Certificato conformità impianti

News di Normative
Vediamo che cos'è il certificato o dichiarazione di conformità di un impianto, chi è tenuto a rilasciarlo e in quali casi tale documentazione è obbligatoria.
14 Agosto 2012 ore 15:52
Arch. Carmen Granata

Che cos'è il certificato di conformità impianti?


impianto elettricoLa dichiarazione di conformità di un impianto è il documento, rilasciato dal tecnico installatore dello stesso, con il quale si attesta la sua conformità alle norme vigenti e alle specifiche tecniche richieste.

Questo documento venne istituito per la prima volta con la legge n. 46 del 1990, ormai sostituita dal Decreto Ministeriale n. 37 del 22 gennaio 2008, nato con l'intento di riordinare in un unico provvedimento legislativo le norme vigenti relative alla sicurezza degli impianti.
Lo scopo è stato anche quello di garantire la sicurezza e l'incolumità pubblica, scongiurando soprattutto gli incidenti domestici dovuti al cattivo funzionamento degli impianti.

L'impresa installatrice è tenuta alla consegna del certificato di conformità, al termine dei lavori di installazione di un impianto di qualsiasi tipo o del suo integrale rifacimento.

Per gli impianti realizzati prima dell'entrata in vigore della legge, o per i casi nei quali non sia possibile reperire la dichiarazione di conformità, invece, il decreto 37/08 ha introdotto la cosiddetta Dichiarazione di Rispondenza, che deve essere redatta a cura di uno dei soggetti previsti dall'art. 7 comma 6 del DM 37/08.

La dichiarazione di conformità è obbligatoria per tutti i tipi di immobili, quindi anche per le civili abitazioni, e per tutti i tipi di impianti, come:

- impianti elettrici;
- impianti di protezione dalle scariche atmosferiche;
- impianti di automazione di porte e cancelli;
- impianti radiotelevisivi;
- impianti di riscaldamento, condizionamento e climatizzazione;
- impianti idro – sanitari;
- impianti gas;
- impianti di sollevamento (ascensori, montacarichi, scale mobili e simili);
- impianti di protezione antincendio.


Contenuti del certificato di conformità impianti


Il certificato viene redatto sulla base di un modello pubblicato in allegato al D. M. 37/08.
Il modello è stato poi modificato con la pubblicazione del Decreto 19 maggio 2010 Modifica degli allegati al decreto 22 gennaio 2008, n. 37, concernente il regolamento in materia di attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici.

impianto idricoPer la Dichiarazione di rispondenza, invece, non esiste un modulo standard, ma nella pratica l'installatore dovrà redigere una sorta di relazione tecnica nella quale si attesti l'esecuzione dell'impianto alla regola dell'arte.

La dichiarazione di conformità di un impianto deve contenere una serie di dati obbligatori, così come da modello approvato dal Ministero del Lavoro, come il tipo di impianto, i dati del responsabile tecnico dell'impresa, del committente e del proprietario dell'immobile, i dati relativi all'ubicazione dell'impianto, i materiali impiegati e la rispondenza alle norme vigenti.

Il certificato deve contenere una serie di allegati, la cui assenza ne determina la nullità, che sono:
- il progetto dell'impianto, obbligatorio solo per immobili con determinate caratteristiche dimensionali;
- lo schema di impianto (laddove non c'è il progetto);
- la relazione tipologica (o elenco dei materiali);
- il certificato di iscrizione alla Camera di Commercio della ditta.

La Dichiarazione di conformità deve essere redatta in diverse copie, che vanno consegnate all'utilizzatore dell'impianto e al committente, due delle copie vanno firmate dal committente per ricevuta, e una di esse deve essere presentata dall'installatore allo Sportello Unico dell'Edilizia del comune in cui è ubicato l'impianto.


Per quali usi è richiesto il certificato di conformità impianti?


È importante che l'impresa rilasci al committente il certificato di conformità degli impianti perché, oltre ad attestare la corretta esecuzione degli stessi, il suo utilizzo è obbligatorio per diversi adempimenti burocratici, come la richiesta del certificato di agibilità di un immobile.

Altri adempimenti per il quali può essere richiesto il certificato sono la richiesta di nulla osta sanitario per le attività commerciali e quella di Certificato Prevenzione Incendi.

In ogni caso ricordiamo che per il mancato rilascio del certificato da parte dell'impresa, sono previste sanzioni amministrative che vanno da 1.000 a 10.000 euro.

rogitoLa dichiarazione di conformità, inoltre, deve essere allegata all'atto di rogito in caso di vendita di un immobile o trasferimento a qualsiasi titolo.
Tuttavia, secondo le interpretazioni correnti della legge la mancata allegazione del documento nell'atto di rogito non ne determina la nullità.
In pratica l'allegazione del documento non è obbligatoria ma nel caso in cui esso non sia presente, ciò deve essere indicato nell'atto e l'acquirente dovrà impegnarsi a sue spese far adeguare l'impianto alle norme. Per questo motivo potrà richiedere al venditore uno sconto sul prezzo di acquisto.

La stessa documentazione prevista in caso di trasferimento dell'immobile, deve essere consegnata anche in caso di locazione, comodato o qualunque altro genere di utilizzo, anche se la legge consente di derogare a questo obbligo, su accordo di entrambe le parti.

Articolo: Certificato conformità impianti
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 283 voti.

Certificato conformità impianti: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI Alert Commenti
  • Piero
    Piero
    2 giorni fa
    Sto vendendo un immobile del 1979, successione da mio fratello nel 2000. Il progetto fine anni 70 prevedeva abitazione su 2 livelli + mansarda, di fatto però mio fratello costrui solo 1 livello + mansarda e modifico alcuni tramezzi interni.
    Ora debbo vendere l'immobile, il tecnico che mi segue, ha fatto un progetto di "Accertamento di doppia conformità per modifiche interne e per non aver realizzato il primo piano".
    Il comune, dopo il pagamento di una sanzione forfettaria mi ha rilasciato la concessione edilizia.
    Per ottenere l'agibilità mi chiede le certificazioni degli impianti elettrici e idraulici.
    Visto che l'abitazione è della fine degli anni 70 il tecnico dovrebbe fare una "Dichiarazione di Rispondenza"?
    Devo rifare gli impianti?
    rispondi al commento
  • Rino
    Rino
    3 giorni fa
    Acquistai nel 2009 un appartamento che in precedenza era un magazzino, trasformazione avvenuta con DIA aperta e chiusa regolarmente e con rilascio di certificato di agibilità.
    Oggi mi viene richiesta dal condominio la documentazione inerente ai corretti allacciamenti e collaudi degli impianti idrici sanitari.Ovviamente tale documentazione non è in mio possesso ed al comune risulta essere presente solo un originario progetto fognario  del 1904.
    A chi posso rivolgermi per esaudire le richieste (discutibili) del condominio per quanto riguarda la documentazione inerente i corretti allacciamenti alla rete fognaria e collaudo?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Rino
      2 giorni fa
      Se effettivamente è stata presentata la Dia per il cambio di destinazione d'suo, va fatta al comune una ricerca più accurata e chiedere il rilascio di una copia degli atti depositati. In alternativa potrebbe contattre il tecnico redattore della pratica edilizia che, sicuramente, avrà una copia nell'archivio del Suo studio. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Anna
    Anna
    Giovedì 9 Marzo 2017, alle ore 16:02
    Vorrei sapere quali sono gli allegati obbligatori per le certificazioni di impianto a gas e impianto idro-sanitario relativi a manutenzione straordinaria.
    Il mio idraulico non mi ha fornito la certificazione dell'impianto idro-sanitario (sono passati almeno 3 mesi) mentre per l'impianto a gas mi ha fornito un unico allegato ovvero la visura camerale. Aggiungo anche che il tubo flessibile del piano cottura non è nemmeno a norma perchè tocca il retro del forno ed è lungo almeno 230cm.
    Per la sostituzione del calorifero con scaldasalviette, anche, non mi ha rilasciato niente.
    E sostiene che non serve nemmeno per la predisposizione dell'impianto di condizionamento.
    Esiste un ente che possa tutelarmi e assistermi?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Anna
