delle pattuizioni.
      Un cordiale saluto dalla redazione di Lavorincasa.it
      rispondi al commento
  • Pietro
    Mercoledì 10 Ottobre 2012, alle ore 07:12
    Salve, una domanda: ho un contratto transitorio in essere in qualità di conduttore.
    Nel contrato vi è una clausola nel quale si recita che sia il locatore sia il conduttre danno atto che il presente contratto non è regolato dall'art 5 della legge 9/12/48 n. 438 in quanto il conduttore ha espressamente richiesto, e il Locatore ha accettato di cedere i locali secondo le norme che regolano l'uso transitorio.
    Già questo non è vero, in quanto sono stai i locatori a volere il contratto annuale.
    Inoltre non vi è riportato nel contratto il preavviso di recesso anticipato.
    Devo comunque dare il preavviso?
    rispondi al commento
  • Paola
    Lunedì 24 Settembre 2012, alle ore 10:39
    Per una società che ha più di 10 immobili e quindi l'obbligo della registrazione telematica è possibile registrare un contratto ad uso abitativo transitorio per la durata di 12 mesi anche cartaceo o comunque solo telematico?
    rispondi al commento
  • Laura Liguori
    Mercoledì 19 Settembre 2012, alle ore 11:46
    Vorrei sapere dove scaricare bozza di contratto locazione transitoria per studenti o professionisti .Grazie
    rispondi al commento
  • Mirna
    Mercoledì 22 Agosto 2012, alle ore 11:56
    Buongiorno. Vorrei stipulare un contratto di locazione transitorio per motivi lavorativi. Sono una maestra di asilo e ho un contratto di lavoro per 4 anni presso un istituto scolastico fuori dalla mia provincia, da settembre a giugno per un totale di 10 mesi.
    I mesi di luglio e agosto tornerei nel mio paese, per poi ristipulare nuovamente il medesimo contratto a settembre è possibile?
    Questo contratto lo posso scaricare nelle spese della dichiarazione ed avere un rimborso dato che il mio reddito è inferiore ai € 14.000,00 ?
    Spero di avere una risposta velocemente grazie Mirna
    rispondi al commento
  • Bera Claudio
    Sabato 11 Agosto 2012, alle ore 14:05
    Contratto transitorio di 18 mesi, posso pagare con f 23 i primi 12 mesi ?
    rispondi al commento
  • Cosa Adrian
    Lunedì 6 Agosto 2012, alle ore 10:56
    Con un contratto d'affitto ad uso transitorio si pagano i rifiuti? Grazie.
    rispondi al commento
Notizie che trattano Contratto di locazione ad uso transitorio che potrebbero interessarti
Affitto e obbligo di APE

Affitto e obbligo di APE

In occasione di un contratto di affitto in quali casi bisogna dotarsi di Attestato di Prestazione Energetica, allegarlo al contratto o consegnarlo al conduttore?
Successione nel contratto di locazione

Successione nel contratto di locazione

Il contratto di locazione, come quasi tutti i contratti, vincola solamente le parti che lo sottoscrivono, ma la legge prevede delle eccezioni a questo principio.
Agevolazioni fiscali per i proprietari

Agevolazioni fiscali per i proprietari

Il possesso di un immobile comporta la formazione di un reddito, che naturalmente è assoggettato al pagamento dell?IRPEF. Quindi i proprietari di unità
Registrare un contratto d'affitto

Registrare un contratto d'affitto

I contratti di locazione, fatta eccezione per quelli di durata inferiore ai 30 giorni vanno tutti registrati e depositati presso l'ufficio dei registri immobiliari entro e non oltre i venti giorni che seguono la stipula del contratto.
Gravi motivi del conduttore per il recesso dal contratto di locazione

Gravi motivi del conduttore per il recesso dal contratto di locazione

Il recesso del conduttore per gravi motivi per essere esercitabile senza poter essere contestato deve fondarsi su motivi reali e deve essere comunicato nei modi di legge.
IMMOBILIARE
prezzi ristrutturazione
costi ristrutturazione
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE







SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Misura campi elettromagnetici
      Misura campi elettromagnetici...
      200.00
    • Urban concrete rett 30x60
      Urban concrete rett 30x60...
      59.00
    • Portland325 dove grey 60x60
      Portland325 dove grey 60x60...
      51.00
    • Larix fume' 20x170
      Larix fume' 20x170...
      90.00
    • Dakota tortora 40x170
      Dakota tortora 40x170...
      115.00
    • Antifurto a noleggio
      Antifurto a noleggio...
      600.00
    • Certificazione delle caldaie a gas
      Certificazione delle caldaie a gas...
      80.00
    • Manutenzione caldaia
      Manutenzione caldaia...
      80.00
    • Kindle paperwhite 3g, schermo da 6 ad alta risoluzione con luce integrata di nuova generazione, 3g gratuito + wi-fi
      Kindle paperwhite 3g, schermo da 6...
      189.00
    • Impianti elettrici, idraulici e automazioni
      Impianti elettrici, idraulici e...
      28.00
    • Posa cartongesso, pitture e pavimentazioni
      Posa cartongesso, pitture e...
      36.00
    • Isolamento acustico
      Isolamento acustico...
      450.00

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE