Detrazione fiscale 50% del box auto

News di Normative
Le spese di realizzo di un box auto, a certe condizioni, si possono detrarre. L'Agenzia delle Entrate ha chiarito che a tal fine non sempre serve il bonifico.
05 Gennaio 2017 ore 16:02

Detrazioni fiscali e realizzo di box auto


Le spese sostenute per la costruzione del box auto a determinate condizioni sono detraibili dall'imposta lorda delle persone fisiche.

serie di boxInfatti, la costruzione del box è tra gli interventi per le cui spese la legge (art. 16-bis, DPR n. 917/1986, T.U.I.R., Il Testo Unico delle Imposte sui Redditi, intitolato «Detrazione delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici») prevede la detrazione fiscale al 36% e con un tetto massimo di spesa di euro 48.000 per unità immobiliare.

In breve, è possibile ottenere una detrazione dall'imposta lorda da corrispondere ai fini IRPEF pari al 36% delle «spese documentate... sostenute ed effettivamente rimaste a carico dei contribuenti che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, l'immobile sul quale sono effettuati gli interventi»; in particolare, per l'ipotesi in esame, deve trattarsi di spese sostenute per la costruzione di autorimesse o posti-auto pertinenziali (anche di proprietà comune) (v. art. 16-bis, co.1, lett.d), TUIR).


Detrazione box auto e Legge di Bilancio 2017


La percentuale ed il tetto di spesa previsti dalla legge sono di questi tempi di anno in anno (dunque per tempi determinati) modificate dalle Leggi di Stabilità.

Detrazione box auto, legge di Bilancio 2017
La legge di Stabilità per il 2017, ora detta Legge di Bilancio, la n.232 dell'11 dicembre 2016 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 297 del 21 dicembre 2016 ha confermato i limiti previsti con la Legge di Stabilità del 2016: pertanto, ai sensi dell'art. 16, D.L. 63/2013 (come ora modificato dalla Legge di Bilancio 2017), per le spese ivi indicate (cioè, per le spese relative agli interventi indicati dall'art. 16-bis, D.P.R. n. 917/1986, il Testo Unico delle Imposte sui Redditi) è prevista una detrazione fiscale fino ad un ammontare complessivo di spesa di euro 96.000 per unità immobiliare; detrazione del 50%, per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2017.


Realizzazione del box auto e acquisto box auto


In particolare, l'art. 16-bis, D.P.R. n. 917/1986, alla lettera d) si riferisce testualmente agli interventi: «d) relativi alla realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali anche a proprietà comune»; ma vale anche per le spese di acquisto di un box già realizzato, limitatamente però ai costi di realizzo comprovati dall'attestazione rilasciata dal costruttore.

Realizzazione e acquisto box auto, detrazioni
Dunque, la spesa che gode della detrazione è quella sostenuta per la realizzazione del bene, ma è ammessa anche quando si acquista un bene già costruito.


Box auto, detrazione fiscale e pertinenzialità


Requisito indispensabile perché l'operazione possa godere della detrazione in parola è quello della pertinenzialità del box rispetto all'abitazione: la pertinenzialità deve risultare con chiarezza, come chiariscono le varie circolari di cui si riferisce più avanti.


Pagamenti, detrazione box auto e Agenzia delle Entrate


Esempio di box di pertinenzaSenza pretesa di esaustività riferiamo qui in sintesi il contenuto di alcune circolari emesse dall'Agenzia dell'Entrate in materia.

In particolare ci riferiamo alla domanda se possono godere delle detrazioni le spese sostenute in assenza di atto (preliminare registrato o rogito) e (alla recentissima questione) se è sia ammesso alla detrazione il pagamento diverso dal bonifico.

Sul punto l'Agenzia si è recentissimamente espressa con la Circolare n. 43/E del 18 novembre 2016.

Con la Circolare n.55 del 2002 l'Agenzia ha riconosciuto la detrazione delle spese sostenute prima del rogito alla condizione che vi fosse un preliminare registrato e che dallo stesso risultasse la pertinenzialità del box.

Con la Risoluzione 38/E del 2008 l'Agenzia ha chiarito che al momento del pagamento si deve poter verificare la pertinenzialità del bene.

Dunque ha escluso che si possano riconoscere le detrazioni nel caso in cui il pagamento sia avvenuto prima del definitivo e senza la stipula (e registrazione) del preliminare da cui risulti il vincolo pertinenziale tra il box e l’immobile, anche se il definitivo è stato stipulato nello stesso periodo d'imposta.

