Certificato conformità impianti

News di Normative
Vediamo che cos'è il certificato o dichiarazione di conformità di un impianto, chi è tenuto a rilasciarlo e in quali casi tale documentazione è obbligatoria.
Certificato conformità impianti
Arch. Carmen Granata

Che cos'è il certificato di conformità impianti?


impianto elettricoLa dichiarazione di conformità di un impianto è il documento, rilasciato dal tecnico installatore dello stesso, con il quale si attesta la sua conformità alle norme vigenti e alle specifiche tecniche richieste.

Questo documento venne istituito per la prima volta con la legge n. 46 del 1990, ormai sostituita dal Decreto Ministeriale n. 37 del 22 gennaio 2008, nato con l'intento di riordinare in un unico provvedimento legislativo le norme vigenti relative alla sicurezza degli impianti.
Lo scopo è stato anche quello di garantire la sicurezza e l'incolumità pubblica, scongiurando soprattutto gli incidenti domestici dovuti al cattivo funzionamento degli impianti.

L'impresa installatrice è tenuta alla consegna del certificato di conformità, al termine dei lavori di installazione di un impianto di qualsiasi tipo o del suo integrale rifacimento.

Per gli impianti realizzati prima dell'entrata in vigore della legge, o per i casi nei quali non sia possibile reperire la dichiarazione di conformità, invece, il decreto 37/08 ha introdotto la cosiddetta Dichiarazione di Rispondenza, che deve essere redatta a cura di uno dei soggetti previsti dall'art. 7 comma 6 del DM 37/08.

La dichiarazione di conformità è obbligatoria per tutti i tipi di immobili, quindi anche per le civili abitazioni, e per tutti i tipi di impianti, come:

-    impianti elettrici;
-    impianti di protezione dalle scariche atmosferiche;
-    impianti di automazione di porte e cancelli;
-    impianti radiotelevisivi;
-    impianti di riscaldamento, condizionamento e climatizzazione;
-    impianti idro – sanitari;
-    impianti gas;
-    impianti di sollevamento (ascensori, montacarichi, scale mobili e simili);
-    impianti di protezione antincendio.


Contenuti del certificato di conformità impianti


Il certificato viene redatto sulla base di un modello pubblicato in allegato al D. M. 37/08.
Il modello è stato poi modificato con la pubblicazione del Decreto 19 maggio 2010 Modifica degli allegati al decreto 22 gennaio 2008, n. 37, concernente il regolamento in materia di attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici.

impianto idricoPer la Dichiarazione di rispondenza, invece, non esiste un modulo standard, ma nella pratica l'installatore dovrà redigere una sorta di relazione tecnica nella quale si attesti l'esecuzione dell'impianto alla regola dell'arte.

La dichiarazione di conformità di un impianto deve contenere una serie di dati obbligatori, così come da modello approvato dal Ministero del Lavoro, come il tipo di impianto, i dati del responsabile tecnico dell'impresa, del committente e del proprietario dell'immobile, i dati relativi all'ubicazione dell'impianto, i materiali impiegati e la rispondenza alle norme vigenti.

Il certificato deve contenere una serie di allegati, la cui assenza ne determina la nullità, che sono:
- il progetto dell'impianto, obbligatorio solo per immobili con determinate caratteristiche dimensionali;
-    lo schema di impianto (laddove non c'è il progetto);
-    la relazione tipologica (o elenco dei materiali);
-    il certificato di iscrizione alla Camera di Commercio della ditta.

La Dichiarazione di conformità deve essere redatta in diverse copie, che vanno consegnate all'utilizzatore dell'impianto e al committente, due delle copie vanno firmate dal committente per ricevuta, e una di esse deve essere presentata dall'installatore allo Sportello Unico dell'Edilizia del comune in cui è ubicato l'impianto.


Per quali usi è richiesto il certificato di conformità impianti?


E' importante che l'impresa rilasci al committente il certificato di conformità degli impianti perché, oltre ad attestare la corretta esecuzione degli stessi, il suo utilizzo è obbligatorio per diversi adempimenti burocratici, come la richiesta del certificato di agibilità di un immobile.

Altri adempimenti per il quali può essere richiesto il certificato sono la richiesta di nulla osta sanitario per le attività commerciali e quella di Certificato Prevenzione Incendi.

In ogni caso ricordiamo che per il mancato rilascio del certificato da parte dell'impresa, sono previste sanzioni amministrative che vanno da 1.000 a 10.000 euro.

rogitoLa dichiarazione di conformità, inoltre, deve essere allegata all'atto di rogito in caso di vendita di un immobile o trasferimento a qualsiasi titolo.
Tuttavia, secondo le interpretazioni correnti della legge la mancata allegazione del documento nell'atto di rogito non ne determina la nullità.
In pratica l'allegazione del documento non è obbligatoria ma nel caso in cui esso non sia presente, ciò deve essere indicato nell'atto e l'acquirente dovrà impegnarsi a sue spese far adeguare l'impianto alle norme. Per questo motivo potrà richiedere al venditore uno sconto sul prezzo di acquisto.

La stessa documentazione prevista in caso di trasferimento dell'immobile, deve essere consegnata anche in caso di locazione, comodato o qualunque altro genere di utilizzo, anche se la legge consente di derogare a questo obbligo, su accordo di entrambe le parti.

Articolo: Certificato conformità impianti
Valutazione: 5.09 / 6 basato su 220 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
Commenta su Certificato conformità impianti
Caratteri rimanenti
  • Inquilino
    Mercoledì 20 Maggio 2015, alle ore 12:39
    Grazie Arch.! Cmq non c'è verso: si ostina a dire che non puo certificare perchè è intervenuto in un impianto non a norma (secondo lui - anche se è in regola secondo le norme vigenti all'epoca) e che basta la fattura dove descrive l'intervento...
    rispondi al commento
    • Arch.granata Inquilino
      Mercoledì 20 Maggio 2015, alle ore 12:51
      Obiettivamente non può certificare che l'impianto è a norma, se non lo è!
      rispondi al commento
      • Inquilino Arch.granata
        Mercoledì 20 Maggio 2015, alle ore 13:08
        Ma io voglio che mi certifichi il suo intervento, le due prese e non tutto l'impianto che sicuramente era a norma quando è stato fatto. Che cosa devo chiedergli allora?
        rispondi al commento
        • Arch.granata Inquilino
          Giovedì 21 Maggio 2015, alle ore 09:57
          Non esiste una conformità "parziale": l'installatore può certificare la conformità di un nuovo impianto o la rispondenza di uno esistente. Se non lo sono può indicare le misure da mettere in atto per adeguarlo, ma rimane esente da ogni responsabilità.
          rispondi al commento
          • Inquilino Arch.granata
            Giovedì 21 Maggio 2015, alle ore 10:49
            Grazie della risposta! un'ultima cosa che non capisco: se gli impianti realizzati prima del dm2008 o 46/90 si considerano a norma e vale il certificato dell'epoca, perchè quando si fa un'intervento straordinario, aggiunta di una o due prese, decade tale certificato?
            rispondi al commento
            • Arch.granata Inquilino
              Giovedì 21 Maggio 2015, alle ore 11:36
              Nel momento in cui l'impianto viene modificato, deve essere adeguato alle norme vigenti.
              rispondi al commento
              • Inquilino Arch.granata
                Giovedì 21 Maggio 2015, alle ore 12:27
                Mah...sincermante non capisco :( io metto un boiler elettrico, aggiungo una presa e, anche non essendo proprietario, devo adeguare tutto l'impianto in tutte le stanze? boh
                rispondi al commento
  • Inquilino
    Martedì 19 Maggio 2015, alle ore 14:35
    Salve, ho aggiunto due prese a casa ma l'elettricista dice che non mi puo lasciare la dichiarazione di conformità per questo intervento (se no deve dichiarare la conformità per tutto l'impianto che non ha fatto lui che forse non è a norma) e che basta la fattura dove è indicato l'intervento. E' vero?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Inquilino
      Mercoledì 20 Maggio 2015, alle ore 09:39
      L'aggiunta di 2 prese costituisce intervento di manutenzione straordinaria dell'impianto e, come tale, necessita di Di.Co. o dichiarazione di rispondenza dell'impianto esistente.
      rispondi al commento
      • Inquilino Arch.granata
        Mercoledì 20 Maggio 2015, alle ore 12:37
        Grazie Arch.! Cmq non c'è verso: si ostina a dire che non puo certificare perchè è intervenuto in un impianto non in norma (secondo lui - anche se è in regola secondo le norme viggenti all'epoca) e che basta la fattura dove descrive l'intervento...
        rispondi al commento
  • Damianiv
    Venerdì 10 Aprile 2015, alle ore 17:52
    Salve, ho acquistato,da circa 5 anni, un appartamento nuovo in un parco con tutti i certificati di conformità non essendo la mia dimora fissa solo ora mi sono accorto di una perdita di gas. La perdita sicuramente si verifica dal contatore posto a circa 50 metri da mio appartamento e la chiave di arresto posta all'accesso. L'impianto è tutto interrato ci possono essere colpe dell'installatore e quale garanzia ci sono per legge.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Damianiv
      Lunedì 13 Aprile 2015, alle ore 09:44
      La garanzia sull'installazione di impianti è di 2 anni.
      rispondi al commento
  • Fm75
    Lunedì 16 Marzo 2015, alle ore 23:38
    Salve,A seguito di una importante ristrutturazione e' stato rifatto completamente l'impianto idraulico e del gas con certificato di conformita. Dopo una sola settimana abbiamo avuto:Una perdita abbondante di acqua da una giuntura, per cui si e' dovuto spaccare di nuovo il muroUna perdita di gas causa da giunturaBassa pressione da un rubinettoPerdi scarico lavandinoHo paura che l'impianto sia tutto difettoso, cosa posso fare?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Fm75
      Martedì 17 Marzo 2015, alle ore 10:00
      L'appaltatore (e quindi per estensione anche l'artigiano che realizza gli impianti), hanno una responsabilità biennale per eventuali difetti che si presentano. Quindi l'impiantista ha il dovere di provvedere alle riparazioni o addirittura a rifare l'impianto se completamente difettoso, altrimenti lei può citarlo.
      rispondi al commento
  • Antoniofrutta
    Giovedì 19 Febbraio 2015, alle ore 09:03
    Buongiorno, dovremmo fare la verifica ai sensi del DPR 462/01 della nostra azienda e ci hanno chiesto la dichiarazione di conformità... essendoci stato un cambio interno di personale, non riusciamo a trovarla... come possiamo fare?ne esiste un duplicato? se è si dove posso rivolgermi???
    rispondi al commento
    • Arch.granata Antoniofrutta
      Giovedì 19 Febbraio 2015, alle ore 10:01
      Dovrebbe esserne depositata copia presso il Comune.
      rispondi al commento
      • Antoniofrutta Arch.granata
        Giovedì 19 Febbraio 2015, alle ore 16:03
        A quale ufficio?
        rispondi al commento
  • Mariosicy
    Lunedì 16 Febbraio 2015, alle ore 21:58
    Buongiorno, ho appea finito di ristrutturare una civile abitazione e dispongo del Certificato di Conformità dell'impianto elettrico, idrico-fognante ed impianto metano.Considerato che ho intenzione di locare l'immobile, devo consegnare i Certificati di Conformità al Comune oppure è sufficiente consegnare solo al conduttore copia delle "dichiarazioni di conformità"?GRazie milleMario
    rispondi al commento
    • Arch.granata Mariosicy
      Martedì 17 Febbraio 2015, alle ore 09:37
      La consegna al comune dei certificati viene in genere fatta dalle ditte installatrici.
      rispondi al commento
  • Marcolamanna
    Sabato 14 Febbraio 2015, alle ore 12:11
    Salve ho fatto spostare la caldaia ma non ho mai ricevuto la di.co. posso farr redigere una in cui dopo opportuni sopralluoghi una ditta abilitata' che dice che la caldaia e i tubi del riscaldamento e dell'acqua calda sono conforminalla normativa?
    rispondi al commento
  • Roselli_rob
    Sabato 14 Febbraio 2015, alle ore 00:59
    Ho terminato i lavori di ristrutturazione della mia casa e volevo capire quali Di.Co. è tenuta a darmil'impresa:1) IMP. ELETTRICO: si2) IMP. IDRICO :si3) IMPIANTO DISTRIBUZIONE GAS: si 4) IMPIANTO ALLARME: è necessaria?5) IMPIANTO TV: antenna e parabola sul tetto (è necessaria)?6) RETE LAN: 6 prese LAN con 1 linea telefonica7) IMP TELEFONICO: nuovo impianto (necessaria?)8) CLIMATIZZAZIONE: 2 Motori + 3 split (28k btu)Grazie a tutti!R
    rispondi al commento
    • Arch.granata Roselli_rob
      Lunedì 16 Febbraio 2015, alle ore 09:45
      Il certificato è necessario per gli impianti relativi alle utenze (acqua, luce, gas).
      rispondi al commento
  • Flora1
    Venerdì 6 Febbraio 2015, alle ore 06:49
    Salve,sto terminando un ampliamento (Ho aderito al Piano Casa), vorrei sapere quali sono le dichiarazioni da presentare successivamente o comunque dopo il termine dei lavori.Dovrò richiedere l'agibilità al Comune? quali documenti è necessario presentare? ovviamente ho ampliato il mio impianto elettrico alla nuova stanza, è necessaria avere una certificazione dello stesso ?
    rispondi al commento
Notizie che trattano Certificato conformità impianti che potrebbero interessarti
Dichiarazione di Conformità

Dichiarazione di Conformità

La dichiarazione di conformità prevista dalle norme vigenti per gli impianti tecnologici civili, che cos'è, a cosa serve e chi la rilascia.
Legge 4 Aprile 2012 e Dichiarazione Conformità

Legge 4 Aprile 2012 e Dichiarazione Conformità

Il Decreto Legislativo 5/12, noto come Decreto semplificazioni, è stato convertito dalla Legge 4 aprile 2012 n. 35: cambia molto per le dichiarazioni di conformità.
D.M. 37/08 ed Allegati Gas

D.M. 37/08 ed Allegati Gas

La dichiarazione di conformità a fine lavori di un impianto gas, rilasciata dalla ditta esecutrice, può avere come allegati quelli di richiesta di allaccio gas.
Impianti: Comportamento Proprietari

Impianti: Comportamento Proprietari

Tutti gli impianti negli edifici e nelle loro aree di pertinenza devono essere corredati da una dichiarazione di conformità che ne attesti sicurezza e funzionalità.
Attivazione Gas: Allegati Tecnici Obbligatori, parte 3

Attivazione Gas: Allegati Tecnici Obbligatori, parte 3

La parte tre e la parte quarta degli allegati tecnici obbligatori, completano la descrizione dettagliata dell'impianto gas e riportano i valori delle verifiche e dei collaudi.
IMMOBILIARE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Urmet alimentatore per citofono con generatore di nota 786-11
      Urmet alimentatore per citofono...
      69.50
    • Philips led lamp e27 9,5w (60w) warmwhite 800 lm matt
      Philips led lamp e27 9,5w (60w)...
      5.56
    • Nuovo faretto incasso alluminio led 3w-7w-12w-21w powerled edison super offerta
      Nuovo faretto incasso alluminio...
      3.79
    • Caldaia beretta ciao s 24 cai metano
      Caldaia beretta ciao s 24 cai...
      435.00
    • Individuzione perdite impianti
      Individuzione perdite impianti...
      200.00
    • Mappatura impianti
      Mappatura impianti...
      200.00
    • Recinzioni per impianti fotovoltaici
      Recinzioni per impianti...
      31.50
    • Rilievo impianti adduzione-scarico
      Rilievo impianti adduzione-scarico...
      200.00
    • Ravelli young 60
      Ravelli young 60...
      800.00
    • Scaldabagno a gas vaillant per esterno outsidemag 10-5-0-5 metano
      Scaldabagno a gas vaillant per...
      349.00
    • Bticino multip scriv.2m sp16a 2pr10-16+1 p3
      Bticino multip scriv.2m sp16a...
      12.99
    • Samsung samsung ue50hu6900
      Samsung samsung ue50hu6900...
      699.00
    • Impianti elettronici
      Impianti elettronici...
      54.00
    • Impianti antifurto
      Impianti antifurto...
      800.00
    • Ristrutturazione low cost
      Ristrutturazione low cost...
      299.00
    • Termocamino
      Termocamino...
      600.00
    • Ferroli ventilconvettore fancoil topfan plus ferroli b30 - 5,5 kw termoconvettore + cm-f
      Ferroli ventilconvettore fancoil...
      207.00
    • Bticino kit - multipr 4st tedes-bip interr+
      Bticino kit - multipr 4st...
      9.00
    • Valex prolunga elettrica 25m 2x1,5mm2
      Valex prolunga elettrica 25m 2x1...
      20.90
    • Sabiana ventilconvettore fancoil a parete alta split sabiana fly kw 2,58 3,09 3,86 5,07
      Sabiana ventilconvettore fancoil a...
      297.00
    • Bonifica aria
      Bonifica aria...
      300.00
    • Impianti fotovoltaici
      Impianti fotovoltaici...
      100.00
    • Impianti radianti a soffitto e pavimento roma e provincia
      Impianti radianti a soffitto e...
      45.00
    • Impianti elettrici - punti luce
      Impianti elettrici - punti luce...
      45.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Geosec
  • Metra
  • Heasytech
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Murprotec
  • Antifurto Casa Sicurezzapoint
  • Casa.it
  • kappazeta
  • Vimec
  • Iperceramica
  • Casa.it
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.