Canone di depurazione delle acque in assenza di servizio

News di Normative
Le somme richieste in fattura per la depurazione delle acque quando il relativo servizio non esiste non sono dovute e se pagate possono essere richieste indietro
Canone di depurazione delle acque senza servizio

Canone di depurazione in bolletta senza il relativo servizio


bolletteÈ giusto pagare il canone per la depurazione dell'acqua senza che esista il relativo servizio?

La domanda, niente affatto nuova, ha ricevuto negli ultimi anni parecchie risposte tra cui, per ultima, la recente ordinanza n. 25112 del 2015 della Corte di Cassazione.

Detta ordinanza, allineandosi alla precedente giurisprudenza, ha dichiarato non dovute dette somme, ordinando, per conseguenza, al gestore del servizio idrico la restituzione delle dette somme.

Partiamo allora da un passato, non troppo lontano, per ricostruire l'attuale orientamento della giurisprudenza per cosaì comoprendere l'ultimo (per quanto a noi noto) provvedimento sul punto, cioè, appunto, la recente ordinanza n. 25112 del 2015.


Sentenza Corte Costituzionale n. 335 del 2008


E partiamo allora da un precedente d'eccezione, la sentenza della Corte Costituzionale n. 335 del 2008, la quale pose in materia un punto fermo: dichiarò cioè il difetto di legittimità costituzionale della norma di riferimento, cioè quella di cui all'art. 14, L. n.36 del 1994.

In particolare, detto articolo fu dichiarato non conforme alla Costituzione laddove prevedeva che la quota di tariffa riferita al servizio di depurazione fosse dovuta dagli utenti anche nel caso in cui la fognatura sia sprovvista di impianti centralizzati di depurazione o questi siano temporaneamente inattivi.

Del pari, fu dichiarato incostituzionale dalla stessa sentenza anche l'articolo che aveva sostituito il predetto art. 14, cioè l'art. 155, D.Lgs. n. 152 del 2006 (che aveva abrogato la L. n. 36 del 1994) in quanto sostanzialmente identico al primo, nella parte in cui prevedeva che la quota di tariffa riferita al servizio di depurazione fosse dovuta dagli utenti anche nel caso in cui la fognatura sia sprovvista di impianti centralizzati di depurazione o questi siano temporaneamente inattivi.

Senza dilungarci sul percorso logico-giuridico seguito dalla Corte, limitiamoci a dire che le ragioni che portarono a tale declaratoria di illegittimità muovevano dall'assunto che tale quota di tariffa fosse un corrispettivo di prestazioni contrattuali e non di tributo.

Come tale, essa non poteva essere richiesta, e dunque pagata, se non in caso in cui il servizio fosse stato effettivamente esercitato (per chiarezza, se invece si fosse trattato di tributo, esso si sarebbe dovuto pagare anche in assenza di effettivo servizio).

Detta sentenza a sua volta si riportava, tra l'altro, all'orientamento, che la Corte di Cassazione aveva espresso già più volte a Sezioni Unite, orientamento secondo cui, per dirla molto sinteticamente, dall'entrata in vigore del D.Lgs. n. 258 del 2000 (che all'art. 24 aveva sopresso il differimento dell'abrogazione della precedente disciplina e dunque il rinvio dell'entrata in vigore del sistema tariffario) si era passati dai canoni di depurazione come tributo ai canoni di depurazione come corrispettivo di diritto privato (ad es., tra tante, v. Cass., SS. UU. n. 6418 del 2005).


Giurisprudenza dopo la dichiarazione di incostituzionalità


Acqua correnteA detta declaratoria di incostituzionalità è seguita negli anni una serie di sentenze (di legittimità e di merito) che hanno stabilito che la quota di tariffa per la deuprazione non è dovuta in assenza del detto servizio.

Ad esempio, con la sentenza n. 8318 del 2011 la Corte di Cassazione ha dichiarato non dovuta la detta quota per assenza di servizio di depurazione del Comune di Milano con riferimento al periodo 4 ottobre - 31 dicembre 2000 (in questo caso, il Comune era stato vincitore nei precedenti gradi di giudizio).

Nello stesso senso, per quanto qui interessa, sostanzialmente ha deciso il Consiglio di Stato, con la sentenza n. 3920 del 2011.

Nello stesso senso ha deciso la Corte di Cassazione con la sentenza n. 14042 del 2013 emessa nei confronti dell'Acquedotto Pugliese per il periodo 03.10.2000/30.09.2002 a favore di un condominio situato nel Comune di Grottaglie (in provincia di Taranto).

In questo caso l'acquedotto era stato soccombente anche nei precedenti gradi di giudizio.


Periodo coinvolto


Qual è il periodo coinvolto?

Quello successivo al 3 ottobre 2000, per effetto, tra l'altro, delle decisioni, di cui alle Sezioni Unite e della Corte Costituzionale, di cui sopra.


Diritto al rimborso


In seguito alla detta declaratoria di incostituzionalità, la legge n. 13 del 2009 aveva poi previsto che le autorità d'ambito avrebbero dovuto individuare entro 120 giorni gli importi indebitamente percepiti a titolo di quota di tariffa non dovuta riferita all'esercizio del servizio di depurazione e da restituire agli utenti a cura dei gestori del servizio idrico integrato.

L'eventuale inottemperanza a tale obbligo non è però di ostacolo alla restituzione delle somme: cioè, l'utente può ben chiedere detta restituzione anche in caso di mancata individuazione dei detti importi.

Così, tra le altre, ha deciso proprio di recente la sentenza n. 25112 della Corte di Cassazione.

Articolo: Canone di depurazione delle acque senza servizio
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 1 voti.

Canone di depurazione delle acque senza servizio: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI Caratteri rimanenti
Alert Commenti
  • 2
  • Condividi questo articolo
Notizie che trattano Canone di depurazione delle acque senza servizio che potrebbero interessarti
Sistemi di trattamento acque

Sistemi di trattamento acque

In alcune situazioni, come quando si dispone di un bagno in un locale seminterrato, il drenaggio naturale delle acque reflue non è realizzabile.In questi...
Tarsu e Tia  non soggette ad IVA

Tarsu e Tia non soggette ad IVA

Con una sentenza dello scorso luglio la Corte Costituzionale afferma che non è possibile assoggettare ad IVA le tasse per lo smaltimento dei rifiuti.
Acque reflue e il trattamento con le vasche Imhoff

Acque reflue e il trattamento con le vasche Imhoff

L'installazione di una vasca Imhoff costituisce una valida alternativa al classico sistema fognario, adatta per singole abitazioni o per piccoli nuclei abitativi...
Gestione sostenibile del recupero acque piovane

Gestione sostenibile del recupero acque piovane

Un impianto di recupero dell'acqua piovana puo' far risparmiare fino al 50% sull'acqua prelevata dall'acquedotto per i normali usi domestici e di giardinaggio.
Tariffa rifiuti: niente IVA sulla TIA

Tariffa rifiuti: niente IVA sulla TIA

La Corte costituzionale e ora una sentenza della Cassazione confermano che la TIA, la tariffa di igiene ambientale, è un tributo e come tale non soggetto all'IVA.
Registrati come Utente
257837 UTENTI REGISTRATI
Registrati come Azienda
20631 AZIENDE REGISTRATE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Rizzoli etas corto maltese - corte sconta detta arcana #3 - hugo pratt
      Rizzoli etas corto maltese - corte...
      3.99
    • Rizzoli corto maltese. corte sconta detta arcana - hugo pratt
      Rizzoli corto maltese. corte...
      24.00
    • Aftermarket specchietto retrovisore destro toyota yaris 2006-2008 elettrico vern.
      Aftermarket specchietto...
      47.00
    • Aftermarket specchietto retrovisore destro chevrolet aveo 5p 2008-2011 meccanico nero
      Aftermarket specchietto...
      34.00
    • Quadrotti legafloor mandorlato
      Quadrotti legafloor mandorlato...
      162.00
    • Korg microkorg xl e sintetizzatore
      Korg microkorg xl e sintetizzatore...
      495.00
    • Microcemento
      Microcemento...
      70.00
    • Affilalame multifunzioni
      Affilalame multifunzioni...
      11.22
    • Aftermarket specchietto retrovisore sinistro toyota yaris 2006-2008 elettrico vern.
      Aftermarket specchietto...
      47.00
    • Cancelleria colla poster removibile instant 50gr 75 pz 53131
      Cancelleria colla poster...
      2.22
    • Kitchenaid 5kmt2204eca tostapane
      Kitchenaid 5kmt2204eca tostapane...
      188.75
    • Jocca compressore aria jocca
      Jocca compressore aria jocca...
      18.00
    • Trappola per talpa a tubo
      Trappola per talpa a tubo...
      8.78
    • Pappylait cane 250 gr
      Pappylait cane 250 gr...
      13.42
    • Compo floranid prato con diserbante
      Compo floranid prato con diserbante...
      24.97
    • Legatrice
      Legatrice...
      34.77
    • Annaffiatoio
      Annaffiatoio...
      7.00
    • Trixie mesh complex zincato
      Trixie mesh complex zincato...
      79.45
    • Arblu appendino cm. 10 x 3,5 h 5,5 aqua art. 15200
      Arblu appendino cm. 10 x 3,5 h 5,5...
      42.77
    • Electrolux forni eob6840bax
      Electrolux forni eob6840bax...
      496.91
    • Palla grasso piccola pz 6
      Palla grasso piccola pz 6...
      2.97
    • Pompa xl 300 electric pro
      Pompa xl 300 electric pro...
      330.38
    • Pompa libertis 5 l multi
      Pompa libertis 5 l multi...
      110.90
    • Wonderweed 300 canna da diserbo
      Wonderweed 300 canna da diserbo...
      24.34
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Protech-Balcony
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Geosec
  • Vimec
  • Murprotec
  • Kone
  • Black & Decker
  • Claber
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO

Lampada a barra 2 faretti direzionabili...

€ 19.00
foto 1 Livorno
31 Dicembre 2016 ore 00:00

Loft primi 900 in area industriale

€ 300.00
foto 6 Torino
30 Settembre 2016 ore 00:00

Lampadario vetri piombati artigianale

€ 100.00
foto 2 Modena
31 Dicembre 2016 ore 00:00

Appartamento 2,5 camere e servizi a...

€ 110 000.00
foto 6 Modena
31 Dicembre 2016 ore 00:00
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.