Successivamente, con la Risoluzione n. 7/E del 13 gennaio 2011, l'Agenzia risponde positivamente alla particolare questione riguardante la detraibilità di pagamenti effettuati nello stesso giorno dell'atto, ma qualche ora prima (sempre che sussistano tutte le altre condizioni), motivando che anche se al momento del pagamento la destinazione della pertinenzialità non sia stata attribuita, ma ciò accada comunque nella stessa giornata (anche se qualche ora dopo) con la firma del rogito «la condizione prevista dalla legge ai fini della fruizione del beneficio può considerarsi comunque realizzata».


Detrazione box auto e atto, Circ. 43/E Ag. Entrate: inversione di rotta


Più di recente l'Agenzia ha mostrato un'inversione di rotta: con la Circolare n. 43/E del 18 novembre 2016 ha dichiarato di ritenere applicabile la detrazione anche per i pagamenti effettuati prima dell'atto notarile o in assenza del preliminare registrato, purchè il vincolo pertinenziale risulti «costituito e riportato nel contratto prima della presentazione della dichiarazione dei redditi nella quale il contribuente si avvale della detrazione».

Specificando poi, per quanto qui interessa, che «in generale, può ritenersi possibile che il promissario acquirente di un box pertinenziale... possa beneficiare della detrazione per gli importi versati in acconto sull’acquisto dell’immobile o versati per i lavori di ristrutturazione a condizione che alla data di presentazione della dichiarazione dei redditi siano stati registrati il preliminare di acquisto o il rogito».


Detrazione box e bonifico, Circ. 43/E Ag. Entrate: altra inversione di rotta


Con la stessa Circolare l'Agenzia dell'Entrate ha poi chiarito un importante dubbio.

Rispondendo ad un quesito posto da un contribuente, l'Agenzia spiega che per potere usufruire della detrazione non è necessario il bonifico bancario/postale.

calcoli e pagamentiNel caso in cui infatti il pagamento sia avvenuto tramite altre modalità (es. assegni bancari), si può comunque godere del benefico percorrendo determinati passi, che riportiamo brevemente.

L'Agenzia premette che il pagamento mediante bonifico è stato previsto dal DM n. 41 del 1998, il quale specifica (v. art.4) che altre modalità di pagamento non consentono la fruizione dell'agevolazione.

Aggiunge l'Agenzia che il pagamento mediante il bonifico bancario/postale ha acquisito, peraltro, una funzione strumentale all’applicazione della ritenuta d’acconto, che le banche e Poste Italiane devono operare (v. art. 25, DL. 78/2010 ed il provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 30 giugno 2010) nei confronti di coloro nei cui confronti vengono accreditati i compensi per la realizzazione dell'intervento.

Così come si era esclusa la fruibilità della detrazione nel caso in cui la non corretta compilazione del bonifico impedisse la detta ritenuta d'acconto, salva la ripetizione del pagamento in modo corretto (Circ. Ag. Entrate n. 55/2012).


Ebbene, con la Circolare 43/E l'Agenzia ammette la detrazione anche se il pagamento mediante bonifico non è più ripetibile purché «risulti comunque soddisfatta la finalità della norma agevolativa, tesa alla corretta tassazione del reddito derivante dalla esecuzione delle opere di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica».

Si ammette dunque una modalità di pagamento diversa dal bonifico.

A determinate condizioni, però: il pagamento deve risultare dall'attestato dell'atto notarile e il venditore deve fornire all'acquirente, oltre alla certificazione del costo di realizzo del box, «una dichiarazione sostitutiva di atto notorio che attesti che i corrispettivi accreditati a suo favore sono stati inclusi nella contabilità dell’impresa ai fini della loro concorrenza alla corretta determinazione del reddito del percipiente».

Inoltre, prosegue l'Agenzia, la detrazione è possibile anche nei casi in cui il bonifico sia stato effettuato sì, ma in maniera non corretta impedendo alle banche e alle Poste Italiane di effettuare correttamente la ritenuta suindicata: a tali fini il beneficiario dell’accredito deve attestare «nella dichiarazione sostitutiva di atto notorio di aver ricevuto le somme e di averle incluse nella contabilità dell’impresa ai fini della loro concorrenza alla corretta determinazione del suo reddito».

Il contribuente dovrà esibire la detta documentazione al professionista o al CAF per la compilazione della dichiarazione dei redditi, o, comunque, se richiesto, agli uffici dell'amministrazione finanziaria.

Come sempre, consigliamo la consulenza di professionisti esperti e la lettura integrale dei testi.

Articolo: Come ottenere la detrazione 50 per box auto
Valutazione: 1.52 / 6 basato su 21 voti.

Come ottenere la detrazione 50 per box auto: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI Alert Commenti
  • Kettj
    Kettj
    2 giorni fa
    Nel caso da me sopra esposto il mio dubbio riguarda l'attestazione del costruttore con le spese di realizzazione del box.
    Nella nostra situazione di costruzione su un terreno di proprietà non dovrebbe essere necessaria.
    Giusto?
    rispondi al commento
    • Svevavolo
      Svevavolo Kettj
      2 giorni fa
      A me risulta che l'attestazione sia necessiara anche nel tuo caso.
      rispondi al commento
  • Kettj
    Kettj
    2 giorni fa
    Sto costruendo un' abitazione congarage interrato pertinenziale ad essa su un terreno di mia proprietà appaltando il lavoro a terzi.
    Credo che questo caso possa essere visto come costruzione in proprio e pertanto ai fino della detrazione attestino le fatture emesse dall impresa relative alla fornitura e posa in opera del box pertinenziale. ( l'importo da considerare ai fini della detrazione e' quello comprensivo d IVA).
    Sono detraibili anche le spese di progettazione e le altre spese accessorie alla costruzione. 
    È corretto?
    rispondi al commento
  • Mattia
    Mattia
    Mercoledì 15 Febbraio 2017, alle ore 12:19
    Sto costruendo un nuovo garage e nella relazione tecnica all'interno della D.I.A. Piano Casa presentata in comune c'è scritto in modo esplicito che sarà pertinenza dell'abitazione.
    È sufficiente per ottenere la detrazione del 50%?
    rispondi al commento
    • Svevavolo
      Svevavolo Mattia
      Giovedì 16 Febbraio 2017, alle ore 17:51
      Ciao Mattia, non sono un'esperta, ma (visto che non compra da altri il garage) mi sembra sia sufficiente l'indicazione nell'istanza di avvio della pratica al comune e nel titolo edilizio; sufficiente, per indicare la pertinenza; poi ci vogliono ovviamente gli altri adempimenti.
      rispondi al commento
  • Svevavolo
    Svevavolo
    Giovedì 2 Febbraio 2017, alle ore 12:20
    Un conto è la detrazione mutui casa principale (che può comprendere anche le ristrutturazioni), se è questa a cui ti riferisci, un conto è quella per le ristrutturazioni, tra cui c'è quella dei box, di cui parla l'articolo. E, da quanto mi risulta, per la seconda, puoi portare in detrazione solo le spese sostenute per la realizzazione.  
    rispondi al commento
  • Siro
    Siro
    Martedì 31 Gennaio 2017, alle ore 19:51
    Avrei una domanda: è possibile portare in detrazione nel mod. 730 parte delle varie imposte di  registro, ipo-catastali e delle spese notarili sostenute per l'acquisto del box pertinenziale?
    Assimilando l'acquisto a quello per la prima casa, dovrebbe essere consentito.
    rispondi al commento
  • Fernanda
    Fernanda
    Martedì 10 Gennaio 2017, alle ore 14:53
    Sto acquistando un appartamento da un privato.
    Contemporaneamente acquisto 3 garages tutti pertinenziali nello stesso immobile, però dall'impresa costruttrice.
    La pertinenzialità verrà dichiarata dal notaio con l'atto di compravendita.
    Posso avere la detrazione del 50% su tutti i garages?
    rispondi al commento
    • Svevavolo
      Svevavolo Fernanda
      Giovedì 12 Gennaio 2017, alle ore 10:11
      Non sono un'esperta, ma mi parrebbe di sì, visto che la legge non pone limiti al numero di pertinenze. Occhio però al limite massimo delle spese ammesse in detrazione, al momento di euro 96.000
      rispondi al commento
  • Alessandro Caso
    Alessandro Caso
    Venerdì 6 Gennaio 2017, alle ore 17:44
    Mia moglie ha comprato un box di nuova costruzione da costruttore nel 2015.
    Poi sempre nello stesso comune ma nel 2016  ha acquistato un appartamento come prima casa.
    Le domande sono due:
    1- il box come faccio a farlo diventare pertinenza?
    2- posso sperare di farle fare la detrazione del box nella dichiarazione del 2017?
    Abbiamo pagato con assegno il box.
    Dovrei inoltre farmi fare certificazione da costruttore dei costi dei box?
    rispondi al commento
    • Svevavolo
      Svevavolo Alessandro Caso
      Giovedì 12 Gennaio 2017, alle ore 10:12
      Ciao, la circolare n.43/E ammette la detrazione anche per le spese sostenute prima della dichiarazione di pertinenzialità, su un preliminare di vendita registrato o su rogito, sempre che detta dichiarazione risulti nel contratto entro la dichiarazione dei redditi.Però la circolare non tratta esplicitamente il caso (come il tuo) del box acquistato prima della casa... non sono sicura che in questo caso si possa usufuire della detrazione... Inoltre, ti può essere utile sapere che la circolare n. 95/2000 ha ammesso a determinate condizioni la detrazione anche se la dichiarazione è successiva all'anno in cui le spese sono state sostenute, ecco il link alla circolare
      rispondi al commento
      • Alessandro Caso
        Alessandro Caso Svevavolo
        Giovedì 12 Gennaio 2017, alle ore 21:06
        Grazie della risposta.Quindi non avrò mai certezza di poterlo fare visto che non se ne parla esplicitamente?
        Posso interessare secondo lei  o porre il quesito ad AdE o ad altri?
        rispondi al commento
        • Svevavolo
          Svevavolo Alessandro Caso
          Venerdì 13 Gennaio 2017, alle ore 14:26
          Non sono un'esperta e visto che la legge non è esplicita (perlomeno, così mi risulta) non mi sento di dare risposte definitive, ecco tutto. Certamente ti può aiutare chiedere all'Agenzia delle Entrate (immagino che AdE stia per Agenzia delle Entrate) presso gli uffici oppure, ancora meglio, proponendo interpello scritto all'Agenzia. Ecco il link http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Documentazione/Interpello/Come+e+dove+presentare+istanza+interpello/
          rispondi al commento
    • Svevavolo
      Svevavolo Alessandro Caso
      Giovedì 12 Gennaio 2017, alle ore 10:13
      Http://def.finanze.it/DocTribFrontend/getPrassiDetail.do?id={8CBADACB-F04B-4DA1-9CF9-FAE0C4B22B8A}
      rispondi al commento
  • Stefano
    Stefano
    Mercoledì 4 Gennaio 2017, alle ore 15:33
    Voglio realizzare un box di pertimenza e usufruire del bonus 50%, l'atto di vincolo pertinenziale va fatto dal notaio o basta registrarlo all'Ufficio Entrate?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Stefano
      Giovedì 5 Gennaio 2017, alle ore 08:58
      Nulla di tutto questo. Il vincolo di pertinenza deve essere inserito al momento della presentazione della pratica urbanistica al Suo comune e deve essere riportato sul permesso a costruire. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Roberto
    Roberto
    Sabato 31 Dicembre 2016, alle ore 19:30
    Quest'anno (2016) ho acquistato una casa in costruzione in provincia di Torino con annesso box e ho fatto il compromesso.
    L'atto notarile è previsto per Giugno 2017.
    L'attuale casa (ubicata a Torino e acquistata 11 anni fa con annesso un box) l'ho venduta (atto notarile previsto per Giugno 2017) mentre il box no.
    Volevo sapere se ero obbligato a vendere il mio attuale box per poter usufruire degli sgravi fiscali previsti per il box della casa nuova che diventerà prima casa.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Roberto
      Martedì 3 Gennaio 2017, alle ore 10:12
      No. L'importante è che l'altro box che acquisterà nel prossimo giugno 2017 venga dichiarato pertinenza della nuova abitazione. Cordiali saluti. 
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Come ottenere la detrazione 50 per box auto che potrebbero interessarti
Requisiti di accesso al bonus mobili per giovani coppie che acquistano casa

Requisiti di accesso al bonus mobili per giovani coppie che acquistano casa

Dal 1 gennaio fino al 31 dicembre 2016 le giovani coppie che acquista un immobile da adibire ad abitazione principale possono usufruire del nuovo bonus arredi.
Detrazioni fiscali per la casa: ecco le guide aggiornate dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni fiscali per la casa: ecco le guide aggiornate dell'Agenzia delle Entrate

Sul sito dell'Agenzia delle Entrate sono scaricabili le guide aggiornate sulle detrazioni fiscali per ristrutturazione, risparmio energetico, acquisto di mobili...
Agevolazione prima casa fruibile per un ulteriore acquisto

Agevolazione prima casa fruibile per un ulteriore acquisto

Dall'1 gennaio 2016 le agevolazioni fiscali per l'acquisto prima casa sono estese a chi ne ha già usufruito, per acquistarne una nuova. Vediamo in che termini.
Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Manovra 2017, ecco tutti i dettagli

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Manovra 2017, ecco tutti i dettagli

Pubblicata la Legge n. 232/2016, che contiene la manovra finanziaria del 2017: confermate le detrazioni fiscali dei lavori in casa. Vediamo le principali novità.
Detrazione 65%: cessione del bonus dai soggetti incapienti alla ditta

Detrazione 65%: cessione del bonus dai soggetti incapienti alla ditta

Dl 2016, la possibilità per soggetti incapienti che eseguono lavori di risparmio energetico su parti comuni di condomini, di cedere l'ecobonus al 65% alla ditta...
Registrati come Utente
273175 UTENTI REGISTRATI
Registrati come Azienda
20963 AZIENDE REGISTRATE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Fancoil sabiana carisma crc 33 kw 5,42 codice 006603 40/45 mq
      Fancoil sabiana carisma crc 33 kw...
      214.00
    • Condizionatore daikin inverter 12000 btu a+ ftx35 km
      Condizionatore daikin inverter...
      468.00
    • Samsung galaxy tab a 2016 ve sm- t580 10.1 16gb wifi white italia no brand
      Samsung galaxy tab a 2016 ve sm-...
      199.00
    • Samsung galaxy tab a 7.0 (2016) t280 wifi black [italia]
      Samsung galaxy tab a 7.0 (2016)...
      119.00
    • Biasi caldaia convenzionale a camera aperta basica
      Biasi caldaia convenzionale a...
      595.00
    • Immergas caldaia murale istantanea a condensazione victrix
      Immergas caldaia murale istantanea...
      1190.00
    • Biasi caldaia a condensazione parva recupera e
      Biasi caldaia a condensazione...
      1049.00
    • Velocipede cityroller
      Velocipede cityroller...
      52.00
    • Samsung galaxy tab a 10 1 2016 16gb 3g 4g sm-t585 - garanzia italia ( findomestic 10 rate tasso zero )
      Samsung galaxy tab a 10 1 2016...
      255.00
    • Robomow tosaerba automatico rx20
      Robomow tosaerba automatico rx20...
      649.00
    • Robomow tosaerba automatico rx12
      Robomow tosaerba automatico rx12...
      499.00
    • Bestway piscina idromassaggio da giardino esterno gonfiabile riscaldata rotonda ø 196x71h cm - lay-z-spa palm springs - 54129 nuova gamma 2016
      Bestway piscina idromassaggio da...
      449.93
    • Square 12: sedia moderna
      Square 12: sedia moderna...
      139.00
    • Serramenti risparmio energetico
      Serramenti risparmio energetico...
      220.00
    • Posa autobloccante
      Posa autobloccante...
      29.00
    • Fornitura e posa parquet
      Fornitura e posa parquet...
      48.00
    • Stufa a pellet idro focolare palazzetti ecofire da inserimento idro 18 kw
      Stufa a pellet idro focolare...
      3.10
    • Climatizzatore dual split 7+12 dc inverter classe a++a++ nuova gamma 2017
      Climatizzatore dual split 7+12 dc...
      678.00
    • Kindle 8th gen (2016) nero
      Kindle 8th gen (2016) nero...
      69.99
    • Climatizzatore condizionatore daikin inverter serie siesta dc eco plus atxn35nb 12000 btu - produzione 2016
      Climatizzatore condizionatore...
      463.00
    • Corsi formativi gratuiti
      Corsi formativi gratuiti...
      1.00
    • Impara l'ora piccolo orso
      Impara l'ora piccolo orso...
      12.00
    • Bonifica serbatoio gasolio
      Bonifica serbatoio gasolio...
      1200.00
    • Pali torniti in legno castagno garanzia 25
      Pali torniti in legno castagno...
      11.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Immobiliare.it
  • Policarbonato.online
  • Weber
  • Onlywood
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO

Bifamiliare indipendente con ampio...

€ 800 000.00
foto 6 Parma
Scade il 31 Dicembre 2017

Mollettone copritavolo trasparente...

€ 68.00
foto 1 Cagliari
Scade il 31 Marzo 2017

Vendo appartamento centro storico...

€ 90.00
foto 2 Catania
Scade il 31 Dicembre 2017

Vendo cabina doccia idromassaggio

€ 599.00
foto 0 Messina
Scade il 01 Agosto 2017
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
83037

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.