Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Bonus mobili

News di Normative
Eliminazione del limite di spesa per il Bonus Mobili e pubblicazione di una circolare dell'AdE con indicazioni relative a installazione impianto d'allarme e bonus.
Bonus mobili
Arch. Carmen Granata

Legge n.90 del 3/8/2013 introduzione novità Bonus Mobili


Il decreto legge n. 63 del 4 giugno 2013, con la successiva conversione in legge n. 90 del 3 agosto 2013, che ha prorogato le detrazioni del 50% per ristrutturazione di immobili residenziali inizialmente fino al 31 dicembre 2013, ha introdotto anche il Bonus Mobili, un'importante novità relativa all'acquisto di arredi per gli stessi immobili.

Bonus Mobili: acquisto mobiliIn aggiunta, infatti, al tetto di spesa detraibile per gli interventi edilizi, pari a 96.000 euro, è stato introdotto un ulteriore tetto di 10.000 euro detraibili in 10 rate annuali di pari importo, da spendere per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Sottolineiamo, però, che tali arredi devono essere comprati esclusivamente per l'arredo degli immobili in ristrutturazione e quindi non tutti possono richiedere il bonus, ma solo coloro che hanno appunto un immobile in cui sono in corso interventi oggetto di detrazione 50%.

Si tratta, in pratica, di una detrazione analoga a quella che era stata introdotta qualche anno fa, che però era pari solo al 20% della spesa effettuata.
Tuttavia, il Decreto Legge 5/2009 convertito in legge 33/2009, pur avendo un'aliquota inferiore, estendeva il beneficio oltre che all'acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe energetica A+, a televisori e personal computer, che invece in questo caso non sono compresi.

Beneficiari del bonus saranno quindi tutti coloro che acquisteranno arredi, nell'ambito di una ristrutturazione immobiliare,  dal 6 giugno 2013.
Infatti, poichè i provvedimenti legislativi non sono retroattivi, il bonus non può essere esteso a mobili acquistati prima della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto, quindi prima del 6 giugno 2013.

Le spese di ristrutturazione, invece, devono essere state sostenute dopo il 26 giugno 2012. In realtà le spese per i lavori possono essere effettate anche dopo l'acquisto dei mobili, ma è importante che i lavori siano iniziati prima.

La Legge di Stabilità per il 2014 ha prorogato le detrazioni fiscali, tra cui anche quelle per i mobili, di un altro anno, fino al 31 dicembre 2014.


Limiti di spesa per il bonus mobili


Non c’è pace dal punto di vista normativo per la definizione del limite di spesa per il bonus mobili, che ha vissuto varie vicissitudini.

Come abbiamo detto, la spesa massima detraibile è di 10.000 euro.
La Legge di Stabilità per il 2014, nel prorogare il bonus fino al 31 dicembre 2014, aveva stabilito che però la spesa detraibile per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici non poteva superare quella per la ristrutturazione.

Confusione normativa per bonus mobiliAd eliminare questo vincolo aveva provveduto il cosiddetto decreto Salva Roma (DL 151/2013), che però è decaduto, non essendo stato convertito in legge entro i 60 giorni previsti.

Si pensava che questa norma fosse confluita nel successivo decreto 16/2004, il Salva Roma Ter (Disposizioni urgenti in materia di finanza locale, nonché misure volte a garantire la funzionalità dei servizi svolti nelle istituzioni scolastiche), ma, dopo la sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 54 del 6 marzo, si è appreso che ciò non è avvenuto.
Pertanto erano tornati in auge i limiti di spesa imposti dalla Legge di Stabilità.

Il Governo ha tentato di rimediare a questo pasticcio approfittando del varo del decreto legge sul Piano Casa, approvato lo scorso 12 marzo.

La prima versione del decreto sull'emergenza casa prevedeva l'eliminazione del vincolo di spesa, ma il testo non ha completato il suo iter, per mancanza delle coperture finanziarie necessarie.
Quindi, dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DL 47/2014, non era più possibile chiedere la detrazione massima, se la spesa per ristrutturazione era stata inferiore a 10.000 euro. Se, ad esempio, per ristrutturare si spendevano 6.000 euro, si potevano detrarre solo 6.000 euro per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Con il via libera definitivo alla Camera del decreto Casa sull'emergenza abitativa, il limite di spesa è ancora una volta abolito, grazie all'approvazione di uno specifico emendamento.

Ma visto l'andamento di tutta la vicenda, non escludiamo che possano esserci ancora cambiamenti per il futuro.


Per quali interventi è possibile richiedere il bonus mobili?


Abbiamo detto quindi che il bonus può essere richiesto solo da chi ha in corso lavori di ristrutturazione. Ma per quali lavori può essere richiesto?

C’è stata molta confusione in merito, perché la detrazione 50% è legata anche ad alcuni interventi, come la sostituzione di un tubo del gas o l’apposizione di un corrimano ad una ringhiera, che non sono di manutenzione straordinaria, ma che l’Agenzia delle Entrate considera agevolabili.

Tuttavia gli stessi interventi  non sono però legati al bonus mobili, come la stessa Agenzia ha chiarito con la miniguida Bonus mobili ed elettrodomestici, che elenca così gli interventi ammessi:
- manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia (su singole unità immobiliari residenziali e su parti comuni di edifici residenziali);
- manutenzione ordinaria su parti comuni di edifici residenziali;
- ricostruzione o ripristino di un immobile danneggiato da eventi calamitosi, se è stato dichiarato lo stato di emergenza;
- lavori di restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie che entro sei mesi dal termine dei lavori vendono o assegnano l’immobile.


E’ possibile chiedere il bonus mobili per aver installato un impianto d’allarme?


impianto d'allarmeMa veniamo adesso alla questione impianto d'allarme. Molti utenti ci hanno chiesto se è possibile usufruire del bonus mobili, avendo richiesto la detrazione 50% per un impianto d'allarme, di videosorveglianza, ecc.

Ho già spiegato nei commenti come la penso a riguardo ma, per maggiore precisione ho deciso di contattare direttamente l'Agenzia delle Entrate.

Il quesito da me posto è stato il seguente:
In base all'articolo 3 del Testo Unico dell'Edilizia, l'installazione di un impianto d'allarme o di qualunque impianto ex novo, dovrebbe essere manutenzione straordinaria, se non ristrutturazione edilizia. Perché l'AdE la considera manutenzione ordinaria, non concedendo la possibilità ai contribuenti di chiedere il bonus mobili per tale intervento?

Questa è stata la risposta dell'Agenzia della Entrate:
Gentile Signora Carmen, l'art. 16 del decreto 63/2013 riconosce il bonus mobili ai contribuenti che fruiscono della detrazione per la ristrutturazione edilizia prevista dall'art. 16 bis, comma 1, del T.U. 917/1986. Qui vi rientrano tutti gli interventi per i quali si può godere dell'agevolazione del 50% (a regime sarà 36 %) (...). Invece, la circolare n. 29 del 2013, interpretando in misura restrittiva la norma, collega più specificatamente la detrazione mobili solo ad alcuni interventi, e più specificamente a quelli indicati alle lettere a), b), c) e d) dell'art. 3 del DPR n. 380 del 2001 (…). Nella circolare, quindi, come presupposto per il riconoscimento del bonus mobili, non vengono richiamati gli interventi relativi all'adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi (lettera f dell'art 16 bis del T.U. 917/1986). Secondo la circolare, quindi, per tali spese è possibile fruire della detrazione del 50% ma non del bonus mobili. Vista l'incertezza, se lo ritiene opportuno, per avere un orientamento più certo potrà proporre interpello alla Direzione Regionale di competenza  (…).

Sinceramente non ritengo tale risposta soddisfacente. L'Agenzia si è soffermata sull’impianto d’allarme valutandolo solo sotto l'aspetto di intervento relativo all'adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi, alla stregua dell'installazione di un'inferriata o di una porta blindata.
Non lo ha invece valutato sotto l'aspetto impiantistico, considerando che il mio quesito era più generico, tanto che parlava anche di qualunque impianto ex novo, intendendo estendere l'eventuale risposta anche ad altri interventi citati dagli utenti, come l'installazione di un condizionatore a pompa di calore.

Insomma, a questo punto, penso che gli utenti interessati, per avere una risposta definitiva, possano soltanto presentare un'istanza di interpello.

Con la circolare 10/E/2014 l'Agenzia delle Entrate ha poi chiarito che è possibile richiedere il bonus mobili per l'installazione di un antifurto, se per l'intervento sono stati necessari lavori edili.
Quindi, ad esempio, per l'installazione di quegli impianti d'allarme wi fi che non richiedono opere murarie, non sarà possibile accedere al bonus.


Per quali mobili è possibile richiedere il bonus?


Non c'è alcuna distinzione merceologica relativa al tipo di mobili il cui acquisto è incentivabile, a differenza di quanto si era pensato in un primo tempo dopo l'approvazione del decreto legge.
Si era parlato, infatti, inizialmente, solo di arredi fissi, come cucine in muratura e armadi a muro, mentre invece l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che sono agevolabili oltre a cucine di tutti i tipi, anche letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché materassi e apparecchi di illuminazione. Restano esclusi, invece, tende, tendaggi e complementi d'arredo.

I mobili in questione non devono essere necessariamente legati all'intervento effettuato. Ad esempio, se si ristruttura il bagno, si può detrarre anche l'acquisto della nuova cucina, se si realizza un nuovo tramezzo nell'ingresso si potrà detrarre anche l'acquisto di mobili per arredare il soggiorno, e così via.

Se invece si usufruisce della detrazione 50% per lavori su parti comuni di edifici condominiali è possibile fruire del bonus mobili solo per l'acquisto di beni finalizzati all'arredo di tali parti comuni, come guardiole, appartamento del portiere, sala adibita a riunioni condominiali, lavatoi, ecc..

Sono agevolabili anche le spese per il trasporto e il montaggio.


Bonus esteso anche agli elettrodomestici


A seguito di una serie di emendamenti approvati dalla Commissione Industria e Finanze del Senato, il bonus mobili è stato esteso anche agli elettrodomestici.

Tali emendamenti, arrivati come chiarimento alle richieste e ai dubbi formulati da molti contribuenti, estendono quindi il bonus ai grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni) per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica.
Pertanto da tale definizione non appare il limite di riferimento ad elettrodomestici ad incasso e sembrano essere compresi anche quelli cosiddetti free standing o a libera installazione.

L'Agenzia delle Entrate ha chiarito, inoltre, che si può usufruire del bonus anche per quegli elettrodomestici per i quali non è prevista attualmente l'etichetta energetica.


Come richiedere il bonus mobili?


Ricapitolando, il bonus è costituito da una detrazione Irpef del 50% su un tetto massimo di 10.000 euro, da ripartire, tra gli aventi diritto, in 10 rate annuali, per cui si potrà godere di un risparmio fino a 5.000 euro.

Bonus MobiliPer richiedere la detrazione fiscale per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici, è necessario seguire la procedura già prevista per la detrazione 50%.

Non sarà necessario, quindi, inviare alcuna comunicazione preventiva al Centro Operativo di Pescara, ma basterà indicare gli estremi catastali dell'immobile in sede di dichiarazione dei redditi.

Fondamentale è poi conservare la documentazione fiscale relativa alle spese, quindi fatture e copie dei bonifici, correttamente eseguiti, indicando il codice fiscale di chi effettua la spesa, la partita iva o il codice fiscale della ditta beneficiaria del pagamento e la stessa causale attualmente utilizzata per gli interventi di ristrutturazione.
Per l'acquisto di mobili o elettrodomestici è ammesso anche il pagamento con bancomat o carta di credito, per il quale farà fede la data in cui è avvenuta la transazione e non quella di addebito in conto corrente.
Non sono ammessi, invece, pagamenti con assegni o contanti.

Se gli interventi di ristrutturazione di cui è interessato l'immobile richiedono uno specifico titolo abilitativo, è necessario esserne in possesso, mentre per gli interventi di attività edilizia libera è sufficiente un'autocertificazione.

Sempre in analogia a quanto previsto dalla normativa per le ristrutturazioni, il bonus potrà essere richiesto per ogni singola unità immobiliare oggetto di intervento. Quindi, un contribuente che effettui più interventi di ristrutturazione su diverse unità immobiliari, potrà usufruire per ciascuna di esse del tetto massimo di spesa di 10.000 euro.


Aiuti per il bonus mobili


Tutta la questione delle detrazioni fiscali è materia spesso complessa e di difficile interpretazione, non solo per i contribuenti, ma spesso anche per gli stessi addetti ai lavori.
Fortunatamente, però, si possono trovare in rete diversi aiuti.


Oltre alla miniguida sopra linkata, ad esempio, l’Agenzia delle Entrate ha provveduto a pubblicare sul proprio canale YouTube un video informativo che, in soli 4 minuti, riassume gli aspetti più importanti del bonus mobili, e fa luce su come richiederli, quali scadenze rispettare, come effettuare i pagamenti e quali documenti conservare.

Invece FederlegnoArredo, in collaborazione con Federmobili (negozi di mobili) e Angaisa (distributori idro-termosanitari) ha elaborato un vademecum operativo per semplificare a tutti l’utilizzo del Bonus Mobili.

Articolo: Bonus mobili
Valutazione: 5.75 / 6 basato su 221 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 118
  • 13
  • 15
  • 2
Commenta su Bonus mobili
Caratteri rimanenti
  • Gianlucaarletti
    2 giorni fa
    Buongiorno a tutti, sto sistemando l' alloggio in cui abito, vorrei realizzare delle migliorie all'impianto elettrico, come la sostituzione del interruttore differenziale , la modifica della posizione di alcune prese di corrente e di punti luce, l'adeguamento dell'impianto di allarme, il montaggio di altre prese di corrente e il riposizionamento delle prese TV , per fare ciò sono necessarie anche opere murarie, posso usufruire bonus mobili ?
    rispondi al commento
  • Annamazzola
    5 giorni fa
    Buongiorno, stiamo effettuando una ristrutturazione dei piazzali e il raccordo delle acque nel nostro condominio a causa del umiditä. Possiamo usufruire del bonus mobili e di quello per l'elettrodomestici? La ringrazio in anticipo per il suo gentile riscontro.cordiali saluti, Anna
    rispondi al commento
  • Nicolar
    Martedì 30 Settembre 2014, alle ore 11:33
    Buongiorno, avrei un quesito: nel caso di restauro/risanamento conservativo su immobile antico è possibile ottenere il bonus mobili per arredi (armadi e cassettiere) realizzati da ebanisteria in quanto necessari per ragioni di spazio a causa delle ridotte superfici e della conformazione dell'immobile? In caso negativo può trattarsi di opere che rientrano nel bonus lavori al pari delle porte e del rivestimento in legno di una scala in cemento?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Nicolar
      Martedì 30 Settembre 2014, alle ore 11:56
      Sì è possibile detrarre anche i mobili fatti su misura.
      rispondi al commento
      • Nicolar Arch.granata
        Martedì 30 Settembre 2014, alle ore 15:19
        La ringrazio infinitamente. Può precisarmi se si tratta di interventi che vanno ad impegnare il plafond bonus mobili o se rientrano invece nel più ampio bonus lavori? Grazie
        rispondi al commento
        • Arch.granata Nicolar
          Mercoledì 1 Ottobre 2014, alle ore 09:43
          Bonus mobili, naturalmente.
          rispondi al commento
          • Nicolar Arch.granata
            Mercoledì 1 Ottobre 2014, alle ore 16:23
            Come pensavo, grazie. E' dunque forse opportuno che l'ebanista faccia per questi lavori una fattura separata rispetto agli altri interventi (rivestimento di scale in muratura e realizzazione di porte interne) che rientrano invece a pieno titolo nel bonus lavori di restauro/risanamento conservativo. Ne conviene?
            rispondi al commento
            • Arch.granata Nicolar
              Giovedì 2 Ottobre 2014, alle ore 10:01
              Sì.
              rispondi al commento
              • Nicolar Arch.granata
                Giovedì 2 Ottobre 2014, alle ore 14:22
                Ne ero certo, grazie ancora. Mi consenta un'ultima domanda: per gli acquisti di componenti di arredo, elettrodomestici ed apparecchi elettrici acquistati online con carta di credito quale documentazione occorre conservare ai fini della detrazione in assenza dell'usuale scontrino di avvenuta transazione?Mille grazie
                rispondi al commento
  • Visconti.giampi
    Sabato 20 Settembre 2014, alle ore 21:29
    Buongiorno,ho eseguito lavori per sostituzione cancello d'ingresso e rifacimento muro di cinta.E' possibile usufruire del bonus mobili per acquisto di arredo da giardino?GrazieGian Pietro
    rispondi al commento
  • Stefy63
    Sabato 13 Settembre 2014, alle ore 08:53
    Devo mettere a norma l'impianto gas ed elettrico.per tali spese che godono della detrazione del 50% si può ottenere in estensione anche il bonus mobili. grazie
    rispondi al commento
  • Sydneyethan
    Venerdì 5 Settembre 2014, alle ore 09:57
    Avete bisogno di un prestito? Sei in crisi finanziaria? Se hai bisogno di aiuto sul tuo finanziaria ottenere un prestito è sufficiente contattarci all'indirizzo SGR marketing tramite la nostra email; Email: sgrmarketers@gmail.com e il nostro sito web; www.sgr.gnbo.com.ng
    rispondi al commento
  • Sydneyethan
    Venerdì 5 Settembre 2014, alle ore 09:56
    Avete bisogno di un prestito? Sei in crisi finanziaria? Se hai bisogno di aiuto sul tuo finanziaria ottenere un prestito è sufficiente contattarci all'indirizzo SGR marketing tramite la nostra email; Email: sgrmarketers@gmail.com e il nostro sito web; www.sgr.gnbo.com.ng
    rispondi al commento
  • Matteopalamà
    Domenica 31 Agosto 2014, alle ore 11:40
    Buongiorno,cosa prevede la normativa se si acquistano dei mobili/elettrodomestici usufruendo del bonus 50% e poi si trasloca, ad esempio perchè si va a convivere, e si portano via alcuni mobili e se ne vendono degli altri?grazie
    rispondi al commento
  • Scapri
    Giovedì 17 Luglio 2014, alle ore 14:50
    Buongiorno,sto ristrutturando casa ed ho acquistato alcuni elettrodomestici, pagandoli però con bonifico ordinario, anziché quello specifico per ristrutturazione edilizia. Posso portare queste spese in detrazione al 50%?Grazie mille.
    rispondi al commento
  • Lazolla
    Giovedì 17 Luglio 2014, alle ore 12:09
    Buongiorno, sto effettuando alcuni lavori: quali fra questi danno diritto all'accesso Bonus Mobili e con quale documentazione?- nuovo impianto di rete (cavo LAN con opere murarie)- sistema di allarme con opere murarie annesse- installazione doccia in bagno (non era presente)- spostamento attacco carico e scarico lavabo- spostamento con opera muraria di attacco cappa fumi cucina- messa a norma impianto gas in cucina con opere murariegrazie
    rispondi al commento
  • Sgnao
    Venerdì 6 Giugno 2014, alle ore 12:48
    Grazie per la risposta, effettivamente anch'io avevo il dubbio ma sono andato a parlare con il responsabile dell'ufficio tecnico del mio comune e mi ha detto che non importa il materiale del serramento ma che quello nuovo abbia dei requisiti migliori che saranno certificati dal venditore di "efficenza energetica".E che questo tipo di intervento rientra nella manutenzione straordinaria.
    rispondi al commento
  • Sgnao
    Venerdì 6 Giugno 2014, alle ore 10:21
    Forse non mi sono spiegato bene, il serramento lo sostituisco in toto no solo il vetro, con uno dello stesso materiale ma con un vetro bassoemissivo.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Sgnao
      Venerdì 6 Giugno 2014, alle ore 10:38
      Appunto, la sostituzione di un infisso con altro dello stesso materiale è manutenzione ordinaria, non importa che il vetro sia differente. Comunque se ha ancora dubbi può provare a chiedere ulteriori chiarimenti all'AdE e magari farci sapere.
      rispondi al commento
  • Sgnao
    Giovedì 5 Giugno 2014, alle ore 16:07
    Buongiorno Architetto,volevo chiedere gentilmente 2 cose, ho esegeuito la sostituzione di 1 solo serramento nel mio appartamento mettendone uno dello stesso materiale ma con un vetro bassoemissivo, ho diritto alla detrazione del 50% o del 65%?Seconda cosa facendo questo intervento di manutenzione straordinaria ho accesso al bonus mobili, ho acuistato dei materassi e volevo sapere cosa scrivere la causale corretta da inserire nel bonifico.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Sgnao
      Venerdì 6 Giugno 2014, alle ore 09:53
      La sostituzione dei vetri non è manutenzione straordinaria, e quindi non c'è nessuna detrazione.
      rispondi al commento
  • Big05
    Mercoledì 4 Giugno 2014, alle ore 23:33
    Salve, mi aiuti a capire.Posso usufruire del bonus mobili se sposto l'ingresso della stanza guardaroba (stanza presente nella scheda catastale)?Mentre se ho capito bene l'installazione del corrimano nella scalinata non da diritto al bonus, ma l'installazione di un antifurto con la presenza di opere murarie da diritto al bonus.Mi aiuti la prego perchè non ne vengo più a capo. Nel dovrei comunicare qualcosa a qualcuno di queste opere?Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Big05
      Giovedì 5 Giugno 2014, alle ore 10:07
      Lo spostamento di una porta può rientrare nella manutenzione straordinaria, quindi sì. Per quanto riguarda le procedure da seguire può leggere questo articolo: http://www.lavorincasa.it/detrazione-50/
      rispondi al commento
      • Big05 Arch.granata
        Venerdì 6 Giugno 2014, alle ore 12:33
        Grazie per la risposta. Le chiedo se lo spostamento della porta lo faccio da me senza impresa baata l'auto certificazione? Come faccio in caso di controllia dimostrargli che il lavoro o l'ho svolto io?. Ho un altro dubbio. Se ho versato un acconto per un mobile con un assegno, posso saldare l' importo con il bonifico e far rientrare solo il saldo nell' importo del bonus mobili?
        rispondi al commento
        • Arch.granata Big05
          Venerdì 6 Giugno 2014, alle ore 12:40
          Se la parete non è portante e il Comune permette tale intervento, l'autocertificazione è sufficiente. Per il bonus mobili si può detrarre anche solo il saldo.
          rispondi al commento
  • Giggi33
    Martedì 3 Giugno 2014, alle ore 12:42
    Salve, per i lavori condominiali non riferibili a manutenzione ordinaria di parti comuni, è possibile accedere al bonus arredi?Nel mio caso abbiamo fatto in condominio una ristrutturazione completa dei balconi agettanti , cambio di materiale dei parapetti, piu rifacimento marmi dei gocciolatoi e divisori.I condomini hanno pagato in base ai metri quadri del proprio balcone.Al caf mi hanno detto che non ho diritto al bonus, posso sapere il perche?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Giggi33
      Mercoledì 4 Giugno 2014, alle ore 09:33
      Perchè alcune parti dei balconi aggettanti, come i parapetti, sono considerate parti comuni. La sostituzione dei marmi è manutenzione ordinaria e quindi non è detraibile per la singola unità.
      rispondi al commento
  • Bobanteo
    Domenica 1 Giugno 2014, alle ore 16:12
    Buongiorno, devo acquistare un appartamento. Ci sono, per recuperare spazio interno, piccoli lavori di ristrutturazione da fare (il falegname dovrà far diventare due porte interne da battenti a scorrevoli con delle guide lungo il muro). Inoltre c'è da sistemare l'impianto elettrico e telefonico (l'elettricista dovrà far arrivare la corrente a tv e pc che sono lontani dalle prese elettriche). Potrò portare in detrazione le loro fatture? Grazie
    rispondi al commento
  • Maia.roma@libero.it
    Domenica 1 Giugno 2014, alle ore 10:41
    Gentile Arch.Granata , nel mese di novembre (dopo essermi informata e fatta comunicazione al comune di inizio di edilizia libera) ho sostituito una caldaia non funzionante con una di tipo tradizionale( rientro nelle detrazioni del 50%). A suo tempo mi era stato detto che rientravo anche nel bonus mobili. La mia domanda ? " posso beneficiare del bonus mobili per la sola sostituzione della caldaia? Grazie
    rispondi al commento
  • Alex7
    Giovedì 29 Maggio 2014, alle ore 09:54
    Aggiornamento: circolare 11/E del 21 maggio, pagg. 24-25-26. Al netto del burocratese, si direbbe che il condizionatore con pompa di calore, essendo inquadrabile come intervento finalizzato al risparmio energetico, rientra tra gli interventi che danno diritto al bonus mobili. E' così? Grazie
    rispondi al commento
  • Mirianacito e aldo
    Mercoledì 28 Maggio 2014, alle ore 23:11
    Salve. Io ho acquistato casa nuova direttamente da costruttore. Ovviamente ci sono cose che devo ancora fare, tipo tinteggiatura, allarme,abbassamenti di soffitto ed altre cose per far diventare l'appartamento come piace a me. Ed ovviamente tutti i mobili. Cosa posso detrarre? Il mio caso è valutabile come "ristrutturazione"? Grazie.
    rispondi al commento
  • Alex7
    Mercoledì 28 Maggio 2014, alle ore 10:02
    Gentile Arch., ho bonifici per migliaia di euro in mobili, e non so se inserirli nel 730. Esiste un chiarimento definitivo dell'agenzia circa il condizionatore pompa di calore come presupposto per il bonus mobili? Ho trovato solo pareri contrastanti ma nessuna pronuncia ufficiale. Grazie
    rispondi al commento
  • Maurodg61
    Mercoledì 28 Maggio 2014, alle ore 08:47
    Gentile Arch. al punto " lavori di restauro, risanamento e ristrutturazione edilizia, riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione...che entro 6mesi dal termine dei lavori vendono o assegnano l?immobile". Mia figlia è affittuaria in un palazzo totalmente ristrutturato nel 2012 in classe A da un costruttore. Potrebbe usufruire del bonus mobili? se si, cosa dovrebbe chiedere al costruttore o proprietario? La ringrazio
    rispondi al commento
    • Arch.granata Maurodg61
      Mercoledì 28 Maggio 2014, alle ore 09:49
      No, l'immobile deve essere stato acquistato.
      rispondi al commento
  • Himotep77
    Martedì 27 Maggio 2014, alle ore 17:16
    Buongiorno Architetto, Le volevo chiedere se installando pannelli solari potevo usufruire del bonus mobili. La ringrazio in anticipo.Cordiali saluti.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Himotep77
      Mercoledì 28 Maggio 2014, alle ore 09:41
      Se per tale intervento si avvale della detrazione 50%, sì. Se richiede il bonus energetico del 65%, no.
      rispondi al commento
  • Giupan64
    Martedì 27 Maggio 2014, alle ore 13:47
    Arch. Granata buongiorno, le ripeto la domanda alla quale non ho avuto risposta, ho pagato l'anticipo dei mobili con assegno bancario, pagherò il saldo con bonifico, quale valore posso portare in detrazione? tutto o solo il valore del saldo? Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Giupan64
      Mercoledì 28 Maggio 2014, alle ore 09:40
      Non le ho risposto perchè è spiegato chiaramente nel paragrafo "Come richiedere il bonus mobili?".
      rispondi al commento
  • Daved
    Lunedì 26 Maggio 2014, alle ore 19:05
    Ottimo articolo! Grazie! Solo una precisazione: ricorrendo tutti i requisiti ed i presupposti, se oggi effettuo lavori di ristrutturazione edilizia per una spesa di EUR 100 posso godere del bonus mobili per una spesa di EUR 9.900 (cioè fino a concorrenza del limite massimo di EUR 10.000) ?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Daved
      Martedì 27 Maggio 2014, alle ore 09:45
      Può acquistare mobili fino a 10.000 euro, non c'è il problema della "concorrenza" al limite massimo.
      rispondi al commento
      • Daved Arch.granata
        Martedì 27 Maggio 2014, alle ore 11:37
        Ancora meglio!Quindi, se ho ben capito, posso spendere EUR 10.000 (mobili) + EUR 100 (ristrutturazione edilizia) = EUR 10.100 ?
        rispondi al commento
        • Arch.granata Daved
          Martedì 27 Maggio 2014, alle ore 12:15
          Sì, purchè esista un intervento da 100 euro tra quelli che danno diritto al bonus.
          rispondi al commento
  • Sumone
    Venerdì 23 Maggio 2014, alle ore 01:32
    Buonasera Arch.Granata,sto per avviare dei lavori di ristrutturazione nel mio appartamento, posso richiedere l'agevolazione 50% per la creazione di un impianto di condizionamento con pompa di calore e di un soppalco non calpestabile (ripostiglio in quota)? Questi danno diritto al bonus arredi? In caso affermativo, a chi devo comunicare la data di inizio lavori, necessaria per acquistare in seguito gli arredi agevolabili? Grazie anticipatamente.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Sumone
      Venerdì 23 Maggio 2014, alle ore 09:47
      Trova qui tutte le informazioni sulla detrazione 50%: http://www.lavorincasa.it/detrazione-50/
      rispondi al commento
  • Giupan64
    Mercoledì 21 Maggio 2014, alle ore 12:32
    Salve, ho pagato l'anticipo dei mobili con assegno bancario, pagherò il saldo con bonifico, quale valore posso portare in detrazione? tutto o solo il valore del saldo?Grazie
    rispondi al commento
  • F.melograno
    Mercoledì 23 Aprile 2014, alle ore 08:53
    Buongiorno, forse non è il forum giusto ma non ne trovo di più attinenti. Vorrei mettere nel giardino una forno in muratura, di quelli fatti tipo casetta per intenderci. Farei una gittata in cemento ed il forno andrebbe poggiato sopra a quest'ultima. Devo chiedere qualche permesso al comune? Devo aprire una D.I.A.? Chiedo scusa se ho sbagliato forum ma non sapevo dove postare la domanda. Ringrazio anticipatamente per la risposta che vorrà darmi.
    rispondi al commento
    • Arch.granata F.melograno
      Mercoledì 23 Aprile 2014, alle ore 10:22
      Dipende da comune a comune, per cui le consiglio di informarsi localmente.
      rispondi al commento
  • Bannai78
    Lunedì 14 Aprile 2014, alle ore 07:58
    Dovrò quindi? effettuare un foro nel muro esterno e realizzare una tubatura che permetta l'apporto di aria esterna? spaccare la camera d'aria condominiale e incamiciarci dentro i nuovi scarichi fino al soffitto.? sostituire la caldaiaQuesto tipo d'intervento mi da diritto al bonus arredi?
    rispondi al commento
  • Bannai78
    Lunedì 14 Aprile 2014, alle ore 07:49
    Buongiorno, dovrei prossimamente effettuare degli interventi di manutenzione all'interno del mio immobile e volevo capire se questi possono essere considerati interventi manutentivi straordinari e dare quindi diritto al bonus arredi. I lavori consistono nella sostituzione della caldaia autonoma utilizzata per il riscaldamento e la produzione di acqua calda, tale sostituzione andrà fatta perché l'impianto attuale non è più conforme alle verific
    rispondi al commento
  • Alex7
    Mercoledì 9 Aprile 2014, alle ore 23:47
    Nelle istruzioni del 730 2014 pubblicate sul sito AdE (pag 49), non si fa cenno a nuovi tetti di spesa, né a limitazioni sulla tipologia di lavori che danno diritto al bonus mobili. Anzi, si dice papale papale che al contribuente che fruisce della detrazione del 50% per ristrutturazione è riconosciuto anche il bonus mobili. Mi chiedo se il contribuente è tenuto a sapere che forse un domani queste istruzioni saranno modificate. Sempre più basito.
    rispondi al commento
  • F.melograno
    Domenica 6 Aprile 2014, alle ore 19:20
    Gentile Arch. ho acquistato una casa nuova e sto installando sistema di antifurto, grate ed aria condizionata. Essendo grate ed antifurto per la sicurezza, posso detrarre qualcosa?? Per l'aria condizionata posso detrarre qualcosa? Chiaramente essendo nuova l'abitazione non posso e non ho aperto alcuna ristrutturazione. Per quanto riguarda l'iva la devo pagare al 22% o posso avere l'iva agevolata?Grazie per la risposta che cortesemente vorrà darmi
    rispondi al commento
    • Arch.granata F.melograno
      Martedì 8 Aprile 2014, alle ore 10:13
      Se i lavori di costruzione sono temrinati, lei può iniziare questi nuovi lavori ed avere detrazione 50% per grate e impianto d'allarme, iva al 10% per l'esecuzione di tutti i lavori.
      rispondi al commento
      • F.melograno Arch.granata
        Martedì 8 Aprile 2014, alle ore 10:43
        I lavori di costruzione sono terminati da più di un anno. Posso avere questi benefici anche se non apro una ristrutturazione????
        rispondi al commento
        • Arch.granata F.melograno
          Mercoledì 9 Aprile 2014, alle ore 11:18
          Sì, perchè sono interventi per cui è sufficiente l'autocertificazione. Parliamo ovviamente di detrazione 50% e non di bonus mobili.
          rispondi al commento
  • Roberta.canova.94
    Domenica 6 Aprile 2014, alle ore 17:25
    Buongiorno, avrei bisogno di un chiarimento sto acquistando dei climatizzatori in classe A+, posso usufruire del BONUS MOBILI? Il mio commercialista ritiene debbano essere inseriti come risparmio energetico, dall'articolo sopra riportato in teoria come ristrutturazioni edilizie....... purtroppo avendo fatto una ristrutturazione completata fine 2012 ho già abbondantemente superato le soglie per ristrutturazione e risparmio energetico. Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Roberta.canova.94
      Martedì 8 Aprile 2014, alle ore 10:10
      Come può leggere dal mio articolo, per l'Agenzia delle Entrate tale intervento non è detraibile.
      rispondi al commento
  • Adolfo2002
    Domenica 6 Aprile 2014, alle ore 17:23
    Ad Alex7 consiglio anche di leggere quanto scritto qui:http://esperto-online.ilsole24ore.com/telefisco2014/EsplosoQuesito.aspx?docIdRequest=116506
    rispondi al commento
  • Adolfo2002
    Venerdì 4 Aprile 2014, alle ore 17:55
    L'argomento è ancora molto controverso, perchè una circolare è e rimane un atto interno all'amministrazione e non può limitare a suo piacimento una legge. Fino a prova contraria le leggi le fanno il Parlamento ed il Governo e l'Agenzia delle Entrate non mi sembra abbia il potere di andare contro legge. L'arch. Granata però non ci da alcun sostegno in merito.
    rispondi al commento
  • Alex7
    Martedì 1 Aprile 2014, alle ore 23:44
    Buonasera, a seguito di installazione di condizionatore con pompa di calore avevo ricevuto diverse conferme, anche da questo sito, circa il mio diritto ad accedere al bonus mobili. Forte di ciò, ho speso migliaia di ? in mobili. Ora scopro che il tetto di spesa si abbassa a 1000? (costo del condiz.) o meglio 0?, visto che non è più manutenzione straordinaria. Questa metamorfosi interpretativa mi costa migliaia di ?. Un bel grazie al legislatore!
    rispondi al commento
    • Adolfo2002 Alex7
      Venerdì 4 Aprile 2014, alle ore 17:53
      L'argomento è ancora molto controverso, perchè una circolare è e rimane un atto interno all'amministrazione e non può limitare a suo piacimento una legge. Fino a prova contraria le leggi le fanno il Parlamento ed il Governo e l'Agenzia delle Entrate non mi sembra abbia il potere di andare contro legge.
      rispondi al commento
    • Adolfo2002 Alex7
      Domenica 6 Aprile 2014, alle ore 17:04
      Se poi l'AdE dovesse insistere sull'applicazione restrittiva, limitando il bonus mobili ad interventi che almeno rientrino nella manutenzione straordinaria, come ha dichiarato Befera, leggete la circolare AdE 57/e del 1998. Al punto 3.4 tra gli interventi di manut. straord. ci sono quelli finalizzati al risparmio energetico. Tra questi, a mio giudizio ma non solo, rientra l'integrazione del risc con climatizzatori a pompa di calore.
      rispondi al commento
  • Luca2610
    Martedì 1 Aprile 2014, alle ore 13:42
    Buonasera Arch. Granata, chiedo il suo aiuto per due miei dubbi:1)per data di inizio lavori è intesa la data di presentazione della CIL in comune con il conseguente rilascio del protocollo o la data di inizio lavori fissata da contratto con l'azienda edile scelta?2)Se spendo 5000? per ristrutturazioni e 1000? per le pratiche CIL da un architetto esterno l'azienda edile, posso detrarre una spesa di 6000? in mobili?La ringrazio vivamente.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Luca2610
      Martedì 8 Aprile 2014, alle ore 09:56
      Per la prima domanda la risposta è la data del protocollo Cil. La seconda domanda è molto interessante, perchè la legge parla di vincolo di spesa tra quanto pagato per i lavori e quanto per i mobili, senza specificare se nei lavori è compresa anche la parcella del tecnico. Dovrebbe porre il quesito direttamente all'AdE e magari farci sapere, perchè la risposta può interessare anche altri lettori.
      rispondi al commento
  • Mariano6304
    Giovedì 27 Marzo 2014, alle ore 11:33
    Gentile Arch.,ho effettuato lavori di manutenzione straordinaria e acquistato mobili a dicembre 2013.L'importo spesa per mobili è superiore a quello per spese di ristrutturazione.Il decreto Piano Casa è stato approvato dal consiglio dei ministri ma non ancora dal parlamento.Posso detrarre i mobili fino a 10000 euro oppure fino alla spesa per ristrutturazione?Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Mariano6304
      Giovedì 27 Marzo 2014, alle ore 12:20
      Al momento attuale non c'è nulla di certo. In ogni caso credo che anche se verrà introdotta in via definitiva la limitazione di spesa, il Governo dovrà trovare una soluzione per chi ha effettuato gli acquisti nel periodo di vuoto normativo.
      rispondi al commento
  • Mino80
    Venerdì 14 Marzo 2014, alle ore 22:44
    Buonasera Arch Granata. Ieri ho pagato l'acconto con carta di credito per il letto della casa per cui rogiterò a fine Marzo. Farò alcuni lavori di ristrutturazione, ma dal momento che non ho ancora pieno possesso dell'immobile non posso fare dichiarazione di inizio lavori. Potrò recuperare anche l'acconto pagato ieri come bonus mobili?Grazie milleSaluti
    rispondi al commento
    • Arch.granata Mino80
      Lunedì 17 Marzo 2014, alle ore 09:44
      Come è spiegato nell'articolo, sono detraibili solo le spese fatte dopo l'inizio dei lavori.
      rispondi al commento
  • Ctplate
    Giovedì 6 Marzo 2014, alle ore 13:16
    Salve,ho iniziato lavori di ristrutt. il 28082012,chiuso cantiere il 01032013. Secondo l'agenzia delle entrate non posso beneficiare del bonus mobili che dovrei acquistare entro questo mese perchè l'acquisto doveva essere fatto entro il 31122013. Esiste un modo di riaprire il cantiere in maniera velo ce ed economica dato che dovrei fare nuove tracce sui muri per collegamenti elettrici(dovuti al progetto della nuova cucina che sto x acquistare)?
    rispondi al commento
  • Martina.ferrera
    Martedì 18 Febbraio 2014, alle ore 18:33
    Vorrei sapere se le tende da sole condominiali che devo sostituire perchè comprando la nuova casa ho notato che sono brutte e scolorite sono previste detrazioni fiscali del 50% come la ristrutturazione edilizia che sto facendo totale in casa oppure a che classe di riferimento appartengono .
    rispondi al commento
  • Benitomanganaro
    Martedì 18 Febbraio 2014, alle ore 16:22
    Volevo sapere se per fruire del bonus mobili posso considerare l'acconto versato (bonifico) per l'acquisto di una porta blindata come inizio lavori e fine lavori l'installazione effettiva della porta blindata.Tra l'inizio lavori e fine lavori posso acquistare e pagare i mobili? Oppure il pagamento dei mobili deve essere effettuato solo dopo il saldo della porta blindata?Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Benitomanganaro
      Mercoledì 19 Febbraio 2014, alle ore 09:40
      No, per questo intervento non si può avere il bonus mobili.
      rispondi al commento
      • Benitomanganaro Arch.granata
        Mercoledì 19 Febbraio 2014, alle ore 10:07
        Mi perdoni ma avevo letto nella guida alla ristrutturazione edilizia che la porta blindata rientrava negli interventi finalizzati a prevenire atti illeciti da parte di terzi (esempio furto). E quindi si poteva accedere al bonus mobili. Mi conferma che con la porta blindata non si può avere il bonus mobili. Grazie
        rispondi al commento
        • Arch.granata Benitomanganaro
          Giovedì 20 Febbraio 2014, alle ore 09:43
          Se legge attentamente questo articolo, nel secondo paragrafo è spiegato che non tutti gli interventi detraibili danno diritto al bonus mobili. Nello stesso paragrafo trova il link alla guida specifica dell'AdE.
          rispondi al commento
          • Adolfo2002 Arch.granata
            Venerdì 4 Aprile 2014, alle ore 17:58
            Ma la legge, nello specifico l'art. 16 bis del TUIR ( andatevelo a leggere ), prevede molte altre cose e le circolari dell'Agenzia delle entrate non possono limitare una legge. (
            rispondi al commento
  • Luigipiersi
    Martedì 11 Febbraio 2014, alle ore 19:42
    Buonasera, dicembre 2012 previa istanza di attività di edilizia libera, manutenzione straodinaria (SCIA) installavo interno appartamento di proprietà pompa di calore a parziale sostituzione dell'impianto di climatizzazione sistente, accedendo alla detrazione del 50%. in considerazione che non ho ancora comunicato al comune la fine lavori, posso accedere al bonus mobili con tale tipologia di intervento eseguito ? Si ringrazia. Luigi
    rispondi al commento
  • Vispa14
    Lunedì 10 Febbraio 2014, alle ore 11:48
    Buongiorno, vorrei sapere per cortesia se posso accedere al bonus mobili facendo"costruire" una piccola parete in cartongesso. Dal momento che ho una casa di nuova costruzione non avrei diritto al bonus.Grazie Daniela
    rispondi al commento
  • 163607
    Domenica 9 Febbraio 2014, alle ore 06:42
    Ristrutturo il bagno (sanitari,impianti elettrico,idrico,fognario) e compro dei mobili: ho diritto alla detrazione del 50%? Che iter devo seguire? E' necessaria una autocertificazione? Come, quando e dove devo presentarla,(esiste un modulo specifico? Ho diritto all' IVA al 10%? Cosa devo fare per ottenerla?
    rispondi al commento
  • Aitino
    Martedì 4 Febbraio 2014, alle ore 15:34
    Buon giorno Io ho ordinato dei mobili a metà novembre 2013 pagando tramite bonifico parlante un acconto pari al 30%, i lavori di manutenzione straordinaria sono iniziati il 16 di dicembre 2013, il saldo dei mobili e quindi la consegna degli stessi è avvenuta alla metà di gennaio 2014.Ho diritto al agevolazione?
    E in caso la risposta sia si, l'acconto va dichiarato nei redditi 2013 o va inserito insieme al saldo nei redditi 2014?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Aitino
      Mercoledì 5 Febbraio 2014, alle ore 09:54
      Premesso che per i quesiti fiscali vi rimandiamo sempre alla consulenza di un commercialista, il bonus mobili è applicabile solo per gli acquisti fatti dopo l'inizio lavori. Pertanto, nel suo caso, potrà detrarre solo il saldo.
      rispondi al commento
  • F.melograno
    Sabato 25 Gennaio 2014, alle ore 08:19
    Buongiorno arch., ieri ho riacquistato la mia casa all'asta dove avevo perso 300.000eu x il fallimento del costruttore. La casa, nuova e mai abitata,costruita nel 2009, ha bisogno di lavori interni tipo il finire l'impianto dei termosifoni, alcuni sanitari dei bagni, ed necessita di tutti gli arredi, cucina, camino, ecc. Posso in questa mia situazione utilizzare le detrazioni per ristrutturazione e bonus arredi?? Grazie per la risposta. Fabrizio
    rispondi al commento
    • Arch.granata F.melograno
      Lunedì 27 Gennaio 2014, alle ore 10:05
      Se lei parla di lavori come "finire gli impianti", ecc., la risposta è purtroppo negativa, perchè si tratta di interventi di completamento di un immobile nuovo e non di riqualificazione dell'esistente.
      rispondi al commento
  • Spsrsr
    Sabato 18 Gennaio 2014, alle ore 10:01
    Buongiorno architetto. Nel 2013 ho sostituito la porta blindata ed un infisso esterno, in edilizia libera. Fruirò della detrazione al 50% ed ho acquistato arredi nel 2013 e continuerò nel 2014 a fronte di questi interventi tra cui uno rientrante nella manut. straord. Purtroppo, per mancanza di spazio nel bonifico online ho inserito la legge, la sostituzione della porta ma non l'infisso che comunque compare nella fattura. Avrò problemi? Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Spsrsr
      Lunedì 20 Gennaio 2014, alle ore 10:04
      Nella causale del bonifico non è necessario elencare gli interventi, che vanno invece distinti in fattura. Ma le ricordo che la sola sostituzione di serramenti non dà diritto al bonus mobili.
      rispondi al commento
      • Spsrsr Arch.granata
        Lunedì 20 Gennaio 2014, alle ore 11:07
        Mi perdoni ma la sostituzione di un infisso esterno con materiale e tipologia diverso da quello esistente rientra tra i lavori di man. straord. che possono essere eseguiti in edilizia libera e che in base al DL63/13, la L90/13 e la circolare nr. 29 dell'AdE concedono il diritto al bonus arredi. Inoltre considerando la sostituzione della porta blindata la ristrutturazione è ben più ampia rispetto alla singola sostituzione. Mi conferma? grazie.
        rispondi al commento
        • Arch.granata Spsrsr
          Lunedì 20 Gennaio 2014, alle ore 12:59
          La sostituzione di infissi con altri aventi caratteristiche differenti è manutenzione straordinaria, ma lei non lo aveva specificato nel suo quesito.
          rispondi al commento
          • Spsrsr Arch.granata
            Lunedì 20 Gennaio 2014, alle ore 16:42
            Grazie. Inoltre ci sarebbe da obiettare nei confronti dell'AdE x una circolare in contrasto con le leggi. Chi ha eseguito lavori prima dell'emanazione della stessa attenendosi alla legge avrebbe diritto al bonus arredi. Inoltre non specificano se la sost. della porta blind. è un intervento di man. straord.. L'installazione rientrerebbe tra gli interventi finalizzati alla prevenzione di atti illeciti ma la sost. no. C'è da giocarsela. Buona sera
            rispondi al commento
            • Adolfo2002 Spsrsr
              Venerdì 4 Aprile 2014, alle ore 18:03
              Ma anche dopo, perchè la circolare dell'AdE è un atto interno che non ha valore verso terzi ma solo nei confronti dei suoi funzionari. Non può in alcun caso, a mio giudizio, andare contro quello che stabilisce la legge, alla quale anche l'AdE deve sottostare.
              rispondi al commento
      • Martina.ferrera Arch.granata
        Martedì 11 Febbraio 2014, alle ore 06:52
        MA LA CUCINA COMPONIBILE SI PUO' DETRARRE AL 50% O NO ?
        rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 8 Gennaio 2014, alle ore 10:03
    No.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 2 Gennaio 2014, alle ore 11:04
    Il riferimento di legge è previsto solo per la causale del bonifico.
    Indicarlo anche in fattura, però, potrebbe essere comunque un'indicazione utile.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 20 Dicembre 2013, alle ore 09:47
    Si possono fare 2 bonifici.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 19 Dicembre 2013, alle ore 09:57
    Non credo che la norma possa essere estesa retroattivamente, ma comunque dobbiamo attendere l'entrata in vigore per averne certezza.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 17 Dicembre 2013, alle ore 11:53
    Può usufruire anche per l'acconto.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 12 Dicembre 2013, alle ore 12:29
    Se il bene acquistato non è tra quelli agevolabili, lei come venditore deve chiedere la rettifica del bonifico prima di consegnare la merce.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 12 Dicembre 2013, alle ore 12:02
    Sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 12 Dicembre 2013, alle ore 10:06
    Televisori e computer non sono compresi nell'elenco indicato nella guida dell'Agenzia delle Entrate, che comunque viene definito esemplificativo.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 11 Dicembre 2013, alle ore 12:59
    Sì, manutenzione straordinaria.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 10 Dicembre 2013, alle ore 11:42
    Ha diritto alla detrazione per il saldo e non per l'acconto versato.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 5 Dicembre 2013, alle ore 12:53
    Il bonus è stato prorogato a tutto il 2014.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 5 Dicembre 2013, alle ore 11:54
    610.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 4 Dicembre 2013, alle ore 12:51
    Sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 29 Novembre 2013, alle ore 09:55
    Sinceramente non vedo la difficoltà dell'operazione.
    Si tratta solo di inviare una "lettera" al comune nel quale si dice che verranno fatti questi altri lavori.
    Spesso i comuni hanno una modulistica apposita o, in alternativa, il geometra va a fare un salto all'ufficio tecnico e si informa su come agire.
    Fa parte del suo lavoro.
    Comunque se si tratta di m.o. potrebbe anche predisporre un'autocertificazione solo specificamente per queste opere.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 11:57
    E' opportuno che tutti i lavori per cui si chiede detrazione siano indicati nella Scia, quindi bisogna integrarla.
    Può chiedere bonus mobili.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 10:36
    No, in nessun caso si può usufruire del bonus mobili per questo intervento.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 27 Novembre 2013, alle ore 10:11
    Se la Dia parla di "porticato ad uso dell'abitaizone", fa fede questa, non è specificato che si tratta di un box e potrebbe avere problemi anche per le detrazioni per questo.
    Le consiglio di far effettuare una rettifica.
    Per quanto riguarda il bonus mobili, non è previsto per la costruzione di box.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 27 Novembre 2013, alle ore 10:07
    Glielo confermo.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 12:23
    Se per l'intervento si richiede la detrazione 50% e non quella del 65%, sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 20 Novembre 2013, alle ore 10:48
    Sì, non ci sono riferimenti alla chiusura della pratica, l'importante è che l'acquisto sia fatto dopo l'apertura.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 20 Novembre 2013, alle ore 10:02
    Può chiedere la detrazione 50% per il corrimano, ma non il bonus mobili.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 19 Novembre 2013, alle ore 10:30
    No, rientra solo la porta blindata esterna.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 19 Novembre 2013, alle ore 09:45
    Molti comuni non consentono interventi edilizi se non è stata completata la sanatoria, di conseguenza non si possono avere neanche le detrazioni.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 18 Novembre 2013, alle ore 12:06
    No.
    rispondi al commento
  • Loris841
    Lunedì 18 Novembre 2013, alle ore 12:03
    Buongiorno, vorrei usufruire del bonus mobili per l'acquisto di una cucina.
    Ho effettuato un intervento per il quale mi spetta la detrazione per ristrutturazione il cui DIA è datato 09/2012 e i lavori sono terminati nel 07/2013.
    Il DIA riporta come tipo di intervento "costruzione porticato a uso dell'abitazione".
    Preciso che io risiedo in una casa unifamiliare.
    Posso usufruire del bonus?
    Posso comprare la cucina nel 2014 o è troppo tardi?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Loris841
      Martedì 19 Novembre 2013, alle ore 10:11
      No, non può usufruirne perchè l'opera descritta rientra nelle nuove costruzioni.
      rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 18 Novembre 2013, alle ore 09:06
    Basta usufruire della detrazione 50% per qualunque intervento a cui spetti.
    Il bonus rimane sempre di 10.000 euro.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 15 Novembre 2013, alle ore 10:32
    Se la detrazione che ha chiesto è quella del 50%, sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 13 Novembre 2013, alle ore 12:31
    In base alla percentuale di spesa sostenuta da ciascuno.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 12 Novembre 2013, alle ore 10:32
    Sì, perchè ha usufruito del 50% per le spese sostenute dopo tale data.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 11 Novembre 2013, alle ore 09:53
    Se la caldaia sostituisce un altro generatore di calore, sì.
    Se serve per un impianto di riscaldamento realizzato ex novo, no.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 6 Novembre 2013, alle ore 12:42
    Sì, se ha sostenuto spese dopo il 26 giugno 2012.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 6 Novembre 2013, alle ore 12:40
    No, è necessaria la sostituzione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 25 Ottobre 2013, alle ore 12:49
    Questione impianto d'allarme.
    Rispondo a tutti gli utenti che mi hanno chiesto se, installando un impianto d'allarme hanno diritto al bonus mobili.
    Per me l'installazione di un impianto d'allarme ex novo, in un edificio che ne è sprovvisto, è manutenzione straordinaria e darebbe diritto al bonus.
    La riparazione di un impianto esistente no, perchè sarebbe manutenzione ordinaria.
    Si tratta, però, della mia interpretazione personale e motivata, ma non mi assumo la responsabilità di dissipare tutti i dubbi interpretativi e dare certezze assolute.
    rispondi al commento
    • Toroazul Arch.granata
      Martedì 12 Novembre 2013, alle ore 09:46
      Ma l'acquisto dell'impianto di allarme non dovrebbe appartenere al bonus di ristrutturazione e non mobili?
      rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 23 Ottobre 2013, alle ore 09:49
    Sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 22 Ottobre 2013, alle ore 09:48
    Dipende dal comune: alcuni per manutenzione straordinaria richiedono sempre la Cila.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 14 Ottobre 2013, alle ore 11:13
    No, può usufurire del bonus per entrambe le cose, ma rimanendo nel tetto complessivo di 10.000 euro.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 4 Ottobre 2013, alle ore 10:06
    No, il bonus mobili può richiederlo chi usufruisce della detrazione 50%.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 2 Ottobre 2013, alle ore 11:08
    Non capisco perchè le fatture non si possono intestare ad entrambi.
    rispondi al commento
  • Mariarosa1981
    Martedì 1 Ottobre 2013, alle ore 12:58
    Gentile Architetto Granata, sto iniziando lavori per la sostituzione degli infissi di casa nonchè per sostituire in bagno la vasca con una doccia (quindi con relative opere di muratura e idrauliche).
    Mi chiedevo se, dati tali lavori, posso usufruire del bonus mobili.
    La ringrazio in anticipo.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 30 Settembre 2013, alle ore 11:03
    No, la detrazione del 19% spetta soltanto sulla eventuale parte di spesa eccedente la quota già agevolata con la detrazione del 50%.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 25 Settembre 2013, alle ore 12:33
    No, non è necessario che il pagamento dei mobili sia posteriore a quello dei lavori.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 25 Settembre 2013, alle ore 12:26
    Sì, se è un immobile privato e nonsi tratta di parti condominiali.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 25 Settembre 2013, alle ore 11:21
    E' sufficiente conservare l'autocertificazione ed esibirla in caso di controlli.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 24 Settembre 2013, alle ore 17:34
    Il bonus mobili è applicabile per tutti gli interventi per i quali si usufruisce della detrazione 50%.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 20 Settembre 2013, alle ore 12:19
    Potete leggere voi stessi la circolare da questo articolo.
    A me pare di non aver letto nulla che escluda tali interventi.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 20 Settembre 2013, alle ore 10:29
    Sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 17 Settembre 2013, alle ore 10:24
    Per Miky B: no, perchè si tratta di un alloggio nuovo da completare e non di un intervento sull'esistente.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 17 Settembre 2013, alle ore 10:23
    Per Paolo M.: no, perchè le porte non sono un componente d'arredo.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 13 Settembre 2013, alle ore 11:14
    Per Laura R.: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 12 Settembre 2013, alle ore 11:08
    Per Walter: la Camera dei deputati ha chiarito, nelle schede di lettura al decreto 63/2013, che si considerano grandi elettrodomestici solo il frigorifero, la lavatrice, il congelatore, la lavastoviglie, la lavasciuga e il forno.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 9 Settembre 2013, alle ore 10:15
    Per Luca Gambaretti: 21%.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 2 Settembre 2013, alle ore 10:29
    Per Daniele 1986: la dizione "ristrutturazione ordinaria" non esiste.
    I lavori descritti sono di manutenzione straordinaria, se indicati correttamente nella Cil in tal modo ha diritto al bonus.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 26 Agosto 2013, alle ore 10:06
    Per Nicola1960: può trovare la risposta nel primo paragrafo.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 26 Agosto 2013, alle ore 09:24
    Per Maria Pia: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 22 Agosto 2013, alle ore 18:44
    Per Carlo68: può detrarre solo la parte pagata dopo il 6 giugno.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 22 Agosto 2013, alle ore 17:53
    Per Gianluca: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 22 Agosto 2013, alle ore 16:43
    Per Danilo: no, il bonus è legato solo alla detrazione 50%.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 22 Agosto 2013, alle ore 16:21
    Per Andrea: in questo articolo parliamo della legge in vigore, non possiamo fare teorie su ipotetiche variazioni.
    rispondi al commento
  • Danilofavaretto
    Lunedì 12 Agosto 2013, alle ore 14:56
    Per i lavori fatti in economia, si può scalare il 50%?
    Ad esempio piastrelle, sanitari, tubi, etc che documentazione presentare?
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 9 Agosto 2013, alle ore 13:13
    Per Alessandro: sì, il riferimento normativo rimane lo stesso.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 9 Agosto 2013, alle ore 12:44
    Per Andrea: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 9 Agosto 2013, alle ore 09:14
    Per Manuela: come è scritto nell'articolo, possono avere il bonus solo coloro che hanno un immobile in cui sono in corso interventi oggetto di detrazione 50%.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 8 Agosto 2013, alle ore 10:09
    Per Gianluca: sì, per la procedura può leggere Detrazione 50%.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 8 Agosto 2013, alle ore 09:42
    Per Angela: non posso assicurarglielo, perchè non per tutte le interpretazioni la sostituzione dei sanitari dà diritto alla detrazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 8 Agosto 2013, alle ore 09:25
    Per Alessandro: lei stesso scrive che l'installazione di un condizionatore le dà diritto alla detrazione 50%, ergo lei ha diritto anche al bonus mobili.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 2 Agosto 2013, alle ore 12:19
    Per Ilaria: no.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 2 Agosto 2013, alle ore 09:37
    Per Alessandro: leggere il primo paragrafo.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 1 Agosto 2013, alle ore 12:54
    Per Gian Piero: sì, le conviene acquistarla subito perchè, in teoria, se il decreto non venisse convertito (ma manca solo l'approvazione al Senato), potrebbe anche decadere.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 30 Luglio 2013, alle ore 10:11
    Per Ivan: no, può detrarre solo il rifacimento del pavimento del bagno, non quello del resto della casa.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 30 Luglio 2013, alle ore 10:10
    Per Marco: no, il decreto parla di mobili e non ci sono, per ora, indicazioni relative ai complementi d'arredo.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 30 Luglio 2013, alle ore 10:04
    Per Tiziana V.: per la messa a norma dell'impianto si può usufruire anche del bonus mobili.
    E' sufficiente un'autocertificazione.
    La ripartizione avviene in base alla spesa sostenuta: se paga solo una persona, recupera tutto, altrimenti si ripartisce in percentuale.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 29 Luglio 2013, alle ore 11:00
    Per Maristella Brianza: no. Aggiungo per la libreria in cartongesso: è detraibile come bonus mobili solo se l'intervento rientra nell'ambito di lavori almeno di manutenzione straordinaria.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 29 Luglio 2013, alle ore 09:30
    Per Ivan: secondo la mia interpretazione sì. Non è necessaria comunicazione al comune, ma è sufficiente autocertificazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 26 Luglio 2013, alle ore 10:37
    Per Brianza Maristella: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 26 Luglio 2013, alle ore 10:30
    Per Federico: secondo l'interpretazione di Federlegnoarredo, la data di inizio della ristrutturazione non deve necessariamente precedere l'acquisto dei mobili, ma non ci sono indicazioni certe in merito.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 26 Luglio 2013, alle ore 10:23
    Per Gianni: l'installazione di pannelli fotovoltaici non è intervento di riqualificazione energetica, ma ristrutturazione.
    Proprio in virtù di ciò la risposta è affermativa: può usufruire del bonus mobili.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 18 Luglio 2013, alle ore 09:38
    Per Francesca: sì, esatto.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 17 Luglio 2013, alle ore 12:35
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 15 Luglio 2013, alle ore 12:50
    Per Matteo B.: sì, per nuovi lavori che siano soggetti a detrazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 12 Luglio 2013, alle ore 12:10
    Per Elisa Deidda: se si effettua la ristrutturazione dell'intero bagno, sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 8 Luglio 2013, alle ore 11:46
    Per Giuseppe T.: non penso sia possibile.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 5 Luglio 2013, alle ore 10:44
    Per Alessandro: con l'approvazione del nuovo emendamento è detraibile anche la lavatrice.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 5 Luglio 2013, alle ore 10:43
    Per Faber: sì, basta pagare con bonifico.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 4 Luglio 2013, alle ore 11:16
    Per Robert: qualsiasi tipo di mobile e non è necessario che la ristrutturazione sia legata all'ambiente da ristrutturare.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 26 Giugno 2013, alle ore 12:07
    Per Alessandro: semprechè abbia richiesto la detrazione anche per ristrutturazione.
    Per la causale consiglio di citare il decreto 63/2013.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 21 Giugno 2013, alle ore 09:46
    Per Ilenia: la sostituzione dei sanitari rientra negli interventi di manutenzione straordinaria, quindi si può usufruire dle bonus.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 20 Giugno 2013, alle ore 10:26
    Per Emanuele: si può fare da qualunque conto corrente, purchè nella causale vengano indicati i dati del beneficiario della detrazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 20 Giugno 2013, alle ore 10:22
    Per Carlo68: in base all'attuale interpretazione del decreto, se ha già chiuso i lavori, non può usufruire del bonus.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 19 Giugno 2013, alle ore 12:39
    Per Matteo: solo se sta effettuando un intervento di ristrutturazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 19 Giugno 2013, alle ore 12:37
    Per Andrea: in questo articolo trova tutte le info.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 17 Giugno 2013, alle ore 11:41
    Poichè gli art. 14, 15 e 16 del decreto legge 63/13 lasciano aperti molti dubbi interpretativi sull'applicazione delle detrazioni 65%, 50% e bonus mobili, restiamo in attesa di una circolare esplicativa dell'Agenzia delle Entrate, prima di dare una risposta certa ad alcuni quesiti degli utenti. Vi terremo sollecitamente informati.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 11 Giugno 2013, alle ore 11:03
    Per Aldo: sarà l'aliquota ordinaria, perchè quella agevolata (10%) è solo per gli interventi edilizi.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 11 Giugno 2013, alle ore 10:54
    Per Romolo81: grazie a lei per questa informazione che sarà utile anche agli altri nostri utenti.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 10 Giugno 2013, alle ore 11:56
    Per Romolo81: credo si riferisca ai "mobili".
    Le consiglio di aspettare l'1/7 per i pagamenti, visto che si tratta di pochi giorni.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 7 Giugno 2013, alle ore 11:12
    Per Fulvio: no, gli apparecchi per illuminaizone non sono compresi.
    rispondi al commento
Notizie che trattano Bonus mobili che potrebbero interessarti
Bonus Casa

Bonus Casa

Prorogati tutti i bonus fiscali per la casa a seguito dell'approvazione in Parlamento della Legge di Stabilità per il 2014: vediamo quali sono le nuove scadenze.
Estensione bonus 20%

Estensione bonus 20%

La Commissione Ambiente della Camera ha proposto modifiche per estendere il bonus del 20% per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.
Bonus gas alle Poste

Bonus gas alle Poste

Accordo tra Aeeg e Poste Italiane per la campagna di comunicazione e la distribuzione del bonus gas.
Proroga detrazioni casa

Proroga detrazioni casa

Approvata la Legge di Stabilità 2014, che proroga le detrazioni Irpef per risparmio energetico, ristrutturazione e acquisto di mobili, di un altro anno.
Aumenti tariffe energia

Aumenti tariffe energia

L'inizio del nuovo anno si presenta piuttosto difficile per le famiglie italiane, visto che dal primo gennaio sono scattati gli aumenti delle tariffe di luce e gas.
IMMOBILIARE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Presa unel 16a con terra
      Presa unel 16a con terra...
      10.38
    • Traslochi modifiche mobili
      Traslochi modifiche mobili...
      250.00
    • Whirlpool whilrpool gusto gt286-wh microonde crisp, colore: bianco
      Whirlpool whilrpool gusto gt286-wh...
      139.00
    • Smeg sf585x forno termoventilato classe a 8 funzioni
      Smeg sf585x forno termoventilato...
      340.06
    • Smeg sf565xpz
      Smeg sf565xpz...
      330.00
    • Girmi - tritatutto
      Girmi - tritatutto...
      20.00
    • Fimar macchina per pasta fresca mpf 1,5n
      Fimar macchina per pasta fresca...
      785.48
    • Kitchenaid frullatore ad immersione 5 velocita ikhb2571 r
      Kitchenaid frullatore ad...
      126.52
    • Reber sac15x40
      Reber sac15x40...
      8.87
    • Termostato a retroquadro c02a3
      Termostato a retroquadro c02a3...
      27.33
    • Cucina completa
      Cucina completa...
      1899.00
    • Mercatino dell' usato
      Mercatino dell' usato...
      1.00
    • Johnson phon asciugacapelli da parete potenza 1800 watt colore cromo - executive
      Johnson phon asciugacapelli da...
      35.91
    • Kitchenaid frullatore ad immersione 5 velocita ikhb2571 sx
      Kitchenaid frullatore ad...
      126.52
    • Whirlpool wba43983 nfc ix
      Whirlpool wba43983 nfc ix...
      730.00
    • Laica vt3504
      Laica vt3504...
      10.00
    • Hotpoint-ariston eltb 6m124 eu
      Hotpoint-ariston eltb 6m124 eu...
      320.00
    • Melchioni ariosto 11
      Melchioni ariosto 11...
      29.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Faidatebook
  • Sicurezzapoint
  • Casa.it
  • Zaccaria Monguzzi
  • Novatek
  • WaterBarrier
  • Velux
  • Uretek
  • Casa.it
  • Geosec
  • Murprotec
  • Officine Locati
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
CHIEDI PREVENTIVI DEL SETTORE: