Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Calcestruzzi autocompattanti in Architettura

News di Progettazione
Nuove frontiere dell'Archiettura generate dall'utilizzo di un materiale rinnovato nelle qualita' prestazionali e di finitura.
Calcestruzzi autocompattanti in Architettura
Arch. Silvio Indaco
Arch. Silvio Indaco

Il successo determinato dalla qualita' architettonica fortemente materica del museo MAXXI di Zaha Hadid, di recente inaugurato a Roma e che si candida fortemente a diventare un polo d'attrazione turistica non solo per i suoi contenuti ma per la singolarita' dell'edificio stesso, ha posto all'attenzione del grande pubblico le indiscutibili qualita' del materiale principale con cui il museo e' stato costruito, cioe' il calcestruzzo autocompattante.

Il MaXXi in fase di cantiere - Immagine 01Anche noto con la sigla SCC, acronimo dell'espressione inglese Self Compacting Concrete, il calcestruzzo autocompattante è un'interessantissima evoluzione nel settore dei conglomerati cementizi che possiede una fluidità molto elevata, al punto da permettere l'esecuzione di getti anche in casseri con forme particolari e con armature molto fitte senza correre il rischio che si creino vuoti d'aria o discontinuità successivamente rischiose per la performance strutturale delle parti d'opera.

In particolare il termine autocompattante si riferisce proprio alla caratteristica di questo calcestruzzo, determinata dalla sua elevata fluidità, di compattarsi nei casseri in cui viene gettata per effetto del solo peso proprio e senza alcun bisogno, di conseguenza, di interventi di vibrazione successivi al getto.

Queste particolari caratteristiche di fluidità e plasticità ne esaltano la lavorabilità anche in forme complesse e tortuose e dalla geometria non convenzionale, quali sono quelle progettate da alcuni dei più innovativi architetti viventi, permettendo anche di lasciare le superfici finite a vista perchè l'assenza di porosità e difetti superficiali dona alle superfici una piacevole continuità di texture che non necessita di ulteriori operazioni di finitura.

Il MaXXi in fase di cantiere - Immagine 02Utilizzato molto in Giappone, in particolare da progettisti amanti delle sue qualità estetiche come il ben noto Tadao Ando, il Calcestruzzo Autocompattante può essere personalizzato, a seconda delle caratteristiche del progetto per il quale viene impiegato, attraverso il Mix Design, ossia il progetto della formula del calcestruzzo in funzione delle specificità costruttive di un dato cantiere: ad esempio, oltre alla scelta del rapporto proporzionale tra acqua e cemento, a seconda delle necessità costruttive il mix design deve prevedere l'utilizzo di viscosizzanti e di superfluidificanti, per ridurre le deformazioni dovute al ritiro in fase di maturazione, nonché additivi specifici per dare al calcestruzzo il colore che si desidera.

L'utilizzo degli SCC, per quanto a tuttoggi più oneroso dei calcestruzzi tradizionali, permette di recuperare economie relative alle forniture e pose in opera di materiali di finitura per le pareti esterne, delle quali non si ha più bisogno, perchè fornisce un prodotto finito sui fronti esterni una volta effettuato il disarmo delle casserature; non è un caso che sia particolarmente amato dalla già citata Zaha Hadid perchè permette di valorizzare al contempo la forza espressiva delle strutture ardite e la qualità architettonica dell'articolazione dei volumi.

 


arch. Silvio Indaco

Articolo: Calcestruzzi autocompattanti in Architettura
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
Commenta su Calcestruzzi autocompattanti in Architettura
Caratteri rimanenti
Notizie che trattano Calcestruzzi autocompattanti in Architettura che potrebbero interessarti
Il Calcestruzzo stampato

Il Calcestruzzo stampato

Pavimentazioni in Calcestruzzo Stampato.
Verifiche sul calcestruzzo preconfenzionato

Verifiche sul calcestruzzo preconfenzionato

Alcuni fenomeni di degrado delle strutture in C.A. si possono prevenire adottando scelte di tipo operativo.
Terminologia Calcestruzzo

Terminologia Calcestruzzo

In maniera univoca con precisi termini le norme individuano tutte le caratteristiche e le fasi di lavorazione del calcestruzzo.
Danni provocati dal gelo a pavimentazioni in calcestruzzo

Danni provocati dal gelo a pavimentazioni in calcestruzzo

Tecniche d'intervento per limitare i danni del gelo ai pavimenti in calcestruzzo.
Calcestruzzo strutturale leggero

Calcestruzzo strutturale leggero

Lo scorso primo luglio sono entrate in vigore le Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni, introdotte dal D.M. 14/01/2008 e dalle relative Istruzioni contenute
IMMOBILIARE
prezzi progettazione
costi progettazione
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Murprotec
  • Novatek
  • WaterBarrier
  • Sicurezzapoint
  • Uretek
  • Casa.it
  • Zaccaria Monguzzi
  • Velux
  • Geosec
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Wolfcraft 4037000 - punta da trapano per legno, metallo, calcestruzzo, diametro 8 x 120 mm
      Wolfcraft 4037000 - punta da...
      5.44
    • Cemento stampato
      Cemento stampato...
      30.00
    • Cemento stampato
      Cemento stampato...
      16.00
    • Elo-crete
      Elo-crete...
      13.50
    • Pavimento betonella
      Pavimento betonella...
      25.00
    • Cemento stampato
      Cemento stampato...
      30.00
    • Taglio calcestruzzo
      Taglio calcestruzzo...
      30.00
    • Cemento stampato
      Cemento stampato...
      30.00
    • Cemento stampato
      Cemento stampato...
      30.00
    • Rampe antiscivolo
      Rampe antiscivolo...
      69.00
    • Calcestruzzo stampato
      Calcestruzzo stampato...
      0.10
    • Pavimento industriale
      Pavimento industriale...
      4.50

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Faidatebook
  • Casa.it
  • Preventivi
  • Progettazione