      Lunedì 13 Marzo 2017, alle ore 09:32
      Ogni modifica sostanziale degli impianti esistenti in una abitazione vanno redatte le relative certificazioni. A seconda dell'intervento eseguito il certificato deve contenere una serie di allegati, la cui assenza ne determina la nullità, che sono: 1) il progetto dell'impianto, obbligatorio solo per immobili con determinate caratteristiche dimensionali; 2) lo schema di impianto (laddove non c'è il progetto);3) la relazione tipologica (o elenco dei materiali); 4) il certificato di iscrizione alla Camera di Commercio della ditta. Sulla sostituzione del calorifero andava rilasciata un attestato di regolare esecuzione e di rispondenza. Le denunce per violazioni vanno fatte al comune a alla Camera di Commercio. Cordiali saluti. 
      rispondi al commento
  • Fabio
    Fabio
    Giovedì 9 Marzo 2017, alle ore 15:47
    Ho acquistato casa in appartamento di una palazzina composta da 20 appartamenti costruita nel 2012.
    La ditta che ha fatto gli impianti è fallita nel 2013 ed è subentrata un'altra azienda per terminare il lavoro che è stato solo di montaggio sanitari e rare modifiche al sistema idrico.
    Quest'ultima non vuole rilasciare la conformità in quanto non vuole prendersi responsabilità dell'impianto idraulico fatto dal precedente installatore e di cui lui non ha fatto.
    Ha davvero delle responsabilità così serie nel dare la conformità del sistema idrico sanitario? lui ha paura che nel caso di allagamenti futuri oppure di problematiche venga addebitata a lui la responsabilità pur non avendo fatto gli impianti!
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Fabio
      Lunedì 13 Marzo 2017, alle ore 09:06
      L'art. 1669 del c.c. estende la garanzia decennale, oltre alle parti strutturali dell'edificio, anche agli impianti.  Ai sensi del DM 37/08, art. 7, comma 6, la dichiarazione di conformità, però, può essere sostituita dalla cosiddetta Dichiarazione di Rispondenza, che deve essere redatta a cura di uno dei soggetti incaricati. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Gloria
    Gloria
    Mercoledì 8 Marzo 2017, alle ore 22:25
    Ho affittato a febbraio 2017 un negozio, precedentemente adibito a pizzeria al taglio, per esercitare l'attività di toelettatrice.
    Il comune per rilasciarmi l'agibilità del locale all'esercizio dell'attività di toelettatura appunto, richiede la CILA per il cambio d'uso, da pizzeria a toelettatura, e i certificati di conformità degli impianti elettrico e idraulico intestati alla sottoscritta.
    Posso gentilmente sapere se i proprietari del negozio, dovevano effettuare a loro spese questo aggiornamento d'uso e delle dichiarazioni di conformità, per renderlo adatto ad essere affittato come toelettatura, prima di procedere col contratto d'affitto?
    Se sono in pratica a loro carico questi oneri?
    Cosa dice esattamente la Legge?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Gloria
      Lunedì 13 Marzo 2017, alle ore 08:51
      Salvo accordi diversi, le opere di adeguamento di un negozio ad una nuova o diversa attività commerciale, sono a carico dell'affittuario. Spesso i costi di questa operazione vengono "spalmati" in due, tre anni con un canone agevolato per il rientro delle spese e per l'avviamento della stessa. Nello specifico, la legge lascia ampi margini alla trattativa tra le parti. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Carolina
    Carolina
    Domenica 5 Marzo 2017, alle ore 19:16
    Mio padre fece installare gli impianti elettrici 20 anni fa da una ditta, pero' ora non troviamo più il certificato, e non ci ricordiamo il nome della ditta.
    É possibile che il comune abbia una copia depositata?
    Se ci rivolgiamo al comune potremmo avere una copia ?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Carolina
      Lunedì 6 Marzo 2017, alle ore 10:31
      Il comune è custode di tutti gli atti depositati nel tempo.  Se è stata presentata, ha titolo per chiedere il rilascio di una copia conforme. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Andrea
    Andrea
    Martedì 28 Febbraio 2017, alle ore 12:40
    Se il mio Certificato di conformità elettrica per manutenzione straordinaria e senza il progetto perchè non rientra nelle opzioni presenta solo la firma del dichiarante e non del tecnico è corretto?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Andrea
      Giovedì 2 Marzo 2017, alle ore 12:56
      Se l'impianto non rientra nella casistica indicato dall'art. 5 del D.M. 37/2008 e s.m.i. è possibile non presentare il progetto al Suo comune senza la firma del tecnico. Rimane, però, a carico del responsabile della ditta installatrice/esecutrice la redazione di un progetto semplificato con l'allegato schema planimetrico ed una relazione tecnica sui materiali utilizzati. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Valentinatontini
    Valentinatontini
    Lunedì 6 Febbraio 2017, alle ore 13:42
    Buongiorno,5 anni fa ho acquisto una casa ed ero del tutto estranea del certificato di conformità della caldaia. Nel rogito nulal è menzionato al riguardo. Non posso chiederla al vecchio proprietario perchè defunto e gli eredi a quanto sembra non sanno nulla. Ho contattato la società che fece a suo tempo l'installazione della caldaia. Vorrei sapere se hanno l'obbligo di conservare la documentazione e se, su richiesta, devono fornire un duplicato del certificato. La caldaia è stata montata nel 2010. Grazie
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Valentinatontini
      Martedì 7 Febbraio 2017, alle ore 08:43
      La ditta installatrice ha sempre una copia della documentazione dei servizi prestati, che su richiesta, posso rilasciare una copia. L'altra ipotesi è di rifare ex-novo il libretto incaricando un tecnico o una nuova ditta che Le attesterà la conformità, previa le opportune verifiche del caso. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Nadia
    Nadia
    Lunedì 30 Gennaio 2017, alle ore 10:11
    Due anni fa abbiamo comprato casa.
    Il precedente proprietario ha fatto parecchi lavori da solo.
    Nel comprare la casa non sapevamo delle certificazioni degli impianti.
    Ora, a distanza di due anni, non riusciamo a farcele dare dall'ex proprietario.La mia domanda è: anche se sono passati due anni, ho diritto a pretendere tali certificazioni?
    Perché nel caso mi rivolgerei ad un avvocato.
    Anche perchè se dovessi vendere casa mi troverei con una grossa gatta da pelare.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Nadia
      Martedì 31 Gennaio 2017, alle ore 09:46
      Prima di ogni azione, si accerTi di cosa è stato riportato nel rogito.  Se il venditore ha dichiarato che gli impianti della casa alienata non rispondevano alle norme vigenti in materia, la Sua è una accettazione dello stato di fatto. Diversamente ha facoltà di richiedere i danni subìti e subendi. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Nadia
        Nadia Pasquale
        Mercoledì 8 Febbraio 2017, alle ore 14:21
        Alla fine l'ex proprietario ci ha detto che l'impianto idraulico l'ha fatto lui con il padre, e che l'impianto elettrico l'ha fatto un elettricista che nel frattempo è fallito ed è irreperibile.
        Ora non so più che fare, troverò qualcuno che possa certificare un impianto?
        Se fatto prima del 27 marzo 2008 dovrebbe essere sufficiente il DIRI, ma se il fine lavori della ristrutturazione è stato dato dopo? Sono disperata, che faccio?
        rispondi al commento
        • Pasquale
          Pasquale Nadia
          Giovedì 9 Febbraio 2017, alle ore 22:33
          Si affidi con fiducia ad una ditta installatrice del luogo in cui abita e si faccia fare la verifica con l'eventuale adeguamento dell'impianto. Le farà obbligatoriamente la conformità,  pagando il relativo compenso.  Cordiali saluti. 
          rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Certificato conformità impianti che potrebbero interessarti
Dichiarazione di Conformità

Dichiarazione di Conformità

La dichiarazione di conformità prevista dalle norme vigenti per gli impianti tecnologici civili, che cos'è, a cosa serve e chi la rilascia.
Certificato di idoneita' alloggiativa

Certificato di idoneita' alloggiativa

Il certificato di idoneita' alloggiativa attesta i requisiti igienico sanitari di un alloggio, assumendo come parametri la superficie calpestabile e il numero di abitanti. Viene richiesto agli stranieri per ottenere il...
Scelta delle imprese per la certificazione di conformità degli impianti

Scelta delle imprese per la certificazione di conformità degli impianti

In tema di certificazioni di conformità degli impianti non tutte le imprese possono rilasciare tale documento. Come riconoscerle? Che fare per ottenerlo senza problemi?...
Anagrafica condominiale e dichiarazioni di conformità e rispondenza

Anagrafica condominiale e dichiarazioni di conformità e rispondenza

L'anagrafica condominiale deve contenere una serie informazioni e dati. Che cosa accade se il condomino non dispone delle dichiarazioni di conformità o di rispondenza?...
D.M. 37/08 ed Allegati Gas

D.M. 37/08 ed Allegati Gas

La dichiarazione di conformità a fine lavori di un impianto gas, rilasciata dalla ditta esecutrice, può avere come allegati quelli di richiesta di allaccio gas.
Registrati come Utente
274771 UTENTI REGISTRATI
Registrati come Azienda
21009 AZIENDE REGISTRATE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Makita rp0900j - fresatrice, 900w
      Makita rp0900j - fresatrice, 900w...
      153.31
    • Ariete speedy 1819 mayo - tritatutto, 300 watt
      Ariete speedy 1819 mayo -...
      32.10
    • Beko lavatrice carica frontale capacità di carico 5 kg classe energetica a+ profondità 50 cm centrifuga 800 giri - silenziosa - wb10805i
      Beko lavatrice carica frontale...
      166.38
    • Bomann planetaria impastatrice km 398 cb
      Bomann planetaria impastatrice km...
      165.00
    • Alucobond
      Alucobond...
      30.00
    • Bus scolastico 11 x 36 cm
      Bus scolastico 11 x 36 cm...
      28.00
    • Struttura per l'arrampicata
      Struttura per l'arrampicata...
      39.00
    • Stadia noce di cocco 60 150 cm
      Stadia noce di cocco 60 150 cm...
      10.00
    • Settimino maxi cm.76x41x127h bianco frassinato
      Settimino maxi cm.76x41x127h...
      138.99
    • Minimixer frullatore ad immersione dynamix monoblocco capacità da 5 a 25 litri fino a 50 coperti con variatore di velocità modello junio
      Minimixer frullatore ad immersione...
      389.18
    • Comfee congelatore verticale hs52ln1 classe a+ capacità netta 32 litri colore bianco
      Comfee congelatore verticale...
      125.99
    • Sandisk cruzer ultra flair penna flash da 32gb, usb 3.0, argento
      Sandisk cruzer ultra flair penna...
      16.64
    • Trenino gypsy 68x9x10 cm
      Trenino gypsy 68x9x10 cm...
      29.00
    • Segnali stradali set da 18
      Segnali stradali set da 18...
      13.00
    • Carriola di latta 80 x 37 x
      Carriola di latta 80 x 37 x...
      35.00
    • Angelo custode rosi
      Angelo custode rosi...
      5.00
    • Ferplast sofà prestige: sofà prestige 2
      Ferplast sofà prestige:...
      29.79
    • Tex family coprisedia cuscino rotondo fruit anguria casa e giardino
      Tex family coprisedia cuscino...
      8.90
    • Makita rp1800fxj - fresatrice, 1850w
      Makita rp1800fxj - fresatrice,...
      339.17
    • Sangiorgio congelatore verticale a cassetti capacità 180 litri classe energetica a+ capacità di congelamento 12 kg-24h raffreddamento st
      Sangiorgio congelatore verticale a...
      202.94
    • Tabelline 10 file pallottoliere per imparare a
      Tabelline 10 file pallottoliere...
      8.00
    • Scala in legno e corda max 75
      Scala in legno e corda max 75...
      13.00
    • Set da 3 gatti fermaporta
      Set da 3 gatti fermaporta...
      23.00
    • Gioco tira freccette
      Gioco tira freccette...
      18.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Faidacasa.com
  • Onlywood
  • Officine Locati
  • Weber
  • Immobiliare.it
  • Mansarda.it
  • Faidatebook
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO

Enciclopedie varie istituto geografico...

€ 180.00
foto 3 Parma
Scade il 31 Dicembre 2017

Privato vende appartamento 3 locali...

€ 145 000.00
foto 6 Como
Scade il 01 Aprile 2017

° pianoforte verticale in perfetto...

€ 900.00
foto 4 Parma
Scade il 31 Dicembre 2017

Arredo bagno

€ 500.00
foto 6 Milano
Scade il 31 Dicembre 2017
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
86552

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.