Coltivazione dei germogli azuki

News di Giardino
Come coltivare semplicemente in ambiente domestico i germogli di fagiolo azuki, utilizzando contenitori di riciclo o germogliatori specifici in ceramica o terracotta.
Coltivazione dei germogli azuki
Arch. Valentina Caiazzo
Arch. Valentina Caiazzo

germogliQuando si sente parlare di germogli, difficilmente non si pensa a qualche piatto etnico o orientale. Ma forse non tutti sanno che i germogli sono ampiamente utilizzati in cucina anche dalle nostre parti, in ricette gustose e sane.

I germogli sono in realtà dei semi germogliati. Sono i semi di alcuni cereali e specie orticole vegetali, che vengono coltivati per essere sfruttati sotto questa forma proprio in cucina.

Facili da preparare,  di essi si mangia tutto e che hanno un sapore notevole sia da soli che accompagnati a piatti particolari.

I germogli sono molto ricchi di sostanze nutritive e sono gettonati anche per i principi nutritivi che contengono al loro interno.

Molti semi e legumi una volta cotti perdono le loro sostanze nutritive; per questo motivo la germinazione rende il tutto più digeribile e consumabile senza problemi. Tra i semi da utilizzare a questo scopo troviamo la soia, l’avena, il riso integrale, i ceci e le lenticchie.

I più venduti invece sono gli azuki verdi, gli adzuki rossi, gli alfa-alfa e il fieno greco.

Non tutti sanno però che la coltivazione di alcuni di questi germogli è facilmente replicabile a casa, consumandoli direttamente freschi una volta cresciuti.


Germogli di fagiolo azuki

fagioli adzukiChiamato anche fagiolo mungo, il fagiolo azuki è un tipo di fagiolo molto utilizzato per creare i germogli. Il suo nome botanico è Vigna angularis ed è una specie molto affine al classico fagiolo.

La pianta in realtà è un’erbacea arbustiva la cui altezza spazia da 30 – 35 cm fino anche quasi al metro.

I semi dei fagioli azuki sono contenuti all’interno dei frutti che si caratterizzano come baccelli di 8 - 10 cm di lunghezza. I semi hanno la classica forma a fagiolo, ma dimensioni molto più piccole. Le tonalità sono diverse: si va dal rosso, fino al verde. Per tutti la caratteristica base è quella particolare linea vicino all’occhio, di colore bianco.

Già molto utilizzato in Oriente in epoche storiche, il fagiolo azuki in realtà è ancora molto usato in Cina e in Giappone, dove raggiunge il livello di secondo legume più consumato dopo la classica soia.

germogli freschiI germogli di fagiolo azuki sono facilmente coltivabili anche in ambiente domestico. Per l’operazione occorre procurarsi un contenitore in vetro o ceramica che abbia un’apertura piuttosto ampia in modo che l’aria possa circolare all’interno anche quando i germogli saranno cresciuti.

Una volta scelto il contenitore, bisogna procurarsi un pezzo di tela, una retina di plastica o un coperchio forato.

Si inizia il processo di coltivazione lasciando a bagno il primo giorno i semi, con uno strato d’acqua di almeno  3 - 5 cm. Il recipiente andrà coperto con un canovaccio e l’acqua, se la temperatura esterna non è troppo mite, potrà anche essere leggermente tiepida.

Con questa tecnica i fagioli dopo qualche ora iniziano a gonfiarsi e la loro pelle inizia anche a spaccarsi. Questo processo è fondamentale per la germinazione.

germogli azukiUna volta che la pelle si è rotta, i fagioli azuki possono essere scolati usando un classico colino da cucina. L’operazione di messa in ammollo va ripetuta tre o quattro volte.

Quando saranno passati 2 giorni si può procedere solo al risciacquo dei semi due volte al giorno, senza più lasciarli in acqua. In questo modo nel giro di due – tre giorni si dovrebbero vedere i primi germogli.

Questi saranno così pronti per la consumazione appena avranno raggiunto i 3 cm di altezza.

Se non consumati subito, vanno comunque sciacquati due volte al giorno e successivamente riposti in frigorifero fino al giorno della consumazione che non deve comunque andare troppo in là.

Spesso se lasciati troppo in frigorifero alcuni germogli soprattutto di legumi, assumono un sapore troppo amaro. Per ridurre questo inconveniente si può riporre il contenitore utilizzato per la germogliazione qualche ora durante la giornata alla luce indiretta, in modo da stimolare la clorofilla che aiuta nel rendere il sapore più dolce e piacevole.

La scelta del contenitore per la coltivazione dei germogli è fondamentale. Non basta un barattolo qualsiasi. Bisogna evitare innanzitutto la plastica.

I materiali preferibili solo il vetro, la ceramica, come detto sopra, ma anche la terracotta, anche se non deve essere smaltata. Quest’ultima, anzi, ha la particolarità che, essendo porosa, aiuta ad assorbire l’umidità eccessiva e mantiene così la temperatura ideale per a crescita dei germogli.


Germogliatori

 

germogliatoreEsistono anche dei prodotti specifici realizzati in plastica alimentare. Si tratta di germogliatori professionali, studiati proprio per agevolare questa operazione anche in ambiente domestico.

Sul mercato ce ne sono di vario tipo. Si possono anche acquistare online, ad esempio su Macrolibrarsi o su Emporio Ecologico, dove si trovano anche modelli di germogliatori come Bio Snacky, un germogliatore a tre piani dove è possibile coltivare diversi tipi di semi in contemporanea o praticare una coltivazione a scalare, per avere germogli sempre freschi nel tempo.

I prezzi viaggiano tra 20 e 50 euro a seconda della tipologia di germogliatore.

Articolo: Coltivazione dei germogli azuki
Valutazione: 5.86 / 6 basato su 7 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
Commenta su Coltivazione dei germogli azuki
Caratteri rimanenti
  • Valentina
    Lunedì 22 Luglio 2013, alle ore 10:15
    E' la prima volta che faccio germogliare gli azuki.
    Stamane i germogli sono pronti e mi sto chiedendo come impiegare il fagiolo (ormai decorticato) che resta.
    Non credo si possano consumare crudi in insalata come i germogli.
    Sbaglio?
    rispondi al commento
Notizie che trattano Coltivazione dei germogli azuki che potrebbero interessarti
Orto da terrazzo in scatola

Orto da terrazzo in scatola

La schiera degli orticoli urbani è sempre più in aumento. Persone che vogliono ritrovare il contatto con la terra e i suoi prodotti, anche abitando in
Salsola, Agretti o Barba dei frati

Salsola, Agretti o Barba dei frati

Perlopiù individuati mediante nomi dialettali, gli agretti sono delle piante annuali spontanee, coltivate spesso per i preziosi germogli.
Avocado casalingo

Avocado casalingo

Come coltivare una piccola pianta di avocado anche a casa, semplicemente utilizzando qualche piccolo accorgimento e il seme del frutto appena mangiato.
Orto cittadino

Orto cittadino

Si sta diffondendo sempre di più nelle persone la voglia e il bisogno di mangiare sano, di sentirsi in sintonia con la natura e ritornare indietro alle
Coltivazione della patata in bidone o sacco

Coltivazione della patata in bidone o sacco

La coltivazione della patata non è complicata e può anche essere effettuata in sacco o in bidone, sfruttando il metodo della rincalzatura alla base.
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE







SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Lechuza - bacino
      Lechuza - bacino...
      27.00
    • Inerti, sabbia, ghiaia, pietrame
      Inerti, sabbia, ghiaia, pietrame...
      15.00
    • Lechuza - cubico cottage 30
      Lechuza - cubico cottage 30...
      52.00
    • Ristrutturazione bagno
      Ristrutturazione bagno...
      6500.00
    • Posa cartongesso, pitture e pavimentazioni
      Posa cartongesso, pitture e...
      36.00
    • Cuni crispy kg1
      Cuni crispy kg1...
      3.95
    • Ristrutturazione cucina
      Ristrutturazione cucina...
      4000.00
    • Barbeque napoleon serie triumph - 410sb
      Barbeque napoleon serie triumph -...
      712.00
    • Isolamento acustico
      Isolamento acustico...
      450.00
    • Impianti elettrici, idraulici e automazioni
      Impianti elettrici, idraulici e...
      28.00
    • Barbecue a carbonella napoleon
      Barbecue a carbonella napoleon...
      270.00
    • Misura campi elettromagnetici
      Misura campi elettromagnetici...
      200.00

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE